In quale altra città del mondo i bagarini fuori dallo stadio lavorano impuniti?

22 settembre 2017

Vorrei segnalare la totale indifferenza nella quale operano i bagarini nei pressi dello Stadio Olimpico a letteralmente pochi metri dai vigili urbani.

Il 15 luglio 2017 ho parcheggiato l'auto in un garage a pochi passi da Piazzale di Ponte Milvio e nei 400 metri che mi separavano dalla fila per l'ingresso allo stadio ho incontrato una ventina di bagarini. Ho anche incontrato tantissimi  vigili (decisamente più dei bagarini) a cui ho personalmente segnalato quello che stava accadendo a pochi passi da loro nella più totale indifferenza. Ho ricevuto risposte diverse, una più avvilente dell'altra; ne riporto giusto alcune:

- "abbiamo le mani legate, deve rivolgersi al numero unico 112 e far mandare la finanza" (ho chiamato il 112 e dopo 3 minuti di attesa mi hanno detto di chiamare la finanza al 119; peccato che fosse il numero sbagliato);
- "non ci possiamo fare nulla, c'è la finanza per quello";
- "ho gia' chiamato qualcuno che sta arrivando"

fino ad un maresciallo, che mi ha lasciato interdetto:

- "c'è una sentenza della Cassazione che ha depenalizzato il reato e quindi non si può intervenire, e in ogni caso diciamocelo, è uno sfogo sociale... se non facessero questo chissà che starebbero combinando". Avevo sentito una versione simile sulla questione per cui  Roma Capitale non si voglia dotare dei tornelli alla metro. Ci tengo a precisare che ho cercato fra i documenti della Corte di Cassazione e non ho trovato nessun riferimento a questa fantomatica sentenza.

Io non credo che i  vigili fossero compiacenti, ma certo è assurdo che nessuno abbia voluto o potuto neanche avvicinarsi ai bagarini per invitarli ad andare via.
Mi chiedo e le chiedo: è mai possibile che la capitale d'Italia si meriti tutto questo? E' normale che la polizia municipale agisca in tale modo?

Fra i vari compiti, come riportati sul vostro sito ufficiale, leggo:

- "Raccoglie notizie di reato"
- "tutelare il decoro urbano"
- "attività a tutela dei consumatori attraverso la verifica della applicazione delle norme sulle attività commerciali su aree private e pubbliche"

Ecco, i punti sopra elencati, sono stati tutti puntualmente e sistematicamente disattesi. Mi vergogno profondamente come elettore di  Roma e come cittadino italiano che ha in  Roma la sua capitale. Come si puo' pretendere che la citta' migliori e collabori se poi si viene addirittura derisi dalle istituzione preposte al controllo?
Qui la segnalazione che ho dovuto fare ben due volte, prima di ricevere risposta. Non so cosa sia più sconfortante, se i bagarini o l'italica risposta con cui si scarica la responsibilità sull'assente Guardia di Finanza.
Non entro nel merito dei disservizi (o meglio sarebbe "mancanza di servizio") dei mezzi pubblici: è vergognoso che una capitale europea qual è  Roma, con milioni di visitatori ogni anno, non sia in grado di gestire un grande evento, potenziando i mezzi pubblici nei pressi dello stadio. E' umiliante sapere che la metropolitana si fermi durante la notte, anche nei fine settimana.

(ho chiaramente omesso le minacce che i bagarini mi hanno rivolto quando segnalavo la loro "attività" ai  vigili).
Roberto

33 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...


Forse dovevi chiamare i caschi blu dell'Onu ...

Comunque Roma è ad un bivio: città moderna ed europea oppure il solito carrozzone mediterraneo? La popolazione romana è divisa, c'è chi si trova bene nel casino del suk e chi invece vorrebbe vivere in una città normale.

Una cosa è certa: Roma città normale non lo è e non lo sarà mai. Guardate che razza di classe dirigente che ha!

Anonimo ha detto...

Scriva alla procura della repubblica, in Italia vige l'azione penale obbligatoria (ha ha ha). La verità è che i vigili a Roma sanno solo stare impalati; è uno schifo totale.

Anonimo ha detto...

se c'è il bagarino è perché c'è chi gli compra il biglietto, i vigili di certo non svolgono al meglio le proprie mansioni, ma per avere una città civile e degna di una capitale europea ci vogliono anche cittadini degni di tale profilo, e Roma è piena di cialtroni da sempre.

Stefano

Anonimo ha detto...

I vigili allo stadio sono comandati solo per viabilita'.

Anonimo ha detto...

