3 video che ti spiegano perché i turisti vanno a Milano e non più a Roma

19 ottobre 2016
Come purtroppo stiamo insistendo a spiegare in questi giorni la situazione, in luogo di migliorare, sta perfino peggiorando. Pensi sempre di aver toccato il fondo e invece scavi, scavi, scavi. E' scoraggiante e deprimente, ma è così.

I dati sulle presenze turistiche, sebbene discutibili (a Roma è tutto abusivo, dunque i numeri di turisti sono difficili da calcolare veramente), mostrano una Roma in declino e una Milano in crescita. Dati che sarebbero stati impensabili 15, 25 o 50 anni fa. Perché un turista dovrebbe preferire Milano a Roma? Semplice: Milano mantiene una decenza, una sicurezza, una dignità, una pulizia, una illuminazione, un rispetto un briciolo di regole (briciolo, siamo pur sempre in Italia) laddove Roma ha completamente sbracato.

Vai una mezza giornata in centro, accendi il tuo smartphone, filmi e ti rendi conto è che è tutto vero. 


Il primo video parla di Corso Vittorio, poi si passa da Campo de' Fiori, per arrivare a Piazza Farnese
. Lo scenario è inquietante. Immondizia dappertutto, livello del commercio assurdo e impensabile, abusi dovunque (fossero anche solo i cartelli degli esercizi commerciali), bancarelle da fare spavento: al Teatro di Pompeo c'erano solo librai, ora vendono maglie delle squadre di calcio, calzini e pigiami. Idem all'ex storico mercato di Campo de' Fiori: uno schifo totale che si sublima in una Piazza Farnese tramutata in parcheggio abusivo. Incommentabile.




Si fa sera e si transita da Piazza Borghese
. Isola pedonale stupenda. Guardate in che condizioni era alle ore 20 di ieri. Proponiamo di togliere i banchetti degli antiquari, danno troppo disturbo alle auto parcheggiate in sosta selvaggia. Non si era mai visto nulla del genere. I cittadini cafoni percepiscono che la città è in abbandono, e attaccano. Chi dovrebbe lavorare e invece campa nella nullafacenza (pensate ai Vigili Urbani, ma non solo) sente dopo tanti anni di ostilità una amministrazione amica: e se ne approfitta clamorosamente. 



L'ultimo video è più tecnico. Ma molti di voi lo capiranno lo stesso. Siamo all'imbocco di Via del Corso. Dalla parte di Piazza Venezia. E' l'ora di cena: le 20.30. Qui c'era sempre un vigile urbano, faceva entrare solo chi autorizzato (taxi, ncc, semmai qualche auto blu). Ora non c'è più nessuno. Via del Corso, in un senso e nell'altro, è accessibile a tutti quanti. Era una ZTL rigidissima all'interno della grande ZTL centrale. Si è trasformata in una strada come tutte le altre come negli anni Ottanta e Settanta. Uno schifo assoluto che si trasforma in mega ingorgo su su a Largo Chigi che manco quarant'anni fa. 

87 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

14 milioni di turisti l'anno, senza contare quelli che transitano per circuiti religiosi. Il maggiore tasso di crescita in Italia, tra 2000 e 2015 (+77%, sulla media nazionale del +33%, dati Istat, Censis ed Ente Nazionale per il Turismo).
40-41 milioni di passeggeri a Fiumicino, e 150 milioni a Termini (seconda stazione in Europa).
6,6 milioni di ingressi al Colosseo (secondo sito storico al mondo) e 4,5 ai Musei Vaticani (quinto museo al mondo).

E voi ancora con queste cagate. L'unica città al mondo - davvero, in questo caso l'unica - in cui si falsificano i dati contro la propria stessa immagine.

Anonimo ha detto...

Ah, già. dimenticavo, ai turisti non piace.
Andiamo dunque alla valutazioni sulla reputazione delle città turistica, 2015, e alla posizione di Roma:

World’s Best Cities Award di Travel and Leisure: quinta;
Trip Advisor Traveler’s Choice: settima;
Rough Guides: prima;
Condé Nast: quarta.

Oddio, i turisti non vengono più perché lo ha detto er blogghe anti-degrado. Ma andare a cagare.

(fonti: ttp://www.travelandleisu
re.com/worlds-best/cities#overall;
http://www.tripadvisor.com/TravelersChoice-Destinations; http://www.roughguides.com/gallery/most-beautiful-city-in-the- world/#/0; http://www.cntraveller.com/awards/readers-travel-awards/2015/best- city-in-the-world/viewgallery/1457394)


Anonimo ha detto...

Esatto!

Ha detto er blogghe che a Roma non viene nessuno, in realtà 6,5 milioni di turisti hanno tutti trovato il Colosseo chiuso per sciopero. E non sei d'accordo sei un analfabeta funzionale, perché ho imparato a memoria questa formula e la ripeto a pappagallo.

Anonimo ha detto...

Ma per Trip advisor non era seconda al mondo dopo Londra?

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_maggio_21/tripadvisor-premia-roma-battute-parigi-new-york-f47e6356-ff7e-11e4-8e1b-bb088a57f88b.shtml

Anonimo ha detto...

