Video straziante. Anziano bloccato in ambulanza causa sosta selvaggia

20 settembre 2018
Dobbiamo ringraziare di cuore la persona che ha girato questo video e che ce l'ha mandato. Non perché girare il video sia chissà quale genialata, ma perché quando succedono questi eventi non si ha la freddezza di documentarli e si tende a barcamenarsi gestendo la difficoltà invece che filmarla. Perché queste cose succedono ogni giorno, decine e decine di volte ogni giorno, solo che non ne abbiamo visibilità. Non riusciamo a fissare il disagio che provoca, la prepotenza. 


La cosa che fa davvero rabbia è analizzare quale possa essere la soluzione di questo problema e come l'abbiano affrontato all'estero. Fa rabbia perché ti rendi conto che la soluzione è semplicissima. E non sono le multe, non sono le telecamere, nulla di complesso che richieda chissà quali investimenti e organizzazione e costo del lavoro. Bastano dei paletti. Paletti anti sosta selvaggia. Come a Parigi, come a Londra, come a Madrid. Come dappertutto. Come in tutte le città dove le persone, specie le più fragili, non devono essere quotidianamente esposte ad una costante umiliazione. 


In questi giorni la città è letteralmente sommersa dalla sosta selvaggia. Come non mai. Ogni auto in sosta abusiva genera un disagio, una sopraffazione, una prepotenza inaccettabile. Bisogna reagire, anche solo girando un video o come hanno fatto gli autori di questo filmato chiamando le forze dell'ordine. E pensare che è una stupida questione di arredo urbano...

82 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Le cazzate della Raggi sul fatto che a Roma le cose stanno migliorando lentamente perche' bisogna seguire le procedure ecc ecc

Esempio? la doppia e terza fila rimane un cancro come ai tempi di Alemanno; il problema sarebbe risolvibile senza il bisogno di aspettare la conclusione dell'iter burocratico di alcunche', basta volerlo aggredire ed impartire ordini adeguati: nulla e' mutato!!

Anonimo ha detto...

Chi può si trasferisca molto molto più a nord. Roma è una città senza futuro.

Anonimo ha detto...

Purtroppo i parcheggi in doppia e terza fila a Roma sono stati sempre tollerati. Da un lato la mancanza di parcheggi rispetto al numero delle auto e alla particolarissima struttura della città, dall'altro l'incapacità della politica di regolamentare e punire la sosta selvaggia, contrastata dalle lobby dei commercianti e dovuta alla timidezza di tutte le amministrazioni su questo tema.
Se a questo aggiungiamo la maleducazione genetica dei romani e l'assenza di presidio da parte dei vigili la frittata è fatta.
Se poi pensiamo che sono 3 anni che Roma non ha un servizio di rimozione, mi pare che ci sia poco da dire.
I paletti che nelle altre città funzionano, qui non servirebbero. Verrebbero divelti immediatamente e non riposizionati creando anche un pericolo per i passanti.

bouncing balls ha detto...

Thanks for your post! I think there are many other people who are interested in them just like me! How long does it take to complete this article?

red ball ha detto...

I have read through other blogs, but they are cumbersome and confusing. I hope you continue to have such quality articles to share!

Anonimo ha detto...

Ci vuole poco per risalire a chi ha parcheggiato l'auto. E' sufficiente che le autorità richiedano l'ultimo utilizzatore del servizio Enjoy di quell'automobile così si possono prendere i dovuti provvedimenti. Se vogliono...

Anonimo ha detto...

Come rendere ridicola per l'ennesima volta una denuncia del malcostume. L'anziano non è abbatto "bloccato" in ambulanza dalla quale è fatto scendere senza problemi, semplicemente è potuto entrare in casa con qualche difficoltà perché stava utilizzando una sedia portantina, mentre chi può deambulare normalmente è passato senza problemi. Ancor meno "bloccata" è l'ambulanza che ha tutto lo spazio necessario per muoversi. Questa è la realtà concreta di ciò che si vede, si tratta quindi di una semplice infrazione per sosta irregolare. Tentare di montare un caso utilizzando paroloni quali "straziante, sopraffazione, prepotenza inaccettabile" in un caso come questo, risoltosi in meno di due minuti, è molto stupido e squalifica qualsiasi denuncia da parte dell'autore, evidentemente alla costante ricerca di sensazionalismo a buon mercato.

Unknown ha detto...

Quindi vuoi dire che va bene anche cosi!!! Mahhh deve tornare nelle scuole l educazione civica

Anonimo ha detto...

Certo, d'accordissimo, se io non posso entrare in casa mia perché un cretino integrale ha parcheggiato la sua merda di fronte alla mia porta non è una "prepotenza inaccettabile", nooooooo.....
Ma ritorna nelle grotte, troglodita

Anonimo ha detto...

