Non sappiamo come gli amici ebrei festeggiano il Natale. Sappiamo però che per salutare la morte di un importante componente della loro comunità, hanno deciso di fare così

24 dicembre 2012


L'ultima foto è proprio sulle mura romane del Ghetto. Una cosa raccapricciante. Evidentemente considerano il Ghetto non come bene dell'umanità, ma come il loro tinello. Solo che nel loro tinello mai farebbero una schifezza simile spruzzando le pareti di vernice spray. Dubitiamo fortissimamente che Shalomo Venezia avrebbe condiviso un atto di tale prepotenza e volgarità. 

57 commenti | dì la tua:

Brontolo ha detto...

Che poi fateci caso, i ragazzi della piazza ti guardano proprio male se passi da quelle parti in certi giorni e a certe ore... Non capisco il motivo.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Tra qualche giorno vedremo come i ragazzi della piazza, gli stessi che massacrano i scritte i muri storici, come trattano la loro piazza: hanno convinto qualcuno a tenere abbassato il pilomat e il ghetto, ex isola pedonale, è diventato un delirio di sosta selvaggia da fare impressione. Presto le foto.

Anonimo ha detto...

Che titolo razzista di merda. Ma quanto si puo' essere ignorante?

Alex ha detto...

Sono ebrei ROMANI, non c'è dubbio. Niente di tutto ciò al ghetto di Varsavia o altre città.

Indecente, indecente, indecente.
Shalom solo a chi ripulisce.

mimmo ha detto...

Stesso linguaggio, stessa bomboletta, stessi "caratteri" degli imbrattatori di estrema destra. L'unica differenza è la stella di David al posto della svastica. Feccia da una parte feccia dall'altra.

diego ha detto...

titolo razzista alquanto fuori luogo anche perchè nella definizione di Ebrei Romani quello che qualifica di più questi vandali non è la parola "ebrei" ma piuttosto la parola "romani"...
Solidarietà con i tanti ebrei italiani che nulla hanno a che vedere con questi coatti de noantri

Roma fa schifo ha detto...

Tra qualche giorno vedremo come la comunità ebraica vive riguardo alla sosta selvaggia. Sono riusciti a far stare abbassato il pilomat che proteggeva tutta l'area pedonale del Ghetto che, così, è diventato una enorme autorimessa a cielo aperto. Due o tre domeniche fa, facendo una passeggiata, ci siamo rovinati la giornata. Dopo le feste tante foto.

Antonio Tesla Trichilo ha detto...

titolo razzista?? ma dove? vediamo sempre razzismo ovunque..

Daniele ha detto...

Mi sembra che tra gli innumerevoli muri di Roma imbrattati con scritte spray di ogni tipo, ergersi a tutori del decoro urbano per una scritta del genere sia fuori luogo. Verrebbe da chiedersi perchè in questo caso ci sia qualcuno che si metta a fare il censore. Ma poi se si dà la risposta esatta si viene subito accusati di essere quello che vede l'antisemitismo ovunque... Aspetto un commento alla prossima "scoperta" di un graffito a sfondo sentimentale, sportivo, fascista, politico, religioso, ecc.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Queste scritte che vandalizzano il Ghetto SONO antisemitismo.

Anonimo ha detto...

attendiamo la verità dalle tuo parole o nostro signore ebbrei demmerda fate cacà siete al 99% na lobby de stronzi ricchi bastardi prevaricatori assassini.

E copiate pure i fascisti come modi di fare.

Anonimo ha detto...

Ecco il solito stronzo che travasa e fa vedere di che pasta siete fatti, il post era un antisemitismo subdulo che si traveste da finto perbenismo, invece lo stronzo qua sopra non si vergogna ad aprire quella fogna e vomitare fuori un po di sano antisemitismo crudo con tanto di discorsi gia ciancicati all'infinito su lobby ebraica..... Buon natale a tutti!!!!!!!

cittadina romana ha detto...

