Annullata per burocrazia All'Ombra del Colosseo. Avrebbe riqualificato Colle Oppio

14 luglio 2017
Avevano avuto una bella idea gli imprenditori culturali dell'Associazione Castellum che tra le altre cose promuovono da anni il progetto All'Ombra del Colosseo. Perduta la possibilità di realizzarlo al Celio (quell'area oggi è abbandonata, pericolosa, cadente), hanno proposto quest'anno per il bando dell'Estate Romana una location perfetta per le esigenze della città: Colle Oppio. Significava riqualificare un'area oggi in condizioni disperate, trasformata in favela, bidonville pericolosa, preclusa ad un utilizzo normale da parte di cittadini e turisti. Purtroppo non avevano fatto i conti con le assurdità della burocrazia capitolina e sulla capacità di inserirsi in queste inefficienze da parte di chi ha deciso di ostacolare la loro manifestazione. Il risultato sono investimenti polverizzati, una riqualificazione attesissima che non avverrà, artisti che devono rimodificare i loro calendari...

Abbiamo rivolto a Federico Bonesi di Castellum una intervista. 


Il bando dell'Estate Romana è stato assegnato da giorni ormai. Anche se in clamoroso ritardo (infatti tutti gli operatori, da Piazza Vittorio a Villa Ada, sono nei pasticci). Ma perché voi non siete partiti? Ci aspettavamo molto dalla vostra proposta. Non avete avuto il permesso di edificare da parte della Soprintendenza?
No. Anzi. Nonostante Colle Oppio sia un importante Parco Archeologico la Soprintendenza ha capito il valore della nostra proposta. 

E allora? 
E allora è il Comune...

Ah. Dunque?
Dunque non hanno, dopo giorni e giorni, deliberato due cose che avevamo chiesto: procrastinare l'apertura del Parco di Colle Oppio dalle 21 alle 24 e la sospensione del divieto di sosta sulle aree di parcheggio. 

Non vi hanno risposto?
Esatto. Tutto tace. Zero risposte. 

Quindi?
Quindi pur avendo tutti i permessi abbiamo deciso di non cantierizzare. Perché avremmo aperto una manifestazione in un'area chiusa al transito.

Ma quindi avete vinto il bando, avete passato le forche caudine della Soprintendenza, avete i permessi per edificare un'area di socialità e cultura nel bel mezzo di Colle Oppio e non lo potete fare per via di una banale e scontata scartoffia?
Esattamente. 

Ci spieghi in che cosa consisteva questa manifestazione che qualcuno negli uffici si è messo a quanto pare in testa di ostacolare?
La manifestazione All'Ombra del Colosseo così come progettata ed approvata dalla selezione pubblica dell'Estate Romana prevedeva circa 60 spettacoli tra cabaret, stand up e teatro comico. Tutte le sere, dalle 21:45 alle 23:30 circa. A margine dell'allestimento di un teatro all'aperto di circa 500 posti avremmo organizzato una specie di foyer con un classico servizio di bar gastronomia.

In che zona?
Dovendo spostarci dal Parco del Celio, quest'anno inibito dal Municipio per eventi culturali, scegliemmo la parte meno frequentata e più degradata del già disastrato parco del Colle Oppio, ovvero il triangolo "verde" (si fa per dire) compreso tra Viale del Monte Oppio ed il muro di Via delle Sette Sale. Area che già abbiamo bonificato con l'aiuto dei volontari del Servizio Civile Nazionale della Castellum ed una cooperativa di tutela del verde, raccogliendo 3 camion di rifiuti e sfalciando circa 6000 metri quadri di erba incolta e per lo più secca ed esposta ad incendi estivi. Inutile dire che l'erba non è ricresciuta, ma l'immondizia è nuovamente lì, insieme ai soliti bivacchi...

Quanti posti di lavoro avreste creato se non vi avessero ostacolato?
Su questo aspetto non amo sparare numeri e fare retorica. E' evidente che essendo una manifestaizone estiva e temporanea non avrebbe risolto la vita a nessuno, ma va comunque detto che tra personale direttamente impiegato e lavoratori dell'indotto, tra artisti, tecnici, allestitori, operatori sorveglianza e bar, parliamo di circa 20 posti fissi stagionali e circa 300 legati ai servizi tecnici ed artistici.

