Roma lercia perché Malagrotta chiusa senza pianificazione? Smontare l'ennesima bugia pentecatta

8 gennaio 2018
La crassa idiozia, la malata ideologia, la marcia malafede e la totale insipienza pentecatta sui rifiuti non sa più quali pesci pigliare. Molte cose si possono nascondere ai lobotomizzati elettori a cinque stelle, ma la monnezza sotto casa che neppure ti fa aprire il portone del palazzo è duro farla scomparire con l'arma più utilizzata e congeniale alla coalizione di governo capitolino: la bugia. E visto che ripetere "non c'è nessuna emergenza" quando la città è in piena emergenza non sta portando frutti neppure nei suggestionabilissi cervellini dei loro elettori, i pentecatti hanno cambiato strategia. La strategia della giornata è "siamo messi così per colpa non solo della Regione, ma soprattutto per colpa del PD che ha chiuso Malagrotta". Insomma la chiusura di Malagrotta, mostro in infrazione europea, di cui si parlava da decenni e decenni, è diventato non un vanto dell'epoca di Ignazio Marino (uno dei tanti sfrontati gesti di coraggio o, se preferite, di imprudente sfrontatezza politica) bensì addirittura una colpa.
Ovviamente le bugie hanno le gambe cortissime, ma non vogliamo essere noi a smontarle. Lasciamo il compito, come sovente facciamo quando si parla di tematiche ambientali, a Estella Marino, esperta, professionale, professionista di rara onestà intellettuale e assessora ai rifiuti negli anni in cui si chiudeva Malagrotta e in cui tutti noi avevamo sperato che questa città potesse avere ancora l'ultima occasione per diventare normale. 



Come ho già detto altre volte (anche quando ero in una posizione di governo) la questione è troppo complessa per complicarla ulteriormente con strumentalizzazioni politiche, esattamente quello che stanno facendo i Cinque Stelle scegliendo non in base a cosa serve realmente ma in base all'effetto che fa. Se accetto un aiuto da una Regione di un altro colore politico, o da un Sindaco che è stato cacciato dal movimento... Sulle cause dell'emergenza basta leggere i tanti articoli di giornali di oggi, sono sempre le stesse però nel Natale 2015, periodo Tronca, non ci fu questa situazione perché si era già in una fase di miglioramento, che in un anno e mezzo la giunta grillina non è riuscita a consolidare di striscio, annullando tutto quello che avevamo iniziato a mettere in campo (per progettare e realizzare gli impianti ci vogliono mesi, se butti a mare percorsi già avviati, ricominci da capo), paralizzando l'Ama con incessanti cambi di vertice, proponendo delle generiche dichiarazioni di intenti senza spiegare come si realizzano le cose, in pratica il nulla. Dannoso.
Ora provo, per l'ennesima volta, spero sia l'ultima, a smontare le fandonie con cui stanno provando a difendersi i grillini scaricando sempre su "quelli di prima" (vedasi il delirante comunicato della .


1) "Facciamo chiarezza. Tutti sanno che dal 2013 - anno di chiusura della discarica di Malagrotta con il Pd che si dimentico' di pianificare una alternativa"

Allora, il problema sono i TMB, come dimostrato dal fatto che il supporto delle altre Regioni è richiesto per uso di TMB e in minima parte inceneritori (il rifiuto indifferenziato OBBLIGATORIAMENTE deve prima essere trattato nei TMB dai quali esce combustibile da rifiuto per i termovalorizzatori e scarti e fos che vanno in discarica). Quindi pure se per assurdo oggi fosse aperta la discarica di Malagrotta ci sarebbe l'emergenza lo stesso perché i rifiuti indifferenziati devono prima passare per i TMB e non possono andare direttamente in discarica. (Ciò nn toglie la necessità di individuare una discarica di servizio ma non è questo che produce l'emergenza). Quindi la chiusura della discarica di Malagrotta non c'entra nulla ed inoltre noi l'alternativa impiantistica con il progetto degli ecodistretti l'avevamo pianificata eccome, il primo impianto di compostaggio era già in fase avanzata di progettazione, peccato che loro abbiano bloccato tutto.


2)"Si tratta di un sistema fragile che stiamo rendendo forte e stabile con la richiesta di autorizzazioni per costruire impianti di compostaggio e di riciclo; con l'estensione della raccolta differenziata spinta a oltre 1 milione abitanti nel 2018. Quindi, ci auguriamo che l'Abruzzo dia il via libera alla richiesta di accogliere rifiuti in impianti di trattamento meccanico biologico".

