Tutto Paolo Ferrara minuto per minuto. Orrido street food, rimborsi taxi e balneari di Ostia

14 maggio 2018
Ormai da due anni, ovvero da quando è diventato uno dei personaggi più in vista dell'amministrazione grillina, sottolineiamo lo squallore (squallore politico, beninteso, nulla di personale!) del personaggio Paolo Ferrara. Non è il solo chiaramente, compagni di squallore politico non gli  mancano a partire da Andrea Coia, tuttavia la figura di Ferrara è particolarmente cruciale e dunque da tenere d'occhio.

In questi giorni vale la pena ritornarci sopra perché Ferrara è protagonista di una serie di cosette che meritano visibilità. Non ci soffermeremo dunque sulla sua storia e sul suo curriculum ne sulle mansioni che assolveva quando lavorava in Finanza, ma ci concentreremo sui fatti dell'ultima settimana.
L'ultima faccenda in ordine di tempo è stata la querelle sui taxi. Abbastanza strumentale a dire il vero. Ma comunque da segnalare anche guardandola in filigrana attraverso un episodio di qualche mese fa che riguarda l'auto blu di Ferrara stesso (qui). Nonostante la vettura di servizio, insomma, pare che Ferrara non disdegni l'utilizzo dei taxi a profusione al punto tale da far arrabbiare i suoi compagni di partito più propensi a usare mezzi propri (pagando di tasca loro) o mezzi pubblici.

Ma per una persona così politicamente dannosa per la città e per un amministratore così scadente il problema non sono certo 400 euro di taxi al mese sebbene contestatigli dal suo stesso Movimento, perché amministrando male i danni che si perpetrano alla città assommano a milioni e milioni, non a poche centinaia di euro che Ferrara ha già in passato dimostrato (vi ricordate la storia dei McBook?) di avere in non altissima considerazione quando si parla di denari pubblici...


Una faccenda clamorosa, di cui poco si è parlato, è passata ad esempio su Report pochi giorni fa. Si parlava di Ostia e del racket dei balneari. Secondo le ricostruzioni del programma di Rai 3 emergerebbe infatti che tra tutti i mille criminali del lungomuro di Ostia, i 5 Stelle in questi anni si siano accaniti con particolare dovizia solo contro Libera, l'unica associazione antimafia a gestire un pezzettino di spiaggia libera in mezzo alla mafietta dei balneari. Contro di quelli nessun esposto a quanto sostiene Report da parte dei 5 Stelle lidensi capeggiati da Ferrara, contro invece Libera il veleno puro e la bava alla bocca. Naturalmente il fatto che al posto di Libera la spiaggia sia stata poi assegnata ad un amico di Ferrara (che poi Ferrara, nel suo stile ormai noto, ha fatto finta di non conoscere) è un puro caso, come potete ben evincere dal micidiale filmato messo su da Report. Da vedere e rivedere e condividere a tappeto per capire a pieno il personaggio. Ma d'altro canto Ferrara non è nuovo a mettere le manine nelle faccende balneari di Ostia, solo oggi (oggi, 14 maggio!) su Repubblica ha ammesso di aver sbagliato tutto: i chioschi sono stati buttati giù per fare scena, ma non sono state neppure rimosse le macerie e ora non c'è tempo per farli ripartire. Hanno fatto casino - salvo poi arrivare ad ammettere l'errore - pur di dare addosso al lavoro straordinario di Alfonso Sabella. Risultato? La stagione balneare è compromessa, i chioschi non esistono più e così ne traggono vantaggio gli stabilimenti tradizionali. Sempre loro guarda un po'...