Ci spieghi di nuovo cosa manca per aprire?
Non manca alcuna pratica per la verità! Il punto è che dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni previste, seppur in ritardo e dovendo spostare la partenza rassegna dal 6 al 15 luglio, ci siamo resi conto che la banale ed ovvia richiesta di posticipare la chiusura dei cancelli del parco del Colle Oppio dalle 21 attuali al termine della manifestazione (verso l'1:00) rendendoci disponibili noi anche alla responsabilità di questo servizio di apertura e chiusura con nostro personale, non trovava riscontro alcuno.

Chi doveva farlo?
Presumo il Dipartimento Cultura, che ha accordi interni con il Gabinetto del Sindaco per ottenere tutte le autorizzazioni. Da una parte ci dicono che è il Municipio a mettersi di traverso, se poi vai dal Municipio ti spiegano che loro non hanno nulla in contrario. Il risultato è il solito stallo kafkiano romano. Per cui si ferma tutto: non possiamo stare in sospeso con gli artisti, con le date, con le tournée, con i fornitori...

Ma se rinunciate a tutto non rischiate di perdere anche il diritto per i prossimi due anni? Il bando dura tre anni...
E infatti alla fine faremo una piccola rassegna, negli ultimi 10 giorni di agosto e nei primi dieci di settembre. Una cosa piccola, minimale, senza la possibilità di guadagnare nulla (anzi rimettendoci, ma almeno non perdendo l'opzione su 2018 e 2019), senza i progetti sociali e di riqualificazione e senza i posti di lavoro di cui dicevamo sopra. E Colle Oppio rimarrà nelle condizioni riprovevoli in cui è oggi fino al 19 agosto quando avrebbe potuto respirare per almeno questa estate.



L'unica verità è che a Roma piuttosto di far lavorare degli imprenditori, piuttosto di far girare economie, lavoro e ricchezza, piuttosto che vedere che qualcuno "ce guadagna" (non importa assolutamente se in maniera lecita o meno), molti preferiscono che posti magici come Colle Oppio restino così come lo vedete in queste immagini. Questa mentalità, malata e criminogena, va considerata per quello che è: un cancro. E come tale va curata. Rapidamente.

29 commenti | dì la tua:

bat21 ha detto...

Questa mentalità malata e marcia è quella che porta Roma ad essere una zavorra come tutto quello che c'è al suo sud. Ormai penso che la città sia irrecuperabile. Sembra che il referendum sulla liberalizzazione di Atac vada male: questo risultato è figlio della stessa squallida mentalità statalista, antiefficienza, anticoncorrenza. Il futuro di Roma e del mezzogiorno è segnato, spero che la parte sana del paese non vada a fondo con il resto.

Anonimo ha detto...

E' proprio una storia kafkiana, emblematica dello stallo di Roma.

Anonimo ha detto...

Vergognoso.

Anonimo ha detto...

roma delenda est

Anonimo ha detto...

La giunta capitolina é troppo impegnata a salvaguardare gli interessi delle zanzare adulte.....mettere i rubinetti a 4 nasoni 4 per evitare il prosciugamento del lago di bracciano....e udite udite al conio di una moneta parallela che valga solo a roma.....ci puó stare che una scartoffia banale venga dimenticata???? Tanto a roma non si incazza mai nessuno

Anonimo ha detto...

Guarda che i migranti che bivaccano in giro ci sono anche nella TUA Milano alla stazione centrale! Con aggiunzione di SPACCIO DI DROGA E INCIVILTÀ VARIE, ma stai zitto brutto RAZZISTA LEGHISTA!

Anonimo ha detto...

qualche ruota non e' stata "oliata".

Anonimo ha detto...

Mai stato a colle oppio, dubito sia dunque un posto interessante, me ne farò una ragione.

Master Evo ha detto...

Colpa della debacle Neroniana ovviamente...

Master Evo ha detto...

A proposito: ma qualcuno lo ha visto lo spettacolo?

bat21 ha detto...

