Laddove le utopie di Grillo&Casaleggio si infrangono contro la realtà. Il M5S nel XIV Municipio

3 agosto 2016
In questa foto di 3 anni fa sono riconoscibili la futura Sindaca, il marito, i tre futuri presidenti commissioni bilancio, urbanistica e sport-personale-patrimonio della Capitale (Terranova, Iorio, Diario)... mica poca roba... sono inoltre presenti Alfredino ed il suo futuro presidente del Consiglio Morbioli con fratello a seguito. Scatta la foto all'allora allegra combriccola dei candidati municipali Drakula Maggi...


Pubblichiamo un ennesimo articolo sul XIV Municipio. Questo territorio è infatti il vero laboratorio di ciò che il M5S sta diventando una volta preso il potere a Roma. Conflitti di interesse, qualità della classe dirigente zero, legalità ignorata, silenzio totale delle opposizioni, spregio della trasparenza, amici, compagni di scuola, parenti, soci di studi tecnici. Qui tutto va al contrario di come indicavano i padri del Movimento eppure è proprio da qui che ha preso il via la carriera politica della Sindaca Virginia Raggi.


L'agghiacciante barzelletta di Alfredino continua nel XIV Municipio, il Presidente smemorato assunto in Atac su chiamata diretta dall'ufficio di collocamento e che faceva finta di non sapere che due suoi consiglieri si fossero dimessi prima di cominciare il mandato, adesso però inizia a prendere forma di incubo. Lo scorso lunedì 25 luglio si è consumata la Giornata della Vergogna: in una seduta di consiglio surreale, Drakula Maggi è stato nominato Assessore ai Servizi Sociali e alle Politiche Abitative e Michele Menna Assessore ai Lavori Pubblici ed all'Urbanistica.

Chi sono? Drakula Maggi è lo storico factotum dell'Ex Lavanderia e compagno della Deputata m5s sarda-torinese ma capolista del Lazio Federica Daga, quella che arrivò prima alle Parlamentarie grilline del 2013 con lo strabiliante video sui limoni ed i detersivi, girato proprio all'Ex Lavanderia che ricordiamo è un locale pubblico occupato da prepotenti&simpaticoni che ci organizzano alla meglio e peggio attività commerciali, bar, sagre ed ultimamente anche un'osteria alla faccia di chi per aprire un pubblico esercizio deve passare anni e anni di guai con norme, burocrazie e permessi: un centro sociale a spese nostre in un meraviglioso padiglione di un impareggiabile parco urbano.
I personaggi sono stati ampiamente celebrati nei precedenti articoli e scriverne ulteriormente sarebbe autolesionistico, possiamo solo aggiungere che come paladini per gli sfollati dopo Tarzan Alzetta, almeno democraticamente eletto, adesso avremo Drakula Maggi che Alfredino ha ben pensato di regalare come cadeau ai residenti del Municipio XIV.

Saranno felicissimi invece i clienti dello Studio Tecnico a4+, possono vantare un Consigliere Municipale m5s Alfredo Salamone, geometra, che è anche Presidente della Commissione Urbanistica ed addirittura Michele Menna, architetto, imposto ad Alfredino come Assessore ai Lavori Pubblici ed all'Urbanistica. Viene solo un pelino di imbarazzo a pensare alle orde di nuovi clienti in Via Acquedotto del Peschiera presso la sede dello Studio Tecnico a4+ dove se proprio qualche pratica dovesse risultare complessa (cosa impossibile visto che i componenti dello studio tecnico sono anche amministratori pubblici!) i signori clienti non dovranno disperare: ricordiamo loro che Donatella Iorio, consigliere municipale uscente e componente della medesima comitiva, è appena diventata Presidente della Commissione Urbanistica del Campidoglio. Prevediamo impennata del fatturato.

Sono solo illazioni gratuite, basate su coincidenze che non capitano a chiunque, chi scrive ne è ben consapevole. Lo scenario è demenziale, è vero, ma si tratta pur sempre di persone oneste e incensurate.
Il livello di assurdità amministrativa comunque non ha limiti e confini. Cose mai viste neanche fossimo in un paesello sperduto sulle montagnole calabresi degli anni '50, altro che conflitto di interessi, se robe simili le avesse fatte qualsiasi partito in qualsiasi città italiana i grillini di ogni ordine e grado si sarebbero incatenati ad oltranza. Giustamente.

Tutto ciò è comunque possibile complice l'assenza della stampa, dei media ed il silenzio pittoresco delle opposizioni, con la destra, tra cui spicca per lignaggio la figura famigerata di Oddo detto Molinaro, che con 5 consiglieri eletti è alla resa dei conti interna e dopo aver perso la Vice Presidenza del Consiglio perde anche la Presidenza della Commissione Trasparenza a vantaggio del Pd che con 4 Consiglieri eletti prende e porta a casa, nonostante il Presidente uscente Barletta sia sparito da tutti i monitor, assente clamorosamente ingiustificato da tanto squallore. Non una parola da parte sua.

Con Alfredino fare opposizione dovrebbe essere un gioco da ragazzi: è inadeguato, fa nomine scandalose. Eppure tutti tacciono. Ma Grillo conosce tutti questi fatti? Perché non tuona? Venga a Roma, a Montemario, a vedere cosa succede... Sono state allontanate altrove persone per briciole...! Ed il sempre loquace Dibba, il fuoricorso Di Maio, la zarina Lombardi sono complici od all'oscuro di quanto sopra? Qualcuno ha mai inviato loro due righe ed ha ricevuto risposta?

Intanto tutto scorre, stanno trasformando Alfredino in un grande statista per la gioia del “Gianniletta de Montemario” Andrea Severini in Raggi che ricordiamolo è stato suo compagno di classe alle superiori, dopo la bocciatura dello smemorato.

