5 domande su Spelacchio (e tutta la sua rassegna stampa internazionale mai vista prima)

21 dicembre 2017
Riuscire ad incartarsi perfino su un albero di Natale spelacchiato cheppoi di notte manco è così brutto (certo, di giorno...). Hanno fatto tutto da soli. A ripercorrere la storia oggi, fa pietà ed è la rappresentazione plastica dell'incapacità grillina su ogni fronte possibile e immaginabile. Sembrano persone selezionate per avere il massimo livello di inadeguatezza, spocchia, aggressività, stupidità, ottusità. Tutti i difetti personificati e portati al massimo. Anche la criticità più piccola diventa dramma. Gente che vuole amministrare la ottava potenza industriale del mondo e che sarebbe fuori luogo anche come rappresentante d'istituto di una scuola di provincia.

Come è andata la vicenda Spelacchio? Chi meglio di noi può raccontarla visto che, come spesso accade, tutto si è sviluppato grazie a (o per colpa di) questo blog? A onor del vero, risalendo ai primissimi giorni di dicembre, il merito del nome va tutto al sagace giornalista Vittorio Zucconi. Anche se Zucconi partì con "Spellacchio", due elle. Poi arrivammo noi e iniziammo con "Spelacchio", una elle. E la cosa partì in maniera virale dopo i primi tweet o post su Facebook. 

A dispetto di quel che dicono oggi alcuni rappresentanti grillini nell'ambito dell'ennesima campagna di difesa dell'indifendibile di cui si sono fatti protagonisti ripetendo come automi i dettami di chi imposta la loro comunicazione, l'albero era di imbarazzante bruttezza fin da principio. Altro che "lo hanno rovinato le luci". Le due persone maggiormente coinvolte - sindaco e assessore all'ambiente - potevano prendere la palla al balzo e reagire: "cacchio che brutto cari cittadini, avete ragione! Cerchiamo di capire cosa è successo e vediamo se posiamo sostituirlo o se dobbiamo tenercelo così". Se avessero reagito così la cosa si sarebbe chiusa li. Fine. Però stiamo parlando non di persone normodotate, ma di pentastellati. Al di là del bene e del male. La reazione al primo giro di viralità mediatica su Spelacchio quale è stata dunque? Difesa. Difesa al di là di tutto, difesa contro l'evidenza, difesa cieca e arroccata. L'Assessora Montanari sproloquia e parla di risparmi e sobrietà, mentre la sindaca se ne esce con robe tipo "è sobrio e elegante". A quel punto cerchiamo di approfondire.

Facilmente emerge tutta la faccenda dei costi, degli affidamenti diretti, degli appalti. Era tutto pubblicato sul sito del Comune come normativa vuole. Ci lavoriamo su tutta domenica 10 dicembre e lunedì 11 dicembre esce questo articolo. A quel punto la storia, che era tutta giocata sul ridicolo di un alberello rachitico, cambia completamente i toni. Avevamo alzato la manina e detto: "guardate che il problema non è la bruttezza di Spelacchio, il problema è un attimino diverso...". Apriti cielo. I giornali romani, ormai quasi totalmente appiattiti sulle inquietanti posizioni dell'amministrazione per i motivi più vari, fanno finta di non capire e seguitano a parlare dell'albero, dell'albero spelacchiato, dell'albero morto e così via. Il nulla. Non è lo stesso però con la stampa estera: corrispondenti di giornali e agenzie di stanza a Roma leggono il nostro articolo e cominciano a capire che la faccenda è interessante. In pochi giorni uno, due, venti, cinquanta articoli. Tutte le testate del mondo approfondiscono la questione, non si limitano a copincollare l'agenzia ma fanno interviste, video, servizi di raffronto. 

Molti hanno pensato che l'attenzione fosse esagerata (altri, gli esponenti Pentecatti, hanno gridato addirittura al complotto, ma non perdiamo troppo tempo ad analizzare opinioni patetiche), ma è dura pensare che così tante testate ai quattro angoli del mondo si siano incattivite tutte assieme contro la città.