A prescindere che è sempre un atto incivile imbrattare i muri della nostra città con delle scritte, non vedo alcuna indignazione quando sui muri di Roma compaiono scritte come "laziale ebreo", più frequenti ultimamente di "romanisti ebrei" o "romanisti ai forni" quasi che la parola "ebreo" equivalga ad un insulto...

Roma fa schifo ha detto...

Se non vedi indignazione significa semplicemente che non leggi questo blog e ci capiti solo per fare polemicucce di serie C.

Qui trovi tutti le nostre centinaia e centinaia di articoli riguardanti i graffiti e le scritte vandaliche. Grazie.

http://www.romafaschifo.com/search/label/graffiti

Anonimo ha detto...

Tutta Roma assalita da scritte antisemite e voi commentate delle scritte che verranno cancellate come sempre poi dagli stessi... Qui si parla di razzismo a me sembra solo ignoranza da chi dietro una tastiera commenta Roma senza fare nulla per migliorarla. Il titolo offende l'intelligenza non la religione anche perche a nessuno frega come gli ebrei festeggiano il natale!

Anonimo ha detto...

E' vergognoso che gli stessi appartenenti alla comunità ebraica devastino cosi' il loro quartiere, anzichè tenerlo orgogliosamente pulito!

Anonimo ha detto...

A merde! Se l'area del ghetto è transennata e tenuta in ordine è grazie al lavoro quotidiano di centinaia di volontari ITALIANI, ROMANI di religione EBRAICA che ogni giorno si rompono il culo, feste comprese, per mantenere il quartiere vivibile e pulito. Il quartiere ebraico di Roma, l'ex ghetto, è un gioiello di vivibilità e libertà PER TUTTI a differenza di altre zone della città, è non di certo grazie al topo di fogna Aledanno e agli stronzi delle amministrazioni. Inoltre, rappresenta l'ultima zona del centro in cui batte forte un cuore genuino e popolare, non come altre zone dove si è dato campo libero alla speculazione, non ebraica ma socialista e democristiana, che hanno svuotato la roma storica per consegnarla nelle mani delle banche, delle fondazioni e degli stranieri. Oggi, chi a Roma vuole vedere i veri romani, va al Ghetto...siamo Romani ancora prima dell'avvento di Jeshua ben Joseph, nostro correligionario, di cui oggi festeggiate la nascista ;)

Riguardo i muri, ognuno da sempre esprime nel modo in cui lo ritiene più opportuno il proprio cordoglio...la città è un organismo vivo, non una VETRINA bella da guardare ad uso e consumo di voi perbenisti radicalshic e clerico-fascisti del cazzo. Rispettate i nostri morti come noi da troppo tempo rispettiamo le scritte dei VOSTRI. Perchè non cominciate a fotografare le scritte ai vari CECCHIN, DI NELLA, tizi di ACCA LARENTIA ecc ecc che "deturpano i nostri quartieri" ? IPOCRITI!

MURI PULITI, POPOLI MUTI!

Roma fa schifo ha detto...

Siete talmente romani e vi sta talmente a cuore il vostro Rione che siete riusciti a sabotare l'isola pedonale trasformandola in un enorme parking abusivo a cielo aperto. I primi giorni del 2013 pubblicheremo su questo blog delle foto clamorose. Sperando di convincervi ad agire in maniera diversa.
Siete gli unici "tutori di un quartiere" che lo massacrano di scritte vandaliche. Strano, no!?

Muri Puliti Popoli Muti? Le stesse identiche cose che ci rispondono i fasci di Casa Pound quando gli facciamo notare che non devono incartare la città dei loro stupidi manifesti abusivi. Siete perfettamente sulla stessa linea dei fascisti, fatevi qualche domanda... E vergognatevi di come trattate gli spazi comuni della città.

Marco ha detto...

Quartiere vivibile e pulito??? La piazza...e ci sono stato oggi...è un parcheggio a cielo aperto, le strade limitrofe il regno della sosta selvaggia, la pulizia non mi pare regni sovrana e voi dite "gioiello di vivibilità"? Ma 'ndo vivete? Una volta ogni tanto fatevelo un esamino de coscienza.

Roma fa schifo ha detto...