Il 25, dopo la presentazione della Giunta, è stato imposto il silenzio tombale di tutti i consiglieri sui social, di tutti gli Assessori. Alfredino sequestrato e portato in località segreta per evitare altre gaffe... solo il Consigliere Alessandro Volpi ha creato un profilo Facebook ad hoc ed ha comunicato che non condivide articoli usciti in giro (si riferiva ai nostri, visto che siamo gli unici a cercare di scoperchiare le assurdità che avvengono in quel territorio) e che in serata sarebbe uscito un comunicato ufficiale al riguardo... ma quale serata? Niente... Diktat sovietico, nessuno che dica almeno "cavoli, sono contento". Presentano la Giunta e non esce un post, non esce un tweet. Pensate a che livello è la cattiva fede e la consapevolezza di averla fatta grossa. E pensare che prima che ci interessassimo a questa allegra combriccola la loquacità era a livelli perfino preoccupanti. Si sono fatti silenziare da un blogghetto come Roma fa Schifo?
Il M5S del XIV municipio di Roma èormai sicuramente l'esempio per cui tutti i sogni utopistici diGrillo sono andati a sbattere contro il muro della realtà, il buon Beppe faceva sogni dolci e spesso condivisibili su tutta la linea, ma in questo Municipio sono ormai trasformati in un incubo vergognoso.
Tutto torna e riparte dall'ExLavanderia, dall'intuizione diabolica di Drakula Maggi (“sotto le nostre insegne di comunisti anarchici movimentisti non combineremo mai nulla, camuffiamoci da grillini e finalmente la gente si fiderà”) che nel 2008 si candidò alla presidenza e sfiorò per i tempi un miracoloso 4%, da allora è stato un crescendo di risultati, poltrone ed incarichi.

Il minidirettorio locale che coordina tutto nel municipio è composto da Drakula Maggi, Andrea Severini in Raggi e dal buon Marco Terranova, uno che con la maturità scientifica, appena ripescato dopo l'abdicazione di Frongia, è stato poltronato a Presidente della Commissione Bilancio del Comune. Non troverete mai nulla di scritto del minidirettorio perché nulla troverete riguardo ad un regolamento del M5S nel Municipio. Ma provate un po' a contraddire o provocare minimamente uno di questi tre personaggi e partiranno le fatwe. Qualche giorno fa, solo per averlo menzionato su questo blog, Torrenova si è appellato (cosa che ultimamente fanno a sproposito molti grillini) all'Italia al 77esimo posto nella classifica della libertà di stampa. Caro Terranova, è proprio criticando chi ha sta al potere come te che dimostriamo di essere liberi e non asserviti, è esattamente il contrario. Se avessi messo piede all'Università o a qualche Master invece di fermarti alle scuole superiori forse ci saresti arrivato da solo.

Drakula Maggi, ricordiamo, è compagno nella vita della sopracitata Deputata M5S Federica Daga, Andrea Severini in Raggi è il marito della Sindaca ed ha piazzato il compagnuccio di scuola Alfredino Campagna alla Presidenza del Municipio mentre Marco Terranova siede in una poltrona troppo più grande di lui, e lui non è piccolo. Ricordiamo solo per la cronaca che i compensi e gli emolumenti del Sindaco, dei Consiglieri comunali e municipali vengono trattenuti per intero dagli interessati. Insomma Alfredino, un individuo che non era in grado in campagna elettorale neppure di elencare le tre cose che avrebbe fatto nei primi 100 giorni, prenderà circa 3000 euro netti al mese, ma quando gli ricapita?!

Già avere espressione del proprio Municipio il Sindaco ed il Presidente della Commissione Bilancio darebbero un grande peso di importanza per le sorti della Capitale ma questo Municipio è forse il più importante nello scacchiere politico romano del M5S con addirittura altre due commissioni presiedute da fedelissimi. Appartiene al XIV anche la neo Presidente della Commissione Urbanistica Donatella Iorio, insegnate scolastica, architetto (invitiamo a vedere la dichiarazione dei redditi del 2012 prima di scendere in politica con il M5S, pubblicata per legge allora sul sito del Municipio XIV di cui è stata Consigliera per capire i meriti ed il curriculum...).

Severini, Diario e da dietro Terranova guarda tutti

Il Presidente della Commissione Sport, Patrimonio (ripetiamolo: Patrimonio!) e Personale Angelo Diario da un annetto risiede altrove ma i suoi primi passi da attivista M5S sono stati fatti a braccetto di Andrea Severini in Raggi, su uno sgangherato caravan a far banchetti in giro ed a consolidare un'amicizia ormai molto stretta, fraterna. Lunghi anni di pedalate insieme tra cui una sorta di Fantozziana Coppa Cobram tra attivisti, il Monte Mario Bike Tour ma anche di condivisone di passioni salutari tra cui quella della birra artigianale, che il buon Angelo si diletta per passione a produrre anche negli stand completamente abusivi della completamente abusiva e illegale Ex Lavanderia. Sarà mica grave? 


Anche lui non sapeva che l'ex lavanderia è un luogo pubblico okkupato ed oggi giustamente è Presidente della commissione Patrimonio...
Paolo

*Fatichiamo ad aggiungere altro. Il tipo che faceva la birra artigianale nello spazio okkupato diventato capo della commissione al patrimonio e uno studio tecnico che ha scalato un intero Municipio con tutti i suoi soci. Boh, lasciamo i commenti a voi ricordandovi che tutta la nostra amarissima copertura sui fatti del XIV Municipio, laddove la vecchia politica appare una cosa pulita e trasparente, la trovate qui...
-RFS

57 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

State scerzando col fuoco, grillini. Dopo di voi non rimane che Erdogan !!!!

Anonimo ha detto...

Invece di cercare di turare le falle togliamo il tappo e lasciamola finalmente affondare questa città!

Anonimo ha detto...

