Buone notizie. Finalmente addio alla sosta selvaggia sotto lo Scalo San Lorenzo

4 settembre 2017
Per capire l'importanza che ha per noi questa cosa basta vedere quante volte ne abbiamo parlato in passato. Questo, questo, questo e ancora questo contenuto sono soltanto degli esempi. 

Da qualche anno, infatti, in ossequio alla crescente inciviltà che si sta divorando la capitale, il marciapiede pedonale del sottopassaggio dello Scalo San Lorenzo era preso di mira da decine di cafoni che con le loro auto in sosta vietata rendevano non più percorribile il passaggio pedonale. Gente a piedi, mamme con passeggino, disabili, anziani: tutti costretti a passare in mezzo alla strada. Non c'è scappato il morto solo perché a Roma chi guida mette in conto le assurdità che altrove non esistono.

Fin dall'inizio le nostre segnalazioni, la prima sarà di quattro o cinque anni fa, sono state prese sul serio da Enrico Stefàno che nel frattempo è diventato capo della Commissione Trasporti della città e che ci promise di occuparsene. Questo è un argomento più che altro attinente alla Commissione Lavori Pubblici, ma Stefàno ci ha lavorato lo stesso e oggi porta a casina il risultato. Promessa mantenuta. 

Certo che è una cosa piccola, ma è una cosa molto significativa che va nella direzione corretta della stroncatura (non tramite inutili multe, ma tramite impedimenti fisici) di chi si comporta male e nella tutela dell'utenza debole. Tanto più che negli ultimissimi tempi l'area si era ulteriormente trasformata vista la presenza di un grande lotto immobiliare che, invece di essere sviluppato come accadrebbe in tutto il mondo, è stato tramutato in poco opportuna location per eventi serali che hanno aggravato la presenza di cittadini poco civili specie la sera. 


Da oggi parcheggiare come criminali fregandosene di tutto e di tutti non sarà qui più possibile; da oggi anche chi decide la sera di spostarsi a piedi, in bici, in taxi e di non prendere aaaamaghina che poi bisogna trovà erbbuco ndomettela avrà maggiore rispetto. Non possiamo esimerci, però, per chiudere dal fare un accenno al design di questi oggetti. Siamo in una zona storica, centrale, venti metri più in là c'è Porta Maggiore, uno dei reperti più significativi di tutta la romanità, e ci permettiamo di utilizzare questi materiali, questi colori, questa qualità di progetto che non sarebbe plausibile neppure nell'ultimo e più insignificante paesino abusivo d'Italia. Perché? Come mai siamo l'unica città che si permette di auto rovinarsi, di auto infangarsi, di auto squalificarsi, di auto imbruttirsi senza neppure rendersene un po' conto?

40 commenti | dì la tua:

Pask 900 ha detto...

Le ultime frasi mi hanno amareggiato, sembra che nella pubblica amministrazione il cattivo gusto sia la stella cometa da seguire. Perché, perché perché?

Anonimo ha detto...

quegli osceni paletti non mangeranno il panettone

Anonimo ha detto...

SI VABBE' .. MA A TIBBURTTINA ????? NOVITA' ??? PROGRESSI..??? SVILUPPI..???
tutto tace .... tutto fermo da mesi...anni!!!

Anonimo ha detto...

ancora una cacata ,ho visto come hanno fissato quei paletti.
Hanno fatto un buco messo giù il paletto e messa un pò di malta per chiudere il buco.
Si possono togliere a mano con un minimo sforzo.
Roma delenda est

Anonimo ha detto...

Ohhhhh, mo' si. Finalmente stanotte dormo tranquillo.

Anonimo ha detto...

Semplicemente perchè facciamo ancora lavorare le solite micro ditte scadenti romane (che sono poi le stesse che rifanno le strade, marciapiedi ecc.), che la Raggi ha esplicitamente detto di voler difendere e infatti le continua a far lavorare.

Anonimo ha detto...

Me pare che era proprio da quei pizzi che l'attacchino t'aveva sputato in faccia, vero Toné?

Anonimo ha detto...