Una terza storia emersa in questi giorni riguarda una imbarazzante manifestazione sullo street food svoltasi questo finesettimana ad Ostia. Mentre il Municipio e il Comune massacrano i commercianti per fargli togliere i tavolini all'aperto - di fatto unica fonte di sostentamento per le aziende locali -, il X Municipio si è prodigato per assegnare il Pontile di Ostia ad una fantomatica organizzazione piemontese che apparecchia "festival internazionali" di street food. Il Pontile, per anni luogo di rappresentazioni teatrali e di inviti alla lettura con reading e presentazioni di libri, si è trasformato in un puzzolente antro di cottura di salsicce e di farcitura di panini con la porchetta. Intendiamoci: i mangiari di strada sono una cosa molto molto seria. Specie in Italia che è epicentro mondiale di questo genere di leccornie, da Palermo a Venezia. E specie a Roma, che con la sua storia del cibo di strada, dal supplì alla pizza a taglio per arrivare ai successi del contemporaneo trapizzino ha fatto scuola ed è una delle capitali mondiali. Ostia dovrebbe avere l'ambizione di essere un luogo di mare tra i più ambiti, eleganti, pregiati del mondo. Unica località balneare ad avere una grande capitale a portata di metropolitana. Per certi versi solo Barcellona o New York possono vantare un atout simile. Tutto si può fare ad Ostia, ma tutto ma deve essere fatto al massimo della qualità.
La rassegna di street food lo era? A giudicare dai commenti dei cittadini sui profili social no: "a parte un paio di camion, il resto erano panini da stadio" ha scritto più di qualcuno, mentre molti hanno lamentato disorganizzazione. In ogni caso non si è fatto il minimo lavoro di ricerca, non si è valorizzato lo steet food locale (potentissimo e ambitissimo nel mondo con nomi che stanno conquistando il pianeta), non c'era neppure mezzo soggetto di alta qualità, ci si è limitati a lasciare l'organizzazione ad una società torinese selezionata chissà come, che probabilmente offre un prodotto standard, senza infamia ne lode. Creando un pericolosissimo precedente in un'area delicata che dovrebbe essere sì concessa, ma solo ad eventi di eccellenza. I vendors dovevano essere 30, erano una decina. E di certo non hanno accresciuto la cultura gastronomica del pubblico. C'è stata una polemica micidiale nei giorni precedenti con l'opposizione sulle barricate e nei giorni di montaggio il Municipio si era dimenticato di autorizzare il passaggio degli orribili camion nell'area pedonale (!) così i vigili li stavano pure per multare. Insomma un caos, ma a dispetto del caos il nostro Paoletto cosa faceva? Esultava sui social come suo solito fregandosene di coprirsi di ridicolo. Perché per il suo elettorato di bocca particolarmente buona (sia politicamente che gastronomicamente), nulla è scadente e nulla è ridicolo. 

Sia chiaro che non siamo qui a declinare un accanimento personale contro Ferrara, sia altrettanto chiaro che nel giorno in cui Ferrara diventerà un amministratore serio e all'altezza saremo i primi a sostenerlo, ma per ora non possiamo non sottolineare tutta la nostra vergogna e tutta la nostra umiliazione nel sapere una capitale occidentale in mano a personaggi che in un contesto normale non avrebbero la credibilità e l'autorevolezza neppure per amministrare un piccolo condominio.

28 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Sono madre di tre splendidi figli che coltivo e nutro all'insegna di un buona e retta dottrina nostalgica (diciamo così) - che posso pensare? Che queste sono normali manifestazioni di imprenditoria che noi, gente di destra, gente ricca, vogliamo. Del resto, non ci possiamo certo aspettare che Roma possa crescere senza attori importanti come il suddetto, senza stands di primizie e senza una sana imprenditoria.
Se vogliamo stroncare qualcosa... e dobbiamo stroncarlo... io inizierei da quei terribili negozi da proletari in viale marconi, in via appia, pascolo nauseabondo di chi ruba e non arriva a fine mese.
Per carità!

Romanamente,
Fernadella.

Anonimo ha detto...

Roma ormai è adatta solo a tre genere di persone. I coatti, i mafiosi e le pecore.
Molto meglio Milano, città in cui mi sono ricollocato e che ora adoro, piccola eppure globale, pulsante alpha-city.
Mi spiace, ma questa è la banale verità.

Anonimo ha detto...