Come ci siamo ridotti cosi fino a poco tempo fa Buzzi Carinati Casamonica Sindaci indagati di destra e sinistra senza far mancare nulla a nessuno.
e adesso ci siamo ridotti così
Si vuol far intendere che questi a Roma gli faranno la "sola" come si dice a Roma , Ricordo che a Roma la Sola l' hanno Fatta DP e PDL o come si chiamano adesso questi della foto fino ad ora hanno evitato che i soliti sola di roma continuassero a fare i soliti sola.

Anonimo ha detto...

11:59
É un opzione ma mi spaventa che l'inevitabile ricostruzione potrebbe essere peggio di così.

Anonimo ha detto...

Capisco che sia un po' come sparare sulla Croce Rosa, ma, giusto per arricchire il "quadretto delle casualità" (sconfinando anche in altri Municipi) ci terrei a ricordare che nel VII, giusto giusto "casualmente" proveniente dal VI (in quanto, sempre secondo il "non regolamento M5S", non avrebbe potuto svolgere attività nello stesso Municipio per due mandati consecutivi), è "capitata" (oddio, scelta per il suo brillante curriculum) Veronica Mammì. La stessa Mammì che è stata assistente (nel gergo comune "portaborse") dell'On. Daga (sopracitata compagna di Drakula) nonchè legata sentimentalmente a Stefàno (Presidente della Commissione Trasporti). Sempre e solo casualità? Puro gossip? Forse, ma, in concreto, alla Sora Gina (che, fiduciosa, ha votato M5S "per protesta" - dice lei) chi glielo spiega "'ndo sta" il tanto promesso "nuovo" che doveva arrivare?

Anonimo ha detto...

E' l'esito naturale di un suicidio collettivo.
La classe dirigente di Roma, intendo quella culturale ed economica, si è totalmente disinteressata del bene pubblico e, quindi, della politica.
Ha sostenuto con ignavia una classe politica corrotta, per anni, e probabilmente disgustata da quanto avvenuto, anche per sua responsabilità, ha deciso di tirarsi completamente fuori dai giochi politici, per coltivare per un po' solo il proprio orticello.
Così, per default di tutti coloro hanno competenza e capacità, è "emersa" questa genterella, fatta di minuscoli personaggi che ora hanno la possibilità di giocare alla politica, ovviamente con la visione e le competenze che si ritrovano.
Morale, è colpa di chi oggi siede nei Consigli, ma è anche colpa di chi, avendo capacità e cultura, rifugge da responsabilità pubbliche che pure gli competerebbero.

Anonimo ha detto...

Io che sono la "sora Gina" (è il mio vero nome) non mi sono fidata e non li ho votati, mi avrebbe fatto piacere vederli all'opera e rovesciare Roma e farci ricredere a tutti, ma non sta succeendo, anche nel mio municipio l'XI non mi pare stiano facendo le bombe atomiche.
E' vero che è passato poco tempo, ma..il buongiorno si vede dal mattino. Ho letto solo programmi copia incolla, identici in ogni municipio che li ha messi in rete.
Che Dio ce la mandi bbbona!!!!

Anonimo ha detto...

Purtroppo riviene da dire:"era mejio quando era peggio", certo che a vedere chi è stato eletto tremare è poco.
Approvo quanto scritto da Anonimo 1:15 PM.
Dove sono finite le menti pensanti, con un minimo di cultura e visione di un domani.
Fare politica senza saper guardare mooolto avanti con progetti che siano finalizzati ad una nuova ed efficace realtà per i cittadini è praticamente inutile, altrimenti hai voglia a "gridare" trasparenza ed onestà!!!

Anonimo ha detto...

Le stesse menti pensanti che hanno portato Roma e l'Italia alla morte? Fortunatamente stanno a casa con la coda tra le gambe o con il bracciale alla caviglia! Non so se siano più ridicoli i vostri commenti o questo "sito divertimento di ragazzi annoiati", che scrive più menzogne che altro, e pensa di aver azzittito il M5S, che invece parla più di prima, con il loquace Dibba che risponde e non poco se gli scrivi...basta informarsi invece di scrivere a tentoni sperando di acchiapparci prima o poi in qualche informazione!

Anonimo ha detto...

Io ve l'avevo detto di votare Mustillo, ma voi dei comunisti e del vero cambiamento avete paura...

Anonimo ha detto...

La politica , inevitabile necessità di governare, è stata talmente smerdata e offesa che nessuna mente "pensante" di cultura medio-superiore, onesta e competente si va a a far impallinare dalla platea ringhiante di pennivenoli e plebaglia arricchita vile e ignava con calli ai gomiti da eccesso di affaccio in finestra in attesa spasmodica di qualcuno da sbranare.

Schifato dal PD inciuciante con i barbari AleDanni nel linciaggio di MARINO, sindaco galantuomo, ho avuto anch'io la tentazione di votare gli associati della Casaleggio S.p.A.

Per fortuna non sono caduto in tentazione.

ARIDATECE MARINO e FASSINO .
Superstiti politici capaci ed onesti.

Anonimo ha detto...

"NO maghine, feticci con il permessino e altra merdaglia motore in mezzo a i FORI"

Petizione promossa da MARINO Grande Sindaco Galantuomo linciato perchè scoperchiatore di truogoli condivisi
Linciato anche da quei miserabili dei Casaleggini con le bufale Panderosse-Pittsburgh-Scontrini meno di un buono pasto

https://www.change.org/p/proteggiamo-la-cultura-no-al-ritorno-di-macchine-e-camion-bar-lungo-i-fori-imperiali-virginiaraggi-lindameleo

in poche ore quasi 10 000 firme.
Si, si, vabbè, nun serve a una ceppa, ma me e a molti fa piacere sapere che c'è una IMPORTANTE minoranza sana che tutto sommato sopravvive e che un domani potrà risorgere e far risorgere BECEROPOLIS ( Fu Roma)

Anonimo ha detto...

Ritengo che riportare il TRAFFICO nei FORI sia un errore.
Se questa Giunta!!!??? cede subito perchè sembra non abbia un PROGETTO, dimostra di valere quanto sta mostrando!!!

Anonimo ha detto...

