L'assurdo incidente di Piazza Mazzini, spiegazione della dinamica

20 gennaio 2017








Strumentalizziamo con piacere l'assurdo incidente avvenuto poche ore fa a Piazza Mazzini per porre nuovamente l'accento sull'assurda organizzazione della piazza e sulla sosta selvaggia che ne deriva. Larghissima e non necessaria ai flussi viabilistici che la percorrono (mentre allargare i marciapiedi o creare un parco davvero vasto al centro e ben collegato coi lati sarebbe utilissimo), Piazza Mazzini non è da tempo più una piazza bensì un parcheggio a cielo aperto. Se proprio la si vuole trasformare in parcheggio, perché non fare un parking interrato come a Piazza Cavour lasciando la superficie a verde pubblico?

Questo malcostume che vede auto posteggiate ogni giorno e ogni sera in quintupla fila, in curva, negli angoli e sugli spartiraffico disegnati a terra, non crea problemi solo estetici (la piazza è oscena!) ma anche di sicurezza e di visibilità.

Quest'oggi un esempio clamoroso. Con immagini iconiche che hanno sollecitato l'ironia e il cinismo tipico della casa: confermata come  la capitale del parcheggio in doppia fila (in Francia lo chiamano "parcheggio alla romana"), Roma si propone come inventrice del parcheggio a castello.

Ma cosa è successo? Un signore anziano stava uscendo in retromarcia con il suo suv Chevrolet dal suo parcheggio nel bel mezzo della piazza. Ripetiamolo: nel bel mezzo della piazza! In quel momento stava passando una piccola Panda blu guidata da un altro signore anziano. Il guidatore del suv ha colpito la Panda. Il guidatore del suv, sempre l'anziano alla guida di un carro armato, deve essere andato nel panico, non ha tolto il piede dall'acceleratore e la Panda si è trasformata in trampolino.

Nonostante l'impatto spettacolare dell'incidente non si è fatto male nessuno. Il proprietario del suv stava però per ammazzare la moglie che attendeva di salire.

Tutto questo solo per fare una domanda: quando risistemiamo Piazza Mazzini e le mille piazze romane che, per difetti di progettazione e aggiornamenti di arredo mai avvenuti nei decenni, sono nelle stesse condizioni? Sicuramente non nel 2017: in bilancio l'amministrazione non ha messo neppure un centesimo per questo tipo di problemi e anche laddove questi problemi si possono risolvere valorizzando l'apporto dei privati, ad esempio realizzando parcheggi sotterranei, è tutto fermo per questioni meramente ideologiche.

81 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Scusa, con tutto il rispetto, come avresti fatto a ricostruire la dinamica?

Anonimo ha detto...

Sì, però ... Accelleratore??

Anonimo ha detto...

Nel dubbio...accelera!

Anonimo ha detto...

ecco, con quell'auto la sopra ora la piazza sembra ancora di più quello che è: uno sfasciacarrozze della Togliatti. Pensa a quei cojoni che hanno pagato milioni di euro per comprarsi un appartamento li....

Anonimo ha detto...

NOTIZIONA!

Drammatica scoperta scientifica che però spiega molte delle ragioni dell'oscena e incivile vita quotidiana a Roma:

Il

(Sub)Homo Neanderthalensis suvetsmartmunitus ssp sguderattonis

non si è mai estinto!

Sembra che il pitecantropoide sia sopravvissuto nelle paludi fognarie dell'urbe e adesso reclami spazio e "diritti" per i suoi feticci lucidi e totem rombanti.

Ormai il territorio romano soccombe a questa aliena invasione di decerebrati.

Anonimo ha detto...

la città è un cesso di inciviltà e prepotenza...ovunque....sia da quando si cammina sui marciapiedi, sia da quando si prende la metro e figurarsi quando si è alla guida....ci vuole ogni giorno coraggio e calma olimpica per evitare litigi e discussioni....qui vige la legge del più coglione e quindi del più duro....piazza Mazzini con i suoi bar per fighetti è il crocevia di tutto lo schifo che attanaglia la capitale....ormai ci ho fatto il callo, metto la corazza/morale ed esco da casa

Anonimo ha detto...

