Ennesimo articolo di confronto Roma-Parigi. Questa volta con 15 minuti di filmato

9 novembre 2017
L'arredo urbano, la gestione della sosta, il commercio su area pubblica, i parcheggi interrati, il verde, la segnaletica, gli spazi comuni. Abbiamo fatto una serie di filmati e di video-riflessioni su Parigi e da Parigi e li abbiamo messi uno in fila all'altro. Ne è uscito fuori il solito noiosissimo filmato, ma come di consueto piuttosto utile per chi si appassiona di queste cose, di chi ha voglia ancora di sperare, di chi ha intenzione di aprire gli occhi e di non vivere succube nella città peggio amministrata d'occidente.
Soprattutto utilissimo per chi ha voglia di convincersi della verità: i problemi si possono risolvere, non è difficile risolverli, c'erano dappertutto e dappertutto sono stati affrontati e risolti. Poi potete ancora farvi raccontare che "a Roma nun ze po..."

50 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Vabbè il tizio oltre che girare in bici a Roma e fare filmati va in vacanza e che cosa pensa invece di godersela? A fare i filmati. Pensavo fosse un poveraccio che mi faceva pena, adesso non mi fa più pena. Non sta bene . Adieu

Anonimo ha detto...

Non vedo come interessarsi dei costumi civili e sociali di un altro paese possa impedirti di goderti la vacanza. Viaggiare non è soltanto svaccarsi in hotel, mangiare da mattina a sera e farsi selfie di fronte ai monumenti. Viaggiare significa anche e soprattutto imparare dagli altri.

Anonimo ha detto...

Ho vissuto in entrambe le città e sottoscrivo minuto per minuto questo video

Anonimo ha detto...

Far pagare il biglietto per chi usa i bus
multare chi parcheggia la macchina in seconda fila
far lavorare i dipendenti comunali
cacciare parcheggiatori abusivi
etc,etc,etc
INSOMMA PRATICARE LA NORMALITA'.....

Anonimo ha detto...

Massi bello, come va? Ogni volta che ci vediamo ti ripeto che dovresti emigrare e invece no, tu continui a gonfiarti il fegato qua. Comunque, l'hai letto il battagliapersa? Crede che io sia un impiegato comunale. Ahahah. Diglielo tu chi sono io, anzi, lo faccio io. Sono il titolare di 4 negozi di abbigliamento di pregio a Roma. Vengo da Milano e non sono d'accordo sulle teorie del Massibello per il 95%. Ho ambulanti davanti i miei negozi e gli offro la possibilita' di usare il mio bagno se necessario (perche' chi lavora in strada sta male). Gli faccio fare il caffe' dalle mie commesse e pensa, pago le tasse fino all'ultimo centesimo. Pero' un figlio di papa' con una foto di cui non capisce neanche il valore si erge a paladino della giustizia. Sai come dicono dalle mie parti? Va' a laura'...barbun....
Ciao Massibello, alla prossima cena.

Anonimo ha detto...

Cos'è la trama del prossimo film di fantascienza di Ridley Scott?

Anonimo ha detto...

Mi dispiace ma, parafrasando l'autore, " a Roma nun ze po'". A Parigi non c'è un boss malavitoso che impunemente spacca la faccia a un giornalista della RAI, ben sapendo che la cosa avrebbe avuto l'eco mediatico che, infatti, sta avendo, e coinonostante freghandosene altamente, a dimostrazione della consapevolezza che non avrebbe avuto conseguenze, come è stato. Dunque: MADDECHESTAMOAPARLA'??????????????????????

Anonimo ha detto...

VENERDI' 10 NON È solo SCIOPERO DEI TRASPORTI

Il 10 novembre sarà sciopero generale nazionale di tutte le categorie pubbliche e private. Quindi non si fermeranno solo i trasporti urbani, gli aerei, le navi  e i treni, come sembrerebbe a leggere le notizie di stampa, ma anche gli uffici pubblici, le fabbriche, le scuole, i servizi.

La Legge di stabilità per il 2018 esprime meglio di ogni altra cosa il perché dello sciopero generale: spending review, cioè nuovi tagli per i servizi sociali, soldi e sgravi alle imprese, nulla a favore del reddito e dell'occupazione stabile.

In oltre 40 città italiane venerdì 10 si terranno mobilitazioni, cortei, presidi in occasione dello sciopero generale.

A Roma corteo dal Ministero dell'Economia in via XX Settembre fino al Ministero dello Sviluppo Economico in via Veneto, più informazioni sul sito www.usb.it

Anonimo ha detto...

