Finalmente pubblico il contratto che Raggi ha firmato con Grillo&Casaleggio. Da leggere

17 dicembre 2016
Adesso le anime belle del Movimento 5 Stelle fanno tanto gli indignati contro la Raggi e il suo "raggio magico" composto da Marra, Romeo e compagnia cantante. Ma forse le colpe sono da distribuirsi in maniera più diffusa e ampia e non da addossare solo alla sindaca che ha l'unica colpa di non avere  neppure lontanamente una struttura ed una lucidità intellettuale e psicologica adatta al ruolo. Ma di sindaci intellettualmente e psicologicamente inadeguati è peno il mondo, di movimenti politici che invece di dare sostegno e struttura e di compensare questi vulnus li accentuano invece no!
E così a Roma, a differenza che a Torino, tutti i candidati al consiglio comunale, sindaco incluso, sono stati fatti passare dalla vergognosa e probabilmente illegale e anticostituzionale firma di un contratto di puro strozzinaggio psichiatrico che li vincolava, pena 150mila euro di multa, a comportarsi come dicevano Grillo e Casaleggio. Ci si domanda come è possibile che per una azione così grave chi l'ha proposta non sia oggi iscritto nel registro degli indagati: chi ha concepito e imposto questo contratto è secondo voi meno pericoloso e capace di "ripetere i reati" di Raffaele Marra? Pensateci.

Le parti più gravi di questo contratto (di cui si è parlato per mesi ma che la "trasparenza" pentastellata ha preferito oscurare fino a che qualche giudice - mosso da alcuni parlamentari PD che hanno presentato esposto - non l'ha fatto uscire fuori) sono sostanzialmente due: 

1. La sindaca e gli eletti capitolini possono prendere solo decisioni di ordinaria amministrazione, tutte le decisioni importanti le prendono Grillo e Casaleggio.

2. La comunicazione (che nella gestione di una metropoli occidentale oggi è al primo posto nelle strategie di governo) è tutta in mano a Grillo, alla Casaleggio e associati e al Gruppo Parlamentare del Movimento. Ovvero a Rocco Casalino, un personaggio caricaturale uscito dal Grande Fratello e oggi tra i primissimi collaboratori del comico di Genova.

Il contratto - scritto con il ben noto e secondo noi pericolosissimo mood da setta fondamentalista - ci fa anche capire come mai la sindaca, invece di farsi un sito suo come hanno fatto prima di lei Alemanno e Marino per interfacciarsi coi cittadini, utilizza il blog di Beppe Grillo per le comunicazioni istituzionali: è, semplicemente, obbligata a fare così. Da contratto. Un documento tutto da leggere, specie in questi giorni. La sindaca Raggi ha fatto migliaia di errori, ma queste erano le atroci condizioni di partenza. Delle condizioni inaccettabili, inedite e indecenti che presagivano in se stesse un fallimento dell'azione di governo. Il 13 gennaio, come ci informano i senatori del PD, ci sarà una sentenza su questa ennesima losca faccenda. E le conseguenze per la Raggi da politiche si potrebbero trasformare - qui come in altre partite, a partire dalle nomine - in giudiziarie. 







115 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Bene o male i contenuti erano noti anche PRIMA delle elezioni. Quando, cioè, voialtri avete invitato a votare questa banda di incapaci, vicini all'estrema destra romana.

Eppure lo sapevate che la Raggi non era in grado di amministrare Roma. Lo avete ammesso apertamente.
Adesso che la attaccate, con l'arroganza la presunzione che da sempre vi contraddistinguono, non risultate più solo ridicoli ma anche decisamente patetici.

Mi fa veramente tenerezza chi pende dalle vostre labbra, perché significa che ha una bassissimo grado di autostima e di consapevolezza.

Sbaraccate sto blog, tanto non serve a nulla.

Anonimo ha detto...

pazzesco!

Anonimo ha detto...

chi ha firmato per il movimento 5 stelle ?
giuridicamente non è un contratto, è qualcosa d'altro, andiamoci in fondo grazie

Anonimo ha detto...

Il mio profilo nichilista fortunatamente mi esime dal votare. Dopo questo inaudito "contratto" credo che sia impossibile x noi italiani vedere all'orizzonte una via di uscita da questo schifo immondo.

Anonimo ha detto...

Se viene fuori qualcuno a dire "non lo sapevo" mi incazzo come una bestia. Ho passato mesi a dire che: a) la Raggi è evidentemente incapace; b) il M5S ha riciclato la parte peggiore della città, vedi la Muraro (Fiscon e Panzironi) e la stessa Raggi, che ha amministrato una società della Rojo (stesso giro); c) che il contratto con la Casaleggio è incostituzionale, ed è in potenza il più grave attacco alla democrazia dal 1945 in poi.
Vi risparmio gli epiteti con cui mi hanno risposto, per mesi. Va bene, ma non dite che non lo sapevate. Questa è la merda che avete votato, incluso 'sto sito di merda.

Anonimo ha detto...

A parte le nullità civilistiche,sul piano penale può essere considerato un atto preparatorio al reato di corruzione: se il sindaco ed i consiglieri adottassero un provvedimento per evitare di pagare 150.000 euro a chi ha finanziato la campagna elettorale, si avrebbe la consumazione del reato di corruzione.
Ma loro sono onesti.

Anonimo ha detto...

Peccato che il testo di commento qui sopra riportato sia fuorviante e completamente fazioso, INVITO TUTTI A LEGGERSI L'ORIGINALE prima di commentare e dire fesserie,in quanto distorce, modo suo, cose che nel contratto non ci sono. I punti del contratto mi paiono invece tutti ragionevoli e giusti, per una minima cautela, visto il non statuto, il programma, i valori del m5s e l'importanza che rivestiva Roma in chiave nazionale. Anzi se fossero statti applicati e rispettati dalla Raggi quei punti, uno in particolare sulle nomine, AVREBBE EVITATO QUEL CHE STA ACCADENDO.
Un minimo di onestà intellettuale, prego.

Anonimo ha detto...

1.18, ragionevole, dici, a parte il fatto che è incostituzionale (articolo 76)?

Anonimo ha detto...

ok, credo che le cose stiano così sui 150.000 euro:
il movimento 5 stelle si fa forte della sentenza della Cassazione n. 12929/2007, una sentenza storica che ha riconosciuto per la prima volta il danno non patrimoniale o di immagine anche alle persone giuridiche, enti o associazioni. Il movimento 5 stelle è un'associazione partitica no-profit, almeno dovrebbe.
Pertanto con la sottoscrizione del regolamento i candidati, tra cui Virginia Raggi, hanno quantificato in via preventiva il danno non patrimoniale d'immagine che potrebbe causare una perdita di consenso del movimento 5 stelle per fatti, scelte e comportamenti non concordati preventivamente con lo staff di questo movimento/partito.
Virginia Raggi ha un problema.

Pasquino ha detto...

Ma sono firme vere o l'hanno copiate! Ahahahah!

Anonimo ha detto...

se te ne vai e porti via voti, c'è il danno di immagine volendo
certo sarà anche incostituzionale nel momento in cui lo firmeranno i prossimi parlamentari, perchè aggira il non vincolo di mandato
la norma sul non vincolo di mandato non c'è per gli amministratori comunali, non mi risulta. Varrebbe il codice civile e la sentenza della Cassazione del 2007.
Se ne parlerebbe in Tribunale comunque.
Forse servirà una colletta per la Sindaca, di questo passo.

