La tragedia dei servizi durante le Feste. Nettezza urbana e trasporti pubblici mai così male

26 dicembre 2017
Probabilmente lo scorso anno era realmente piuttosto presto e non era giusto giudicare. La vittoria elettorale si era palesata a metà dell'anno e la giunta era stata fatta dopo una vita, dopo settimane e settimane di ridicoli tira molla modello Primissima Repubblica. E allora transeat.

Quest'anno però lo scenario è molto diverso. Sono passati ulteriori 12 mesi e soprattutto sono state fatte delle promesse chiare. Specialmente nell'ambito dei due principali argomenti che riguardano i servizi pubblici a rete: raccolta rifiuti e trasporti di massa. Sia da una parte e dall'altra l'amministrazione si è prodigata a promettere: quest'anno nulla si ferma, quest'anno tutto girerà nella massima efficienza.

La verità amara è un'altra. Il servizio su metro e bus è raccapricciante. Come sempre, per carità, ma un po' più di sempre. Una vera umiliazione per le tante persone (basti pensare agli infermieri degli ospedali) costrette a lavorare durante le festività. Un servizio raccapricciante benché ci sia mossi tempestivamente come a questa Giunta piace muoversi: dilapidando denari pubblici e incrementando il debito che graverà sulle spalle dei nostri figli. Cosa è successo? Semplice: clientelismo grillino come abbiamo imparato a riconoscerlo lontano chilometri. Agli autisti e ai macchinisti Atac è stato garantito un bonus di 140 euro per il lavoro festivo in caso di presenza volontaria. Una cifra alta? Una cifra bassa? Una cifra corretta? Difficile dirlo, l'unico modo è parametrarla sia al passato sia a quel che fanno le altre grandi città italiana. 

Ebbene la cifra è superiore al 40% rispetto agli anni passati e superiore al 100% rispetto a quanto si fa a Milano. Nessuno vi spiegherà il perché di tutto questo poiché la risposta è "voto di scambio" e "clientelismo" e non c'è sufficiente onestà intellettuale per ammetterlo. Sta di fatto che a Roma, nonostante il servizio sia cento volte peggiore che a Milano, chi lavora a Natale becca il doppio dei soldi. Tanto poi qualcuno che paga si trova, magari proprio il cittadino onesto di Milano che versa regolarmente le imposte e che si trova impiegati quei soldi per tamponare le assurdità di Roma.

Riguardo alla raccolta dei rifiuti la situazione è ancora più drammatica. La città è sommersa di pattume e la nostra pagina Facebook così come il nostro profilo Twitter si sono riempiti di foto rivoltanti. Tutto questo avviene a dispetto delle promesse di Pinuccia Montanari, la sempre più caricaturale assessora all'ambiente (quella di Spelacchio) che aveva prefigurato qualche giorno fa una città pulita e impeccabile. Se un po' di raccolta si fa al centro per salvare la faccia rispetto ai turisti (che tuttavia si ritrovano in una città triste, buia e deprimente con una atmosfera natalizia pari a zero tra Tredicine e alberi di natale morti), la periferia è abbandonata a se stessa e inondata di sacchetti a tutte le latitudini.

Ma comunque lasciamoli lavorare, ma comunque loro sono gli onesti, ma comunque cosa volete che torna Buzzi, ma comunque pensate alla Banca Etruria e così via elencando le scuse pentecatte a tutta questa allucinante situazione che non ha eguali e raffronti in nessuna altra città italiana e europea. L'unica nota positiva è che i lobotomizzati disposti a difendere l'indifendibile sono sempre di meno e sempre più isolati. 

Resta il fatto che paghiamo i bonus festivi più alti d'Italia per avere bus e metro che non passano. E paghiamo la tariffa rifiuti più alta d'Italia per avere la città più lercia del paese.


PS. Foto tutte di oggi e di ieri, provenienti dai quattro angoli della città. Dal Tuscolano al Nomentano, dalla Balduina a Spinaceto, da Casal Palocco a Tor De Schiavi, dalla Laurentina alla Togliatti. Tutta Roma è combinata così.

76 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

http://www.movimento5stelle.it/virginiaraggisindaco/singola2.html

In teoria ma in pratica è altra cosa

Anonimo ha detto...

