Portuense. Il triangolo delle bermude degli incendi d'auto

7 dicembre 2012




Siamo un gruppo di cittadini/vostri lettori, ossessionati ormai da 2 anni da un grande problema.
Viviamo a Roma in zona Santa Silvia/Portuense e da 2 anni siamo ostaggio di continui episodi vandalici, per la precisione incendi dolosi, che coinvolgono le nostre autovetture e le facciate dei nostri palazzi.
Questa notte (19/11/2012 intorno alle ore 1.30) siamo stati svegliati dalle urla e dalle fiamme che avvolgevano l’ennesima autovettura incappata sotto la mania scriteriata di un presunto piromane.
L’episodio è avvenuto in via Giacomo Griziotti ed ha coinvolto solo 1 vettura per pura fortuna in quanto i proprietari delle auto circostanti sono stati estremamente veloci e coraggiosi nello spostare le loro automobili; inoltre, gli inquilini del primo piano del condominio di via Piero Colonna/Antonio Fratti hanno contribuiti con il lancio di getti d’acqua a mitigare le fiamme fino all’arrivo di Pompieri e Polizia avvenuto circa 10 minuti dopo lo scoppio dell’incendio.
Circa 2 ore dopo, quando tutti sono rientrati ai propri appartamenti, ovviamente il piromane è tornato all’attacco (è questo il suo modus operandi) ed ha appiccato un nuovo incendio a due autovetture in via Luigi Angeloni. Fortunatamente nonostante le alte fiamme il fuoco non ha danneggiato il palazzo di fronte in quanto un piccolo giardino lo separa dalla strada.
Circa una settimana fa,  analogo episodio in via Giovanni Battista Falcone; coinvolti motorini e bidoni della spazzatura. Meno di un mese fa (28 ottobre) due auto incendiate sempre in via Griziotti, questa volta sul lato opposto della strada. Il fumo denso ha causato non pochi problemi alle famiglie del piano terra intaccato delle fiamme dell’auto.
Poche settimane prima, stessa scena: 2 auto stavolta letteralmente carbonizzate in via Piero Colonna, angolo via Angeloni. Quest’estate sempre in via Angeloni, motorino e auto incendiate hanno generato fiamme cosi alte da recare seri danni alla faccia del palazzo nonché all’appartamento della sfortunata famiglia del primo piano.
Potremmo continuare per molto perché gli episodi si manifestano ormai da almeno due anni; dapprima più sporadici ma ora sempre più frequenti.
Questa notte (19/11), dopo il primo episodio vandalico, abbiamo allertato la polizia e i vigili che sicuramente il piromane si sarebbe rifatto vivo non appena ce ne fossimo tornati tutti nei nostri letti; e così è stato: un rituale eseguito alla perfezione.
Ovviamente se fai presente il fatto e che “ve l’avevamo detto sarebbe tornato”  le forze dell’ordine rispondono (a torto o ragione) che non possono piantonare una sola zona perché hanno altre chiamate, altri interventi…  “c’avemo pure altro da fa”…
La polizia, sollecitata a darci risposte, ci comunica che non possono fare molto; non hanno nemmeno la certezza che si tratti davvero di atti dolosi… tanto che all’incredulo gruppetto di residenti superstiti, infreddoliti e inzuppati dalla pioggia, sorge il dubbio di trovarsi di fronte ad un nuovo fenomeno stile Caronia…
Chiediamo spiegazioni, suggerimenti sul cosa fare e come comportarci e gli agenti, ci invitano, in modo anche non molto velato, a farci giustizia da soli; ci invitano a fare ronde, a stare accorti ad ogni rumore strano, ad armarci di telecamere in barba alla privacy.
Scoraggiati dal vivere in un paese in cui persino la polizia ti dice che l’unica soluzione è cogliere la canaglia sul fatto e lasciarla ardere insieme al suo danno, ci chiediamo, da onesti cittadini che pagano il bollo, l’assicurazione, le rate dell’auto, il mutuo e tutte le altre tasse possibili che la politica ci impone, a chi dobbiamo rivolgerci per far ascoltare la nostra richiesta di aiuto.
A chi dobbiamo fare istanza per avere protezione prima che ci scappi il morto.
Non sappiamo se si tratti di piromania o di racket dei garage a pagamento ma sicuramente siamo certi che fino a questo momento nessuno ha fatto niente, nessuno ne ha parlato, nessuno è intervenuto.
Abbiamo portato alla vostra attenzione la nostra storia sperando che almeno con l’aiuto dei mezzi di informazione qualcosa si possa sbloccare. Del resto oggigiorno si sa che se non vai sui giornali o in tv non ti ascolta nessuno.