Bravi, bravi! Continuate a cancellare i commenti sulla mafia a Ostia e Roma e a sognare impossibili confronti con Parigi

fracatz ha detto...

ma allora perché non lanciate l'idea di un referendum per essere annessi dalla francia? NOI del partito degli under 70.000 nell'impossibilità di realizzare il nostro programma preferiamo essere annessi dalla germania e governati dalle sue leggi.
Siamo impossibilitati a realizzare il nostro programma perché siamo ben consapevoli che l'artefice dei nostri destini resta sempre il nostro amato, generoso, immaginifico bobbolo che ancora una volta in trinacria ha rifiutato l'opportunità gratuita e legale de mannalli tutti affanculo

Anonimo ha detto...

l'intelligenza non alberga a roma

Anonimo ha detto...

"Looks like lebanon"

Commento di un lettore del Daily Mail- giornale piu' letto al Mondo - riguardo video su cragnata di Mr Spada.

Complimenti, mostriamo sempre il meglio di noi.....

http://www.dailymail.co.uk/news/article-5066369/Rome-mobster-HEADBUTTS-journalist.html

Anonimo ha detto...

Roma ha più in comune con le capitali del terzo mondo che quelle europei.
Dopo 16 mesi di attesa anche questa amministrazione delude.
Graffitti: zero migliormento, anzi peggio!
Sporcizia ovunque: uguale
Trasporti pubblici: peggio
Marciapiedi: tutti da rifare
Cestoni nelle strade: zero miglioramento
Giardini: abbandonati come sempre
Manutenzione segnaletica: zero miglioramento.
Bancarelle, ambulanti per strade e nomadi padroni dei mezzi pubblici: ZERO miglioramento
Mi fermo, ma potrei continare fino a domani!!

Anonimo ha detto...

@7:24 PM

Bravo, condivido totalmente. Altro che rivoluzione

Anonimo ha detto...

Grazie per il video. Vivo nei dintorni di Parigi e posso confermare che molte cose sono giuste. Sono cresciuto a Roma e ho spesso sperato di vedere un miglioramento che giustificasse un mio ritorno. Qualche sprazzo di dignità e speranza c'è stato in passato, ma è sparito ben presto.

Alcune piccole precisazioni riguardo a Parigi: è vero che anche i parigini non sono degli stinchi di santi. Ma il comportamento è in genere più civile rispetto a quello a cui siamo abituati a Roma. Forse aiuta il fatto che ci siano un più controlli, ma non è l'unico fattore.

In altri paesi il comportamento civile è molto più marcato. Posso assicurare (anche per essere io stesso parzialmente di quella origine) che in Germania nessuno oserebbe mettersi parcheggiarsi laddove è vietato. sarebbe molto mal visto da tutti i passanti: e alcuni lo farebbero subito notare. (Questo comportamento sta cambiando un poco ahimè, ma è ancora molto forte).

Invece, per quanto riguarda le moto in Francia, ma soprattutto a Parigi, sono una piaga. Vanno dappertutto, sui marciapiedi, corrono a più non posso in mezzo al traffico e si arrabbiano pure se uno non si sposta per lasciarli passare.

Grazie comunque per quanto fate.

Anonimo ha detto...

La differenza sostanziale è che a Parigi ovunque cammini c'è il rischio che ti facciano saltare in aria, a Roma per fortuna almeno questo no

C_Riccardo ha detto...

Vivo a Parigi da sette anni e confermo che la situazione dell'arredo urbano è esattamente come descritta nel video. Le fermate degli autobus sono molto belle e funzionali, ma sono tutte nuove di zecca cambiate negli ultimi due anni. Forse alcuni di voi avranno anche notato che in molte strade non ci si può proprio parcheggiare. Ebbene si è cosi..a volte non me lo spiego neppure io come siano riusciti ad arrivare a tanto. I parchi e i giardini di Parigi però sono infestati da ratti. C'è una vera e propria emergenza al momento. Cmq è tutta questione di volontà politica. Parigi non era così. Le cose sono cambiate negli ultimi 15/20 anni. Il cambiamento è possibilissimo anche a Roma, ma ciò non può avvenire rapidamente. Ci vogliono almeno 10 anni per avvicinarsi ai livelli di Parigi. Cmq torno a Roma ogni tanto e devo dire che alcune cose vengono fatte anche a Roma. Bisogna uscir fuori dalla retorica che tutto va sempre peggio, non è vero, io perlomeno, che vivo all'estero da 17 anni, ne ho visti di miglioramenti anche a Roma nelle mie visite fatte a lunga distanza l'una dall'altra. Certo è una città lenta con uno dei peggiori conflitti politici, dove tutti, per principio, hanno sempre ragione..poi mettiamoci pure una vasta gamma di criminali di ogni genere. Spero però che con le ultime ondate di arresti la città possa giovarne negli anni a venire. Romani non perdete le speranze. Per cambiare la città ci vuole anche lo spirito giusto. La depressione forzata e la lamentela continua non vi porterà da nessuna parte. Ci vuole più cervello e meno pancia.