Per decenni nella città di Roma si sono smaltiti rifiuti urbani gettandoli “tal quale” nella discarica più grande d’Europa: Malagrotta, quando invece, alla base di una gestione sostenibile dei rifiuti ci dovrebbero essere le 3 R: Riduzione, Riutilizzo e Riciclo.
Tali azioni non sono mai state rispettate nella città, a causa dell’assenza di politiche coerenti e sostenibili. Tale assenza ha determinato un servizio di raccolta e smaltimento inefficienti, nonostante l’alto costo della tariffa rifiuti pagata dai cittadini romani. Nella Capitale, nell’anno 2014, la raccolta differenziata era, infatti, ferma al 35%, in aumento certo,rispetto al passato, ma ancora insufficiente in termini quantitativi e qualitativi e ben lontana dall’obiettivo di legge,fissato all 65%. Gli sprechi gestionali e le varie inefficienze di AMA S.p.a., la società che gestisce i rifiuti, devono essere completamente rivisti e razionalizzati. Il M5S ha quindi innanzi a sé un compito difficile e ambizioso: voltare pagina rispetto a quella che è stata la gestione dei materiali di scarto in passato, promuovendo la prevenzione della produzione di rifiuti, favorendo la raccolta differenziata attraverso la progressiva estensione della raccolta domiciliare, unico sistema che permette la tariffazione puntuale “p​iù ricicli meno paghi”​e massimizzando il recupero di materia a discapito dello smaltimento in discarica e dell’incenerimento. Sarà quindi prioritario costruire impianti di compostaggio, isole ecologiche, riconvertire gli impianti esistenti al recupero di materia e programmare una corretta manutenzione dell’intero parco impiantistico presente.


LINEE DI AZIONE

Prevenzione e riduzione dei rifiuti attraverso:

● Specifiche prescrizioni di prevenzione della produzione dei rifiuti urbani, quali la sensibilizzazione e l’informazione ai cittadini sulla riduzione dei rifiuti; la minimizzazione degli usa e getta nelle attività commerciali, mense, scuole, uffici; la promozione dell’uso dei pannolini riutilizzabili; la costituzione di un premio per le scuole che producono meno rifiuti;

● Riduzione della produzione di rifiuti di imballaggio con la diffusione dei prodotti alla spina, del vuoto a rendere e dell’utilizzo dell’acqua del rubinetto;

● Creazione di iniziative per la riduzione dello spreco alimentare;

● Valorizzazione del mercato dell’usato attraverso l’apertura di Centri di riparazione e riuso.

Anonimo ha detto...

Raccolta differenziata e riciclo:

● Efficientamento della raccolta differenziata effettuata in modalità domiciliare (cosiddetto porta a porta), in base alle specifiche caratteristiche dei quartieri;

● Miglioramento della qualità della raccolta differenziata per favorire la vendita all’asta del materiale raccolto, bypassando il circuito CONAI;

● Apertura di una fabbrica dei materiali;

● Costruzione di almeno un’isola ecologica in ogni Municipio e mini isole ecologiche di quartiere;

● Diffusione del compostaggio domestico, collettivo e di prossimità;

● Realizzazione di centri di selezione del multi materiale e/o centri di riciclo;

● Promozione dell’utilizzo di materiali lavabili o compostabili negli eventi fieristici e nelle manifestazioni;

● Rendere obbligatori i locali adibiti alla raccolta differenziata nei progetti delle nuove costruzioni;

● Diffusione e regolarizzazione degli eco compattatori (Reverse Vending);

● Promuovere soluzioni innovative che favoriscano forme virtuose di raccolta e riciclo dei rifiuti.

Anonimo ha detto...

Recupero e smaltimento dei rifiuti urbani indifferenziati

● Progressiva riduzione della produzione di rifiuti urbani indifferenziati;

● Modernizzazione ed adeguamento alle norme vigenti degli impianti di trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati;

● Realizzazione di un programma di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati;

Anonimo ha detto...

Monitoraggio e Controllo

● Effettuare il monitoraggio delle utenze “fantasma”;

● Rendere operativa l’anagrafe dei rifiuti;

● Incremento dei controlli per la riduzione del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

Anonimo ha detto...

Incentivi e azioni di riequilibrio della spesa

● Ridefinizione della giusta tariffazione sui rifiuti;

● Riequilibrio dei costi della tariffa rifiuti anche per i non residenti;

● Attuazione di una tariffazione puntuale;

● Premiazione dei Municipi che si distinguono per i livelli di raccolta differenziata raggiunti.

Anonimo ha detto...

Gestione AMA S.p.a.

