11 motivi per cui è sbagliato dire "la Raggi non sta facendo nulla"

17 ottobre 2016
Ci stiamo (faremmo volentieri a meno!) forzando in questi giorni ad individuare i punti di contatto tra l'attuale amministrazione e i deliranti 5 anni di Alemanno. Già nell'articolo di ieri sul team building\scampagnata e poi in passato abbiamo snocciolato dei raffronti, ma quello principale che si sta sempre di più appalesando è il grande equivoco secondo cui "questi dopo 4 mesi non hanno fatto niente". Era la stessa identica cosa che si diceva per Alemanno: quello distruggeva ciò che restava di Roma ma tutt'Italia ripeteva "Alemanno deve andare via perché non sta facendo niente". Altro che 'niente', da cartellopoli a parentopoli faceva eccome e con grande lena. 

Idem oggi. Il feeling condiviso è che "non stanno facendo niente". Che "perdono tempo a ridere a fare scampagnate". Niente di più sbagliato. L'amministrazione a fronte di pochissimi provvedimenti positivi (forse solo uno, quello che ha riportato in essere il tram 3 fino alla Stazione Trastevere) sta inanellando una serie di decisioni dannosissime per la città, per il suo sviluppo, per il suo futuro, per la sua immagine. Alcuni passaggi sono semplicemente irreparabili per una intera generazione. Altro che non far nulla, si stanno facendo tanti, tantissimi danni. Abbiamo provato a sintetizzarli in punti e senza dubbio ci dimentichiamo molto.


1. OLIMPIADI
Inutile tornare sull'argomento, i ragionamenti li abbiamo fatti a profusione. Si tratta di una grandiosa occasione persa per la città. Tantissimi posti di lavoro dilapidati, molti miliardi di investimenti smarriti per puro populismo, per pura demagogia, per pure motivazioni ideologiche. Non c'è niente di più crudele: fare del male - sapendo di farlo - al territorio che stai amministrando pur di affermare la propria sciocca e miope ideologia. Un danno irreparabile per lo sviluppo, la crescita, l'immagine della città.

2. TORRI DELL'EUR
Un fatto gravissimo. La precedente amministrazione era riuscita a risolvere il problema delle Torri dell'Eur da tanti anni abbandonate. Lo aveva fatto con un progetto brillante che però a quanto pare pestava eccessivamente i piedi al gruppo immobiliare di Francesco Gaetano Caltagirone al quale i 5 Stelle fanno una opposizione di facciata, continuando a favorirlo dietro le quinte (vedi anche il punto 3). Una dirigente del Dipartimento Urbanistica ha firmato la revoca del permesso per costruire pur non potendolo fare e nonostante questa decisione non avesse alcun senso e probabilmente alcuna legittimità. Il risultato è che Telecom, che doveva trasformare le Torri, si è sentita in diritto di tirarsi indietro. Le torri così resteranno ruderi e comprometteranno lo sviluppo di tutta Eur e della Nuvola. Una tragedia così sporca che perfino Paolo Berdini ha dovuto ad un certo punto far finta di non essere d'accordo. Ovviamente gode Caltagirone, e il suo amico storico Flavio Cattaneo (capo di Telecom), che non avrà altri spazi direzionali concorrenti ai suoi in città.

3. NUOVO STADIO DELLA ROMA
Anche qui inutile insistere molto, come per le Olimpiadi ne abbiamo parlato e straparlato e qualsiasi lettore può informarsi cercando nel blog. Si tratta del più bel progetto di development immobiliare mai pensato a Roma, con una quantità enorme di denaro che la città guadagna in opere pubbliche. Posti di lavoro e investimenti stranieri a tempesta. Ma ciò nonostante - anche se ancora non ci sono provvedimenti ufficiali contrari - l'amministrazione invece di baciare la terra dove gli investitori transitano, fa di tutto per ostacolare e per far passare la voglia a chi è intenzionato a portare miliardi in città. Mentre Chiara Appendino vola in Medio Oriente a cercare denaro e investimenti per Torino, Virginia Raggi gioca a far fuggire l'unico grande investimento immobiliare che sta per partire a Roma e l'unico comparto che può alleviare la atroce disoccupazione, la atroce povertà, l'atroce declino che vive la capitale.

4. EX FIERA
Qui il provvedimento c'è eccome. Il piano di trasformazione urbana della Ex Fiera a Via Cristoforo Colombo era pronto, doveva solo essere approvato. L'attuale Giunta ha deciso di metterci le mani pesantemente e di ridurre i metri cubi di potenziale sviluppo svilendo le potenzialità del lotto. Con ogni probabilità ora la Ex Fiera continuerà a restare abbandonata visto che la convenienza di investirci si è drasticamente ridotta e questo avrà un impatto atroce sulla nuova Fiera che ora rischia il fallimento. Un provvedimento forsennato di cui si è parlato troppo poco e che potrà provocare danni su danni alla città nei prossimi anni.

