In un video tutta la tristezza di Piazza Navona. Le bancarelle più deprimenti del mondo

16 dicembre 2018
Non volevamo metterci piede per evitare di essere avviluppati dal senso di depressione e tristezza inevitabile. E invece lo abbiamo fatto. C'è Via Condotti grondante di gente, c'è Via del Corso con delle belle decorazioni (sebbene cozzino parecchio con quelle dell'albero di Natale in Piazza Venezia), c'è appunto Spelacchio finalmente organizzato per servire all'immagine della città. E poi c'è Piazza Navona. Mentre dovunque c'è il caos lì regna la tristezza più surreale. La piazza è spettrale. Le bancarelle sono orripilanti e mai avremmo pensato che il nostro invito (e quello di tante persone di buona volontà) di disertare la Festa della Befana che i pentastellati avevano fortemente deciso di regalare nuovamente al solito giro dei pessimi ambulanti romani sarebbe stato così seguito.

Non c'è nessuno e l'orario è quello di punta. Il video racconta tutto il resto di questa terribile storia, una delle tante storie terribili, uno dei tanti danni epocali, uno dei tanti treni perduti. C'era modo di fare un bando serio e di fare un bando invece finto per far vincere i soliti. Indovinate cosa hanno scelto gli "honesty"? La cosa terrificante di queste scelte assurde è che i loro effetti nefasti non termineranno a breve, il bando prevedeva nove anni di affidamento agli inqualificabili imprenditori vincitori. Ne deriva che Piazza Navona sarà organizzata all'insegna di questa tristezza per altri sette anni ancora e che dunque lo strascico negativo pentecatto durerà molto di più probabilmente del Movimento 5 Stelle stesso. Ma non c'è che dire: qui gli anni di sciagure sono solo una decina, altrove e in altri settori (si pensi all'urbanistica con le scelte su Tor di Valle, Ex Fiera, Olimpiadi ecc) si parla di quarant'anni di incalcolabili danni.


Tornando a Piazza Navona il discorso è molto ma molto semplice: siamo nella piazza più bella del mondo (realizzata sulle vestigia, ancora esistenti, di un grande circo romano, con edifici nobiliari unici affrescati da Pietro da Cortona, con musei straordinari, con chiese progettate da Francesco Borromini e fontane disegnate da Gian Lorenzo Bernini e Giacomo della Porta) e dunque ci devono essere gli operatori commerciali migliori del mondo. O almeno i migliori della città. Fine. Si poteva fare, si è scelto di non farlo per assicurarsi la benevolenza delle lobbies. Del resto è quello che questi incapaci populisti fanno un po' in tutti gli ambiti con le conseguenze che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni. Era difficilissimo far peggio di quelli prima eh, eppure...


Ad oggi si può ben dire, viste le condizioni di questo mercatino, che Roma è l'unica città che durante le Feste rinunzia ad avere un mercatino di Natale. L'incapacità, la connivenza e la scarsa lucidità degli amministratori unita alla peggior genìe di ambulanti del mondo ha generato questa anomalia inedita che danneggia tutti.

46 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

nel 2018, nella piazza più bella del mondo, i gazebo "de plastica" tipo pro-loco de Roccacannuccia e le bancarelle "de bandone de lamiera", come nelle baracoppoli di Nairobi.....
Alla Soprintendenza (che poi, quella statale o quella romana?? Boh) andrebbero dati i calci nei denti

Anonimo ha detto...

È tutto di plastica, riciclato chissà dove, quello che offrono va dal china al vietnam....tutto rattoppato così da spendere meno....non esiste il decoro urbano, il controllo della qualità....città sepolta nella sua sciatteria e nella incompetenza di chi dovrebbe amministrarla.

Anonimo ha detto...

citando il grande Renè Ferretti.. VIVA LA MMERDA!

Anonimo ha detto...

"Ma chi viene a Rho? Ditemi! Non c'è un cazzo... cosa guardo?"
Il mentore del poraccismo dixit

Unknown ha detto...