● Piano di efficientamento di AMA S.p.a;

● Miglioramento della produttività dei servizi forniti da AMA S.p.a;

● Miglioramento dello stato di efficienza della flotta veicoli AMA S.p.a;

● Trasparenza nell’incasso della tariffa e miglioramento delle attività di recupero dell’evasione;

● Analisi ed eventuale adeguamento della delibera di Affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani e di igiene urbana ad AMA S.p.a;

● Controllo e attuazione del Contratto di servizio, con inserimento di un meccanismo di responsabilizzazione economica del management;

● Ripristino degli agenti accertatori per il controllo delle piccole e grandi utenze.

● Reinternalizzazione dei servizi, in particolare quelli dei dati strategici del know­how aziendale;

● Realizzazione di impianti di selezione del multimateriale proveniente da raccolta differenziata;

● Tracciabilità online e in tempo reale dei flussi dei rifiuti smistati negli impianti di lavorazione del rifiuto;

● Verifica e trasparenza degli appalti esistenti.

Anonimo ha detto...

LE TRE PRIORITÀ

● Piano di efficientamento di AMA S.p.a.

● Estensione della raccolta differenziata domiciliare in tutta la città, in base alle specifiche caratteristiche dei quartieri

● Programma di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati e realizzazione di nuovi impianti per i rifiuti urbani differenziati

Anonimo ha detto...

A che punto siamo di tutto questo?

Anonimo ha detto...

In 18 mesi risultati sottozero. Fatti non ca...te.

Anonimo ha detto...

Nessuna delle cose scritte e' stata mesa in atto. Forse vivi in un altra città. Berlino ?

Anonimo ha detto...

Con Montanari e Raggi?����

Anonimo ha detto...

Tutti che si lamentano..poi sono gli stessi che parcheggiano davanti i cassonetti oppure te lasciano i mobili pe strada..

Anonimo ha detto...

Ma quando arriverà il giorno che vi sparate voi e quella merda di Tonelli?

Anonimo ha detto...

Magari i lobotomizzati fossero sempre di meno e isolati. vorrebbe dire che il sacrificio romano serve a qualcosa, ma temo che non sia così, purtroppo.

Nico ha detto...

Uno che scrive come anonimo non meriterebbe di essere pubblicato. E non merita risposte. Si vede che ha vergogna ad associare il suo nome a quello che dice. Grillino, direi.

Anonimo ha detto...


'Sti pentafessi quanto sò odiosi.
Incapaci e presuntuosi
e sò puro permalosi

Millantano onestà
mascherando incapacità:
alla fine peggio d'ogni realtà

Roma mia disperata
lurida e abbandonata
grida vendetta
a questa falsa setta.
A fine d'anno dateme retta
buttamoli via in tutta fretta
niente differenziata - usa e getta

Anonimo ha detto...

I 140 euro extra sono lordi o netti? Fossero netti, diciamo che si avvicinerebbero ad una cifra accettabile per lavorare a Natale e l'incazzatura dovrebbe essere non certo perché tale somma è corrisposta ai lavoratori ATAC ma bisognerebbe battersi affinché un giusto compenso sia riconosciuto a chiunque lavori nei giorni festivi. Piantiamola di fare i Tafazzi che godono a vedere stare peggio il prossimo.

Anonimo ha detto...

7.25 Giustissimo. Per altro sono sicuramente LORDI (netti circa 100 euro) altrimenti la cifra sarebbe variabile in base all'anzianita' di servizio, ovvero allo stipendio percepito. Per altro il servizio fa schifo perché non hai abbastanza mezzi EFFICIENTI e se li hai NON hai abbastanza autisti per metterli in strada. Fare confronti con altre citta' NON e' corretto, perché andrebbero equiparate le condizioni di lavoro e lo stipendio base. L'autista di Milano lavora nelle stesse condizioni di uno di Roma o Napoli. A Milano in quanti vengono aggrediti o presi a sassate ? Il traffico di Milano e' paragonabile a quello di Roma. Quanto dura una "corsa" a Milano (e quante corse fa l'autista per turno) ? Se nell'organizzazione dei turni hai un incentivo magari scegli di lavorare anche in quelli scomodi. Altrimenti a chi tocca tocca. Se tocca.

Anonimo ha detto...

I soldi ve li do se durante le vacanze natalizie nn si vede un sacchetto x strada e i bus passano regolarmente...
Come si vede il M5S si e'fatto rispettare.....

