Sull'Appia nasce un nuovo progetto immobiliare ma il degrado lo sommerge

6 settembre 2018
Con gli appendi abiti illegali delle bancarelle abusive che impediscono l'ingresso nell'ufficio vendite. Così sono costretti a lavorare coloro che ancora a Roma investono nell'immobiliare e nelle costruzioni, settore economico basilare per la crescita di qualsiasi città e a Roma praticamente fermo per i motivi, tra i mille altri, che si possono facilmente intuire in questo raccapricciante filmato.


Un nuovo progetto immobiliare potenzialmente interessante (al netto della banalità anni Ottanta dell'architettura proposta) che è costretto a operare in questo contesto. L'iniziativa dell'Opificio Appio ha delle potenzialità serie: non si tratta dei soliti palazzinari romani i cui nomi ci sono ben noti, bensì di un investimento immobiliare del fondo Igea di Prelios sgr, gente grossa e gente seria che fa operazioni milionarie in tutta Europa. Ma solo qui si trovano a lavorare in condizioni simili, immersi in un degrado che è difficile da trascrivere, per il quale abbiamo finito da tempo gli aggettivi. 


Chi ci scapiterà? I clienti che alla fine compreranno ad un prezzo elevato una casa in un contesto da vomito? O gli imprenditori che alla fine saranno costretti ad abbassare i prezzi pur di vendere qualcosa e dunque tagliare i guadagni previsti e, dunque, smettere in futuro di investire a Roma? L'unica cosa certa è che questo stato di cose determinerà una conseguenza nefasta, per gli attori coinvolto e per tutta la città. Non è la prima volta che ci occupiamo di faccende di questo tipo, ma del resto è così in tutta Roma il quadro. 

33 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

"O tutto cambia o tutto resta come prima"
Raggi.

Raggi e' l'unico sindaco ad aver peggiorato le cose.
Grazie grillini, grazie

Anonimo ha detto...

Cacciamo i bancarellari bengalesi da Roma. Via tutti, controlli giornalieri su tutto, licenze, assicurazioni, bolli auto e revisioni, permessi di soggiorno, patenti e via di seguito. Il comune faccia lavorare i vigili.

Anonimo ha detto...

Cacciamo i bancarellari TUTTI da Roma. Via tutti, controlli giornalieri su tutto, licenze, assicurazioni, bolli auto e revisioni, permessi di soggiorno, patenti e via di seguito. Il comune faccia lavorare i vigili.

Anonimo ha detto...

Ci sono 5800 vigili e 15000 licenze, fatti una domanda e datti una risposta.

Anonimo ha detto...

Madonna pare il Bronx anni 80...

Anonimo ha detto...

Roma unica capitale europea zeppa di bancarelle ovunque. Unica ad avere mercati rionali coperti e non di una bruttezza e sporcizia di tipo africano (ma poveri loro sono terzo mondo...).
Investire in un posto così è un suicidio economico per chiunque.

Anonimo ha detto...

Secondo me è assurdo scambiare merci con denaro nel 2018, io fossi l'amministrazione capitolina investirei nel baratto. Per un'economia molto più sana e sostenibile.

Anonimo ha detto...

Che con 50 vigili e 10 bancarelle al giorno se le spulciano tutte in 30 giorni lavorativi?

Anonimo ha detto...

il video rappresenta bene lo stato di abbandono in cui versa Roma. Non sono soltanto le bancarelle abusive ma la sciatteria complessiva: i graffiti, la manutenzione delle strade, la pulizia.
Nel frattempo a Milano costruiscono il City Life e aprono i nuovi flagship di Apple e Starbucks...

Anonimo ha detto...

Ma non ogni giorno. Ergo, hai scritto una corbelleria.

Anonimo ha detto...

Che invidia cacchio, me sa che m'ammazzo. Pem pem pem.

Anonimo ha detto...

Eeeeeh già, il problemone sono le bancarelle e i muri con le scritte. Non è che a 220000 per una monocamera di 39 metriquadri (praticamente 6000 al metro) se li danno giustamente in faccia gli appartamenti in un cesso di sarcofago ripitturato spacciato per chissà quale intervento innovativo?

Anonimo ha detto...

la zona è totalmente abbandonata a se stessa, purtroppo.

Federico ha detto...