In realtà un albero di Natale morente e rinseccolito si è trasformato in un simulacro, in un simbolo, un memento mori riferito ad una amministrazione imbarazzante che si era presentata affermando che avrebbe spaccato il mondo, che avrebbe cambiato le modalità, che avrebbe combattuto gli sprechi, che avrebbe inaugurato una nuova era di trasparenza: invece solo opacità, solo sprechi, solo insulti al buon senso pur di difendere le modalità che sempre ci sono state. Ma anche questa ondata mediatica si sarebbe potuta arrestare. Semplicemente rispondendo a cinque domande, le domande che tutti i media internazionali (raramente italiani) si stanno ponendo: 

1. Perché Spelacchio è costato il triplo dell’anno scorso?
2. Perché non si è fatta una evidenza pubblica per scegliere la ditta che doveva trasportarlo?
3. Perché l’affidamento diretto è andato a vantaggio proprio della ditta dello scorso anno?
4. Perché in tutto il mondo sono i privati a pagare le decorazioni natalizie e gli alberi mentre a Roma pagano i cittadini?
5. Perché gli uffici si sono mossi a metà novembre per ottenere la fornitura, quando ad esempio a Milano si sono mossi ad aprile? 

Invece di rispondere puntualmente e fugare ogni dubbio di intrallazzo e di magheggio, la sindaca ha preferito tacere per giorni e giorni. Quale sindaco può permettersi di tacere quando la sua città è protagonista sui giornali di tutto il mondo indipendentemente dalla rilevanza del fatto? Prima la difesa ridicola ("è elegante e sobrio") pubblicando foto largamente rimaneggiate e post che lasciavano intendere il costo zero ("se ne occupa il servizio giardini, delle luci invece l'Acea" si come no...), poi il silenzio per giorni e giorni, poi l'insistenza sulla gratuità dell'albero (ma è stata smentita anche quella), poi a quanto pare la rinuncia all'offerta di un albero in sostituzione, in seguito (oggi) la chiusura: "prendiamola a ridere". Mentre tutti i rappresentanti Pentecatti dopo giorni di mutismo imbarazzato hanno contrattaccato spiegando che non bisogna parlare di alberi ma di Boschi (il benaltrismo è uno dei pilastri dell'attuale egemonia al potere e i post usciti da parte dei consiglieri comunali sono raccapriccianti davvero e dovrebbero umiliare chi li ha votati), la sindaca ha detto proprio così: "prendiamola a ridere".

Inefficienza, spreco di denari pubblici, un danno di immagine spaventoso (qui sotto una selezione delle testate che si sono occupate della faccenda), totale incapacità di comunicare e gestire le difficoltà. Epperò i cittadini dovrebbero "prenderla a ridere". Certo non è un caso 'grave' come quello degli scontrini o della Panda Rossa di Marino, casi durante i quali l'attuale sindaca faceva la diavola a quattro chiamando in Carabinieri, citofonando alla ragioneria del comune per avere all'istante i giustificativi e chiedendo le dimissioni del sindaco ogni giorno. L'unica che può ridere oggi è lei: non esiste al mondo un altro uomo politico capace di spingersi a questo punto e come reazione non avere nessuna reale opposizione ne dalla stampa ne dalle altre parti politiche. L'unica sindaca del mondo cui tutto è consentito, tutto è perdonato, tutto è istituzionalmente permesso anche le cose più totalmente lontane da un comportamento minimamente istituzionale. Una presa per i fondelli continua della cittadinanza, e la cittadinanza muta. La cittadinanza, tutto sommato, accetta l'invito a pigliarla a ridere. Una tristezza tale che al confronto Spelacchio è allegro.


LA RASSEGNA STAMPA INTERNAZIONALE DI SPELACCHIO 
mancano televisioni, carta stampata e radio, solo web (e già basta e avanza)

https://www.thetimes.co.uk/article/rome-mayor-virginia-raggi-needled-over-citys-dead-christmas-tree-3sfgrcnfh


http://www.bbc.com/news/av/world-europe-42425029/what-s-wrong-with-rome-s-christmas-tree
https://www.washingtonpost.com/news/worldviews/wp/2017/12/20/rome-paid-57000-for-a-very-sad-christmas-tree-that-locals-nicknamed-toilet-brush/?utm_term=.50dd7478d3c4
https://www.cbsnews.com/news/rome-christmas-tree-spelacchio-disappoints-with-its-very-sad-looks/?ftag=CNM-00-10aab7e&linkId=46117364
http://time.com/5073391/rome-christmas-tree-2017-spelacchio/
https://www.lexpress.fr/insolite/completement-deplume-le-tres-cher-sapin-de-noel-de-rome-est-la-risee-du-net_1970565.html
https://elpais.com/internacional/2017/12/20/mundo_global/1513766474_052035.html

http://www.chicagotribune.com/hoy/chicago/95480513-132.html

https://www.usatoday.com/story/news/nation-now/2017/12/20/romes-sickly-christmas-tree-causes-uproar-needles-continue-fall/968065001/
http://www.latimes.com/world/la-fg-italy-rome-christmas-tree-20171219-story.html