Il park sotterraneo si paga, la doppia fila no... manco le multe fanno... non si farà mai

Anonimo ha detto...

Troppo logico NON va bene!

Anonimo ha detto...

Fenomeno, ma nella foto la panda dove sta?

Anonimo ha detto...

la panda è quella blu! impara!

Anonimo ha detto...

D'accordo su tutto: doppia file, mancanza di controlli, inciviltà ecc. ecc. Ma cosa c'entra tutto ciò con la incapacità del guidatore del Suv che ha combinato quello che si vede nelle foto?
Forse anche per voi un buon trampolino di lancio ?

Anonimo ha detto...

C'è anche da dire che i SUV andrebbero vietati, un normale tamponamento si trasforma in quello che mostrano le foto... L'unica utilità di questi mostri meccanici pesantissimi e pericolosi consiste nel curare il complesso di inferiorità dei pitecantropi romanus...

Anonimo ha detto...

Con delle bici tutto questo non sarebbe successo...

Anonimo ha detto...

Ma dai, stavano girando un film...

Anonimo ha detto...

Comunque, il signor "Romafaschifo" è presente in ogni angolo della città.
Quando c'è un incidente, ha sempre assistito alla dinamica!

Semy ha detto...

Su questo sito si strumentalizza tutto cio' che avcade in questa citta'siete degli squali tigre pronti a criticare tutto col senno del poi....

Rosie61 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Rosie61 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Comunque, la dinamica dell'incidente c'entra ben poco con la sosta selvaggia, secondo voi non sarebbe potuto succedere ugualmente se il SUV fosse uscito da un regolare parcheggio a spina?

Anonimo ha detto...

ci sono voluti 26 anni per completare una ciclabile, abbiate un po di pazienza no?

Anonimo ha detto...

ma pure limitazioni sulla patente a persone avanti con l'età?
Un SUV in mano a uno coi riflessi di un bradipo è un arma pericolosissima

Anonimo ha detto...

E i viggi? I viggi? Se ci fosse stato un vigge il canuto non l'avrebbe messa la retro.

Anonimo ha detto...

La città è ridotta una mmerda per colpa dei romani e del loro menefreghismo di cui vanno tanto fieri.

Ora godetevela

TsA ha detto...

Sul singolare incidente a Roma di piazza Mazzini la stampa riporta commenti dei cittadini tipo: "Non si trova posto nemmeno in doppia fila e la sistema così" oppure "Cosa si deve fare per inventarsi un parcheggio a Roma e risolvere il problema della sosta"

Il punto invece secondo me è esattamente un altro: cosa ci sta a fare un Suv 4x4 a Roma? Cosa ci stanno a fare le montagne di auto in circolazione? Vogliamo capire si o no che il problema centrale è quello di ridurre le auto circolanti a Roma? Incrementare il trasporto pubblico? Faccio notare che le auto sono responsabili sia dell'inquinamento atmosferico che causa centinaia di migliaia di morti l'anno nel mondo, ma anche di una rilevante quota del riscaldamento globale, maggior traffico, immobilità, invivibilità, degrado, incidentalità e insicurezza come in questo caso. Una vittima infatti è stata anche un pedone, una donna che si trovava sul marciapiedi, che aveva tutto il diritto di pretendere una città a misura di pedone con la relativa sicurezza invece di essere "trasportata in codice giallo all'ospedale Santo Spirito"!

Tutta la stampa sembra non cogliere il senso profondo di questa vicenda emblematica del degrado di Roma e dell'eccessiva motorizzazione ma si incentra invece sulle problematiche del parcheggio. Ripeto non è questione di parcheggi ma dell'insostenibile tasso di motorizzazione!