Ecco scatenarsi i minus habens, affetti da analfabetismo funzionale (incapacità di comprendere, valutare e usare le informazioni a disposizione nell'attuale società): dove mai ho scritto che va bene così o che è accettabile il non potere accedere a casa propria? Provo a spiegarmi in maniera più semplice, evitando il garbato linguaggio del colto gentiluomo delle 9:38: usare paroloni roboanti ed esasperare situazioni evidentemente risolvibili in pochi secondi (il video dura in tutto 3 minuti e da quando il signore è fatto scendere dall'ambulanza a quando entra passa circa un minuto; se avessero aperto anche l'altro battente del portone l'operazione sarebbe stata ancora più semplice e rapida), come quella in oggetto, è controproducente, perché fa apparire comuni e uguali a queste bagatelle circostanze davvero gravi. Ma questo è lo stile di chi, su questo blog, vive di sensazionalismo spicciolo.

Anonimo ha detto...


Regà, io sono andato via da Roma, finalmente.
Sono andato a vivere in un paesino al confine col viterbese e sto benissimo.
Lontano dai rumori, dall'aria appestata, dal malcostume.
Qui spendo la metà di quando spendevo a Roma e la mia vita sociale è migliorata parecchio, faccio sport e ho orari naturali e flessibili, vivo in una casa grande e silenziosa con camino in mezzo al verde.
Non tornerei nel pozzo romano mai.

Anonimo ha detto...

"da quando il signore è fatto scendere dall'ambulanza a quando entra passa circa un minuto"

sì sì certo, una cosina da nulla, che vuoi che sia... anzi fai così, vieni a parcheggiare così davanti a casa mia, ti darò un bell'esempio di pacifismo e tolleranza, a te e alla tua vetturina.

luca ha detto...

C'era il passo carrabile li? No la macchina ha parcheggiato senza fare nessuna infrazione la colpa va ai vigili che non hanno predisposto un marciapiedino intorno i fabbricati o dei paletti davanti i portoni perché si sa che i romani sono un popolo di animali che per andare bene andrebbero frustati a sangue tutti i giorni solo cosi loro ubbidiscono sono insomma peggio degli animali.
La logica del romano é così li c'è un portone ma non c'è il cartello divieto di sosta significa che li non passano macchine ma solo i pedoni e dei pedoni stica.
Poi il video rappresenta la vera deficienza delle persone se il vecchio era in barella ok faticava ad uscire ma visto che stava su una sedia da portantino bastava aprire l'altra parte di porta e si passava.

Anonimo ha detto...

11:00 AM non ce lai proprio a capire eh? D'altronde da un individuo che nel corso di una discussione non riesce ad evitare minacce, peraltro ridicole, non si può pretendere granché. Ciao Rambo!

Anonimo ha detto...

non serve l'insegna del passo carrabile, bisogna comunque lasciare lo spazio per i pedoni: art.157 cds:

"deve essere lasciato uno spazio sufficiente per il transito dei pedoni, comunque non inferiore ad un metro."

multa da 41 a 168 euro


tra l'altro nel video non si vede bene, ma sono pronto a scommettere che la riga bianca dipinta per terra delimita un passaggio pedonale, sul quale è stata parcheggiata l'auto senza alcun riguardo.

Anonimo ha detto...

Non è stata una bella cosa, va bene, ma se abiti in un vicolo del centro lo devi mettere in conto che puoi avere un problema del genere e pure spesso. Al tipo che è andato a vivere in campagna non capiterà mai, magari però si ritrova una famiglia di cinghiali davanti all'uscio o una biscia in giardino e, allora, deve fare pippa perché è lui che ha scelto di vivere in mezzo alla natura. Ogni ambiente ha i suoi inconvenienti e bisogna cercare di affrontarli serenamente, senza incattivirsi inutilmente.

Anonimo ha detto...

Non venite al nord. +
Non vi vogliamo, siete come ratti portatori di peste!
State a casa vostra con Salvini, di Maio e Raggi, che state bene cosi, avete tutto il necessario per la catastrofe. Enjoy!

Anonimo ha detto...

quella striscia continua delimita il passaggio pedonale, ci sono simboli del pedone, ma figuriamoci se qualcuno a rioma sa cosa significano, infatti quasi nessuno rispetta quel passaggio.

Anonimo ha detto...

Il punto non è se il paletto avrebbe potuto evitare quel problema. Sappiamo benissimo, per esperienza, che "il Romano" è capace di infilare l'auto, il motorino, la vecchia bicicletta ecc. ecc. in ogni anfratto, rendendo la vita impossibile ai pedoni, specie se a mobilità ridotta.
Il punto è che "dopo" non succede nulla. Il filmato non è utile per davvero. Lo sarebbe se fosse durato 30 minuti, invece di 3, e avesse documentato il dopo: a Roma nessuno interviene.
Altrove, anche per un caso minore, come appunto l'intralcio al civico, arriva un Vigile e fa la multa. Servono 5 minuti, in qualunque città "normale".
In tante, dopo arriva anche un carro attrezzi e rimuove la macchina.
A Roma no. A Roma puoi anche chiamarli i vigili, ma non risponde nessuno al telefono, oppure resti in attesa dieci minuti e poi cade la linea. Oppure, eccezionalmente, rispondono, ma dicono di non avere personale.
Se per caso ne fermi uno che passa, ti dice che sta facendo altro, e devi chiamare il Gruppo.
E comunque, come noto, il servizio rimozione non c'è più da molto tempo.
Questa è la differenza vera di Roma con tutto il mondo civile.
E una fila di paletti in più non cambierebbe di una virgola la realtà.