Anonimo ha detto...

RFS COMPLIMENTI PER LA COERENZA SEI IL PRIMO CHE HA DETTO DI VOTARE RAGGI

Anonimo ha detto...


Regà, spariamo sull'ambulanza, eh?
Orami la giunta è al ridicolo, alle battute finali. Purtroppo però nun se dimetteranno ma insisteranno su questa sfortunata città per altri 3 lunghissimi anni.

Come sarà Roma tra 3 anni? Se continuiamo così, non oso pensarlo.
Probabilmente però sarà necessario svenderla a qualche cinese od arabo...ATAC, ACEA e compagnia bella. Tanto cosa abbiamo da perderci?

Bella...buone feste. Sopravviviamo, almeno proviamoci.

Anonimo ha detto...

Luogo, data e orario delle foto? io oggi ho fatto centomila giri e non ho visto nulla di così eclatante, solo cassonetti un po' più pieni per via dei cenoni e presumo per i minori turni dei dipendenti ama (sarà Natale anche per loro, forse?). Di' la verità, non sono foto di oggi, birbaccione?

Anonimo ha detto...

Certo che state proprio alla frutta.. Sarei proprio curioso di vederli questi anonimi che scrivono questi post in questo blog, che a Natale si appostano dietro i cassonetti e aspettano che la gente abbia buttato gli scarti del cenone o del pranzo di Natale e attratti da tutto ciò con gli occhi pieni di luce fare centomila scatti prima che passi l'AMA. Ahahahah li voglio vedere in faccia, mitici!

Anonimo ha detto...

Dopo di te Rosicone. Ma ci vai mai ad un cassonetto o ti piace gettare i rifiuti per strada ?

Anonimo ha detto...

Guarda che nei servizi pubblici e' normale lavorare con i turni nei festivi. A natale chiudono forse gli ospedali ? Dai aria al cervello ogni tanto.

Anonimo ha detto...

@ Anonimo ha detto...

Ma quando arriverà il giorno che vi sparate voi e quella merda di Tonelli?

dicembre 26, 2017 5:57 PM

----------------------------------------------------
Facciamo così, inizia tu, non sentiremo la mancanza.

Anonimo ha detto...

10.43 a Natale ci sono meno servizi anche negli ospedali: che io sappia non prenoti la visita cardiologica il giorno di Natale! Esci a farti una sana scopata invece di stare sempre qui aqquattato, tanto lo sai che non rispondo alle provocazioni.

Anonimo ha detto...

Ogni cassonetto è ormai una montagna strabordante di schifezza, ma i penosi pentafessi che minimizzano fanno più ribrezzo

Anonimo ha detto...

@ Anonimo Anonimo ha detto...

10.43 a Natale ci sono meno servizi anche negli ospedali: che io sappia non prenoti la visita cardiologica il giorno di Natale! Esci a farti una sana scopata invece di stare sempre qui aqquattato, tanto lo sai che non rispondo alle provocazioni.

dicembre 26, 2017 11:08 PM

---------------------------------------------------
Mi sa che non rispondi neanche alla grammatica: "aqquattato" con due q è uno spasso

Anonimo ha detto...

Leggervi per me è sempre una goduria, insultarvi lo stesso. Non mi dispiace che voi poveracci sottopagati e sfruttati senza contratto abbiate dovuto mettere post durante il cenone o il pranzo di Natale. Non mi prodigo a dirvi di rilassarvi almeno nelle festività dato il modo con cui rispondete a chi ve lo dice... Allora morite col fegato grosso. Noi stiamo bene, ciaone!

Anonimo ha detto...

@Anonimo ha detto...

Leggervi per me è sempre una goduria, insultarvi lo stesso. Non mi dispiace che voi poveracci sottopagati e sfruttati senza contratto abbiate dovuto mettere post durante il cenone o il pranzo di Natale. Non mi prodigo a dirvi di rilassarvi almeno nelle festività dato il modo con cui rispondete a chi ve lo dice... Allora morite col fegato grosso. Noi stiamo bene, ciaone!

dicembre 27, 2017 1:30 AM

__________________

Si vede che non è ancora passata l'infermiera con le goccine

Anonimo ha detto...


Anche l'AMA se la compreranno i cinesi, oppure i tedeschi?
Svendita di beneficenza!!!

Anonimo ha detto...

Ma dove vivi in svizzera ? fatti un giro a via orti farnesina.