La raccolta differenziata "spinta" cioè con il porta a porta a Roma copre già 1 milione di abitanti dal 2016. Peccato che dal 2016 ad oggi non sia stata estesa a nessuno, tranne qualche centinaio di utenze del Ghetto, e infatti il dato della raccolta differenziata è fermo al palo del 43% da oltre un anno mentre prima aumentava gradualmente.Sotto trovate tutto il comunicato dell'ass. Montanari, che è persona esperta e competente quindi sa bene di cosa parla e difficilmente può confondere l'impiantistica se non per mera strumentalizzazione politica.
ESTELLA MARINO 



63 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

ma come si fa a pulire londra, new york e parigi ? non sarebbe sufficiente andare lì, studiare, tornare qui e copiare ?

Anonimo ha detto...

non è solo questione di cattiva raccolta dei rifiuti (basterebbe suddividere la città per zone e affidare a una pluralità di società pubbliche e private la raccolta, come si fa in tantissime capitali estere di dimensione pari o superiori a roma) ma anche di mancata spazzatura e lavaggio delle strade stesse

Anonimo ha detto...

in teoria roma sulla differenziata fa persino meglio di parigi, ma le strade sono piene di cartacce e di sacchetti di spazzatura lasciati dai residenti o dai commercianti in punti di raccolta informali... questo vuol dire che con la pioggia in inverno e il calore del piano stradale in estate i liquami fuoriescono dai cumuli e lo spettacolo è immondo.

roberto ha detto...

cara signora ESTELLA MARINO faccio notare che la raccolta porta a porta spinta è partita anche ad ostia... è pregata prima di scrivere di informarsi o forse questa sua intervista è di qualche tempo fa e Romafaschifo subito ama aumentare il numero di fake news in giro...
grazie

Anonimo ha detto...

a me sembra che le giunte cambiano e lo schifo resta. credo che derivi dal poco amore per la città e per il "mestiere" di amministratore. alcune città estere (ma anche Milano appena 15 anni fa) ad un certo punto della loro storia recente stavano messe peggio di roma, ma si sono rimesse in piedi e sono rinate, quando è andato a governarle qualcuno che, a prescindere dal colore politico, aveva amore per la città e voglia di fare bene

Anonimo ha detto...

@roberto 5:17 PM "... la raccolta porta a porta spinta è partita anche ad Ostia... "
Ora capisco perché in realtà non c'è emergenza rifiuti: è partita la raccolta porta a porta anche a Ostia! Allora possiamo stare tranquilli!

Anonimo ha detto...

Vorrei ricordare al Sig. Roberto che ad ostia non è partita solo la raccolta porta a porta, ma pure il tritovagliatore mobile che, secondo certe promesse a 5S, manco ci doveva arrivare!

Roberto ha detto...

A me interessava solo far notare che genere di notizie divulga il blog.. la polemica politica la lascio a voi

Anonimo ha detto...

Ogni Blog scrive l'informazione dal proprio punto di vista ed avere la neutralita' non esiste ... il fatto che il problema mondezza doveva essere risolto entro un'anno, e' mancato ... ora che vogliono salvarsi la faccia cercano l'alibi o far crede che buttarla in caciara li salva dall'essere responsabile .... ci vuole gente seria che invece di promettere cose impossibili, si metta sotto, lavori e risolva i problemi ... a cose fatte poi la gente sa a chi dare il voto .... ma siamo anni luce lontani per vedere il vero cambiamento

Anonimo ha detto...

Che facce di culo! Si vede che avete amicizie cerroniane. I 5 stelle in meno di un anno hanno aperto 5 nuovi punti di raccolta della spazzatura, ma il problema è proprio quello.
Fino a che gli italiani non prenderanno i randelli, sotto le case dei vari Caltagirone, cerroni e agnelli, più consapevoli del fatto che ogni denaro rubato dalla mafia è un denaro che grava sulle loro tasse e che viene decurtato dai dovuti servizi, non cambierà mai niente.

Roberto ha detto...

Vorrei sapere dove hai mai letto che si sarebbe risolto il problema rifiuti entro un anno...
siamo in un momento che a forza di dire falsità poi diventano verità...

Anonimo ha detto...