Anonimo ha detto...

A me andrebbe bene anche se facessero le messe sataniche con Grillo Casaleggio e delle suore nude, basta che governano bene Roma, e questo per ora non sta accadendo!

Tornando indietro alle elezioni comunque ancora non vedo alternative.... Chi si votava? Giacchetto e i 40 ladroni? I fascisti? L'imprenditore banderuola?

Daniele Sale ha detto...

Io mi chiedo se prima di gridare allo scandalo abbiate letto l'intero programma o statuto (perché di questo si tratta). Ogni partito ne ha il proprio e chiunque si candidi a elezioni, o semplicemente si iscrive al partito, ne accetta tutte le condizioni. Dove sta lo scandalo?

Anonimo ha detto...

M5S: una manica di disoccupati passati da zero euro (disoccupati) a 4.000 euro al mese.

Anonimo ha detto...

2.18,

Giachetti, senza dubbio. Forse non leggesti né il suo programma né la sua squadra di governo. Peraltro, quando date del ladro alla gente, dovreste avere il fegato di usare i nomi, così da rispondere di quello che affermate, anziché alimentare rabbiosi luoghi comuni. Chi sono i "ladroni"? Detto oggi, dopo quello che c'è nella squadra della Raggi, fa ridere, ma lo ripeto, chi sono ia ladri? I candidati al consiglio comunale per Giachetti sono stati valutati dall'Antimafia. Tra gli assessori c'erano ladri? Chi? Giochetti stesso? Uno che fa politica da 35 anni e non è masi stato processato? Uno che era nella squadra di Rutelli: 8 anni di governo, 800 cantieri per il Giubileo, e nemmeno un arresto, in anni in cui (non raccontiamoci la balla per cui i giudici non vedevano) hanno rinviato a giudizio la metà dei parlamentari e degli amministratori. Ladroni a chi?

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 2:42, nessun partito chiede per contratto il rispetto della linea politica: è una semplice follia.
Lo scandalo sta nell'articolo 67 della Costituzione, per cui non si può fare. Non eravate gli eroici difensori della Costituzione?

Anonimo ha detto...

Quelli del M5S erano tutti disoccupati ed in quanto tale si accetta di tutto

Anonimo ha detto...

Io ve l'avevo detto: VOTATE COMUNISTA, VOTATE MUSTILLO! Ecco il suo recente, semplice e lineare commento all'arresto di Marra: «L’arresto di Marra conferma l’esistenza di un sistema di potere ben radicato a Roma. Non deve passare in secondo piano la circostanza che ad essere arrestato con Marra è un noto costruttore romano. Qui sta il punto: i cinque stelle non sono stati in grado di essere una vera rottura col sistema di potere che domina Roma da anni.» Così Alessandro Mustillo, segretario del Partito Comunista di Roma. «Assumere una persona legata alle vecchie amministrazioni, con un ruolo così importante, è una responsabilità politica precisa. La magistratura faccia il suo corso, a noi spetta un giudizio politico: chi sceglie la Muraro sceglie la continuità con Cerroni, chi attribuisce incarichi a Marra sceglie la continuità con il sistema di potere dei palazzinari e mafia capitale. Il resto sono slogan da campagna elettorale. Il PD fa schifo, la destra pure, i cinque stelle non sono l’alternativa».

Gep ha detto...

Vediamo il 13 gennaio come si pronunceranno i Giudici ma considero nobile che un gruppo politico emergente, visti i comportamenti dei politici tradizionali, cerchi la propria tutela dai potenzialmente dannosi protagonismi delle persone.

Anonimo ha detto...

3:46, mi sfugge una cosa. Che vuol dire "proteggersi" dalle persone? Chi è che deve proteggersi? Chi è che decide? Non vedi che è questo il problema, nel M5S? Un gruppo oscuro, non eletto da nessuno, non sottoposto a nessun controllo democratico (come un congresso di partito), che chiede agli amministratori pubblici di firmare un contratto vincolante con una società privata.
Dico, ma siamo seri?

Filippo ha detto...

È sicuramente scandaloso che un movimento pensi bene di sovvertire il processo decisionale democratico attraverso contratti capestro, e chi ci si è sottomesso si qualifica da solo. Sembra però che i guai non siano tutti dovuti a questi condizionamenti: quello che si vede è il ritorno, con gli "onesti", delle mafiette che hanno spolpato Roma e che Marino stava ridimensionando.

Mauro ha detto...

Vorrei chiederead anonimo quali sarebbero i partiti di "estrema" destra che hanno appoggiato la Raggi ...? NESSUNO !!

Anonimo ha detto...

Io personalmente metterei Marino come sindaco 5 stelle! Vedremo che si può fare

Anonimo ha detto...

4:26, dipende da cosa si intende per estrema destra. Presumo intendesse l'appoggio di Alemanno e Meloni durante il ballottaggio (più a destra non ci sono partiti granché consistenti).

Unknown ha detto...

Perchè non scrivi il tuo nome e cognome cosi sapremo chi querelare in caso tutto fosse una bufala?

marco_pascucci ha detto...

Interessante il contratto firmato dai candidati M5S alle passate elezioni amministrative romane...
Sapete se per caso lo hanno adottato anche a Pyongyang, ovviamente sostituendo i nomi di Grillo e Casaleggio con quello di Kim Jong-un?

Anonimo ha detto...

Considerando l'attuale PD di destra, allora quei partiti possono essere categorizzati nell'estrema destra

Anonimo ha detto...

@12:21 PM Ma sempre qua stai, a ripetere lo stesso pippone con il copia-incolla? Critichi sto blog, e poi ci sei sempre a scrivere le stesse (inutili) cose. Ma fatti una vita piuttosto, che il patetico e ridicolo sei solo tu!

roberto colucci ha detto...

Anch'io, dopo aver letto l'originale, mi chiedevo cosa stessero commentando

bat21 ha detto...

Benissimo rfs, bravi! Ora che lo si conosce spero che serva alle forze politiche e alla stampa decente come grimaldello per danneggiare il m5s. Per passare dalla Raggi al bersaglio nazionale. :)

Anonimo ha detto...

..e ridare tutto in mano alla mafia finalmente?

Anonimo ha detto...

chi ha votato sta manica di cialtroni si dovrebbe vergognare...grazie a voi che votate co la panza ce ritroviamo peggio di prima.
pareva impossibile fare peggio ma incredibilmente ci sono riusciti
'tacci vostra

Anonimo ha detto...

Che gli esponenti del M5S fossero in una certa misura eterodiretti lo si sapeva. Il contratto è interessante per vedere quanto Grillo e Casaleggio tengano i loro "ragazzi" alla frusta.

Tuttavia questo contratto non cambia il fatto che la Raggi non stia facendo un bel nulla a Roma e che sia poco attiva e presente.E questo é imputabile a lei e al suo gruppo e non certo a Grillo, Casaleggio o a questo contratto.

Anonimo ha detto...

E quindi la domanda a te che sei intelligente è: chi votare? Dacci un consiglio

Anonimo ha detto...

Io voto co la panza perché nun se magna più. Tu che magni ancora voti cor culo però

Anonimo ha detto...