MOLTO INTERESSANTE, MA NON ABITANDO TUTTI NEL MUNICIPIO IN QUESTIONE VORREMMO SAPERE QUALCOSA ANCHE DI TUTTI GLI ALTRI MUNICIPI !!!! ALTRIMENTI DIVENTA IL BLOG DEL XIV

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo 2:54 PM è la tua replica ad essere ridicola, o meglio, ingenua, proprio come quelle del "loquace Dibba", perchè sono semplicemente "aria alla bocca" e stai dimostrando che quello ad essere poco informato sei proprio tu. Le opinioni possono essere di parte, certo, ma sono i fatti o le menzogne (come le chiami tu) che dovresti contestare.
Quelli che, come hai detto tu, stanno ora con la coda tra le gambe o il bracciale alla caviglia, li conoscono tutti da tempo, pure la "sora Gina", e non c'era bisogno che arrivassero gli "illuminati" Dibba & Co., con il ditino puntato, a mostrarceli. Zittire il M5S? Assolutamente no, ma per replicare (e dialogare) ci vogliono argomenti validi, non "vaffa" e simili. Ma il M5S, sempre come hai detto tu, parla, eccome se parla... anzi, urla e strepita; ma la novità, la trasparenza, l'onestà e i cambiamenti (fatti con il "copia e incolla") promessi alla "sora Gina", dove stanno?

Anonimo ha detto...

Ritengo che riportare il TRAFFICO nei FORI sia un errore


si parla di autobus non di automobili !!!

Anonimo ha detto...

" Qui tutto va al contrario di come indicavano i padri del Movimento "
ahahahahahaahahahahah ma non vi scappa da ridere a voialtri di roma fa schifo quando scrivete ste cose???
e chi sarebbero i PADRI DEL MOVIMENTO no così per capire, magari esistono anche degli ideologi dei manifesti programmatici.....a no è tutta farina di peppe, sono le battute dei suoi spettacoli comici riciclate come teorie politiche.
solo in italia possono accadere fenomeni del genere

Anonimo ha detto...

@anonimo delle 2.54 PM

Perfetto, un estimatore del grande comunicatore Di Battista.
Dato che questi "risponderebbe", provi a domandargli cosa ha fatto, lui, nella vita.
Non è un adolescente; è ormai un ometto!
Come ha vissuto prima di entrare in Parlamento? Che lavori ha fatto? Quale professione?
E, in estrema sintesi, quale competenza, generale o specialistica, può apportare per il governo della cosa pubblica?

Ascoltiamo la risposta, e poi magari comprendiamo dove ci sta portando questa nuova élite.....

Anonimo ha detto...

Dietro agli autobus arrivano i taxi, gli ncc, le forze dell'ordine, i disabili veri (pochi e sacrosanti), i disabili fasulli (tanti e ringhianti), i furbetti e

TUTTO LO SCHIFo INVIVIBILE CHE DETURPA E DEGRADA LA CITTA' STORICA

In nessuna parte al mondo (anglosassone, germanico, scandinavo, balcanico, franco-ussaro...) ricco, povero IN NESSUNA PARTE DEL MONDO i centri storici sono offesi dalle maghine come negli anni '60 a BECEROPOLIS

Ieri Colosseo serenissimo con la gente a PASSEGGIARE senza rischi e strombazzi.

https://www.change.org/p/proteggiamo-la-cultura-no-al-ritorno-di-macchine-e-camion-bar-lungo-i-fori-imperiali-virginiaraggi-lindameleo

Anonimo ha detto...

Ma così, per curiosità, Marino dove li faceva passare gli autobus e i taxi chiudento l'autostrada Fori Imperiali?

Anonimo ha detto...

Il problema è che la classe economica romana è praticamente assente: la città è in larga parte abitata da dipendenti pubblici. Non c'è una borghesia produttiva come a Milano. Quei pochi imprenditori, molto piccoli, votano Forza Italia (unico partito liberale presente su piazza) turandosi il naso e consapevoli della scarsa classe politica locale (tra l'altro tutti simpatizzanti fascisti, da Alemanno a Polverini, ergo socialisti pure loro).

La classe culturale, come la chiami tu, invece magna benissimo in questo sistema. La kurtura, ovviamente sovvenzionata con le tasse di romani e italiani, non è mai mancata a Roma.

Anonimo ha detto...

Guarda che il Colosseo è pedonalizzato comunque anche con via dei Fori aperta agli autobus

Anonimo ha detto...

"Colosseo per tutti come visto da Obama"

Vuoto?

E poi Obama al Colosseo c'è arrivato con la metro o a piedi?
Uhmm, mi sa che c'è arrivato col macchinone in un corteo di macchinoni.

Anonimo ha detto...

@ 3.59 PM
Vero che Roma ha dilapidato gran parte delle sue risorse economiche, facendo fuggire a gambe levate gli imprenditori seri e onesti. Anche per questo, in tante occasioni, ho rimarcato proprio il fatto che sia una città povera, abitata da gente povera o, più correttamente, "che sbarca il lunario" tra mille difficoltà e stratagemmi.

Tuttavia, anche in questa realtà, esistono competenze importanti.
Un dirigente serio e onesto in un grande ministero (e a Roma davvero non mancano) avrebbe notevoli competenze per gestire problemi di governo del personale (pensiamo al disastro dei dipendenti comunali), oppure problemi logistici (trasporti; raccolta rifiuti), o ancora di lavori pubblici.
Anche se non dovessero abbondare, ci sarebbero comunque centinaia di dirigenti delle Ferrovie, dell'ANAS, dell'ENEL, dell'ENI, di Finmeccanica e poi delle Forze armate e della Polizia, dei Vigili del Fuoco ecc. ecc.
Poi ci sono decine di migliaia di funzionari degli stessi enti pubblici e privati, che magari non sono manager, ma di certo ne sanno di gestione.
E ancora, a Roma non c'è grande industria, ma c'è comunque Confindustria.
Le Università non saranno al top della qualità, ma sono gigantesche, e davvero non mancherebbero competenze anche ultra-specialistiche, in praticamente tutte le discipline.
Sono certo che, con minimo sforzo, chiunque potrebbe pensare a tanti altri bacini di reclutamento per una nuova e davvero competente classe dirigente.
Ovvio che si devono iper-selezionare gli onesti. Questo è lapalissiano. Ma vanno selezionati fra i competenti!