Quindi va tutto bene ?
Di turisti increduli da cotanto schifo(a ragione) da questo degrado immondo ne vedo a vagoni durante il mio spostamento casa-lavoro in bici da Roma Sud a Roma Nord...saranno tutti lettori di RfS?

Anonimo ha detto...

Ma dove vivete? sulle pagine delle statistiche (poi quali statistiche ahah)? o in questo cesso di fogna? ma ve lo fate un giro per strada in centro ogni tanto? non c'è bisogno dei video di RFS...se esci lo schifo lo vedete con i vostri occhi!! boh...contenti voi...

Anonimo ha detto...

Lo schifo c'e', ma l'articolo racconta cazzate, i numero sono sotto gli occhi di tutti.

Anonimo ha detto...

Ma non ce la fate proprio a capire che non si sta mettendo in discussione la bellezza di Roma ma il modo in cui è amministrata? Ma non vi accorgete che è completamente fuori controllo? Ancora che attaccate il blog? Cosa avete in testa la merda?

Anonimo ha detto...

Certo, piazza del Popolo è una sublime sintesi del Barocco, esempio architettonico per tutto il mondo ma...

dall'entrata da Porta del Popolo all'imbocco di via del Corso (circa 200 metri) ho contato 15 assalti con strattonamento anche a signore di mezza età possibilmente con aspetto nordico di venditori di rose, freccette luminose, ombrelli, bolle di sapone, orride palle che si schiacciano, giro turistico fintosaltafila, acqua ghiacciata...

e chissà se erano uscite dalla metro A con ancora il portafoglio, graziate dal noto e impunito gruppo di jene minorenni fameliche di borsette mitteleuropee

Anonimo ha detto...

1:49 pm.
Ma col turismo c'entra come i cavoli a merenda, ergo: l'articolo e' sbagliato.
Se vado a visitare una citta' per le sue attrazioni o monumenti, me ne sbatto il cazzo di com'e' amministrata.

Anonimo ha detto...

E' gia' sparito il primo post. Che spettacolo.

Anonimo ha detto...

Cioè... Dopo aver visto i video qui sopra, sarebbe RFS che danneggia l'IMMAGINE della città???? Ma stiamo delirando??????

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo!

Anonimo ha detto...

Già, spariscono i commenti. Tipo quelli che citano articoli della stampa internazionale sull'inquinamento di Milano e la sporcizia di Londra e NY, dite?

http://www.dailymail.co.uk/travel/travel_news/article-3284930/Have-packed-hand-sanitiser-New-York-London-world-s-grimiest-tourist-hot-spots.html

Anonimo ha detto...

Stai scherzando vero?

Anonimo ha detto...

Vuoi mettere quant'e' piu' bello essere derubato a Londra, senza doppie file? Ahahah.

Anonimo ha detto...

Ancora?

punto 1: Roma è sporca, amministrata male, piena di abusivi. Qualcuno lo nega? No, nessuno.
punto 2: il turismo non è in calo, i numeri crescono, la reputazione è alta (TripAdvisor, RepTrak, Simon Anholt, tutte le fonti che qui non citano). Qualcuno lo nega? Sì, il blogghe e chi lo segue.

Dunque l'unica domanda non è se il punto 1 è vero- siamo tutti d'accordo - ma perché negare il punto 2. E negare mille altre cose che non dite. Ad esempio, le città più pericolose in Italia per numero di reati, dati del Ministero dell'Interno: Milano, Rimini e Torino. Le più inquinate, dati Arpa: Torino, Frosinone e Milano.

Cancellatelo pure stavolta...

Anonimo ha detto...

Assolutamente no. Lo scorso anno ho visitato Sana'a, citta' meravigliosa nonostante l'amministrazione.

Anonimo ha detto...

Dal sito dell'agenzia nazionale del turismo (http://www.enit.it/it/studi.html)
Dati della tabella denominata "Flussi stranieri nelle regioni italiane".

La Lombardia ha 7.297.664 arrivi nel 2014 e 8.129.895 nel 2015 (11,4%) mentre il Lazio ne ha 6.758.348 nel 2014 e 7.053.862 nel 2015 19.655.212 (4,4%).
Idem per le presenze nello stesso periodo Lombardia +10,4% mentre il Lazio -4,9%.


Traduco per chi non ha studiato statistica: la Lombardia riceve meno turisti in numero assoluto, ma sta migliorando mentre il Lazio peggiora e l'unico motivo per cui ha ancora più turisti è che ci sono più poli attrattivi (tra cui non di sicuro i Musei Vaticani, caro primo commentatore, che non si sono in Italia tantomeno a Roma ma nello Stato del Vaticano).

Anonimo ha detto...

il numero 19.655.212 è un refuso, ignoratelo

Anonimo ha detto...

tra cui non di sicuro i Musei Vaticani, caro primo commentatore, che non si sono in Italia tantomeno a Roma ma nello Stato del Vaticano

I musei vaticani non sono a Roma? Questa è interessante, me la segno.

Anonimo ha detto...

http://www.censis.it/7?shadow_comunicato_stampa=121026.

Anonimo ha detto...

http://www.lagenziadiviaggi.it/notizia_standard.php?IDNotizia=182410&IDCategoria=2423

Anonimo ha detto...