5. MUNICIPI
Quello che sta succedendo nei Municipi non meriterebbe neppure commento: un autentico circo dell'assurdo. Se la qualità umana e professionale dei consiglieri comunali è bassa, a livello municipale siamo enormemente al di là della soglia di guardia. La spocchia e la strafottenza di infilare nelle liste e nelle candidature personalità di scarsissimo livello si sta rivoltando contro a chi ha fatto questa scelta. I municipi sono paralizzati, i servizi sociali sono in pericolo, il livello di disonestà (non solo intellettuale) e di aggressività è inusitato. Non c'è un solo territorio che ci risulti amministrato come si deve e in compenso ci sono Municipi (si pensi al XIV o al V) dove è la magistratura, più che la politica, a doversi occupare di quello di assolutamente scandaloso e criminale che sta succedendo. Il tutto, beninteso, si svolge nella più totale opacità e mancanza di trasparenza. 

6. ATAC E ORARI BUS
Il provvedimento di per se è positivo e realizzato in nome, ogni tanto, della trasparenza: visto che effettivamente Atac non ce la fa a garantire il servizio per cui si è impegnata nel Contratto di Servizio allora diciamo la verità agli utenti e spieghiamogli che gli orari non saranno mai quelli pattuiti. E così è stato fatto. Bene, peccato che i nuovi orari, con frequenze di passaggio molto più diradate, siano state considerate dal carrozzone Atac come il punto di partenza a partire dal quale declinare ancora una volta finte malattie, corse saltate, negligenze, inefficienze e nullafacenze. Dovevano fare ufficialmente 100, facevano 65. Si è ufficializzato 'sto 65 e a partire da quello ora fanno 45. L'utenza non ha vissuto un aumento di chiarezza e trasparenza bensì un'ulteriore diminuzione delle corse dei bus. Un errore strategico fatto da chi evidentemente non conosce i propri polli.

7. AMBULANTI
Quello che questa Giunta e questo consiglio stanno facendo sugli ambulanti è semplicemente incredibile. Uno schifo assurdo. Tra l'assessore Adriano Meloni e il consigliere-presidente di commissione Andrea Coia fanno a gara a lisciare il pelo di Tredicine e bancarellari vari. "I camion bar servono perché dissetano i turisti", "dietro le bancarelle ci sono famiglie" e così via fino ad arrivare a Piazza Navona che forse solo per miracolo non tornerà la bidonville che era prima dell'arrivo di Marino ma che piace tanto ad Andrea Coia che confonde la favela con la "tradizione" e che vede di buon occhio il ritorno del pane e porchetta ("ma basta che sia italiana"). Le lobbies dei bancarellari si sentono ormai così potenti che arrivano a dire cose tipo: "decidete qualcosa sennò noi a dicembre i banchi della Festa della Befana di Piazza Navona li montiamo lo stesso". Sentono di avere dall'altra parte, per la prima volta, dopo anni, degli amici o comunque delle persone deboli incapaci di far fronte alla loro potenza. Anni e anni buttati al vento. 

8. TRASPARENZA
Dovevano essere gli anni della trasparenza più totale, non c'è mai stato un periodo di così bieca opacità e nebbia. Prima di essere eletta, Virginia Raggi pubblicava tutte le settimane gli ordini del giorno delle commissioni di cui faceva parte, interloquiva coi cittadini, condivideva i risultati. Andate a vedere la time line di quegli anni del suo Facebook e del suo Twitter. Oggi abbiamo forse l'unico sindaco d'occidente che di fatto non usa i social media e non interagisce con i cittadini: l'ultima risposta ad un tweet risale a febbraio\marzo 2016. Le strategiche riunioni della Commissione Commercio che nella scorsa consiliatura andavano in streaming, oggi sono assembramenti carbonari dove is confabula con le lobbies, sempre invitate gradite, a riparo da occhi indiscreti (le riunioni sono sempre pubbliche, ma quanti cittadini hanno veramente tempo di andarci?). Tra tutte, solo la Commissione Mobilità riesce a dare divulgazione delle proprie scelte. La promessa di Marcello De Vito di trasmettere in diretta live tutte le commissioni è andata a ramengo. Davvero inspiegabile nell'epoca del Live Facebook che permette di trasmettere in diretta a chiunque a costo zero.

9. POLIZIA MUNICIPALE
Manca da mesi e mesi il comandante generale. Lo ha sostituito il suo vice che nel frattempo ne esercita le funzioni. Nessun bando, nessuna trasparenza, nessuna meritocrazia. Marino fece una call pubblica per trovare il Capo dei Vigili e questo permise finalmente di mettere alla testa del corpo una figura esterna, fuori dai giri e dai giochi: Raffaele Clemente, un poliziotto. Grazie a questo signore la Polizia Locale si è dotata di un profilo twitter, di un servizio come IoSegnalo, dell'efficacia dello Street Control e dei taccuini elettronici. Il corpo stava cambiando faccia e questo era insopportabile per l'attuale amministrazione improntata alla restaurazione e al conservatorismo più spietato e amica più dei sindacati e delle lobbies dei lavoratori che dei cittadini ("i lavoratori hanno fatto uno sciopero di due ore durante la partita della nazionale? Ma sarà stato un caso" ebbe a dire la Sindaca in campagna elettorale...). Raffaele Clemente è stato giubilato quasi subito e tutti i servizi da lui inventati languono in maniera ingiusta. I cittadini che usano IoSegnalo sanno perfettamente di cosa stiamo parlando.