Aggiungo, rispetto all'articolo di Rfs, che il contratto non vincola la Raggi a non amministrare o a amministrare male. La vincola al rispetto dei principi (discutibili o meno) dettati da Grillo e Casaleggio e soprattutto agli aspetti legati alla comunicazione. Ma se Raggi é incapace, poco lucida, poco strutturata come dice Rfs, Raggi deve andare a casa a mio parere. Poi potrá esserci anche un altro pentastellato al posto suo, ma lei mi pare bollita.

carte inregola ha detto...

Il codice è noto fin dal febbraio 2016. Come Carteinregola ce ne siamo occupati spesso, anche in quetso post http://www.carteinregola.it/index.php/m5s-quale-democrazia/

Anonimo ha detto...

La raggi lavora in squadra e non è colpa sua se a Roma tutto ciò che si tocca è merda. L'importante è lottare contro questo potere con tutti i mezzi a disposizione. La loro amministrazione sta lavorando duramente per ottimizzare il bilancio, primo enorme passo da fare (15miliardi di buco lasciati tutti prima di Marino) per costruire dalle macerie la città

Anonimo ha detto...

Oddio eccone altri. Mi scusino, qui si lecca il culo al Calty, da quelle parti cosa leccate e a chi? Voglino illuminarci, prego?

bat21 ha detto...

Ma quale mafia 6:40 pm, guarda che il mix di incompetenza, deliri ideologici e insipienza e' il miglior passaporto per la mafia e i disastri. Piantatela con questa retorica insopportabile l honestahhh non e' una patente che ci si autoaffibbia ma un qualcosa che si dimostra operando. E non e' affatto sufficiente (addirittura forse non e' necessario ne' sufficiente) essere onesti per essere degli statisti che tirano fuori questo paese dalle secche in cui si trova da oltre venti anni. Ci vuole una visione del futuro, ci vuole una discriminazione delle priorità e una grande competenza! E' vero che non vedo questo in nessuna forza politica da decenni ma e' vero pure che con il cinque stelle si e' forse toccato il punto più basso possibile in termini del contrario delle virtù che servono. Spero che finisca presto questo incubo...

Anonimo ha detto...

Le considerazioni espresse nel post sono più che condivisibili, però il contenuto di quell'accordo era noto da febbraio scorso, come da:

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/2016/02/ecco-il-codice-di-comportamento-m5s-per-roma.html

Vedere oggi il foglio con le firme fa impressione, e assume connotati giuridici che è giusto che siano vagliati. I contenuti però sono quelli già noti, mi chiedo quindi perché all'epoca questo blog diede indicazione di voto in favore della Raggi.

Anonimo ha detto...

Beh, considerato come la Raggi stia governando Roma, in combutta con tutte le clientele e contro gli imprenditori solo in quanto tali, direi che Grillo ha fatto benissimo a incatenarla ad un contratto. Ora immagino sia più facile rimuoverla o costringerla a fare ciò che dice il movimento che l'ha fatta diventare sindaca.

Anonimo ha detto...

Non bisogna votare! Così vince il voto di scambio mafioso

cittadino residente ha detto...

Nel contratto c'e' scritto anche che le corse dei bus devono essere ridotte come mai era successo, che le fermate ad ogni 50 mt non devono essere razionalizzate, che l'evasione sui bus non deve essere combattuta, che i cassonetti devono essere svuotati ancor meno di prima, che la raccolta differenziata non deve essere implementata, che le strade devono rimanere sporche, che i vigili urbani devono scomparire del tutto dalle strade, che nuove corsie preferenziali non devono essere fatte, che mai piú manto stradale dovra' essere rifatto, che gli alberi morti non devono essere rimpiazzati, che i cartelloni non devono essere regolamentati, che i furgoni e le bancarelle devono continuare ad occupare strade e marciapiedi, che gli usurpatori delle spiagge demaniali non devono essere piú attaccati come quando si era all'opposizione ma difesi, che i lampioni devono rimanere spenti, che la segnaletica orizzontale non deve esistere, che l'erba non deve mai piú essere falciata, che zone pedonalizzate non devono essere create, che una terza linea metro non e' cosa buona e giusta, che qualche centimetro in piu' di linea di tram non deve essere neppure immaginato, che mai dovra essere istallato un solo autovelox all'interno del GRA, che le tessere elettorali o non devono mai pervenire a casa, che la raccolta di rifiuti ingombranti deve essere sospesa per mesi, che per gettare un barattolo di vernice o una tv un buon cittadino senza auto dovrebbe prendere un taxi e fare 25 km, che tutto il mondo deve prenderci in giro per un albero di natale da incubo ma che ci costa meno dello stipendio del fratello del buon Marra e che tutti i problemi atavici debbano continuare ad esistere senza dare all'elettore neppure il sogno di poter leggere su un pezzo di carta una mezza idea su come tentare di migliorare le cose?

cittadino residente ha detto...

Non e' una polemica , ma e' solo perche non mi si apre il file e quindi non visualizzo il contratto

Anonimo ha detto...

Ma secondo voi Raggi e Marra hanno fatto sesso?

francesco prudenzano ha detto...

Bellissimo, eccezionale e sacrosanto!
Un modo per evitare l'egoismo delle scelte individuali dopo aver preso una rappresentanza collettiva in base a principi e programma

Anonimo ha detto...

Dalle criticità si cresce e ci si rafforza. Raggi sta affrontando un compito enormemente difficile, amministrare una metropoli in bancarotta. Se si vanno a ricercare persone con elevate competenze per raggiungere determinati obiettivi si può incorrere facilmente nel non lecito, in una città così piena di marcio. La grandezza sta nel superare l'ostacolo e continuare con la massima determinazione. Grande Virginia, oggi ti amo ancora di più, a 200mila!!

Unknown ha detto...

La Appendino si è rifiutata di firmarlo. Ecco qui la differenza fra una donna che è intelligente, dignitosa con un profondo senso delle istituzioni e una Virginia Raggi che evito di definire per non espormi a querele.

Anonimo ha detto...

Dalla Gruber stasera c'era ospite Marino: ogni 30 secondi diceva "anche in questo ammetto di aver sbagliato quando ero sindaco"..

Anonimo ha detto...

L'hai chiaramente espresso mettendola in contrapposizione all'intelligenza dell'appendice dell'Appendino: quindi "Raggi è scema! faccia di serpente!" Ma quale querela, niente ricreazione e niente merendina!

Anonimo ha detto...

Bat21 hai ragione: "ma quale mafia?!"

Anonimo ha detto...

zi nu ve biasge, nadevene a hoslohh!!!

Anonimo ha detto...

Porco de Nando, Roma comandata da Scientology...
....ahahahahahaha

Anonimo ha detto...

9:50 PM
Io l'ho pensato,anche perchè lui si è definito lo spermatozoo che fecondava il M5S in un post
e la lombardi ha detto che era il virus...
Un po strano no?

Anonimo ha detto...

Si vota col cervello non con la panza, innanzi tutto, poi tra la raggi è giaccheti sarebbe stato meglio il secondo, sicuro proprio

marco_pascucci ha detto...