Mutandari, bagarini, parcheggiatori abusivi, ambulanti bengalesi, manolesta Rom.....va bene cosi', lo sfogo sociale fa felici tutti: i poliziotti non fanno un cazzo, i magistrati pure, gli assistenti sociali anche, i politici godono della pace sociale derivante dallo sfogo sociale e dalla caterva di voti provenienti degli sfogati sociali e dall'economia che circola attorno, mafiosi e camorristi si arricchiscono foraggiando i gia' menzionati politici che naturalmente non possono che gongolare e giustificare tale situazioni di merda in virtu' di un generale "volemose tutti bene"....Noi, gente normale, ci eravamo semplicemente sbagliati...e chi vi ammazza a voi?!?!?!

E INTANTO ROMA SPROFONDA SEMPRE DI PIU'....

Anonimo ha detto...

IN QUALE CITTA' DEL MONDO I PARCHEGGIATORI ABUSIVI LAVORANO DAVANTI AL TRIBUNALE ? A ROMA A PIAZZALE CLODIO

Anonimo ha detto...

Chiedilo ai magistrati no?

Anonimo ha detto...

I biglietti sono nominali. Nelle città evolute i bagarini sono scomparsi da anni

Anonimo ha detto...

Il bagarinaggio non è reato penale. Se lo fosse sarebbe difficilmente dimostrabile in sede penale . Le sanzioni amministrative previste non vengono pagate dai trasgressori che sono nullatenenti. Soluzione: biglietti nominativi.

Anonimo ha detto...

Robe', oltre ad essere andato allo stadio (e' gia' per questo sei un pitecantropo), hai chiesto anche a Polizia e Carabinieri? Che t'hanno risposto? Te lo dico io: chieda ai vigili. Mortacci loro, pur de nun fa' un cazzo scaricherebbero le responsabilita' sugli ausiliari AMA.

Devilkawa ha detto...

HO vissuto a DUblino per molti anni,i bagarini esistono anche lì,come i loro colleghi romani fanno tutto alla luce del sole o della notte...qualcuno diceva tutto il mondo è paese :)

Anonimo ha detto...

E' impossibile.

Anonimo ha detto...

SCUSATE, VENGO DALLA MONTAGNA DEL SAPONE: MA I BIGLIETTI NON SONO NOMINATIVI? L'ANNO SCORSO ANDAI A VEDERE UNA PARTITA E SIA AL FILTRAGGIO DI ONTE DUCA D'AOSTA CHE DOPO IL TORNELLO MI CONTROLLARONO BIGLIETTO E DOCUMENTO A FARE "SCOPA". COME SI FA AD ENTRARE CON UN BIGLIETTO SENZA NOME O NON CORRISPONDENTE AL DOCUMENTO CHE SI HA IN MANO? -GRAZIE-

Anonimo ha detto...

un fatto può anche non essere un reato ma essere illecito e quindi va impedito
la cassazione c'entra poco e la sentenza citata era antecedente ai biglietti nominativi

Anonimo ha detto...

c'è il bagarinaggio online ormai, vedi il caso dei concerti.
quello col tizio che ti vende fisicamente il biglietto sotto allo stadio si è ridotto molto, ma se accade ancora va semplicemente contrastato e non ci sono buoni motivi per non compiere il proprio dovere di ordine pubblico.
peraltro chi acquista così è molto incauto perché poi ai controlli potrebbe vedersi rifiutare l'accesso

Anonimo ha detto...

il problema è che se tu sei un bagarino e sai che non vengono a darti fastidio quasi mai e quindi ti controllano poco, il rischio che ipoteticamente puoi correre (reato o non reato) è molto inferiore del guadagno che ottieni immediatamente e con certezza dal tizio che viene a pagarti. quindi c'è un incentivo a fare queste cose maggiore della dissuasione delle norme o della mancanza di controlli seri.
lo stesso discorso che vale per le minorenni sfruttate per far le borseggiatrici in metro o nei bus : rischio poco, guadagno quasi certo a fine giornata...

Anonimo ha detto...

pensa che se i bagarini ti riempivano di botte la municipale si sarebbe voltata dall'altra parte, ti è andata pure bene.

Anonimo ha detto...

Mi sa che quello che ha mandato il post s'è beccato una bella sòla da qualche bagarino e adesso gli rode il culo. Ma quale problema rappresentano i bagarini? Mettono a rischio qualcuno? Obbligano qualcuno a comprare i biglietti? Minacciano chi non compra da loro? Chi acquista da loro è perché si ritrova all'ultimo momento senza biglietto, quindi paga giustamente il rischio di chi i biglietti li ha comprati per tempo spendendo soldi che non è certo di rivedere. Oltretutto mica vendono beni di prima necessità. Con tutto quel che capita nelle banche e nelle aziende ci mancherebbe pure che le scarse risorse della Guardia di Finanza fossero sperperate per scassare le palle a quattro sfigati che vendono biglietti...

