Senza sosta le atrocità del Movimento 5 Stelle a Montemario. Siamo arrivati ai pizzini?

23 agosto 2016
Santa Maria della Pietà. Una risorsa enorme della città ma completamente in abbandono salvo per le aree illegalmente occupate da personaggi poi diventati assessori con il Movimento 5 Stelle. Casualmente poi i grillini, parliamo sempre di fior di consiglieri comunali, sostengono che se qualche privato dovesse venire qui a scommettere soldi e a investire per recuperare questo disastro sarebbe "lurido". Ovvio, quando tutto è cadente e in abbandono è più facile okkupare e farsi il proprio comodo in barba a qualsiasi norma...
Il geometra Fabrizio Salamone, Consigliere Municipale M5S a Montemario e Presidente della Commissione Urbanistica e Lavori Pubblici, siciliano trapiantato a Roma, non deve aver preso troppo bene gli ultimi articoli di questo blog in cui viene raccontata la imbarazzante posizione di conflitto di interessi in qualità di socio dello Studio tecnico privato a+4, studio che annovera anche Michele Menna come socio e neoassessore con le stesse deleghe. Insomma per chi ancora non lo avesse capito nel XIV Municipio chi deve parlare di pratiche urbanistiche o risolvere problemi relativi ai lavori pubblici deve avere a che fare in giunta con un assessore e in consiglio con un capo commissione entrambi che lavorano nello stesso Studio tecnico privato. Uno studio tecnico che si occupa di quelle stesse tematiche. Secondo voi i clienti dello studio in questione avranno difficoltà o facilità a interloquire col Municipio visto che i soci di quello studio sono le stesse persone che decidono sulla vita o sulla morte (e sui tempi necessari) di una pratica urbanistica?


La cosa non solo non ha portato alle dimissioni volontarie o alla presa a calci nelle terga da parte degli onesti del suo movimento, che si guardano bene dal fare nulla, ma non ha smosso neppure l’opposizione. Valerio Barletta, il principino, dorme nel paese delle meraviglie; Oddo detto Molinaro ancora non ha capito che è riuscito a perdere vicepresidenza del Consiglio e commissione trasparenza per litigare con tutto il mondo della destra sebbene avessero (uniti) 5 voti contro i 4 del Pd. Solo Giovanni Ceccaroni e Mauro Gallucci, due candidati che non sono riusciti ad entrare in Consiglio, stanno dando  battaglia sui social e nella vita reale rilanciando lo schifo narrato precedentemente dai nostri articoli e tenendo testa ai disperati fondamentalisti grillini che fanno finta di non vedere lo scempio che il territorio amministrato da Alfredino Campagna sta sopportando ormai da due mesi.
Mauro Gallucci - che non sarà un santo ma è tosto - ha attaccato quotidianamente le vergogne del M5S municipale, su tanti gruppi, dicendo semplicemente la verità. Cosa fa Gallucci? Nella vita di tutti i giorni è un imprenditore che da tanti anni cerca di gestire un bar proprio in Via Acquedotto del Peschiera (la stessa strada dove ha sede lo Studio a+4...) dando lavoro a delle persone, pagando le tasse e barcamenandosi nell'italica burocrazia. Certo avrebbe potuto fare come Maggi, l’assessore al sociale del Municipio, che campa da anni tra occupazioni illegali di spazi pubblici, osterie abusive, bar illeciti e zero permessi, zero concessioni, zero burocrazia, zero tasse. Però ha deciso di fare diversamente, di aprire u bar normale, senza occupare uno spazio di proprietà di tutti, semplicemente pagando l’affitto.