Che tristezza!la dea Roma non dorme, è morta!

Anonimo ha detto...

In effetti ci sono stato, come mi è capitato di visitare altri mercatini natalizi in altre città, Parigi elegantissimo raffinato, Napoli caratteristico con artigianato locale e prodotti locali di assoluta qualità, anche quello di Bressanone molto folkloristico sia nei prodotti offerti che negli allestimenti con bancarelle di legno veramente pregevoli, Milano la solita classe, New York un'atmosfera incredibile sebbene i prodotti non fossero più di tanto particolari; a Roma però il peggiore di tutti con baracche bruttine e prodotti offerti niente di che... Addirittura rovinano la bellissima piazza ... Insomma da questa città ci si aspettava molto di meglio... Buone feste a tutti!

Anonimo ha detto...

io ho trovato invece prodotti tipici di assoluta qualitá. il torrone morbido abruzzese con il numero 13 stampato sopra. un pesto aromatico di verdure biologiche coltivate a Schiavi di Abruzzo. Delle ottime caldarroste direttamente dal braciere. Specialita e formaggi locali incartati in una bellissima confezione regalo della marca "Casa di Monica". E poi zucchero filato e tanti dolcetti per i piccoli.
Ho trovato anche delle felpe 100% cotone di una palestra di boxeur professionisti di Ostia, ne ho presa una per me e una per il mio compagno. io sono sicura che sara un natale bellissimo con tante stelle in movimento, una gioia da vivere tutti insieme. Piazza Navona poi è splendida. E proprio vero che è la piazza piu bella del mondo con le sue fontane,le sue chiese e i cartelloni pubblicitari.

Anonimo ha detto...

Mah, io farei rientrare pure le macchine come una volta, basta con queste mode ecologiche cosmopolite da effemminati!!!

Anonimo ha detto...

Risultato squallido ottenuto da persone squallide (Raggi e C.). Comunque il fatto che fosse vuota dipendeva anche dalla chiusura di fatto della metro in centro. Questa si vera vergogna.

Anonimo ha detto...

Diciamo che l'allestimento della piazza s'intona perfettamente con lo spirito natalizio corrente: ovunque incontriamo persone incarognite, rabbiose, cattive con il prossimo, specie se bisognoso. Aggiungiamo la povertà che dilaga in questo sistema economico degradato e sempre più vicino al collasso, governi locali e nazionali ignobili che rispecchiano le persone di cui sopra ed ecco che questo tipo di manifestazione risulta il più adeguato a simboleggiare il nostro tempo. In tutto questo, si inserisce benissimo questo blog, con l'autore del video evidentemente fermo all'anticomunismo d'accatto anni Ottanta, che cita a sproposito Timisoara: https://www.youtube.com/watch?v=YCbuW-M2ZB8

Anonimo ha detto...

Ma vogliamo parlare dello SQUALLORE che circonda e soffoca la FONTANA PIÙ BELLA DEL MONDO?? Ma ci rendiamo conto di cosa diamine siano diventate negli ultimi venti anni le strade intorno a FONTANA DI TREVI??? Negozietti souvenir, ristoranti, bar e locali di uno SQUALLORE unico con delle insegne orribili, ambulanti molesti che ti vendono paccottiglia cinese, i soliti camionbar a deturpare qualsiasi cosa su cui si posino, illuminazione e segnaletica imbarazzanti, sporcizia e monnezza quanta ne volete... Praticamente da Via del Corso a Piazza Barberini è un non-luogo iperglobalizzato, un supermercato della bruttezza a cielo aperto, un suk a misura del peggior turismo "mordi e fuggi" di cui francamente farei volentieri a meno. Non esiste quell'armonia estetica e quell'eleganza che creerebbero la giusta atmosfera per un posto simile. Invece no, tutto scoordinato, ognuno si arrangia come può, tutto si gioca al massimo ribasso... Possibile che non debba esistere per il solo CENTRO DI ROMA, (quello che dovrebbe essere il vero motore dell'economia cittadina - conoscete forse qualcuno che dall'estero viene a Roma per visitare Ponte di Nona o la Magliana??) una figura con dei poteri speciali che marzialmente sia in grado di tutelare e coordinare tutto ciò che si trova all'interno delle Mura Aureliane facendo sì che il questo torni ad essere un gioiello!? Possibile che non ci sia un comitato scientifico che decida quali debbano essere le linee guida per la qualità, l'estetica e le insegne degli esercizi commerciali, la segnaletica, l'illuminazione, arredamento urbano, pedonalizzazione etc.? Possibile che non si faccia definitivamente piazza pulita dei racket che gestiscono camion bar, accattonaggio, saltafila e abusivismo commerciale? Puoi avere il diamante più prezioso del mondo, ma se lo circondi di liquame sarà il diamante a soccombere e non il contrario. Non so voi ma io non ce la faccio proprio più a passare da quelle parti, mi piange il cuore... a volte spero che il centro di Roma sparisca per sempre dalla faccia della terra, meglio staccare la spina che assistere a questa agonia.