Ecco come abbiamo trattato, con quali epiteti, quelli che imbrattavano la città con la scusa di commemorare Acca Larentia. Stupido, sei solo uno stupido che ha perduto una enorme occasione per tacere.

http://www.romafaschifo.com/2011/01/quei-fascistelli-da-campo-rom.html

"Riguardo i muri, ognuno da sempre esprime nel modo in cui lo ritiene più opportuno il proprio cordoglio...la città è un organismo vivo". Eccoli anche gli amici ebrei (è proprio vero: sono i più romani di tutti! Ed è questo il problema) al grido di "ognuno fa quello che cazzo je pare". E invece no, la città è quel posto (POLIS) dove la vita è regolata da delle leggi, da una normativa condivisa che dice, in un apposito articolo del codice penale, che quello che avete fatto su quei muri (storici) non si può fare.

(E che dice anche che ve la dovete piantare di usare il ghetto come il vostro cazzo di parking privato, ma di questo parleremo tra una decina di giorni)

Anonimo ha detto...

Dal mio punto di vista, il problema riguarda Roma, non gli ebrei romani e nemmeno il Ghetto. E' tutta Roma ad essere ridotta così, e i vandali ci sono ovunque. Quindi il titolo è immotivato e razzista.

Se il quartiere è sporco, e non lo è meno del resto del centro storico, la responsabilità ancor prima di chi lo abita è dell'amministrazione comunale. DI CERTO, GLI EBREI ROMANI NON SONO PIU' SPORCHI DEI CRISTIANI ROMANI, E NEMMENO PIU' VANDALI, VOGLO SPERARE CHE ALMENO SU QUESTO SIAMO TUTTI D'ACCORDO.

Anonimo ha detto...

Nel municipio 18 le scritte sono rimaste 12 ore.
http://riprendiamociroma.blogspot.it/2012/12/i-licei-di-roma-trasudano-oscenita-ecco.html

Roma fa schifo ha detto...

Caro Marco, questo GIOIELLO DI VIVIBILITA' lo mostreremo con una dozzina di foto nei prossimi giorni. Ma abbiamo già scritto alla Comunità Ebraica (al presidente Pacifici) ed alla Polizia Municipale.

La situazione del Ghetto è da allarme rosso.

Auto dovunque, smog, pericolo, tra l'altro anche pericolo di attentati. Non sappiamo chi si sta occupando della tutela di questo territorio, ma chi lo sta facendo rappresenta una sciagura.

Ma ne parleremo con foto ben presto. Se ne avete altre, mandatecele: facciamo vedere a tutti la "vivibilità" del Ghetto.

Roma fa schifo ha detto...

Forse non avete visto bene le foto: sono le scritte ad essere firmate con una Stella di Davide. Dunque sgomberiamo il campo dalle ridicole accuse di razzismo. Razzista è semmai chi ha ridotto in queste condizioni il Ghetto, che merita rispetto, ordine, pulizia.

Anonimo ha detto...

No, razzista è chi vuole incolpare tutti gli ebrei romani per un paio di scritte come mille ce ne sono a Roma . Sono sicuro che se ad averle fatte non fosse stato un ebreo che il titolo non avrebbe tirato in ballo il natale. Cosa cazzo centra come gli ebrei festeggiano il natale? In che modo è connesso alle scritte?

Se volevate offenderlo bastava dargli del vandalo, non c'era bisogno di tirare in ballo la religione.

Louvre ha detto...

Sono le scritte che tirano in ballo la religione, l'articolo è solo una riflessione sulle scritte. Ad essere così permalosi ci guadagnate qualcosa? Che pesantezza assurda!!!

ezio ha detto...