Anonimo ha detto...

Magari cosi avremo la città pulita e meno fancazzisti pagati da noi.

Anonimo ha detto...

Intanto. per fare almeno le cose più semplici, raggruppate tutti i cassonetti di una singola via in un unico punto, così i raccoglitori hanno il tragitto semplificato e fanno meno fermate. Poi metteteci le telecamere per vedere chi smaltisce impropriamente. Certo, se poi non si sa dove portare i rifiuti raccolti...

Anonimo ha detto...

Mah, dalle mie parti (zona Tuscolana) la situazione è variabile: alcuni secchioni stracolmi con contorno di immondizia buttata a membro di segugio, altri perfettamente utilizzabili, spesso a poche decine di metri da quelli pieni. Penso che alcuni cose si potrebbero fare sia a livello locale, sia a livello nazionale. Intanto, a livello locale, si dovrebbe sguinzagliare qualche centinaio di controllori in borghese, equiparati ad agenti di Polizia Giudiziaria, dotati di adeguati strumenti di difesa e di POS mobile per incassare immediatamente le multe appioppate a chi viene sorpreso a smaltire irregolarmente o abbandonare rifiuti fuori dai contenitori; si pagherebbero da soli! (es. sanzione di 50 euro pagabili subito con bancomat o carta di credito oppure 150 euro se si attende la raccomandata; sanzione quintuplicata a commercianti ed esercenti). A livello nazionale sarebbe ora di tassare pesantemente gli imballaggi inutili di ogni genere, stangando in particolare le confezioni piccole e favorendo i vuoti a rendere soprattutto per liquidi; sarebbe anche facile ricompensare chi consegna alluminio, lattine e cartoni ben piegati, puliti e facilmente riciclabili (basterebbe attrezzare le isole ecologiche esistenti).

Anonimo ha detto...

A Milano (che è Italia, non Svizzera, e nemmeno Padania visto che Bossi la secessione l'ha solo predicata per vent'anni ma mai praticata, purtroppo o per fortuna ognuno la pensi come vuole non m'interessa), i mezzi pubblici di superficie (tram e bus) non solo non cessano il servizio alle 20 o alle 21, ma anzi, girano ininterrottamente fino alle 3 di notte. Non a Natale o a Santo Stefano: l'ultimo dell'anno! DA SEMPRE!

Anonimo ha detto...

Che culo. Ma sticazzi!

Anonimo ha detto...

Che poi Tonelli, per sua stessa ammissione, durante le feste parte, va fuori Roma. La domanda allora e': perche' continua a rompere i coglioni? Lascia a Roma i suoi adepti? C'e' suo cognato che fa le foto al posto suo? Oppure non riesce neanche a godersi una vacanza? In ogni caso e' una brutta vita.

Anonimo ha detto...

dicembre 27, 2017 12:16 PM

e poi c'è chi si chiede perché la Padania voleva staccarsi dall'Italia...

Luigi ha detto...

Sono un dipendente RAI. Tutti voi pagate il nostro servizio che, lasciatemelo dire, e' molto scadente. Ho lavorato il 25 per 250 euro e il 26 per 170. E il problema sono gli autisti Atac?

Anonimo ha detto...

Credo che buona parte dei nostri problemi (immondizia compresa) si spieghi così: gli individui dai 6 anni in su che hanno letto almeno un libro nell'ultimo anno, per motivi non strettamente scolastici o professionali, è stato del 40,5%. Siamo all'analfabetismo di massa.

Anonimo ha detto...

In Prati la situazione rifiuti è vergognosa. Via dei Gracchi invasa da pantecane. A Natale e Vivilia orario mezzi pubblici da quarto mondo....non solo nulla cambia, ma peggiora....pentacazzari

Anonimo ha detto...

'Sti pentafessi sò troppo odiosi.
Incapaci e presuntuosi
fanno puro i permalosi.

Quel che millantano come onestà
è solo tragica incapacità:
alla fine peggio d'ogni realtà

Roma mia disperata
lurida e abbandonata
grida vendetta
a questa falsa setta.

A fine d'anno dateme retta
buttamoli via in tutta fretta
niente differenziata - basta un usa e getta

Anonimo ha detto...

11.26. POS Mobile ? Come dire che tuti i nullatenenti, nullafacenti, camminanti, striscianti diversamente italici hanno il bancomat o l'American Express Gold per pagare le multe in diretta ? Ovvero, un italico distratto o stufo di tenersi la monnezza in casa paga e TUTTI gli scaricatori di materassi o zozzerie varie TI fanno un pernacchio ?

