Ecco perché la manifestazione di Roma ha UCCISO il movimento delle Sardine

15 dicembre 2019
Qui è il post dove vi spieghiamo perché il movimento delle Sardine (una sorta di populismo grillino di ritorno con 10 anni di ritardo, questa volta con la scusa di "cambiare i toni" della politica) è defunto a Roma nella giornata di oggi, 15 dicembre 2019.

Cresciuto rapidamente grazie ai social, ad un nome azzeccato, ad una situazione politica magmatica e sfidante e ad una oggettiva sebbene molto vaga voglia di partecipazione, il movimento delle Sardine è nato a Bologna con un profilo di indubbia simpatia e grande efficacia. Poi il movimento è cresciuto e si è articolato in altre città italiane con belle manifestazioni gioiose da Modena a Milano. Poi, però, è arrivata Roma. Chi vive a Roma e chi ne sa analizzare le attuali caratteristiche è perfettamente conscio dell'energia con la quale questa città riesce oggigiorno a maciullare tutto ciò che di buono le si para davanti. E fu così che Roma è riuscita a uccidere anche il movimento delle Sardine. Come mai ci è riuscita? 

Molto semplice: a Roma si è celebrata e palesata la avvilente connessione tra Sardine e Movimenti antagonisti, gruppi di occupatori abusivi, rappresentanti fondamentalisti e squadristi dell'estremismo romano della "lotta per la casa", centri sociali. Insomma, a Roma le Sardine hanno gettato la maschera dimostrando il niente o meglio il male che c'è dietro la bella faccia allegra di Mattia Santori. 

Per carità, il rischio c'era viste le premesse, ma mai ci sarebbe aspettati un suicidio così repentino da parte di un movimento che, ove ben gestito, poteva avere una gittata maggiore e durare un po' di più e magari influenzare le prossime tornate elettorali da una posizione entusiasmante e coinvolgente. E invece lo zero assoluto di contenuti è venuto al pettine immediatamente, dopo poche settimane, assai prima del previsto. Già il nulla su temi, progetti, visioni e programmi espressi in piazza lasciavano presagire il peggio, ma poche ore dopo la manifestazione la morte di questo movimento si è compiuto. Intendiamoci: le Sardine non spariranno subito. Come quei cadaveri che, trapassati da pochissimo, continuano ad avere energia elettrica nelle fasce nervose muovendosi a scatti, le Sardine seguiteranno a muoversi (e magari a far danni culturali più di quelli che stanno già facendo), ma non per molto.

Ma dove si è consumata la morte delle Sardine? Dove si è celebrata la connessione tra questo movimento spontaneo con il peggio della mafietta impiccettara romana? 

Spintime Labs è la risposta. Non bastavano le manifestazioni di piazza caratterizzate dalle stesse identiche sembianze dei patetici e inquietanti Vaffaday grillini di 10 anni fa. No. Le Sardine sono volute andare oltre, ma molto oltre. Da una parte hanno assunto la forma del peggior grillismo d'antan, dall'altra si sono praticamente fuse col peggio del movimentismo di estrema sinistra (che oltretutto a Roma assume forme smaccatamente fascisteggianti e squadriste). 
Molti simpatizzanti sardini che ancora non lo sanno rimarranno con un palmo di naso, ma è andata proprio così: le Sardine nel giorno subito seguente alla manifestazione di Piazza San Giovanni hanno giustamente deciso di tenere il loro primo "congresso". Un incontro sacrosanto per i vari leader territoriali dei gruppi che non si erano mai sentiti se non su Facebook. 

Le Sardine potevano riunirsi dove volevano. Sono il fenomeno politico del momento. Avrebbero potuto optare per mille spazi simbolici. Una azienda innovativa, un locale particolare capace di accogliere 150 persone, un coworking simbolo della nuova classe lavoratrice, magari Talent Garden, Copernico o Spaces. Oppure potevano chiedere uno spazio al Comune grillino che governa la Capitale: si sarebbe celebrata la già evidente sintonia grillino-sardina ma per lo meno sarebbe stato uno spazio istituzionale. Chessò il Macro o la Città dell'Altra Economia.

Nulla di tutto questo: si doveva consumare il suicidio e si è andati dritti verso il suicidio!

Il primo Congresso delle Sardine, riunione magari per decidere se presentarsi o meno alle prossime elezioni con una lista, si è tenuto dentro lo Spintime Labs, tra i banditeschi centri sociali romani il più banditesco di tutti, il più losco, il più subdolo, il più ammanicato, il più paraculato dalla politica a tutti i livelli dal Primo Municipio all'assessorato alla cultura passando per il Papa. L'esatto corrispettivo di Casa Pound. Un enorme spazio pubblico che potrebbe rappresentare una opportunità di sviluppo e di rigenerazione urbana e che invece da anni è ostaggio di un gruppo di prepotenti che utilizza gli alloggi come merce di scambio barattando alloggi con consenso. Un grosso stabile di proprietà dello Stato, quindi di tutti noi, ma privatizzato da un gruppo di prepotenti. Oggi in occasione del congresso sardino all'esterno c'erano i gorilla, che impedivano a chiunque l'ingresso. Una cosa di una prepotenza e di una violenza gigantesca. 

In piazza chiedono a gran voce trasparenza e poi nelle segrete stanze, chiudendosi a giornalisti, cittadini e osservatori, si riuniscono nelle sedi della "Bestia" dei movimenti antagonisti. Una "Bestia" che addirittura è arrivata prima di quella di Morisi e Salvini. È il paradosso dei paradossi. 

Un movimento che dovrebbe rappresentare il nuovo si è associato insomma alla cosa più superata, passata, triste, prevaricatrice, furba, aggressiva che c'è oggi a Roma. Un movimento che vuole rinnovare la politica ha simbolicamente suggellato la propria nascita in uno spazio che rappresenta il vecchio, vecchissimo modo di fare politica e di imbrogliare i cittadini. 

Inutile dire che questa scelta ha un solo vincitore: Matteo Salvini e tutti coloro che le Sardine, solo a parole dicono di voler combattere. Questa scelta assolutamente forsennata - celebrata da un vergognoso manifesto quest'oggi affisso fuori allo Spin Time con addirittura la firma di Action, la inquietante organizzazione che ha occupato lo stabile e che gestisce con metodi meschini molte occupazioni romane - avrà un solo risultato: allontanare dalle Sardine una percentuale considerevole di simpatizzanti. Tutti quelli dotati di raziocinio. Tutti quelli, insomma, che non sono minimamente intenzionati a tollerare illegalità, prepotenze, prevaricazioni, violenze come sono le occupazioni abusive - specie a Roma. 
Tutti questi si allontaneranno per forza; molti altri rimarranno delusi e perderanno ulteriormente speranza nella politica semmai ce ne fosse bisogno; altri ancora scopriranno l'ennesimo inganno e non saranno più disposti a credere a nulla e chissà ne farà le spese il prossimo movimento civico che magari sarebbe potuto essere quello giusto e non una nuova cialtronata. Stanno insomma non solo sbagliando, ma anche avvelenando i pozzi.
E così, con le loro scelte imbarazzanti, la loro malcelata ideologia da vecchia sinistruccia da occupazione del liceo, la loro ostentata assenza di contenuti di sostanza al di là della forma, le Sardine avranno contribuito ad apparecchiare il tavolo della stravittoria della peggior destra populista e sovranista che vi sia oggi in Europa. Per aggiungere folklore e tristezza al tutto, alla reunion sardina si è presentata anche Sabina Guzzanti: Salvini e Meloni gongolano oggi più che mai. E la beffa è che la corrente elettrica per la riunione gliel'abbiamo pagata pure noi...

132 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Mi fanno i manifesti con scritto Vota Tonelli e metto in mezzo la Digos...

...perchè sono rancoroso.

Peró i movimenti crescono anche senza RFS e fanno più clamore sul nazionale del blog del Gambero Rosso

... tra una fiera della salsiccia e una foto alla doppia fila

Ngulopeiro, Ngulopeiro.

Anonimo ha detto...

Questi sono la rappresentazione plastica della fuga dei cervelli dall'Italia

Anonimo ha detto...

Ma il gestore del blog e' a conoscenza dell'articolo 144 del regno unito? Perche' nella sua amata Londra si puo' occupare a norma di legge.

Anonimo ha detto...

stavolta concordo con RFS

Anonimo ha detto...

Ma annate a lavora', bambocci....

Anonimo ha detto...

...ma allora era meglio quando c'erano gli Squallor?

Anonimo ha detto...

Dicono che Marione sia quello dei NAR...

...ma invece è il fumettista coglione della Raggi.

Fanno il brutto e il cattivo tempo nella galassia di twitter...