Il messaggio che questo idiota di un blogger vuole far passare è questo:
1) Muri imbrattati = colpa degli ebrei.
2)Sosta selvaggia = colpa degli ebrei.
Io credo che la maniera in cui questi due problemi siano stati posti dal gestore di questo blog siano miratamente antisemiti.
Se si voleva realmente focalizzare il problema sull'atto vandalico magari il suddetto idiota non avrebbe messo un titolo come questo.
"Non sappiamo come gli ebrei festeggiano il Natale"....ma che c'entra??Saranno due vandali deficenti a fare questa scritta,sicuramente ebrei,ma quì invece di condannare i vandali si condannano gli ebrei dando poi la possibilità a altri coglioni di scrivere frasi infelici e antisemite come quelle che ho letto quì sopra.
Per quanto riguarda le automoili in sosta selvaggia si da il caso che il ghetto di Roma sia stato riaperto per vostra sfortuna nel 1870 e c'è libera circolazione per tutti...non credo che sia dimostrabile che le auto in seconda fila appartengano necessariamente ad automobilisti ebrei però se preferisci potresti sempre lanciare una proposta di mettere una stella gialla sulle targhe degli ebrei...non ti sembra una buona idea brutto coglione?!
Chiunque tu sia a nasconderti dietro a questo blog devi solo vergognarti!

Anonimo ha detto...

Chi ti ha detto che sono ebreo? Sono ateo e antifascista...e se vi interessa saperlo, il natale non lo festeggio non sopporto i cenoni.

Roma fa schifo ha detto...

Nessunissimo intento antisemita in questo blog, non a caso c'è scritto "amici" ebrei. Detto questo ogni comunità (religiosa, politica, sociale, economica) si deve pigliare le proprie responsabilità. La comunità ebraica, riguardo a questi fatti e ad altri che evidenzieremo nei prossimi giorni, sta facendoci la pessima figura di chi scarica il barile su altri.

Non pensiate che visto che avete subito la shoah siate titolati a non chiedere mai scusa neppure su cose che sono vostra responsabilità e vostra colpa: come tenere in ordine il Ghetto, specie da scritte vandaliche non di "due vandali" ma firmate da gruppi riconoscibili.

Sulla sosta selvaggia non andiamo avanti perché tutti sappiamo come vanno le cose: avete trasformato Piazza Giudia nel vostro parking. Questo basta e avanza per dire chi dovrebbe vergognarsi.

Non ci si può scaricare di ogni responsabilità semplicemente dando dell'antisemita a chi antisemita non si sogna neppure lontanamente di essere. Antisemita è solo chi ogni giorno, con volgari suv o con bombolette spray, devasta lo stupendo Ghetto di Roma.

Leo ha detto...

Insopportabile vittimismo da parte di componenti della comunità ebraica che si comportano come fascisti: ASSURDO!!!

Povero Shlomo ha detto...

Il blog critica da sempre le scritte e gli atti incivili di tutti. Se le scritte le fanno e le firmano i fascisti scrivono che gli stanno sul cazzo i fascisti, se le fanno e le firmano i comunisti dicono che gli stanno sul cazzo i comunisti, se le fanno e le firmano gli ebrei ne dicono quattro agli ebrei. Qualche problema? Io mai trovato un blog più a-schierato di questo!!!!!!

Anonimo ha detto...

Emerge da post e commenti l'idea davvero bizzarra - e da apartheid - che avete degli Ebrei. Roma fa schifo, chiederesti a un musulmano come festeggia il Natale? No, perché lo sai che non lo festeggia. E dovresti sapere pure che non lo festeggiano gli ebrei: quindi, che cavolo di titolo hai fatto? E siccome Roma ti sta tanto a cuore, dovresti pure sapere che i cancelli del Ghetto si sono aperti nel 1870 e da allora quella zona di Roma è, e resta, una zona di Roma, non il luogo abitato solo da ebrei. E' come se ti dicessi che non devi parcheggiare in seconda fila vicino al Vaticano perché sei cristiano. Se qualcuno imbratta i muri, sia pure per esprimere una propria opinione, ne risponde ai responsabili del decoro urbano del Comune di Roma. La zona è diventata isola pedonale solo in tempi relativamente recenti. Se ti dà fastidio il traffico, la domenica fatti una passeggiata in campagna, così prendi aria e ti si rinfrescano le idee.

ezio ha detto...