Anonimo ha detto...

A Pyong Yang il turismo mordi e fuggi semplicemente non è consentito, quello che c'è è gestito marzialmente, con ordine e disciplina e nessuno si permetterebbe mai di fare scempio delle bellezze come accade a Roma. Questo garantisce soddisfazione al turista e buona amministrazione dei luoghi per il benessere del popolo. Il sistema dello Juché è evidentemente di qualità superiore.

Anonimo ha detto...

note veloci, soggettive e poco rilevanti:

dicembre 17, 2018 11:06 AM : favolosa questa: una vera fotografia a parole "tutto scoordinato, ognuno si arrangia come può, tutto si gioca al massimo ribasso"
d'altronde però le cause le si trova nel commento dicembre 17, 2018 9:58 AM " l'allestimento della piazza s'intona perfettamente con lo spirito natalizio corrente: ovunque incontriamo persone incarognite, rabbiose, cattive con il prossimo, specie se bisognoso. Aggiungiamo la povertà che dilaga in questo sistema economico degradato e sempre più vicino al collasso, governi locali e nazionali ignobili che rispecchiano le persone di cui sopra ed ecco che questo tipo di manifestazione risulta il più adeguato a simboleggiare il nostro tempo"
dicembre 16, 2018 11:13 PM - tutto condivisibile, il natale di Roma è agghiacciante molto più di quelli nordici, nonostante le temperature più miti
infine menzione di merito a dicembre 17, 2018 12:50 AM --- mi sto ancora rotolando dalle risate...davvero complimenti :-D

Ma Tonelli ha ragione: il M5S qui ha toppato alla grande. Tristezza e bruttezza al posto di gioia e bellezza, robaccia al posto di qualità, e regalie ai soliti invece di concorrenza.
Non so se questi politici siano più miopi o disonesti (mazzette etc) e soprattutto - vista anche la retorica sull'onestà e la novità - cosa sia più grave.
Cordialità

Anonimo ha detto...

Ciao Massi bello, ma il cicciottello barbuto e rancoroso ancora scrive?

Anonimo ha detto...

I 5Stelle non sono per il NO a tutto. Al No per i progetti di qualità che venissero realizzati ostacolerebbero la decrescita economica, abbinano tanti Sì a progetti in linea al loro bagaglio socio-culturale che ammazzano i luoghi dove amministrano.

Anonimo ha detto...

UN MESSAGGIO CHE VALE LA PENA MOLTIPLICARE PER SVEGLIARE I ROMANI, MA SOPRATUTTO QUELLI COSIDETTI AMMINISTRATORI CIECHI E SORDI-.