Vabbè, regà, ma tanto a sera mica passano i disabili o i passeggini! Se poteva pure parcheggià pe annà dallo zozzone!
Cmq scherzi a parte lì fa schifo tutto il contesto, non sono certo i parapedonali il problema. è da rifare tutta la strada!
Ma è così in tutta Roma! W continuo a sostenere che, in un contesto degradato, tutti sono portati ad avere poco rispetto.

Anonimo ha detto...

Considerando che questo intervento era originariamente stato previsto per Aprile, meglio tardi che mai, avevo quasi perso le speranze.

Anonimo ha detto...

paletti in stile mafia capitale
osceni tanto come design che come materiali
ma queste nullità che ci amministrano hanno mai visitato una capitale europea e visto come sono gli arredi urbani?

Cristina dell'Amore ha detto...

Ma perché continuate a suonare la grancassa ad un seguace del pregiudicato ligure che non è capace di trovarsi il buco del c**o cercando con due mani?

Anonimo ha detto...

A cristí ma pensa ar tuo de bucio che c'hà gli svincoli tipo er GRA

Anonimo ha detto...

Belli,bellissimi quei zeppi di ferro. Mi spiace per voi che non avete macchine, se aveste macchine e motorini sapreste vivere meglio. Ignavi.

Anonimo ha detto...

Vorrei spezzare una lancia in favore del parcheggio da voi giudicato scorretto: se i posti non ci sono come fare? Anche se sbagliato basta che non diano intralcio. A che serve un intero marciapiede libero alle 4 di notte?

Anonimo ha detto...

C'e' un sacco di gente appartenente a "categorie protette" che sa che non rischia nulla se un bel giorno decide di rimuovere quei parapedonali. Credete che i parcheggiatori abusivi e proprietari di locali rinunceranno cosi' faclmente agli introiti provenienti dalla sosta barbara dentro al tunnel?

Anonimo ha detto...

Urca!!! Anno II dell'era pentafessa a Roma, si porta a casa il mirabolante risultato! d'altra parte li avete votati per questo no....promessa mantenuta!!!

Anonimo ha detto...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/09/04/news/roma_la_crociata_di_dado_contro_i_vigili_ora_li_sfido_in_tribunale_-174596107/

L'attore dado perseguitato dai vigili urbani romani.

Anonimo ha detto...

Ok vediamo per quanto tempo restano su , per misurarlo che più che il calendario temo servirà il cronometro

Anonimo ha detto...

bene ed ora il prossimo passo sia proteggere con parapedonali gli accessi a villa panfili lungo l'aurelia antica, oggi un'autentica follia

Anonimo ha detto...

Certo confrontato al nulla è un risultato clamoroso, ma sono del tipo che si piegano appena li sfiori, si arrugginiscono alla base e dopo qualche mese cascano a terra. Brutto per brutto, per resistere a Roma ci volevano i jersey in cemento armato.

Anonimo ha detto...

Sempre intasati?

Anonimo ha detto...

Solo un demente si può lamentare del fatto che i paletti siano brutti dentro un sottopasso in cemento armato. In ogni caso il colore li rende ben visibili, visto che molti hanno difficoltà a vedere quando guidano (portonaccio docet)

Anonimo ha detto...

Vabbe', stai a parla' de Tonelli.

Anonimo ha detto...

uuuaaaooooo che opera faraonica!!!!! c'è la invidia tutto il mondo!!!!
Da domani su Sky "Megastrutture" potrete seguire tutto il colossale progetto

Anonimo ha detto...

Ora ci vogliono le telecamere per beccare chi sicuramente andrà a sradicarli

Anonimo ha detto...

Bastano cose molto semplici per risolvere problemi che nessuno aveva mai affrontato. Di faraonico a Roma non è stato fatto nulla da 2000 anni, a parte le cazzate

Anonimo ha detto...

la maggior parte di chi scrivo contro l'istallazione dei paletti sicuramente non vive in quella strada come me, sicuramente però fa parte della feccia de tossici e imbriaconi che la popolano la notte vero zecche?

Anonimo ha detto...

Finalmente i pedoni sono tutelati.

Anonimo ha detto...

Due problemi:
1) parcheggeranno comunque lungo la strada, tanto un'altra macchina ci passa.
2) lasciano comunque ai pedoni la possibilità di attraversare.