...mi autoerigo peraltro a iniziatore dei fotografi seriali della doppia fila...

...bel risultato, dopo anni di Artitribune.

Ma così è la vita.

Sono barbutello, sono paffutello, soprattutto sono fallitello

Mi scarto subito, altrimenti mi ricordano dell'endorsement alla Raggi

l'inizio dell'inconsistenza e mia trasparenza esistenziale.

Ngaluppeirì, ngalupperò

Anonimo ha detto...

Dovete andarvene tutti da roma,è una città del terzo mondo popolata da animali e sconvolti,va lasciata morire,inutile accanirsi.
Ormai anche Chernobyl sta messa meglio di roma. (con la r minuscola ovviamente)

Anonimo ha detto...

Veramente Roma Fa Schifo? veramente? Siamo di nuovo a questo punto? Siete talmente dalla parte della peggiore feccia imprenditoriale di questa città, i palazzinari, che vi sperticate in analisi fantasiose, ovvero equiparare i moti grillini nati con vaffa day ( che praticamente non muovevano da nessun principio conclamato se non quello della protesta, manovrato da una società privata, ovvero la casaleggio s.r.l) con le manifestazione di piazza di questi giorni che, sicuramente non hanno un programma politico visto che non sono partiti, ma muovono da principi ben chiari ( più dirittti: per i lavoratori, per le minoranze di genere, etnia e orientamente sessuale, solidarietà, anti violenza ridistribuzione della ricchezza)per deligittimare ancora una volta i movimenti per la casa.
Invece le sardine fanno benissimo ad incontrarsi allo Spin Lab, perché prendono ancora la parte dei più deboli e contro gli aguzzini del capitalismo sfrenato, in questo caso, a Roma, i palazzinari.
La città ha un'emergenza abitativa, è inutile che cercate di farci credere il contrario, e situazioni come lo SPin Lab sono una delle reazione a questa emergenza.

Perché non fate un bell'articolo sullo scandalo dei piani di zona? Dove i costruttori hanno truffato centinaia di cittadini e persino la Regione, costruendo edifici fatiscenti e senza servizi??

http://www.romatoday.it/attualita/la-grande-truffa-dei-piani-di-zona.html?fbclid=IwAR3e9BJD2sNQGq4FRIwuBS4m5OzlViq5qXcTatO3beRKQUd6ibvqonNzHhY

Qui un link alla notizia, di ormai quasi una settimana fa!
Siete inqualificabili!

Anonimo ha detto...

Piccoli sorci (cit.) crescono

Anonimo ha detto...

Ma andateveneaffanculo, và!

Anonimo ha detto...

10:59 AM imparo dal Maestro (cit.)

Anonimo ha detto...



I dittatori comunisti si ripresentano sempre...con sembianze diverse, sono camaleontici e malefici, vermeschi e serpentini; adesso si fanno chiamare "sardine"!
Ma la sostanza non cambia: lottano contro la democrazia e chi è democraticamente eletto!!! La sovranità degli elettori la denigrano come "populismo e sovranismo" in senso pretestuosamente spregiativo.
E come tutte le dittature ..."fatece largo che comannamo noi! noi,noi e sempre noi! Anche se le elezioni le vincono gli altri"!!!!
A spregio (e sfregio!) di ogni legge e legalità!
SCHIFOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
Abbasso ogni dittatura: sia la fascista sia la comunista!


Anonimo ha detto...

ma taci dai, taci taci taci

il futuro é sardina... e schiaffi in faccia ai fascisti!

Anonimo ha detto...



Il dittatore del "taci taci taci" è redivivo! Buongiorno dittatore signor "taci"! Voi dittatori comunisti insieme ai fascisti siete come le mafie: vi contendete il territorio! Non c'è scampo: dovete per forza accaparrarvi il territorio perseguendo lo sbaragliamento di chi non è succube (al soldo!!!) vostro!

Anonimo ha detto...



Le sardine...che ridere, lottano contro l'odio mossi da un viscerale 'ODIO' per Salvini. Ahahahaha

Anonimo ha detto...

Articolo impeccabile.

Anonimo ha detto...

Tonelli c'ha le palle, uno mica diventa direttore di importanti testate (Gambero Rosso, Arttribune, Vice Italia) per caso, ragazzi.

Anonimo ha detto...

Taci, sorcio! (cit.)

Anonimo ha detto...

Pure vittorio feltri è direttore di libero, eppure è ottuso. Oppure in malafede. Quindi quale rivista dirige non significa proprio niente.

Paul J K ha detto...

Al commento di Anonimo del 16 dicembre, 2019 delle 9:35 AM dico che Roma e' il paradiso in terra se paragonata a Milano, la "CAPVT MVNDI 'NDRANGHETA" e la "TANGENTOPOLIS LOMBARDAE".

Paul J K ha detto...

AllAnonimo di dicembre 16, 2019 2:16 PM dico questo: PAROLE SANTE!!!! NON AVRESTI POTUTO SCRIVERE IN MANIERA PIU' IDONEA E REALISTICA SUI NAZI-COMUNISTI!

Anonimo ha detto...

Ma perchè uno dovrebbe votare per il piddì in versione ittica?

Unknown ha detto...

Ci vada lei a fanculo, maleducato.

Anonimo ha detto...

Pure oggi ho fatto la fotina...
Da vero vigliacchetto...
Come sempre...
Da 150 metri...
Sono marionide...
E ho detto la mia verita'...
Che e' vera...
Perche' e' la mia...
Ringrazio twitter...
Un luogo sul cui esporre le gonadi...
La mia vita...
Senza...tornerei ad essere il vigliacco che sono...
Il seriale mi spalleggia...
E se mi spalleggia lui che di mestiere fa il photo walker...
Mi sento meno solo...
Sono ciccione...
Non ho chiesto come al solito...
Ho fatto la foto e ho postato la verita'...
Sono barbuto...
La mia vita e' triste...
On line a prendere pizze da una minuscola sigla sindacale...
Sono rancoroso...
Spero che domani ci sia una bella lettera sul corriere da copiaincollare...
LucesuRoma non mi caga lo stesso...
E pensare che io la quoto per amore...


N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Non è Salvini che è bravo, è l'antri che so' scarsi

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.) un sentito saluto ai colleghi sotto processo e al marito della collega

Anonimo ha detto...

@dicembre 16, 2019 10:13 AM

premettendo che - per quello che vale - sono sostanzialmente d'accordo, mi pare di ricordare che essenzialmente le sardine nascessero come movimento estemporaneo di protesta contro l'arrembaggio della lega a Bologna. Ecco perché pur plaudendo all'iniziativa dal punto di vista civile (in effetti non siamo in Francia, dove le proteste sono micidiali, quindi bene che ci sia chi ha la forza di scendere in piazza per dire la sua), trovo il movimento ittico un po'....asfittico: molto meno del vaffa grillino, d'accordo, ma non particolarmente costruttivo.
Concordo anche sulla evidente partigianeria dell'articolista per l'iniziativa privata, che il 95% delle volte può essere avviata solo da chi già ha e si muove solo per avere ancora di più, tenendo in nessun conto il bene comune.
Concordo infine sulla gravità dell'emergenza abitativa (che certamente non si risolve andando a vivere a Colonna nonostante - PARE - le case costino poco, l'aria sia buona e i treni arrivino gagliardamente in orario...unici tra i regionali...) e aggiungo che se pure le accuse di "mafiosità" fossero vere (e mi pare da dimostrare) comunque meglio action che tutti per strada. Quello che manca, a mio parere, è un piano serio di acquisizione da parte dello stato, altro che vendite ai privati, in un'ottica di medio termine di costruzione di case popolari assegnate celermente e con criteri a prova di bomba.

Quanto a chi equipara nazifascismo a comunismo, ricordo solo la necessaria distinzione tra dottrine di filosofia politica e metodi di GOVERNO. Ovviamente non la ricordo a chi equipara, chiaramente incapace di detta distinzione anche se uno gliela spiega.

Cordialità

Anonimo ha detto...

Pure oggi ho fatto la fotina...
Sempre a distanza...
Sono marionide...
Da vigliacchetto...
Termine tanto caro al mio vate..
Non ho chiesto...
Ho dato per scontato che non avessero fatto il loro dovere...
Ho contestualizzato...
A modo mio...
Sono ciccione...
La mia verita'...
E' la sola verita'...
Twitter ti amo...
Ti amavo ancor di piu' quando potevo sprecare giga a segnalare...
Sono barbuto...
Non chiedo, fotografo come un ratto e scappo...
Poi sentenzio...
Sono rancoroso...

Mi ricordo per la mano con mio padreeeeee....


N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Brav*

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.) un sentito saluto ai colleghi sotto processo, contro i quali il sindacatuccio si sarà sicuramente costituito parte civile, e al marito della collega.