Se andaste a contare i soldi che ci ha rubato cerroni, i soldi che ci sta rubando il pd per assumere tutti gli amici, con organismi come consip e ales, i soldi che ci rubano anche per pagare i vari tonelli, e tutti i media asserviti, capireste che le questioni giudiziarie non sono materia circoscritta ai magistrati: ogni attacco che si fa ai Pm che indagano sui politici viventi, è un attacco ai cittadini, perché i ladri come cerroni, come caltagirone, come i politici che divertono i soldi dai poveri alle imprese di questi papponi, se sanno che la magistratura non può indagare liberamente, ci deruberanno sempre di più, e commetteranno sempre più delitti per incamerare il potere.
Se pensate che per collocare tutti i servi, i ministri di questo s-governo stanno inventando organismi inutili, vere e proprie macchine mangia soldi, in primis franceschini, capite che è urgente rinsaldare il potere giudiziario, che ha subito un attacco da vera dittatura.
E la cosa più spaventosa, che dà il segno di quanto la mafia ormai abbia permeato gli organismi istituzionali, è che oltre ad attaccare i magistrati che combattono i vari cerroni, adesso vogliono eliminare i CARABINIERI, l'istituzione che incarna la nostra storia, la cosa che funziona meglio in Italia, per depauperarci del tutto e metterci in mano a questi briganti che ingrassano a spese delle pensioni degli anziani e della salute dei piccoli.
Esattamente come nel 1981, quando le pressioni straniere fecero in modo tramite le brigate rosse, di smilitarizzare la polizia di stato, adesso voglionoi ridurci definitivamente a una repubblica delle banane, con una informazione venduta, politici schiavi dei poteri occulti e senza alcuna difesa dei nostri diritti.
Perché naturalmente la polizia leccherà accuratamente le suole dei politici contro i cittadini, come già adesso è costretta a fare.

Anonimo ha detto...

Quanto alle menzogne, tonelli, a te come ai vari travaglio, sallusti, e genia di bacherozzi della dis-informazione, ve le pagano un tanto al chilo.
Mettetecela un po' di vergogna su quei musi sfrontati da babbuini pronti a scoprire le terga a comando.

Anonimo ha detto...

quelli come cerroni dominano anche la politica. chiedete un po' alla raggi come mai de dominicis era stato premiato con l'assessorato, come la muraro, ve lo potrebbe spiegare proprio l'"avvocato" de sta minchia.

Roberto ha detto...

Ma come scrivi?!?nn si è capito un granché. Cerca di enunciare meglio

Anonimo ha detto...

@anonimo gennaio 08, 2018 6:37 PM
Hai proprio ragione! "Bei tempi... quando c'era lui!"

Anonimo ha detto...

Perchè, ai tempi di Caligola era meglio? Nun me pare! Tutti a lamentarsi ora, ma dov'eravate prima?

Anonimo ha detto...

Aprite i vostri occhi, i poteri forti hanno comprato i romani, è per questo che tutti stanno mettendo i bastoni fra le ruote, Roma è stata una trappola che ci costerà cara! Tonelli venduto amico di Armandi della metro C

Anonimo ha detto...

@anonimo gennaio 08, 2018 9:38 PM

Ecco sì, bravo, giusto la metro C! Quella metro tanto criticata dai tuoi amichetti, che però verrà inaugurata ufficialmente giusto giusto il 4 marzo! Ma guarda! Cosa non si fa per cercare di tenersi la poltroncina (Raggi) e di prendersene una più comoda (Di Maio). E tu stai ancora a parlare di "poteri forti che mettono i bastoni tra le ruote"! Aprili tu gli occhi!

Anonimo ha detto...

Basta con PD, FI, Lega, FdI, M5S, e chi più ne ha peggio ne metta, tutti nella migliore delle ipotesi incompetenti e nella peggiore ladri! Se vogliamo difendere veramente il popolo e la Costituzione, alle prossime elezioni votiamo per la "Lista del popolo"!

http://www.listadelpopolo.it/

Il progetto della “Lista del Popolo” nasce da un Appello e da un “Documento Programmatico” di base che sono stati presentati lo scorso 16 novembre 2017, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Roma ospiti della sala stampa della Camera dei Deputati.

“Lista del Popolo” è sia un nome che un programma politico, che non fanno parte del coro ipocrita dei lamenti contro il “populismo”. È in corso una rivolta del popolo, sacrosanta e crescente. La sovranità è stata lesa e dev’essere ripristinata.

“Lista del Popolo” si rivolge, in nome dell’unità nazionale, a tutte le componenti essenziali, politiche, religiose, culturali e morali del Paese, quelle che, appunto, hanno dato vita alla Costituzione.

“Lista del popolo” è un’alleanza della società civile, non un partito, costituita da donne e uomini coraggiosi — perché cambiare questo paese richiederà coraggio — con diverse storie e provenienze, fuori dalla corruzione, competenti e onesti. Chi la sostiene s’impegna solennemente ad attuare il programma della "Lista del popolo", pur mantenendo le proprie idee là dove esse rimangano al di fuori dell’intesa programmatica comune.

http://www.listadelpopolo.it/programma-lista-del-popolo/

Anonimo ha detto...

Come mai non si riesce a buttare la carta al Tuscolano ed in tante altre zone di Roma per i raccoglitori sempre pieni? Troppa carta da differenziare? Meglio lasciarla per strada?
Fino ad adesso un fallimento totale.
All'insediamento bisgonava immediatamente pulire la casa perché faceva pena. Ed adesso?

