Scoperte della scienza: i romani parcheggiano fuori posto perché sono malati di mente

13 settembre 2018
Lo abbiamo fatto di nuovo. Siamo convintissi della giustezza - seppur nella forzatura e nel paradosso, beninteso - di questo metodo per cui ci siamo tornati. Chiamiamolo il "Test di Tram Depot". Consiste in una controprova lampante che smentisce una convinzione cittadina: a Roma la gente parcheggia male perché ne ha necessità impellente e quasi non può fare altrimenti. 
Niente di più falso e meschino. Non è così. A Roma la gente parcheggia in maniera criminalesca per un semplice motivo: perché la gente è malata di mente. Punto. E il Test di Tram Depot lo conferma in pieno.


Hai una enorme disponibilità di parcheggi liberi, è tardi, i posti blu non costano nulla, sono lì, a vista. Tu hai avuto una dura giornata di lavoro dopo il complicato rientro dalle ferie. Ti concedi un aperitivo non spendendo 4 euro al barraccio all'angolo sotto l'ufficio ma in uno dei locali più belli della città, immerso nella natura e ben arredato. Per questo sei disposto a spendere di più. Per goderti il panorama, le piante, il verde, il fresco, il buon gusto che è così raro a Roma. E cosa fai: parcheggi la macchina in divieto a trenta centimetri dal tuo tavolino. Così che con il tuo drink annusi anche il fetore della tua marmitta. E' evidente come in questo atteggiamento ci siano degli scompensi psichiatrici evidenti. L'uomo è naturalmente portato a migliorare e a salvaguardare la qualità dei posti dove vive. Solo pochissime etnie godono nel peggiorare - peraltro contro il proprio interesse - il luogo stesso dove vivono. Una nevrosi che purtroppo, quanto meno da alcuni decenni, riguarda i romani. Il popolo che ha insegnato al mondo come si sta al mondo oggi è ridotto a comportarsi peggio di come ci si comporta nei campi nomadi, come ancor meno rispetto per la dignità dell'essere umano. Con ancor meno rispetto verso se stessi in definitiva. 


Non c'è "bisogno" di comportarsi male perché il contesto ti obbliga a farlo, niente di tutto questo: c'è una nevrosi mentale evidente che porta le persone a realizzarsi personalmente in funzione di quanto violano le norme. Anche, ribadiamolo, contro il proprio stesso interesse. Follia. Aiuto. 

52 commenti | dì la tua:

Un Romano andato via ha detto...

Me ne sono andato da questa follia chiamata Roma abitata da due milioni di folli, autolesionisti e cafoni. Sono contentissimo di averlo fatto.

Anonimo ha detto...


Se capita fate un salto anche al bar gianicolo di fronte a porta san pancrazio, lì per evitare lo scempio del parking abusivo sotto il museo del risorgimento, istituirono una piccola isola pedonale con dei vasi enormi. Da allora, tutti si infilano a qualsiasi ora tra un vaso e l'altro circondando completamente i pochi tavoli all'aperto. Anche in questo caso ci sono decine di posti regolari sempre liberi al di là della porta che non usa mai nessuno.

Anonimo ha detto...

Il video è prova certa che qualcosa non va nell'uso che parecchie persone fanno dell'automobile.
Sulle cause però mi pare che, contravvenendo al rasoio di Occam, queste persone vengano dipinte come dotate di un animo luciferino, anche se poi involontariamente comico come gli autogol di Niccolai o di Ferri, che presuppone un qualche "coraggio" e qualche "intelligenza" che secondo me non hanno.
La mia impressione - magari sbaglio - è non sia tanto la voglia di violare le regole, quanto quella di "godere" del minimo sforzo. Cioè
1) mi affatico di meno perché cammino di meno/perdo meno tempo perché esco dall'auto e via al tavolino 2) per questo fatto mi sento fico, come "l'uomo che non deve chiedere mai"
Invece chi parcheggia bene, pur non dovendo pagare, ma più distante, è un cretino, un poveraccio.
Ma ripeto, la sfida alle regole secondo me è marginale.
Oh, lo so, sto facendo sociologia da due centesimi e per di più in una pausa lavorativa. Però sono stato provocato :-D (sulla provocazione si gioca, ovviamente)
Cordialità

Anonimo ha detto...