In alternativa, ci ritroviamo con i citati "Dibba".
Avete avuto la curiosità di andare a leggere, dal suo stesso sito o da Wikipedia, cosa ha fatto nella vita questo signore?
Di cosa ci meravigliamo, allora?

Anonimo ha detto...

Inconcepibile e desolante l'ottusità e il guardare i miseri c. propri dell'autobussetto a pochi metri.

I FORI, il Colosseo, L'Appia Antica sono TESORI UNICI AL MONDO (di cultura e reddito per tutti) che non possono essere sviliti e degradati da caos, rumore, insicurezza secondo stantie logiche anni '60 .

Le alternative metro, bus, bici, piedi si trovano quando si vogliono trovare O SI E' OBBLIGATI
COME HANNO FATTO E FANNO IN TUTTO IL LONTANISSIMO MONDO CIVILE
(biglietto Ryanair costa meno del lucidonerogomme del feticcio , su prenota e ammira!)

Anonimo ha detto...

Ma i dirigenti pubblici di Ferrovie, Enel, ENI, Finmeccanica, FF.OO, ecc magnano benissimo anche in queste condizioni. Chi glielo fa fare di rovinarsi la vita per cambiare le cose? Tra l'altro la prima cosa da cambiare riguarderebbe proprio il loro settore che li fa mangiare così bene. Un integerrimo e disinteressato eroe ci sarà pure a Roma, ma sono minoranza insignificante. È così ovunque e in tutte le culture. La necessità fa muovere il culo e le coscienze, finché se magna è tutto OK.

Anonimo ha detto...

Il cambiamento deve arrivare dalla società civile, intesa come il privato cittadino, magari imprenditore o professionista. Ad aziende pubbliche e università va benissimo lo status quo (a parte un Marco Aurelio che nasce ogni cent'anni). Il problema è che a Roma questa fascia di persone non esiste, al massimo ti esce un avvocatuccio come la Raggi.

Anonimo ha detto...

@ 5.30PM
Di base concordo, e per questo che parlo di suicidio.
Ovvio che il loro "particulare" è tutelato standone fuori, ma questo vale nei limiti in cui la baracca comunque rimane in piedi.
Non confondiamo, comunque, i disonesti - che sono tanti, anche nelle realtà che segnalo - con gli onesti, che sono molti di più.
Spesso su questo blog si fa riferimento alle ordinanze scritte malissimo, che determinano caos e ricorsi.
Bene, allora si dovrebbe creare un pool di gente realmente esperta, tratta dagli Uffici legislativi dei dicasteri (Interno in primis), e dal Consiglio di Stato. Non ne servono cento, bastano 4 o 5 persone davvero brave. Perfetti sarebbero i neo-pensionati.
Poi, per la gestione del personale, bisognerebbe creare un pool di gente tratta dal Tribunale del Lavoro, dall'Università (Diritto del Lavoro) e da Confindustria, abituata a trattare coi sindacati ecc. Anche qui, bastano 4 o 5 persone in gamba.
In ANAS e Ferrovie ci sono centinaia di tecnici super preparati. Perché non prenderne una dozzina per trasformare completamente il modo di fare lavori stradali a Roma?
Per la sicurezza, è ovvio, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Clemente andava benissimo, ma non lasciato solo. Attorno serviva uno staff preso da PS, CC e GdF.

Questi sono solo esempi. Si può fare più e meglio, avendo la forza politica.

Anonimo ha detto...

Non ho parlato di disonestà e corruzione; quello per me non è un problema reale che serve solo a mantenere in piedi una legislazione illiberale. Quando ho scritto che i dipendenti pubblici magnano, mi riferisco al regolare stipendio da 100-150 mila euro che ognuno di essi regolarmente percepisce, anche quando non sono impiegati in alcuna mansione (vedi recente caso RAI, ma vale per ogni dipendente dello Stato).

La questione che non mi torna nel tuo discorso è che ti aspetti che alcuni dipendente pubblici selezionino altri dipendenti pubblici per mettere finalmente a lavorare altri dipendenti pubblici. A parte il Marco Aurelio di cui parlavo prima, come puoi sperare che il sistema di efficientizzi da solo?

Anonimo ha detto...

Non mi aspetto granché. Dico che una classe dirigente esiste eccome, persino a Roma. Non quella ideale, ma esiste.
E' anche potenzialmente molto consistente, proprio perché, volenti o nolenti, a Roma sono concentrati enormi apparati di potere, pubblico e privato.

Ciò che auspico è una ristretta classe politica "illuminata" che sappia cooptare a responsabilità di governo dei tecnici preparati e onesti.
Possono benissimo essere presi dalla pensione; un sessantenne che ne ha passati quaranta nei Vigili del Fuoco o nei Carabinieri di cose ne sa tante, anche se non è più "operativo".
E poi, non servono solo dirigenti da 150mila euro l'anno. Servono anche loro, nei posti apicali, che comunque sono ben retribuiti anche nel Comune, o nelle partecipate.
Ma poi servono alcune decine di quadri molto esperti, che nelle professioni normali hanno retribuzioni comparabili con quelle che potrebbero avere come consulenti o esperti esterni per l'Amministrazione capitolina.