Anonimo ha detto...

una città con oltre 3 milioni di abitanti sarebbe una miniera d'oro per qualsiasi azienda PRIVATA che vuole guadagnare MILIARDI, con il riciclaggio dei rifiuti.

INVECE NO, i romani sono ostaggi del carrozzone parastatale chiamato AMA che prende i soldi e non fa un cazzo, anzi piuttosto si indebiterebbe ulteriormente pagando chi è in grado di riciclare e generare energia dai rifiuti (austria, emilia romagna).

Grazie Zingaretti, Grazie Virginia.

(nel 2018 ancora con i cassonetti per strada)

Anonimo ha detto...

Onestamentete penso che Roma abbia problemi più gravi da risolvere che i sacchetti di monnezza. Per esempio? Per esempio la morte! Io ogni giorno vedo in giro funerali, gente che muore ogni giorno per i motivi più assurdi, banali, magari lasciando dei cari si tuffa nell'ignota dimensione oltre la morte, e tutto questo è gravissimo ma questo blog non ne parla.

Anonimo ha detto...

L'argomento che sento rimbalzare continuamente, dai politici "navigati" ai semplici cittadini è che i 5 stelle sono incapaci di governare perchè non hanno nessuna esperienza politica, nessun uomo o donna "di spessore", sono un branco di incapaci. Senza scendere nel merito delle ideologie (che tanto oramai sono belle che defunte), mi chiedo: dove ci hanno portato i politici navigati e con esperienza negli anni passati ad oggi? Quale garanzie ci possono dare delle coalizioni che, allo stato attuale, stanno insieme solo per raccogliere voti e garantirsi la poltrona, pronti a scannarsi subito dopo le elezioni, fregandosene come sempre hanno fatto del bene del Paese? Stesse facce, stessi proclami, stessi teatrini propagandistici ad un soffio dal voto e ancora stiamo lì a dissertare sulla "mancanza di esperienza" dei grillini? Peggio delle cariatidi di sempre, i veri responsabili dello sfascio (da sinistra a destra nei vari avvicendamenti), di certo non potranno fare. E tra il marciume conclamato del passato (ah, però con taaaaanta esperienza) e il tentativo del nuovo che sbaglia onestamente ed in buona fede, preferisco il secondo come male minore in assoluto.

Maurizio V ha detto...

L'incompetenza dell'amministrazione Raggi è sin troppo evidente, superfluo commentare. Quello che trovo intollerabile è l'abitudine dei politici, non solo dei grillini ma oggi si parla di questi, di tirare in ballo le colpe degli altri. Quando ci si candida e poi, se eletti, si governa, ci si accolla i relativi oneri. I problemi preesistenti li conosci già (altrimenti sei un imbecille), quello che devi fare è attuare i programmi che, hai dichiarato, sarebbero stati in grado di risolverli. Lavorare in silenzio, questo bisogna fare. E soprattutto bisogna fare. Ah già, averceli, i programmi.

FRanz Joseph ha detto...

Marino senza dubbio ha commesso l'errore madornale di chiudere Malagrotta senza aver prima a disposizione un nuovo sito (già autorizzato) dove smaltire i residui di lavorazione degli impianti TMB di AMA e Cerroni, nonché impianti per CDR e FOS.
Forse se lo avessero lasciato lavorare ancora qualche altro anno avrebbe anche risolto in itinere tale problema, resta però il fatto che c'è stato il suddetto grave sbaglio.
Ora è in atto questa stucchevole querelle tra Comune e Regione, che non porterà a nulla di concreto. Tutto chiacchiericcio inconcludente in perfetto stile italico, mentre Germania ed Austria si arricchiscono accogliendo tutto ciò che non si riesce a smaltire/incenerire qui.
A mio modesto avviso, la situazione è resa ancor più grave dal fatto che la pessima AMA, a dispetto dei tanti amministratori che si sono susseguiti, non riesce a operare in maniera non dico soddisfacente, ma almeno quasi sufficiente, a fronte dei 7800 dipendenti ben pagati.
A ciò si aggiunga il mediocre senso civico cittadino, e la torta è servita....
Spero che qualcuno, prima o poi, sia chiamato a pagare il salatissimo conto....

Anonimo ha detto...

Incompetenza che si scontra con la valanga di merda lasciata dai "programmi" delle giunte precedenti. Incompetenza, o presunta tale, (visti i fior di competenti dei vari partiti politici che si sono avvicendati al Campidoglio) che almeno prova a "fare", sbagliando ma provandoci, rimbalzando contro il muro di gomma del clientelismo e del malaffare, con i quali chi c'era prima conviveva beatamente: ah, però loro i "programmi" ce li avevano, eccome. Ma un minimo di salutare vergogna, provarla almeno una volta no, eh?

Anonimo ha detto...