La strada adiacente ha le strisce blu o sbaglio?

In caso affermativo, è chiaro che si preferisce parcheggiare in malomodo davanti al chiosco pur di non pagare il parcheggio.

Anonimo ha detto...

Roma é lo specchio del delirio collettivo italiano di questo particolare momento storico, ossia l'era Salvini; d'altronde il partito che gli ha consegnato la nazione, ovvero il M5S (seguendo il piano prestabilito dai poteri forti), ha cominciato la sua ascesa proprio dal periodo quando la Raggi, Di Battista e company facevano le varie adunate e sceneggiate (insieme a tutte le altre porcate come la Panda rossa) sotto il Campidoglio per far dimettere Marino, alla fine riuscendovi ed insediandosi al suo posto. Oggi, pur trovandosi una città disastrata e parecchio peggiore di quella di tre anni fa, i romani, dopo aver vomitato ogni sorta di ingiuria possibile contro l'ex sindaco, stanno muti ed anzi sembrano perfino contenti dello scasso generale socio-economico attuale, perché tanto a loro interessava solo cacciare via Marino, ed anzi sono in ecstasy perché adesso se li trovano pure al governo nazionale. Poi chi se ne importa se la domenica non si può più andare a fare le spesa, se si ritorna a fare il servizio militare, se si riaprono i bordelli, se insomma si torna socialmente indietro di 30, 40, 50 anni nel paese già più arretrato e più culturalmente ignorante dell'intero occidente; basta che el Ruspa gli caccia via i negroni, del resto non gliene frega un cazzo. Che brutto popolo gli italiani, che brutto paese l'Italia, che infame città Roma.

Anonimo ha detto...


Usanza non solo romanara, ma - purtroppo - diffusa in maniera quasi equanime in tutta la Penisola.

Stesso virus, che però miracolosamente scompare quando, ad esempio in Svizzera, l'italico medio si rende conto di essere in minoranza, se non da solo, nella sua cafonaggine e quindi si adegua agli usi e costumi locali.

Influenza della maggioranza, classico caso della psicologia moderna.

Anonimo ha detto...

La mia personale osservazione mi porta a pensare che ci sia un'altra spiegazione possibile: in realtà i nostri concittadini sono abilissimi nel calcolo probabilistico. Abito nel quartiere delle Vittorie vicino ad un grande ufficio di una importantissima azienda statale. La mattina quando esco di casa ci sono centinaia di posti blu liberi, eppure i primi impiegati che arrivano, intorno alle 8, iniziano ad occupare freneticamente, strisce pedonali, scivoli per handicappati, il centro degli slarghi, il centro delle carreggiate dove la strada è sufficientemente larga, le intersezioni delle strade.
Ora questo deriva da un raffinato calcolo probabilistico: se parcheggio sulle strisce blu e non pago la sosta la sanzione è pari a 41€ moltiplicata per la percentuale di probabilità che passino i verificatori: ipotizziamo 41€ x 20% medio annuo = 8,2€. (fonte Messaggero Lunedì 23 Luglio 2018: 2000 verbali al giorno corrispondenti a oltre 700.000 l'anno).

Se invece parcheggio direttamente sulle strisce pedonali la sanzione parte da 84€ (art 158 codice della strada) che va moltiplicata per la probabilità che una pattuglia di Roma Capitale passi ad elevare le multe: ipotizziamo nella peggiore delle ipotesi 84€ x 2% medio annuo = 1,68€. (fonte: dichiarazioni Stefano aprile 2018: 18.000 sanzioni nel periodo gennaio-marzo 2018 a seguito di un aumento dei controlli pari quindi, forse, a 70.000 l'anno).