Anonimo ha detto...

per Luca.
No. Non c'è il passo carrabile. C'è il divieto di sosta in tutta la via. Il vigliaccone che ha abbandonato la macchina a nolo si è fermato all'altezza di una casa privata; perché se avesse provato a fermarsi davanti all'entrata di una delle botteghe o dei ristoranti/pub della via avrebbe passato un brutto quarto d'ora.

Anonimo ha detto...

In certi posti queste cose non accadrebbero mai: http://www.travel2traverse.com/images/2017/13.jpg

Anonimo ha detto...

In centro comunque ci sono troppi pochi parcheggi e troppi portoni e serrande, è normale che succeda questo se non si aumenta il numero dei parcheggi!

Anonimo ha detto...

Raffinatissima la tattica di certi commentatori di spostare l'attenzione dal fatto al modo in cui è comunicato da questo blog! Bravi!

Anonimo ha detto...

Quest'anno, in occasione dello Yom Kippur, la polizia di Roma Capitale ha rimosso alcune delle decine di auto in sosta vietata nelle vie intorno al Ghetto. Le auto non rimosse le hanno multate.
Naturalmente non c'era bisogno di aspettare la festività. Ogni giorno le vie e le piazze della zona sono delle vere e proprie discariche di veicoli. Un passaggio al giorno permetterebbe un flusso di cassa decisivo per le finanze del Comune.
Mi sono commosso. In 14 anni che abito in quella zona, solo un'altra volta avevo visto un carro attrezzi entrare nella piazza dove abito. Lo avevo chiamato io per rimuovere una smart che mi impediva di uscire da un parcheggio regolare. Ho dovuto chiamare tre volte ed aspettare più di due ore. La macchinetta risultava intestata alla solita prestanome ultraottantenne ed era piena di adesivi di Greenpeace. Proprio una brava persona che ha cuore il pianeta quella che guidava la smart...

Anonimo ha detto...

romanaro cafone. come sempre. nulla di nuovo. meno male che c'e' la raggi e ora il vento cambia. aspettate fiduciosi eh...

Anonimo ha detto...

@12:19 Ma hai verificato che dietro quel parcheggio apparentemente casuale non si celasse un attentato soft della lobby palestinista rossoverde radicalchic volto a turbare la serenità della Comunità? Magari l'ultraottantenne è un'agente di Hamas sotto copertura che finanzia i razzisti del BDS... Non sottovaluterei certi segnali, anche perché cosa ci vuole a piazzare dell'esplosivo dentro un veicolo in sosta selvaggia (tanto ormai è tutto tollerato)?

Anonimo ha detto...

Scusa 12,23 ma qual'è, esattamente, "il fatto"? Una persona, forse impossibilitata a camminare, ha avuto difficoltà a entrare in un edificio e ci ha messo un minuto invece che 20 secondi. Stiamo parlando di 40 secondi persi che, moltiplicati per le tre persone coinvolte (anziano e personale dell'ambulanza) fanno un danno di circa 120 secondi. Ma de che cazzo stamo a parlà???? Allora quanno le auto in sosta bloccano un tram con 100 persone a bordo dovemo dichiarà 'a calamità nazzionale? Quanno n'ambulanza è davero bloccata cor moribondo famo intervenì l'ONU? Eddài!

Anonimo ha detto...

Il problema è alla base. Si tratta di un semplice vecchio e non di un‘eccellenza gastronomica stellata che porta prestigio alla città come spesso viene scritto su queste pagine. In questo caso se il vecchio voleva che fosse rimossa la vettura doveva esporre un bel menù sul portone con una cucchiaiata di pasta e ceci da 25€, poi dire che se non puoi permetterti di mangiare da lui devi emigrare, inneggiare a dei parcheggi interrati modello PUP con dei box auto grandi come un gameboy che costano quanto un‘appartamento, maledire l‘uso della vettura privata e lanciare un‘anatema contro chi non paga la striscia blu, dare contro allo strapotere dei cartellonari ed eventualmente proporre un chiosco gestito da un privato su area verde. I paletti poi devono essere di ghisa scura, eleganti come dei lampioni art decò. E il video con il cellulare va fatto sempre in orizzontale, possibilmente con gli ansimi delle pedalate. Saluti e baci dal nord produttivo dove ci stanno i grattacieli delle grandi firme internazionali.

Anonimo ha detto...

Fino a quando leggeremo commenti come questo non si potrà MAI sperare di cambiare. Non è un problema di educazione, come verrebbe facile pensare, è un problema di ignoranza, ben più difficile da debellare ..

Unknown ha detto...

😂😂😂🤣🤣😋😋😋😋

Anonimo ha detto...