Dopo le fatwe di Andrea Severini in Raggi contro questo blog (il marito del sindaco che telefona – telefonaaa! – ai suoi amici per chiedergli di togliere il like dalla nostra pagina, poveretto), per non incorrere in scomuniche o cazziatoni, il siciliano Salamone ha ben pensato di fare come si faceva dalle sue parti nel primo dopoguerra: mandare un allucinante pizzino a Gallucci seppur non nominandolo. O almeno questo sembra un post pubblicato qualche giorno fa che, dopo due ore di sonori insulti, è stato rimosso.
Paolo

*Caro Paolo,
te ne abbiamo pubblicate tante ma sta volta ci sei andato pesante. Addirittura pizzini? Noi speriamo che non sia così e che Salamone avrà qualche altra spiegazione da darci relativamente a quel bizzarro post che poi è scomparso. È impossibile infatti che un consigliere, specie un consigliere degli onesti, si comporti così. Se Salamone ha notizie di illeciti sul bar di Gallucci ha non solo il diritto, bensì il dovere di procedere. E lo deve fare sia se Gallucci parla male di lui ma anche se Gallucci smette di parlar male di lui.
Siamo qui insomma per dare a Salamone il più ampio diritto di replica. Così magari potrà spiegarci anche come ha predisposto per azzerare o ridurre il più possibile il suo – questo sì – oggettivo conflitto di interessi.
Ricordiamo ai lettori di non perdersi il full coverage che abbiamo fatto nelle settimane passate (e che, ahinoi, continueremo a fare) su quello che di incredibile sta accadendo - nel silenzio dei media e dei partiti di opposizione - al XIV Muncipio, il Municipio dove è nata e cresciuta la stella di Virginia Raggi...
Ne approfittiamo anche per ringraziare i tanti cittadini che, allucinati, continuano a inviarci segnalazioni da questo territorio. Si tratta, come è facilmente desumibile, di tutti elettori del M5S che non possono credere ai loro occhi rispetto a quel che vedono e a quel che leggono. 
-RFS

30 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Questo Paolo comincia a farmali stare simpatici questi del M5S. Ma ditemi voi se lavorare in uno studio privato debba essere un difetto. Mentalità da sottosviluppati sinistroidi.

Anonimo ha detto...

Ma questo che ha commentato è Salamone o non capisce l'italiano?

Anonimo ha detto...

Mi vorrei soffermare sul fatto Roma in un mese sia stata colpita da continui incendi di matrice dolosa, segno forse che le mafie vogliono far sentire la voce grossa e richiamare all'ordine un'amministrazione diversa da quelle passate? Non lo so, ma a me pare ben strano che succeda tutto quanto ora con i 5 Stelle, mentre prima con il PD non c'erano neanche le bruciature di sigarette nelle pellicole dei loro film mentali.

Anonimo ha detto...

Tonelli, rassegnati, per 5 anni vedrai degli onesti ad amministrare Roma.

Anonimo ha detto...

... sempre che "le mafie" (vedi commentatore 7:45 PM) glielo consentano.

Anonimo ha detto...

Fatto gravissimo che se confermato meriterebbe espulsione dal m5s ed indagine penale sul signorino

Anonimo ha detto...

Arrestatelo!!!

Anonimo ha detto...

Veramente, di solito, l'incendio ai beni pubblici e ambientali è il pizzino formato industriale al politico che è stato assistito nella tornata elettorale. Come a dire, tu li conosci gli accordi. Sotto mafia capitale hanno bruciato le sedi delle cooperative e gli uffici degli imputati, mica l'auto di Pignatone.
E' il solito film di spionaggio di quart'ordine. Vaticano, interessi edili, occupazioni abusive...
Per placare gli animi e per evitare che la muraro venga rapita su un cargo battente bandiera libanese, bisogna destinare un quarto del parco ai residence di Caltagirone, un quarto del parco allo strappone occupy questura, un quarto a un cara di scimmie, e un quarto alla comunità di Sant'Egidio. Su tutto far svettare un bel pinnacolo ricetrasmittente di radio Maria placcato oro.
E tutti vissero felici e contenti.

Anonimo ha detto...