Non mi risulta che la gestione del traffico dell'ex ghetto di Roma riguardi la comunità ebraica intesa come istituzione....forse riguarderà il comune di Roma,o no?
Poi che c'entra la shoa?
E poi perchè continui con questo "Voi"?"Voi avete detto, voi avete fatto"?
Ma chi te lo dice che i Suv di cui parli siano degli ebrei.
Mi sai che hai ragione tu,non sei antisemita....sei solo uno stupido ragazzino ignorante.

Roma fa schifo ha detto...

Visto che mi dà fastidio il traffico vado nelle isole pedonali. L'isola pedonale del ghetto è da qualche tempo inondata di auto. Dopo breve e agevole osservazione si evince di chi siano la maggiorparte di queste auto. Ma anche se non fossero auto di negozianti, lavoratori dei negozi e clienti affezionati, mettiamo che siano auto di gente che si va a fare un giro a Campo de Fiori, comunque la Comunità dovrebbe INSORGERE. E visto che si tratta di una Comunità molto ascoltata in un attimo il Comune di Roma - che chiaramente è il colpevole di tutto questo - risolverebbe.
A sentire il Comune di Roma, invece, non si interviene scientemente, proprio per tacito accordo con comunità e esercenti. Esattamente come non si interviene scientemente sulle isole pedonali di fronte alle aree delle basiliche cristiane che in questi ultimi anni, grazie al Terrore Alemanniano, sono state trasformate in parcheggi per non indispettire troppo Vicariati e Arcidiocesi.

Ora, dunque, la smettiamo di fare le vittime e parliamo dei problemi della città? (dopo aver tolto le bmw suv dall'isola pedonale di Piazza Giudia?)

Roma fa schifo ha detto...

Che cretinata che hai detto Ezio. Ti sarebbe bastato leggere i commenti per scoprire che il primo a usare "voi" e "noi" è stato l'anonimo delle 18.31. Quello che ha iniziato il suo commento con "A Merde!" e ci ha spiegato che il Ghetto è un'oasi di vivivibilità e di libertà (sì, di libertà per chi vuole fare quel che vuole al di fuori delle leggi a quanto pare).

Temo che devi ricrederti sul ragazzino ignorante...

Tom ha detto...

Che dibattito affascinante. Se parliamo di Piazza del Gesu dove ogni volta che c'e' una "cerimonia" si riempie di macchine di preti e suore (posso mandarvi qualche foto) si accederanno cosi' le anime? Penso di si. Sono d'accordo con RFS: "la smettiamo di fare le vittime e parliamo dei problemi della città? "

Roma fa schifo ha detto...

Guardate cosa scrivemmo su Piazza del Gesù per cercare di smuovere le acque. Eppure i gesuiti non se la presero... Forse sono un po' meno permalosi!?

http://www.romafaschifo.com/2012/10/la-chiesa-del-gesu-e-ridotta-cosi-come.html

Anonimo ha detto...

Ma scusa, il Voi e noi hai già nel titolo, o meglio il "loro", gli "amici" - come gli chiami - ebrei. E poi, come hanno già scritto altri, gli ebrei non festeggiano il Natale come non lo festeggiano tutte le religioni non cristiane. E cosa centra Natale con i writer? E cosa centra la nazionalità, provenienza, religione o appartenenza del writer? Viviamo in una democrazia e noi tutti sappiamo che all'interno di ogni gruppo ci sono delle diversità di pensieri e dei comportamenti. Stai sparando su un quartiere e su una comunità. Mi sembra insolito. Se vivo in un quartiere denuncio i problemi di quel quartiere (che Voi forse pubblicate o forse no, a Vostro piacimento) e non del quartiere, dove faccio la mia passeggiata della domenica. Certo, i problemi sono tanti e dappertutto, ma quello che in una città deve funzionare è l'amministrazione e penso che il blog dovrebbe accendere i fari di più su questo aspetto.
Avete sentito il discorso di Benigni sulla costituzione?
Art. 1 L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

ezio ha detto...