Altro esempio: basta andare ad un concerto al bellissimo auditorium di Renzo Piano. l'auditorium è dotato sia di un parcheggio ATAC su via de Coubertin, sia di un parcheggio sotterraneo sotto l'auditorium. Ebbene sono entrambi sempre, ripeto sempre, desolatamente vuoti, mentre le auto sono normalmente accatastate sia nello slargo fra via de Coubertin e via Nedo Nadi, sia nella rotonda fra via de Coubertin e via Giulio Gaudini, sia sulla stesa via de Coubertin impedendo pure il passaggio degli Autobus.
Anche qui: parcheggio ATAC 1,5€ ora per probabilità di pagare pari al 100% (c'è la sbarra); parcheggio in mezzo la strada: 84€ per probabilità prossima allo zero di prendere la multa.

Come vedete si tratta di mero calcolo probabilistico.....

Alessandro Soderini ha detto...

@settembre 13, 2018 4:52 PM

non sono per nulla d'accordo. Ho vissuto per più di un decennio a Milano, Italia, e posso testimoniare che la differenza tra i due standard di comportamento medio urbano è abissale. Stiamo parlando sempre di una metropoli, che se vista nell'ottica del suo territorio metropolitano o "hinterland" supera gli 8 milioni di abitanti, cioè più di tre volte gli abitanti dell'intero Comune di Roma, eppure vista da "lassù" la Capitale assomiglia molto più a una metropoli dell'India per quanto si respiri un senso di anarchia, maleducazione, impunità diffusa. E l'impatto, tornando dal ben più civile nord dopo dieci e più anni, è ancor più devastante. Certo, poi c'è la Svizzera, ma come diceva De Crescenzo "si è sempre meridionali di qualcuno"

Alessandro Soderini ha detto...

@settembre 13, 2018 4:49 PM

credo che la realtà delle cose sia molto più semplice della Sua analisi sociopolitica. A Roma la maleducazione l'ha sempre fatta da padrona. Il romano sulla strada altro non fa che esprimere con il suo comportamento quella che è l'indole tipica del romano medio, e cioè di un generale menefreghismo degli altri e delle regole del civil convivere. E' sempre stato così e continuerà ad essere così, prima durante e dopo l'"era Salvini"

Anonimo ha detto...

Due considerazioni:
1) è incredibile! qui sopra ci sono una decina di commenti, tutti civili, intelligenti, razionali, ben scritti! Forse i troll che infestano questo blog stanno ancora al mare (speriamo...)
2) sul tema: si può ipotizzare che almeno parte di quelle auto, riprese nel video, non siano dei clienti del bar. Ci sono in larga maggioranza utilitarie (Panda e Punto), anche di vecchio modello. Non mi pare sia gente da aperitivo. Forse solo pendolari che parcheggiano lì tutto il giorno, per evitare le tariffe delle strisce blu. Ciò non esclude, ovviamente, che anche alcuni clienti arrivino sotto al tavolino con la macchina.

Anonimo ha detto...

Il malato mentale sei tu che giri con la bici insultando, parlando di criminali e sottosviluppati mentali a gente che semplicemente ha messo la macchina in divieto di sosta.
Detto questo, per le poche persone civili che seguono questo blog di frustrati, faccio una considerazione.
Secondo me non c'è nessuna malattia mentale o gusto nel violare le regole, non avrebbe senso.
Ho capito bene qual è il locale in questione. Secondo me la gente parcheggia lì semplicemente perché vede che c'è dello spazio, nessuno gli dice niente, tanto vale mettere l'auto esattamente lì davanti a dove devo andare piuttosto che girare e cercare un posto più lontano. Poi è chiaro, vedendo che lì ci sono sempre auto parcheggiate, sono portati tutti a farlo. Il classico principio del "lo fa uno, lo fanno tutti". Mentalità sicuramente sbagliata e da correggere.
In altri quartieri, però, trovare parcheggio è totalmente impossibile. A Roma va completamente rivoluzionata la mobilità e la sosta. Ma questi sono discorsi più ampi e finora, chiunque ci abbia governato, non ha fatto nulla in proposito.
State a pezzi.