Anonimo ha detto...

Sostanzialmente ci sono due tipi di persone, quelle che di ritorno da Parigi si lamentano perchè non c'è il bidet, la cucina fa schifo e i parigini hanno la puzza sotto il naso; poi ci sono quelli che se ne innamorano e quando atterrano a fiumicino gli prende la depressione.

Andrea Liguori ha detto...

Purtroppo lo sappiamo che Roma è il terzo mondo, ma oramai sono convinto che a tutti vada bene così. Poi non ci lamentiamo se a Roma abreve si farà la fame perchè le aziende se ne vanno.
E' importante anche notare come a parigi con mi pare 14 linee di metropolitana ne costruiscano di nuove, mentre a Roma, con 2 cessi e mezzo, si costruiranno ben 2 fermate in soli 10 anni.
Continuando così anche il terzo mondo ci supererà e noi diventeremo il quarto.

Anonimo ha detto...

Purtroppo lo sappiamo che Roma è il terzo mondo, ma oramai sono convinto che a tutti vada bene così.

non è così, è peggio : a nessuno va bene così, tutti sono scontenti, ma nessuno fa niente

Anonimo ha detto...

Il cambiamento è possibilissimo anche a Roma, ma ciò non può avvenire rapidamente. Ci vogliono almeno 10 anni per avvicinarsi ai livelli di Parigi.

si, però ci vogliono 10 mesi per dare almeno una scossa, un segnale di cambiamento. e purtroppo va detto che finora questo tempo lo abbiamo perso

Anonimo ha detto...

PRATICARE LA NORMALITA'.....

esatto ! la grande rivoluzione che renderebbe migliore la vita quotidiana di tutti, pure quella dei tizi che si ritengono furbi e invece sono solo scemi perchè coi loro comportamenti egoistici rendono un cesso la città in cui vivono e subiscono lo stesso trattamento da altri

Anonimo ha detto...

Si infatti si può cominciare anche dalle piccole cose, tipo l'arredo urbano, come il post racconta, ma sembra che a Roma l'unica cosa che funziona è l'U.C.A.S., per chi non lo conosce, l'Ufficio Complicazioni Affari Semplici

Anonimo ha detto...

Massibello, e' confermata la cena di stasera?

Anonimo ha detto...

Vergogna! Roma è la città più bella del mondo, soprattutto Ostia!!! E tu Tonelli smetti di arraffarti cene e bevute gratis col gambero rosso parlando male di questo paradiso in terra in cui viviamo!

Anonimo ha detto...

scusa @anonimo 7:24PM, ma è ancora peggio di quanto da te descritto!

Sporcizia ovunque: molto ma molto peggio
(aggiungo) Spazzatura: molto peggio
Giardini: almeno prima un minimo di manutenzione c'era. con questa amministrazione sono abbandonati da un anno ormai.

Riguardo alle varie "piante", aggiungo anche che in parecchie strade i cespugli presenti tra le due direzioni di marcia hanno completamente invaso le corsie, levando visibilità e rendendo le strade ancora più pericolose!

Anonimo ha detto...

l'intelligenza non alberga a roma

INVECE IN QUALE CITTA' ABITANO TUTTE LE PERSONE GENIALI ?

Anonimo ha detto...

l'arredo urbano sarebbe una gran cosa : rivoluzionerebbe l'immagine della città, andrebbe uniformato e studiato, come se fosse un logo. Ed in effetti Roma è di per se un logo : solo che ora è respingente anzichè attraente. la comunicazione funziona così. Ma per fortuna sono situazioni ribaltabili, come insegna la storia recente di New York o Londra

Anonimo ha detto...


il paragone con Parigi umilia Roma, e pensare che Parigi sta vivendo anni di declino. Quello che sconvolge è il paragone con Londra che fino a 20 anni fa era ritenuta brutta da chiunque ma adesso è diventata uno spettacolo. A darsi la zappa sui piedi ci hanno pensato gli inglesi con la sciagurata scelta di Brexit, per Roma c'è ancora speranza... se con Ostia abbiamo toccato il fondo in termini d'immagine adesso si può cominaciare a risalire la china

Anonimo ha detto...


roma dovrebbe limitarsi ad imitare : non c'è da inventarsi niente, basta copiare le ricette già sperimentate con successo altrove

Anonimo ha detto...