Anonimo ha detto...

Dovrei lavorare...
Ma sto tutto il giorno in rete...
La rete...
L'unico posto in cui faccio l'uomo...
Dovrei lavorare...
Dovrei...
Ma gli altri lo debbono fare...
Perche' glielo dico io...
Sono ciccione...
Sono barbuto...
Sono rancoroso...

...c'erano le erbacce sul marciapiede...


N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Un monumento a questo commmentatore. Rfs: un sito da ridere. Bravo!

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.) mi raccomando oggi non lavorate troppo (cit.).
Fatevi mandare una cartolina dai colleghi indagati che si recano a Piazzale Clodio e un sentito saluto al marito della collega

Anonimo ha detto...

Roma Fa Schifo rosica alla grande, il Sor Tonelli sull'orlo del collasso gastroepatico: Sgomberi illegittimi, il Tribunale dà torto a Roma Capitale: vincono i centri sociali
Giudicati illegittimi gli sgomberi ordinati contro gli spazi sociali che gestivano locali di proprietà di Roma Capitale. Il giudice dà ragione al centro sociale Auro e Marco, mazzolando il Comune. Non solo l’amministrazione capitolina non ha ancora visto un centesimo dei 6 milioni di euro di canoni pretesi, ma dovrà pure pagare le spese legali alla controparte! Questo, in sintesi, l’ultimo capitolo di una vicenda iniziata nel lontano 1992, anno in cui i movimenti per il diritto all’abitare occupano un locale abbandonato in viale Caduti della Liberazione, a Spinaceto. Uno dei tanti spazi dismessi, abbandonati allo sfacelo, alla periferia sud di Roma. L’occupazione viene regolarizzata in via provvisoria qualche anno dopo dalla prima giunta Rutelli. Nel 2013 si insedia l’ex sindaco dem Marino che prova a rimettere mano al patrimonio immobiliare capitolino. È del 2015 la famosa delibera 140 sulla riacquisizione in autotutela dei beni di Roma Capitale. Un modo rapido e furbesco quanto illegittimo per rientrare in possesso del tesoretto immobiliare senza impantanarsi in processi infiniti. Lo strumento dell’autotutela, infatti, permetterebbe alla pubblica amministrazione di azzerare la propria atti­vità sulla base di un accertamento autonomo. Sono circa 500 le sigle legate alla scena antagonista interessate dal giro di vite. Nell’elenco delle realtà sotto sfratto c’è anche il centro sociale "Auro e Marco" a cui il Campidoglio notifica il provvedimento di riacquisizione in autotutela. Lo sgombero pare imminente. Nel 2016 blindati e forze dell’ordine, fortunatamente vengono respinti dai militanti. L’operazione è un flop. È la prima grande vittoria. La seconda, invece, è dei giorni d’oggi. Il ricorso presentato dall’Associazione De la Serna, che gestisce lo spazio di viale Caduti della Liberazione, va in porto. Il tribunale di Roma accoglie la tesi dei ricorrenti e dichiara la riacquisizione dell’immobile da parte di Roma Capitale “illegittima per carenza assoluta di potere”. È l’avvocato Giuseppe Libutti, che ha fatto valere in giudizio le ragioni del centro sociale, a spiegare la ratio della pronuncia. “L’autotutela amministrativa è esercitabile esclusivamente per i beni che appartengono al demanio o al patrimonio indisponibile dell’ente, non essendo prevista per quelli appartenenti al patrimonio disponibile”. “Il patrimonio indisponibile ha necessità di due requisiti, il primo è che sia censito dalla pubblica amministrazione come tale in catasto e il secondo è che sia funzionale al perseguimento dell’interesse pubblico”. In questo caso, invece, l’immobile non risulta nel catasto e le condizioni di abbandono in cui versava ne inficiavano la predetta funzionalità. Possibile che nessuno a suo tempo e negli anni successivi se ne sia mai accorto? Eppure un precedente analogo c’era già stato. Nel 2017 le toghe avevano dato ragione a un’altra sigla antagonista, la Dinamo di Centocelle, che aveva impugnato il provvedimento capitolino per le stesse ragioni. All’epoca, infatti, i giudici avevano già chiarito che “qualora il bene appartenga al patrimonio disponibile, l’amministrazione è tenuta ad avvalersi dei mezzi ordinari di tutela previsti dal codice civile con l’obbligo di motivare, in modo specifico e articolato, le ragioni della scelta della sua pretesa”. Insomma, sembra proprio si tratti della solita sciatteria amministrativa. Inutile tentare la carta del ricorso perchè, sul punto, la giurisprudenza è pacifica. Al Comune non resta che imboccare il sentiero ben più lungo e tortuoso di un giudizio ordinario, con la certezza che prima di venirne a capo ci vorranno anni. E sicuramente questa storia è destinata a ripetersi, considerando le centinaia di realtà a cui è stato notificato il provvedimento di riacquisizione in autotutela. Insomma, per le feste sarà il caso di regalare a Tonelli qualche secchiata di Maalox, per brindare insieme ai ratti.

Anonimo ha detto...

firmatevi, blog da due lire! quando chiuderete brinderemmo alla faccia vostra

Anonimo ha detto...

Quando dietro un movimento ci sono i potenti araldi di un regima morente ma ancora capace di pericolosi colpi di coda. Stiamo assistendo ad un fenomeno che ricalca quello della nascita del famigerato Movimento 5 Stalle, non un movimento popolare ma una astuta operazione di ingegneria sociale per il controllo delle masse, organizzata dalle elite più o meno occulte. Santori lavora per Energia del gruppo RIE, alla direzione della quale figura Alberto Clò, ex Ministro, attualmente Consigliere di Amministrazione del Gruppo Editoriale GEDI S.p.A. (gruppo quotato alla Borsa di Milano, è editore di la Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, 13 testate locali, il settimanale l'Espresso e altri periodici. Fanno parte del Gruppo anche 3 emittenti radiofoniche nazionali: Radio Deejay, Radio Capital, m2o. GEDI opera, inoltre, nel settore internet e raccoglie la pubblicità, tramite la concessionaria Manzoni, per i propri mezzi e per editori terzi. Presidente è Marco De Benedetti e Amministratore delegato Laura Cioli) e De Longhi S.p.A., nonché spiritista e amico fraterno e socio di Romano Prodi. Ecco spiegate le sardine, ecco il Capitale che comanda e che muove le masse! Sveglia, boccaloni!

Anonimo ha detto...

Tesò, posto che tutto può essere, percarita ma: Santori è un dipendente delle società che nomini e non abbiamo prove che abbia un posto nella stanza dei bottoni. Nel caso di Grillo e del suo rapporto con la casaleggio,beh la situazione era completamente diversa, dove sono da subito era evidente il coinvolgimento del guru nelle decisioni di marketing dell'impresa. Bacioni :*

Anonimo ha detto...

Ok, è vero che le sardine tolgono spazi pubblici agli altrimenti onnipresenti Salvini e Meloni. È giusto non prendersela con loro perché non hanno ancora abolito la proprietà privata e collettivizzato i mezzi di produzione. È doveroso non chiedere loro di risolvere i pluridecennali problemi della sinistra e del paese in dieci giorni o poco più. È comprensibile sostenere che si tratti di popolo che si autorappresenta in attesa di una rappresentanza politica. Epperò. I sei punti politici presentati a Roma sono un po’ una cazzata o, quando va bene, delle grandi banalità, tipo la richiesta di un’informazione corretta (ciao belli!). L’unica cosa sensata è l’abrogazione dei decreti sicurezza, il resto è da pazzi o da ragazzini “con la faccia di chi a scuola non vuole fare l’occupazione perché è illegale” (cit.). Poi c’è un punto strano, un po’ stupido e un po’ (involontariamente) comico: l’equiparazione della violenza verbale a quella fisica. A pensarci bene, si tratta di un bel favore per un futuro regime: pensate a quanti arresti per una parola fuori posto… Vale comunque anche il contrario: con la certezza che mandare affanculo Salvini sia uguale a dargli una bastonata, voi cosa fareste?

Anonimo ha detto...

lugubri larve sociali

Anonimo ha detto...

Ho rifatto la fotina...
A un'auto...
Il cui personale non c'era...
Non l'ho cercato...
Sono un cagasotto...
Avrei dovuto parlarci...
Ma vigliacco come sono...
Lo dissi anche sull'intervista al giornale...
Che sono un vigliacco...
Che non mi paleso per paura...
Sono marionide...
Che agisco nell'anonimato...
Per paura...
Fortuna che c'e' twitter...
Sono barbuto...
L'unico posto in cui so fare l'uomo...
Ci credo che Lucesuroma non mi caga...
Chi se lo prende un pavido?
Sono rancoroso...
Ora torno a Vermicino...
Stasera pasta e fagioli e la solita amarezza...
Il mio vate m'ha detto che arriva Friedkin...
Speriamo...