Queste cose i cinquestelle non sono in grado di capirle per la pochezza culturale e la scarsissima esperienza professionale che li contraddistingue.
Ripeto ancora una volta: leggete i curricula di questi "nuovi arrivati".
Sono pochissimi quelli che hanno esperienze professionali vere, probanti, in Società o Istituzioni altamente competitive, dove si è messi alla prova, si è stressati per anni, e soprattutto si è fatta carriera e si sono assunte progressivamente sempre nuove responsabilità.
Questa dovrebbe essere la base indispensabile per governare: avere esperienza di gestione di tanti soldi e di tante persone, in contesti altamente competitivi.

Anonimo ha detto...

Scusa è, ma parli di incompetenza come se finora ci fosse stata competenza a palate. Secondo te perché centinaia di migliaia di elettori incazzati hanno votato cinque stelle anche se sono per lo più inesperti? Semplice, perché dall'altra parte in tanti anni l'esperienza non si è vista neanche con il binocolo mentre le manette le hanno viste tutti.

Anonimo ha detto...

Verissimo.
Ho parlato infatti di suicidio collettivo di una classe dirigente, che ha fatto affari o quantomeno convissuto confortevolmente coi governanti di prima, e adesso si è completamente sottratta alle proprie responsabilità, lasciando campo libero a questi nuovi arrivati.
Era colpevole prima, per ignavia o complicità.
E' doppiamente colpevole oggi, per la fuga e l'abbandono del campo.
Serve un colpo di reni; serve ricostruire un disegno politico di ampie vedute, che poi sia attuato da gente competente.
I cinquestelle non hanno il disegno, e non sanno dove sia la competenza.
E questo è il problema di oggi e dei prossimi anni.

Anonimo ha detto...

A Roma sono concetrati enormi apparati di potere pubblico. Il privato, proprio per l'enorme mole del pubblico, non si è mai sviluppato. Al massimo trovi la grande edilizia (che però si occupa perlopiù di grandi opere e quindi è interconnessa alla politica) o l'alberghiero (in mano al Vaticano). Ci sono piccoli imprenditori e professionisti, ma poca roba rispetto alle realtà del nord. Detto questo, a me francamente risulta poco credibile che dei dipendenti pubblici possano trovare stimoli per rivoluzionare le partecipate e le municipalizzate romane, cioè che si mettano a togliere privilegi consolidati ad altri dipendenti pubblici. Clemente lo esaltiamo perché qualcosina ha smosso, ma non ha fatto niente di così straordinario come ci si aspetterebbe per dare una scossa al sistema. Senza contare che sono arrivati a magistrati (altri dipendenti pubblici) a rimettere le cose al loro posto.

Anonimo ha detto...

Magari!! Lui vi ci vorrebbe per addrizzarvi le ossa!

Anonimo ha detto...

Quanta pretestuosità in questo articolo. Stiamo parlando di un gruppo di persone che in pochissimo,tempo è passata dall'attivismo sul territorio in 4 gatti a governare la città è quasi tutti i municipi. Mi pare ovvio che lo facciano con le persone che conoscono meglio e con cui hanno condivisio la militanza, gratuita e non certo finalizzata alla presa del potere visto che fino a 4 anni fa il movimento aveva percentuali da prefisso tlefonico. Che raggi e i vari municipi possano star facendo sciocchezze è possibile (sul caso muraro ho le mie perplessità,ad esempio, sui fori anche....) ma gli attacchi vanno fatti nel merito non sulla base di illazioni suggestive tirate lì per destare sospetti. Queste cose lasciatele fare alla stampa prezzolata sennò rischiate di perdere credibilità agli occhi di chi ha sempre apprezzato il lavoro di denuncia che fate.

P.s.
Meglio uno spazio occupato e funzionante che l'ennesimo abbandono al degrado

Anonimo ha detto...

ROMA OKKUPATA!!!

Angelo Diario ha detto...

Solo due precisazioni.
1) Sono precedente della commissione personale, statuto e sport (non patrimonio.
2) Non ho mai detto di non sapere che quel padiglione fosse occupato, anzi ho spiegato perché per me é meglio uno spazio occupato da un'associazione attiva come la ex lavanderia piuttosto che lasciato al degrado e all'abbandono. Ho anche scritto un post sul tema, sul mio blog, che si intitola "la legittima difesa".
Il resto sono opinioni che non condivido ma ognuno é libero di esprimersi (e chi legge di riflettere e farsi una propria idea).
Angelo Diario

Angelo Diario ha detto...

Solo due precisazioni.
1) Sono precedente della commissione personale, statuto e sport (non patrimonio.
2) Non ho mai detto di non sapere che quel padiglione fosse occupato, anzi ho spiegato perché per me é meglio uno spazio occupato da un'associazione attiva come la ex lavanderia piuttosto che lasciato al degrado e all'abbandono. Ho anche scritto un post sul tema, sul mio blog, che si intitola "la legittima difesa".
Il resto sono opinioni che non condivido ma ognuno é libero di esprimersi (e chi legge di riflettere e farsi una propria idea).
Angelo Diario

bat21 ha detto...

http://www.lastampa.it/2016/08/04/italia/politica/quel-legame-che-risale-da-cerroni-al-network-di-casaleggio-orexINgeO1eIX7sgRlOGFK/pagina.html a proposito della differenza tra utopia e realtà. Tra idea e ciò che si pratica

Anonimo ha detto...

Siete voi che avete invitato a votare la Raggi e il M5S.
Non passa giorno che non rinneghiate questa scelta. Ma per fortuna c'è chi ha la memoria lunga.
La vostra idiozia è fuori scala.

Anonimo ha detto...

Mi stavate facendo stare in pensiero.
Sembrava quasi che RFS fosse tornata quella di prima....

Anonimo ha detto...

@ 8.20 AM
E' certo di quello che dice?
Ha mai sentito parlare di istigazione a delinquere, ex. art. 414 c.p.?

Anonimo ha detto...