@anonimo gennaio 08, 2018 4:06 PM:

"ma come si fa a pulire londra, new york e parigi ? non sarebbe sufficiente andare lì, studiare, tornare qui e copiare ?"

Per carità, no New York! Parigi e forse Londra passino pure, ma New York non ha niente da insegnarci in proposito: fa schifo più di Roma

Anonimo ha detto...

Le gocce le stai prendendo?

Anonimo ha detto...

è stato detto che "dato il ponte dell'8 dicembre e le festività di Natale' si sono accumulati i rifiuti... perchè naturalmente gli ospedali, autostrade, aeroporti, acquedotti etc. chiudono per le ferie. bah.

Anonimo ha detto...

E intanto:
"Nel quartiere Ottavia, a nord della Capitale, ci sono un paio di strade che ricordano un cantone svizzero. Personale Ama che passa regolarmente, bidoncini puliti e svuotati fuori al portone, strada quasi "luccicante". Accade in due strade in particolare, quella dove abita il sindaco Virginia Raggi e quella dove abita l’ex marito. Un "miracolo" oppure..."

Niente di nuovo sotto il sole...

Simone Traversi ha detto...

Articolo vergognoso. Complimenti a RFS che dà pure risalto all'ex assessore. Sorvolo sugli insulti gratuiti all'elettorato del M5S, ma a questo stile ormai ci siamo abituati.

1) Vorrei la documentazione del progetto di impianto di compostaggio in "fase avanzata di progettazione" di cui parla l'assessore, per favore. Se era in fase avanzata vuol dire che sono noti i costi, i volumi, la tecnologia e anche il posto in cui l'avrebbero fatto. Attendo fiducioso

2) Il problema di Malagrotta c'è eccome, visto che prima accoglieva rifiuti (seppur pretrattati nei TMB) e ora non più.

3) Sostenere che la raccolta differenziata porta a porta "spinta" raggiunga 1 milione di abitanti è un'affermazione vergognosa che non vi siete neanche presi la briga di verificare. Vi risulta che 1 milione di cittadini romani abbia i cestini a casa? A parte che non sono quelli i numeri, per lo meno della raccolta spinta, andate a Casalotti o a Selva Candida (giusto per citare due quartieri a me vicini) a vedere come funziona. Dove c'è gente costretta a sconfinare il quartiere andandola a buttare nei cassonetti stradali perchè AMA non passa a raccoglierla anche per un'intera settimana, e questo TUTTO L'ANNO. La raccolta Porta a Porta di Marino è stato uno spot elettorale, hanno consegnato quattro secchielli per fare bella figura, senza che AMA fosse minimamente attrezzata e la sua logistica riadeguata al nuovo modello. Quando l'assessore scrive "Peccato che dal 2016 ad oggi non sia stata estesa a nessuno" dimostra tutta la sua ignoranza. Il Porta a Porta non si estende così, a cazzo, ma vanno prima riadeguate le logiche di funzionamento della raccolta, che richiede altro personale, mezzi diversi e una diversa organizzazione della logistica, oltre che degli impianti.

4) Paragonare il modello Porta a Porta dell'ex assessore con quella implementata al Ghetto dimostra che la tizia in questione non ha capito una beneamata ceppa di cosa stiamo parlando, e probabilmente neanche chi ha scritto l'articolo. Quella implementata in via sperimentale al ghetto è basata su un sistema di tracciatura RFID che consente di "pesare" i rifiuti prodotti da ogni singola utenza, calibrando la tariffa rifiuti in base al quantitativo effettivo di rifiuti prodotti (dicesi TARIFFA PUNTUALE). Vi risulta che il Porta a Porta implementato da Marino sia la stessa cosa?

Tonelli, se devi tuonare contro la Raggi, almeno evita di riesumare i cadaveri del passato, che se sono diventati tali un motivo c'è.

Anonimo ha detto...

Quanto rosicamento quando si legge la verità. Raggi ormai come Hitler nel bunker.

Anonimo ha detto...

Guarda che la giunta attuale non ha provato a fare nulla sui rifiuti.

Anonimo ha detto...

Inceneritori. Il diavolo in Italia per gli ignoranti.

Anonimo ha detto...

Fra le tante cose errate affermate dall'ex assessore, evidenzio che anche altre zone della città sono passate al porta a porta, con evidenti benefici su quelle porzioni di territorio, come ad esempio a Tor de Cenci.

Francis Drake ha detto...