Che la stampa e il glorioso giornalismo italiano sia insensibile e non colga l'occasione per affrontare alla radice il problema della mobilità non mi stupisce: alle olimpiadi di Roma del 60 e nel corso degli anni 60, la stampa era quasi tutta schierata contro il tram, venne smantellato circa il 50% della rete tranviaria, si diceva che il tram ostacolava e dava fastidio alle auto nelle manovre, nella viabilità e nei parcheggi. In quegli anni Roma dette prova di grande lungimiranza ... come adesso.

Anonimo ha detto...

Commento precedente da STRAQUOTARE. Bravo.

Anonimo ha detto...

A Tone', ma ancora dormi? Come mai non hai ancora aperto il post sull'incidente che ieri e' costato la vita a un disabile sulla Colombo? Dov'e' finito il tuo odio per le maghine? Non ti riconosco piu'.

Anonimo ha detto...

Caro TsA, concordo perfettamente con il tuo commento, ma quanto all'osservazione di incrementare (in quantità e qualità) il trasporto pubblico, penso che i principali ostacoli siano la conformazione urbanistica e la struttura della viabilità di Roma, che
1) dagli anni '50 si è espansa in maniera irregolare senza un piano regolatore lungimirante, creando così una diffusione urbana che rende difficile e costosa l'implementazione di una rete di trasporto pubblico capillare;
2) non presenta un'infrastruttura stradale del tutto idonea per il miglioramento del trasporto di superficie (tema legato a quello di cui sopra, in quanto l'urbanizzazione selvaggia e sostanzialmente senza regole ha fatto sì che si creassero aree senza idonea viabilità, densità di edifici privi di parcheggio pertinenziale, e via dicendo).
Altro problema è poi la totale mancanza di qualsiasi politica regolatoria e di governo della circolazione stradale (intendo: corsie preferenziali, strisce blu, parcheggi pertinenziali per residenti, parcheggi a tempo a rotazione, implementazione pedaggio per l'ingresso in città da chi arriva dai comuni limitrofi a Roma, controllo della circolazione stradale da parte dei Vigili e via dicendo) da parte del comune, che unitamente alle cause di cui sopra ha provocato il caos attuale.
Uscirne fuori è difficile ma secondo me si può, ci vorrebbe però un'amministrazione attenta e lungimirante, capace anche di mettersi contro il "partito della macchina a tutti i costi" e gli interessi delle solite lobby (quali ad esempio quella di certe categorie di commercianti), nonchè un salto di maturazione culturale (riguardo alla mobilità) nella maggior parte degli abitanti di Roma.

Anonimo ha detto...

Daje Tone', spiegaci anche la dinamica dell'incidente mortale sulla Colombo di ieri. Siamo sulle spine.

TsA ha detto...

Rispondo a 11:35 dicendo che so bene che lo sprawl urbano è una delle cause dell'attuale degrado ed a maggior ragione tutto si riconduce come ho detto in un altre parti del Web al governo della città: "al di là del commissariamento o del sindaco democraticamente eletto, al di là del pubblico o del privato chiamato a gestire spazi o servizi pubblici, quello che resta centrale e fondamentale per una amministrazione pubblica anche commissariata con una legge speciale è la visione strategica della città all'interno della quale collocare tutti i progetti urbanistici e infrastrutturali, la mobilità, le attività economiche, commerciali e gestionali dei servizi. Meglio ancora se la visione strategica si fonda sulla sostenibilità perché ne otterremmo la differenza in termini di vivibilità e qualità di vita.
Le città secondo me proprio per far fronte alle sfide urgenti e concrete del millennio sul riscaldamento globale, cambiamenti climatici, flussi migratori a volte a questi conseguenti, dovrebbero essere per l'umanità un laboratorio di civiltà, convivenza e sostenibilità e non so quale sia l'attuale distanza di Roma da questi impegni ed urgenze.
Ritengo la sostenibilità la chiave per una svolta amministrativa di Roma con il contributo irrinunciabile dei suoi cittadini perché come è stato detto e condivido "Roma ha un enorme e urgente bisogno di essere salvata dai romani. "

Suero Aniello ha detto...