1:17 PM ahaha gran commento. aggiungiamo: i paletti nel culo al ragioniere :D e speriamo che schioppa er server de sta mmerda de sito

Anonimo ha detto...

Riassumendo: la colpa e' dei vigili che dovevano mettere i marciapiedi, la colpa e' dei romani che sono TUTTI animali, la colpa e' di quei poveracci che dovevano aprire l'altro mezzo portone.

Anonimo ha detto...

Giusto, ma che in un vicolo del centro DI TORINO o di MADRID o di HELSINKI è un pó meno probabile che in un vicolo del centro di ROMA, di CASERTA o di DACCA lo possiamo dire o si offende qualcuno?

Anonimo ha detto...

il signore in carrozzina è stato sollevato di peso dai due gentili operatori dell'ambulanza che si sono assunti il rischio dell'operazione, se gli fosse caduto di mano sarebbero stati condannati, civilmente e penalmente, per aver compiuto un'operazione pericolosa che non dovevano compiere.
l'auto è in evidente divieto di sosta.
quello che ormai non mi sconvolge nemmeno più è il fatto che lo riteniamo accettabile, 120 secondi invece di 40, nessun problema, non pensiamo alle potenziali conseguenze di un'auto lasciata così perché è normale, se i soccorritori dovevano entrare con barella e strumentazioni per salvare la vita del paziente e non riuscivano e entrare oppure l'auto in divieto di sosta ritardava l'operazione ci sarebbero stati problemi? certo che no! che ci frega a noi. un minimo di tolleranza non si nega a nessuno, chissà se saremo altrettanto tolleranti quando sulla carrozzina ci saremo noi o un nostro caro, attendiamo

Anonimo ha detto...

Manfatti! Io queste situazioni le leggo come un'opportunità. Mi spiego: se il ripetersi del problema convincesse l'anziano a cambiare casa, trasferendosi a Centocelle o alla Magliana, si aprirebbero possibilità di investimento da parte di prestigiose aziende internazionali che, finché il panorama propone vecchi acciaccati movimentati da portantini malvestiti, staranno alla larga da zone che sarebbero tra le più appetibili del pianeta per il business di qualità. Parliamoci chiaro: il turista benestante non paga per assistere a questi tristi spettacoli. Capace che questo vive in pieno centro pagando una miseria di affitto a qualche ente e, comunque, uno che invece di usare Uber per andare a farsi la dialisi si fa portare in giro in ambulanza, oltre a costare, degradare l'ambiente e dare il cattivo esempio alimentando la camorra dell'assistenzialismo pulciaro, non produce ricchezza, ma è di ostacolo all'imprenditoria 4.0 che potrebbe finalmente portare Roma ai livelli di Barcellona, Lucerna o Reykjavik.

Anonimo ha detto...

Visto il degrado osceno in cui versa Roma, il governo ha capito che il mega territorio comunale da 1300 kmq e la dizione "Roma Capitale" non bastano piu' per fare capire agli italiani quale sia la citta' principale del paese. Per fugare qualsiasi dubbio, nel gia' sterminato municipio verra' inglobata l'Umbria e la nuova sigla sara' "Roma Capitale Imperiale". La nuova citta' ha una superficie di 9751 kmq ed una popolazione di 3.753.422: Milano assomiglia sempre di piu' ad un quartiere.

Anonimo ha detto...

romanaro subbumano. come sempre, nulla di nuovo.

auguroni a tutti i trolls che contestano. state bene cosi'.

Grazie per l'articolo.


Anonimo ha detto...

basta co ste cazzate, parliamo de fica!

Anonimo ha detto...

Diceva MLK "La mia libertà finisce dove comincia la vostra" ma dove comincia e dove finisce? È più importante che il vecchio entri a casa 20 secondi o che io, giovane Übermensch, possa parcheggiare 5 cm più in là? Quanto tempo avrà ancora da vivere quell'uomo? Era meglio che mi comprai un grosso suv, invece di questa cagata di carsharing? Forse ora avrei meno problemi. Forse ora le libertà mia e del vecchio si incontrerebbero armoniosamente. Sul paraurti anteriore!

Anonimo ha detto...

"Stiamo parlando di 40 secondi persi che, moltiplicati per le tre persone coinvolte (anziano e personale dell'ambulanza) fanno un danno di circa 120 secondi. Ma de che cazzo stamo a parlà????"

ne riparliamo quando un bel giorno va a fuoco la casa, o quando c'è una scossa di terremoto... ma capisco che immaginare queste possibilità supera le capacità intellettive di molte persone meno fortunate di me... ragazzi, coraggio, vi sono vicino.

Anonimo ha detto...

il vecchietto o chi per lui, dovrebbe denunciare il conducente per violenza privata, visto che senza i due energumeni non sarebbe potuto rientrare in casa.
Cominciamo a fare così e vediamo se qualcuno capisce l'antifona.

Anonimo ha detto...