Anonimo ha detto...

Tonelli si sa che se la fa con Armando, la società che costruisce le metropolitane, informatevi! Ha i suoi interessi, ha anche il Gambero Rosso e Le Ore mese.

Anonimo ha detto...

Roma annega nella monnezza
ogni quartiere è fetida schifezza
eppur il pentafesso minimizza
e orfano di PandaRossa non più ironizza.

Si copre gli occhi per non guardare
ma l'orrida realtà fa raccapricciare
tra foto e video a palesare
la presuntuosa incapacità di governare

Anonimo ha detto...

Il punto è che la nostra "civiltà" è basata sulla produzione e il consumo di massa di beni che presto o tardi diventeranno un rifiuto, per di più venduti in imballi plastici o cartacei ridondanti. Produrre e vivere in maniera più intelligente e sensibile farebbe quindi sì che non si arriverebbe al problema di come smaltire vere e proprie montagne di rifiuti. Certo, un futuro così per ora è utopia, ma non dispero. Nel frattempo buone discariche e inceneritori a tutti.

Anonimo ha detto...

Non credete a queste foto che girano, sono dei fake!!! Sono società occulte che confezionano sacchetti e poi li lasciano apposta vicino ai secchioni per far sembrare che non funzionino i servizi!! Se non ci credete apritene uno e vedete, sono tutti pieni di finta immondizia.

Anonimo ha detto...

Pensa se ci fosse stato un Tonelli negli anni 70, con i tossici sui parchi, le siringhe per terra vicino ai bambini che giocano a palla, gli scippi, i furti all'ordine del giorno e a capodanno la monnezza tirata dalle finestre. Rfs avrebbe avuto un milione di tiratura, o forse no?

Anonimo ha detto...

È evidente che la copa e' colpa del PD e di renzi che ce l'ha con la boschi,la raggi e' "epocale"

Anonimo ha detto...

E poi che sarà mai un poco di immondizia

Anonimo ha detto...

l'altro giorno vado a buttare l'immondizia: dal lato strada il cassonetto è irraggiungibile per le auto in sosta vietata, dal lato marciapiede il cassonetto è irraggiungibile perchè ci hanno abbandonato davanti due scaldabagni, una lavatrice e un grosso condizionatore. Il camion dell'ama è passato e ha tirato dritto perchè in queste condizioni non poteva farci niente... e ora ditemi che è colpa del Comune, su... patetici

Anonimo ha detto...

Oggi leggo che l'assessore all'ambiente, Pinuccia Montanari, promette, tra gennaio 2018 e maggio 2018, nuovi mezzi AMA, tra acquisti diretti e noleggi.
L'altro giorno leggo la notizia che la gara indetta da AMA (Bando di gara n. 32/2017) relativo a 130 mezzi a noleggio, è andata deserta.

Anonimo ha detto...

DRAGGEDDIAAAAA... DRAGGEDDIAAAAA...AAAARGHHH...

Anonimo ha detto...

@anonimo 11.20.
La colpa è del comune perche gli agenti della Polizia Roma Capitale non hanno provveduto alla rimozione dei mezzi in sosta vietata.

Anonimo ha detto...

Nel mondo reale, intanto, si fanno delle domande...

https://www.theguardian.com/world/2017/dec/29/rubbish-piles-up-in-rome-waste-five-star-movement

Anonimo ha detto...

Buonasera,

the real travesty is not the failure of rubbish collection, but the extent of non-recycling - all the plastic, cardboard - it's beyond disgusting. people live like pigs, but expect to be treated like gods? let them look at their own trash, let it all sink in.

Anonimo ha detto...

ma sempre le stesse foto mettete, che vedo da mesi e mesi? Fate solo ride, buffoni. xD

Anonimo ha detto...

In zona Acilia-Axa non ritirano nulla da circa 10 giorni. A fine novembre ho contattato Ama per smaltire una lavatrice, ma dopo un mese e diversi solleciti, é ancora sul mio terrazzo. Molti sono incivili ma quelli che non lo sono vengono messi a dura prova.

Riccardo Gilli ha detto...

http://www.partecivile.eu/2018-roma-suoi-rifiuti-lanno-verra-sara/

Anonimo ha detto...