http://www.telegraph.co.uk/news/2017/12/20/romes-dead-christmas-tree-dubbed-mangy-one-sparks-accusations/
https://www.publimetro.cl/cl/estilo-vida/2017/12/20/digno-una-republica-bananera-polemico-costoso-arbol-navidad-parece-cepillo-limpiar-bano.html


https://www.welt.de/vermischtes/article171574748/Roemer-empoeren-sich-ueber-dieses-50-000-Euro-Fiasko.html
https://www.informador.mx/La-triste-historia-del-arbol-de-Navidad-de-Roma-ve201712190009.html
https://www.courrierinternational.com/article/deplume-le-sapin-romain-naura-pas-tenu-jusqua-noel


41 commenti | dì la tua:

Bat21 ha detto...

Bravi. Manca la reuters agli articoli

Anonimo ha detto...

ENNESIMA GREZZA PLANETARIA !!!

Anonimo ha detto...

vabè, però mi pare che te la stia tirando un po troppo, il significato tra le righe di questo post è "aò quanto so fico, tutto il mondo ha imparato dalle mie inchieste, tutti i corrispondenti esteri si documentano su RFS"...tra un po scriverai che enzo biagi è resuscitato per chiederti lezioni di giornalismo

Anonimo ha detto...

Capisco che rosichi ma fatti un bel panino di pane e volpe prima di scrivere cose senza ne capo ne coda.

Anonimo ha detto...

"Digno de una Repubblica bananeira...."

Credo che riassuma tutto

Anonimo ha detto...

A Roma c’era stato un sindaco come Ignazio Marino, persona garbata che amava la città ed il ruolo di amministratore che gli era stato affidato; nonostante fosse stato lasciato solo dal suo stesso partito, stava combattendo contro tutte le mafie e mafiosette romane che gli avevano dichiarato guerra. Ma ai romani, gente populista, una persona del genere non piaceva, tant’è che hanno fatto i moti di piazza per mandarlo via, perché la verità è che Marino lo hanno cacciato via principalmente proprio i romani e non Renzi come ti risponde il popolano romano medio, e al suo posto gli hanno preferito una penosa ed inetta figura come Virginia Raggi, l’ultima persona al mondo che avrebbe potuto fare il sindaco di Roma. Ora a gente stupida come i romani di avere un’amministrazione che ha ridotto la città ad un sobborgo terzomondista non importa nulla, perché i romani questi sono, e la Raggi come i quintali di mondezza per strada e la città disastrata che si ritrovano li rappresenta benissimo.

Anonimo ha detto...

Nono non siete un accollo no.....!!!!!!!!!! E levatevi che siete dannosi, sciò!

Anonimo ha detto...

Con un popolo di dementi, la democrazia porta a questo... guardate lì dietro cosa c'è invece

Theresa williams ha detto...

Ciao, sono Theresa Williams Dopo essere stata in relazione con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro ma tutto era invano, lo volevo così tanto indietro a causa dell'amore che ho per lui, L'ho pregato con tutto, ho fatto delle promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema alla mia amica e lei mi ha suggerito di contattare un incantatore che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro ma io sono il tipo che non ha mai creduto nell'incantesimo, non ho avuto altra scelta che provarlo, io ho spedito il mago dell'incantatore e lui mi ha detto che non c'era alcun problema che tutto andasse bene prima di tre giorni, che il mio ex tornasse da me prima di tre giorni, ha lanciato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno alle 4 del pomeriggio. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto è che era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva che tornassi da lui, che mi amasse così tanto. Ero così felice e sono andato da lui che è così che abbiamo iniziato a vivere felici insieme di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosca un problema di relazione, sarebbe di aiuto a tale persona riferendola all'unico e potente incantatore che mi ha aiutato con il mio problema. email: drogunduspellcaster@gmail.com potete inviarlo via e-mail se avete bisogno della sua assistenza nella vostra relazione o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi d'amore perduti
3) Incantesimi di divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo vincolante.
6) Incantesimi di rottura
7) Bandire un amante passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / incantesimo della Lotteria
9) vuoi soddisfare il tuo amante
Contatta questo grande uomo se hai qualche problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

Anonimo ha detto...

@Anonimo dicembre 21, 2017 11:22 PM

"Ora a gente stupida come i romani di avere un’amministrazione che ha ridotto la città ad un sobborgo terzomondista non importa nulla, perché i romani questi sono, e la Raggi come i quintali di mondezza per strada e la città disastrata che si ritrovano li rappresenta benissimo."