Ma vogliamo parlare dello SQUALLORE che circonda e soffoca la FONTANA PIÙ BELLA DEL MONDO?? Ma ci rendiamo conto di cosa diamine siano diventate negli ultimi venti anni le strade intorno a FONTANA DI TREVI??? Negozietti souvenir, ristoranti, bar e locali di uno SQUALLORE unico con delle insegne orribili, ambulanti molesti che ti vendono paccottiglia cinese, i soliti camionbar a deturpare qualsiasi cosa su cui si posino, illuminazione e segnaletica imbarazzanti, sporcizia e monnezza quanta ne volete... Praticamente da Via del Corso a Piazza Barberini è un non-luogo iperglobalizzato, un supermercato della bruttezza a cielo aperto, un suk a misura del peggior turismo "mordi e fuggi" di cui francamente farei volentieri a meno. Non esiste quell'armonia estetica e quell'eleganza che creerebbero la giusta atmosfera per un posto simile. Invece no, tutto scoordinato, ognuno si arrangia come può, tutto si gioca al massimo ribasso... Possibile che non debba esistere per il solo CENTRO DI ROMA, (quello che dovrebbe essere il vero motore dell'economia cittadina - conoscete forse qualcuno che dall'estero viene a Roma per visitare Ponte di Nona o la Magliana??) una figura con dei poteri speciali che marzialmente sia in grado di tutelare e coordinare tutto ciò che si trova all'interno delle Mura Aureliane facendo sì che il questo torni ad essere un gioiello!? Possibile che non ci sia un comitato scientifico che decida quali debbano essere le linee guida per la qualità, l'estetica e le insegne degli esercizi commerciali, la segnaletica, l'illuminazione, arredamento urbano, pedonalizzazione etc.? Possibile che non si faccia definitivamente piazza pulita dei racket che gestiscono camion bar, accattonaggio, saltafila e abusivismo commerciale? Puoi avere il diamante più prezioso del mondo, ma se lo circondi di liquame sarà il diamante a soccombere e non il contrario. Non so voi ma io non ce la faccio proprio più a passare da quelle parti, mi piange il cuore... a volte spero che il centro di Roma sparisca per sempre dalla faccia della terra, meglio staccare la spina che assistere a questa agonia.

dicembre 17, 2018 11:06 AM


Mario

Mnz ha detto...

PAROLE SACROSANTE. PECCATO CHE NON ASCOLTA NESSUNO!


Ma vogliamo parlare dello SQUALLORE che circonda e soffoca la FONTANA PIÙ BELLA DEL MONDO?? Ma ci rendiamo conto di cosa diamine siano diventate negli ultimi venti anni le strade intorno a FONTANA DI TREVI??? Negozietti souvenir, ristoranti, bar e locali di uno SQUALLORE unico con delle insegne orribili, ambulanti molesti che ti vendono paccottiglia cinese, i soliti camionbar a deturpare qualsiasi cosa su cui si posino, illuminazione e segnaletica imbarazzanti, sporcizia e monnezza quanta ne volete... Praticamente da Via del Corso a Piazza Barberini è un non-luogo iperglobalizzato, un supermercato della bruttezza a cielo aperto, un suk a misura del peggior turismo "mordi e fuggi" di cui francamente farei volentieri a meno. Non esiste quell'armonia estetica e quell'eleganza che creerebbero la giusta atmosfera per un posto simile. Invece no, tutto scoordinato, ognuno si arrangia come può, tutto si gioca al massimo ribasso... Possibile che non debba esistere per il solo CENTRO DI ROMA, (quello che dovrebbe essere il vero motore dell'economia cittadina - conoscete forse qualcuno che dall'estero viene a Roma per visitare Ponte di Nona o la Magliana??) una figura con dei poteri speciali che marzialmente sia in grado di tutelare e coordinare tutto ciò che si trova all'interno delle Mura Aureliane facendo sì che il questo torni ad essere un gioiello!? Possibile che non ci sia un comitato scientifico che decida quali debbano essere le linee guida per la qualità, l'estetica e le insegne degli esercizi commerciali, la segnaletica, l'illuminazione, arredamento urbano, pedonalizzazione etc.? Possibile che non si faccia definitivamente piazza pulita dei racket che gestiscono camion bar, accattonaggio, saltafila e abusivismo commerciale? Puoi avere il diamante più prezioso del mondo, ma se lo circondi di liquame sarà il diamante a soccombere e non il contrario. Non so voi ma io non ce la faccio proprio più a passare da quelle parti, mi piange il cuore... a volte spero che il centro di Roma sparisca per sempre dalla faccia della terra, meglio staccare la spina che assistere a questa agonia.

dicembre 17, 2018 11:06 AM

Anonimo ha detto...

