"Abbiamo bonificato il Parco di Colle Oppio dopo lo stupro". Ma è davvero così?

13 ottobre 2016
Un parco centrale - il più centrale della città - affacciato sul Colosseo con una vista e un panorama da mozzare il fiato, ma da anni ridotto ad una latrina di accampamenti abusivi, baracche, materassi, coperte, cacatoi e orinatoi.
Per affrontare, temporaneamente, beninteso, la situazione, si è dovuto attendere un efferato stupro consumatosi qualche giorno fa. "Grazie" a questo evento - senza il quale nulla si sarebbe mosso - è arrivata finalmente la decisione di bonificare l'area verde (peraltro stupenda, con delle potenzialità gigantesche) e addirittura di chiuderne i cancelli la notte. 

Stamattina alle ore 9.30 siamo passati da Colle Oppio per testare i risultati del provvedimento. Effettivamente parecchi giacigli sono scomparsi e nel parco sono tornati - oltre agli onnipresenti studi televisivi o cinematografici mobili - a camminare babbi con bambine e qualche sparuto turista qua e là e eleganti signore con cane. A riprova che a fronte anche di piccoli miglioramenti, i romani sono disponibilissimi a ritornare a vivere la città. Disperati alla cerca di un ricovero ce ne sono ancora, assolutamente. Ma sono molti meno che in passato. L'atmosfera è decisamente diversa anche se le illegalità diffuse (guardate le auto in sosta, come al solito, a Via Luigi Cremona, che per non pagare il ticket si piazzano interrompendo il percorso pedonale: e prima che riuscissimo a far chiudere questa strada entravano proprio tutti dentro all'area verde) non mancano.

Certo è che l'atmosfera si è un po' guastata non appena è sopraggiunto un bus turistico. Qui i bus hanno degli spazi per scaricare i turisti diretti al Colosseo. E' una location ideale: non disturba il traffico e scarica gli ospiti della città in un luogo strepitoso e facile da raggiungere da e per il Colosseo. Purtroppo ad ogni arrivo lo sciame di venditori abusivi si scaglia contro ai gruppi. Guardate cosa succede appena questo piccolo bus apre le porte: gli abusivi (ne trovate un altro gruppo più avanti nel video) corrono letteralmente come mosche per cercare di vendere ombrellini ai turisti. 

Il resto del viaggio prosegue nella parte bassa del parco, verso il Colosseo. Campi da calcio, radure, campi sportivi. Tutto abbandonato. Salvo la casetta dell'ex custode: abitatissima (sebbene da chi non ne ha diritto). Uno squallore totale in un'area verde che se sfruttata in maniera qualitativa, seria, intelligente potrebbe generare qualità urbana, tantissimi posti di lavoro, gettito fiscale e rimanere impressa come esperienza positiva, e non come incubo, ai turisti che magari vedono questa come prima cosa a Roma.

L'ultima parte del video è la scalinata di Via Crescimbeni, subito fuori dal parco. Si chiudono le porte senza occuparsi a livello sociale di chi viveva a Colle Oppio? Bene, nessun problema: sbandati, senza tetto, profughi e quant'altro si piazzano subito fuori, sulle storiche scalinate ottocentesche. E ora dormono lì. A voi il giudizio se il problema sia stato risolto o solo spostato qualche metro più in là. A voi il giudizio sui reali benefici per la sicurezza dei turisti, per la tutela dei beni culturali, per la fruibilità turistica del parco. A voi la decisione se ricominciare o meno a portare i vostri figli in questa area verde straordinaria e unica al mondo.

24 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Tutto "risolto" all'italian way, nulla da eccepire, di più non ci si può aspettare. Casi similari (merdone mediatico con successiva toppa tarallucci e vino)nel passato sono ben presenti nella memoria di tutti. Nun je la potemo fa..

Anonimo ha detto...

Nei paesi civili, il Comune prenderebbe una decina tra le sue migliaia e migliaia di dipendenti pubblici e darebbe loro la responsabilità del parco. Poi direbbe loro: non passate le giornate al bar e fatemelo trovare pulito, altrimenti vi licenzio.

Fine del problema.

Anonimo ha detto...

Fai un'estrazione?

Anonimo ha detto...