Il turismo va a gonfie vele, e il traffico, i parcheggi disordinati, la merda e i colori per le strade, stanno a significare che è una città viva, che esprime liberamente il proprio carattere! Romafaschifo vorrebbe una città zombie, piena di gente che cammina in tutte le direzioni, dove non si può prendere la macchina nemmeno per andare a comprare le sigarette sotto casa!

Anonimo ha detto...

Certo, il turismo povero va “per i monumenti”. Una volta che li ha visti, di corsa, spendendo il minimo indispensabile, intruppato in un pullman che blocca il traffico, quel turista non lo vedi piu’. Verra’ sostituito da un altro dello stesso profilo, tanto di cinesi e russi che escono dalla poverta’ ce ne sono quanti ne vuoi. Per questi Roma sara’ sempre una meta che il Colosseo e San Pietro non ce li toglie nessuno. I milioni di presenze sono in gran parte questi.

La vostra teoria non spiega come citta’ senza Colossei (vedi Barcellona, Berlino e Milano) sono cresciute turisticamente molto piu’ in fretta di Roma. Oltre ai cinesi in pullman queste attraggono un turismo di qualita’ piu’ alta, che viene per trovare un ambiente urbano moderno e vivace, spende in mostre, ristoranti e locali, e danneggia meno la citta’.

Anonimo ha detto...

da ammirare nei Video quei profilattici al vento scambiati per contenitori dell'immondizia. Una genialata

Anonimo ha detto...

Ma cosa si vuol coprire dicendo l'assurdità tragicomica che va tutto bene?

Esistono centinaia di siti stranieri che lamentano quello che è evidente a chiunque:
il degrado lurido di questa ex-città meravigliosa, l'assalto violento di ogni tipo di abusivi non solo visivo ma spesso anche fisico

Non certo solo a Piazza del Popolo, ma alle stazioni, agli aereoporti, ai ristoranti, negli immondi parchi -cagatoi Caritas, di notte, di giorno, un continuo assalto di cavallette e jene alle "prede".

Andate sui siti stranieri.

Anonimo ha detto...

"Andate sui siti stranieri" mi sembra un po' generico. Come se io dicessi andate sul sito delle società che si occupano di city reputation (RepTrak, City Brand Index, Simon Anholt),e vedete la posizione di Roma, e quella degli altri (oddio, in effetti è già un po' più specifico, ma per sapere cosa voglia dire city reputation bisogna avere studiato).

Soprattutto, nessuno ha mai detto che le cose vanno bene, se rileggete i post; nessuno. Quindi è inutile ribattere che ci sono problemi, perché lo sappiamo. Il punto, qui, era come ci si possa affidare a quello che scrive un blog così volgarmente fazioso. Esempio: il sindaco di Milano spara dati falsi (facilmente dimostrabile) sul turismo, e si cavalca l'argomento. Invece se il Vaticano spara il dato - non so se falso, ma indimostrabile e non controllabile - di 18 milioni di visitatori al Giubileo, nulla, non se ne parla, perché non supporta la teoria del degrado. E gli esempi del genere sono infiniti. E comunque fatevi un viaggio, perché purtroppo gli abusivi e gli sbandati stanno ovunque, anche a Piazzale Duca d'Aosta.






Anonimo ha detto...

4.34,

lascia correre, evidentemente il rituale di elaborazione del lutto è fustigarsi ripetendo che certe cose si vedono solo a Roma. poi non si capisce perché per il Sole 24 Ore, che è del nord, in gran parte delle città maggiori si vive peggio che a Roma (Genova, Bari, Torino, Palermo, Napoli, Reggio Calabria), ma noi leggiamo solo quelli che parlano male di Roma, va da sé.

Succede solo a Roma, ditemi una sola altra città in cui si vedono certe cose....
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/bologna-nel-degrado-doccia-stazione-1289202.html

Anonimo ha detto...

Ma possibile che a nessuno venga in mente che il dato 2015 per quanto riguarda Milano è falsato dal fatto che c'è stata l'Expo, e non può essere considerato tendenziale?
Quanta gente ciascuno di noi conosce che è stata "A VEDERE L'EXPO" e non ha certo detto "vado a visitare Milano"? sarebbero andati all'Expo anche se fosse stata a Chieti!!

Anonimo ha detto...

Tutto abbastanza condivisibile tranne l'ultima cosa. Lì non c'è nessun ingresso ZTL perchè piazza venezia è già ZTL. I varchi sono elettronici e si trovano in altre zone.
Quel che non vedo più sono i vigili che il sabato sera dopo le 23 impediscono l'accesso a Corso Vittorio.
Anche perché ora che via dei Fori è pedonale la gente non entra più da lì (il varco veniva comunque lasciato aperto il sabato sera).

Anonimo ha detto...

tra le tante baracconate che ho letto mi sembra che l'anonimo dell 3.11 abbia espresso un parere assolutamente di buonsenso e ragionevole.
il turismo a Milano è un turismo ancora piccolo ma in costante crescita e rivolto a famiglie e persone benestanti che spendo fior di quattrini (prova ne è il fatto che Milano risulta una meta preferita tra i viaggiatori della penisola arabica e del Giappone).
spendono soldi, e tanti, nonostante siano quantitativamente inferiori ai numeri della capitale...