Questa prova è vero prestito. Sono una donna con 2 figli. Dalla morte del mio marito, mi sono trovato in difficoltà. E sono stato respinto da banche. Ho letto una prova di prestito che ha parlato di un uomo onesto e serio che il mio aiutare per un prestito di 55.000€. Allora ho deciso di annunciare quest'opportunità a voi che non avete il favore delle banche ecco sono e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

Anonimo ha detto...

Tone', ndo' cazzo stavi stanotte? Ho avuto un incidente, la dinamica non era chiara, t'ho chiamato per verificarla e avevi il telefono spento . Sei utile come un paio di mutande sul set di un film porno.

Anonimo ha detto...

Tone', tu.che sai tutto e hai sempre ragione...me dai sei numeri per il superanolotto per favore?

TsA ha detto...

Dimenticavo di dirti (11.35) che concordo con le tue osservazioni: una amministrazione coraggiosa e lungimirante deve trovare sponda in una maggioranza di cittadini altrettanto maturi e lungimiranti ma può comunque dimostrare l'iniziativa provandoci.

Anonimo ha detto...

Tone', ti odio ti odio ti odio ti odio!!! Ecco!

Anonimo ha detto...

gennaio 20, 2017 5:02 PM

Il problema si risolve andando tutti in bicicletta come i cinesi.

Anonimo ha detto...

gennaio 21, 2017 12:49 PM
vedi? se tu stanotte invece che pijà aa maghina annavi in bicicletta nte succedevagnente no?

Da domani tutti nbici come i cinesi e vaiii!!!

Anonimo ha detto...

gennaio 21, 2017 12:24 PM

Noo, la città si salva con le biciclette.

Anonimo ha detto...

Sai che goduria se invece della panda dietro c'era un radical chic in bicicletta....

Bucodisedere ha detto...

Bravo!
PorcoZio

GerardoRossi ha detto...

Tu invece ami le "maghine"? Orgoglio romano coatto? Una cosa: ti sei accorto del tuo cattivo odore?

Anonimo ha detto...

Ti ho segnalato. O sei un pazzo da rinchiudere o un truffatore.

Anonimo ha detto...

Hai preso le pasticche stasera? Eiaculazione precoce? Ragadi anali? Qual è il tuo problema?

Petofritto ha detto...

Peccato che i cinesi inquinano, hanno la pena di morte e sono microfallici.

cittadino residente ha detto...

Anonimo 11:35, intervento interessante e costruttivo. Tuttavia, non sarei cosí disfattista.. cosa ha la conformazione urbanistica di Roma di cosí problematico da impedire la creazione , con un progetto redatto da esperti pagati profumatamente, di un sistema ramificato di linee di tram veloci sulle grandi arterie (es. Colombo, Marconi e le varie larghe consolari?) che si intersecano tra loro.e.con le metro?. Si deve risolvere cosí, secondo me, il problema della mobilita', piuttosto che facendo altre piste ciclabili che verrebbero abbandonate a loro stesse (gia sarebbe un miracolo se venissero curate quelle esistenti, ridotte ormai a mulattiere o percorsi CAI) e chiedendo ad un lavoratore di mettersi a pedalare 20 km o di attendere bus senza orari che saltano ormai 30℅ delle corse. Come in tutte le cose deve esserci convenienza nel rinunciare all'auto, non un atto di eroismo. Chi governa questa citta' (attualmente il movimento cinque stelle) sta pensando a come si dovranno spostare i cittadini di qui a 20-30 anni?

Anonimo ha detto...

Vogliamo anche dire che, oggi, i tre quarti della gente non sa più guidare? Vogliamo anche parlare di prepotenza ed arroganza che regna quando si è al volante der proprio suvve? Poi, siamo alle solite: ma dove cazzo stanno i vigili urbani, quando servono?
Comunque: proprietario del suv: ritiro della patente per almeno un anno, e confisca del veicolo per due anni. Cominciamo a fare così. Anzi, meglio ancora: si prende il suv, lo si imbottisce di una carica di esplosivo, e lo si fa saltare in aria, costringendo il proprietario ad assistere alla scena. La rimozione dei rottami sarà, ovviamente, a carico del proprietario stesso.