Scandaloso che ci siano persone costrette a dormire sui muretti, praticamente sotto la pioggia! Ma cosa faranno questi poveracci quando farà freddo? Possibile che non si riesca a dare un tetto a chi ne ha bisogno?

Anonimo ha detto...

No devono stare li sennò Zero Calcare si mette e piangere e ci fa un altro fumetto contro. Tra l'altro ne ha fatto uno su wired sulle unioni civili (e finché parla di quelle tutto ragionevole) con attacco finale carpiato a Tonelli completamente senza senso (tranne forse nel fatto che l'articolo di critica del suo fumetto "Degrado" è stato effettivamente più duro del necessario). Della serie oltre la fama le critiche... ma anche no.

Anonimo ha detto...

Ci sarebbe da chiedersi una cosa: ma perchè tutti i senzatetto che prima abitavano là non li ospita un certo stato enclave che abbiamo qui, nei suoi bellissimi giardini?! Io li ho visitati tempo fa, e posso assicurare che spazio ce ne sarebbe! Eh no, e mica sono scemi loro...predicano bene e razzolano male.

Anonimo ha detto...

I bengalesi devono esere ficcati in un aereo e rispediti a casa: hanno rovinato Roma.
Tutti i turisti venuti a Roma che ho conosciuto li considerano tra i maggiori fattori di degrado.
Cosa accadrebbe ad un bengalese appena sbarcato a Londra sorpreso a vendere paccottiglia davanti Buckingham Palace ?

Anonimo ha detto...

roma delenda est

Anonimo ha detto...

ma famme capì Toné, un'area verde vincolata come lo genererebbe sto fantomatico reddito e gettito fiscale? Dandola in gestione a qualche privato? Giusto per capire, che intendi te per bene pubblico? Che il bene è pubblico ma deve essere dato in gestione ai privati che così creano gettito fiscale? A Toné io al Colle Oppio ce andavo a giocà quando c'avevo i pantaloni corti e poi alla polveriera quando andavo al liceo e credimi ha sempre fatto schifo, c'erano i tossici che si bucavano negli anni ottanta, i camerati che davano la caccia alle zecche che uscivano da architettura, poi so' arrivati gli ecuadoriani e mo ce stanno i mamelucchi. L'unica differenza è che non c'erano gli strilloni come te che sbomballavano. Ma gli anni ottanta in cui ti scippavano e ti facevano vedere il coltello per ventimila lire e dove i parchi pubblici erano pieni di siringhe li ho vissuti solo io? Ma solo io penso che sei una demente se ti ubriachi da sola in un bar della stazione Termini e poi te ne vai assieme a un romeno appena conosciuto in mezzo alle fratte alle 3 di notte? Ma la colpa è di Roma che fa schifo, non della comune intelligenza che va a ramengo. Beati voi che siete cresciuti nella decade degli anni 90, mi piacerebbe vedervi negli anni 70-80 non durereste un giorno, pronti solo a leggere cazzate su internet e a scriverle su blog di dementi.

Anonimo ha detto...

@ 12:37

Che Colle Oppio abbia fatto sempre schifo perche' vicino a Termini ed alla mensa della Caritas non e' un buon motivo per pensare che debba continuare a far schifo fino alla fine dei tempi.

Le cose che vanno male si cercano di aggiustare e non di abbandonare al proprio destino.
Il tuo e' il tipico esempio di mentalita' conservatrice, fatalista, menefreghista, rigida e disfattista che contraddistingue la maggioranza dei romani.

Se le macchine sono state sempre in seconda e terza fila nessuno deve cercare di cambiare le cose, lo stesso se qualcuno ti chiede il pizzo per parcheggiare o se nessuno paga il biglietto sui bus.

La Roma eterna deve prevalere e se qualche temerario prova a cambiare qualcosa o a prendere posizione deve essere subito rimesso in riga, come hai fatto tu.


Anonimo ha detto...

Puoi tradurre in italiano corretto il commento?

Anonimo ha detto...

Non significa che se era cosi' negli anni 80, debba rimanere cosi' 35 anni dopo....la societa' tende all'evoluzione....almeno al di fuori di Roma

Anonimo ha detto...