Indovinate un po' a chi franceschini regalerà la storica biblioteca di storia dell'arte voluta da Croce, insieme alla gestione della nuova biblioteca al Quirinale e alla scuola per "managge" mibact?
Al suo caro amico e capo di gabinetto giampaolo d'andrea. 30 milioni di euro per arricchire le tasche degli amici di franceschini.

"Non mancano i “sempiterni” che grazie alle entrature giuste riescono sempre a trovare un approdo sicuro. Come Giampaolo D’Andrea, che Dario Franceschini ha voluto suo capo di gabinetto ai Beni culturali. Un amico di lunga data: a fine anni Novanta entrambi (insieme a Enrico Letta) erano vicesegretari del Partito popolare. D’Andrea di tecnico non ha nulla: capogruppo Dc alla Regione Basilicata nel 1990, due anni dopo diventa deputato. La Prima Repubblica finisce, la Balena bianca affonda ma per D’Andrea inizia una nuova stagione: alle europee del ’94 raccoglie 76.137 voti e vola a Strasburgo a fare l’europarlamentare. Nel ’98 D’Alema arriva a Palazzo Chigi e lui diventa sottosegretario ai Beni culturali. Nel 2001 Berlusconi stravince ma le sue quotazioni continuano a salire: è senatore della Margherita. Dopo cinque anni a Palazzo Madama, niente ricandidatura. In compenso con Prodi premier torna a fare il sottosegretario: stavolta alle Riforme.

E quando nel 2008 il Pdl trionfa alle urne, per l’ex popolare rimasto senza incarico si rimedia nel partito: Walter Veltroni lo nomina responsabile del settore Ricerca del Pd. Con un curriculum simile, si capisce perché il centrodestra, quando vide il suo nome nella lista del governo Monti, minacciò di non votare la fiducia. «Non faccio finta di essere un tecnico puro, ho un passato politico», ammise lui. Adesso, dopo un anno e mezzo coi tecnici e un altro anno a spasso, la grande rentrèe con l’amico di vecchia data".

Anonimo ha detto...

Ma perché, cosa ci sarebbe di mostruoso nei tavolini da te fotografati, o nelle patatine in spiaggia?

Anonimo ha detto...

condizione necessaria anche se non sufficiente affichè ostia si liberi dei suoi mali è quella di liberarsi di questo nome cazzuto,
volgare , insignificante, fa pensare all'ostia che uno si mangia in chiesa.
eh già, cìè chi sostiene che le parole siano pietre e chiamare ostia una città è la sua condanna, per un nome vomitevole e pieno di energia negativa

Francesco Rotili ha detto...

Il nome "Ostia" deriva dalla parola latina "Os, oris", bocca, in quanto si trovava alla foce del Tevere. Anche la parola "orale" ha la.stessa etimologia.

Anonimo ha detto...

Ferrara, stiamo ancora aspettando gli allacci Acea sulle spiagge libere: pensi de farcela per Novembre?

Anonimo ha detto...

Rilassatevi, non tornerete al potere così presto. Gaviscon???

Anonimo ha detto...

Ostia e una città grande, con una grande popolazione e grandi ricchezze,per questo necessita infrastrutture all'altezza e amministratori competenti. Nessuno (di nessun colore Politico incluso gli honesti) ha proposto un progetto organico di rilancio territoriale, nessuno ha proposto la promozione del territorio anche solo a livello comunale ma soprattutto nessuno sembra in grado di capire che creando una buona sinergia con Roma e Fiumicino, Ostia diventerebbe prosuttrpro di ricchezza. Il giorno che smettersmet di concepire un territorio di 300'000 persone( con un catchment di due milioni e mezzo di romani e undici milioni di turisti) come un paesello rurale, allora forse vedremo la luce.

Anonimo ha detto...

*produttrice di ricchezza, il giorno che smetteranno. Mannaggia al correttore automatico

Anonimo ha detto...

Perché non affronti il discorso Casamonica?

Anonimo ha detto...

Ma avete mai letto il suo curriculum?
Non ha uno straccio di carta che attesta la minima competenza.
E questo mi dovrebbe governare?
Questo e la Di Pillo dovrebbero risollevare il litorale romano?
Come diceva mio padre " beati voi!"