Oggi er modernismo
der novecentismo
rinnovanno tutto va,
e l'usanze antiche e semplici
so' ricordi che sparischeno.

E tu Roma mia
senza nostargia
segui la modernità,
fai la progressista, l'universalista,
dici okey, hallo, thank you, ja ja.

Vecchia Roma
sotto la luna
nun canti più
li stornelli,
le serenate de gioventù.

Er progresso
t'ha fatta grande
ma sta città,
nun è quella
'ndo se viveva tant'anni fa.
Più nun vanno
l'innamorati
per Lungo Tevere,
a rubasse li baci a mille
sotto all'arberi.

E li sogni
sognati all'ombra
d'un cielo blù,
so' ricordi der tempo bello
che nun c'è più.

Mo le regazzette
con le polacchette
certo nun le vedi più.
Gli abiti scollati porteno
controluce trasparischeno.

Senza complementi,
nei caffè le senti
de politica parlar,
vanno a ogni comizio, chiedono il divorzio
mentre a casa se stà a digiunar.

Più nun vanno
l'innamorati
per Lungo Tevere,
a rubasse li baci a mille
sotto all'arberi.

E li sogni
sognati all'ombra
d'un cielo blù,
so' ricordi der tempo bello
che nun c'è più

Anonimo ha detto...

Aoh ma grazie che non c' era nessuno, ce stava na filippa che te tajava le recchie

Gene C. ha detto...

Che tristezza vedere così la ns festa della befana.. Non abito più a Roma da qualche anno, un venticinquennio ormai, ma ricordo che dalla provincia di Viterbo ci venimmo una ventina d'anni fa con un gruppo di amici di Torino che non avevano mai visto la ns festa della befana, ebbene non riuscimmo ad entrare neanche nella piazza dato il grande e solito afflusso di gente ed alla fine desistemmo dall'idea, era proprio un sabato sera verso le 20, 20/30 ed intorno alla data di questo video.. Povera Roma nostra..

Anonimo ha detto...

C'è da augurarsi, se continua questo andazzo, che gli espositori, in futuro, rinuncino, vista la poca clientela ed il Comune si veda costretto a rifare il bando con più criterio e pensando in grande, da altre parti, vedi Germania esistono addirittura concorsi per i migliori allestimenti fra i vari banchi!!!
Qui ci si presente con le tende da accampamento del generale Grant.
Spiace per qualche espositore valido invischiato in questa trappola!!!

Anonimo ha detto...

Mario fai tutto quello che vuoi ma al romano non li dire pedonalizzazioni o ciclabili che lui conosce solo l'auto anche per 100m aho ma mi stanco eh so 100m mica poco.
Più che la piaga degli abusivi che é molto difficile lottare se non con vigili in borghese ma alla fine non dà molto problema aver qualche venditore di pedalini in giro pensiamo ad esempio Via del Corso davanti la Banca dove i pedoni non hanno lo spazio per camminare e mai si pensa che quella é una via di shopping e le auto che passano sono solo di passaggio e non aumentano le probabilità che i pedoni si fermano e acquistano anzi tendono a farli scappare in altri posti.
Su questo i commercianti non ci arrivano no pensano solo ai problemi della Tuscolana che all'atto pratico rimarrà come é oggi anzi diventerà un po' come oggi é via boccea con auto in doppia fila che bloccano le due corsie regolari ma auto sullo spartitraffico centrale ferme senza pagare nulla

Anonimo ha detto...