Io negli anni '80 ci andavo a pattinare, non faceva schifo affatto, ho le prove fotografiche.
Ci manca solo il parco con lo sbigliettamento all'entrata.
Semplicemente si deve trovare il modo di interrompere la mala vatican -bancaria degli immigrati.
Abbiamo una marina militare che viene strapagata per rovinarci il paese. Ormai più che marina militare è un plotone di raccatta immigrati col retino.
Speriamo che vinca trump, così si inverte la tendenza, e tutti i milioni di euro con cui ingrassiamo i negri altrui, li usiamo per mantenere i beni pubblici.

Anonimo ha detto...

bergoglio, l'impostore: "bisogna trovare una nuova sintesi culturale".
Certo. Urina di immigrato con pendenze penali gravi, diffusa su resti di Roma antica.
Rimandateli a casa, negri e sudamericani in tonaca, che invece di farsi cattolici dovrebbero adorare i totem in Amazzonia, come da dna.
Ma l'avete visto quanto si è reso ridicolo a Gerusalemme, mentre avanzava con la tonaca bianca impataccata dondolando come un orso dispeptico e simulando stitica compunzione?

Anonimo ha detto...

Taci demonio, perirai in eterno tra le fiamme dell'inferno!

Anonimo ha detto...

Tanto brutto era, brutto rimane. Fate un confronto col parco del castello di Praga, e questo con villa borghese insieme, scompaiono. Ma poi, quali bambini, che al centro ci abitano solo politici e arricchiti coatti? Andatevene in qualche palestra da 200 euro al mese a fare tapis roulant e non rompete, che poi avete comunque villa celimontana a due passi.

Anonimo ha detto...

Io vedo solo cani che cag..o, altro che bambini. Prati spellacchiati, per giocare al calcio, le future scimmiette- tottigol, immigrati rompiballe, si, proprio un bel parco.

Anonimo ha detto...

Ormai i parchi sono cagatoi e favelas di disperati, quasi (quasi!) mai violenti almeno per ora ma sicuramente protagonisti di un degrado assoluto e mortificante.
Anzi non solo i parchi, in qualsiasi area libera.

5-6 000 sbarchi al giorno fanno 2 milioni l'anno secondo una banale aritmetica che i tiggì della Bergoglio import chissà perchè ignorano.

Un volta "salvati" dalla Marina e accolti davanti alle telecamere da brave e bbuone volontarie (volontarie?) dove andranno mai?

Anonimo ha detto...

Qua bisogna bonificare la politica prima di bonificare i parchi.

claudio ha detto...

mi pare 300 mila euro furono spesi...ci andai un giorno e trovai la solita scena di immigrati accampati al prato con panni appesi ...tra il passeggio dei turisti
Qui a roma come anche nel resto dell'italia bisogna fare una scelta applicare le regole anche a questi ciabattanti altrimenti ce li ritroviamo a fare i bisogni anche al colosseo
Abbiamo migliaia di vigili urbani negli uffici mandiamoli in giro

Anonimo ha detto...

...ma quanto rosichi verso i 5s figlio mio. La cosa ha a che fare con la parentopoli dei tanti trombati piddini per caso?

Anonimo ha detto...

e non fraintendermi amico, io non sono per i 5s, solo non capisco questo accanimento se non con motivi personali. Peccato, perche` stai invischiando ogni discorso con una rabbia schiumata che non aiuta a descrivere bene problemi ed eventi.

Anonimo ha detto...

seguo il tuo blog da anni, e voglio continuare a farlo. Ma voglio una spiegazione per questa piega che ha preso. Cosi` non ha senso, sembra diventato un giornale di partito. Non voglio credere che un blog interessante e obiettivo sia diventato improvvisamente adagiato al governo. Ciao.

Anonimo ha detto...

Offerta di finanziamento e mutua assistenza di credito.
Io chiamata GIUSEPPINA Eleonora, mi sono una donna sposato al focolare in Christ e con figli di nazionalità italiana e con le mie azioni voglio grazie a ciò che il mio dio mi ha offerto ed in collaborazione con la banca CM-C.I.C per aiutare le famiglie in gesto inferiore (vedove, disoccupati, pensionati ed altri) con un prestito del 5000 a 100.000 euro su un tasso di 2%. Volete contattarmi se siete riguardare sul mio e-mail principale: giuseppina.eleonora01@gmail.com o +22 999 188 069 whatsapp per la vostra domanda grazie!

ShareThis