Cos'e' successo al campionato, Batistuta l'ha ammazzato...


N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Ieri, a Prima Pagina di Radiotre, ha telefonato la solita professoressa in pensione (ossia una waffen ss de sinistra a riposo), che -con il ditino alzato- ha ribadito il concetto che le occupazioni di sinistra non sono reato, ma ridistribuzione e condivisione; arrivando anche a negare che Tarzan fosse un pluripregiudicato. Il vecchio che avanza.

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.) quando ci racconti dei tuoi colleghi indagati che devono presentarsi a Piazzale Clodio?? Chiedo per un amico

Anonimo ha detto...

Invece il turbo capitalismo dickensiano senza garanzie fa subito futuro fantascientifico, ma sicuramente. Un TSO espresso, grazieeee!

Anonimo ha detto...

Ce l'hanno proprio con te le sardine, con il tuo linguaggio dell'odio fai bene ad esserne spaventato. Lo Sgarbi dei blogger, il Salvini dell'internet. Odiatore di una città

Anonimo ha detto...

@Anonimodicembre 19, 2019 6:53 PM

Propongo di separare almeno per un momento il concetto di occupazione da quello della gestione della stessa.
Proprio perché bisogna distinguere chi li organizza da chi poi in effetti va ad occupare questi posti.

Io partirei dal fatto, spero condiviso, che se qualcuno rimane senza casa, senza lavoro, senza soldi, fosse pure per errori suoi che non riguardino la violazione della legge ma semplicemente colpi di sfortuna o perché no anche incapacità...dicevo se qualcuno sta in questa situazione non possiamo lasciarlo così allo sbando: in parte per una sorta di compassione umana, in parte anche per convenienza perché una persona così poi è pronta a tutto.
Però il comune (parlo di Roma poi le altre città non le conosco) non riesce a fare fronte a questa emergenza e a questo punto di tutte le opzioni possibili occupare uno stabile (magari in malora da 10, 20, 30 anni) mi sembra la cosa meno brutta che possa accadere, persino per il proprietario del rudere il quale fino al giorno prima non aveva pensato di farci assolutamente nulla.
Siamo d'accordo che quella è proprietà privata e che in teoria andarci ad abitare è un errore, è uno sbaglio, è una cosa fatta male, ma dobbiamo partire dalla realtà di persone che non hanno più nulla e che lasciate allo sbando possono diventare anche pericolose. E quindi in presenza di immobili lasciati a loro stessi penso che sia anche - scusate il paradosso - una bella cosa...in un colpo solo il senso dell'immobile torna ad essere quello per cui era stato creato quindi dare rifugio, dare possibilità a persone di svolgere la loro vita o loro lavoro e allo stesso tempo un'emergenza sociale vera viene attutita almeno nella misura delle poche persone che ci vanno ad abitare.

Dicevo separiamo questo che mi pare comunque alla fine una bella cosa perché per me conta più l'individuo che la proprietà, dalle modalità di gestione di questa occupazione: probabilmente è inevitabile che ci sia qualcuno che si metta a capo di questi movimenti perché altrimenti diventa un far west ancora più di quanto probabilmente già non sia; però certo se fosse vero che ci sono criteri paramafiosi di gestione e altre malversazioni, allora sarebbe veramente spiacevole perché vorrebbe dire che c'è chi si approfitta del bisogno della gente anche in questi casi di emergenza.
Ma allora è un po', spero mi passiate il paragone, come con la costituzione: non puoi punire che si prostituisce punisci chi sfrutta come infatti già è.
Da condannare insomma semmai sono queste persone - sempre che si provi la loro colpevolezza - che sfruttano i disperati per i propri interessi...ma non i disperati stessi i quali sono le vittime di una situazione cioè di un capitalismo senza pietà, del quale il comune che non li aiuta è semplicemente un altro aspetto, un'altra sfaccettatura.

Cordialità

Anonimo ha detto...

attento. io prima sparo, poi ti querelo.

Anonimo ha detto...

@ 5:09 BBBBRRRRRRRR, KE PAUUURAAAAA!!!! Parla con uno psicologo, è un consiglio che non meriteresti, ma a uno che affoga nella follia...

Anonimo ha detto...

Sto tremando sorcio (cit.)

Anonimo ha detto...

Santori, la faccetta pulita da giovane europeista-fraternista-volemosebenista.
Il marchio ideale per un prodotto rassicurante da somministrare alle masse in antitesi al perfido Capitone sequestratore di navi cariche di risorse (ma prive di documenti) e della megèra Giorgetta

Anonimo ha detto...

Ogni volta che parlate di politica non ne azzeccate una...

Anonimo ha detto...

Pure ieri ho fatto la fotina...
Sono Marionide...
Nascosto tra le auto...
Come i vigliacchi...
Non ho chiesto...
Sono ciccione...
Ho scritto la mia verità...
Che è la verità...
Senza sapere se avessero fatto il loro dovere...
Sono barbuto...
Sono arrivato al punto di minacciarmi da solo...
Per avere un pò d'attenzione sull'internet...
Sono rancoroso...
Ma Lucesuroma non mi quota neanche se mi autominaccio...
Che vita grama...
E tra un pò è Natale...

...hai preso 3 fischioni in coppa dei campioniiiiii...
...nun te salva manco Zaccheroniiiii...


N'galopeiiiiii....n'galopeiiii...

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.), quando ci racconti dei tuoi colleghi indagati che devono presentarsi a Piazzale Clodio??
Chiedo sempre per un amico

Anonimo ha detto...

Non ho una vita...
Sono un anti-marionide che percula il gestore del blog
Ma se lui è rancoroso cosa sono io che ripeto sempre gli stessi post?
Uno sfigato che percula un'altro dandogli dello sfigato
No troppo triste
Meglio non pensarci
Certo gli do visualizzazioni , me se no come ammazzo il tempo oggi?
Speriamo che mi diano retta così qualcosa oggi faccio
Com'era poi? N'engalopei

Anonimo ha detto...

Odio roma ed i suoi cittadini,dateve da sto cesso de città

Anonimo ha detto...

@5:44 che problemi c'hai fratè? Parla pure che t'ascoltamo, facce capì, 'na soluzione se trova.

Anonimo ha detto...

Pure ieri...
Altra fotina...
Sono marionide...
Ho la verita'...
Da 150 metri...
Per paura...
Sono ciccione...
Ho comprato un obiettivo da 1.500 euro...
Per il mio hobby...
Sono pavido...
Non chiedo...
Mi nascondo e fotografo...
Sono barbuto...
E scrivo la verita'...
La mia verita'...
E siccome e' mia...
E' la verita'...
Sono rancoroso...
Per la vigilia spaghetti con vongole e farina...
Per la cremina...
Secondo la ricetta del mio cantante preferito...


N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Rispondo pure ai commentatori critici del blog...
...sempre in perfetto anonimato...
...controllo l'IP per essere sicuro di non sbagliare...
...vergognandomi mentre scrivo.
Ragiono come un celerino...
...mandando affanculo la mia laurea in archittettururbanisticagastronimia...
...del resto Arttribune e GamberoRosso me pagano due spicci...
...però sono notorio...

...al paese de li buchi pure i tappi so' zibuchi..

N'galopeiiii... N'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.), quando ci racconti dei tuoi colleghi indagati che devono presentarsi a Piazzale Clodio??
Chiedo sempre per un amico

Anonimo ha detto...

C'avevamo provato, semo andati dall'avvocato ma questo ha tirato fuori i soldi ed ha pagato...
e mo come famo?
so triste,
so sfigato,
e forse vado pure bevuto dopo er 2 Aprile
Siccome sono un perdente ed un rosicone scrivo senza senso.
Qualcuno mi darà pur retta...
ci ho speso 3 ore a scrive messaggi, l'italiano è difficile...
... gli ho fatto pure causa...
prima o poi lo chiuderò sto blog...
così posso andà in giro ad appiccare manifesti e saltare sui paninazzi.
Che spasso regà...
quella si che è bella vita
basta chiude Roma fa schifo e tutto va posto...
se solo non rimediava 5000 euri
N'galopeiiii... N'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Ma davvero a Roma state messi così?
A discutere di occupazioni legittime o meno, a perdere tempo con perculatori del sito e difensori vari?
Questi sono i vostri problemi ora?
Non il fatto che cercate di smollare l'immondizia in giro per l'Italia visto che non riuscite a fare la differenziata ed a gestirla come il resto del lazio, non una viabilità pubblica e privata da far ridere su tutti i punti di vista od un debito del comune da far paura, oppure un piano urbanistico che non c'è da 30 anni e mai ci sarà visto che si continua a costruire a cazzo.
No, voi pensate alla libertà di occupare un palazzo.
Che non ci sia e non ci sarà mai un servizio di trasporto decente per arrivarci, che fuori sia pieno di immondizia con topi grossi come gatti non vi interessa. Figurarsi se vi freca della perdita del lavoro immagino. Tanto sistemerà tutto la prossima giunta con soldi che non ha giusto?
Ora ho capito perchè chi ha opportunità e fegato di andarsene non torna più. Ormai a Roma ci saranno solo gli scarti e restare è scavarsi la fossa. Contenti voi... più Roma va giù più altri comuni ci guadagnano quindi qualcuno ci guadagna di sicuro.
Certo è che se voi onanisti della bella epoque romana, che ormai vive solo nelle vostre fantasie, non vi date una svegliata non sarete appetibili nemmeno come meta di un finesettimana fuori, altro che Salvini o Sardine con i loro rilanci improbabili.