Anonimo ha detto...

mi mancava il coglione che se la prendeva con i vigili per i bagarini. Ma perché una segnalazione del genere l'hai fatta pure ai carabinieri o alla polizia? Avevi paura che ti menassero o ti portassero via?

Anonimo ha detto...

Hai chiesto a PS e CC? Col cazzo eh?

Anonimo ha detto...

agg ritt i
ca niscun'è bon a ssa

Anonimo ha detto...

Roma, scrive l'anonimo commentatore delle 11:02 AM, è a un bivio: "città moderna ed europea oppure il solito carrozzone mediterraneo". In realtà, Roma a questo bivio non è mai arrivata né mai ci arriverà - il treno è passato: sola andata - e non è né città moderna né carrozzone. Piuttosto, è una triste megalopoli in desolata decadenza da oltre 70 anni, ricchissima di preziosi cadaveri sui quali gli indigeni contemporanei si sentono in diritto di riscuotere un miserrimo oltre che indecoroso pizzo. Nel suo lungo processo di disfacimento, la cui irreversibilità è dovuta principalmente alla inscalfibile, arrogante e profonda inciviltà di chi la abita, i politici non c'entrano quasi nulla, piddini o grillini che siano. Forse per qualche decennio ancora l'Europa riuscirà a tollerare che una milionata o due di lamentosi e voraci parassiti si annidi, più o meno indisturbata, sul suo principale scarpone. Dopodiché, ad un certo punto, l'Europa (non Roma, poveretta) si troverà ad un bivio: buttare via la scarpa e fare senza (a volte è meglio camminare scalzi) oppure disinfestare, con impietosa decisione. Il rammarico personale è solo quello di non esserci quando questo, finalmente, avverrà.

Anonimo ha detto...

Una domanda:ma quel poveraccio che fa i video, la voce e sempre la sua, lo pagate o lo fa di sua sponte? Perché se la seconda poveraccio sta messo male.

Anonimo ha detto...

ROSICATE INVIDIOSI.
VIRGINIA AL CAMPIDOGLIO
DI MAIO PRIMO MINISTRO
BEPPE AL QUIRINALE

EVVAIIIIIIIIIII

Anonimo ha detto...

Mi sembra giusto quello che ti hanno risposto i vigggilii,
del resto se chiede ad un finanziere di fare una multa o rimuovere un veicolo ti dicono, chiedi ai biggilli||

Anonimo ha detto...

Ma.chi se ne frega del bagarino! Forse il bagarinaggio e' uno dei pochi problemi debellati quasi completamente, grazie ai biglietti nominativi. Articolo inutile. Parliamo semmai di parcheggiatori abusivi, che sono tanti, sono ovunque e fanno qualcosa di ben piú grave che vendere un biglietto (bene privato), estorcendo soldi per cedere uno spazio pubblico.

Anonimo ha detto...

informo i lord signori chr i bagarini li trovi in tutte le citta di italia francia germania (se ci siete stati e avete fatto piu di un singolo concerto li trovate)

Anonimo ha detto...

7.22 E l'Italia nel cesso ?

Anonimo ha detto...

Ma veramente in tutte. Non avete sentito la storia della Juventus?
Chiedetevi piuttosto in quale paese del mondo il proprietario di una squadra che stringe accordi con la ndrangheta per il diritto di bagarinaggio non venga processato.
Gli agnelli - elkann sono uno dei cancri d'Italia.

Anonimo ha detto...

Concordo in tutto; un po' meno sulla frase: "E' umiliante sapere che la metropolitana si fermi durante la notte, anche nei fine settimana". Scusami, ma la manutenzione agli impianti fissi (armamento, linea di contatto aerea, ecc.), che richiede necessariamente la sospensione del servizio, quando la potrebbero fare se non di notte? Senza contare poi che la metropolitana deve avere una domanda di trasporto che ne giustifica l'esercizio anche nelle ore notturne, se no non conviene economicamente: significherebbe dissanguare la cittadinanza per i comodi di qualcuno.
Vent'anni fa, il costo di esercizio della metropolitana era di circa 18000 lire a chilometro per treno. Dunque, non si puoteva tenere in servizio per (ad esempio) cinque persone che pagavano (all'epoca) 1500 lire di biglietto. O no?

Anonimo ha detto...

L'anti bagarinaggio dovrebbe essere competenza della finanza non dei vigili.

Anonimo ha detto...

ennesimo scandalo inaccettabile a roma. se proprio non li si vuol mettere in carcere, dove dovrebbero stare, il comune potrebbe multarli per rimpolpare le casse...

Anonimo ha detto...

A Milano per esempio, ho sperato in loro al concerto dei Coldplay e infatti l ho visto. Noiosi.

ShareThis