Anonimo ha detto...

Roba da comiche di Stanlio e Ollio. Solo che qui non c'è affatto da ridere, ma da stendere un velo pietoso.

MsA ha detto...

Con alcuni cittadini che hanno commentato in questo blog ho la sensazione che Roma non si salvi, ma ripeto è solo una mia soggettiva valutazione.
L'anonimo 2:03 ha ragione, cosa ci impedisce di realizzare una rete di tram con efficienti punti di scambio con la metro? Nulla se non noi stessi. Roma già aveva in un recente passato una rete tranviaria estesa, smantellata per far posto alle auto, ma che agli inizi del secolo scorso era la seconda in Europa per estensione.
Diceva A.Langer che una società sostenibile è realizzabile soltanto se sarà socialmente desiderabile.
Quanto ai cinesi la Cina ha il più alto indice di inquinamento e il più alto tasso di mortalità per tumori con un incremento del cancro dell'80%.

Anonimo ha detto...

gennaio 22, 2017 9:48 AM

Difatti....gli estremisti radical chic delle biciclette da acciaccare senza pietà non hanno capito che la maggior parte degli automobilisti SONO COSTRETTI a prendere l'auto per via del peggior servizio pubblico del mondo occidentale...senza andare a scomodare Londra o Parigi ci superano Milano, Barcellona e Valencia. Vi pare possibile? Andrebbe speso fino all'ultimo centesimo disponibile per coprire Roma di ferro in tutti i quartieri. Se avanza qualcosa (ma ne dubito con questi chiari di luna) pensiamo alle ciclabili.

Anonimo ha detto...

gennaio 21, 2017 11:52 PM

A Gerà....ma vatt'affà 'r bidè và....

Anonimo ha detto...

gennaio 21, 2017 11:56 PM

Le ragadi in culo ce l'hai tu....il sellino va usato orizzontale, non verticale.

Anonimo ha detto...

gennaio 22, 2017 2:03 AM

Zitto per carità....Sei già stato segnalato al Sant'Uffizio dei merdosi biciclettari.

Anonimo ha detto...

gennaio 22, 2017 9:48 AM

Grazie al beneamato.....in Cina è in atto una crescita economica senza precedenti, le distanze sono quelle che sono e non c'è un servizio pubblico di trasporti adeguato. Prova inconfutabile che in un Paese moderno lo spostamento in bicicletta non può e non deve essere quello principale, ma solo molto marginale. Da noi va benissimo in cittadine come Ferrara, Siena, Lucca, Bologna, Firenze dove il trasporto pubblico è già ottimale per quelle dimensioni, ma a Roma solo un deficiente può pensare a investire in ciclabili quando interi quartieri grandi appunto come Ferrara o Firenze non sono serviti dal ferro.
Ha ragione chi dice che il problema di Roma sono i romani, ma non solo quelli che vanno a comprare il pane con la maghina, anche quelli che pensano di far spostare un povero cristo che deve andare a lavorare tutti i giorni da Casalotti al centro in bicicletta.

yumi toei ha detto...

Scusate ma il malcostume deriva dai romani, ma un esame di coscienza ve lo fate ogni tanto?
E la doppia fila su viale Mazzini blocca la viabilità... Prima di puntare il dito contro tutti, cominciate a comportarvi meglio

Anonimo ha detto...

gennaio 22, 2017 10:34 AM

Abbiamo il corpo dei vigili urbani più inefficiente e corrotto al mondo. Logico che ognuno fa quello che gli pare.

Anonimo ha detto...

In Italia è tutto fatto di approssimazione.
Civismo, pubblica amministrzione, commercio, edilizi. E vogliamo parlare dello spettacolo?
Sono anni che assistiamo al trionfo delle cantanti con la carota in gola. Da carmen consoli, capostipite, per alessandra amoroso, emma marrone, giorgia e francesca michielin.
Ma perché cantate come se aveste una radice incastrata tra naso e trachea?
(Secondo un mio amico non si tratta di carote).