Sarà tutto pulito e lindo e funzionale, ma poi ti parlano e non si capisce una sega. No, grazie, preferisco Roma dove almeno parlano un idioma comprensibile.

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo novembre 10, 2017 5:31 PM:guarda, stai facendo un paragone ridicolo. A Parigi è ovvio che si parli essenzialmente il francese. Invece a Roma manco si sa parlare italiano, a momenti. Guarda però l'efficienza dei servizi pubblici e la qualità della vita parigina, avanti anni luce rispetto a Roma. Queste sono le cose da guardare, in un paragone obiettivo.

Anonimo ha detto...

Ad anonimo novembre 10, 2017 5:31 PM: idioma a parte, pure io potrei, forse, preferire Roma a Parigi...se però Roma funzionasse come Parigi.

Anonimo ha detto...

Il video è, comunque, un po' troppo breve e parziale. Io avrei spaziato anche su altri aspetti della capitale francese. Per esempio, avrei parlato della qualità e dell'efficienza dei servizi per i cittadino, a cominciare dai trasporti pubblici: valeva la pena di far vedere, ad esempio, la metropolitana come è estesa e come funziona, oppure le moderne ed efficienti linee tramviarie parigine. E avrei anche accennato al fatto che i controllori salgono sui mezzi pubblici anche la sera ed anche in zone non troppo tranquille (del resto parliamo di "armadi" alti e robusti, non di ragazzotte anoressiche come quelle "ataccare"), e se trovano un evasore che fa lo stronzo, lo portano via a forza, se occorre; altro che farsi mettere le mani addosso, come qui da noi. A riprova che il cittadino onesto e corretto è tutelato, e non è considerato un "pollo" o un "frescone", come qui a Roma.
Mio nonno emigrò a Parigi tanto tempo fa, e non solo trovò lavoro quasi subito, ma mi raccontò che lì, tra le tante cose se una cosa ti spetta di diritto, te la danno in tempi brevi, non che devi fare domanda ed aspettare tempi biblici. Ecco, sono tutte queste cose che uno deve guardare, nel fare un paragone il più possibile realistico ed imparziale tra posti diversi.

Anonimo ha detto...

Stamattina ho visto il video molto carino complimenti a chi lo ha girato.. Parigi è bellissima e sopratutto pulita, strade larghe ma secondo me non si possono fare paragoni in quanto Roma sta con le pezze al culm e sopratutto l'amministrazione se ne frega l'importante sono le poltrone e non i cittadini.. Il sudiciume mentale ha annacquato I cervelli e quindi noi romani viviamo in un contesto schifoso e non possiamo farci nulla..

Anonimo ha detto...

Beh sì, concordo con quello che dici, ma diciamo pure che a molti romani fa comodo che le cose restino così, perchè ci sguazzano in questo fango. Inoltre, io non vedo, qui a Roma, associazioni che lottano per migliorare la città: sì, ci sono, ma non fanno un cazzo. La gente, qui a Roma, in questi ultimi anni è diventata anche amorfa; una volta non era così.

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo novembre 10, 2017 9:19 PM: sì concordo, il tuo commento è sintetico ma sensato. A differenza di certi altri commenti che trovo qui e che non capisco, come chi critica chi ha fatto il filmato o chi dice di preferire Roma a Parigi perchè là, quando parlano, non capisci ciò che dicono (forse perchè parlano francese e lui non conosce la lingua...). Allora, se pure in questo sito, che si propone di cercare in qualche modo di migliorare Roma, c'è gente che scrive commenti così assurdi e fuori luogo, e che probabilmente rispecchiano la mentalità media del romano, come possono cambiare le cose in meglio?

Anonimo ha detto...

Da Wikipedia: "...Parigi è considerata come il centro del mondo francofono e ha mantenuto una posizione internazionale di grande rilievo, sia come influente metropoli mondiale, sia come centro culturale, politico ed economico di indiscusso prestigio. Ospita, tra gli altri, il quartier generale dell'OECD e dell'UNESCO. Secondo stime effettuate dalla CNN, nel 2009[5] Parigi era sede di 27 delle aziende Fortune global 500 (seconda città al mondo) davanti a Pechino, New York e Londra. La presenza in città di una delle più importanti borse internazionali e le sue numerose attività economiche, politiche e turistiche, fanno di Parigi uno dei principali hub del mondo".