La perla finale del codice di comportamento citato ieri sera dall'anonimo delle 8 e 18 (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/2016/02/ecco-il-codice-di-comportamento-m5s-per-roma.html) sono i primi tre punti che i candidati M5S hanno dovuto dichiarare ai sensi della degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 (quello ben noto delle autocertificazioni), ovvero:

* Di non far parte dei servizi segreti italiani o stranieri
* Di non essere affiliato o associato o svolgere attività per conto o a favore di sodalizi criminali
* Per quanto di sua conoscenza, che la condizioni di cui ai punti precedenti non riguardano
nessun familiare o convivente del Sottoscritto


E' notorio, infatti, come criminali o agenti segreti CIA/KGB mai si presterebbero ad una autocertificazione falsa ai sensi del DPR 445/2000. Bravi M5S, voi si che date garanzie serie ai cittadini!

Anonimo ha detto...

Vogliamo dire una parolina sulla fortuna di Alfredino del XIV municipio, che ora è diventato capotreno?
Infatti il concorso che lo promuoveva, sospeso da Rettighieri per irregolarità, è stato ritenuto valido dal nuovo manager Fantasia.
Così, dovesse cadere la Giunta, il Nostro abilissimo presidente sarebbe comunque sistemato, dato che immagino nemmeno i 5stelle avrebbero il coraggio di rivotarlo.
Oppure sì?

francesco prudenzano ha detto...

Anche quando sbarchi negli USA ti fanno domande apparentemente sceme tipo: vieni negli USA per fare attentati?
Il punto è proprio questo: il rapporto etico da stabilire e il fatto che euna bugia non ha appello. Sparisci e basta!

Anonimo ha detto...

Se il contratto venisse rispettato, sarebbe una grande garanzia.
Nel paese dei servi, tutto questo anelito alla libbbertà intellettuale fa ridere. In un partito c'è sempre un controllo verticistico, tant'è che non esiste nessuno che all'interno del pd si sia mai schierato contro le vergogne del pd.
Il contratto, non ufficiale, ce l'ha anche l'estensore nominale di questo blog, e con un contraente e termini assai più imbarazzanti di Casaleggio.
Quanto alla lucidità e alla psicosi, la Raggi è solo un sindaco tempestato di accuse - effettivamente giuste, perché nel selezionare solo collaboratori criminali non ci può essere innocenza - che di fatto non ha reazioni di sorta, anzi, risponde con una inerzia anomala, che può essere sia ostinazione da malafede, che un - improbabile - retaggio di candore.
Qualche alterazione ce l'ha chi, pur di rivestire un ruolo che non gli compete, per esempio quello di redattore di una rivista d'argomento estraneo alle proprie competenze, pur di trovare un lavoretto, pur di sentirsi qualcuno senza essere nient'altro che un tirapiedi, si presta a far parte di un giro di criminalità organizzata, convinto che la tessera di giornalista e una camicia celeste lo proteggeranno da tutti i mali.
Probabilmente lo stesso giro della raggi, perché i pizzini mascariatori hanno la stessa genesi.

bat21 ha detto...

Questa storia qualifica molto l honestah fi questi fenomeni a prescindere da questi ridicoli contratti.

Anonimo ha detto...

Colpevole o stordita, il lancio della Raggi nel Colosseo deriva dal fatto che, invece di agevolare la clientela mafiosa e dire di sì a tutti i progetti del sor gaetano, si è limitata a mantenere alcuni evergreen della corruzione, senza assecondare in toto i progetti edili covati dal pd, e perciò ha scontentato tutti: grillo che si ritrova col partito sputtanato, e la caltagirone spa, che in conto parnasi non si può accontentare di uno stadio senza il cadeau di un bel pezzo di agro da devastare. Gli serve per la dentina.
Come si è già scritto - la bella Virgi ha imparato a sue spese che su certi fronti non si può dare un colpo al cerchio e uno alla botte. O stai coi mafiosi, o stai contro i mafiosi. Sorge infine il dubbio che non sia né stupida, né candida, visto che con gente come la muraro e panzironi collabora ormai da anni, ma, come si ipotizzò a suo tempo, sia un'infiltrata del pd e del pdl, tanto è lo stesso, per distruggere dall'interno il movimento 5 stelle.

Anonimo ha detto...

Dall'inizio si è notato che aveva appoggi su fronti insoliti per l'orizzonte dichiarato dai 5 stelle, e dall'inizio si è notato che il movimento 5 stelle poteva essere un avamposto dei stessi comitati di affari che di solito manovrano il pd e il pdl, per aggirare lo scoglio di mafia capitale.
Insolentirla e darle addosso sul piano personale è una cosa da poveracci, tanto più che le certezze sulle intenzioni e sulle relazioni di certi incarichi le può fornire solo la magistratura. Allo stato attuale la Raggi è solo il sindaco soggetto al solito lancio dei pomodori, perché ci sono giochi di potere in corso tra politica e imprenditoria, e le cagne del pd sono tutte in fila pronte a dire "sì buana" allo stadio, all'espansione su torrino, alle olimpiadi, ecc. ecc.
Inoltre, se una contestazione razionale rivendica una risposta razionale, una gogna costante (e il figlio, e l'albero, e il selfie mal riuscito, e se alza un dito, e se chiude un occhio, e se dice A, e se dice B, e che noia) mira solo a inibire ogni interlocuzione, quindi a distruggere.
Figuratevi voi se il pd o un dipendente di Caltagirone in un mondo sensato potrebbero mai mettersi a urlare contro la corruzione dei 5 stelle. Su.
I 5 stelle in confronto al pd sono una congrega di Cappuccetto Rosso. Ma anche la banda della magliana, nel confronto col pd acquista un rilievo morale.

Anonimo ha detto...

Certo che se almeno un giorno lavorasse sui problemi di Roma invece di non fare un caz o cercare di mantenere la propria faccia e quella dei suoi colaboratori incollata alla sedia, la sua reputazione di certo non ne risulterebbe guastata.

Anonimo ha detto...

Che palle! Basta! Questi sono peggio di quelli che li hanno preceduti! Ma quando cominciano a lavorare per renedere questa città più decente. Ma è possibile che siano così incapaci?


Anonimo ha detto...

Se sui media si fanno 23545 servizi al giorno sui 24 secondi in cui sbadiglia, sembrerà che non faccia altro che sbadigliare. I politici vanno criticati sui fatti, se risulta collusa col mondo di panzironi, basta e avanza, senza darle della cozza e della deficiente. Il livello altrimenti scende all'insulto a brunetta perché è basso, roba veramente da bestie.
Per capire la pervasività di Caltagirone, termine che useremo per sintetizzare tutta la galassia di poteri che gli gravitano intorno, vi basti esaminare le nomine fuori legge del governo renzi.
Ci sono innumeri casi di emeriti signori macchitteconosce finiti a dirigere enti pubblici DOPO aver transitato dai cantieri metro C. Consultate i cv sui siti ministeriali: troverete foto di scapocciati impresentabili e curricula di 4 righe stiracchiate, entro le quali spicca una collusione mascherata da sospetta esperienza professionale.
Metro c ha sparso i suoi ingegneri e i suoi architetti per la pubblica amministrazione come crono spargeva il suo seme per il mondo.
Con lo stesso risultato fecondativo, mostri.

Romamia ha detto...

È allora? Non trovo niente di scandaloso. In un Movimento, fortunatamente senza basi ideologiche, che riunisce persone, spesso molto diverse, con obbiettivi comuni verso il vero cambiamento era d obbligo che ci si desse regole, codici etici, anche da sottoscrivere, per la salvaguardia degli impegni assunti dagli eletti cosi da bandire personalismi indivisuali e danni al movimento stesso.
Comunque non è un contratto. Avete criticato il nulla.
Anzi, suggerisco che anche i partiti politici dovrebbero firmare il medesimo codice comportamentale

Anonimo ha detto...