Anonimo ha detto...

Guarda che Roma la amo e la rispetto come e più di te, ma non capisco (veramente, senza retorica fasulla) perchè non volete vedere una tristissima realtà di spaventoso, diffuso, capillare, impunito DEGRADO.

E' vero, episodi analoghi ci sono in tutta Italia anche del Nord, ma non con la reiterazione e numerosità di come avvengono a Roma, purtroppo.

A Milano, Bologna , Genova ecc ci sono andato tante volte per lavoro negli ultimi tempi e SCONSOLATAMENTE ti devo dire che c'è una differenza ABISSALE: purtroppo è un dato amaro ma incontrovertibile, A ROMA il degrado e l'abusivismo di ogni tipo è fuori controllo e soprattutto si è rinunciato ad arginarlo

Diciamo, per essere buoni, che per ogni episodio di degrado e abusivismo a Milano ce ne sono almeno 100 a Roma. Ecco i numeri su cui ragionare.

Oppure fai vestire una tua amica di mezz'età con aria mitteleuropea da "turista" facendole fare i consueti percorsi con mezzi pubblici, taxi, acquisti, giro monumenti, parchi, ristoranti ecc e fagli appuntare su un diario tutte le "molestie" gravi e lievi, visive, fisiche,economiche, umane ed etiche che dovrà subire e poi a fine serata vedrai che il numero supererà di gran lunga le 100, sperando che nel frattempo non avrà dovuto sporgere qualche denuncia.

(Il conteggio a p.za del Popolo di 15 Orrori in 200 metri in 3' da lievi a gravi è vero e facilmente replicabile....PROVA!)

Anonimo ha detto...

Mi auguro che sempre piu' turisti vadano a Milano e smettano di rompere i coglioni qui. Anzi, si prendessero anche il governo ed il vaticano, sai che pace.

Anonimo ha detto...

non puoi fare un isola pedonale come piazza borghese e lasciarla mezza vuota senza arredo urbano ovvero panchine fioriere dissuasori se no che cazzo pedonalizzi a fare poi ti credo che ci parcheggiano

Anonimo ha detto...

Chi si ammazza a controbattere nei commenti sui dati del flusso di turismo maggiore/minore Milano/Roma non capisce nulla del post di RFS e soprattutto vuole ostinarsi a non vedere la realtà : anche se fosse vero (io personalmente non lo credo) che Roma abbia ancora un flusso maggiore di arrivo di turisti stranieri, il fattore determinante e' quello dell'apprezzamento e della soddisfazione che poi gli stranieri hanno avuto visitando le due città; ed è innegabile che i cittadini provenienti dall'estero preferiscano e si trovano molto piu' a loro agio in una città come Milano, dove non trovano tutta l'indecenza ed il degrado di Roma e per spostarsi possono usufruire di una rete di metropolitana nel cui confronto Roma ne esce polverizzata, che una in declino costante come e' appunto la capitale; e tutto questo dipende dal differente modo di essere dei romani e dei milanesi, con i primi che dicono di adorare la propria città ma nei fatti la odiano con i loro comportamenti incivili e con il loro modo di pensare che li porta a credere che una come la Raggi doveva essere senza se e senza ma "la salvatrice della Patria", ed i milanesi che viceversa con la loro operosità fanno le cose per bene per la propria città.

Anonimo ha detto...

Ma guarda che non e’ solo la metro.

Il viaggiatore evoluto che va a Londra (anche italiano), ha gia’ un’idea del centro e quindi va a visitare un quartiere che si e’ riqualificato, per esempio Hackney o Peckham, dove in una ex terra di nessuno in 10 anni sono spuntati fuori ristoranti anche di buon livello, negozi, mercatini di strada ecc. Una citta’ in evoluzione continua ad attrarre visitatori… a Milano in parte c’e’ lo stesso fenomeno. Ma a Roma? Il Pigneto forse… se uno ha 20 anni e non si fa intimorire dallo spaccio, e dal bus 105 da terzo mondo. L’auditorium, se uno capisce come arrivarci. Ma sono eccezioni.

In generale questa e’ una citta’ che dell’immobilismo fa un vanto, in cui si pensa ancora che il turista e’ il pollo che si vuole fare il giro in botticella e si diverte ad essere fregato da tassisti e ristoratori. E a furia di trattare i turisti come coglioni, piano piano solo i turisti coglioni ci verranno..

Anonimo ha detto...

Capisco che per gli adoratori di questo sacro blogghe sia difficile da capire, ma vi voglio dare una possibilita', ci provo. Io tra Bangkok e Stoccolma andrei sempre nella prima, tra Mexico City e Londra sempre la prima, tra Medellin e Parigi sempre la prima, tra Caracasa e Oslo...la prima, tra Ciudad Juarez e Vienna...la prima.
Sono gusti, cosa c'e' di cosi' strano?

Anonimo ha detto...

Caro anonimo 8:13PM, fai parte di quel turismo sciatto che non porta alcun benessere e di cui si vorrebbe fare a meno.

Anonimo ha detto...

http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/16_ottobre_18/firenze-assalto-piazze-pedonali-senza-regole-piene-automobili-a0eb407a-9513-11e6-9b1b-663c815a3bac.shtml

Anonimo ha detto...