Anonimo ha detto...

Fantastico il parcheggio a CASTELLO ci mancava ma va bene tanto a Roma basta MAGNA e va TUTTO bene e ringraziate che NON è VENUTO a NEVICARE mezzo metro di neve bona allora sì che sarebbero VOLATILI DIABETICI non vi sforzate SAREBBERO GABBIANI sul Campidoglio AMARI :^D

Edith Frolla ha detto...

basta con il paragone con piazza Cavour , a piazza Cavour non è cambiato nulla con la costruzione del parcheggio sotterraneo. tutti i giorni tutto il giorno le automobili sono parcheggiate pure sopra gli alberi.

Anonimo ha detto...

se vivete nella città diventata una mmerda è solo colpa vostra.

È il menefreghismo e la strafottenza che vi ha ridotto così.

Adesso divertitevi.

Anonimo ha detto...


L’ADDIO
«Niente piano
per lo sviluppo digitale». Ecco perché Sky va via

di Andrea Arzilli
L’emittente si trasferisce a Milano per costituire un hub internazionale (trasmetterà anche in Germania) e terrà a Roma solo un presidio della redazione politica. Motivo? La Capitale non offre infrastrutture «europee»



Appunti una citta che fa sempre piu schifo pure a sky.

Anonimo ha detto...

Ottima idea, un bel parcheggio sotterraneo a Piazza Mazzini, magari abbattendo gli alberi e sostituendo una splendida fontana degli anni '30 con una bella colata di cemento! Che idea meravigliosa!!!

Anonimo ha detto...

Ormai c'è poco da fare.

Il (Sub)Homo Neanderthalensis suvetsmartmunitus ssp sguderattonis

è ormai maggioranza e grugnendo dalla sua smart o Suvvone o sguderattone su cui ha incistato il culo

blatera diritti per il suo lucido feticcio

latra alla luna che ci vorebbe più trasporto pubblico solo per avere più spazio alle sue privatissime lamiere di cui abusa perchè nessuno ha il coraggio-dovere di ingabbiarlo

il pitecantropo golfmunito odia le bici perchè evidente segno di civiltà trasportistica nel mondo efficiente, pulito e sano ove prevale il mortale nemico Homo Sapiens

Anonimo ha detto...

porkeppoi

Anonimo ha detto...

gennaio 23, 2017 11:49 AM

Giusto..Ormai c'è poco da fare.

Il (Sub)Homo Pitecantrolensis merdotus biciclettaris pretende che tutti vadano in bicicletta perché ha trovato il modo per godere h24: mette la sella verticale e il movimento sussultorio delle buche romane fa il resto.
Trovati un bel negrone che di questi tempi grazie al merdosissimo PD ce ne stanno tanti. Io (Homo sapiens sapiens...impara) me ne vado con la mia elettrica che carico la notte, non spendo un centesimo di bollo e manutenzione (solo l'energia elettrica del box) e spesso accompagno pure qualche bella collega.
40 minuti e sono a casa, contro un ora e mezza dei schifosissimi mezzi dell'Atac (non ho metro...) e forse due di bici se non m'acciaccano.
Nel box ho la mia bici che ci vado al parco il fine settimana (con la sella orizzontale).
Vattene nel mondo efficiente, di radical chic demagogici l'Urbe ne fa volentieri a meno.

Anonimo ha detto...

Il (Sub)Homo Neanderthalensis suvetsmartmunitus ssp sguderattonis

col torvo sguardo dell'esagerato e crinarciuto zigomo sporgente odia qualsiasi cosa si opponga alla sua concezione della squallida realtà ipermotorizzata e non concepisce altro che oscene luride periferie di cemento-asfalto però a 4corsie

ranco-bilo-invidioso dell'irraggiungible mondo civile dei Sapiens emette suoni gutturali dalla sbavante mascella prognata:

AAAA MAGHINA MIA!!! CIO' DIRITTO...HOPAKATOERBOOOOLLO...mbè...ahooo

Anonimo ha detto...