Anonimo ha detto...

Mi spiegate come mai sulla vostra pagina FB a ogni post mette like lo 0,1 % del totale dei like della pagina e risponde circa lo 0,01% del totale con i soliti 6- 10 profili massimo? I classici poi o le classiche dato che qualche femmina pure c e... Ma gli altri come ve li siete procurati? Buona vita .

Anonimo ha detto...

Hai totalmente ragione, ugualmente nessun partito ha proposto una squadra con nomi forti ed esperienza tale da poter gestire un territorio complicato ma pieno di potenzialità (e mi riferisco soprattutto al PD)

Fr Vodounon ha detto...

.




OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problema.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it























































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problema.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it





































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problema.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it
































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problema.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it
































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problema.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it

Anonimo ha detto...

Cristina Allegri fa i bocchini col culo!

Anonimo ha detto...

L'ho sentito una volta dal vivo (per la candidatura della Di Pillo) e non mi aveva fatto simpatia. L'ho risentito in tv a Report e aveva un modo di parlare da classico politico, un po' abbottonato e sulla difensiva, e mi ha fatto ancor meno simpatia. Ho appena scoperto che prima lavorava nelle forze dell'ordine (più precisamente guardia di finanza) e mi sta ancora meno simpatico. Sinceramente, a me il M5S piace, e parecchio, come parecchio mi piacciono la maggior parte dei loro esponenti, ma in lui non ci vedo niente del M5S.
E sinceramente l'idea che lui lavorava proprio nella guardia di finanza non mi piace affatto. Sebbene le irregolarità più dannose commesse dagli stabilimenti balneari non siano di tipo fiscale, perché purtroppo hanno fatto di peggio, cioè hanno costruito sulla spiaggia e in più hanno costruito il lungo muro, lo sanno tutti che gli stabilimenti a Ostia evadono, e parlo di evadere parecchio, arrivare a dichiarare anche meno della metà del fatturato reale. Recentemente non ho sentito storie di multe comminate dalla finanza in seguito ad accertamenti, poi magari quando Ferrara faceva il finanziere queste multe le facevano, questo non lo so. Però almeno recentemente sarebbe curioso sapere, che cosa ha fatto la Guardia di Finanza? Voi avete notizie? Io no, come al solito abbiamo chi non rispetta le regole (e non poco) da un lato, e chi deve controllare dall'altro lato, e noi nel mezzo che dobbiamo sopportare la presenza "fuori dalle regole" (seppur parzialmente, si intende, non è che sono totalmente abusivi) dei primi e la totale inutilità dei secondi, che tra l'altro paghiamo noi e non di nostra spontanea volontà.

Anonimo ha detto...

A cazzariiiiii!!!! E i primi cazzari sono proprio i tenutari di questo blog farlocco. Dite che vi importa di Ostia? Dite che vi stanno sul cazzo i mafiosi che la comandano? Fosse vero avreste dovuto dare una mano (fisicamente, con la vostra presenza!) all'iniziativa che aveva costruito la "Spiaggia Libera SPQR", invece tra gestori del blog e commentatori siete solo dei leoni da tastiera. Ciao!

Anonimo ha detto...

In guardia di finanza era nel gruppo sportivo!!!
Se gli date in mano un bilancio di una società non sa nemmeno da dove inizia.

Anonimo ha detto...

Allora sciogliamola.

Anonimo ha detto...

Leggete il c.v. è in rete!
Scuola un professionale ma non dice quale
In finanza dopo il gruppo sportivo e stato destinato ad un incarico per la logistica. (Tipo magazziniere) con tutto il rispetto per i magazzinieri.
Ma la cosa stupenda scrive che é stato negli USA e AUSTRALIA per imparare la lingua di cui una volta di 9 mesi a Sydney... descrizione finale del suo livello d'inglese "DISCRETA"!!!aahhhhh aahhhh.
Dopo nove mesi a lavorare e studiare in Australia ritorni con un DISCRETO sei proprio una capra!!!
Quello che mi dispiace é che li ho votati

Anonimo ha detto...