Unknown ha detto...

Ci dovrebbero stare piu' parcheggi gratuiti e meno strisce blu, il problema è questo, ma tra limiti ridicoli autovelox per far cassa, bollo assicurazione e altro ancora con le automobili ci mangiano in tanti. Con il limite sulla colombo faccio prima con il calesse.............. e asfaltate le strade come Cristo comanda Virgi...........

Anonimo ha detto...

Parli con cognizione di causa perché sei uno di quelli che amano parcheggiare in doppia fila?

Anonimo ha detto...

Vissuto all'estero, li' non si parcheggia male perche' in 5 minuti ti fanno una multa che ti succhia meta'stipendio, e sai che ti arriva, come sei sicuro che domani sorga il Sole e non esiste alcuna scappatoia legale per evitarla.
Anche i romani diventerebbero ligi in contesti simili, il problema e' che nella Capitale il sistema "regole punizioni" viene gestito dai Vigili Urbani di Roma e non aggiungo altro......

Anonimo ha detto...

Non mi pare nulla di terribile. Sono spente non puzzano. Stanno parcheggiate senza dar fastidio a nessuno. Polemica sterile e futile non danno fastidio a nessuno.

Anonimo ha detto...

che lugubre cacatoio... in un paese civilizzato i proprietari di quelle auto verrebbero presi a calci in bocca

Anonimo ha detto...

Io sì . Col motorino sempre e dovunque. E non do fastidio a nessuno . E per giunta continuo a farlo, dormi bene

Anonimo ha detto...

Ma scusate, siamo in un Paese dove si vuole legalizzare la prostituzione perché c'è sempre stata, perché c'è molta richiesta e perché così ci sarebbero più ordine e meno degrado e pare che la maggioranza dei cittadini sia d'accordo; che problema c'è a legalizzare la sosta selvaggia? Restando all'esempio del post, abbiamo spazio, richiesta di parcheggi proprio lì: a questo punto pitturiamo delle strisce bianche e almeno le auto saranno più ordinate, magari un po' meno a ridosso dei tavolini.

Anonimo ha detto...

ed ecco perchè, con ciclità, vengo ad augurare l'estinzione di Roma e dei romani.

roberto altieri ha detto...

Se ti permetti di far notare certe cose parte la solita litania: " e che sarà mai", "cinque minuti", "che fai er vigile". Nato e cresciuto a Roma, non riconosco la mia città, e invito tutti gli abitanti a farsi un esame di coscienza. In caso contrario affogate nella vostra...

PRESTITO VELOCE FRANCESCO BONI ha detto...

.



Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com


























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

Anonimo ha detto...

L'unico modo per impedire la sosta selvaggia (e la doppia fila) è di renderla impossibile fisicamente: ampliando di moltissimo i marciapiedi e montandovi transenne! Così si fa in Francia, con ottimi risultati.

disgustato ha detto...

Dovrebbero del tutto scomparire i parcheggi gratis ma farli tutti blu così si parcheggerebbe meglio e pagando.
I parcheggi li dovresti fare ovunque ma lasciando spazi per far scendere bici e carrozzelle dai marciapiedi mettendo dei pali a protezione.
Nel video é ovvio che io parcheggio in divieto visto che lì non devo pagare la sosta ed é difficile mi facciano la multa.
Poi altro esempio di vero ritardo mentale ,ma li ai tempi ad uno gli diedi un bel cazzotto in bocca poi lo accompagnai all'ospedale ma è un altra storia,basta che andate all'università di ingegneria la sapienza a sanpietro in vincoli dove ci sono spazi per i motorini in cui le macchine ci parcheggiano per non pagare le soste blu oppure ancora peggio se ci andate tra un po di tempo vedrete che i cretini di chi l'ha concepito ha lasciato tra una fila ed un altra di motorini lo spazio di 2.05m sufficiente a mettere la macchina così ti ritrovi spesso con la macchina che ti blocca l'uscita

Anonimo ha detto...