I migranti bivaccano ovunque in Italia ma a Milano la differenza sta nel fatto che nelle aree civili del paese la burocrazia, per quanto faccia schifo in ogni caso, non raggiunge questi livelli di indecenza. La burocrazia fa schifo a questi livelli solo dove viene usato come immenso ammortizzatore (a)sociale come a Palermo o a Napoli o a Catanzaro o appunto a Roma. Io non sono razzista (esistono le razze ed esiste una razza romana? Se si sarei autorazzista) ne' leghista visto che considero quel partito allo stesso livello (nullo) dei grillini. Penso di avere "aggiunzionato" tutto :D

Anonimo ha detto...

Mi dispiace essere in controtendenza, ma in realtà è una fortuna che l'evento non si faccia: nel passato, in tempi più "tranquilli" ci sono stati parecchi problemi di ordine pubblico e la quantità di feccia umana in giro per il parco si è aumentata in modo esponenziale... Immaginate come sarebbe quest'anno: il parco incolto, con sterpaglie secce e spazzatura ovunque e, nel mezzo di tutto, gente ubriaca e rissosa e casino fino all'alba. Poi, la mattina, montagne di spazzatura e ubriachi che dormono. Mi dispiace davvero, ma sono realista

roberto grazzini ha detto...

All'ombra del.colosseo sono comici che fanno cabaret, sei ubriaco no realista xD

Anonimo ha detto...

È un peccato che l'evento non si tenga, ma se,deve essere come gli anni passati meglio così: ogni sera, ogni notte, chiasso, musica e altoparlanti fino a notte inoltrata. E non il venerdi e il sabato, ma tutti i giorni. Insopportabile.
Già a Roma si dorme poco d estate e l inquinamento acustico fa la sua parte.
Da residente dico meglio così

alliss ha detto...

Caro anonimo sei veramente un imbecille. Detto da un romano da innumerevoli generazioni.

Bat21 mi creda che a Roma c'è anche gente civile. Purtroppo in minoranza.

Claudio Mori ha detto...

Primo: la competenza sull'apertura dei cancelli é del Primo Municipio. Non si tratta di viabilità principale, non serve a traversare la città, solo a circolare nel Primo Municipio.
Secondo: come residente confermo che le precedenti esperienze, gradevoli "dentro", all'esterno comportavano un peggioramento della vivibilità del quartiere; io abito in via dello Statuto e do di cosa parlo: ha fatto benissimo il Primo Municipio a non intervenire, come invece ha fatto male la Sovrintendenza a dare permessi senza il parere delle Autorità locali, Municipio o Comune che fossero

Anonimo ha detto...

Sig. Mori, la competenza sull'apertura del parco è del Dip. Ambiente del Comune, e sulla viabilità è della Polizia Locale. Il municipio può dare indicazioni politiche agli uffici. Detto questo se la manifestazione fa parte dell'estate romana significa che ha già vinto gara del Comune ed avuto relativo ok dal Municipio, quindi le autorità competenti sul territorio hanno deciso di farla fare lì, ed allora sì che tenendo chiuso quel tratto di Viale del Monte Oppio si andrebbe a creare un caos tra viabilità e parcheggi nella zona. Aprendo per qualche ora e lasciando parcheggiare lungo il viale, tutto sarebbe più fluido. Per il resto, da residente, meglio qualche macchina in più (anche se non ne vorrei del tutto) e qualche luce accesa sul degrado del parco, che lasciar piano piano morire colle oppio. E lo stesso vale per il cinema a pizza vittorio.

bat21 ha detto...

Alliss lo so bene che a Roma c'è anche gente civile ma e' una minoranza troppo piccola.

alliss ha detto...

Che ci vive malissimo...eppure sarebbe un gran bel posto. Ma non vedo l'ora di andarmene.

bat21 ha detto...

Alliss io me ne sono andato quasi subito dopo la laurea infatti. Ed e' stata una liberazione.

Anonimo ha detto...