Mi chiedo perché nessun personaggio istituzionale di calibro importante abbia il coraggio di prendere atto e di far prendere atto che l'AMA è un'azienda che deve FALLIRE. Non esistono altre strade: non è scientificamente possibile che con 7.800 dipendenti in forza abbia problemi nel gestire la raccolta porta a porta, lo spazzamento delle strade, lo svuotamento dei cassonetti, etc....
E' IRRECUPERABILE, lo vogliamo capire, sì o no ?
Qualcuno tiri fuori le palle e lo dica chiaro e tondo!
Proprio di oggi è la notizia della class action anche dei residenti dell'Olgiata (che segue quella dell'Eur e di San Lorenzo) che al ritorno dalle ferie natalizie affermano di aver trovato le loro vie invase dall'umido non ritirato.
Di cosa vogliamo parlare ?
Esiste un contratto di servizio fra AMA e Roma Capitale (unico azionista di AMA, SIC !!!) che IMPONE all'AMA di eseguire una serie di servizi con una precisa frequenza, a seconda delle zone in cui è divisa la Città): viene rispettato ? Le strade semicentrali, ad esempio, vengono spazzate con cadenza bisettimanale o trisettimanale ?
Poi ci sarà anche il problema degli sbocchi per i rifiuti solidi urbani da trattare e smaltire/incenerire, ma qui il vero MALATO è l'AMA, non giriamoci attorno.

Anonimo ha detto...

Allora... @anonimo gennaio 10, 2018 9:19 AM dice una cosa, di seguito Francis Drake afferma il contrario... per cui?

Ps. L'AMA non fallirà (anzi, non verrà fatta fallire, vedi ATAC) perchè è un bacino elettorale troppo importante per i 5S. Alla faccia dell'anonimo gennaio 9, 2018 10:53 AM, che è convinto che l'attuale amministrazione è estranea al clientelismo e al malaffare.

Francis Drake ha detto...

E' notizia di dominio pubblico che le tre zone da me indicate (Eur, San Lorenzo ed Olgiata)sono tutte e tre gestite con il sistema "porta a porta". Il "beneficio", ad oggi, è solo per le strade (che non ospitano cassonetti stradali): in compenso i cortili e gli androni condominiali dei palazzi sono spesso invasi, a volte per giorni, da mondezza non ritirata. Può questo chiamarsi beneficio ?
Fate un po' voi ?

Anonimo ha detto...

Arriva il fallimento: http://www.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/atac_roma_concordato-3474945.html

Anonimo ha detto...

Arriva il fallimento: http://www.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/atac_roma_concordato-3474945.html

ok, ma il debito chi lo ha accumulato ? la vogliamo finire con questi carrozzoni monopolistici pubblici (ama, atac e via dicendo) con la gestione inefficiente del patrimonio pubblico ? tutti gli immobili comunali messi insieme rendono meno della sola galleria di milano ! c'è un mondo di gente che vive sopra beni gestiti da un apparato pubblico del tutto inefficiente, costoso e che per di più accumula debiti. e la storia va avanti da decenni !

Anonimo ha detto...

Per carità, no New York! Parigi e forse Londra passino pure, ma New York non ha niente da insegnarci in proposito: fa schifo più di Roma

benissimo, new york no... allora copiamo berlino, mosca o chi ci pare. ma per carità facciamo come fanno all'estero altrimenti non concluderemo un accidente. e dobbiamo pure sbrigarci a copiare

Anonimo ha detto...

una città grande come roma dovrebbe avere almeno 4 inceneritori/termovalorizzatori distribuiti ai 4 punti cardinali con altrettante discariche di servizio. un solo mega impianto genera solo distorsione e problemi

Anonimo ha detto...

Quattro inceneritori/termovalorizzatori??? QUATTRO??? AHHHHHH!!! Vade retro SATANA!!!

Anonimo ha detto...

Arriva il fallimento: http://www.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/atac_roma_concordato-3474945.html

Ma quando mai!!!
E intanto, venerdì 12 ci becchiamo l'ennesimo sciopero!

Anonimo ha detto...

E intanto, venerdì 12 ci becchiamo l'ennesimo sciopero!

esatto... questo accade perché non eiste una compagnia di trasporto alternativa cui rivolgersi, anzi due o tre. se sciopera il monopolista non è che rimborsano all'abbonato il giorno pagato a vuoto o lo prorogano di un giorno (cosa che potrebbero fare benissimo visto che tutto è elettronico oramai)

Anonimo ha detto...

Bene, facciamo come si fanno nei paesi veramente avanzati.
Per cominciare, serie politiche di riduzione a monte dei rifiuti (a questo ci devono pensare i produttori).
Per il vetro, vuoto a rendere.
Lattine d'alluminio, bandite.
Bottiglie di plastica, idem bandite.
Per quel che resta, riciclaggio e per quel che ancora resta, inceneritore.
Quando cominciamo?

Anonimo ha detto...