Anonimo ha detto...

4:50 per favore candidati a sindaco, esponi il tuo programma, raccogli i voti e risolviamo tutto. Come? Non hai tempo? Sei uno dei deficienti che per strada rifiutano un volantino (non importa se del PD, di Forza Nuova o di Potere al Popolo) e non hanno tempo da perdere per confrontarsi col prossimo? Allora stattene nel tuo cantuccio, prenditela in saccoccia e non rompere le palle. No, perché fino a prova contraria noi siamo fortunati, viviamo in una democrazia, possiamo votare chi vogliamo che ci rappresenti, possiamo fottercene e farci rappresentare da chi è votato dagli altri, oppure possiamo candidarci e dimostrare di essere capaci. Piantala di parlare di un "voi" che nemmeno sai a chi si riferisce, fai più bella figura se stai zitto, almeno chi occupa un palazzo fa qualcosa, tu invece sei l'incarnazione del nulla, sei inutile.

Anonimo ha detto...

Io vivo dove l'immondizia non sta per strada. Voi coi topi.
Già questo basta.

Anonimo ha detto...

Se lavora e paga le tasse è già più utile alla società di chi distribuisce volantini e magari "studia" all'università da 15anni. Sai com'è, niente tasse niente soldi per il comune, niente servizi.
Detto ciò mi piacerebbe sapere se gli occupanti sono così di larghe vedute se l'immobile occupato era il loro.

Anonimo ha detto...

Carina la storiella del tizio bravo che lavora e paga le tasse, comprandosi così la sua casuccia, alla faccia delle zecche sfaticate ♥️. Peccato che i diritti dei lavoratori non scendano per bontà divina e non sono cose che si possono dare per scontato. Evidentemente il signorino abita in qualche felice provincia del nord, dove 100 anni di lotte operaie gli hanno permesso ora, dall' alto delle sue garanzie, di venire a sputare su chi lotta per i propri diritti. Probabilmente deve la sua sicurezza a qualche "zecca " che negli anni passati è andata a fare volantinaggio invece che andare a farsi sfruttare dal primo stronzo di turno.Inoltre il signorino evidentemente non conosce lo stato del mercato del lavoro a Roma, forse dovrebbe venire a farsi un giretto. Vediamo poi se gli va ancora di pensare ai cavoli suoi e sputare sentenze.

Anonimo ha detto...

@Anonimodicembre 22, 2019 4:50 PM

Giusto ricordare i problemi che ci sono, ma a mia volta le ricordo che qui stiamo commentando l'articolo che parla di sardine e occupanti. Questi i due fuochi dell'orbita del discorso.
Potrebbe obbiettare, e sicuramente lo farà, che è proprio l'articolo ad essere inutile, ma per quello che vale qui mi troverebbe di nuovo in disaccordo: parlare di occupazioni dovrebbe essere - a mio parere, si intende - un'occasione per parlare di emergenza abitativa, che a Roma pur essendo un problema tra i tanti (che correttamente lei elencava) è comunque un problema serissimo in sé e probabilmente assai pesante nei numeri, dato che la seconda città italiana per numero di abitanti ne assomma la metà e oltretutto vi si trovano senz'altro più denaro, possibilità lavorative etc

Cordialità

Anonimo ha detto...

Il signorino la conosce Roma essendoci cresciuto fino al post laurea. La conosce abbastanza da aver compreso che una città tanto narcisista ed indolente non cambierà mai. Non me ha la voglia.
La prova l'hai portata tu, definendo Roma e la sua differenza con il resto di Italia. Non ti chiedi però perché altre hanno fatto quel salto in avanti che Roma non sa fare? Perché non vuole, troppa fatica. Va bene così, il degrado ed il nulla mascherati da grande città e lotta sociale. Ma alla fine sono chiacchiere e spacconeria fine a se stessa e di cui, fondamentalmente, non frega niente a nessuno. Questa è Roma, tanto fumo e poco arrosto. E lo stesso sono le occupazioni, o le grandi proteste che svaniscono nell'indifferenza dopo una settimana massimo.
Solo i cambiamenti veri contano , e per quelli ci vuole tanta fatica e poco show. Non si addicono alla capitale .
Brutta la verità eh? Ti consolo dicendo che ci hai preso sul Nord però. Emigrato felicemente con stipendio decente, casa e tutto il resto. Una vita vivibile.
Tenetevi volantini ed occupazioni varie, magari ci faccio un salto quando torno alle feste.
E mi raccomando continuate così, mi sembra che state andando a gonfie vele. Il giorno in cui Roma sarà definitivamente finita, forse ripartirà. 20 anni bastano dai.

Anonimo ha detto...

"ti consolo ci hai preso sul nord". Potevi anche solo dire " ops mi hai pizzicato, che bello fare lo spaccone sulle spalle delle lotte sociali degli altri. Ora please, visto che sei così produttivo e felice vatti a godere la tua tredicesima. Come mai stai su questo blog a riversare le tue frustrazioni? Bacetti.

Anonimo ha detto...

Perchè? Perchè fa sempre piacere avere conferma di aver presa la miglior decisione della tua vita. Me l'hai gentilmente confermato ancora: non siete capaci di assumervi alcuna vera responsabilità. Messi con le spalle al muro davanti al proprio fallimento attaccate col classico se non ti piace vattene.
Non ce la fate.
Come quelli che fanno sit-it e manifestazioni per l'immondizia ma non fanno la differenziata. Lotte sociali che non portano a nulla, a parte fare la figura di patetici bulletti di una periferia sempre più isolata dal mondo. Ma di lavorare per cambiare non sia mai, poi ti stanchi.
Bacetti mio bel sfigatello socialmente in lotta per nulla fritto, goditi i tuoi volantini. Poi buttali per strada che tanto ci pensa l'AMA no?

Anonimo ha detto...

Applausi. Aspettiamo con trepidazione la chiusura di questo blog e il ritorno a un dibattito civile. Mai piú RFS!

Anonimo ha detto...

@ Anonimo dicembre 22, 2019 11:13 PM

Spiace vedere come il confronto di punti di vista si trasformi spesso in contesa su chi è più bravo invece come contributo alla discussione. E seppure questo valga anche per il suo "avversario" (e chissà, magari anche per me), mi pare però che lei sconti il suo passato di nostro concittadino: un po' come quelli che dopo aver fumato come ciminiere diventano crociati dell'antitabagismo, non senza motivi obbiettivi per carità, però con un'enfasi che ha più a che vedere con la propria parabola esistenziale che con l'oggetto del discorso.
Nel merito, invece, lei ha fatto una scelta che nessuno può discutere ma che certamente non è definibile come assumersi le proprie responsabilità rispetto ai problemi della città: il suo è un altro tipo di coraggio, ammirevole senz'altro, ma che non credo sia né possibile per tutti e in fondo nemmeno auspicabile (Roma città fantasma?).
È probabilmente vero che una delle colpe del cittadino medio di Roma sia l'ignavia, e che la classe politica che essa esprime ne sia genuina rappresentazione (specialmente ora), però generalizzare come fa lei, da lontano, con le sicurezze che si è conquistate con le sue abilità, lo trovo ingiusto e ingeneroso. Inoltre, se la sua soluzione per i problemi della città è andarsene (e a quanto pare lo è) non vedo il motivo di salire in cattedra parlando di responsabilità.
Chioso ricordandole poi che il punto del discorso non è la sua biografia, né l'insieme dei problemi di Roma, bensì la vicinanza tutta romana, per me abbastanza scontata vista l'emergenza abitativa enorme, di sardine e occupanti. E che al limite si potrebbe parlare della disperazione di questi ultimi, ma a quanto pare per lei questi sono non problemi. Augurandole buone feste, approfitto anche per augurarle di non avere mai problemi con la casa, perché scoprirebbe sulla sua pelle quanto fanno male.