Quale sarebbe il motivo per cui la mafia dovrebbe avercela coi 5 stelle, al momento?
La muraro? Così, per capire.

Paola ha detto...

Sì è un difetto se da controllato diventi controllore

Anonimo ha detto...

Perchè mai ci meravigliamo tanto della SQUALLIDA REALTA' che questi articoli mettono in luce ? Pensavamo forse che i grillini fossero marziani ? Essi sono essere umani con tutti i loro difetti ed i loro pregi. Per quanto riguarda i pregi siamo in attesa di verificarli in concreto, mentre i difetti sono quelli soliti di tutti gli amministratori pubblici italiani, che sguazzano impudicamente nell'acqua sporca del conflitto d'interesse permanente e che okkupano il potere, esercitandolo in maniera discrezionale ed antidemocratica, spingendosi spesso nell'illegalità.

Max V ha detto...

Per Salamone e Menna basterebbe che non acettassero lavori che riguardano il municipio XIV, o a Roma, e già si sanerebbe la situazione; anche se la soluzione migliore è che non facessero più parte dello studio e rinunciassero alla pubblica professione finchè sono assessori.
Questo non escluderebbe il conflitto di interessi, ma formalmente sarebbe moralmente accettabile e sarebbero più inquadrabili e tracciabili i flussi di denaro legale o meno.

Anonimo ha detto...

Se a capo dell'urbanistica avessero messo un salumiere mi sarei preoccupato di più.
Con tutto il rispetto ovviamente per i salumieri.

Anonimo ha detto...

Certo, questi amici degli occupatori sono proprio un problema! Ma vi rendete conto che sarebbe facilissimo fare un attentato in questi posti senza controllo? E chi ci dice che degli attentatori non possano infiltrarsi tra gli occupanti? Cosa ci vuole ad insediare una cellula di terroristi in un posto come il Santa Maria della Pietà? Almeno mettessero delle telecamere!

Anonimo ha detto...

Io lo dico, se ci fosse stato ancora Marino come sindaco il terremoto non avrebbe avuto luogo.

Anonimo ha detto...

Incredibile il silenzio delle opposizioni, dei media, dei giornalai, dei tg.... su Parma hanno alzato una polveriera sensa motivi, qui a montemario è il delirio della democrazia e la morte del grillismo e nulla.... nulla.... nulla!

Anonimo ha detto...

I grillini sono come i leghisti, hanno usato dei temi magari anche veri, strumentalizzandoli solo per prendere il potere. E come i leghisti si capisce da subito come si comportano: già nel 94 i primi leghisti arrivati a Roma si misero a fare la bella vita e a magnare come quelli che volevano sostituire e per i quali agitavano i cappi.

Anonimo ha detto...

Ma per caso l'avvocato silvia raggi, segretaria particolare di follini durante il governo Berlusconi, è parente della virgi?

Anonimo ha detto...

http://formiche.net/2016/07/26/che-cosa-succede-tra-luigi-di-maio-virginia-raggi-e-il-vaticano/



Anonimo ha detto...

Se volete capire mafia capitale, prendete gli organigrammi degli ultimi quattro governi, e vi si spalancheranno le cateratte dell'agnizione.

Anonimo ha detto...

h. 7.07, è vero. Viene promulgato un nucleo di colore che proclama lo slogan forte, e dietro c'è la solita cricca.
Bossi indossa l'elmo celtico, e maroni fa lega, ma di un altro genere, con Alfonso papa. Proprio in quel governo Berlusconi 2008 che vede l'omonima del ns amato sindaco. Ci fate sapere qualcosa? Raggi è un cognome così comune.
Nello stesso governo c'erano Bertolaso e marta di gennaro, arrestati insieme al prefetto coltellacci per lo scandalo percolato a Napoli.
Ma che per caso la marta è parente di gianni?
Ma che per caso coltellacci arrestato a Napoli è parente del coltellacci arrestato a Marino?
Ma dove la vede il Papa la crisi della famiglia, bo.