Ma piantatela di tirare fuori l'estero come esempio, ci sono un fracco di citta in italia che hanno un buon servizio a costi decenti, la differenza e' che hanno gli impianti sia in italia che all'estero.
Il punto certo e' che nessuno politico a Roma ha le palle di prendersi la responsabilita di fare punti di smistamento, tmb ed impianti entro il gra e nessun cittadino li vuole.
Unica via di salvezza visto che cagateilcazzo contro gli impianti, e' mangiarvi la rumenta che producete, poi la cagate tutta bella differenziata, in questo modo i vari cagacazzo si specializzeranno in cagacompost,cagavetro,cagapet,cagacarta e cagalaqualunque.
Una vera economia circolare ad impatto ambientale zero, obiettivo 100% raggiunto e a san francisco rosicherranno abbestia.

Theresa williams ha detto...

Ciao, sono Theresa Williams Dopo essere stato in relazione con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro ma tutto era invano, lo volevo tanto indietro a causa dell'amore che ho per lui, L'ho pregato con tutto, ho fatto delle promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema alla mia amica e lei mi ha suggerito di contattare un incantatore che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro ma io sono il tipo che non ha mai creduto nell'incantesimo, non ho avuto altra scelta che provarlo, io ho spedito il mago dell'incantatore e lui mi ha detto che non c'era alcun problema che tutto andasse bene prima di tre giorni, che il mio ex tornasse da me prima di tre giorni, ha lanciato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno alle 4 del pomeriggio. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto è che era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva che tornassi da lui, che mi amasse così tanto. Ero così felice e sono andato da lui che è così che abbiamo iniziato a vivere felici insieme di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosca un problema di relazione, sarebbe di aiuto a tale persona riferendola all'unico e potente incantatore che mi ha aiutato con il mio problema. email: {drogunduspellcaster@gmail.com} puoi inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nella tua relazione o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi d'amore perduti
3) Incantesimi di divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo vincolante.
6) Incantesimi di rottura
7) Bandire un amante passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / incantesimo della Lotteria
9) vuoi soddisfare il tuo amante
Contatta questo grande uomo se hai qualche problema per una soluzione duratura
attraverso {drogunduspellcaster@gmail.com}

Francis Drake ha detto...

# Anonimo gennaio 10, 2018 6:10 PM
"il punto certo e' che nessuno politico a Roma ha le palle di prendersi la responsabilita di fare punti di smistamento, tmb ed impianti entro il gra e nessun cittadino li vuole."

La cosa è ancora più grave e grida vendetta:
gli impianti nel Lazio ci sono, ma non vengono utilizzati (anche se magari già autorizzati). Leggete l'articolo di oggi del Messaggero, ove viene fatta una mappa precisa dell'impiantistica esistente: quell'impianto no, perché è di Cerroni, quell'altro neanche perché altrimenti insorge il comitato di protesta cittadino, quell'altro ancora neanche per idea, perché altrimenti il Sindaco si incatena ed inizia lo sciopero della fame....
Io penso che sia il momento che intervengano magistratura contabile e Procura della Repubblica. Non è possibile che quattro mediocri politici da strapazzo tengano in ostaggio una città intera. Prenda tutto in mano un Commissario con le palle e con un mandato forte e riporti in un quinquennio Roma alla normalità !!!

Anonimo ha detto...

Francis non si puo e sarebbe pure troppo facile affidarsi al commissario di turno. Sono gli amministratori che si candidano e chiedono voti per gestire rifiuti, trasporti, edilizia etc etc. Se i cittadini continuano ad avere una logica da nymby che premi gli amministratori scadenti e bugiardi, i cittadini se lo sbattono al culo da soli: cazzi loro si affoghino nella rumenta e basta.
La questione impianti nel Lazio e' relativa: roma deve cazzo smazzarsi i suoi rifiuti come fanno tante citta in italia e nel mondo punto. Mandare il vetro in provoncia di frosinone e' uno spreco di denaro oltre che dannoso per l'ambiente, parlare di umido senza avere un cazzo di impianto di compostaggio in citta' e' da farabutti,visti i numeri ce ne vorrebbe uno per municipio, idem per le piazzole dove conferire imgombranti e non differenziabili.
Qui si parla di roma ma il discorso vale per la maggioranza dei grandi centri urbani al sud che spostano rumenta in giro per l'italia e l'europa, basta lassismo e scarico di responsabilita.
Qui faccio il porta a porta da anni, funziona siamo al 70%, ma nell'area ho inceneritore, ditta del vetro a meno di un chilometro, piazzola aperta 7 su 7, capannoni per tritovagliare, ditte che trattano metalli pet e carta.
Pago 200 euro annui per 4 persone di tari. Cazzo funziona e le strade sono libere.

Francis Drake ha detto...