Cordialità

Anonimo ha detto...

Fantastico. Accusi gli altri di non lottare quando tu sei il primo che te ne sei andato. Sei stato obbligato a lasciare la città perché non ci sono imprenditori seri pronti a darti un lavoro come si deve e te la prendi con quello che fanno le occupazioni. Vivi in un paese che tassa al 10% le rendite da affitto a al più del triplo i redditi da lavoro e te la prendi con chi fa occupazioni . Tiri in ballo la storia dell' ama ( che non c'entra un cazzo con il post) per dare addosso alle occupazioni. Ma infatti vedo che hai capito tutto. Bacetti.

Anonimo ha detto...

Ma sardine ed occupazioni varie cosa hanno prodotto di buono alla città?
A parte regalare al Salvini di turno un motivo in più per salire in TV e tralasciando proposte ridicole da liceo tipo quella del reato verbale (perfetta solo per una dittatura di destra) in cosa hanno migliorato la città?
Le occupazioni a Roma sono un qualcosa di decennale ed il degrado decennale è oggettivo. Quindi ora mi chiedo, qualcuno in queste manifestazioni si è mai fermato ed ha detto: ok tiriamo le somme di quello che abbiamo fatto?
Ho risolto le emergenze abitative ?
Ho portato lavoro od investitori pubblici o privati ?
O li ho allontanati questi investori?
Se questa lotta è veramente efficace qualcosa dovrebbe produrre ma non vedo miglioramenti. Di sicuro non porta sicurezza od affidabilità una città con il problema delle occupazioni. Quindi pochi investitori e lavoro. Quindi rapporto domanda/offerta di lavoro sbilanciata verso il secondo che offre contratti ridicoli. Quindi problema case, oltre a tutto il resto.

Anonimo ha detto...

Io ho cambiato la mia vita. Magari tu avevi i soldi di mamma e papà e non puoi capire.
Tu che hai cambiato?
Bacioni

Anonimo ha detto...

Niente, eh . Non ci arrivi. Va bene bravo hai cambiato la tua vita (gif applauso). Ma vedi, è quantomeno singolare che uno che si è lavato le mani dall' affrontare i problemi e le lotte della propria città, poi venga a sputare su chi sta cercando di fare qualcosa, accusandoli di non fare abbastanza, di non risolvere niente, di avere i soldi di mamma e papà (lol). Capisci? Specialmente visti anche tutti i motivi detti sopra( cioè brav * hai cambiato la tua vita, sei andato in un posto felice e dove i diritti sono difesi, ma perché qualcuno prima di te ha lottato). Un po'ipocrita no? Guarda che ad andare al nord o all estero so boni tutti. Calmo down snowflake.

Anonimo ha detto...

Eh. Ma in base a quale equazione scientifica, nel mucchio di possibili problemi (classe dirigente marcia, clientelismo, imprenditori peracottari, urbanistica fatta col culo) riesci a creare questa perfetta correlazione tra occupazioni e degrado. Dopotutto i problemi elencati sopra, anche loro sono questioni endemiche e decennali. Attendiamo.

Anonimo ha detto...

Mentre tu come dimostri il contrario? Che poi era la mia domanda

Anonimo ha detto...

Io sono calmo e felice.
Mi dici queste lotte cosa hanno portato a Roma e perché Roma ne ha bisogno ed altri no?

Anonimo ha detto...

Queste lotte hanno portato a difendere, per decenni i diritti dei più deboli. Di persone altrimenti lasciate a loro stesse, per strada, in balia di qualche aguzzino. Da un parte sono contento che questo immaginario non riecheggia con n la tua coscienza, evidentemente hai avuto il privilegio di non incrociare mai situazioni di vero disagio. Ma nada bene, questa non è certo pietas cristiana. Molti spazi pubblici a Roma sono nati proprio così (vuoi la lista), sottraendoli alle grinfie di sporchi speculatori. E, visto che sei così brillante, certo non te lo devo spiegare io quanto quanto l esistenza di "cose pubbliche",da spazi a servizi, giovino a tutta la comunità.

Anonimo ha detto...

Te lo dimostro dicendo di andare a leggere tutti gli studi fatti da enti di ricerca, persino dal sole 24 , che indicano come Roma sia al palo a causa della cattiva classe dirigente, della cattiva casse imprenditoriale, della scarsa vivibilità che non attrae lavoratori qualificati e aziende di livello. Incredibile notare che non si riscontrino studi simili che additino le occupazioni come il problema della città, o sbaglio? Se ti serve ti giro dei link, però sei libero di googlare da te

Anonimo ha detto...

PS. Roma ne ha bisogno perché ha visto almeno 3 decenni di scarnificazione della cosa pubblica al pasto delle peggiori classi imprenditoriali, vedi palazzinari. Molte città europee hanno passato una stagione di intenso squatting, vedi Rotterdam o Londra negli anni 70. La stagione di ridistribuzione della ricchezza e investimento nello spazio pubblico che ne è scaturito ha permesso loro, tra le varie ragioni, di diventare le città attrattive che sono oggi

Anonimo ha detto...

E come in tanti anni di lotte state ancora al palo?
O non servono a niente oppure non ci siete boni, come si suol dire.

Anonimo ha detto...

Eccone un altro. Mostraci la via allora, nostro signore!!!

Anonimo ha detto...

Un treno per fuori Roma , ecco la via

Anonimo ha detto...

si usa il TU, nonno.
Cordialità stocazzo.

Anonimo ha detto...

Non è che una manifestazione è buona solo perché è una manifestazione.
Se si poggia su basi deboli diventa un autogol, sopratutto a questo livello di visibilità.
https://www.ilmanifestobologna.it/wp/2019/12/sardine-cosa-non-va-nel-programma/
Il programma è vago e pericoloso, e nella migliore delle ipotesi inapplicabile.
Già solo il punto 5: “La violenza verbale venga equiparata a quella fisica” dovrebbe far riflettere sulla serietà della cosa.
Volete fermare il populismo con una legge da dittatura? Quindi se Salvini, o chi per lui, dice una qualunque cagata nessuno gli può dire che sbaglia senza rischiare grosso.
Oppure il punto 2: “Chiunque ricopra la carica di ministro comunichi solamente nei canali istituzionali”. Quindi addio a domande scomode od inchieste, ci sarebbero solo interviste preconfezionate e di partito.
Chi ha scritto queste cose ci ha pensato? Ha studiato qualche dittatura del passato? No perché queste sono le basi della dittatura. E proporre ciò per fermare il populismo è sensato come distribuire fucili e pistole per fermare la criminalità.
Iniziative come queste vanno bene al livello di settimana di autogestione al liceo, ma al di fuori di ciò minano la credibilità di qualunque serio movimento ed alla fine fanno il gioco di chi dovrebbero danneggiare.
La protesta ha senso se fatta con criterio da persone che ci pensano a ciò che propongono e con un minimo di cultura nella materia. Così è meglio non far nulla, veramente.

Anonimo ha detto...

Si ok, sei un po'off topic però.

Anonimo ha detto...

La velocità con la quale questa città elegge i suoi leader e la facilità con la quale abbocca a tutto ciò questi propongono è preoccupante.
Al di là di quanto già detto sul programma è bene ricordare che il capo del movimento in questione è un dipendente del RIE, società privata fondata dall’ex ministro Alberto Clo' (https://en.wikipedia.org/wiki/Alberto_Cl%C3%B2) in un team di meno di 10 persone. Ricordo che Clò è attualmente membro del CdA della GeDi (https://en.wikipedia.org/wiki/GEDI_Gruppo_Editoriale) società editrice in affari con vari quotidiani come La Repubblica, L’Espresso, La Stampa, Il Secolo XIX ecc. ecc.
Uno potrebbe e dovrebbe farsi domande sulla velocità della scalata di queste persone (simili a quelle fatte da qualcun'altro in passato, pelato e pienotto) ma lasciamo perdere. Quantomeno però, prima di inneggiare alla lotta di classe, alle occupazioni giuste o sbagliate, non si potrebbe in questa disgraziata città, prendersi 5 minuti per vedere un attimo per cosa realmente si inneggia? Cosa può portare in concreto questa cosa al popolo che dovrebbe difendere (a detta loro)?
Molti qui difendono manifestazioni ed occupazioni, e quindi la manifestazione in questione, senza aver visto che non solo con 6 punti ha esposto le 5 regole d'oro per una dirittura fascista, ma è guidata da chi ha alle spalle persone che con l'appoggio del popolo non ci hanno molto a che fare.

Anonimo ha detto...