ONESTA' ONESTA' ONESTA'
stamo solo ad okkupà
e pè nun fallo degradà
...Come dichi? l'hai sentita già
'sta furbata 'sta kazzata quà?
Si è de tutti è puro mio er palazzo
solo pè l'altri sò le leggi e, a razzo
sfonno apro e me ce piazzo
finchè nisuno dice un cazzo.
Poi doppo che aggratisse ce sò stato anni
mica vorrete famme uscì co tutti li panni
ciò er "diritto" acquisito sinnò fò danni
ormai sò padroncino e siedo pure su li scranni

Anonimo ha detto...

@ 8:20 AM spero vivamente che lei non sia il vero Angelo Diario citato in questo post, perchè, come ha scritto il commentatore 11:00 AM, sembra non avere la minima idea di quello che ha affermato al punto 2). In caso contrario, si è reso conto (e si rende conto) di quale carica è stato investito e del ruolo pubblico (sottolineo pubblico) che ricopre? Crede veramente di poter esprimere le proprie personali opinioni, ora, pubblicamente (e ri-sottolineo pubblicamente) nella veste di privato cittadino? Sia ben chiaro, io non discuto le sue idee e opinioni: a livello personale lei ha pienamente diritto (come tutti) di pensare quello che crede. Ma, ora, nella posizione in cui si trova ("repetita iuvant"?) sbandierare e sostenere tranquillamente, davanti a tutti, "opinioni" che istigano e supportano azioni ed attività illegali, mi sembra davvero troppo! Le ricordo che lei è stato eletto e nominato per seguire ed amministrare (per quanto le compete) il bene e gli interessi dei cittadini del suo Municipio, di TUTTI i cittadini del suo Municipio, anche (e soprattutto) di quelli che non hanno votato per lei (e ho preso a prestito una citazione fatta dal Sindaco, che lei ben conosce), lo tenga bene a mente ed, eventualmente, lo ricordi anche ai suoi colleghi.

Anonimo ha detto...

L'alternativa all'occupazione e al degrado si chiama gestione privata. Concedere lo spazio a chi ha un progetto per creare lavoro, benessere e più tasse per il Comune. Questo fanno i paesi civili che non seguono ideologie morte e sepolte dalla Storia.

Anonimo ha detto...

Dal blog dell'ON.le Angelo Diario


La legittima difesa
17 dicembre 2013
Rate This

smdp

La legittima difesa, in diritto, è una causa di giustificazione prevista da vari ordinamenti giuridici, solitamente concepito come una causa di non punibilità ai fini dell’applicazione di sanzioni di diritto penale.

La ragione dell’istituto è probabilmente ispirata al brocardo latino vim vi repellere licet e la ratio va individuata nella prevalenza attribuita, in un atto di autodifesa, all’interesse ingiustamente aggredito piuttosto che all’interesse dell’aggressore.

(fonte: wikipedia)

In un mondo nel quale una società edilizia vorrebbe costruire un condominio all’interno di un’area dal valore naturalistico inestimabile, i cittadini che tagliano le recinzioni del cantiere per fermarne i lavori compiono un atto di legittima difesa del proprio territorio.

Grazie a quell’atto eroico, compiuto all’inizio degli anni Settanta, oggi, dopo quaranta anni, esiste il Parco Regionale Urbano del Pineto.

In un mondo nel quale l’antipolitica dei partiti tenta da decenni di vendere a privati un’area pubblica come quella del Santa Maria della Pietà, i cittadini che occupano un padiglione per farne una casa della cultura aperta a tutti compiono un atto di legittima difesa del proprio territorio.

Grazie a quell’atto eroico, compiuto dieci anni fa, oggi nessun privato è ancora riuscito a mettere le proprie manacce luride in quell’area e, probabilmente, non ci riuscirà mai.

Il rispetto delle regole è un tema che mi sta molto a cuore e ogni tanto sento il bisogno di ribaride la necessità di andare #oltre il concetto di legalità intesa come rispetto acritico delle leggi. Perchè in un mondo dove i fuorilegge scrivono le leggi, capita che il reato di falso in bilancio venga depenalizzato e che i legittimi interessi dei cittadini vengano ingiustamente aggrediti “a norma di legge”. In questi casi, agire per legittima difesa non solo è lecito ma anche giusto. È eroico…

Anonimo ha detto...

@ 6:54 PM Eroico? Nossignore, questa è anarchia pura! E' l'apologia del "io (e gli amici miei) decidiamo se e quando rispettare le leggi, sennò facciamo come ci pare perchè "è legittima difesa". No, cari signori, nessun privato cittadino si può arrogare il diritto di ergersi giudice e gestire una giustizia "fatta su misura" (la propria, guarda caso). Non si può distorcere in questo modo il concetto di "bene pubblico": pubblico, cioè DI TUTTI, e non solo dei "paladini autonominati" che "vanno oltre il concetto di legalità intesa come rispetto acritico delle leggi". E' questo il tipo di "cultura" che viene offerta come effetto di questi "atti eroici"? Che dunque, senza se e senza ma, il fine giustifica sempre e comunque i mezzi? Che ogni singolo può decidere se le leggi sono da rispettare o meno? Qualcuno di voi ha mai provato, giusto per sfizio, ad ipotizzare un'intera città, o peggio ancora un'intera nazione gestita in totale anarchia? Che "qualità di vita ci sarebbe"? E soprattutto, quale futuro avrebbe? E' proprio vero che la Storia non insegna nulla!

Anonimo ha detto...

@ 6:54 PM
"Il rispetto delle regole è un tema che mi sta molto a cuore e ogni tanto sento il bisogno di ribaride la necessità di andare #oltre il concetto di legalità intesa come rispetto acritico delle leggi".