Su Giacchetti non sono d'accordo, non si poteva votare senza accettare anche la condotta scellerata della forza politica che lo appoggiava.

È come se il mio amministratore di condominio stupra mia moglie, mi mura una finestra per farmi dispetto e mette lo zucchero nel serbatoio della mia macchina, poi si deve votare e io che faccio? Voto suo cugino bravo ragazzo, da lui appoggiato, che dice "Non preoccuparti, sistemo tutto io"???

Anonimo ha detto...

Immaginnate quale contratto un ipotetico presidente del consiglio dovrebbe firmare se andasse al governo il M5S. Praticamente avremmo una troika della casaleggio associati con a capo rocco casalino. Tutte le comunicazioni passerebbero dal sacro blog (portando quantità di soldi alla casaleggio). Dopo 20 anni di Berlusconi non mi sarei mai aspettato che potesse andare peggio.

Anonimo ha detto...

Se il pd avesse un codice etico vincolante, probabilmente non sarebbe il ricettacolo di tutta la spazzatura umana della penisola.
La indipendenza del pd al governo sta nel mettere un insegnante alla difesa, un analfabeta agli esteri, un caso umano all'interno, una cretina totale a capo del senato, per essere certi che siano abbastanza scervellati da obbedire ai diktat di finmeccanica e di junker.
Peraltro, la Raggi sarebbe "incapace" di fare quale cosa, che invece giachetti saprebbe fare, esattamente? Andare a stringere la mano a uno spacciatore del pigneto promettendogli prosperità futura, senza farsi arrestare subito dopo, ecco, questa è un'abilità tipicamente comunista.
Marino, giachetti, alemanno, rutelli, veltroni sarebbero più strutturati della raggi, in che senso, precisamente?
Mi pare che l'unico senso possibile sia i politici del pd e del pdl sono talmente amalgamati all'impasto di interessi che governa questa città, da essere parte della cancrena, e abbastanza da venire lasciati in pace dai media.
Veltroni è un aborto, fisicamente e intellettualmente, rutelli è il buffone che ha dato il via alla devastazione di Roma e al parassitaggio della sta, ma nessuno li dileggia o li ha ancora indagati, perché la corruzione scafata si esercita previa copertura legislativa degli amici in parlamento, nella forma del decreto lasciapassare.
La Raggi probabilmente è corrotta, non incapace. O meglio, è incapace nel suo essere corrotta, perché si fa beccare subito. O forse è stata sviata (non dare retta a grillo, sennò dicono che sei eterodiretta!), perché è troppo imbecille mettersi accanto marra. D'altronde, non esistono avvocati onesti. Se essere strutturati vuol dire non averci più la faccia, bene, cerchiamo di evitarli sempre i politici strutturati.

Anonimo ha detto...

La appendino ha dato subito il suo supporto al sistema migratorio e abusivista, quindi è solo una che si sa gestire meglio a livello comunicativo.
Si deve guardare la sostanza, non l'apparenza. Caritas e Sant'Egidio sono mafia senza che alcuna indagine lo ipotizzi, né sentenze lo sanciscano.
Si può essere molto più mafiosi da incensurati nei ruoli della caritas che indagati per falso in bilancio.
Resca, Agnelli, Riccardi, non sono mai stati indagati, 3/4 degli inquirenti della mafia stragista degli anni'90 sono stati pluriprocessati, immaginati tu che parametro è l'essere o meno indagati, se non si guarda al contenuto dei dispositivi.

Anonimo ha detto...

A bufalari!Da quando sono ad amministrare Roma con tutti i suoi problemi, primi tra tutti quelli economici creati dalla banda di criminali di destra e sinistra, la Sindaca è sotto attacco mediatico apolitico, come da nessun altra parte si è mai registrato!Voi che vi riempite la bocca di cazzate contro il M5s siete senza vergogna, dopo decenni di corruzione di partito ancora prendete le difese dei partiti tradizionali e vi scagliate contro chi sta cercando di riportare alla normalità la Capitale e non solo!La macchina del fango è stata attivata bene, del resto i partiti che da sempre si sa hanno avuto rapporti anche con le mafie hanno tutti i sistemi a loro favore!Nelle condizioni in cui è stata lasciata la Capitale cosa vi aspettavate di vedere, più che una sindaca, una fatina che con la bacchetta magica rimetteva le cose a posto con un colpo di bacchetta magica?! Non vi suona strano che ogni cosa che si tocchi a Roma o si arresta qualcuno o iniziano indagini?Questo vi dovrebbe colpire più di tutte le cazzate che ho sentito scrivere sia da questo blog che da chi ha commentato! Pensate a quanta melma ci sia sotto! I palazzinari che avrebbero voluto magna' con le olimpiadi pensate che non c'entrino nulla con questo ultimo attacco?! Malagò e Caltagirone pensate che non abbiano alcun interesse a danneggiare l'immagine dei cinque stelle?Scusate era meglio Giacchetti o la Meloni, loro si che avrebbero cambiato Roma, sotterrando tutto lo scempio che da sempre i partiti hanno fatto sui territori e nello Stato! Sicuramente grazie agli agganci con Mafia Capitale avrebbero governato senza tutto questo clamore mediatico! Continuate a mettere sotto la lente il M5s come se fosse quest'ultimo ad aver distrutto il Paese nei decenni trascorsi, ma non vi rendete conto che state facendo il gioco delle clientele e delle mafie che non è una notizia siano agganciati ai partiti?! Ancora sento dire questa giunta non sta facendo nulla... Ma siete andati a vedere quante cose sono state attivate da questa giunta a dispetto di tutte le schifezze che i partiti ci hanno abituati a vedere?Risparmi dagli sprechi dati a chi si trova in difficoltà, task torce per le buche partendo dalle periferie, introduzione di nuovi autobus e controllori più spesso in giro, pulizia fissa degli autobus al capolinea, riattivazione del servizio di raccolta dei rifiuti pesanti, approvazione del bilancio nei tempi legali, restituzione ai lavoratori del fondo previsto per la quota B del contratto accessorio unilaterale voluto da Marino, sottratti indebitamente fin'ora dalle tasche dei lavoratori, ecc... Informatevi bene prima di scrivere ste cazzate imbambolati ancora dai partiti che ci hanno ridotti nel marciume in cui viviamo! Ora state ancora a parlare del contratto che già all'epoca delle elezioni comunali ea ben noto, come fosse una nuova eclatante notizia?! Ma per favore... La verità è che non sapete a cosa attaccarvi pur di disturbare chi sta cercando non senza difficoltà di mettere ordine al caos che troneggia nella Capitale grazie ai partiti di destra e sinistra!Ma come fate ancora a fidarvi per partito preso dei politici dei partiti tradizionali mi chiedo?Ancora non vi è bastato?Però avete da giudicare una nuova forza politica come se aveste la palla di vetro su come governerà, senza porvi alcun interrogativo su come è stata governata l'Italia fin'ora dai partiti istituzionalizzati?!Se questa è l'opinione pubblica di maggioranza formatasi grazie alla disinformazione finanziata dai partiti, allora un cambiamento in Italia non è sicuramente possibile!Tenetevi gli amici dei mafiosi e vedrete che sicuramente si andrà a stare meglio in futuro! E se qualcuno crede che io sia del M5s allora non ha capito nulla, io lavoro come impiegato a Roma Capitale, in Campidoglio, e le cose le vedo da vicino ora come le vedevo prima e sono felice che finalmente si stia lavorando seriamente per la città e non per fare la solita bella figura di partito in barba agli interessi dei cittadini! Cerchiamo di non essere ipocriti per cortesia!