15 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Con tutto il respetto: ma voi venite qui su questo blog a chiedere un sacrosanto aiuto ??? Ma li avete letti i loro post ? Questi sono i primi giustizieri, sono quelli che dicono di spaccare specchietti, bucare gomme e danneggiare quanto più possibile qualsiasi mezzo (non di loro proprietà, evidentemente) che commette qualsiasi infrazione ! C'è il caso, anche se questa è una "provocazione" (che tanto basta scrivere "provocazione" per poter mandare affanculo chiunque, per dare dell'idiota a chiunque, per dire a chiunque che è un imbecille e che si deve vergognare, per trattare minoranze e/o gruppi di appartenenza come spazzatura e potrei continuare, vero ?), che sia proprio un seguace di sto spazietto a delinquere presso il vostro quartiere ! Qualche macchina che è andata a fuoco era parcheggiata male ? Stava sulle strisce ? Era in curva ? potrebbe essere che alla fine qualcuno di questi abbia preso la palla al balzo, "tanto chemmefrega, l'ha detto romafaschifo che bisogna fasse giustizzzzia da soli, m'ha scritto che me "incita", anche se nun so' che vorrdì ...." e abbia comnciato a dare direttamente fuoco alle macchine che non gli piacciono perchè stanno troppo vicine al marciapiede pe fa passà qualcuno, o chennesò, deturpano col loro colore spazi storici o fate voi, le scuse posso essere infinite ... per qualsiasi appunto, perchè non chiedete a quello che è il vero padrone di tutto l'ambaradam, che col cavolo però che lo dice ???
http://www.noiroma.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2880:gli-oscar-del-web-per-il-2011&catid=36:articoli&Itemid=69

Anonimo ha detto...

Dalle foto non mi sembrano siano parcheggiate in divieto le auto quindi di cosa stai delirando? 20 righe di post per parlare del nulla.

Anonimo ha detto...

caro anonimo delle 9.16 tu sarai il solito vandalo coatto romano che prende la palla al balzo in perfetto stile mafiosetto per gettare fango su chi chiede rispetto e legalità, le persone che hanno scritto al blog probabilmente sanno di cosa si tratta perchè se la pensassero come te forse non avrebbero scritto. se esistessero a Roma più persone come quelle che gestiscono e frequentano questo blog non ci troveremmo in questa situazione, costretti ad essere trascinati nella merda tutti i giorni dagli idioti che la pensano come te.

Anonimo ha detto...

Il piromane di turno fà quello che fà perché sà di essere impunito.
Se uno soltanto fosse preso e arso sulla pira nella pubblica piazza, altri come lui si guarderebbero bene dal continuare.
Problema risolto. Basta volerlo.

Anonimo ha detto...

Ma fateci il PIACERE !!! Siete i primi a essere dannosi, siete i soli giustizieri da quattro soldi che si ricacciano dietro uno schermo ... sto blog è pieno di foto e commenti che incitano alla violenza su cose e persone (vedi, per ultimo il commento proprio qui sopra) ... i primi mafiosi, nascosti dietro l'omertà di una tastiera siete solo e sempre voi ... vi dovreste VERGOGNARE: portate avanti una battaglia giusta ustando metodi da nazi-mafietta (bè, anzi complimenti, era difficle riuscirci !).... e poi, ancora non si sa di chi è sto blog ! Ma perchè, in nome della trasparenza non vengono pubblicati i conti di sto blog ? No cifre a caso, ma carta che canti !!! E poi ci stanno 5 foto ? Da queste non ti pare che ci siano auto in divieto di sosta ? Ma perchè non commenti i video di quello che se va in bicicletta, contromano, sul marciapiede, passando col rosso, tenendo, per giusta, UN TELEFONO O UNA VIDEOCAMERA IN MANO ? Diamo fuoco pure a lui o, aspè, visto che è il PADRONE del blog, a lui tutto è concesso ????
Ma vatti a fare un esame di coscienza, che magari qualcosa la scopri dentro quel cervello di mitile che ti ritrovi !

Anonimo ha detto...

E' proprio grazie ai buonisti come te che vandali, piromani, zingari, cartellonari, bancarellari, posteggiatori abusivi, vu cumpà, cinesi, writers e altra feccia del genere ha ridotto roma a quella fogna che è. La gente si è talmente rotta i coglioni di questo schifo e del fatto che non c'è uno straccio di istituzione che voglia o possa risolvere il problema, che è del tutto normale che si arrivi a voler bruciare questa gente sulla pubblica piazza. Ma in compagnia anche di chi non fà rispettare le regole e di chi protegge ad oltranza i selvaggi.