10. NOMINE
Ovvio che in una situazione così descritta, nessuno venga a fare l'assessore al Bilancio. Significa suicidarsi personalmente e politicamente. Anche perché una persona competente che era arrivata, è stata cacciata via. Ma non bisogna limitarsi solo alla ridicola pantomima della nomina dell'assessore al Bilancio, carica cruciale per la città poi assegnata ad un amico della sindaca che, come prima cosa, per un sussulto di sincerità ha dichiarato "non c'era nessun altro disponibile". Il problema delle nomine è gravissimo e riguarda altri ruoli importantissimi per il funzionamento stesso del Comune (Ragioniere Generale, Capo di Gabinetto) e delle aziende partecipate. Non c'è il top management di Ama, non c'è neppure quello di Atac. Di fatto l'azione di governo è bloccata o fortemente rallentata dalla incapacità di trovare persone in gamba. Anche perché moltissime persone in gamba sono state stupidamente prese di mira negli anni passati dai Cinque Stelle e adesso diventa imbarazzante coinvolgerle. Nelle municipalizzate sono stati ostracizzati i vecchi capi, dimostratisi capaci e lucidi (Rettighieri, Fortini) e non si è stati all'altezza di proporne di nuovi. Le poche nomine che sono state fatte sono state frutto di amicizie e squallide raccomandazioni, nessun bando, nessuna trasparenza, nessuna meritocrazia.

11. PROMESSE
Le promesse fatte in campagna elettorale e mai mantenute sono tantissime. Tantissime già dopo soli 4 mesi. Quella più grave è però la famosa "due diligence" sul debito. Ve la ricordate? E' stato il refrain della campagna elettorale del Sindaco. Ci saremmo aspettati dopo tutto questo tempo - esattamente come aveva fatto Marino appena arrivato - che la sindaca avesse convocato in Campidoglio gli ispettori, avesse coinvolto il Governo e il Ministero, avesse analizzato i motivi reali per cui il debito si è accumulato, avesse portato carte in procura, avesse aperto il palazzo "come una scatola di tonno", avesse dimostrato - carte alla mano - di chi è la colpa, chi ci ha condannato a vivere nella città più depressa d'Europa. Nulla di tutto questo. La "due diligence" sul bilancio non si è fatta e non si farà mai. E' troppo comodo dire "non possiamo governare perché ci sono 13 miliardi di debito", è una scusa cui nessuno ha voglia di rinunciare. Perché poi senza questa scusa tocca lavorare, tocca riformare, tocca davvero fare provvedimenti impopolari. Ma figurati...


Stanno smontando la città in continuità con quanto stava facendo Gianni Alemanno e marcando la più totale discontinuità dalle decisioni della Giunta Marino, quella più oggettivamente innovativa e rivoluzionaria degli ultimi anni. Ci sono mille questioni che non sono state toccate è vero e molte cose sono semplicemente ferme, bloccate, paralizzate. Nulla sulla mobilità, sulla sul commercio, nulla sul sociale, nulla sullo sviluppo della città. Nulla sugli sprechi nonostante Frongia in un bel libro ci spiegava che ci sono 1 miliardo di risorse sciupate da recuperare facilmente, ma se così è perché non si vanno a prendere quei soldi invece di tagliare le risorse al Dipartimento Scuola. Ma ciò nonostante come si fa a dire "non stanno facendo niente"? Stanno facendo eccome purtroppo...
E lo stanno facendo peraltro in combutta con la parte peggiore della destra e con la parte peggiore del PD (ancora preponderante in città, da qui la nostra scelta di non sostenere la candidatura di Giachetti, specie dopo il Golpe del Notaio): il Commissione Commercio i provvedimenti a favore del racket bancarellaro vengono approvati all'unanimità. Questo dice tutto. Il PD cattivo sta governando molto più ora che sotto Marino, quando aveva un sindaco ostile.
Non far nulla e restaurare il vecchio sistema sono due cose profondamente distanti e distinte...

66 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Fantastico! Se non fosse che voialtri avete invitato a votare per questa incapace e la sua cricca di falliti arrivisti.
Il che definisce con chiarezza il vostro grado di intelligenza e la vostra capacità di analisi.
Continuate a rodervi il fegato, tanto questa ormai tocca tenersela.
Almeno avrete qualcosa da scrivere sul vostro patetico blog.

Anonimo ha detto...

Direi che gli elementi per valutare la qualità di questa "offerta politica" (sigh) prima delle elezioni c'erano tutti. Stupisce davvero, cari amici di RFS, il fatto che voi abbiate dato un endorsement così deciso a questa gente, non giustificabile neanche considerando la necessità di punire il PD. Giachetti, persona in gamba e per bene, avrebbe pur nelle difficoltà, lavorato meglio, e anche la squadra che proponeva non era male. Ora ce li abbiamo, ce li teniamo, purtroppo.

Anonimo ha detto...

il M5S è il capolavoro politico di SEL e in parte della galassia Casapound-Fn-Fdi. Lasciare che distrugga Roma sotto gli occhi di tutti i contribuenti italiani potrebbe essere il capolavoro politico di Renzi. Se ci riesce lo voto tutta la vita.

Anonimo ha detto...

Seppur seguo RFS con interesse e senso critico non posso fare a meno di ricordarvi l' endorsment che avete dato a questa sindaca. Non era difficile fin dall'inizio capire dove saremmo andati a parare...

Anonimo ha detto...

Cari commentatori, a che pro sfoggiare tutta questa perspicacia politica, soprattutto alla luce del famoso "senno di poi"?