La domanda è: quando leviamo le patenti ai nonnetti che creano solo casino per Roma?

Anonimo ha detto...

gennaio 23, 2017 3:33 PM

Io ciò la maghina elettrice e er bollo nun lo pago; lavoro dalle 9 de mattina alle 19...Spesso esco alle 20 e anche alle 21. L'ufficio sta a 20 Km e come me ne conosco almeno altri 50. Vacci tu in bicicletta che non fai un cazzo tutto il giorno o magari lavori al ministero esci alle 14 (o quando fai tardi alle 17). Purtroppo nelle oscene periferie di cemento-asfalto ci abita chi non ha la possibilità di abitare in centro (facile andare in bici da S. Giovanni a piazza Venezia no?.oppure dall'Aventino a Trastevere).
Nel mondo civile si cerca di far convivere chi può muoversi in bici, con chi può muoversi con bus e metro e con chi deve necessariamente servirsi del mezzo privato.
Ma questo elementare concetto il radical chic spocchioso settario con l'erre moscia non lo vuole capire perché lui è al centro dell'universo e vuole che tutti si uniformino al suo stupido e farneticante pensiero unico - pena essere etichettato come fascista o selvaggio.
Ma la stragrande maggioranza della gente questo giochino scemo lo ha capito da tempo e non se lo caca più e lo lascia farneticare da solo con i suoi amici veteroambientalisti legambientari con la laurea in sociologia o in lettere moderne presa per corrispondenza.....

Anonimo ha detto...

Ecco il segreto dell'ormai inarrestabile invasione del

(Sub)Homo Neanderthalensis suvetsmartmunitus ssp sguderattonis

oltre alla mascella prognata e al minaccioso trinarciuto zigomo sporgente
ha fegato resistente ai continui travasi di bile quando si accorge che almeno un altro par di milioni di cittadini Sapiens con normali funzioni cerebrali potrebbe già far a meno della protesi lucida motorizzata che invece è ormai parte integrante del suo raccapricciante corpo-chimera

Anonimo ha detto...

x cittadino residente - gennaio 22, 2017 2:03 AM

Quello che non va nella conformazione urbanistica di Roma è che c'è un'eccessiva frammentazione e dispersione delle zone abitate, il che rende più difficile creare una rete di trasporto capillare ed economica. Se lo sviluppo urbano fosse stato conforme a regole più razionali, avremmo avuto zone residenziali meno sparpagliate e più dense, dotate di viabilità adeguata e parcheggi pertinenziali alle abitazioni, e meglio servite dal trasporto pubblico, ma così non è.
Quanto all'espansione disordinata di Roma, dai per curiosità un'occhiata alla mappa linkata che mostra, scorrendo la linea verticale, l'espansione di Roma dal dopoguerra agli anni 2000.

http://www.arcgis.com/apps/StorytellingSwipe/index.html?appid=4e6b10329f804c1c8c04aaa4898c206e&webmap=3a16ec6aa7a54be7a7611893ba3b21ed#

Anonimo ha detto...

gennaio 23, 2017 5:33 PM

Tra le tante farneticazioni una parvenza di cosa giusta l'hai scritta: parecchi potrebbero fare a meno dell'auto privata...non v'è dubbio, ma finchè non si copre Roma di binari (a cielo aperto o sottoterra) da tutte le parti saremo costretti a morire di traffico perché LA MAGGIOR PARTE DELLA GENTE CAMPA DI LAVORO dalla mattina alla sera e non di pippe mentali dei politici, dei sedicenti intellettuali radical chic, o dei legambientari della domenica. Rimetti la sella orizzontale e datti pace: qui la bici può solo aiutare a diminuire il traffico, la soluzione rimane sempre e solo il ferro.

Anonimo ha detto...