@10.52 confermo. E' complicato far smaltire i rifiuti particolari all'Ama. E di questo se ne parla poco. Si parla solo dell'inciviltà, che è tanta, ma si tace sulla burocrazia e l'inefficienza del sistema di smaltimento dei rifiuti particolari che incentivano l'inciviltà.
Brava Ama!

Anonimo ha detto...

@5.00 te invece fai piangere più delle foto dei rifiuti

Francis Drake ha detto...

C'è solo da sperare che quale fornitore privato presenti una bella istanza di fallimento (così come due ditte di fornitori della galassia ATAC hanno già fatto prima del concordato). L'azienda municipalizzata è irrecuperabile e l'amministrazione pentastellata non vuole saperne di aprire l'AMA a privati.
Parimenti è anche deprimente che la capitale d'Italia debba trovarsi nelle condizioni di chiedere aiuto a qualche città di provincia (che non lo elargisce gratis, anzi....) per smaltire i propri rifiuti perché non è stata in grado di dotarsi di un sistema impiantistico adeguato (ma in questo caso la colpa, forse, è più della Regione Lazio che del Comune di Roma).
Che tristezza



Anonimo ha detto...

@Francis Drake

In Lombardia ci sono 13 (TREDICI) termovalorizzatori, tutti operativi, solo Milano ne ha 3. In tutto il Lazio ce ne sono 3, di cui uno (Colleferro) fermo. Nonostante questa abbondanza di inceneritori, a Milano la raccolta differenziata è al 54% (la seconda migliore d’Europa dopo Vienna) e si fa Porta a Porta da più di 20 anni. A Roma è ufficialmente al 42% e gestita ancora con i cassonetti, il cui stato (vedi foto) e periodicità di raccolta la dicono lunga sull’affidabilita del dato.

La Lombardia è una regione a statuto ordinario e Milano non ha alcuna competenza aggiuntiva, al contrario di Roma Capitale: se milanesi e Lombardi riescono a gestire efficacemente i rifiuti con gli stessi vincoli legali e amministrativi, e anche di più, perché non ci riescono romani e laziali??

Francis Drake ha detto...

A dire il vero qui da noi non ci riescono neanche i lombardi o "i padani" (più in generale), visto che da quando si è insediata la Raggi il vertice dell'AMA non parla dialetto romano ma si è dimostrato incapace e inetto proprio come i predecessori, se non peggio.
E comunque non credere che sia tutto oro quel che luccica anche in Lombardia. La Germania e l'Austria sono anni luce avanti a loro dal punto di vista della dotazione impiantistica per lo smaltimento/recupero dei rifiuti e riescono ad ottenere profitti ben maggiori di quelli delle numerose aziende lombarde del settore.



Francis Drake ha detto...

...che tra l'altro molto spesso, per chiudere il ciclo, devono esportare proprio in Germania ed in Austria (superpagando) tutto ciò che residua da trattamento/incerenrimento per assenza di impianti (discariche) ove collocare il residuo stesso.

Claudio Ferrara ha detto...

@Francis Drake

Non è tutto oro quel che luccica da nessuna parte, in Svezia saranno più bravi che in Germania e al Polo Nord più bravi che in Svezia, sta di fatto che a Milano i cassonetti e i mucchi di spazzatura in mezzo alla strada non ci sono, con gli stessi vincoli burocratici e legislativi di Roma se non peggiori.

Francis Drake ha detto...

Allora sarai decisamente d'accordo con me se dico che l'AMA deve fallire e lasciare il posto ad altra azienda più capace, no ? La raccolta della spazzatura è compito esclusivo di AMA, non di altri. Ergo, se vedi spazzatura in strada significa che AMA non la raccoglie.
Di cosa altro vogliamo parlare ?


Monnie ha detto...

La gente può cambiare canale. Non può cambiare autobus , soprattutto se non arriva.
No il problema NON sono gli autisti ATAC. Sono TUTTI I dipendenti ATAC.

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha il coraggio di dire che uno dei cassonetti della carta si vede che è chiaramente vuoto e che i cittadini si sono limitati a lasciare fuori dai secchioni tutto ciò che andava messo li dentro?

run 3 ha detto...

Interesting article! Thank you for sharing them! I hope you will continue to have similar posts to share with everyone!

Scarlett ha detto...

For me this blog is great

miro33wes ha detto...

You describe this very well. I would not do it myself.

usps tracking map ha detto...

I like your blog, it is very good and meticulous, thanks to your article that I understand more things.

ShareThis