La soluzione è tanto semplice: aprire la piazza alle macchine dalle 18 alle 23 facendola diventare un gigantesco drive trough dove puoi acquistare i prodotti senza scendere dal proprio mezzo. Significa semplicemente che si avrebbero tutti i mezzi ordinatamente incolonnati con una rampa di accesso direttamente da Via dei Canestrari, un percorso tra gli stand a una velocità controllata con dei limitatori a bande, una pratica rotatoria intorno alla fontana dei fiumi e poi si riesce sempre ordinatamente in via Agonale direzione S. Apollinare. Per i pagamenti gli stand si dotano di un POS altezza finestrino oppure un semplice sportello per i contanti. In caso di emergenza i mezzi di soccorso sono gia parcheggiati a piazza 5 Lune o su corso Rinascimento. Sarebbe una valida soluzione a questo mortorio che non porta alcun beneficio a visitatori, organizzatori, commercianti.

Anonimo ha detto...

anonimo dicembre 17, 2018 5:15 PM
Aspetta un attimo: stai dicendo che entro in piazza co la maghina e c'ho er mercato daa befania direttamente cor culo sopra ar suv? cazzo è geniale. altro che le stronzate de sto blog de ritardati.

Anonimo ha detto...

Sei un genio sto a morì :)))))

Anonimo ha detto...

Piazza Navona sarà anche la piazza più bella del monno ma non avete calcolato che è grande quanto 20-30 delle altre piazze europee che portate ad esempio e quindi è più complesso gestirla. Tutto qui.

Anonimo ha detto...

Facciamo il punto della situazione. Prima che il primo municipio non decidesse di fare il bando, la piazza era colma di gente e colma di merce e voi di RFS criticavate e urlavate allo scandalo. Sempre l Alfonsi con lo stesso criterio che il movimento ha adottato (certamente poco competenti) hanno messo queste limitazioni OGGI VI ACCORGETE CHE È DEPRIMENTE. UNA FESTA SI CHIAMA FESTA SE CI STA IL CLIMA IL DIPARTIMENTO NON LO HA CAPITO VIVA IL M5S

Anonimo ha detto...

meglio così meno bambocci per le strade a rompere le palle

Anonimo ha detto...

Trg Navonija

Anonimo ha detto...

Ovviamente NON conosci l'Europa.

Anonimo ha detto...

Il metodo e le realizzazioni stile tiber stanno affondando roma allontanandola dalle capitali europee. Grazzie raggi ilvento sta cambiando e ci porta miasmi di monnezza...ex fiera di roma, ex mercati generali, nuovo stadio buche trasporti viabilita' proprio una grande amministrazione...

Anonimo ha detto...

Grazie

Anonimo ha detto...

Grazie

Anonimo ha detto...

...e intanto i tassinari zitti zitti...
https://it.businessinsider.com/uber-ha-le-ore-contate-lobby-dei-taxi-in-pressing-per-salvare-regali-fiscali-e-licenze-gratis/

Anonimo ha detto...

Sono per la Raggi e questa amministrazione, non sono per niente pentito di averli votati ma questa festa fa veramente schifo, non mi capacito del perché, credo sia un tantinello più difficile costruire uno stadio o un ponte che organizzare un mercato natalizio con i controcojoni, facciamoci sponsorizzare dalla valle d'Aosta dal Trentino, la Baviera, chi vi pare e facciamo fare tutto a loro, togliamoci di mezzo per favore.

Anonimo ha detto...

Ma 10 casette di legno tutte uguali quanto costano?

Anonimo ha detto...

Concordo con Anonimo che scrive
"nel 2018, nella piazza più bella del mondo, i gazebo "de plastica" tipo pro-loco de Roccacannuccia e le bancarelle "de bandone de lamiera", come nelle baracoppoli di Nairobi...."

Vergogna

Anonimo ha detto...

...e intanto i balneari zitti zitti...

https://www.nextquotidiano.it/bolkestein-balneari-multa-ue/?fbclid=IwAR3AxeXicJSd7QQQEn_owPd-QKaw6cFaVa2Q74bBW9mDphrnxB99W4Y2PHE

e si, questo è proprio il governo del cambiamento... quello che ci voleva...