Ahahah. Che io non porto alcun benessere e' discutibile. E' induscutibile invece che mi divertirei molto piu' a Caracas che a Londra. Ciudad Juarez a parte (sono stato a Culiacan comunque) le altre citta' le ho viste tutte.

Anonimo ha detto...

Mi auguro che sempre piu' turisti vadano a Milano e smettano di rompere i coglioni qui. Anzi, si prendessero anche il governo ed il vaticano, sai che pace.


D'accordo tutta la linea, e non dimenticherei le centinaia di sedi diplomatiche a cui paghiamo le bollette.

Anonimo ha detto...

8:13 niente di strano, anzi siete in molti a roma e questo spiega bene la direzione che la citta' si e' data. Vedrai che figata quando di ciudad juarez avrai anche il reddito, la sanita' e l'ordine pubblico.

Anonimo ha detto...

N'evverooooooo...ste cose soloaromasoloaromasoloaroma....

Anonimo ha detto...

Perdonami, sei abbastanza supponente per parlare a nome di molte persone. Io ho parlato per me, ti garantisco che, se visitassi le citta' che ti ho nominato, magari ti diveriresti anche oltre a visitare musei e mostre.

Anonimo ha detto...

in effetti e' ben noto che a Londra e Parigi la gente non si diverte. Tutti chiusi in casa la sera. Mica come a ciudad juarez

Anonimo ha detto...

Ho parlato per me, io mi sono divertito molto piu' in Messico, Venezuela, Colombia e Thailandia che Londra, Parigi, Berlino, Oslo...ecc.

Anonimo ha detto...

Non mi sorprende affatto

Anonimo ha detto...

BOH, IO FOSSI NELL'AMBASCIATORE DI fRANCIA MI FAREI UN PO' RODERE IL CULO CHE MI AFFACCIO SULLA PIAZZA E VEDO 'STO GARAGE A CIELO APERTO

Anonimo ha detto...

Speriamo che l'ambasciatore di Francia tolga il caps.

Anonimo ha detto...

pensavo che i 5 stelle ignorassero solo grammatica e sintassi, vedo invece che hanno problemi anche con la geografia

Anonimo ha detto...

Concordo totalmente con quanto detto nell'articolo, Infatti, Milano è l'unica grande città italiana che ha conquistato il titolo di "Città Globale", classificandosi come l'unica città italiana nella lista delle Città Mondiali Alfa (ecco il link alla notizia: https://it.wikipedia.org/wiki/Milano
Il solo fatto che Milano abbia un'azienda dei trasporti (l'ATM) con i conti a posto, perfino in leggero attivo, mentre l'ATAC è piena di debiti fino al collo, qualcosa vuol dire.

Anonimo ha detto...

Tutti a letto! Su!

Anonimo ha detto...

questo è il percorso medio del turista che viene a roma:

1) aspettare un'ora per i bagagli all'aeroporto

2) prendere un taxi e scoprire poco dopo che 20 minuti di macchina costano quasi piu di un viaggio intercontinentale [Rapina].

Possibilmente l'autista al massimo rasenta l'italiano e i turisti vengono mandati a fare in culo

3)vanno a visitare un monumento (indicato rigorosamente nella loro guida, perchè a roma non ci sono indicazioni di nessun genere) e pagano un saltafila il triplo del costo del biglietto [Rapina]

4) prendono la metro e vengono rapinati dagli zingari [Rapina].

Probabilmente non troveranno nessuno che si occupi di sicurezza nella stazione, se lo trovano difficilmente parlerà inglese e li mandera a fare in culo.

5) Vanno in qualche bar/locale in centro e pagano un caffè e una pizzetta surgelata quanto uno swarowsky [rapina]

questo non frega un cazzo a nessuno,perchè no esiste nessuno che si occupi della qualità del turismo.

6)come camminano per la città trovano camion bar che vendono le mele e altre porcate da supermercato a peso d'oro [Rapina]

7) come camminano per la città vengono assaltati da venditori di ogni genere [molestie]

vigilanza non pervenuta.

8)non troveranno nessuna novità,nessuna attrazione interessante che non sia il solito museo vaticano, fori imperiali e colosseo.Anche perchè tutto ciò che è al difuori di questo giro non è indicato, non esiste.

9) non troveranno nessun evento culturale interessante, La città è commissariata.

10)non vedranno nessun quartiere al difuori dell'antico centro storico, perchè a roma nessun quartiere ha una funzione, sono tutti dormitori, tappezzati di automobili.

11) al ritorno verranno nuovamente rapinati dal tassinaro [Rapina[, che biascicando malamente l'italiano li mandera nuovamente a fare in culo.

Questa non è una barzeletta ma la storia che ascolto da anni di lavoro in hotel.

C'è poco da fare, Roma è poco piu che una cripta a cielo aperto, un museo impolverato e malconcio che potrebbe piacere forse a uno storico o a un critico d'arte ovvero, meno dell'1% della popolazione.

Roma è noisa, Roma è vecchia.Ha molta storia da offrire, ma nessuna esperienza da vivere.
I beni archeologici sono molto interessanti (se solo si facesse un buon marketing di tutti quelli che abbiamo) ma non possono reggere il confronto con la vitalità di Barcellona, Londra, Berlino o Madrid.