Infatti sotto Marino Roma risplendeva.... Le maggiori testate di tutto il mondo non facevano che spendersi di elogi per le sue eccellenti doti di Amministratore, e le foto delle strade pulite spadroneggiavano... ma pensare prima di scrivere, no?
Roma è stata sempre una fogna prima, durante e dopo Marino. La Raggi semplicemente non ha fatto niente né per peggiorarla né per migliorarla. Non ha fatto... niente!

Anonimo ha detto...

@Anonimo dicembre 22, 2017 Non per niente Marino riceveva elogi da giornali statunitensi, ed uno dei suoi maggiori estimatori era Bill De Blasio, sindaco di New York...è vero che anche quando c’era Marino Roma era una fogna, ma almeno durante il suo mandato c’erano dei progetti per il futuro, e soprattutto Marino stava lottando contro i potentati romani tentando di imprimere un cambio di mentalità generale alla città. La Raggi invece, al contrario di quel che tu pensi, ha fatto eccome per Roma, ma per PEGGIORARLA, e questo lo si respira nell’umore che c’è nell’aria quotidianamente, ha fatto saltare tutti i progetti della precedente giunta come Tor di Valle, Ex Fiera, linea C bloccata, ha favorito il ritorno di tutti i peggiori clientelismi, tipo quelli a Tredicine e compagnia, peggio che nella prima repubblica...per cui se ti levi dagli occhi il prosciutto con cui te li sei foderati, ti accorgerai che la Raggi ha fatto sì, ma solo disastri.

Anonimo ha detto...

@dicembre 21, 2017 10:21 PM

tana per Tonelli

non rosico, ma vorrei che questo blog facesse il salto di qualità invece fa di tutto per rimanare a livello di scimmia urlatrice anche quando ci prende + cervello meno cuore (o dovrei dire fegato/bile/genitali)

Anonimo ha detto...


Dare addosso a RFS è demenziale: è solo un eccellente blog che da anni aiuta i romani ciechi a prendere coscienza della fogna in cui vivono (peraltro GRATIS!). Una città/fogna che potrebbe invece diventare una splendida reggia per tutti!

Ricordiamoci che a Roma comandano i preti, da millenni! I sindaci passano, i preti restano! La responsabilità dello scempio è tutta loro...prendetene coscienza. Il Vaticano è il più grande proprietario immobiliare della Capitale, chevelodicoaffà?

bat21 ha detto...

Ma vi rendete conto che questi grilli vorrebbero gestire Italexit (cosa già di per se assolutamente DEMENZIALE e di una stupidità populista totale) e non sanno manco gestire un abete? Che futuro pessimo abbiamo davanti

Anonimo ha detto...

Ma a te, che CAZZO TE FREGA? Vivi a Milano, magna tranquillo.

Anonimo ha detto...

ORMAI SPELACCHIO E' DIVENTATO UNA ATTRAZIONE. LA GANETE VA A FOTOGRAFARLO E SI E' AFFEZIONATA

Anonimo ha detto...

a gente stupida come i romani di avere un’amministrazione che ha ridotto la città ad un sobborgo terzomondista non importa nulla

L'educazione sempre la prima cosa eh...

Anonimo ha detto...

non posiamo prendercela tanto con la raggi e con i suo anici, loro vivono veramente in un mondo così, non pote4vano definirlo che "è sobrio e elegante"
un saluto a bat21

Anonimo ha detto...

vuoi dire che le pantegane possono solo squittire?
neppure se consediamo il tempo di imparare a fare altr?

Anonimo ha detto...

Neanche quel genio di Marino c'era riuscito.

Anonimo ha detto...

@Anonimo dicembre 22, 2017 9:22 AM

Su Tor di Valle con me sfonda non una porta aperta, ma un portone! Però che Marino fosse elogiato da tutta la stampa internazionale... suvvia!!!! Giusto per rinfrescarle la memoria: http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/07/23/news/il_degrado_di_roma_finisce_sul_new_york_times-119649084/

Detto questo ribadisco: la Raggi non ha fatto nulla. E il non fare nulla, d'altronde, è il loro programma di governo, quindi devo dire che, finora, lo ha rispettato in pieno

Anonimo ha detto...

anonimo dicembre 22, 2017 11:24 AM

"eccellente blog che da anni aiuta i romani ciechi a prendere coscienza della fogna in cui vivono (peraltro GRATIS!)." Già proprio gratis. Infatti:

1) l'addizionale comunale IRPEF più alta d'Italia (ripeto: PIU' ALTA D'ITALIA) si paga a Canicattì, mica a Roma; in compenso però a Romna gidiamo dei migliori servizi d'Italia: Sanità, Asili nido, trasporti, tutto funziona alla perfezione e tutto è gratis
2) la TASI più alta d'Italia (ripeto PIU' ALTA D'ITALIA) si paga a Molfetta, mica a Roma; in compenso Roma ha un servizio di raccolta rifiuti encomiabile, come è noto a tutto il mondo
3) la aliquote IMU più alte d'Italia ce le hanno a Carugate, mica a Roma... però a Roma abbiamo servizi da fare invidia alla Svizzera, tutto gratis, tutto pagato dalle vostre tasse!

Mi sa che lei ha subìto troppi lavaggi del cervello dalla Lega di Bossi, che adesso con Salvini non è più nemmeno secessionista, mi spiace per lei

Anonimo ha detto...

quanto fiato sprecato per un albero... parlano quelli che criticavano quando veniva attaccato Marino per la Panda e gli scontrini.... ma poi mi domando perché ci si ostini a voler trapiantare abeti in una città come Roma. Per forza muoiono. Un bell'albero finto, come in quasi tutte le case si fa, molto più ecologico, costerebbe meno, non dovremmo farlo trasportare dalle Alpi (inquinando peraltro tutta Italia) e si farebbe più bella figura. Gli abeti lasciamoli a latitudini più consone

Anonimo ha detto...


all'Anonimo delle 2.23, ascolta:
dicevo GRATIS riguardo al blog, lo so bene che le tasse in Italia e a Roma sono le più alte d'Europa! E che servizi in cambio abbiamo? Riflettiamoci sopra, va? Ciao, buone feste.

Anonimo ha detto...

C'E' O NON C'E' UNA CAZZO DI AIUOLA LI DAVANTI L'ALTARE DELLA PATRIA.
PERCHE' CAZZO NON NE PIANTANO UNO INVECE DI MASSACRARE OGNI ANNO UN POVERO ABETE

PIANTATO IN TERRA SAREBBE L'ABETE PIù BELLO

Anonimo ha detto...

Veramente la figura di merda cosmica l'hanno fatta anche i romani, questo perché i rappresentanti eletti dal popol(in)o non sono altro che un riflesso degli elettori...
Comunque se Roma è peggio di una fogna bamgladese è perché sono in generale i romani a fare schifo, altri motivi non c'è ne sono.

Anonimo ha detto...

Ma a memoria vi ricordate di un QUALSIASI altro albero di Natale con fronde e rametti "penzolanti" ? Neanche in un cartone horror alla Tim Burton si vedrebbe una cosa del genere.

Anonimo ha detto...

2.27. Hai ragione. Guarda cosa hanno fatto a Genzano, che ha il suo Spellacchio (in genzanese): palo bianco da albero della cuccagna, base in ferro (sperando che non si abbatta su qualche sventurato passante) file di lucine a simulare l'albero. Chi amministra Genzano ? I grullini, che strano.

Anonimo ha detto...


Che bello regà, me sembra de stà dentro na favola! Anzi, de un videogheims!
De quelli apocalittici: bangla assassini, auto ovunque, predoni nella metro, aria che puzza, arberi morti, pantegane e cinghiali, fumi tossici in periferia ... daje!

In fondo, la jungla urbana questo è, no? Notizia dell'ultim'ora è che se semo vennuti li porti italiani ai cinesi! Secondo me lo sfascio generalizzato è un evento programmato per poi svendere tutto il paese alle multinazionali estere. Roma compresa ovviamente (no la squadra che se la so già comprata, la città!).

Secondo voi è così oppure no? Occhio che il MERCATO IMMOBILIARE crollerà ancora...ciao e buone feste pagane a tutti.

Anonimo ha detto...

Quello che credo io è che qualunque albero avessero messo sarebbe stato criticato in qualche modo dal cartello della stampa (e della sottostampa): mettiamo che quel coso psichedelico che hanno a Milano lo avessero messo qua.. non oso nemmeno immaginare come si sarebbero scatenati.

In ogni caso da cittadino di Roma poco mi importa delle storie sull'albero, io non li ascolto nemmeno, ma guardo piuttosto che stanno facendo cose importanti sul territorio, che prima non aveva mai fatto nessuno, che non buttano via soldi né se li inguattano.