La cosa inquietante è che questo è più o meno il curriculum di tutti i ministri del governo renzi e gentiloni. Almeno di quelli che hanno superato la terza media.
Quanto all'inglese, francamente dopo shish in seduta ue, il resto è silenzio.

Anonimo ha detto...

Un articolo come sempre pieno di petizioni di principio, asserzioni arbitrarie e formule vaghe.
Certamente, se i commissari o i politici volessero veramente debellare la mafia, lo farebbero invece di assumere posizioni vaghe o metter i bastoni tra le ruote alla magistratura.
Ma d'altronde, quando la mafia è pressoché tutto, quanto può esserle estraneo il presunto contraltare politico o commissariale, che poi è un risvolto della politica stessa?
Chi concede le concessioni a questa marmaglia? chi fa le leggi per ratificarle in termini ventennali?
Libera è un organismo senza dubbio ambiguo, non sono i 5 stelle i primi a sottolinearlo.
Gli altri sono bestie senza ambiguità.
Ognuno tifa per i suoi.

Anonimo ha detto...

Quanto alla mafia in diretta, vi invito a verificare cosa è successo a conclusione del processo di mafia capitale; come zombie dai tombini, sono risbucati saltimbanchi, lavavetri, questuanti romeni truffaldini.
Alle terme di Caracalla, sotto gli occhi dei turisti e dei vigili urbani, comodamente insediati nel gabbiotto, si è accampata una roulotte di zingari con un panzone che gira a sedere scoperto davanti agli scavi, la moglie che stende i panni e il barbecue al vento.
E non solo.
Ricominciano gli strani incendi.
Oggi, alle 20, 30, ha preso fuoco un cassonetto su Via La Spezia.
A venti metri stavano lavorando gli "artisti di strada".
Di notte qualcuno ha ripreso a spicconare i tombini. E un nugolo di incendi ha colpito qualche mese fa gli autoveicoli intorno a Via Petroselli.
E' o no mafia?
Meditate gente, meditate.

Anonimo ha detto...

I balneari sono in grado di corrompere un po' tutti, guardia di finanza, capitaneria, municipale ecc... Se a Balini hanno confiscato quasi 500 milioni di beni immobili (fatturato a cui spesso non arrivano neanche le multinazionali) capite benissimo che i soldi che evadono sono tanti e quelli che usano per corrompere per loro sono spicci, sarà forse per questo che difronte a un reato tanto macroscopico quanto tangibile (i 10km di lungomuro più miglia di metri quadri di strutture abusive) fanno tutti finta di non vedere. Come già detto i balneari si potranno superare quando la politica nazionale saprà mettere a frutto le vere potenzialità del litorale.

abcya ha detto...

The scenery here is beautiful as an ideal tourist destination.
Your post is great and very interesting and meaningful, thank you

Anonimo ha detto...

questo tizio è lo stesso che ha promesso di fare il sottopasso a via di Malafede.. ovviamenten non si farà nulla di tutto cio'

Tortora Giuseppe ha detto...

Ciao,
OFFRIAMO UN PRESTITO DI SOLDI VELOCE E AFFIDABILE A VOSTRA DISPOSIZIONE ENTRO 48 ORE CON UN TASSO DI INTERESSE DEL 2%
vanno da 2.000 a 500.000 €
Per maggiori informazioni vi prego di contattarmi direttamente al mio
indirizzo email: tortoragiuseppe54@gmail.com

scrivete su whatsapp +33756857346



Ciao,
OFFRIAMO UN PRESTITO DI SOLDI VELOCE E AFFIDABILE A VOSTRA DISPOSIZIONE ENTRO 48 ORE CON UN TASSO DI INTERESSE DEL 2%
vanno da 2.000 a 500.000 €
Per maggiori informazioni vi prego di contattarmi direttamente al mio
indirizzo email: tortoragiuseppe54@gmail.com

scrivete su whatsapp +33756857346

ShareThis