Purtroppo con i turisti condividiamo il problema della poca vivibilità, dei trasporti scarsi, dell'ordine inesistente, della cultura azzerata e dei quartieri organizzati a cazzo.

Nelle altre città puoi girare senza aver paura di essere rapinato, che siano tassisti o zingari, puoi andare in bici nelle corsie ciclabili, puoi andare nei parchi senza trovarti in una discarica o in un campo profughi. Ma soprattutto, nelle altre città ci sono sempre eventi, che siano sportivi o culturali, non ci si annoia mai.

Infrastutture, organizzazione, eventi, rilancio. Tutte cose che i nimby del 5s non contemplano, buona decrescita a tutti.

Anonimo ha detto...

Meglio Roma o Milano nn me ne puo' fregare di meno.
Per la prima volta da quando sono nato ho sentito una moltitudine di amici stranieri (vivo all'estero) dire: Rome used to be my favourite city but no longer now.......

Dire che sono riusciti ad ammazzarla e'poco. Il PD l'ha letteralmente scannata, l'accoppiata Alemanno-Polverini, poi, avrebbe messo in ginocchio pure Zurigo, i 5 stelle sembrano un ibrido tra DC prima repubblica e Democrazia Proletaria.

Occhio ad abbassare sempre di piu' l'asticella (vediamo cosa farete ora con i mutandari), anche se non lo credete a Roma c'e' un sacco di gente perbene che potrebbe seriamente arrabbiarsi........

Anonimo ha detto...

Roma sarà sempre una meta turistica per le sue bellezze. Ma sarà sempre metà di gente che ci verrà una volta e poi chissà quando la si rivedrà. Purtroppo non serve nascondere la testa sotto la sabbia. La città è bella ma sono troppe le cose che non vanno soprattutto nei comportamenti. Tanto è che gli stessi turisti, ligi e rispettosi nel loro Paese, quando vengono a Roma si adeguano ai comportamenti lassisti che si vedono in giro. E imparano anche subito!

Anonimo ha detto...

Scusate. meta e non metà :-))

Anonimo ha detto...

Sempre 14 milioni di turisti sono, esclusi i pellegrini, e non sette (http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/10/20/news/cultura_a_roma_il_treno_va_spesa_in_aumento_per_musica_e_teatro_male_i_musei_civici-150169655/).
Il che non toglie i mille problemi, ma ne aggiunge semmai uno: perché questa ostinata rabbia a parlare solo delle cose negative. E' uno dei problemi di Roma, continuare a raccontarsi che tutti sono meglio, e che qui non se ne esce.

Anonimo ha detto...

1) aspettare un'ora per i bagagli all'aeroporto

Mi sa che non passi da Fiumicino da molto tempo, è migliorato in modo notevole, e per tempi d consegna dei bagagli è considerato un modello in Europa ( ma sì, andiamo avanti per luoghi comuni). D'accordo su altre cose, purché non pensi che al centro di Firenze e Venezia non ti chiedano 8 euro per un caffè, e non sei sommerso da ambulanti vari...

Anonimo ha detto...

Il demerito di questo blog è fare di tutt'erba un fascio. Ci sono tante cose che andrebbero migliorate, altre che sono effettivamente scandalose, ma molte altre che funzionano. Mettendo tutto assieme non si ottiene nulla se non il costante scoraggiamento da parte di tutti.
Girando un po' per il mondo non trovi tutto perfetto come si vuol fare credere: Amsterdam è peggio di Roma per parcheggio sui marciapiedi e sporcizia in pieno centro, ma ha una rete efficiente di trasporto pubblico. Anche Oslo tirata a lucido vicino al municipio ha i suoi bei angoletti luridi e puzzolenti, e così via.
Io penserei a migliorare Roma, non a fare sempre confronti a piffero. Quando poi si pensa a progetti innovativi e funzionali, come le funivie al posto delle metro per collegare quartieri di periferia, tutti si sganasciano dalle risate.
A proposito...se non vedete più le multe sulle auto è perché i vigili ora le fanno col palmare, ma le fanno

bat21 ha detto...

Ehm 4:00 am non diamo colpa alla politica ma al pessimo romano quadratico medio che esprime questa politica

Anonimo ha detto...

Non si capisce perchè vi ostinate a difendere l'indifendibile.

Il turismo è un'industria di prim'ordine.Il turismo porta lavoro e benessere, aumentando il prestigio e il valore dei luoghi dove viviamo.

Questo l'hanno capito perfino nella città industriale per antonomasia, Milano, dove hanno cominciato a riqualificare e rilanciare.

Potete pure continuare a dire che Roma è "piu bella", ma c'è poco da fare è in stato di abbandono ormai da anni, e se oggi i 5 stelle hanno le loro responsabilità per quanto riguarda l'immobilismo, altrettante ne ha il pd che si è auto-ammutinato creando questo scempio (ovviamente di alemanno neanche ne parlo,forse dovrei tornare a petroselli per citare qualcuno decente).

bat21 ha detto...