Anche io sorpreso dalla civilta' dei commenti fino a quando non e' arrivato il primo scemo di turno: settembre 13, 2018 6:52 PM


Detto cio' ringrazio l'autore dell'articolo e del video.
"Prova del nove" della profonda incivilta' romanara

Anonimo ha detto...

Ma l'automobile volenti o nolenti rappresenta il futuro, e farà sempre più parte del panorama urbano. Inutile opporsi. Non bisogna censurarle, castrarle, bisogna anzi valorizzare questi gioielli tecnologici che ci permettono di essere liberi e circolare liberamente per questo mondo straordinario. Voi il cane lo lasciate legato a un chilometro di distanza quando andate al super? Non credo! Allora perchè io devo lasciare la mia amata Giuseppina in uno squallido parcheggio, sola, magari a decine e decine di metri, con il rischio che qualche depravato abusi carnalmente della sua marmitta??? Davvero volete sprofondare in questo orrore?

Alessandro Soderini ha detto...

Sulla falsariga di questo post, suggerirei ai blogger di postare anche un video di due o più automobilisti coinvolti in un incidentino stradale mentre compilano il loro CID, lasciando le loro vetture incidentate (ma, si badi bene, perfettamente in grado di circolare) in mezzo alla strada, causando inevitabili quanto prevedibili congestioni inenarrabil idel traffico di interi quadranti, guardandosi bene dallo spostarsi (non sia mai!) come si fa in TUTTE le altre città del mondo civilizzato, e perdonatemi se continuo a citare Milano ma lo faccio solo perché ci ho vissuto (e risparmiatevi pure il commento "e allora tornace a Milano" immancabile ritornello del romanaro strafottente, perché non essendo masochista lo farei ben volentieri ne avessi solo l'occasione). Spettacolo, questo, a cui più di una volta mie ex colleghi hanno assistito sbigottiti ed increduli (embé, ma poveracci, erano milanesi..), quasi come se a Roma vigesse un codice della strada parallelo dove un certo articolo dello stesso vietasse la rimozione delle auto incidentate dal luogo del misfatto

Anonimo ha detto...

Per Alessandro Soderini. Non esageriamo, l'area metropolitana di Milano e' quantificata da EUROSTAT in 2500 kmq per 4,5 milioni di abitanti, simile a quelle di Madrid e Barcellona. Resta comunque la prima citta' italiana, almeno secondo i criteri internazionali. Concordo poi sul fatto che romani e milanesi, riguardo a senso civico e mobilita', hanno una cultura diametralmente opposta.
Saluti

Alessandro Soderini ha detto...

Siamo sicuri? https://it.wikipedia.org/wiki/Area_metropolitana_di_Milano

"Secondo il Censis racchiude una popolazione di 8 047 125 abitanti, in base a uno studio del dicembre 2013, realizzato da un gruppo di lavoro del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'Università di Milano Bicocca, l'area metropolitana milanese comprende 858 comuni, per una superficie di 8 054 chilometri quadrati ed una popolazione di oltre 7 500 000 persone,[8][9] mentre secondo l'OCSE conta circa 7 400 000 abitanti."

Fonte: OCSE, OECD Territorial Reviews OECD Territorial Reviews: Milan, Italy 2006, 2006, p. 29.

Citato da Wikipedia, pagina linkata

obar oo ha detto...

Non approvo m5se salvini ma, se non hai già rimediato al problema, puoi sempre andare via per sempre dal paese che definisci brutto

Anonimo ha detto...

Ai commentatori che dicono: "che male ti fa se io parcheggio dove voglio?" ricordo che l'inquinamento da traffico ha un costo sociale altissimo.
Per chi non ne fosse a conoscenza, "costo sociale" vuol dire che lo paghiamo tutti

Purtroppo l'essere umano tende a scegliere la via più comoda sinché non gli tocca realmente il portafogli.
Multe sempre e sicure, facili da pagare ma non esagerate, altrimenti diventa una scusa per non pagarle

Anonimo ha detto...