Anonimo ha detto...

ho il vago sospetto che il tutto faceva parte di un ben organizzato progetto politico. ora sta inetta deficiente distrugge tutto e poi il massone fiorentino avrà l'alibi per dire: se questo è il risultato di governo di una città, figuriamoci cosa accadrà se questi arriveranno a palazzo Chigi. cambiare tutto per non cambiare nulla. il tutto con la complicità del capo comico genovese. l'Italia un paese alla fine. chi può scappi....

Anonimo ha detto...

Riguardo a iosegnalo, che praticamente quasi non funziona più, è stata aggiunta un'altra opzione, la segnalazione di B&B abusivi, evidentemente per far contenta la lobby degli albergatori

Anonimo ha detto...

tranquillo che se i b&b hanno oliato bene, stranamente non verranno multati.

Anonimo ha detto...

La Questura da tempo – come minimo dalla giunta Marino – sta giocando una sua partita tutta politica di condizionamento verso le giunte capitoline. Impedire che una giunta ambigua come quella targata Cinque Stelle prenda strade troppo “popolari”, cada negli ammiccamenti di quelle periferie che ne hanno determinato la vittoria elettorale, è uno degli obiettivi evidenti della Questura romana. Più che un cedimento a sinistra (che, si è capito subito, non è da attendersi), alla Questura preme il mantenimento di una condizione di commissariamento di fatto che ne ha allargato i margini di intervento. Ogni processo politico che ne determina un ridimensionamento, un “ritorno alla politica”, viene in questo senso bloccato sul nascere, condizionato, attraverso una pressione fortissima che si attua contro i luoghi decisionali della politica. La Questura sta chiaramente dicendo che non interessa chi governa politicamente la città, gli spazi di agibilità conquistati con il commissariamento di Tronca verranno difesi e, se possibile, allargati, anche contro il volere di giunte deboli che potrebbero cadere da un momento all’altro.

Anonimo ha detto...

A quelli che "ce l'hanno coi poliziotti" (2.14 PM),segnalo cosa fa una Polizia locale che funziona, insieme a una Magistratura inquirente che funziona:
a Milano la Polizia locale ha fatto indagini internazionali e catturato 4 writers stranieri, nei loro paesi di residenza, dopo che questi avevano imbrattato un treno della metro.
http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/10/17/news/milano_writer_atm_metropolitana-149953643/?ref=HREC1-7

A Roma i "Vigili" pretendono di non uscire dal loro Gruppo/Circoscrizione, e anche a casa loro non fanno assolutamente nulla.
Questo, in tutta evidenza, anche grazie a quel "ritorno alla politica" invocato dal Signore delle 2.14PM


Anonimo ha detto...

Quanta gente crede ancora a quello che scrive Roma fa Schifo.
Evidentemente hanno la rogna come loro.

Anonimo ha detto...

"Giunta Marino, quella più oggettivamente innovativa e rivoluzionaria degli ultimi anni."

Giunta che avete attivamente e seriamente contribuito a far cadere.

Siete responsabili di ciò che accade sia per le bordate contro Marino che per il sostegno alla Raggi.

Dovete pubblicare le vostre scuse in home, come sottotitolo!

Anonimo ha detto...

Fra le promesse c'era : LA FUNIVIA!!!!!

Anonimo ha detto...

Se si dimostrano, al plurale perché la Raggi non decide nulla, incapaci con Roma perché mai affidargli la nazione?

Sei così idiota da affidare i campi da coltivare a chi fa seccare un'aiola.

Anonimo ha detto...

@2.49 PM, si va bene ma qui siamo a Roma, e il commissariamento non è stato altro che una ritorsione contro la popolazione, una ritorsione contro la voglia di legalità.

Una punizione per aver pestato i piedi al potere latifondista (si perchè qui a differenza di Milano non c'è nessun capitano d'industria, solo speculatori).

Una frustata per quei cittadini che non si sono voltati dall'altra parte.

La città è stata bloccata, come per voler dire, "volevate la legalità, adesso tenetevela."

Anonimo ha detto...

e poi parliamoci chiaro, c'èra l'asse perfetto

Governo - Regione - Provincia - Comune, tutta dello stesso partito, il messaggio è chiaro, i pesci grossi non si toccano!

Anonimo ha detto...

Dei punti che RFS ha tracciato, non ne condivido neanche uno.
Mi sembra chiaro che anche questo sito sia strumentalizzato, dai poteri forti per screditare il M5S, come è consuetudine della stampa!
Peccato che questo sito non metta in evidenza tutte le gabule che il governo sta facendo per evitare un successo del M5S a Roma a scapito dei cittadini!
in 3 mesi state mettendo alla gogna un movimento quando per 30 anni siete stati depredati, umiliati dai vari PD-PDL e mafie.
Ora come succede spesso, scaricate tutte le responsabilità all'ultimo arrivato,riducendo il tutto alla ridicola questione delle olimpiadi.......posti di lavoro, risorse economiche, rilancio della città, ahahahaahha ma chi scrive su RFS cos'è un palazzinaro?
Un paese con un debito pubblico spaventoso, con la crescita a 0, con il più alto tasso di disoccupazione (dopo la Grecia), con la gente sfollata per i terremoti, con le scuole e gli ospedali che cadono a pezzi, con le strade rattoppate, ha bisogno di regalare i soldi alle mafie per le olimpiadi?
Adesso fallite le olimpiadi, si riparte con il ponte....ahahahah che popolo di bambascioni!

Anonimo ha detto...