Ma cosa funzionerebbe? Roma e' dominata dal degrado più assoluto da tanti anni. Non mettiamo la testa sotto la sabbia come al solito. Il problema e' che il degrado sorge dall involuzione della maggioranza dei suoi abitanti sdraiati e sbracati in un modus vivendi tipico dell'Italia meridionale. Solo un commissariamento duro e severissimo potrebbe sovvertire questa situazione come proponeva giustamente il blog. O imporre un residuo fiscale zero....

Anonimo ha detto...

Roma, Comune fa guerra al Municipio I: “Festa Befana a piazza Navona si farà”. E annuncia: “In futuro decideremo noi”
Roma, Comune fa guerra al Municipio I: “Festa Befana a piazza Navona si farà”. E annuncia: “In futuro decideremo noi”

Cronaca
Nella Commissione commercio dedicata al tema, il presidente Coia (M5S) è andato allo scontro frontale con la circoscrizione del centro storico, una delle due rimaste in mano al Pd, che non vuole che la fiera abbia luogo: in assemblea verrà presentata e approvata una mozione per impegnare la giunta a trovare una maniera per rifare la fiera, accontentando gli ambulanti e in primo luogo la famiglia Tredicine. Non solo: ora la giunta Raggi vuole avocarla al gabinetto del sindaco: "Forse in futuro è più opportuno che la manifestazione passi nelle nostre mani


Dopo questa notizia io tolgo ufficialmente il mio supporto a Virginia Raggi su questo blog.

Fatelo sapere ai 5stelle al comune di Roma.

Ps.
Anche tutto il PD capitolino vota all'unanimità per riaffidare la fiera della befana ai tredicenne.

Tutto ciò è inammissibile e intollerabile perciò
Smetto di supportare questa gestione del comune di Roma.

Mi sento traditi dai 5stelle.

Saluti e Vaffanculo!

Anonimo ha detto...

Lo ripetiamo da mesi: benvenuti nell'epoca dell'amministrazione dove regnerà caos, miseria e degrado. Anche voi di Roma Fa Schifo li avete voluti. Auguri!!!

Stefano Pontelli, militante renziano

Anonimo ha detto...

Stefano pontelli, se fai il cartomante non potevi prevedere pure i disastri del PD ? ;)

Anonimo ha detto...

Leggendo ora la pagina romana del Corriere della Sera sembra di leggere Roma Fa Schifo:
Bus turistici in centro
parcheggio selvaggio a villa Borghese nei pressi dello Zoo
Suk abusivo in Prati(I Municipio) sulla quasi ultima corsia ciclabile

Anonimo ha detto...

a milano governa il partito dei delinquenti a roma il grande peppe
l'unico dato incontrovertibile

Anonimo ha detto...

Pure il deserto del Serengeti ha un sacco di visitatori, ma mica vanno lì a spendere soldi.

Anonimo ha detto...

Tutto giusto tranne la chiusa finale. Tu credi davvero che uno straniero decide di venire a Roma per gli eventi culturali? Tipo il festival del jazz o boiate simili? A Parigi e Londra non ne hanno bisogno, è la città stessa, con le sue attività commerciali e la sua vitalità, ad offrire attrazioni. L'unica spesa in kurtura degna di essere fatta sarebbe quella verso un museo in cui accentrare tutte le offerte espositive romane e italiane, in stile British Museum o il Louvre. Ma per l'appunto si tratta di una riforma sostanziale, mica di un evento tanto per far girare denare pubblico.

Anonimo ha detto...

A Milano si produce ricchezza e anche il PD ha un approccio liberale alla gestione politica; a Roma si campa di spesa pubblica, con tutto quello che ne consegue.

bat21 ha detto...

ottobre 20, 2016 6:20 PM ottima risposta e aggiungo che Milano-Lombardia con il suo residuo al 20% del pil è pure costretta a portarsi la croce-zavorra Roma.

bat21 ha detto...

http://www.milanotoday.it/green/life/milano-citta-intelligente-smart-2016.html Bello questo articolo. Notate il grafico quello è molto interessante

Anonimo ha detto...

A Milano si produce ricchezza e anche il PD ha un approccio liberale alla gestione politica; a Roma si campa di spesa pubblica, con tutto quello che ne consegue.

Verissimo, seppur di sinistra dico verissimo.
La sinistra romana poi è un comitato di interessi parassitari dal cinema alla relazione Barca

Anonimo ha detto...

Non è questione di sinistra romana o sinistra siciliana, qualsiasi popolo e ovunque nel mondo si trasforma in parassita laddove si presentino due condizioni: (1) settore privato debole e (2) spesa pubblica massiccia. Anche a Zurigo si innescherebbe quel circolo vizioso dato che una cosa va ad escludere l'altra.

Soluzione? Tagliare la spesa pubblica e stimolare il privato abbassando le tasse.

Anonimo ha detto...

nei vari elenchi che avete fatto vi siete dimenticati della city tax, ennesima rapina ai danni dei turisti e a vantaggio degli arraffoni comunali.

la city tax è ripartita in questo modo:

1- 2 stelle 3 euro al giorno Max 10 giorni
3 stelle 4 euro al giorno
4 stelle 6 euro al giorno
5 stelle 7 euro al giorno

Avete capito? Per esempio se una famiglia vuole fare una settimana a roma in un 3 stelle gli vengono allegramente rubati 112 €. Moltiplicate per i 14 milioni di visitatori e sarete coscienti di quanto ammonta il furto ai danni dei turisti.