@4:23 infatti, una macchina parcheggiata comodamente, anche irregolare, purché non dia fastidio, inquina molto meno di una che gira mezz'ora per trovare il posteggio regolare, magari a pagamento. Quelle parcheggiate davanti al chiosco magari sono di gente che lavora e ha poco tempo da perdere. Sono i radicalscic ecologisti che non hanno niente da fare e girano beati in bici che non lo capiscono.

Anonimo ha detto...

X 4.49 pm. 13 settembre: complimenti, hai una gran confusione nella testa! Secondo te tutto il paese e tutte le città sono uguali a Roma e ai romani da nord a sud? Beh, ti sbagli proprio, sono Roma e i romani ad essere un caso patologico, dato che in tante altre città non si vede la maleducazione, la cafonaggine, le nevrosi, il disordine, il caos e la merda che si vede a Roma, peraltro provocata dai romani! Roma è una città di merda e buona parte dei romani sono tali, questo è il fatto inequivocabile!

Anonimo ha detto...

Hahahahahahaha! Lo vorrei vedere il segaiolo delle 7:00PM piazzarsi in uno speaker corner qualsiasi e sostenete la sua teoria su Roma e i Romani in pubblico. Certo, dalla tastiera è facile insultare, come fa il mentecatto in bici che ha postato l'articolo. Venite a confrontarvi per strada, dove le parole vi conviene misurarle. Buh!

Anonimo ha detto...

Lasciate perdere, siete dei pupazzi e basta.

Anonimo ha detto...

Il problema purtroppo è che è una mentalità bacata e talmente incancrenita che anche le autorità che dovrebbero controllare ce l'hanno. Infatti, dove stanno i vigili urbani in situazioni come quella del video? Questo anche perchè il pizzardone medio è l'espressione della popolazione; di sicuro anche loro, fuori servizio, sono i primi a comportarsi in maniera analoga.
Lo stesso discorso è applicabile in altre situazioni. Come ad esempio in metropolitana, alla stazione Jonio, dove la gente puntualmente, in uscita, apre la porta di emergenza e passa di là, senza ritimbrare all'uscita. E non c'è mai qualcuno che controlla, qualcuno che li richiama, niente di niente. Ormai è una città bacata, malata. Nemmeno nelle città del sud Italia esiste un tale livello di degrado morale come qui a Roma. Poi, con questa giunta di cretini, che vogliamo fare?!

Anonimo ha detto...

Che bella Milano, per diventare area metropolitana s'e' dovuta far annettere dal Canton Ticino e sconfinare in Piemonte. Tra tre anni, quando faranno accordi anche con Austria e Francia,arriveranno a 24.675.890 abitanti. Fonte Censis.

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe far studiare Lewis Mumford nelle scuole romane, obbligatorio, al posto dei Promessi Sposi che è una palla allucinante. "Una città esiste non per il costante passaggio delle auto ma per la cura e la cultura degli uomini"

Anonimo ha detto...

Le multe vanno fatte da tutte le forze dell'ordine: Carabinieri, Polize e Vigili Urbani, megli se questi ultimi venissero eliminati completamente, perchè sono loro che non fanno rispettare la legge. Per primo le vie consolari andrebbero tutelati con multe salatissime, tanto per iniziare.
Via Appia Nuova da Colli Albani fino a Piazza Re di Roma è un disastro, specialmente il weekend. Troppa tolleranza.

Anonimo ha detto...

Roma e' sei volte Buenos Aires, sette volte Milano, dodici volte Parigi, tredici volte Barcellona. Roma e' anche il doppio di Niu York. Gestire Roma non e' come gestire dei guardieri, noi semo li 2,8 milioni di abitanti spalmati in un'area che va de Los Angeles a Katmandu, Roma Termini e' un ub mentre Milano Centrale la e' la stazone di un paese.
Che degrado osceno, che schifo, che citta' di merda.

Anonimo ha detto...

Buongiorno Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Dunque se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti



































Buongiorno Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Dunque se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti














.
Buongiorno Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Dunque se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti



































Buongiorno Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Dunque se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti














.