Roberto ha detto...

Dalla mia ultima visita a Parigi risalente al 2009, ricordo le ruote gommate delle metropolitane, forse un particolare al quale ho fatto caso solo io ma che comunque mi consentivano di fare a meno dei tappi di cera alle orecchie che sono invece costretto a utilizzare nelle metro di Roma assordanti e sibilanti compresa la metro C. Un segno che a Parigi anche il confort acustico o inquinamento acustico è preso in considerazione.

Roma fa schifissimo ha detto...

Perché i Francesi ai Romani incivili e coatti ie' piscia n' culo, siete la feccia!!!
Da sterminare, e liberare una volta per tutte la città!!

Theresa williams ha detto...

Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di collaborazione con Anderson, lui si è rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto delle promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei mi ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo. inviò il cinguettino e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, lancia l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto è che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che io torni a lui, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente felicemente. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona, facendo riferimento a lui o lei all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi Lost Love
3) Divorzio Incantesimi
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo legante.
6) Incantesimi di rottura
7) Sfilare un Amore passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lotteria incantesimo
9) vogliono soddisfare il tuo amante
Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
tramite drogunduspellcaster@gmail.com

Anonimo ha detto...

Siamo già stati annessi alla Francia. Torno a ricordare che ai tempi di hollande ci siamo equamente spartiti, grazie a renzi, immigrati (tutti qua) e petrolio (tutto là).

Anonimo ha detto...

Paragonate una città del terzo mondo ad una del nord europa. Due settimane fa ho sbagliato strada 4 volte, incroci senza segnaletica, dove c'è non si capisce com'è messa, segnaletica orizzontale assente in piazze, rotatorie varie. Viabilità ad cazzum, motorini di dementi che sorpassano continuamente a destra rischiando di volare via ogni secondo ed è pure colpa loro.
Sono arrivato a casa ed ho deciso di lasciare il mio posto di lavoro in quella città del cazzo. Era un posto da ingegnere ovviamente sottopagato perchè qui regna la mafia sovrana in ogni tipo di attività e il barbonismo.
Mi fa schifo ma cosi schifo che se la cancellassero domani sarei contento. Un cesso mondiale una vergogna tutta europea ed umana.

Anonimo ha detto...

E perché questo?
Perché la clientela vince la competenza.
Basti pensare agli assessori, scelti perché compiacenti con messer cerroni, o a chi è che tiene gli ignominiosi corsi all'interno delle pubbliche amministrazioni, improvvisati accreditati da imprenditori emeriti carneade dei settori di applicazione, quando non inquisiti - vedi caso delle ditte attive alla regione Lazio, riciclate nei ministeri - e così ogni ruolo diventa il premio per il figlio cretino di qualche tangentato.
Il cartellaro di Roma sarà il nipote deficiente di qualche amico di caltagirone.

Anonimo ha detto...

In Italia un tramonto dai Santi Quattro Coronati ti ripaga da tutti i disservizi, e ti ricarica per affrontare tutti i susseguenti.
Questa travolgente carica di bellezza che sradica via ogni inconveniente urbano, non vale né metrovie né metropolitane.
E la prova è che i romani rimangono tutti a Roma.

Anonimo ha detto...

h 9.09 ai tempi in cui tuo nonno emigrò, anche l'Italia era così: rispettava i suoi cittadini e si faceva rispettare.
Oggi c'è la sostituzione etnica e la tangente assurta a sistema.
Certo nessuno può pretendere una fetta di torta della zia, se la zia invece di cucinarla per i nipoti la cucina per tutto il vicinato.
Nessuno ha più diritti dove chiunque accampa diritti, dove le case popolari e il lavoro va agli stranieri e dove i posti qualificati sono scambi di favori.
Te lo ha illustrato egregiamente il processo mafia capitale: l'economia della città in pugno da 40 anni a liceali ed ergastolani.

Anonimo ha detto...

Ma che cazzo di risposta è?

Anonimo ha detto...

E tu che accendi lo smartphone e anziche' goderti tutto quello che offre uno smartphone ti guardi il suo filmato (e lo commenti pure)? Pensi di star meglio?

Anonimo ha detto...

La cosa piu triste e' che non ci vengono neppure a illuderci che qualcosa entro la fine del mandato cambiera'. Ci dicono che gia' e' cambiato tutto!

Anonimo ha detto...

Lavori?

ShareThis