"A sentire il Comune di Roma, invece, non si interviene scientemente, proprio per tacito accordo con comunità e esercenti".... questa tua affermazione è una cosa che sai per certo?
No perchè mi sorprende che un signor pincopallino come te sia così ben informato sugli inciuci tra il comune e questa fantomatica "comunità" (termine che tanto ti piace).
Per quanto riguarda il tizio che ha esordito con "A merde"....vabbè i cretini stanno dapertutto ma non può servirti da alibi per tutte le vaccate che hai scritto finora.

Marco ha detto...

Avete scritto alla polizia municipale??? Perchè non lo sanno? Sono conniventi come sempre, come ovunque a Roma...è, ahimè, tempo sprecato!

Marco ha detto...

In questo blog si è parlato di sosta selvaggia e "permessa" da quel genio di aledanno e tutta la sua combriccola ovunque a Roma; se nìè parlato per i "simpatici" preti di piazza del gesù e piazza san giovanni o per altre zone limitrofe alla chiese e nulla è accaduto...si tocca il ghetto (dicendo che le scritte - firmate - sono state fatte da esponenti cella comunità ebraica)oppure che le auto parcheggiate, e di fatto ben tollerate dai vigiletti, sono quasi tutte di bottegai o abitanti di zona (non per forza di religione ebraica) e vi inalberate con questa forza...ma che c'avete la coda di paglia? Vi piace vivere nel marasma? Questo blog cerca di evidenziare problemiatiche OVUNQUE in città, non c'è bisogno di tirare in ballo l'antisemitismo come scusante a qualunque, minima,"osservazione" fattavi...no?

Lino ha detto...

Ma er pilomat sempre abbassato...le auto in via del Tempio (zona rimozione) oppure in via del portico d'ottavia non le vedete??? Invece de giustificavve con l'antisemitismo cercate (se ci riuscite visto la giunta de malfattori che ci ritroviamo) di far rispettare le regole; davvero il ghetto oramai è invaso dalle auto!!!

donata ha detto...

E basta! Uno non può esprimere un'idea che subito viene tacciato di razzista o antisemita. Che palle!
Solo dei limitati radicali complessati e superati stanno a perdere tempo a discutere di questi dettagli irrilevanti quando Roma (ghetto compreso)) insieme a tutto il paese sta annegando nella merda... Per l'anonimo del 26 ore 1.01. L'accordo tra Amministrazioni locali ed esercenti deve esserci per forza perchè è l' UNICA spiegazione logica.

cittadina romana ha detto...

Caro Roma Fa Schifo,
Le mie sono polemicucce di serie C, il tuo titolo invece, è un'invito pacifico alla comprensione reciproca.
Avresti potuto deprecare l'atto d'imbrattare i muri senza fare riferimenti alle diverse religioni. Inoltre, il link che tu mi segnali è generico nel condannare, giustamente, chi imbratta metropolitane, muri e quant'altro. Ma questo rientra in un discorso più ampio. Purtroppo i romani e gli italiani in genere, quando non sono in casa e quindi fuori all'aperto ma anche in luoghi pubblici e nei loro uffici, dimostrano comportamenti spesso ignobili nei confronti della "res pubblica". Il rispetto delle cose della collettività a molti, troppi è sconosciuto.
E questo avviene per colpa delle famiglie ma anche della nostra società, che abolisce dalle scuole l'insegnamento dell'educazione civica, anzichè valorizzarne i fondamenti.
La mia indignazione è la stessa di tutti i cittadini romani che amano la propria città, il ghetto ebraico come le altre zone storiche o meno, quando vedo muri imbrattati, macchine parcheggiate selvaggiamente ovunque e sui marciapiedi, cartacce e sporcizia abbandonate ovunque per non parlare delle deiezioni dei cani lasciate sui marciapiedi.
Quello che volevo invece stigmatizzare con l'altro mio commento è che mi fa arrabbiare vedere usare riferimenti di vario genere ma collegati al mondo ebraico come "offese" generiche. Come se dare dell'ebreo ad un laziale o ad un romanista sia un'offesa. Anche questo è frutto di un'ignoranza che purtroppo vedo da sempre, da molti anni, visto che non sono una giovanetta.
E' la stessa ignoranza che ci porta a dire cavolate come che i genovesi sono tutti tirchi, cavolate che rifiuto da sempre.
Penso che il vostro intento di far conoscere le "storture" che avvengono nella nostra città sia giusto e corretto, ma forse dovrebbe essere più diretto verso un'intervento da parte delle pubbliche amministrazioni e non ultimo, cercare di far "breccia" nelle anime di coloro che non amano questa città aumentandone il loro rispetto.
Grazie per l'attenzione

Anonimo ha detto...

falli sparire hamas falli sparire falli sparireeeee hamas falli sparireeeeee!!!!!

ezio ha detto...