Lo scopo della city tax sarebbe quello di rilanciare il turismo...

Anonimo ha detto...

Ammazza le cazzate! Ma li mejo mortacci tua! Spero che muoia un vostro parente di un cancro doloroso ogni volta che scrivete una cazzata...

Anonimo ha detto...

è VERO, è COSI'! E SEPPURE ABBIAMO TANTI TURISTI (DI NUMERO) SONO INCIVILI, SENZA SOLDI, CHE SPORCANO E BASTA, NON FANNO CASSA PER LA CITTà. LO DICO DA ESERCENTE AL CENTRO STORICO. I TURISTI "BUONI", CLIENTI FISSI DI UN TEMPO, NON VENFGONO Più A ROMA, MA VANNO A MILANO. E ANCHE GLI HOTEL 5 STELLE LO SANNO. C'è CRISI, QUELLA VERA, NEANCHE IL LUSSO FA Più CASSA A ROMA.

Anonimo ha detto...

Bisogna considerare che nessuno mette in discussione la bellezza della città, va detto che gli scenari degli ultimi periodi, attentati a Perigi, Istambul, Tunisia, Egitto ecc.. paradossalmente hanno aiutato il turismo in tutta la penisola!
C'è un però e la domanda bisogna farsela, secondo voi città come Londra, Parigi, New york ecc... sono più belle di Roma? la risposta è NO! Allora perchè hanno più turisti della capitale italiana?
Quello che voglio dire e che i turisti a Roma ci sono e ce ne saranno sempre,ci mancherebbe! ma alla fine la città esprime un 1/10 del sue reale potenziale, e sappiamo tutti quali solo i motivi!

Unknown ha detto...

Macchè c'entrano i dati sulla crescita, per di più i 14 milioni l anno non sono i turisti, ma i transiti...da fonti ISTAT Milano con 7,7 milioni di presenze è stata al 2016 la città più visitata d Italia e vi assicuro che gli uffici di ISTAT lavorano benissimo, altro che abusivismo...che Fiumicino sia primo per arrivi è ovvio, raccoglie tutto il bacino sud e centro italia, mica solo i turisti, quelli sono gli arrivi semmai...in ogni caso manco Parigi (prima città europea per presenze) arriva a 14 mln...i dati bisogna saperli leggere!

Gio ha detto...

Sono i numeri pubblicati da istat ...magari andare a leggerselo prima di commentare?

Gio ha detto...

Scusa ma quelle sono le presenze, non gli arrivi...che tra l altro in termini assoluti in Lombardia sono più alti da sempre, hai confuso dati regionali con quello di Milano o Roma per me

Gio ha detto...

Ma cosa dici?! I dati a cui si fa riferimento nell articolo non li dà ne il sindaco ne il papa, sono pubblicati nel rapporto annuale di ISTAT, sono ufficiali e avulsi dalla politica...

Gio ha detto...

Non credo proprio sarebbe stata la stessa cosa a chieti, in ogni caso vale anche nel post expo, mi pare che milano si confermi prima anche nelle presenze trimestrali... Certo expo è stata una bella vetrina e almeno a quanto pare è servita...se l avessero fatta a Roma ho i miei dubbi su come sarebbe finita...

Gio ha detto...

Ma anche no!! Ma li leggete gli articoli?! Il rapporto di ISTAT dice che milano con 7,7 mln di presenze è stata la città più visitata di Italia, Roma si è fermata a 6,8 (dati 2015), si parla in termini assoluti...se milano ha pochi turisti, cambia spacciatore

Gio ha detto...

Ma 14 mln?! Ma cosa dite!! Ma leggetevi il rapporto, Roma fino a due anni fa era la prima meta italiana con 7 mln, manco Parigi che è quella che conta più presenze in Europa si avvicina a 14 mln...ci sono più presenze che arrivi per te! Ma usate il cervello!! I dati riportati sono corretti, sono quelli del rapporto di ISTAT che potete leggere, i pellegrini se pernottano in Roma sono contate come presenze, non esistono discriminazioni di questo tipo sa?!

Gio ha detto...

Ragazzi i dati sono incontrovertibili, il rapporto ISTAT parla chiaro, Milano è in crescita da anni in fatto di turismo, ma per la prima volta in termini assoluti l anno scorso è diventata la città più visitata di Italia, certo expo le ha fatto da vetrina, pero a quanto pare ha saputo sfruttarla, tra eventi, mostre di altissimo pregio, la triennale con installazioni di design e vuoi anche tutte le nuove riqualificazioni, si è qualificata al primo posto...ora mi chiedo, perché a Roma non si riesce a fare? Perché non può almeno avvicinarsi ai progetti meneghini? Guardate il maxxxi poteva essere l equivalente romano della triennale,invece per incapacità è diventato il nulla e ospita allestimenti patetici... Per me sarebbe opportuno riflettere, prima di fare...non basta costruire un museo o chiamare un archistar per rilanciare una città, prima deve esserci un progetto!

ShareThis