Appunto, riparliamone quando sarà il caso di riparlarne, quando ci sarà l'incendio, il terremoto, l'invasione di cavallette, il vecchietto costretto a dormire all'addiaccio per settimane finché qualcuno non sposta la macchina eccetera eccetera. Per il momento non è successo niente e qualcuno sta tentando di montare un caso nazionale sul nulla.

Anonimo ha detto...

Mi pare assurdo che si consenta il transito delle auto nei vicoli così stretti del Centro Storico, assolutamente non concepiti per il passaggio delle automobili. Inoltre, anziché chiamare i carri attrezzi che arrivano dopo ore (forse), bastava trovare qualcuno che avesse l'abbonamento all'Enjoy e spostarla. Io una volta ho fatto così con una Share'ngo messa male e la gente pensava pure che ce l'avessi messa io!

Anonimo ha detto...

Scusate, ma viviamo in un Paese nel quale il 90% degli abitanti se ne sbatte altamente persino di chi crepa, l'elettorato premia Salvini, il 99,9% scavalcherebbe chiunque pur di favorire sé o un famigliare, rispetto a qualsiasi problematica comune la risposta media è "non ho tempo, non mi interessa", insomma un Paese nel quale l'imperativo è "PRIMA IO", ormai assurto a slogan politico di successo e qualcuno crede che possa esserci qualche forma di attenzione per il prossimo? A chi volete che freghi qualcosa del nonnetto in carrozzina?

Anonimo ha detto...

Cioè tutta sta storia der vecchio, daambulanza, daa cinquescento, a scena strazziante pe arivá ar paletto sur marsciappiede. Mortacci vostri e de chi ve da ancora retta co ste fregnacce che pubblicate su sto blog demmerda

Anonimo ha detto...

Ma l'efficientissima e serissima amministrazione comunale attuale non ha assunto altri vigili urbani? Vorrei sapere dove stanno: hanno il dono dell'invisibilità, si sono già imboscati o cosa? Io non mi ricordo nemmeno che aspetto hanno: hanno forma umana, sono entità astratte o cosa? Io credo che ormai in questa città esista solo la categoria: "...o cosa?" per tutto, ormai. In ogni caso, è fin troppo evidente che certi fenomeni qui a Roma (sosta selvaggia, evasione tariffaria sugli autobus, ecc.) non si vogliono combattere veramente, o per paura di perdere consensi, o per mentalità incancrenita, o chissà per quali altri motivi.

Anonimo ha detto...

Che citta' di merda, abitata da gente di merda e governata da pezzi di merda. Aspetto con trepidazione l'installazione delle funivie

Anonimo ha detto...

Il fatto è anche che comportamenti come questo come questo dovrebbero anche essere trasformati in reati penali. Lasci la macchina in doppia fila bloccando autobus o ambulanze? Ok: multa salatissima, denuncia penale e sequestro del veicolo per almeno sei mesi, nonchè ritiro della patente per analogo periodo. In caso di recidiva, il sequestro diventa permanente, come pure lo stesso ritiro della patente stessa. Scommettiamo che glielo togli il vizio? Ma non lo si vuole fare, questo è il problema.

Anonimo ha detto...

ANCORA??? QUI NON E' RIMASTA BLOCCATA NESSUNA AMBULANZA E GLI AUTOBUS DA LI' NON PASSANO NEMMENO!!! E' UN SEMPLICISSIMO DIVIETO DI SOSTA.

Anonimo ha detto...

Ma invece di fare questo video inutile, non potevi far brillare l'auto con del tritolo, e quindi far entrare l'anziano a casa sua 20 secondi prima? Ma io non lo so

Anonimo ha detto...

Tempo fa un mio amico chiamò le forze dell'ordine per segnalare dei punkabestia che stavano sporcando tutta la via dove lui abita con rifiuti di vari tipi. Ecco cosa si sentì rispondere:
1) Dai carabinieri: "Nun ce compete. Deve chiamà li virgili urbani";
2) Dai vigili urbani: "...e mica potemo fa' i fascisti. Queste cose si facevano nel Ventennio. Casomai lei faccia 'na cosa: je prenda aaa targa daa maghina loro, poi c'haa dà e noi vedremo si potemo fa' quarcosa".
Non credo richieda grandi commenti...

Anonimo ha detto...

Certo perché tu sai a memoria tutti gli articoli della strada? Ma fammi il favore dai che io e come me il 90% questo del lasciare 1metro non lo avevo mai sentito

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo settembre 21, 2018 8:20 PM: sì, però bisogna dare anche una possibilità di scelta al povero proprietario della macchina in sosta selvaggia: gli si chiede se preferisce che la sua auto venga fatta saltare in aria o col tritolo o con una bella carica di dinamite...ovviamente, la rimozione del relitto resta comunque a suo carico totale. Inoltre, sui giornali e telegiornali la notizia deve avere ampio risalto, con titoli cubitali del tipo: "Oggi è stata fatta saltare in aria dalle autorità preposte, con una apposita carica di esplosivo, l'auto di un farabutto che l'aveva lasciata in doppia fila, bloccando un'ambulanza". In meno di un mese non vedresti più una macchina in sosta di intralcio a Roma...