Anonimo ha detto...

h. 1.20, il riferimento ovviamente è a giachetti, in risposta al ridicolo commento delle ore h. 2.18 di ieri. Più mafioso di un comitato che si fa campagna elettorale tra spacciatori e centri sociali...vedi tu.
L'antimafia dà un altro tipo di certificazione. A livello penale ancora non viene considerato come la politica possa dare sostegno morale e di immagine alla complessità dei sistemi mafiosi.

h. 1.35, va bè, vero, ma se sei onesto non ti metti la muraro in giunta, non autorizzi l'occupazionismo, non voti lo jus soli. Non sono onesti, sono il meno peggio.

Mettere così in evidenza un foglio che costringe i 5 stelle a comportarsi a dovere, come se fosse un elemento negativo e non positivo, è solo una tecnica di disinformazione.
E' come quando tu davanti a un uditorio dici qualcosa di bello e buono, e interviene uno che rettifica indignato a qualcosa che tu non hai detto.
L'effetto emotivo è nella platea è: ah, ma allora questo voleva dire. E l'oratore, che quello non voleva dire, manco può obiettare.
il contratto è una cosa eccellente.

Secutor ha detto...

Sono del "settore" e siamo ad un situazione di paralisi burocratica esponenziale che a CHIUNQUE non consente di amministrare una entità pubblica: dovete sapere che con i sotto elencati adempimenti da rispettare anche il più onesto e integerrimo amministratore si becca sempre e comunque denunce e querele a seguito di mancato rispetto delle normative complesse e insuperabili che il cittadino comune non può capire ma le comprende solo chi deve subire:

Normativa ANAC
Normativa Antireciclaggio
Normativa Antimafia
Normativa Tutela e custodia Dati personali
Normativa privacy
Normativa Sicurezza sul lavoro DURC, DVR, INAIL
Normativa vigilanza sui contratti pubblici
Normativa appalti e forniture

Il tutto impugnabile e sottoposto alla normativa trasparenza e accesso agli atti.....

Tutta roba complicatissima, farraginosa, e.....facile dove scivolare per errori formali allungamento tempi.....e in fine immancabile denuncia e querele con intervento della magistratura.....

Oggi al Comune di Roma grazie a tutte queste normativi incomprensibili e inattuabili sul piano pratico nessuno Funzionario del Comune vuole firmare o invischiarsi i tutta questa tematica che per circostanze porta sempre e comunque a denunce e querele bloccando di fatto l'amministrazione ordinaria e straordinaria del Comune.

Anonimo ha detto...

Le normative diventano complicate nel tentativo di prevenire le acrobazie che si fanno per aggirarle.
Si passa dalle perizie gonfiate, agli accordi plurimi tra rup e ditte, agli affidi diretti, ai trasferimenti di capitolato, alla consip che è un rimedio peggiore del male, senza pensare che il problema è proprio a monte, ossia che la pa deve avere ditte nazionalizzate e personale pubblico, se si interfaccia con le aziende è corruzione inevitabile.
E un passo prima, che gli enti pubblici non devono avere autonomia economica. Concederla è stato solo un regalo alla mafia.
Il rapporto tra denaro pubblico e aziende private si presta sempre all'imbroglio, e le regole lo stimolano. Si sa che i grandi sistemi criminali sono capacissimi di sfruttare l'adesione formale alle regole proprio per fare i propri interessi.

connery ha detto...

"Io sono fiero di non aver mai piegato la testa, sono fiero del nostro percorso, ma il nostro percorso si fonda sul rifiuto del compromesso, sulla rivoluzione culturale a discapito del vippismo, sulle idee invece che le ideologie e sulla rettitudine del comportamento.
Chi vuole altro uscisse dalla porta e portasse con sé i suoi amici, noi non ne abbiamo bisogno.
Coraggio persone per bene, il M5S siamo noi!"
di Manlio Di Stefano

che sottoscrivo.

Anonimo ha detto...

Ma non ti vergogni a trovare giustficazione ad un atto dittatoriale che impedisce agli amministratori ELETTI DAI CITTADINI di esercitare le proprie funzioni senza vincolo di mandato?? siete proprio una setta

francesco prudenzano ha detto...

Ma non esiste proprio sta storia dell'autonomia decisionale del sindaco. sacrosanto quel patto che io prevederei per legge per tutti.
Uno prende i voti per delle idee e per dei principi e poi? NON HAI VINCOLO DI MANDATO?
Ma ti vengo a prendere a calci in culo davanti al Marco Aurelio

Anonimo ha detto...

FRANTUMI DI STORYTELLING
Un po' di tempo fa compare un notizione a titoli cubitali sui giornali.
Claudio martelli va a testimoniare al processo sulla Trattativa Stato-mafia.
Sorbole. Claudio martelli, responsabile della prima legge scandalo sull'immigrazione, pluricondannato per tangenti, massone e non bastasse delfino di craxi, si è discretamente rifatto una verginità al circolo delle beghine, per cui quando appare è come la scia della cometa di Halley, etereo e scintillante.
Uno va a leggere allora quali sconcertanti dichiarazioni abbia rilasciato il socialista di Halley al misterioso processone, e resta attonito sotto il peso delle epocali rivelazioni. Pare che ai tempi delle stragi di mafia qualche inquirente abbia avuto l'iniziativa di informare il ministero di grazia e giustizia sulla possibile gestione di una fonte riservata, dalla quale si presumeva di ricavare
importanti risvolti investigativi.
No no, non è come state pensando voi. Non è l'entusiasmo e lo zelo professionale che portano un inquirente a informare il massimo organo governativo competente di una conquista investigativa che porterà a sconfiggere la prima piaga sociale e giudiziaria d'Italia. In realtà martelli svela lo sconcertante sottotesto e la losca trama di una notizia solo apparentemente onorevole: l'inquirente in realtà cercava la complicità (?) dal ministro (?) affinché coprisse (?)"l'accordo con la fonte riservata" (?) onde risolvere il problema delle stragi.
Non so voi, ma io sapevo che questo tipo di operazione lungi dall'essere illegittima fosse la strada maestra indicata dallo stesso Falcone, che confluisce nella - oculata - gestione dei pentiti. Figurati poi se si un intento criminoso vai a dar conto al ministero.
Fortuna che a noi sventati c'è martelli e il suo circolo delle beghine che ci erudisce sulla effettiva portata di certi avvenimenti.

Diego ha detto...

Ben venga questo contratto, in contesto come quello romano è una garanzia per tutti.

Anonimo ha detto...