Tutto mi sarei aspettato, ma che il M5S fosse così omogeneo agli ordini dei bancarellari, non l'avrei mai creduto. Questo dimostra già la disonestà intellettuale di queste persone e la reale volontà di non fare alcuna trasparenza in questo opaco settore.

Anonimo ha detto...

Mai letto tante cavolate in vita mia...Romafaschifo ormai avete tirato giù la maschera..Le notizie che date sono delle falasità ingrate. Certo, abbiamo capito che siete per le olimpiadi e per il cemento facile...ma ringraziamo il cielo che quelli che la pensano come voi hanno perso le elezioni. Per il resto non entro nei dettagli perché sono talmente grandi le balle che scrivete che è inutile perdere tempo.
Comunque voglio proprio vedere il giorno in cui Tredicine farà affari con i cinque stelle come invece ha fatto con PDL e PD per 20 anni...Se non accadrà voi del blog che fate poi? chiedete scusa o continuate a sparare menzogne?

Anonimo ha detto...

Il vecchio amministratore delegato di Telecom era interessato a trasfersi nelle torri dell'EUR poi ne è arrivato uno nuovo che già si sapeva non amasse l'idea. E infatti in seguito Telecom ha deciso di non trasferire più il suo quartier generale nelle Torri. Costi troppo alti. Ora cosa centra la giunta con le scelte strategiche di un'azienda? Cosa avrebbe dovuto fare il comune? Regale le torri a Telecom per convincere il nuovo amministratore a non rinunciare? Non sarà meglio vedere se ci sono altri acquirenti invece di svalutare?
A Romafaschì, ma che pensate che semo tutti fessi? Ma veramente credete che qui c'è gente che s'informa solo su questo blog?
State a tirà fango più voi che Caltagirone e De Benedetti messi insieme...ma quali sono i vostri veri problemi?

Anonimo ha detto...

É certo, Marino invece le nomine le sapeva fare bene...quando t'arrestano mezza giunta e mezzo consiglio in effetti sei un fuoriclasse a scegliere le persone giuste.
A Romafascì dai ditelo che ve manca un po'er mondo de mezzo...e dai nun fate i timidi..

Anonimo ha detto...

Una domanda semplice semplice.... ma "roma fa schifo" per chi vota?

Anonimo ha detto...

Ah Tonelli... lobby non lobbies. Ma quale buzzurro non sa che le parole straniere non si declinano? Scommetto che alle pischelle gli dici: "Prendiamo dei drinks che ti mostro le locations meno schifose della Capitale?".
Madonna che sfigato, guarda che non sei disoccupato perché il M5S ha bloccato le colate di cemento: non ti fanno progettare manco un vespasiano a Ostia perché sei un monomaniaco ignorante come una capra.

Anonimo ha detto...

bancarellari, zingari, balneari, palazzinari, con il 5s stanno gia facendo una scorpacciata di speculazioni storiche. Altro che partito contro.

Anonimo ha detto...



Lo ho sempre detto , sapevo di non sbagliarec ed oggi giorno che passa è una conferma in piu':

VIRGINIA RAGGI e M5S = MORTE DI ROMA.

STANNO LETTERALMENTE AMMAZZANDO UNA CITTA' AL LUMICINO CHE AVEVA QUALCHE MINIMA SPERANZA DI RIAZARE LA TESTA. PRIMA CADONO E PRIMA QUALCOSA SI SALVA.

Anonimo ha detto...


M5S= COLPO DI GRAZIA A ROMA

Anonimo ha detto...

Tonelli, fallitone, perché non ti trovi un lavoro serio ? Ma una volta non scrivevi per il Gambero rosso dove era meglio mangiare un buon risotto agli scampi piuttosto che una coda alla vaccianara? Torna a fare quello perché come pseudo giornalista blogger sei proprio negato!

Anonimo ha detto...

Avete azzeccato il punto. La Raggi ed il M5S non e' che stiano, secondo diceria popolare, "non facendo nulla"; stanno pomposamente restaurando il Sistema che, con le sue varie diramazioni, da sempre impera su Roma, e non tenendo solamente la città "immobile", ma facendola sorofondare giorno dopo giorno in un declino inarrestabile, come dimostrano tutte le iniziative prese da questa dannosissima gestione Raggi-M5S del Campidoglio (aggiungerei che, nel caso delle torri dell'Eur, vi siete dimenticati di menzionare che la Raggi non ha fatto neppure pagare la penale dovuta a TIM-Telecom Italia per la rinuncia al progetto, uno degli esempi più espliciti di collusione con certi nuclei di potere, quello delle comunicazioni, da parte del M5S). Inoltre sorprende come non abbiate menzionato nei disastri provocati dalla giunta Raggi quello sulla Metro C : cantieri bloccati come ai tempi di Alemanno, gru ferme a San Giovanni che danno uno spettacolo simile a quello dei giorni successivi al terremoto ad Amatrice, nessuna parola di Meleo e Stefano sulla prosecuzione dei lavori, bocche cucite in generale ed intanto il Consorzio Metro C capeggiato dal finto nemico Caltagirone se la gode, così più tempo passa a non-realizzare l'opera ci guadagna sempre di più. Una decadenza inarrestabile per una città che si era stupidamente illusa chissà quale miglioramento dando il plebiscito ad una emerita imbecille eterodiretta per contratto come la Raggi ed il suo partito setta M5S.

bat21 ha detto...

http://m.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/roma_concorsone_lavoro_comune_raggi-2030973.html qualcosa la sta facendo. Assunzione di 300 persone in un comune già oltre il default! Grazie per questo regalo Raggi...si capisce subito di che pasta siete fatti. La stessa pasta di Chávez.