Anonimo ha detto...

Ho appena visto Sky tg 24. Dopo l'accordo di stanotte, anche Singapore, Mumbay e Mexico City fanno parte della citta' metropolitana di Milano portando i suoi abitanti a 126.789.016.

Anonimo ha detto...

Roma non si può paragonare a nessuna altra città del mondo o anche dell'universo! È una realtà unica per cui le regole sono diverse.Forse l'unico paragone possibile è con Coruscant quanto a estensione.

Anonimo ha detto...

X 8,16 pm 14 settembre: "Roma è una città di merda e buona parte dei romani sono tali, questo è il fatto inequivocabile!" Questo ho scritto, e se ti senti così colpito è ptobabile fai parte della "buona parte dei romani" che rendono merdosa la città, e che tengono letteralmente in ostaggio la minoranza di cittadini perbene.

Anonimo ha detto...

Non solo hanno un deficit mentale che li spinge a parcheggiare così, ma hanno anche una mentalità criminale e autoassolutoria che li pone al di sopra di tutto e tutti."Loro non danno noia a nessuno", salvo che alla viabilità ordinaria, alla nettezza urbana, ai disabili, ai ciclisti e ai pedoni..

Anonimo ha detto...

Se parcheggi lontano poi perdi più tempo a spostarti tra la macchina e dove devi andare, e ritorno.
Tutto tempo che invece potresti passare con la famiglia. Per questo se la parcheggiano vicino, per fare prima e stare di più con le famiglie!
Soprattutto la domenica!

luca ha detto...

Vabbè allora per Roma consideriamo tutto il Lazio dai e per Milano tutta la Lombardia e facciamo prima

luca ha detto...

Allora visto che non l'ho ancora letto il motivo per cui io parcheggerei sotto il muso la mia bimba lo scrivo io.
Se lascio lontano la bimba(auto) poi arriva qualcuno che mentre parcheggia me la graffia o arriva qualcuno che mi fa la multa se invece ce l'ho sotto il muso se qualcuno la graffia nel parcheggio facciamo il cid e se qualcuno mi fa la multa li dico un secondo e vado via.
Poi poterla guardare e restare affascinato dalla mia bimba mentre sorseggio una birretta e leggo il giornale non ha prezzo

Nervinfranti ha detto...

Al blog non interessa realmente fare questo tipo di ragionamento, ma picchiare duro. Le motivazioni sono oscure: a tratti parrebbe cercare un miglioramento, a tratti sinceramente sembra che vi sia il gusto di farlo e basta. Per questo raccoglie consenso tra chi è di Roma ma magari ha il vizio di comportarsi bene (tipo me che resisto agli insulti in modo stoico) e chi ha voglia di insultare semplicemente Roma e i romani. Cmq fornisce spesso delle analisi, delle vie di miglioramento. E per me va bene così, anche con gli insulti.

Roma fa schifissimo ha detto...

Ma che dici!?
Vallo a fare a Milano poi vediamo

Roma fa schifissimo ha detto...

Quando vengono quei burini dei romani in trentino, io li tratto male , perché sono i più cafoni incivili e selvaggi, davvero una razza a parte, da sterminare!!!!

usps tracking ha detto...

I would like to read more of your posts. Very nice post thank you for sharing.

Fabio Mercandetti ha detto...

Hai perfettamente ragione, ti appoggio in pieno! I romani che parcheggiano in quel modo sono dei poveri dementi, dobbiamo liberare le strade da questi essere malvagi e
incivili! Propongo campi di concentramento e gassfificazione in massa di tutti i resi-
denti a Roma che risultano proprietari di una automobile, poi assalti programmati e distruzione intensiva di tutte le concessionarie e le filiali di vendita e centri di
assistenza di Roma e provincia! Impariamo da Hitler e Stalin! Campi di concentramento
e gulag a gò gò! Abbasso le auto! Abbasso i guidatori romani! Evviva il nuovo fascismo
digitale di Grillo e 5stelle! Nuova vita a Roma!
son

ShareThis