Perchè i lavori sono stati fatti in ora di punta? ieri 45 minuti per fare dal Verano a Porta Maggiore e poi solamente altri 25 per arrivare a Pomezia.

Anonimo ha detto...

E fa caldo, e fa freddo, e fa tiepido....!

Anonimo ha detto...

Vi lamentate di qualunque cosa? Ma scusate rivolete quelli di prima, che se uno provava a fare mezza cosa buona lo accoltellavano?

Anonimo ha detto...

adesso vediamo quanto ci mettono i mafiosi dell ex-dogana leccaculo del pd e protetti dalla questura a farli togliere....per le loro merdate non avete MAI, scritto qualcosa....


D.

Anonimo ha detto...

Hanno fatto la stessa cosa a Via dei Fulvi. Macchine parcheggiate sulla strada e motorini sul marciapiede. Se onn si interviene sanzionando e portando via le auto la situazione non cambia. Siamo a Roma purtroppo...

polystyrene ha detto...

Bene, sono contenta! Mi pare però francamente surreale preoccuparsi dell'estetica dei paletti quando l'adiacente area archeologica di Porta Maggiore è ridotta a discarica e pisciatoio.

Anonimo ha detto...

La macchina non è un diritto avere il posto sotto ar culo il diritto é poter camminare li anche di notte e poi se ti informi un po sugli orari degli autobus vedrai che con le notturne li ci arrivi

Anonimo ha detto...

Ma non ce nessun problema se tolgono una corsia anzi secondo me ci dovrebbero fare proprio le striscie per parcheggiare a che serve due corsie se tanto si bloccano tutti al semaforo

Anonimo ha detto...

Gisutissimo il commento sulla ex Dogana. E c'è qualcuno che per caso li abbia denunciati.
Questo è il pd, mafia, assassinio, feccia al potere.
Perché nessuno protesta?

Anonimo ha detto...

Se prima con le maghine parcheggiate male in divieto a vari articoli del CdiS si passava a malapena, da ora , la sera non si passerà per niente, perché è sicuro che le maghine in sosta vietata verranno ugualmente messe. Sicuramente come la preferenziale di portonaccio che ad oggi registra centinaia di transiti illegali. A questa gente non frega un cazzo di multe, paletti o di telecamere

Anonimo ha detto...

"Queste zone non sono di certo note per la produzione di "prodotti tipici natalizi""

Gubbio, il centro Italia, la zona di San Francesco d'Assisi, quando ci vado in effetti mi sembra di stare ai Caraibi. Quel brutto albero di natale che fanno ogni 8 di Dicembre poi, che orrore. Norcia e Santa Rita da Cascia poi che vuoi che producano di natalizio. Solo Santi e qualche pietanza. E' ben più natalizio avere una bella renna lappone.

Avete un tono uguale al M5S.

Arrivate, dite come si dovrebbero (e si sarebbero dovute fare) le cose e tutto il resto è schifo. Il vostro apporto conta quanto la chiusura della stalla dopo che sono scappati i buoi. Sembrate vecchi di paese. Sono certo che fareste come loro al governo. Ingrassereste l'esercito dei "noi sapremmo" salvo poi cercare di dare la colpa all'amministrazione precedente.

A voi piace una Roma come Milano, che è meglio avere una città devastata dalle industrie che nasconde i suoi parchetti della droga ed i suoi corrotti al palazzo di Giustizia (ma giustamente chiamandosi Milano nessuno sponsorizza: bisogna che si veda quanto è "cool" agli occhi dei mediocri e del popolo caprone e poi mica c'è il M5S al governo) al posto di una città che, nonostante le sue oscene gestioni, riesce sempre a farsi una risata sopra e che è ben consapevole di come gira il mondo, avendolo fatto girare lei stessa per più di un millennio. Su tutto, non solo sull'economia.

Dio, siete talmente orrendi che devo impedirmi di continuare a scrivervi. L'ho già fatto una volta anche in privato e sono stato anche ignorato perché, come nelle migliori metodologie fasciste, il "diverso" è importante che non faccia troppo rumore.

Arrivederci.

Anonimo ha detto...

Sante parole

ShareThis