Per chi ne fosse interessato ecco l'organigramma del RIE:
http://www.rie.it/team/
10 scarse persone compreso il direttore, ex ministro e membro di una potente società editrice.
Guarda caso il movimento espone 6 punti di cui solo uno politico (condivisibile o meno), gli altri 5 prevalentemente rivolti alla comunicazione ed al controllo delle informazioni.
Però è una manifestazione, fatta in un palazzo occupato quindi è sicuramente pro-popolo e lotta sociale.
E guarda caso qual'è il luogo scelto per il proselito? Roma, dove tutti son signori per un giorno.

Anonimo ha detto...

*eyeroll gif

Anonimo ha detto...

@ Anonimo dicembre 23, 2019 12:18 PM

Mi faccia capire bene, lei vuole insegnare la buona educazione a me?
Come diceva Totò "ma mi faccia il piacere".

Cordialità, persino a lei.

Anonimo ha detto...

Come avevo già scritto, il programma delle sardine mi pare poco interessante e comincia ad sembrarmi persino doveroso dubitare di chi lo guida. Di qui a vederlo come una minaccia per la democrazia mi pare un passo azzardato.
Resta che a Roma ci siano problemi sulla casa che per dinamiche e numeri siano un po' fuori scala rispetto ad altre parti del paese, quindi non stupisce che chi protesta si accompagni a chi guida le occupazioni (con quali intenti non so ancora, mentre chi scrive l'articolo pare sapere già tutto).
Una manifestazione non è automaticamente ben pensata, lo riconosco, ma meglio questo che l'immobilità assoluta.

Cordialità

Anonimo ha detto...

Brav*

Anonimo ha detto...

Immobilità non mi pare ce ne sia, visto che c'è una manifestazione a mese. Non nel senso che lasci intendere.
Inefficacia di queste a risolvere la questione semmai.
Il punto è che secondo te (scusami ma il lei ed io cordiale lo trovo ridicolo) una manifestazione supportata da un movimento scapestrato come questo (e che nemmeno tu consideri troppo a quanto scrivi) è di aiuto?
Se lo pensi ok, ognuno pensa quel che vuole, che poi però non ci si stupisce se non cambia nulla, visto che si cerca l'appoggio di un movimento poco credibile. Mi pare di vedere il proverbiale marito che pur di fare dispetto alla moglie si taglia le palle.

Anonimo ha detto...

Fuggite sciocchi (da questo blog e da Roma)

Anonimo ha detto...

Usa il tu, coglione.

Anonimo ha detto...

Non mi pare il momento per le presentazioni, caro LEI.

Anonimo ha detto...

Ognuno scrive nella maniera che più gli si confà, c'è persino chi insulta (e si presenta per quello che è), pensi pure lei quello che vuole. In fondo l'importante è capirsi e possibilmente evitare di mancarsi di rispetto.

Nel merito, c'era qualcuno che più su scriveva che a Roma nessuno fa nulla. Adesso arriva lei che giustamente fa notare una certa vacuità della protesta attribuendomi l'idea opposta quando invece io ho scritto nel mio primo commento che sono poco convinto.
Certo però che siete inesorabili, non c'è modo di farne una giusta, né vi arrischiate a indicarne uno...
Aggiungo che il movimento non mi pare risolutivo (né d'altra parte pericoloso) come purtroppo quasi nessuna manifestazione, chi è al potere aspetta che si calmino le acque per riprendere il tran tran, quando non le calma direttamente con la celere.
Mi limitavo ad esprimere la mia poca sorpresa per l'accoppiata sardine-occupanti in quanto SECONDO ME l'emergenza abitativa è un grosso problema (tra i tanti, ma sempre grosso).
Ma era un'opinione come tutte.

Nonostante tutto, cordialità e buone feste.

Anonimo ha detto...

...e siamo di nuovo a 100 commenti.
Dite quello che vi pare, ma tra una cazzata e "cordialità", tra una bestemmia e un ngalopeii, Tonelli non ne sbaglia una e si dimostra ancora una volta Re indiscusso dell'interazione web italiana. Onore e chapeau, Massimiliano! Altro che quel frocio de Zerocalcare! ah ah!

Anonimo ha detto...

Eccone un altro, degno fascistone di questo blog.
Protesta vacua. Ma cosa? Si oppongono ad un regime in arrivo che è quello di Salvini.
Ogni movimento come questo che esprime la volontà del popolo sovrano è risolutivo.
Come al solito appena si riempiono le piazze i cagasotto, che temono il popolo, lo sminuiscono. Tu, anzi lei, fa pure finta di fare il comunista pro popolo.

Anonimo ha detto...

Il mio punto era un altro. Non la facilità del legame sardine / no sgomberi , ma l'utilità dei primi ai secondi.
Per te va bene purché se ne parli a quanto ho capito .
Per come la vedo io, dal punto di vista dei no sgomberi , legarsi ad un movimento come le sardine è dannoso. Se il tuo sponsor è poco credibile ci rimetti. Meglio pochi ma buoni diciamo.
Premetto che il problema sgomberi non è per me il principale casino di Roma, quindi agli occhi dell'esimio manifestante di prima sarei un fascistone probabilmente, dico solo che questa non è per me la strada per andare in paradiso. È più quella per vivacchiare.

Anonimo ha detto...

Ma ancora che rispondete a mr. Cordialità? É un pensionato che vive online e riempie decine di blog con commenti da troll ripuliti, e tutto come al solito in perfetto anonimato. É un fascista mascherato in guanti bianchi, come al solito. Lasciatelo perdere e lasciategli scoreggiare le proprie puttanate ben scritte.

Del resto siamo su RFS, la tana dei commentatori (tutti uomini, per altro? ma com'é sta cosa?) romanari

Anonimo ha detto...

Sono uomini perché le donne si lamentano su altri lidi e tutti romanari o ex perché nessuno, al contrario di ciò che pensano i romanari stessi, si caga Roma fuori dal raccordo.

Anonimo ha detto...

Signori, grazie a quasi tutti per le risate che mi avete fatto fare.
Tranne chi parla dell'utilità del legame, col quale sarebbe anche interessante discorrere (proprio perché siamo in disaccordo), i commenti sul mio essere
- fascista (citerei Mario Brega, ma tanto non sapete chi è)
- pensionato (magari)
- presente su decine di blog (immagino che chi lo scrive se li legga tutti, io scrivo solo qui e commento un articolo su dieci)
- anonimo: unica cosa esatta, d'altronde esattamente come chi mi accusa di esserlo, come se poi cambiasse qualcosa...
questi commenti dicevo sono davvero spassosi, nel loro non azzeccarne una. È che purtroppo chi li fa non legge, non capisce o fa finta di non.
A tutti voi buone feste e mi raccomando rilassatevi che vi vedo un po' tesi.
E ovviamente

CORDIALITÀ

Anonimo ha detto...

Le faccio i miei piu' grandi auguri di buone feste, nonostante non condivida le due idee al 100% e' sicuramente una persona con cui il confronto civile ha ragion d'essere.
Io lo ricordo Mario Brega, era spassoso.

Stia bene.

Anonimo ha detto...

Il confronto civile su RFS é finito e due o tre cordialità in piú o meno (e lo scambio di auguri natalizi tra la stessa persona? a proposito di risate...) non cambieranno le cose.
É finito il dialogo, perché lo decido io. Punto e accapo.
Vi travolgerà un'ondata di troll, ecco che succederà.
Del resto, non vi aspetterete molto altro nel blog di un arrivista signor so tutto io, che in 10 anni di attività personale ha incrementato la propria visibilità usando il degrado di Roma come combustibile e voi allocchi commentatori come comburente.
Quando il blog sarà chiuso o cmq invivibile Roma avrà raggiunto un piccolo traguardo.
Ci si stiamo arrivando.
Buone feste e cordialità a soreta e a mammeta.

Anonimo ha detto...

Anonimodicembre 24, 2019 12:07 PM, lei è paranoico, immaginare che uno si faccia gli auguri e si risponda è da folli.
La sua pochezza emerge non solo nella sua tiepida volgarità, ma anche e soprattutto nel non rendersi conto (escluderei una ricorsiva autoironia, non ne sembra capace) che anche lei sta commentando qui, facendosi una clamorosa e invero comica autorete.
Quello che può decidere lei, se pure riesce a fare qualcosa, non valica i confini della sua persona, se ne faccia una ragione, nonostante lei ovviamente sia l'avanguardia (Sic!) dell'ondata di cui ci avverte profetico.
Inopinatamente

Cordialità

Anonimo ha detto...

Lassali perde. Probabilmente sono gli stessi gestori del blog che cercano di confondere le acque e buttarla in caciara, quando si rendono conto che nessuno casca più nella loro retorica da prezzolati dei palazzinari. Si capisce perché cominciano a insultarti sul piano personale e basta, senza argomentare idee, arrivando a darti epiteti fantasiosi tipo pensionato o fascista co i guanti bianchi (lol). Fascista a uno che difende le occupazioni di action. Ma sicuramente. Lo fanno per mettere tutti contro tutti. Ti auguro buone feste.