Come dire: "Amo tanto mia moglie, ma ogni tanto sento il bisogno di andare #oltre il concetto di amore coniugale e... vado a puttane!".
Ma per favore!!!

archimed ha detto...

concordo con Angelo Diario relativamente al suo pensiero sulla ex lavanderia, anche se tale giudizio di assoluzione andrebbe esteso a molti altri casi di occupazione, alcuni dei quali sono stati oggetto di azioni coattive e sgomberi forzosi , lontano dal XIV, nel quadrante est. Si sa che da tempo immemore legge e giustizia confliggono tra di loro, ma la prima si piega sempre alla volontà dei potenti, e quindi la seconda soccombe senza speranza. Solo le grandi rivoluzioni popolari possono ristabilire un degno rapporto legge/giustizia, ma solo in modo effimero. Il movimento 5S è un blando surrogato del concetto rivoluzionario classico, esso non si fonda sulla violenza delle sommosse popolari né sullo scontro di classe o sulla violazione della legge. Diario non può parlare a nome del movimento, non ne ha titolo e direbbe una fesseria se ci provasse. Malgrado ciò condivido intimamente questo suo pensiero, una volta tanto fuori dalle righe... e chiedo a chi di dovere: cosa avrebbe fatto di male l'ex lavanderia per meritare un accanimento , un attenzione mediatica di tali proporzioni??
Vi sembra giusto mettere in croce oggi l'assessore Taggi, speculando sulla sua appartenenza passata all'associazione EL ( manco fosse la banda della magliana) e non aspettare a giudicarlo nell'esercizio del mandato di assessore quando avremo elementi oggettivi da valutare?
RFS ha il grande merito di non censurare i post di parte avversa, ma anche il difetto di accanirsi pregiudizialmente e troppo insistentemente su alcuni soggetti politici, con l'effetto di ammorbare anche i suoi più fedeli lettori.

archimed ha detto...

buonanotte a RFS, ci ritroviamo al prossimo argomento che spero sarà più interessante.

Anonimo ha detto...

@Angelo Diario: non voglio neanche entrare nel merito di quanto Lei difende, ma basandomi sullo stesso concetto mi viene da chiederle... considerando che ogni anno, se sono fortunato, mi si porta via il 70% del mio introito (tra tasse, previdenza, addizionali, anticipi) allora sono perfettamente autorizzato a non pagare più niente per legittima difesa?

Visto che oramai l'art 53 della Costituzione è stato ampiamente violentato e che ci si basa su presupposti piuttosto che sui fatti, direi che se un domani smettessimo in gran parte di pagarvi (inteso come cittadini verso Stato), sarebbe perfettamente legittimo. Ma poi che fine farebbe quel poco che è rimasto della nostra società civile?

Anonimo ha detto...

Avete capito? - "nessun privato è ancora riuscito a mettere le proprie manacce luride in quell’area" - Le mani che costruiscono sono "luride" quelle che sfondano porte e cancelli per pietrificare tutto "eroiche": allora buona decrescita romani!

Anonimo ha detto...

Era prevedibile che quelli dell'ex lavanderia venissero qui a fare post autoassolutori. Severini li avrà avvertiti, no? A me interessano più i fanciulli che tirano (Maggi e co) dentro a questa rete, come tanti pesci che pensano di fare una cosa figa ma che in realtà non sanno che brutta fine faranno.

Anonimo ha detto...

Non mi risulta che gli occupatori di professione siano pubblici funzionari.
Sono privatissimi criminali, che acquisiscono un patrimonio immobiliare per i propri interessi.
L'occupazione è il trionfo della logica del far west: mi piace e me lo prendo. Si fo--ano tutti gli altri.

Anonimo ha detto...

L'ATAC è abbandonata a se stessa così come ha abbandonato gli utenti PAGANTI. Ogni giorno al capolinea di Ponte Mammolo i mezzi in arrivo rimangono parcheggiati con la scritta "FUORI SERVIZIO" per poi andare via senza il prosieguo del servizio. Non c'è MAI un responsabile che dia risposte esaustive alle domande degli utenti abbandonati a se stessi sotto il caldo impietoso. In particolare la linea 341 parte SOLO se il livello di protesta supera una significativa soglia di decibel dopo mediamente un'ora di attesa tra continue proteste ridicolizzate dal personale.
Sono stato testimone di molti casi in cui persone anziane hanno dovuto sopportare malori dovuti alle attese superiori ai 90 minuti della suddetta linea oltre le 18.00, degradanti carri bestiame con porte che non riescono neanche ad aprirsi in fermata per la quantità di persone ammassate all'interno.
Una linea così importante come il 341 che trasporta molti lavoratori di società come Almaviva, Terna, centinaia di esercizi commerciali e scuole abbandonata a se stessa in una città come Roma è fuori da ogni logica produttiva e di rilancio dell'azienda.

Servizio segnalazioni sul portale ATAC?? Mai funzionato perché ogni segnalazione non comporta una soluzione concreta verificabile sul campo.

Oltre che il regolare pagamento verificherei anche il probabile forte assenteismo del personale ed inoperatività dei dirigenti.

archimed ha detto...

Per i disservizi AMA il consiglio municipale della mia zona ha riferito come nuova prassi dei reclami la seguente indicazione: il cittadino chiami Ama per segnalare il disservizio, chieda ed annoti il numero della pratica in corso di istruzione, attenda 7-10 gg e solo se il problema permane scriva al presidente del municipio, che a sua volta con le lamentele e relativi numeri di pratica alla mano, interrogherà i responsabili Ama, eventualmente li sanzionerà, e risponderà nel merito ai singoli mittenti dei reclami..
Provate a seguire questa prassi anche per Atac annotando il numero di reclamo oppure , se non ve lo danno, data ed ora precisa della telefonata. Attendete una settimana e caso mai scrivete al presidente del vs municipio o se diverso, di quello in cui si è verificato il disservizio Atac. Quindi attendete risposta e riferite l'esito anche in questo sito. Vedremo così se il metodo funziona davvero, e comunque andrà ci ritroveremo per discutere insieme sulla questione..
E non dimenticate di postare anche il numero di pratica, vi raccomando !!

Jian Zhuo ha detto...

louboutin shoes
oakley sunglasses outlet
michael kors outlet store
pandora charms sale clearanc
birkenstock outlet
polo ralph lauren
hollister co
supra shoes
tory burch sale
coach factory outlet online
20161119

ShareThis