Anonimo ha detto...

Oltretutto le bancarelle di Roma non si possono paragonare a quelle delle altre città europee che sono molto più piccole. L
Quelle di Roma sono enormi e quindi ce ne vogliono di meno per riempire una piazza. Ovviamente con quelle dimensioni sterminate è anche impossibile mantenere un buon livello qualitativo.

Anonimo ha detto...

Roma é paragonabile solo a sè stessa, quindi non sarà mai nè migliore nè peggiore si sè stessa, e nelle classifiche verrà sempre prima!
Roma alè, tiè!

Anonimo ha detto...

Non ho capito davvero il senso dell' intervento di:
Anonimo dicembre 19, 2018 5:20 PM

La bruttezza, la prepotenza, la speculazione e il malaffare spadroneggiano in questa città da decenni (ed ogni anno sembra essere peggio di quello precedente) e per te vivere in una città-gioiello (come sono molte città europee decisamente meno ricche di storia della nostra) e vivere in una.città-fogna (come purtroppo è solo Roma in occidente) è la stessa cosa perché tutto sommato ROMA è sempre ROMA!? Contento tu...

Anonimo ha detto...

Una volta c'era Piazza Navona. Poi il PD e adesso i grillini con la regia del terrorismo pronto a colpire luoghi affollati hanno distrutto la piazza. Era bella, piena zeppa di bancarelle. Tradizione di un secolo e mezzo, altro che i mercatini del nord. Si compravano le statue del presepio, il muschio, le luci, le palle per l'albero e i prodotti romani delle feste, la ciambella, lo zucchero filato, il castagnaccio, la calza della befana.
Quattro bancarelle sparute messe peraltro malissimo "a blocchi", tantissimi vuoti, venti persone il 20 dicembre, controllori all'entrata che conteggiano la gente ma non hanno molto da fare, transennamenti, squallore. La gente che non capisce niente e che di Roma non conosce nemmeno l'ABC, esulta. Perchè hanno distrutto un suq. Anche io volevo eliminare il suq e le mafie ma di bancarelle di artigiani onesti e presepari ne avrei messe mille. Per farla tornare quella che era prima. Invece niente. Pegio per loro, almeno io ho i miei ricordi. Loro nemmeno quelli.

Anonimo ha detto...

In effetti anche voi di Romafaschifo avete le vostre responsabilità e non vi nascondete dietro a un dito. Avete inveito, sbraitato contro piazza navona quando secondo voi era un mercataccio e adesso che ve la ritrovate pulita e priva di ogni anima sbraitate ancora. Ma cosa volete allora? Non era meglio lasciarla com'era prima? C'era un po' di puzza di fiera, va bene, ma almen c'era cuore e c'era la gente.
Adesso c'è solo l'eco di una grande schifezza perpetrata ai danni del più bel mercatino natalizio del mondo prima dal sindaco piddino e adesso dai grillini. Che l'hanno annientato.
Mettetevi la mano sulla coscienza, Romafaschifo perchè io il vostro servizio l'ho gradito e dico che tutto quello che avete riportato è assolutamente vero, pero' a voi non va mai bene niente! Io dico che era meglio prima. Con tutte le porcherie che c'erano. Ma adesso è imbarazzante o come dice il vostro cronista, "improbabile". Per fare una cosa bella ci vuole la gente e la gente con tre bancarelle e due tiri a segno non la richiami. Ci vogliono diecimila bancarelle costi quel che costi.

Anonimo ha detto...

Rfs perché non hai le palle per rispondere ?

nabila widianti ha detto...

This article is very useful, thank you for sharing. And allow me to share articles too, it's about health and treatment. God willing
Cara Mengatasi Kebas Atau Kesemutan Yang Berkepanjangan

Anonimo ha detto...

Ma questi permessi vengono revocate o no?

ShareThis