Ammappa oh Starbucks ed Apple allora si che stanno bene solo perché hanno ste due cose fighe a me Apple e Starbucks le odio perché ti rubano i soldi vista il rapporto qualità prezzo

Anonimo ha detto...

teniamoci i bancarellari, i cassonetti, i motorini sui marciapiedi e le auto in seconda fila, che ce frega a noi di apple e Starbucks, del city Life, o tutti i nuovi progetti per 10 miliardi di euro che Milano ha in programmarono nei prossimi 2 anni, che da disoccupati abbiamo più tempo di andare ad ammirare er Colosseo

Anonimo ha detto...

Seeee, perché se sei disoccupato, a Roma come a Milano, passi le giornate da starbucs spippolando sull'ultimo modello dell'apple interessandoti di citilaif e mijardi d'euri aspettando l'appuntamento per comprarti un bilocalino figofigofigo a 400mila cocuzze, tanto con tutti questi che fanno l'investimenti un posto di lavoro prima o poi salta fuori... ma va a cagare, va...

Anonimo ha detto...

@anonimo 7/09/12 12:46
purtroppo e' cosi': gli investimenti stimolano l'economia, attirano operatori evoluti e creano lavoro. Purtroppo il suo contributo e' rappresentativo della mentalita' provinciale e retrograda di tanti cittadini romani

Anonimo ha detto...

si, aspetta e spera che assumono romani disoccupati, al massimo se le multinazionali vengono, assumono quelli che devono assumere, cioè raccomandati in cambio di favori ricevuti, come da roma e dal lazio in giu si fa da sempre, ma ultimamente ancora di più. Il brutto è che poi per questi bei lavori ti pagano massimo 700-800 euro al mese, con contratto di tre mesi, e lavori sabato-domenica festivi, naturalmente se sei meno raccomandato di altri, perchè chi conosce lavorerà con orari ministeriali e mai sabato domenica e festivi. Fonte esperienza personale.

Anonimo ha detto...

a parte che questi 40.000 posti di lavoro a milano manco se li vedo ci credo, ma tanto se pure mando un CV, ma sai quando mai ti chiamano? Avranno 50.000 raccomandati prima di te da assumere , e poi ti pagheranno massimo 700 euro al mese per tre mesi, e con 700 euro al mese a milano manco ci mangi, devi andare a dormire a Gessate a 400 euro al mese e col resto pagarti l'abbonamento per la metro. Si, proprio bei posti di lavoro stanno creando a Milano, ma va va.

Anonimo ha detto...

cmq tornando in topic, ma quanto costano le case in quel cesso di zona? 220.000 euro 40mq?

ahhhhaaaahahahahahahahahaahaahhahahaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhaahahahahahahahahahahahaahhahahahahahahahahahahahahahahahaaahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahaahaha

... se rioma fosse abitata da gente un minimo, dico un minimo, intelligente, ma manco 30.000 euro offrirebbe, ma che ci vieni a fare a rioma, la sotto manco più un negozio decente ci sta aperto, hanno chiuso tutti, e che fai? Lo trovi un lavoro senza raccomandazione per pagarti il mutuo da 1200 euro al mese per un monolocale?

ROBA DA PAZZI, questi ancora fanno i prezzi del 2006, guardatevi le percentuali vere di disoccupazione e guaradte quanti ancora possono permettersi quelle cifre, poi li a Via Gela, pensa te...

Anonimo ha detto...

la multinazionale famosa a Passo Corese, forse prendeva in considerazione il CV se eri automunito...ma se uno è disoccupato da anni, come fa ad essere automunito? E poi 100 km a/r per andare al lavoro, me li rimborsi te multinazionale i soldi della benzina? Aspetta e spera, eccoli i lavori che ci sono oggi. Per non parlare di come ti trattano, peggio delle bestie.

Anonimo ha detto...

il municipio è una cosa e il comune è un'altra cosa.
Poi quel tratto di via gela e cosi per diverse ragioni. A via Noto vendono le bombolette spray e chi le acquista le prova o sulle barriere del cantiere a via Noto (tanto è temporaneo) ma non intorno al negozio che poi lo metteresti in difficoltà (infatti il suo è l'unico muro pulito del quartiere)..

Anonimo ha detto...

Roma è merda, peggio di Calcutta. Milano capitale. Se Roma e merda è colpa dei romani. Punto. Potete dare la colpa alla politica, al sindaco, a chi volete ma è solo colpa vostra.
Scene cosi non si vedono neanche nelle peegiori città del mondo. Roma è merda. Anzi la merda è meglio

Carlo Carletti ha detto...