La cosa piú assurda è che mentre il comune si impunta sulla chiusura di colle oppio, ha smesso di chiudere tante altre ville storiche, come ad esempio quelle del settimo municipio (villa lais, villa lazzaroni, villa fiorelli). Dopo che la giunta Marino aveva trovato una soluzione ottimale, affidando la chiusura ad una associazione di volontariato, questi geni hanno prima fatto scadere la gara e poi fatto andate deserto il tardivo rinnovo. Hanno poi pensato di operare con il servizio giardini con risultati fantozziani: prima ville chiuse col fil di ferro o le fascette di plastica perche non avevano le chiavi dei lucchetti (tristezza e sciatteria totale) poi hanno cominciato a non venire piú nei week end (e che lavoro de domenica!) poi sono definitivamente spariti! E quella scappata di casa del presidente del settimo municipio passa pure per una delle meglio; non voglio pensare il livello degli altri! Roma fa schifo se ci capita indagate anche su questo ennesimo scandalo! Le ville storiche di Roma sono un patrimonio da tutelare.

Anonimo ha detto...

Ma che cazzate. Avete la mentalità del burundi, non c'è niente da fare.
Che per "riqualificare" un'area ci vuole l'estate romana? Ma che c'avete nel cervello, i bruchi?
Nei paesi civili non esiste il concetto di "riqualificazione", esiste l'ordinaria amministrazione fatta di ordine pubblico, frontiere e pulizia.
Qui diventa la tarantella una tantum di disoccupati senza arte né parte in cerca di elemosine dal Comune.
Vergognatevi.

Anonimo ha detto...

Intorno all'ufficio lavori pubblici di Via Vico Jugaro e il comando dei vigili e il Campidoglio, stanno incendiando una macchina dopo l'altra.
Essendo segni di avvertimento prima della sentenza di mafia capitale, hanno cominciato a togliere le targhe per evitare di essere identificati.
Chiaro che questo sfascio si può verificare solo in un Paese che ha affidato all'appaltopoli la gestione della Cosa pubblica, facendola diventare Cosa nostra, anzi, vostra.

Anonimo ha detto...

Romafaschifo.. Purtoppo!

Anonimo ha detto...

A proposito della chiusura del parco, decisione presa con grandi strombazzamenti a seguito dello stupro di una turista...sono passato alcune volte recentemente proveniente da via delle sette sale ben oltre le 21 e i cancelli erano aperti...qualcun altro se n'è accorto?

Federico ha detto...

Povero Colle Oppio!
Ho studiato ingegneria proprio a Colle Oppio. Fino al 1996 le esercitazioni di topografia si facevano nel parco poi episodi spiacevoli e tentativi di furti da parte di chi bivaccava hanno impedito le esercitazioni che sono state spostate sul terrazzo del dipartimento (niente più triangolazioni.....).
Il parco senza la vita notturna delle manifestazioni dell'estate romana diventa terra di nessuno e la mattina viene restituito alla cittadinanza sporco, degradato e pieno di escrementi umani.
Ci sono andato anche diverse volte alla manifestazione estiva sia al Celio che al Colle Oppio.
Mai sentito schiamazzi (ma non sono nottambulo)!
I parcheggiatori abusivi, se segnalati alla sicurezza, venivano anche allontanati.
Peccato, un vero peccato

Anonimo ha detto...

Avete fatto bene a citare Cinzia Leone. Da anni si batte per "fare cultura" nel tessuto ormai completamente disfatto di questa città. E' una persona sensibile e intelligente, che ha sempre qualcosa di originale da dire.

E infatti è emarginata...

Forza Cinzia!

Theresa williams ha detto...










Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di rapporti con Anderson, mi ha interrotto, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo, io Inviò il coclea di incantesimi e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, lancia l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che me ne tornassi, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona facendogli riferimento all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. Email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi di amore persi
3) Divorzio Incantesimi
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo legante.
6) Incantesimi di rottura
7) Sfilare un Amore passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lottery incantesimo
9) vogliono soddisfare il tuo amante
Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
Tramite drogunduspellcaster@gmail.com













Anonimo ha detto...

Io sono straniero e' AMO questa citta e' i suoi cittadini, che citta al mondo ti offre di fare
come cazzo ti pare su tutto, dal traffico spericolato, parccheggiare dove ti viene voglia,
di non pagare tasse, prendere i mezzi a gratis, la possibilita di fare a botte e'
manco essere denunciato, di essere cercato dalle banche o finanziarie e' fregartene
perche non ce'me sono leggi adatte, di sporcare e' fregartene di tutto e' di tutti.
Signori miei, voi, nos sapete la fortuna che vi e' capitata.

ShareThis