Anonimo ha detto...

PS Bertolaso e martina che diedero il colpo di grazia ad Amatrice dopo il primo sisma aquilano.

Anonimo ha detto...

catenacci, non coltellacci.

Anonimo ha detto...

Ogni giorno scrivete un articolo contro il M5S.
Però avete invitato a votarlo, in campagna elettorale.
Bipolarismo?
Semplice stupidità?
Voglia di criticare sempre tutto e tutti?

Io propendo per la seconda ipotesi. Secondo me siete semplicemente dei minus habentes.

Vins ha detto...

Si ma loro(i 5*****)si sono propagandati come gli unici onesti e unici capaci di risolvete tutti i problemi in quattro e quattrotto. La realta vera è diversa dalle chiacchiere.

Vins ha detto...

Si ma loro(i 5*****)si sono propagandati come gli unici onesti e unici capaci di risolvete tutti i problemi in quattro e quattrotto. La realta vera è diversa dalle chiacchiere.

archimed ha detto...

è vero, ci sono forti analogie tra la storia del M5S e quella della Lega, ma anche una differenza abissale nella connotazione dei rispettivi ideologi e fondatori. Da un lato Bossi e Miglio dall'altro Grillo e GR Casaleggio.
La conseguenza , in positivo, la si è vista a livello parlamentare dove dopo un rodaggio sofferto i nostri Di Maio, Fico, Morra e tanti altri ex brutti anatroccoli sono sbocciati come cigni bianchi tra le oche di uno stagno maleodorante facendo onore e dando una prospettiva di governo al movimento.
Anche le successive amministrazioni comunali sono andate sempre dignitosamente, alimentando l'immagine di persone oneste al governo. A questo punto la presa del governo centrale sarebbe diventata un gol a porta vuota. Non c'era altro modo di fermare l ascesa del movimento che trascinarlo in terreno peggio che inospitale, ed in un 'impresa impossibile, e Roma è proprio questo, secondo il comune pensare. Grillo conosce molto poco Roma ed i romani, che sembrano tutti simpaticoni tutto core, ma nella realtà di massa sono sfaticati ed indolenti al punto da lasciare campo libero alla ristretta cerchia di furbetti arrampicatori sociali che ora, ottenuta la poltrona a buon mercato,sentono l'impellente necessità di farsi una bella vacanza, come se avessero sudato tutto l'anno. E come se lasciare i problemi "vacanti" gli giovasse. E così diventano patetici zimbelli alla mercè dei vecchi poteri, che tramite i consiglieri di opposizione devono solo imbeccare "benevolmente"i nostri eroi. Pensare e lavorare è faticoso, trppo per chi non ci è avvezzo.
Sotto questo aspetto la Lega sta messa meglio, non fosse altro per la cultura contadina operaia ed operosa che da tempi remoti anima a tutti i livelli sociali le genti del ns. settentrione. Per contro non hanno più un leader credibile, mentre il M5S ne ha più d'uno nel direttivo centrale e se questo vigilerà a dovere sulla combriccola romana, esautorando i peggio prima che combinino disastri, il sogno M5S potrà continuare.

Anonimo ha detto...

No, guarda, molto più banalmente è un'unica mafia, o massoneria, se ti sembra più elegante.

Anonimo ha detto...

ormai è chiaro che la frontiera della nuova ignoranza non è non conoscere le parole, ma non capirne il senso, mi sorprende sempre di persone che non capiscono quello che leggono dando risposte lontano dal tema...
Ormai è chiaro che siamo di fronte ad un nuovo modo di fare politica... essendo gli altri i cattivi, ladri e disonesti,, noi invece siamo gli onesti, tutto ci è permesso-
Ma non è così purtroppo, non è così

antonio garcia ha detto...

Ma Roma fa Schifo non era fra coloro che invitavano caldamente a votare per Raggi ?

ShareThis