Anonimo ha detto...

Ancora abbiamo gente che ha paura delle metro.

Nel comune dove c'è quasi piu di un auto pro capite (inclusi 99enni e neonati), dove muoiono 2-3 persone al giorno per incidenti e dove i livelli di smog sono piu simili a quelli di shanghai che di milano.

Questo è l'elettorato m5s.

Anonimo ha detto...

Ancora non lo avete capito?
L'appoggio a M5S partiva dal presupposto che gli appoggiati sarebbero stati degli sprovveduti privi di appoggi e strutture.
In realtà i Grillini si erano creati da tempo una base di commensali affamati del corpaccione di Roma. Risultato? RFS é rimasto fuori dalla sala da pranzo e ora frigna.

Tom ha detto...

E il tram 3 verso Stazione Trastevere passa a Porta Portese dove e' fisicamente vietato scendere per andare a Porta Portese !!! Da quattro mesi transenne inspiegabili!

Serenella Pelaggi ha detto...

vergogna, siete tutti ANONIMI! o magari una persona dola che se la suona e se la canta?
s pelaghi

Anonimo ha detto...

ma vergogna de che? che ti aspetti da chi lavora con previti?

gerolamo bestetti ha detto...

avevo letto il titolo e non volevo leggere l'articolo perché dal medesimo titolo si poteva evincere che era a favore del gruppo di dilettanti allo sbaraglio che capitanai da Raggi non ne stanno facendo una giusta.
poi l'ho letto
complimenti
bell'articolo
finalmente qualcuno che le canta a sti pentastellati
un partito non partito
capitanato da un ex discreto comico
e dalla dinastia ereditaria di un capo ora defunto di una software house
che ha nel direttorio uno più lampadato di Carlo Conti che non sa leggere le mail e non ha idee molto chiare della geografia...e qui mi fermo.

Anonimo ha detto...

Purtroppo non si è visto niente di positivo. Stasera rientrando ho visto le solite auto sui marciapiedi in zona Viale Spartaco Via del Quadraro e dintorni. La tanto sbandierata tolleranza zero a favore dei disabili è ancora disattesa. Se prendo un autobus o la metro il servizio non è per niente miglioraro anzi. Le buche sono lì così come le strade chiuse da mesi per lavori ancora da eseguire. Niente di nuovo sotto il sole. Penso che pure per questa volta un'altra speranza è svanita. Ma a questo punto non penso che sia questione di colore politico ma di un Paese che sta esportando il meglio ed è governato dal peggio rimasto.

Anonimo ha detto...

per me la situazione firme false a Palermo con tanto di Parlamentari muti come pesci, con tanto di taroccatrici di firme improvvisate e per di più maldestre, nemmeno con la grafica sono brave come si sospettava. Con Beppe Grillo che sapeva dal 2013, sicuro, con la memoria corta.
Tutto questo non illumina solo Palermo ma tutto il sistema grillino come è andato configurandosi sin dall'inizio.
a posto così, chi vuole intendenre è perchè già sa.
Roma:
problema nazionale di manifesta incapacità perchè a Roma è successo quello che in democrazia non dovrebbe mai accadere, cioè che ti voti come sindaca anche l'opposizione strutturale al sistema democratico.
cosi non si elegge una sindaca ma si acclama una mezza imperatrice.., ritornare sui propri passi richiederà almeno un altro giro elettorale che prima arriverà e meglio sarà.
nel frattempo, leccarsi le ferite, altro non si può fare oggi

Unknown ha detto...

Olimpiadi: hanno vinto le elezioni con il no ed è giusto che non vengano fatti a Roma
EUR: non dipende dal comune, ma dalla Telecom
Exfiera: è enorme e mai sfruttata al 100%, non vedo perché costruire ancora ed investire su una società in rosso
Stadio: bisogna vedere il progetto e la sua qualità.
Bancarelle: sono fermi tutti i permessi per le fiere e mercatini mensili e settimanali...quelli che ci sono ora sono ancora sotto contratto sino a dicembre per merito di marino.
Il resto son tutte cavolate...sparate per screditare il m5s
Poi per carità se vi andava bene marino che ha creato un ulteriore buco di svariati miliardi nel bilancio di Roma problemi vostro...ma disinformare così lo trovo abbastanza di basso livello
Saluti

cesare caio ha detto...

Ma ancora date credito a sto blog di voltagabbana?

Anonimo ha detto...

Si cesare caio, visto il numero di 5 stalle rosicanti direi che questo sito ha tutte le ragioni di esistere

Anonimo ha detto...

Voltagabbana??

Anonimo ha detto...

Va bè, ma non è che il sindaco debba per forza "fare" qualche cosa. Facimm'ammuina è la locuzione d'ordine della politica italiana, cambiare qualcosa purché si cambi, peraltro sempre in peggio.
Un primo cittadino deve far marciare in ordine i servizi pubblici.
Per vedere gli effetti di un'Olimpiade, basta farsi una passeggiata nei deserti postumi di quelle già svolte.
Fosse anche nel Bengala, dove passa una Olimpiade troverai un intero comune della Calabria trasferito in loco, e i calabresi con le loro boccone deformi, gli occhi impallati, i bambini catarrosi e monociglio.
Non ce ne abbiamo abbastanza di calabresi a Roma?