Tipo Santa Giulia Rogoredo a Milano ?
Un cantiere realizzato al 20% dopo 15 anni diventato una centrale dello spaccio ?
Perché non si parla mai dei tanti fallimenti di Milano che hanno bruciato milioni di euro di investitori e poveracci che hanno comprato ?

Anonimo ha detto...

ma che cazzo dici, a milano gli episodi così sono due o tre a roma è la normalità. a roma ci si meraviglia quando le cose vanno bene, tutto è merda in quella fogna, atac, acea, e soprattutto le persone. romano romano non esci da milano

Anonimo ha detto...

X 12,52 Pm, concordo al 1000%!

federico ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
federico ha detto...

Scusate è ma questa storia del "prima la gente deve prendere i mezzi e poi si aumentano" non sta né in cielo né in terra.
La gente i mezzi non li prende perché non passano mai,sono sporchi ed affollati,se vi aspettate che la gente prenda gli autobus sovraffollati su tratte che richiederebbero delle metro,od almeno dei tram,state freschi.
Budapest ha 156km di linee tram,Berlino 190,centro servito da metro,periferia servita da tram,e come extrema ratio gli autobus per aumentare la capillarità,senza contare che a Berlino hanno pure l's-bahn che a differenza delle ferrovie interne a Roma funziona bene,treni e stazioni pulite etc..
No,noi siamo furbi e utilizziamo gli autobus per qualsiasi cosa,senza nemmeno mettere le corsie preferenziali.
Se mi mettessero delle linee tram-metro decenti,mollerei la macchina in un secondo.
ESEMPIO:
L'altro giorno ho preso la metro dopo 6 anni di continui spostamenti in auto,lascio la macchina alle Terme di Caracalla(tra l'altro comprese dentro questo progetto di pedaggio,così chi viene dall'Ardeatina non si sa dove deve lasciare la macchina per cambiare con la metro),entro nella stazione Circo Massimo,Circo Massimo eh,non Rebibbia o Laurentina,sporcizia ovunque,marmi neri e pieni di grasso,pavimento di plastica rotto,biglietterie sporche,il treno almeno era pulito,ma ovviamente sovraffollato,l'attesa è stata tutto sommato breve.
Dopo aver fatto tutto riprendo la metro a Termini e mi capita oltre a 20 minuti d'attesa,uno di quei vecchi mb100 di 20 anni fa tutto graffitato,dentro talmente sporco che appena sono entrato sentivo la sporcizia sulla pelle ed aria condizionata rotta.
Ora,io mi chiedo,bisogna aspettare che il 99% dei romani prenda la metro per rinnovare almeno le stazioni centrali e pulire i treni?

usps tracking ha detto...

Your blog is meaningful, I have read many other blogs but your blog has persuaded me, I hope in the coming time you will have more great blogs to share with readers.

Anonimo ha detto...

Abito in zona e vorrei dire che il degrado non è dato solo dai bancarellari. La zona è sporca da sempre, malcurata, con la costante puzza di piscio/merda di cane che è solita infestare tutti i quartieri della piccola borghesia impiegatizia romana. L'area che non è più configurabile come industriale da parecchi decenni, di fatto è rimasta tale, abbandonata a se stessa e con ancora molti manufatti pericolanti.
Sono molto dubbioso sui vantaggi che potrà portare il recupero industriale della vecchia fabbrica. Il problema è sempre il solito: si realizza un'opera, magari anche di pregio e si lascia tutto il contesto urbano circostante nelle condizioni di sempre. Quegli appartamenti hanno un costo elevato, ben al di sopra del valroe di mercato della zona, personalmente non spenderei mai tutti quei soldi per vivere in via Gela, nelle condizioni in cui versa via Gela.

happy wheels ha detto...

Berdini sei uno stronzo!

PRESTITO VELOCE FRANCESCO BONI ha detto...

.



Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com


























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

























































Offerta di prestito veloce ed affidabile anche a segnalati fino a 90.000 euro rimborsabile in 120 mesi. Se hai bisogno di un prestito contattaci per maggiori informazioni: prestitovostro@gmail.com

duck life ha detto...

Your writing is great, it helps my work a lot, thank you

ShareThis