Purtroppo non credo ci siano altre strade, se non quella del Commissariamento.
Tanti romani hanno votato la Raggi proprio per colpire le passate amministrazioni di destra e di sinistra eppure ......si sono ritrovati dalla padella alla brace.
L'offerta politica romana è questa, prendiamone atto. Personalmente rimpiango gli anni in cui era Sindaco Rutelli, anche se si può ormai affermare che trattasi di altra "epoca".
Come dici giustamente tu, le logiche nimby imperversano, e proprio per questo credo che sia ormai giunto il momento che vadano SCHIACCIATE - in ragione di un interesse maggiore, ovvero della maggioranza dei cittadini romani (ma indirettamente anche dell'Italia) - da chi non ha alcuna esigenza di conservare un appeal politico (un commissario prefettizio, un magistrato ?).
Ovvio poi che, nel frattempo, il fallimento di AMA e ATAC o, al limite, l'ingresso di soci privati stesse, faciliterebbe un po' il tutto.

polystyrene ha detto...

ma che cosa c'entra il fatto che non sanno dove conferire l'indifferenziata, quando anche i cassonetti della differenziata traboccano? Qui a S. Giovanni-Tuscolano i bidoni blu sono tutti pieni e non vengono svuotati da settimane! Questa è la prova che sono bugiardi!

Anonimo ha detto...

In altre città d'Italia (Genova Livorno Firenze etc..) ci sono società pubbliche per la raccolta rifiuti.il problema non é pubblico o privato ma chi le gestisce.A Roma l'AMA fa gola A tutti i partiti politici e infatti negli anni Destra e Sinistra si sono arricchite alla grande spolpando questa azienda.dietro i rifiuti cé un giro miliardario che non conosciamo ed il fatto di inviare i rifiuti all estero fa parte di un disegno politico tra stati della UE. Firmato: Alex

Anonimo ha detto...

http://www.radiocolonna.it/economia/2017/07/21/rifiuti-ama-i-buchi-sulla-tari-non-pagata/ firmato: alex

Anonimo ha detto...

Non fare copia e incolla. Il messaggero é un giornale mensognero. Ad oggi non abbiamo discariche perché il signor Cerroni ha sempre finanziato campagne elettorali di tutti i partiti ottenendo in cambio la totale gestione dei rifiuti.e questo avveniva da decenni.in poche parole:io ti finanzio e tu mi lasci la gestione rifiuti.anni indietro Ama e Acea avevano trovato un accordo clamoroso. Ama dava i rifiuti ad Acea che produceva energia. Non si fece più nulla.e come mai?sarebbe finito il giro miliardario x troppi politici firmato: alex

Francis Drake ha detto...

Beh, lo facessero ora l'accordo AMA /ACEA. Chi glielo impedisce ? E il famigerato piano industriale AMA dove sta ? Troppo facile incolpare i privati per le inefficienze pubbliche, tanto più che il Cerroni di cui parli mi risulta che non amministri più un'emerita cippa, visto che le sue aziende sono commissariate da mesi e sono in mano ad un amministratore prefettizio.
E poi consentimi: non fare tu il copia incolla con la propaganda antimonopolista (che non c'è più), che non fa che distogliere l'attenzione dal vero malato: l'AMA.
Il monopolio di cui parli è stato fortunatamente abbattuto ma la città fa più schifo di prima. Ora con chi ce la vogliamo prendere ?
Facesse la Raggi entrare nel capitale AMA qualche multiutility seria, e poi ne riparliamo...

Anonimo ha detto...

RIFIUTI=ENERGIA=MILIARDI ripeto il problema non é AMA ma chi l ha gestita. Se i ciarlatani dei vari governi avrebbero pensato al bene comune e non a gonfiarsi le tasche la situazione sarebbe diversa.

Anonimo ha detto...

Non mi è chiara l'equazione RIFIUTI=ENERGIA=MILIARDI, gentilmente, me la spiegheresti ?

Anonimo ha detto...

Non avete smontato una ceppa, la raggi la mondezza se la porta a casa, visto che non é mai stato fatto nulla a riomma a parte le notti bianche, dove lo piazzereste l' inceneritore sotto casa vostra? Nessuno lo vorrebbe, andava pianificata la raccolta differenziata senza pensare alle notti in bianco festivals e olimpimpiadi.

Obat step ha detto...

may be useful for all, helpful article once and pardon me permission to share also here :

Cara mengatasi mata lelah dan berair
Cara mengobati psoriasis
Cara menyembuhkan alzheimer
Cara mengobati tumor ganas
Obat infeksi saluran kencing tradisional
Cara mengatasi sakit pinggang
Cara mengobati batuk berdarah

a10 ha detto...

Oh yes the problem i need to find. Your article provides useful information that i am looking for. I will often visit this site.

excel shortcuts ha detto...

Good article and knowledge for me! I found a lot of information here! This article is really good for all newbie here. Thank you for sharing with us!
wings io

ShareThis