Anonimo ha detto...

lo avevo detto che era meglio Adinolfi. ma voi niente... avete voluto votare i 5 stelle. sto blog poi ha raggiunto il livello di chiacchiera da bar, anzi manco da bar ma da quei poracci che tirano le bestemmie mentre giocano ai videopoker. ecco, i loro commenti sono piu ragionati degli (pseudo)articoli che vengono pubblicati su queste pagine. senza firma tra l'altro.

cucchiainostorto ha detto...

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "La nostra giunta ha sbloccato le assunzioni per i vincitori del cosiddetto 'concorsone'. Entro la fine dell'anno, procederemo all'assunzioni di 485 figure professionali, che rafforzeranno la macchina amministrativa con un'iniezione di competenze ed entusiasmo". Così in una nota la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Siamo riusciti a superare le criticità che, a causa dell'inerzia delle precedenti amministrazioni, hanno impedito per troppo tempo a queste persone di veder riconosciuto un loro diritto - aggiunge - E non abbiamo intenzione di fermarci qui. Dopo averlo sbloccato, integreremo il piano assunzionale con un intervento che porterà ad altre 100 assunzioni, già nel 2016: questo nuovo piano sarà possibile grazie ad uno stanziamento di oltre 2,5 milioni di euro che otterremo dal taglio dei comandi da altre amministrazioni, dei contratti a tempo determinato ex art. 110 e delle alte specializzazioni dell'ufficio stampa.

Anonimo ha detto...

IL PROCESSO
Mafia Capitale,
le reticenze in aula della deputata pd Micaela Campana

di Fulvio Fiano, Ilaria Sacchettoni
La deputata dem richiamata più volte dalla corte a dire la verità» peri suoi tanti «non ricordo» nei rapporti con Buzzi, documentanti invece dalle telefonate e gli sms

Anonimo ha detto...

IL PROCESSO
Mafia Capitale,
le reticenze in aula della deputata pd Micaela Campana

di Fulvio Fiano, Ilaria Sacchettoni
La deputata dem richiamata più volte dalla corte a dire la verità» peri suoi tanti «non ricordo» nei rapporti con Buzzi, documentanti invece dalle telefonate e gli sms

Anonimo ha detto...

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_ottobre_17/roma-sotto-assediata-pullman-propositi-campagna-elettorale-che-raggi-non-ha-finora-mantenuto-8b3b2648-94ad-11e6-97ea-135c48b91681.shtml

Altra promessa elettorale ancora nel limbo a 5S

Anonimo ha detto...

Mah, ho la sensazione che questa giunta non arriverà a fine mandato. Ma il punto è che questo sito ha ragione quando afferma che, qui a Roma, per cambiare le cose, ci vorrebbe un commissariamento di alcuni anni, che deve essere apolitico, serio, onesto ma anche duro, nei casi in cui occcorra esserlo, e deve avere pieni poteri di poter prendere decisioni e di effettuare interventi anche estremi (es.: licenziare in tronco chi, negli uffici comunali, passa il tempo a fare l'uncinetto, dicendo poi che "non abbiamo tempo di fare le pratiche"). Non esiste altra soluzione per migliorare questa città.

Anonimo ha detto...

2:11 PM
Temo che arriveranno a fine mandato ma solo perché nessuno degli altri partiti è in condizioni di mettersi in gioco. La Meloni è ko per un paio d'anni causa mobilità, Marchini si sta ancora leccando le ferite, Giacchetti ha recitato la sua parte , e se non erro è tornato a fare il senatore e per il pd a questo punto resta solo Orfini, Marino ha detto papale papale al giornale Metro "io ci ho provato mo so affari vostri", Adinolfi anche no, grazie.
Il problema è semmai che a questo punto quelli della Raggi palesemente non sono neppure m5s, ma piuttosto una cancrena di occupatori stile hippie che si è attaccata allo stesso (movimento) come una cozza al suo scoglio.

Anonimo ha detto...

maternità non mobilità pardon

Anonimo ha detto...

Offerta di finanziamento e mutua assistenza di credito.
Io chiamata GIUSEPPINA Eleonora, mi sono una donna sposato al focolare in Christ e con figli di nazionalità italiana e con le mie azioni voglio grazie a ciò che il mio dio mi ha offerto ed in collaborazione con la banca CM-C.I.C per aiutare le famiglie in gesto inferiore (vedove, disoccupati, pensionati ed altri) con un prestito del 5000 a 100.000 euro su un tasso di 2%. Volete contattarmi se siete riguardare sul mio e-mail principale: giuseppina.eleonora01@gmail.com o +22 999 188 069 whatsapp per la vostra domanda grazie!

Anonimo ha detto...

roma delenda est

Anonimo ha detto...

Ma scusate: dell'AMA, che è puntualissima nel mandare a casa la bolletta dei rifiuti, ma quando si tratta di erogare il servizio per il quale è (purtroppo) pagata (con i soldi dei contribuenti, ossia i sudditi, pardon cittadini), cioè pulire un minimo le strade e degnarsi di svuotare un minimo i cassonetti di questa cazzo di città di merda lo è molto meno, non ne vogliamo proprio parlare?!
E delle strade, ridotte a colabrodi che manco nell'America del Sud le trovi così, non ne parliamo proprio?!