Anonimo ha detto...

Ma possibile che qui a Roma vadano sempre a fuoco autobus e mai le automobili di questi teste di cazzo che le lasciano in sosta di intralcio?!

luca ha detto...

La colpa é dell'animale che ha lasciato la macchina li ma esistono due pratiche per non far fare più sbagli alle persone:la paura ovvero con minacce e botte li fai capire che quello non lo fai altrimenti.. e poi quello che io preferisco mettendo un adeguato aereo urbano che non permette proprio (a patto di non distruggere l'arredo e la tua macchina) di sbagliare.
É un po' come il classico esempio che ti fanno quando entri in uno studio legale al colloquio e ti dicono tra il killer pazzo il poliziotto e la vittima chi ha la colpa? Tutti a dire il killer ma devi dire il poliziotto perché non ha vigilato su quello che é pazzo e quindi incapace di intendere e di volere.
A volte suona un po senza attinenze con il parcheggio selvaggio ma spremendo le meningi troverete attinenza.
Ciao

disgustato ha detto...

Già uno che parla di Uber come che chissà quale cosa sia già capisco il tuo rango sociale alto sicuramente con il nuovo iphone xyz in tasca pagato quanto il valore di quella 500.Fai una bella cosa stattene ai parioli o alla Giustiniana o in altre zone ricche di Roma che de te possiamo pure fare a meno la bellezza di Roma é proprio data da sti vecchietti che hanno il core bono dei romani ma purtroppo data l'età sono così e attraggono molti più turisti di te che sfoggi il tuo nuovo iphone o il tuo nuovo imac che ti mangi il tuo brunch o che ti fai lhappyhour o paghi cash

Anonimo ha detto...

Sei un eroe magari tutti fossero come te che addirittura per farlo hai spesso pure qualche centesimo di euro

Anonimo ha detto...

A salvini importa del nonnetto infatti vuole aumentare la sicurezza e guarda caso la maggioranza di chi fa male agli anziani é straniero.
Salvini non vuole che vengano occupate le case popolari quindi anche li non premia o furbi. Anche altre cose ci sono prosalvini e prodimaio da dire ci sono ma non mi dilungo ti basta sapere che ha vinto 5stelle e lega proprio perché la gente é stufa di questa piccola percentuale che vive con il prima io

Anonimo ha detto...

Questo e' vero. Andrebbero murati gran parte dei portoni e andrebbe agevolata l'uscita delle persone dalle finestre mediante scivoli.

Anonimo ha detto...

Questa pagina è salviniana, vogliono demolire la reputazione di Roma e per fare questo inventano questi casi strampalati e inverosimili. Pensateci bene, come è possibile che in una città come Roma, centro di tutti i poteri del governo e di polizia ci siano così tante cose che non vanno e fuorilegge?
Io non ci credo proprio

Anonimo ha detto...

Ho sempre sostenuto che il car sharing fosse un cancro che porta piu' fanno che benefici. Finalmente ve ne state accorgendo anche voi.

Anonimo ha detto...

"In questi giorni la città è letteralmente sommersa dalla sosta selvaggia. Come non mai."
Ed eccola la stoccata patetica verso la Raggi. Roma è immensa ed arriva lui/lei che ci guarda dall'alto (quando in realtà sta solo che in basso), e sa che in questo periodo le effrazioni sono aumentata. Ma vaff.... sono decenni che Roma è così. Andate su viale Marconi, marciapiede centrale costantemente invaso.
Andate d'estate a Ostia, motorini sul marciapiede che bloccano il passaggio dei pedoni, perchè chi guida il motorino gli pesa il culo parcheggiarlo 1 metro più in là.
Potrei continuare all'infinito, non esiste zona di Roma che non sia così. Strisce pedonali, discesa per disabili, marciapiedi etc.. etc... tutti costantemente invasi.
La Raggi non può far nulla perchè ci vuole un miracolo! Ma sicuramente qualcosa la sta migliorando ma in mezzo ad una tonnellata di merda è difficile vedere un fiore che è spuntato.
Se non riuscite a vedere i miglioramente è perchè il vostro tifo da stadio non vi permette di dire GRAZIE RAGGI!
C'è ancora tantissimo da fare, la differenza tra la Raggi e tutti gli altri è che lei qualcosa la sta fancendo veramente.
In 2 anni del vostro immenso Marino io di queste scene ne ho viste più di UN MILIARDO, per la precisione 1.478.234.345, tutte documentate!
Continuate pure a ROSICARE TIFOSI!

Anonimo ha detto...

Marino anche stava facendo qualcosa, alcune cose meglio altre peggio, prima che venisse dismesso tramite un colpo di stato dello stesso PD con l'ausilio degli sciacalli a 5 stelle

Anonimo ha detto...

Paletti dovunque. Multe, ganasce e carri attrezzi. Rimozione dura senza paura.