Mah, per me stavano girando un film. Più esattamente, un remake de "Le comiche di Stanlio e Ollio". Solo che, a differenza dei due grandi comici del passato, questo non fa affatto ridere.

Anonimo ha detto...

Della serie: "Come ti prendo la patente con i punti a premi". Ma la gente che era lì, invece di guardare la scena con facce da ebeti, non si è messa a dire in coro al guidatore del suv: "Sceemo! Sceemo! Sceemo!..."?!

Anonimo ha detto...

Beh ragazzi, andiamo! Il guidatore del suv avrà un futuro come stunt-cars degli imbecilli!! Cazzo, ma volete mettere? Sarà sicuramente assunto nel cinema, per partecipare come protagonista ad un film intitolato: "Il cretino dell'Urbe"!

Anonimo ha detto...

Ma poi il suv è stato agganciato da una gru, issato ad almeno 100 metri d'altezza e poi fatto schiantare al suolo distruggendolo completamente, magari obbligando il proprietario ad assistere alla scena ed addebitandogli anche tutto il costo della rimozione del suo rottame?! No?! Peccato! Sarebbe stata una scena magnifica da vedere!!!

Anonimo ha detto...

Sicuramente, se fossimo in un sistema più serio, questo soggetto verrebbe privato della patente di guida a vita. Ma siccome viviamo in un sistema gestito da cialtroni, sicuramente ben presto il dianzi citato soggetto tornerà a "guidare" il suo fedele suv, quando gente così non dovrebbe nemmeno condurre un carretto trainato da un somaro.

Anonimo ha detto...

D'altronde a p.zza Mazzini e a Prati e tuuuutto l'enorme Centro Storico è un susseguirsi di irte salite ghiacciate e piene di malfattori e quindi occorre il SUV, anzi il carrarmato.

Anonimo ha detto...

Mah, io abito proprio nei pressi di piazza Mazzini, ho una normalissima Fiat Punto del 2002, e non ho alcun problema di mobilità. Quando posso e conviene, uso i mezzi pubblici, quindi...Io ho la sensazione che il suv sia, talvolta, acquistato ed usato più per status symbol che per effettiva necessità.

Anonimo ha detto...

Tra l'altro, ricordiamoci che piazza Mazzini è nel Quartiere XV Della Vittoria, e non nel Rione XXII Prati, il quale comincia dopo viale delle Milizie.

Anonimo ha detto...

Ecciai raggione, I prati sò lisci e ce possono andà in bici quei maledetti radicalscicche che creano traffico a noi normalcoatti , ma il Della Vittoria , mbè, aho, ma come se poffà senza SUVVE?

Anonimo ha detto...

Eh già, poi ci sono quelli che si sentono più uomini (o più donne, ce mancavano pure quelle...) guidando er suvve...ma andassero a cavalcare un somaro, 'sti quattro burini arricchiti e/o pidocchi rifatti da quattro soldi.

Anonimo ha detto...

Abitando là vicino, passo spesso a piazza Mazzini, e come era prevedibile, anche dopo tale incidente, la gente continua imperterrita a parcheggiare a cazzo di cane le loro automobili, senza alcun incremento di controlli da parte dei vigili.
Ecco, questo io dico: il comune di Roma è a corto di fondi? Mandasse i loro valenti pizzardoni a fare multe a raffica...see, col cazzo...poi capirai, mo abbiamo pure miss Virginia indagata...
Ma quando cazzo la commissariano, 'sta cazza di città?!

Theresa williams ha detto...

Ciao sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo tornare tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutare me un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto in magia, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e mi ha detto che c'era un problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno 16:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che qualcuno so che hanno un problema di rapporto, mi sarebbe di aiuto a tale persona da lui o lei si riferisce all'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lo si può e-mail se avete bisogno la sua assistenza nel vostro rapporto o di altri casi.

1) incantesimi d'amore
2) Incantesimi amore perduto
3) Incantesimi Divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) incantesimo.
6) Incantesimi Breakup
7) Bandire un amante passato
8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
9) vogliono soddisfare il vostro amante
Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

ShareThis