FRAMMENTI DI STORYTELLING 2
Naturalmente fra massoni le cose non sono mai così lineari. Martelli nella sua vita va un po' a zig zag per confondere le acque, per esempio in altra sede ricorda la notizia, quella sì degna di evidenza, dei rapporti tra orlando e ciancimino, e d'altro canto anche orlando mentre pugnalava Falcone lo faceva dando addosso ad andreotti, proprio come robin hood. E se robin hood massacra Falcone, deve avere sicuramente un ottimo motivo, spiega il manuale di psicosemiotica.
Giusto per inciso va ricordato che il ministro di allora nega la fondatezza del fatto riportato da martelli, il che comunque poco cambia, vista la sua totale inconsistenza criminale.
Il punto è che il senso della realtà risulta capovolto dall'approccio con cui il referente, martelli, la ha imbonita. E partendo da fatti forse anche veri. Se leggete gli estratti di quella testimonianza, vi rendete conto di che cosa si arriva a fare della verità con la padronanza delle tecniche mistificatorie, trasformando un fatto meritevole di encomio in una testimonianza a carico in un'aula di tribunale.
Del resto la stessa portata spiacevole del processo sulla presunta Trattativa viene dall'amplificazione e dalla distorsione mediatica che ne è stata fatta. Uno sente la dicitura a effetto e questo processo gli fa subito simpatia: pensa che sia il redde rationem del livello centralizzato dei rapporti tra mafia, massoneria e imprenditoria. Invece se perde tempo a leggersi le carte, scopre che si fanno le pulci a una decina di persone (lo "Stato"), accusate di aver applicato metodi border line nella gestione delle fonti mafiose. Senza alcun vantaggio personale. Bo.
Praticamente un - legittimo, eh? - processo per abuso d'ufficio.

Anonimo ha detto...

COCCI DI STORYTELLING 3
Distorsione mediatica di un processo, utile soprattutto a chi della vera mafia fa parte, come qualcuno ha compreso e riferito.
D'altronde sarà un po' strano che proprio tutti tutti tutti coloro che hanno guidato la lotta alla mafia, sopravvissuti agli attentati, siano pericolosi criminali.
E allora, tornando al contratto dei 5 stelle, un foglio di carta con dei parametri di comportamento liberamente eleggibili, che ratifichi l'appartenenza a un movimento, da carta di garanzia può diventare patto col diavolo.
Vale per i dieci comandamenti, per il codice penale, per le regole del poker.
Dipende da come la racconti.

Anonimo ha detto...

Io spero con tutto il cuore che la Raggi riesca ad andare avanti il piu' possibile a fare il sindaco, questo per il bene dell'Italia intera, naturalmente esclusi i cittadini romani, che purtroppo per loro l'hanno votata...
Mi spiego meglio : se la Raggi riesce ad andare avanti almeno un altro anno (di piu' sarebbe veramente impossibile !) , il m5s sara' cosi' sputtanato che nessuno piu' a parte grillo e casaleggio stessi voteranno per tale partito, e noi tutti ci saremo liberati da questi cialtroni incompetenti.

Quindi forza Raggi, sei la migliore arma di distruzione del m5s !!

Luciana ha detto...

Parrebbe non potersi escludere l'aver sottoscritto un "patto leonino" e quindi perseguibile per legge.

bat21 ha detto...

dicembre 18, 2016 7:48 PM Si sacrificare Roma per salvare il paese. Lo spero anche io.

Luciana ha detto...

Parrebbe non potersi escludere l'aver sottoscritto un "patto leonino" e quindi perseguibile per legge.

Anonimo ha detto...

ridateci stalin, porco iddi0.

Anonimo ha detto...

dai seriamente, diamo la città in mano a chi sa governarla realmente,
CIOE' GLI ZINGARI.

Andrea de Leitenburg ha detto...

l’estrema destra? Che roba hai assunto ?

Anonimo ha detto...

Con Alemanno i Casamonica erano stati persino fotografati alla famosa cena! Tu sei uno di quelli col posciutto Sandaniele davanti agli occhi per non capire perché la gente non vota più i soliti partiti. Svegliaaaaaaaaa!!!!

Anonimo ha detto...

ok, se siete d'accordo Virginia Raggi è parte del new deal italiano, farà bene d'ora in poi come sembra dal suo manifestao facebook di ieri. Mi pare determinata a non perdonare l'insulto grillino. Sono quasi certo delle sue vere intenzioni.
Non può finire tutto in cavalleria così e non è sola.

Anonimo ha detto...

Noto uno strano disorientamento nei commenti dei soliti stellini.
Tentano di argomentare ma sproloquiano e sforano alla grande. I commenti così lunghi non li legge nessuno.
Il contratto è preoccupante a dir poco. E dimostra senza ombra di dubbio che i vertici m5s sono conniventi con gli errori della Raggi. Se lei è ingenua e sprovveduta (ma chi ci crede?), Grillo e co. avevano il modo di fermarla prima.

Anche la solita risposta buona per tutte le stagioni "e il pd?" sembra spuntata

Anonimo ha detto...

Alla famosa cena coi Casamonica c'erano anche membri del PD, tra cui un attuale ministro.

Anonimo ha detto...

Sicuro che quella sentenza di applichi anche i partiti e movimenti politici? Qui c'è la costituzione di mezzo.

francesco prudenzano ha detto...

Pidioti... rosicate rosicate!

francesco prudenzano ha detto...

Il contratto è sacrosanto. Dovrebbe essere obbligatorio per legge così gli opportunisti se ne vanno affanculo

Anonimo ha detto...

Chi prima di oggi ha governato Roma era una banda di ladri, ma oggi la realtà è che la Raggi ed i Cinque Stelle sono totalmente incapaci a governare Roma e non miglioreranno poichè oltre che essere ignoranti sono anche arroganti.

Anonimo ha detto...

Spero sia solo una boutade giornalistica che la Virgo Virginis durante l'assedio alla Provincia abbia ipotizzato di allargare il governo della città ai sopravvissuti nipotini di AleDanno di FdI.

Perchè se fosse vero altro che "Magico", solo un osceno Raggio Nero che chiude troppe alleanze incredibili e torbide di questa consiliatura "Honesta" : quel nero di fascistume periferico corrotto che ha saccheggiato e annichilito Roma e le sue municipalizzate riempendola di dirigenti ora finalmente in galera.

Anonimo ha detto...

"Sono ben altre le responsabilità di Marino, che quelle degli scontrini"
Casaleggini associati PentaStrilli, quali sarebbero di grazia?

La PandaRossa in ZTL?
L'invito papale a Pittsburgh?
Il funerale dei Casamonica?
La settimana di ferie a ferragosto?

Perchè SOLO con queste IDIOZIE FASULLE avete aizzato il becerume forcaiolo per prendervi AVIDAMENTE il potere e massacrare Roma in combutta con avanzi di AleDanno che l’hanno annichilita.

MARINO E' STATO ASSOLTO- PERCHE' i FATTI NON SUSSISTONO- DA TUTTE LE VOSTRE MISEREVOLI CALUNNIE A FIN di AIZZAMENTO DI BECERUME FORCAIOLO PER AVIDA VOGLIA DI POTERE

E per molte di queste bufale architettate con intimidatorio metodo Boffo sono state emesse sentenze risarcitorie di GIUDICI (quelli veri, non i Forconi) dei Tribunali di Milano e Roma.

ARIDATECE MARINO

Anonimo ha detto...

questo codice di autoregolamentazione - o contratto, come lo definite voi - non ha alcuna valenza e dal punto di vista degli atti pubblici (il comune è un ente pubblico) è nullo . In altre parole è una buffonata, come tutte quelle messe in atto da questa setta, da giugno ad oggi. Più che altro mi preoccupreri delle lotte interne tra fazioni per la gestione della macchina comunale.