Roma fa schifissimo ha detto...

ma di cosa ci si stupisce,a tone' romamerda e' stata sempre cosi', e tu lo sai bene!!!
Siete voi romani il cancro di questa citta', sono sicuro che il vecchio in carrozzella, quando poteva farlo, avra' parcheggiato la sua utilitaria in doppia, terza fila, sotto casa.
Bestie infami, siete cafoni incivili ignoranti!!!

Anonimo ha detto...

Certo perché io che abito li dovrei passare semmai dal negozietto lì vicino.
La cosa é semplice in centro in quelle vie solo scooter e bici le auto andrebbero abolite se non consentite solo a chi é obbligato perché deve scaricare un carico ma anche per gli acquirenti si potrebbe organizzare che l'aiutante di bottega porti con una carriola o altro la merce che si é acquistata al parcheggio più vicino che se sono 500-700m la cosa é fattibile

Anonimo ha detto...

Piacevole la tua ironia, ma la prossima volta usa meno apostrofi. Anche se sono gratis, a volte se ne può fare a meno...

Anonimo ha detto...

@ settembre 22, 2018 1:39 AM

Il suo commento è ironico, non ho alcun dubbio.

Alessandro Soderini ha detto...

Questione di educazione. Raggi non c'entra nulla (detto da uno che non l'ha votata, non la voterebbe mai e che considera questa Giunta una sciagura su tutti i fronti). Purtroppo le cattive abitudini come questa e troppe altre non le eradica una Giunta o l'altra, e anche le soluzioni come quella caldeggiata dall'autore servono a ben poco se poi non si agisce sul problema di fondo, e cioè appunto sull'educazione - e sottolineo educazione - civica, questa sconosciuta

Anonimo ha detto...

Io credo che si stia facendo un dibattito del tutto inutile.
La macchina è parcheggiata dove non è consentito. E gli si fa la multa. Basta.
E questo negli altri paesi succede sempre ed immediatamente. I cittadini sanno che se fai così poi paghi 100 euro, o 200 euro o quello che è. Automaticamente.
Se è una macchina del circuito car sharing non è un problema. La multa si fa alla società che la gira sulla carta di credito del fenomeno che l'ha lasciata lì.
Il fare filosofia sul fatto che in quel portone debba entrare un povero signore su sedia a rotelle, una mamma col passeggino, una donna con le buste della spesa, o un giovanotto gagliardo che uno zompo che se ne frega dell'intralcio o anche solo che non ci debba entrare nessuno è assurdo perchè è irrilevante chi ci debba entrare. È in divieto di sosta e gli si fa la multa. E purtroppo utilizzare un video col vecchietto per sensibilizzare al problema è del tutto improprio e da la misura di come sto povero paese si muova solo sull'onda dell'emotività e non del sereno e fermo rispetto delle regole.
E il fatto che ci debbano essere vigili e carri attrezzi prescinde da Raggi Marino Alemanno o altro.
È compito istituzionale e costituzionalmente previsto (artt. 117 e 118) che i v.u. si muovano in questi casi. Il sindaco non c'entra. E la multa non è di destra o sinistra, sovranista o europeista. È una sanzione e basta.
Se non abbandoneremo l'approccio interpretazionista a qualunque cosa solo per il gusto di fare casino e spaccare il capello in quattro finiremo molto male. Gli altri avanzano mentre noi litighiamo.

Anonimo ha detto...

Il vecchino e' morto stamattina, e' giusto che voi lo sappiate. Stiamo aspettando il referto autoptico nella speranza di poter accollare il decesso ai vigili.

battaglia_persa.

Anonimo ha detto...

E basta con questi anziani che remano contro l'Amministrazione!

Laura ha detto...

Quel cancro di Salvini é roba vostra.
Carogna.

Laura ha detto...

ma veramente in giro ci sono pesone che la pensano come te?
É una cosa insensata.
Vorresti che la gente povera o vecchia mutasse quartiere,per profitto di pochi?Spero che una disgrazia le faccia provare cosa vuol dire dover chiedere di venire assistiti dallo Stato.
Come le viene in mente,poi,di giudicare male un uomo che deve sottoporsi a dialisi e per giungere in ospedale chiede l' aiuto di un' ambulanza?
A me lo Stato passa una pensione di invalidità,dieci farmaci e le visite mediche.
Un medicinale costa 183 euro,e ci mancherebbe che mi dovessi sentire in colpa perchè sto male.
Alla faccia tua e di quelli col tuo cervello.
Pija,pesa e porta a casa,sborone.

Laura ha detto...

Un' amica,la quale si reca a Lione almeno tre volte l' anno,poichè ha una delle figlie che lavora lì,mi dice che in quella città,come in molte altre,é assai difficile trovare ascensori o scale mobili per le persone a ridotta o ridottissima mobilità.
Per il resto,si vivrebbe meglio che a Roma.

Laura ha detto...

Già usando il termine sub-umano senza neanche saperlo scrivere,ti qualifichi come persona cui palesare disappunto ,comunque sei tu la bestia.

Laura ha detto...

