Quel piccolo episodio alla stazione Quattro Venti che ti dice molto sullo stato di sfascio della città

17 dicembre 2012

Vi prego di diffondere, anche agli uffici competente se avete un email adatto.

L'altro giorno, ero alla stazione quattro venti, in partenza per stazione ostiense e poi per l'aeroporto, intorno alle 8:20.   Vedo l'avviso elettronico che indica un treno delle 8:30, Roma Ostiense, binario 2.  Ma lì sul binario 2 passano normalmente i treni nel altro senso), e non mi fido,  quindi mi fermo al binario 1 dove la segnalatica fissa indica i treni per Ostiense e l'avviso elettronico legge "8:45 Roma Ostiense".  Ma quando alle 8:28 l'annuncio vocale dice pure in partenza da binario 2 per Ostiense il treno delle 8:30, mi viene il dubbio e scendo a binario 2;  infatti c'è il cartello elettronico indicando il treno e aspetto un minuto.  Alle 8:30 sparisce l'avviso, appare quello per il prossimo treno per Viterbo, e sento il rumore 50 metri sopra del treno mio che parte dal binario 1.  

Con solo 2 binari, è una cosa difficile gestire 4 treni all'ora? 

Il colmo è che la stazione, per una volta, era custodita dal personale e, quando ho denunciato il fatto mi ha risposto (gentilmente, devo ammettere) che era un'errore del computer.   Ma come puo' succedere un errore così e il personale non si mette in azione per correggere, con un'annuncio vocale che indica il binario giusto, scendendo al binario per vedere se c'è gente confusa. Niente di tutto questo, solo un'evento ormai normale in questa Roma allo sfascio.
Tom

4 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Anche sulla metro B capita spesso che sul display in banchina compaia la direzione REBIBBIA e che sul display del treno compaia invece CONCA D'ORO (o viceversa).
Comincio a pensare che ci sia una volontà di sabotaggio perché è davvero difficile riuscire a gestire una rete di trasporti in modo così caotico.

Anonimo ha detto...

Sabato 15 Dicembre pomeriggio ore 16.30 (non proprio un giorno ed un orario impensabili) prendo la metro A stazione Manzoni, personale in divisa in un angolo a discutere (non so se fossero di turno o altro) gabbiotto vuoto in 3 donne passano dal varco per disabili con un abbonamento. Salgo sul treno per scendere 2 fermate dopo, ragazzo con fisarmonica chiede l'elemosina accompagnato da un bambino di circa 5-6 anni che canta canzono di natale e gira tra le persone con un bicchiere per chiedere soldi. MA NON ERA VIETATO SFRUTTARE I BAMBINI ???.
Insomma 2 reati in 6 minuti di metro e vi stupite di indicazioni sbagliate? Ma ringraziate che riuscite ancora ad avere un servizio anche se mediocre.

Anonimo ha detto...

Ma perchè l' Atac non fa un bel contratto ad un consulente della Metro di New York o di Londra,Parigi, Madrid, ecc? Sarebbero soldi spesi più che bene!

jaosnsmskth ha detto...

s for sharing the article, and more importantly, your personal experience mindfully using our emotions as data about our inner state and knowing when it’s better to de-escalate by taking a time out are great tools. Appreciate you reading and sharing your story since I can certainly relate and I think others can to

vidmate.onl

ShareThis