I lati positivi di questo "mobbing" dei giornali sono fondamentalmente due:
1. hanno attratto migliaia di turisti che vengono apposta a Roma per vedere quest'albero famoso;
2. come sempre avere i riflettori puntati addosso ci garantisce che anche i peggiori aguzzini, non trovando altro per attaccare, siano costretti ad ammettere implicitamente che nessuno dei 5stelle ruba nemmeno una merendina

Anonimo ha detto...

Io penso che stiano facendo molto bene: per esempio le strade sono quasi tutte illuminate, ci sono biblioteche gratis per l'educazione dei cittadini, la salute media è ottima non ci sono epidemie di peste per esempio come accaduto in passato, la vegetazione ha ricominciato a essere verde dopo l'aridità estiva.
Non capisco perchè parlate solo delle cose negative e non dite tutte queste cose positive che stanno succedendo, faziosi del piffero.

Anonimo ha detto...

12,08 Migliaia di turisti che vengono apposta a roma (minuscolo) a vedere quest'albero famoso ? Se non hai fumato hai bisogno di uno bravo ... O hai visto migliaia di grullini in pellegrinaggio da Parma per portarsi a casa un po' di monnezza romana da termovalorizzare ?

Anonimo ha detto...

12.41. Hai ragione. L'ATAC ha sostituito birocci e carrozze con meravigliosi mezzi che si muovono da soli (se escono dalle rimesse e se l'autista non sta in malattia). L'AMA ogni tanto raccoglie la monnezza che si accumula per le strade prima che qualche camminante/strisciante gli dia fuoco. I vigili sono tutti dal medico di famiglia per curarsi bene in attesa di Capodanno e a spelacchio, secondo la recente vita sul fine vita hanno staccato l'alimentazione elettrica. roma. italia

Anonimo ha detto...

Sindaca porella
santa e virginella
Un vita a calunnià
mò je tocca d'abbozzà.
Incapaci e presuntuosi
e sò puro permalosi
'sti pentafessi odiosi.
Millantano onestà
ma è solo incapacità:
manco n'albero sanno addobbà.
Alla fine peggio d'ogni realtà
Roma mia disperata
lurida e abbandonata
grida vendetta
a questa falsa setta.
A fine d'anno dateme retta
buttamoli via in tutta fretta.

poiuyt ha detto...

Rendiamoci conto che questi incapaci stanno riuscendo nell'impresa di far rimpiangere Marino!

claudio ha detto...

ma dico tranquillamente che dell'albero non è fregato un cazzo a nessuno ......adesso tutti sull'albero per seguire un gossip che nemmeno loro sanno perchè è nato....
La stampa estera? segue il gossip montato ad arte dai giornalai italiani e quindi ripubblica le notizie....
Per quanto riguarda i ritardi ,la giunta capitolina era impegnata in molte altre problematiche croniche di roma che seguire un albero e altre cose.....anche per piazza navona altri gossip e notizie in prima pagina su ritardi e dicerie popolane dei vari bancarellari ,le varie faide .....tutti articoletti ben confezionati che si accaniscono su disguidi e ritardi che per una città commissariata e piena di debiti ritengo sia normale.....per non parlare di atac la quale fallita con libri in tribunale ancora che parlate...ringraziate il cielo se ancora hanno i soldi per il gasolio dei mezzi ....
Mi domando come in anni di sprechi la stampa sia italiana che estera non abbia detto nulla....certo è ridicolo urlare sempre al complotto ma viene comunque fuori una mentalità politica che segue un suo progetto...ovvero il m5s ha i fari puntati su roma e quindi qualsiasi cosa succeda la sputtaniamo ....porelli i piddioti state al 20% e perderete sicuramente le elezioni

Anonimo ha detto...

Dedicata a Claudio
personalmente non discuto mai con gli stupidi, portano gli argomenti al loro livello e ti battono con l'esperienza.
(citazone di orson welles
)

Anonimo ha detto...

A me i pentagrillati fanno schifo e ribrezzo però la pentaraggi aveva ragione a dire che è sobrio ed elegante. Se fosse vivo naturalmente.

Luigi Albertini ha detto...

Grazie ai vostri articoli tanti visitatori in più a piazza Venezia ed un albero adottato dai cittadini del mondo. Più si denigra, più si ottiene un effetto contrario. Continuate pure.

Anonimo ha detto...

Intendeva che il blog è gratis, fesso.

Massimo ha detto...

Marino io lo rimpiango dal giorno esatto della sua defenestrazione.

ShareThis