Anonimo ha detto...

madonna, che tristezza sti commenti.. e mo che c'entrano i conti del blog? ma che un blog c'ha i conti? che è un'azienda? ma lo vedi che vivere in questa merda ti fonde il cervello, fai commenti senza senso?...vai, vai a votare Berlusconi e Tredicine

Anonimo ha detto...

a dire il vero anch'io avevo pensato che il piromane fosse un lettore del blog :)
Comunque il lettore delle 9.16 è un troll e voi ci siete tutti caduti.

Anonimo ha detto...

abbiamo scritto a questo blog come ad altri siti di informazione, ai tg e ai quotidiani per far si che qualcosa si muova...
non per incitare al vandalismo del quale invece siamo povere vittime!

Anonimo ha detto...

Qui più che di degrado entriamo nel campo della criminalità, anche se poi le cose sono correlate.
Il fatto è che abbiamo leggi ridicole, pene irrisorie, controlli inesistenti e scarsissima possibilità che il delinquente venga preso. E quando accade, viene sistematicamente processato ...e rilasciato. E succede che ad autori di atti vandalici, furti, borseggi, scippi, etc, venga di fatto lasciata facoltà di continuare. Se poi la gente esasperata parla di ronde e quantaltro, eccoti il buonista di turno che, scandalizzato, grida allo squadrismo. E purtroppo i mezzi di informazione sono tutti (o quasi) allineati su questa linea di buonismo che continua a fare danni e a mietere vittime innocenti. La gente per bene non soltanto è in balia delle bestie, non soltanto non è difesa da chi dovrebbe, ma è persino messa nell'impossibilità di far sentire le proprie ragioni. E quando, per disperazione, trova la forza di auto-organizzarsi, si viene anche fatti passare per incivili, giustizieri, etc, etc.
Stiano molto atteni i buonisti del cazzo, che prima o poi si riuscirà a raddrizzare questo paese e ci si ricorderà di chi stava dalla parte della feccia. La gente è stufa, ma di brutto.

Anonimo ha detto...

Leggo i commenti e mi convinco che non abbiamo alcuna speranza. In un paese normale, civile, occidentale e democratico le leggi si rispettano o si cancellano: qui da noi, invece, si eludono, si "fottono", si dribblano. La conseguenza più allucinante di tutto questo è che, dopo un paio di decenni arriva il fascistello di turno che parla di forca, esecuzione in pubblica piazza, cacciata dei rom, dei neri, dei gay.....
Parcheggiare agli incroci è reato. PUNTO. Dare fuoco alle macchine è reato. PUNTO. Ci può scappare il morto in ambedue i casi. Se mi tocca scegliere tra lo schifo e i fascistelli io emigro.....e dall'estero piscio in testa a tutti quelli che invece resteranno in ITALIA!

Anonimo ha detto...

@ANONIMO 2.06

ecco, bravo. Emigra pure. E già che ci sei portati dietro pure un pò di zingari e di vandali.

Non c'è niente da fare. La gente non ne può più, ed ecco che il saputello di turno pontifica e dà addosso a chi è esasperato dandogli del fascista o del razzista (il vocabolario in genere è tutto qui).

ps. e comunque pisciati in testa da solo che non può che migliorarti

Anonimo ha detto...

È incredibile.....in un quartiere c ' è un problema ed invece di sostenere gli abitanti cercando di far rispettare " la proprietà" perché, comprare una macchina non è una passeggiata...., si discute in maniera VEERGOGNOSAAAAAA!!!!!!!!! Che schifezza l ' Italia e TANTI SUOI ABITANTI!!!!!!

Marco Scifoni ha detto...

Ma ancora gli rispondete a quell'ignorante? Io sono l'ultimo dei fascisti o dei giustizialisti. Ma dopo che il mio quartiere ha subito un danno simile per anni (in un garage condominiale facilmente accessibile sono state bruciate quasi 20 vetture), se vedo uno che appicca fuoco ad una macchina, SO che sarà difficile controllarmi. Ma per l'esasperazione a cui come è gestita questa città mi ha portato.

Quindi piantiamola di dire che si aizza alla violenza su questo blog, che anzi, per gli schifi che raccoglie è fin troppo pacato.

E piantiamola di criticare qualche eccesso nei commenti, di gente esasperata ma che sa benissimo quali sono i veri torti che le tocca subire da anni a Roma.

Se il primo degli anonimi non ha meglio da fare che apportare odio e veleni dove già ce ne sono troppi per colpe non nostre, fategli fare un giro e risparmiamoci i suoi commenti.

E se poi qualcuno lo prenderà in parola e gli darà fuoco alla macchina in doppia fila, o sul marciapiede, rideremo il doppio.

Anonimo ha detto...

12692

ShareThis