Caro RFS come vedi il tuo modo fazioso di porre la notizia ha dato il pretesto a idioti come questo quà sopra di fare commenti idioti come questo.
Questo non significa fare le vittime anche perchè io non sono ebreo ma tu continui a far serpeggiare questa idea dei bottegari ebrei che corrompono la polizia e parcheggiano i loro suv (macchina da ricchi ovviamente)dove gli pare.
Continuo a domandarmi come hai fatto a capire che i proprietari di suddetti suv sono ebrei...li hai riconosciuti dalla coda e dal naso adunco?
Questo per me è antisemitismo ma se questa parola ti da tanto fastidio mi limiterò a darti dell'ignorante.
Per quanto riguarda l'affermazione di Donata "L'accordo tra Amministrazioni locali ed esercenti deve esserci per forza perchè è l' UNICA spiegazione logica"....mi chiedo se lo sai per certo o se lo supponi.
Io non abito là e non posso saperlo ma mi domando come fai a saperlo tu?

Anonimo ha detto...

Me fate schifo

Lino ha detto...

TUTTI I GIORNI A QUALUNQUE ORA sosta selvaggio, auto parcheggiate nell'isola pedonale...come te lo spieghi caro Ezio?
I vigiletti sono ciechi?

Anonimo ha detto...

quando il dito indica la luna, lo stolto guarda il "titolo razzista di merda" di questo post.

Anonimo ha detto...

Tra l'altro le prime foto rappresentano scritte sugli intonaci dei muri e si risolvono facilmente mentre l'ultima è fatta su marmi antichi sotto il bassorilievo del leone e quelli non torneranno più come prima. Quando hanno fatto delle scritte antisemite nel quartiere aurelio i residenti si sono organizzati col municipio e l'Ama e sono state cancellate il giorno dopo.

Anonimo ha detto...

Ma certo, nel quartiere Aurelio ormai la maggioranza sono stranieri!

Anonimo ha detto...

Guardate che il comune di roma e' stato avvisato subito del fatto ed e' stato chiesto loro di rimuovere le scritte ma il comune funziona come il jubox se nn metti i soldi nn si mette in moto ed al comune nn ci lavorano ebrei......percio meditate prima di aprire bocca o scrivere cazzate assurde........

Anonimo ha detto...

Il titolo è palesemente razzista, non evidenzia l'azione giusta o sbagliata di fare scritte sui muri, ma che l'hanno fatta gli ebrei. Caro signor Roma fa schifo (fai tanto schifo te) Hai dato stimolo a commentare a tutti quelli come te, che imbevuti di antisemitismo, ne sono accecati e posseduti.

Anonimo ha detto...

e ancora, nel quartiere ebraico da anni ormai gli ebrei non sono la maggioranza,e ancor meno i proprietari delle automobili. Che c'entra se chi sbomboletta o parcheggia male prega in sinagoga o in chiesa?

Roma fa schifo ha detto...

Gli unici antisemiti sono coloro che hanno imbrattato lo storico Ghetto di Roma.

Anonimo ha detto...

trovo incivili ogni tipo di scritta che vandalizza ogni muro.. Ma vi mettete a fare i perbenisti quando a Roma ci sono scritte con svastiche o falci con il martello ovunque in ogni angolo della città.. ma "annatevala à pià n'derculo bocche dè fogna"

Anonimo ha detto...

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/01/16/aggrediti-nel-quartiere-ebraico-di-roma-dopo-avere-strappato-manifesto-di-sharon/261298/

ShareThis