Anonimo ha detto...

Guardi nonno, non ce l'ho con lei e le chiedo inopinatamente scusa. Ha ragione. Come vede, siamo tutti qua, brodo di cultura di RFS. Ha ragione anche sulla mia paranoia, alimentata dal fatto che la mia città é rovinata a degradata. Sono forse vittima psicologica del gestore di questo blog? Mi vergogno di avergli dato ragione e di aver votato convimentamente i cinquestelle, rinnegando le mie origini (Parioli, roba alta, soldi, una famiglia sempre rigorosamente a destra, ecc.)? Vabbé non la faccio lunga, si diverta. Ce n'é per tutti, anche per quelli come lei. Ma stia attento al gestore del Blog. Lui ci comanda e noi manco ce ne accorgiamo...

Buone feste
Cordialmente suo.

Anonimo ha detto...

E mica hai detto una cazzata alla fine.
Fra questo blog, Twitter e Facebook il buon gestore si è fatto un seguito da paura.
Alla fine che tu sia pro o contro rfs, alla fine diventi un suo seguace.
10 anni fa non fu li avrei dato una lira , ma con tutto il materiale a disposizione va avanti altri 10 anni questo

Anonimo ha detto...

C'é pure da di' che la metà dei commenti é di gente che lo percula e l'altra metà di trolloni epici o di gente che je vorrebbe fa' la festa, ma ok. Seguito é comunque seguito, aveva ragione McLuhan porcamadonna!
(ma infatti toccherebbe smette de trollà e vedi come se sgonfia)

Anonimo ha detto...

AH! PORCAMADONNA! QUESTO SÌ CHE HA SBANCATO! 120 COMMENTI!


E NGALOPEI MONETIZZAAAAAAAAAAAAA

Anonimo ha detto...

Vabbe',se pensiamo che su questo blog c'e' anche chi si autominaccia per poi andare a piangere su twitter.

Anonimo ha detto...

Ma cosa vuol dire unirsi in "movimento" e darsi un nome imbecille per fare un po' di attività diversiva?
Movimenti antagonisti non vuol dire niente: in Italia è tutto clientela, e a Roma ancor di più. Regalano casa e spazi a chi gli dà il voto, e lasciano i senzatetto in mezzo alla strada. Questo non è "antagonismo", questo è mafia.
Ciò detto, non vale solo per gli straccioni dei centri sociali, ma per tutto.
Basti vedere la situazione della solita, ricchissima Alda Fendi, che ha trasformato lo spazio adiacente alla propria fondazione, Arco di giano compreso, in un cortile per stendere i panni.
Se passate in questi giorni la signora ha disposto dei pericolosissimi fili ad alta tensione in mezzo alla frasche semisecche, per puntare fari abusivi a beneficio del suo palazzo.
Se un commerciante mette una lampadina fuori posto i vigili vanno in mimetica e lo tartassano fino allo sfinimento, la riccona che rischia di far saltare per aria gli impianti elettrici del I municipio, o di far scoppiare un incendio sotto il Comando di via della Greca, nessuno la vede.
Così vanno le mazzette.

Anonimo ha detto...

@ 8:01 PM, Troppi bagordi durante il natale? Digerito male? Sbornia da vinaccio e liquori da discount? Forse, invece, è tardo e ignorante di natura, al punto da non sapere che, fatte salve poche eccezioni, la maggior parte di chi anima e frequenta i centri sociali o si riconosce nel cosiddetto movimento antagonista rifiuta la delega istituzionale, pratica l'astensionismo cosciente e, pertanto, né presenta liste, né dà indicazioni di voto (a mio parere, per quel che vale, sbagliando).

Anonimo ha detto...

Tra bestemmie, sfoghi e cazzate varie questo è il popolo dei centri sociali di oggi, gente a cui non frega un cazzo di niente e di nessuno,sbandati... sono solo contro, ma contro cosa non lo sanno manco loro, li anima solo la frustrazione. I centri sociali hanno fatto il loro tempo, lo volete capire si o no?!?!?!?!? Facevano ridere negli anni 90, pensa oggi.

Volete fare festa? vabbene, tanto paga qualcun altro, avoi cazzo vi frega, vi volete sfondare di droghe fino a mezzogiorno del giorno dopo? Esticazzi...ma di politico che avete? niente, non parlate di politica che non avete mezza idea a parte l'ovvio, antifascismo e antirazzismo (grazie ar cazzo!)

Buon anno fattoni!!!

Anonimo ha detto...

Anche a te! Ti auguriamo un felice veglione con gli infermieri dell' istituto!! ♥️

Anonimo ha detto...

WOW FINALMENTE QUALCOSA DI ECCITANTE E DIVERSO DA FARE A CAPODANNO INVECE DELLE SOLITE NOIOSE DISCOTECHE!!! QUEL LUOGO MI SA MOLTO DI TRASGRESSIONE VISTO QUELLO CHE DITE! GRAZIE PER AVERMI FATTO SAPERE DI QUEST'EVENTO!

Anonimo ha detto...

"Non conosco la questione" ha dichiarato l'onestissimo vice (commissario della Casaleggio & Associati) sindaco Luca Bergamo. In quattro parole il manifesto ideologico dei 5 Stelle. Peccato che non sia vero. Bergamo è uno dei principali sponsor del centro sociale occupato.

Anonimo ha detto...

Ma 'ste sardine non dovrebbero stare in acqua o sott'olio?!

Anonimo ha detto...

https://standbuyme.it/

Anonimo ha detto...

A giudicare da tenore e contenuto dei commenti, concludo che ad essere ucciso, e quindi morto da tempo, è questo in-autorevole blog.

Andrii93 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrii93 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrii93 ha detto...

everyone should work on a good job! with a good salary! so make yourself a professional resume! with him you will find this job! resume writer

Giuseppina Eleonora Offerta Prestito Serio ha detto...

Salve,
Offerte di prestiti tra privati, veloci e affidabili
Sono una persona seria e onesta che concede prestiti che vanno da 3.000€ a 100.000 € a ogni persona che cerca un prestito di denaro per coprire un bisogno, saldare un debito, realizzare un progetto, riattivare la sua attività, un’altra preoccupazione. Ti chiedo di essere contattato direttamente con me.
Email: giovanni.ferrero.offerta@gmail.com
Whatsapp: +593 993 430 044

Bangalore Beauties ha detto...

We are featuring girls who are well educated, bold and extremely ravishing.
Bangalore Escorts

Franco ha detto...

Buongiorno

Questo messaggio è per gli individui, chiunque abbia bisogno di un prestito speciale per ricostruire la propria vita. Stai cercando un prestito per rilanciare le tue attività o per la realizzazione di un progetto o hai bisogno di soldi per acquistare un appartamento. Ma sei stato bandito dalla banca o il tuo file è stato rifiutato dalla banca. Sono un individuo che concede prestiti che vanno da 1.500 a 500.000 euro a tutte le persone idonee. Non ho bisogno di molti documenti, ma devi essere una persona sola, onesta, affidabile e saggia. Concedo prestiti a persone che vivono in tutta Europa e nel mondo.
Il mio tasso di interesse è del 3% all’anno. Se hai bisogno di soldi per altri motivi, non esitare a contattarmi per ulteriori informazioni. Sono disponibile a soddisfare i miei clienti entro 72 ore dalla ricezione del modulo di domanda. Se sei interessato
Cordiali saluti.

E-mail: franco5cassano@gmail.com

Packers And Movers Jaipur ha detto...

Get Packers and Movers Jaipur List of Top Reliable, 100% Affordable, Verified and Secured Service Provider. Get Free ###Packers and Movers Jaipur Price Quotation instantly and Save Cost and Time. Packers and Movers Jaipur ✔ ✔ ✔ Reviews and Compare Charges for household Shifting, Home/Office Relocation, ***Car Transportation, Pet Relocation, Bike SHifting @ Packers And Movers Jaipur

Anonimo ha detto...

Grazie per il tuo post, cerco tale articolo nel tempo clicca qui fantastici giochi di matematica, oggi lo trovo finalmente. questo post mi dà molti consigli che è molto utile per me

Linda ha detto...

Il contenuto di questa pagina dell'articolo, lo trovo abbastanza interessante e utile per me, grazie per averlo condiviso
clicca qui

Amily ha detto...

Nice Blog ! Stop your search here if you are looking for help to get your QuickBooks issues resolved. Our QuickBooks Customer Service Number 1-855-9O7-O4O6 is meant to help customers with reliable solutions.

ShareThis