Anonimo ha detto...

qualunque cosa ci sia scritta su quel pezzaccio di carta come cittadini non ci interessa. La cosa grave è che questa gente non ha fatto un accidente per la città. Zero, zero, zero. Non hanno fatto niente di niente. Salvo togliere un pò di quei cumuli di monnezza che si erano accumulati tra metà maggio e il voto. Bus ? Niente.
Tram ? Niente Metro ? Niente. Sburocratizzazione ? Niente. La città resta buia e pericolosa, il commercio abusivo dilagante, le mura dei palazzi imbrattate, i servizi non funzionanti a livello europeo, le strade un colabrodo, le strisce pedonali dipiente con l'acqua, le zone pedonali piene di automobili, il servizio rimozione auto sempre nullo, i controllori sui bus quasi inesistenti, in pratica l'amministrazione è nullafacente.

Anonimo ha detto...


IL COSIDDETTO CONTRATTO E' FUFFA, MA LA DICE LUNGA SULLA LORO MENTALITA'.
LO SCHIFO VERO E' IL PROGRAMMA ELETTORALE, TOTALMENTE VUOTO E INESISTENTE. UNA CAPITALE MODERNA COSI' MUORE.

Anonimo ha detto...

E già, non ricordi Grillo e Casapound?
Io si.

anonino ha detto...

Mi fa piacere che qaqualche grullino trovi del tutto normale un contratto del genere tanto da dire "che c'è di male". Tutto non va un movimento anomalo che non è un partito ma assomiglia piuttosto ad una lobby in cui quelli che decidono sono solo una o due persone al massimo. Che genera profitti per le visite al blog dell'"elevato", non quiantificabili.I candiadti si scelgono con un click (controllato da chi???). Uno è uguale ad uno , ma poi chi comanda è uno solo. Senza un programma di governo solo dei "vaffa" generici. "onestà onesta" , ma già nel loro piccolo hanno avvisi parecchi avvisi di garanzia a carico dei loro amministratori. Sono garantisti con se stessi (prima devono leggere le carte) e giustizialisti con gli altri. Falsificano le firme e a Grillo fanno tenerezza. Omertà omertà , le denunce se li fanno a loro interno (vedi Palermo e Bologna ed il caso Marra a Roma) Ditemi dove stà la diversità???.
Tutti gli altri partiti hanno uno statuto al quale gli iscritti devono attenersi. I grillini hanno invece ontratti privati illeciti. L'incompetenza regna sovrana nella loro classe dirigente tanto che devono ricorrere a tecnici esterni , fuorisciti dali altriu partiti vedi Marra, Manzilli oppure a tecnici "discussi" quale la Muraro.

Anonimo ha detto...

Ma c'è anche un consigliere Pietro Calabrese che al posto della data di stipula ha messo quella di nascita. Annamo proprio bene, è come se a scuola in cattedra sono saliti i bidelli

Anonimo ha detto...

si dice "è come se FOSSERO"

Simona Puddu ha detto...


I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 55.000€ senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

Anonimo ha detto...

ma le firme , almeno queste, saranno vere?????

Anonimo ha detto...

Invito tutti quanti a leggere l'illuminante articolo di Cerasa sul Foglio (Il caso Raggi svela la truffa legale del M5S), in cui, in maniera elementare, spiega gli articoli della Costituzione violati dal contratto in parola. Prego, in particolare, i simpatizzanti M5S a leggerlo, ma con autocritica, serietà e onestà intellettuale, e con la Costituzione (che avete strenuamente difeso perchè la più bella del mondo) alla mano, giusto per rendersi conto di quello che sta succedendo.
Nessuna bufala, nessun fake, nessuna invenzione dei pennivendoli di regime (peraltro la stessa simpatica definizione veniva più volte rappresentata da noti esponenti dei NAR in fase di interrogatori...), solo e soltanto regole, leggi, fatti.
Grazie

marco lofoco ha detto...

E' anticostituzionale. Lo vuoi capire o no? I politici NON devono avere vincoli di mandato.

So che per voi strenui difensori della costituzione (che manco conoscete) è difficile da capire ma non si tratta di "tutelarsi" si tratta di "limitare".

Anonimo ha detto...

Non mi stancherò mai di ripeterlo: Roma, ormai, è in un tale degrado e sfascio che. per risistemarla, non basta una giunta comunale ordinaria, di qualunque colore sia. Per almeno cinque anni, questa città va commissariata. Ed anche il commissariamento deve essere di tipo straordinario, ossia il commissario deve avere poteri speciali, carta bianca e deve essere apolitico, onesto, serio, duro e deciso. E dovrebbe essere quasi (non esattamente, ma quasi, appunto) come quando, sotto il nefasto regime, non c'era il comune ma il governatorato, e la figura del sindaco era sostituita da quella del podestà, che rispondeva del suo operato direttamente al capo del governo. Finchè non si farà così, qui non cambierà mai nulla in meglio, anzi andrà sempre peggio, sia che vengano rossi, neri, gialli, grillini, grilli parlanti, giaguari e via dicendo, perchè ormai siamo al proverbio che dice "...a mali estremi si adottano estremi rimedi", e così dev'essere. Poi, dopo almeno cinque anni di questo "regime duro", allora forse si può tornare ad una giunta comunale ordinaria, ma non prima.

Anonimo ha detto...

Ecco chi ci vorrebbe, come commissario straordinario per Roma:

https://it.wikipedia.org/wiki/Kim_Jong-un

Enrico Cardillo ha detto...

Sì, però la Raggi era così tanto vincolata che quando Grillo le ha chiesto di rinunciare a Marra, lei se ne è fregata!

Anonimo ha detto...

Siete esageratamente di regime, non parlate d'altro che della Giunta Raggi che avete votato con una maggioranza più che importante e quindi non si capisce se alla fine siete tutti complici e assertori delle precedenti amministrazioni mafiose e corrotte, che vi hanno ridotto la città proprio ad uno schifo e anche di più. Pubblicate la relazione al bilancio senza comprenderne nemmeno una riga, tanto che posso assicurarvi, che tutti i bilanci delle precedenti giunte non hanno passato il primo turno, quindi non fate crociate inutili che finiscono per annoverarvi tra gli ignoranti plurimi. Inoltre giova puntualizzare la scarsissima esperienza della presidenza dell'OREF, il bilancio più complesso che ha esaminato è quello di una comunità montana di 9.600 abitanti, ma secondo voi chi realmente ha fatto quella relazione dove si dice tutto e non si dice niente, inoltre ogni organo di Revisione che ha competenza e dignità collabora sempre con l'organo amministrativo suggerendo durante le verifiche periodiche e preliminari, non si dovrebbe mai arrivare a dare pareri negativi anche perché nascondono situazione occulte legate solo a mandanti che altro non voglio che la Raggi si dimetta, ma penso che questo non accadrà perchè la realtà è differente e Roma e tutta l'italia in questo momento è in stato d'assedio da parte di gente senza scrupolo e sponsorizzati dai poteri forti che sinora hanno governato città e nazione come se il popolo non esistesse.

Anonimo ha detto...

in passato vi seguivo ma siete un'informazione politicizzata a orologeria

ShareThis