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo ottobre 18, 2016 5:24 PM: sì, in effetti potresti avere ragione.

Anonimo ha detto...

dell'ama che non pulisce, dei dell'atac che non fa un cazzo e genera debito, dei bancarellari che possono occupare marciapiedi con mezzi euro 0 dei balneari che stanno sempre la. Vogliamo invece parlare dei comunali che fanno cartello per trovare soldi in piu non riconducibili a nessun tipo di miglioria nel loro lavoro?

Io non vedo cambiamenti.... Serve si coraggio, per andarsene...

Anonimo ha detto...

Ma secondo voi perché si è tenuta la Muraro e ha subito dato il de dominicis ? Una mafiosa certa per un abuso da provare ?

Anonimo ha detto...

Il problema è che la mafia abbassa il livello delle professionalità, oltre che esercitare reati.
Arrivando a compromettere la qualità a livello internazionale. Io ricordo la compagnia di danza di p a rson. Livello eccelso prima del passaggio da Maria de filippi . Li ammolla no a David parson la tremenda Elena daMario, protetta del circuito mafiaset, che incredibilmente sostituisce la prima ballerina, eccezionale, e il coreografo e costretto a cambiare tutti i ballerini per non farle fare una figura di merda nel confronto.
Oramai sembra la compagnia di liscio di Pinerolo.
Non parliamo poi di casa nostra, con casi assunti a barzelletta come quello di Giulia Fabio cile, nata con grave disabilità al bacinoa,imposta alle c9mpagnie nostrane, se vogliono ottenere i finanziamenti, e non avere grane. Andatevene a vedere e poi saprete dire se questo è un paese più vivibile.
La mafia e decadenza generale.

Anonimo ha detto...

Di fronte alla tranquilla e soddisfatta insipienza, siamo praticamente senza difesa.

Anonimo ha detto...

Affitto posto letto a zona roma! Solo rumeni femmine

Anonimo ha detto...

Un covo del pd questo sito. Top

Anonimo ha detto...

Scusate ma da Italiano (residente da anni a Londra) non-romano domanderei: dove sta la sorpresa? Era chiaro a tutti ben prima delle elezioni che questa era incompetente, inadeguata alla complessità della sfida, circondata da gente altrettanto incompetente e impreparata e per di più anche nel giro di quella destra Alemaniana che tanto bene ha fatto a Roma.
Capisco l'arrabbiatura con il PD per aver fatto cadere Marino (che comunque ci aveva messo molto del suo e che anche in grillini attaccavano sempre) ma preferire questa tizia a un politico onesto e pure bravo come Giachetti che, certo, avrebbe avuto il suo daffare per tenere a bada il marcio del PD romano, ma che aveva esperienza da vendere, e poi lamentarsi adesso che questa sta facendo quel che si sapeva avrebbe fatto... mi sembra veramente ridicolo.
Poi votiamo pure il vaffanculo a tutti tanto per sentirci bene a mandare a quel paese i politici, ma non lamentiamoci se i vaffanculisti poi sono dei totali incapaci. Se metti una ragazza con ZERO esperienza di qualunque tipo, un tizia che non verrebbe assunta in nessuna posizione di minimo rilievo in una azienda privata a capo della più' grossa e complessa città italiana, perché' sorprendersi se si dimostra un incompetente?

Anonimo ha detto...

non ci posso credere, ancora state a frignare per le Olimpiadi?

Leggete, documentatevi: in Giappone (ve sto a di' in Giappone, mica a Napoli!) i costi preventivati per Tokio 2020, rispetto al preventivo sono già quadruplicati... per ora 26 miliardi di dollari.
26 miliardi di dollari gli costa lo scherzetto, e mancano ancora 4 anni, in cui i costo verosimilmente aumenterà ancora.
Il CIO a Roma avrebbe investito 1,7 miliardi di euri... e gli altri 20 miliardi necessari chi ce li avrebbe messi? Babbo Natale?
Le olimpiadi sono una bella cosa, ma economicamente sono sempre state un'inculata colossale... la Raggi avrà tanti difetti, ma almeno questa ce l'ha risparmiata.

http://www.corriere.it/sport/16_ottobre_18/tokyo-2020-cio-troppi-costi-canoa-olimpica-cambia-sede-5f3a77aa-9549-11e6-8f55-24146b53eddf.shtml?refresh_ce-cp

Anonimo ha detto...

Pagano le marchette elettorali. Bancarelle e assunzioni del Concorsone Alemanno

Anonimo ha detto...

Io dico....queste TDC=teste di (indovinate di cosa) di nostalgici del PD romano cosi si aspettavano? Che in 4 mesi la Raggi e il M5S riuscisse a trasformare Roma in Stoccolma dopo che loro l'hanno consegnata alle mafie e ridotta come Mogadiscio? Era più che ovvio che avesse incontrato difficoltà e cambiare con le regole della democrazia ci vuole tempo, molto tempo. Per cambiare Roma in 4 mesi, ma anche in un anno ci vorrebbero Pinochet o Pol Pot.

Giulio Sartori ha detto...

Non sapevo che i dementi avessero tanti proseliti, auguri a chi ha scritto il post e a tutti i somari che gli vanno dietro

Anonimo ha detto...

Ma veramente c'è qualcuno che vi legge?

ShareThis