Quando faccio di questi discorsi agli amici e ai conoscenti,in genere controbattono che esagero.
Ed in effetti il parlare di disgrazie immani risulta molto fastidioso;persino io che dovrei fare cose per evitarmi delle "sfortune" che immagino ,tra l' altro,benissimo,non ci riesco.
Ma qui ci rimetterei io,anzi :ci rimetto spesso io.
Come un fumatore rovina sè stesso,ee ne conoscevo uno il quale,onestamente,se aveva un problema,evitava i medici in quanto si rendeva conto che la sua soluzione sarebbe dovuta partire da lui.
Così in ospedale andò in extremis e quello fu il suo ultimo e non costosissimo ricovero.
Ma questi soggetti che posteggiano ovunque (e costruiscono ovunque,chiedono e ricevono in gesrione qualunque luogo/cosa/animale ),non ci rimettono.
Ripeto : non ci rimettono.
Così anche i loro figli imparano cbe esistono comportamenti dannosi per sè e paraculi,non buoni o cattivi.
Un coso,lì,cui contestai ,una sera,che aveva posteggiato di fronte alla fermata di una linea di bus Atac,prima mostrò un disinteresse da
essere umano superiore,poi ,ad un mio,insulto,sì,un insulto,lui rispose che poteva essere anche quella cosa,ma intanto lui aveva un' esistenza piena e non era uno sfigato come me che aspettavo i mezzi pubblici alle dieci di sera.
Oramai molti automobilisti raggiungono tale livello di imbecillità.
Che aggiungere?
Che dovrebbero rimetterci,quando sbagliano.E punto.

Laura ha detto...

Sul nulla?
Nulla sono per lei le persone anziane che devono aspettare i bus in mezzo alla strada,per potervi salire in tempo ed essere visibili ai conducenti,dato che le auto posteggiano di fronte alle fermate,e quando devono montare sui mezzi,a volte sono costrette a domandare aiuto ad altri utenti dei medesimi,dato che il gradino risulta troppo alto?
E le persone sulla sedia a rotelle ?
Un pomeriggio d' agosto,era tutto deserto,un uomo su carrozzina elettrica potè usufruire delle prima esistenti pedane elettriche
Che poi sono state tolte poichè le persone erano costrette a stazionarvi sopra* e si rompevano.
L' uomo con disabilità potè usare il bus perchè la suddetta pedana poggiava sul marciapiede,miracolosamente libero.
Quando feci notare agli altri utenti a cosa serviva un marciapiede sgombro,aggiunsi un poco discreto : "come farebbero altrimenti alcune persone?",il signore,e non scrivo signore per nulla,ribattè :"Mi arrangio !"
E non mi pare nulla.
Ora anche io ho problemi nel salire,ma sono,mi si passi la volgarità,cazzate.
In fondo mi fa anche bene .
Ma mia madre no,lei non ci guadagna.
E così non si esce per andare oltre il nostro quartiere,che per fortuna,é bellissimo.
Immagina chi vive in luoghi urbanizzati e cementificati,e vorrebbe godersi un poco di verde ma non può muoversi perchè le automobili veengono piazzate dappertutto.
E chi deve andare a scuola,al lavoro o in ospedale,e si ritrova in mezzo al traffico con le auto che bloccano il bus?
E quando il 715 viene bloccato dalle auto in sosta all' Aventino,pieno di locali,e quasi sempre sono macchine di persone troppo importanti per essere disturbate?
Ovvero,disturbabilissime ma i vigili se la fanno in mano,e scusatemi anche questo?
Una volta attesi al gelo un 715,per un' ora,a causa di questo fatto.
E chissà se ora i conducenti,avendo anche poteri di polizia ,potranno scendere e multare a paletta i VIP
Se sarà un loro compito.
Ma tanto é nulla,vero?

Anonimo ha detto...

Il problema non è la mancanza di parcheggi ma
1) l'inciviltà di gran parte di automobilisti e motociclisti, per i quali le norme del Codice della Strada sono solo dei consigli;
2) la latitanza di chi deve controllare e la conseguente mancanza della fase repressiva;
3) il fatto che a Roma circolano troppe, troppe auto (“Non esiste al mondo città più congestionata di Roma: due milioni e 800 mila veicoli per poco più di due milioni e 800 mila persone è un record inarrivabile. Ce ne sono 978 per ogni mille abitanti, con 700 mila fra moto e scooter. A Parigi i veicoli circolanti ogni mille residenti sono 415. A Londra, 398. Una follia." Sergio Rizzo, sul Corriere della Sera, 2 febbraio 2015) https://benzinazero.wordpress.com/2015/02/02/traffico-la-citta-piu-congestionata-del-mondo-roma/

wings io ha detto...

Your friend's blog I read, I am impressed by your blog, I hope you will have more blogs or more articles to bring to the reader.

Anonimo ha detto...

La striscia bianca delimita un'area di transito dei pedoni su cui la macchina non doveva esserci. Senza giustificazioni. Punto.

jeje ha detto...

champion clothing
true religion
coach outlet
ralph lauren uk
ugg boots
coach outlet
true religion jeans outlet
coach outlet online
ralph lauren polo
nike blazers

ShareThis