Opportunità bloccata a Roma da 2 anni, a Milano la sbloccano in 7 giorni. Storia assurda

5 ottobre 2017
Mi sono vergognato di essere romano e di dire in giro che vengo da Roma e a Roma vivo. 
Sono un geometra specializzato in cantieri per pubblici eventi e ho trascorso gli ultimi sette giorni a Milano per lavoro. Qui, nel profondo nord, sono stati in grado di organizzare Dinner in the Sky in sette giorni. Si, avete letto bene, sette. Per questa società, una società estera che porta questa piattaforma in giro per il mondo, mi occupo di questione logistiche. Loro mi chiamano prima di un evento e io lavoro. 

Di cosa si tratta? Molto semplice: un ristorante temporaneo sospeso nel vuoto, grazie ad una gru, una roba emozionale e esperienziale. Prenoti, paghi (molto), vieni trasportato in alto, nel nulla, con le gambe ciondoloni, grandi chef della città al centro della piattaforma cucinano per te e per altri commensali. Fine. Si fa in tutto il mondo. Ma proprio tutto. L'idea è di una società dei paesi baltici. In tutto il mondo meno che in una città dove evidentemente le innovazioni turistiche, lo svecchiamento dell'immagine, la promozione del territorio l'inserimento nelle buona pratiche dovunque adottate non interessa minimamente. 

Mi avevano chiamato anche per Roma, due anni fa. Solo che a Roma in due anni questa società non è riuscita ancora ad ottenere i permessi perché, di fatto, si sono sempre ritrovati un muro di gomma davanti. In due anni non c'è stato mai modo di trovare un ufficio del Comune che prendesse a cuore la questione e aiutasse a superare. 
Due anni fa venni coinvolto in prima persona da questa società per provare ad organizzare l'evento a Roma (in questo il mio diploma da geometra mi aiuta e parlando un discreto inglese me la sono cavata a confrontarmi con questa società estera), armato di faldoni pieni di documenti ho toccato con mano non tanto l'assurdità delle normative, ma soprattutto l'inefficienza, la pigrizia, la nullafacenza degli uffici. Un contesto che non ha paragoni all'estero ma per la verità neppure in Italia. Per questi incapaci che intasano gli uffici pubblici di Roma un evento come Dinner in the Sky, che porta soldi, movimento e visibilità, è un problema e non una opportunità.
La stessa identica forza e impegno che altrove viene profuso per superare le difficoltà, qui viene investito per mettere i bastoni tra le ruote a chi vuole fare, intraprendere e rischiare. Badate bene: l'impegno è lo stesso eh. Ma da una parte è volto a costruire e a evolvere la città, a Roma è volto a squalificarla e a far fuggire gli investitori a gambe levate.

Della parte politica meglio non parlare, stendiamo un velo pietoso. Oggi chi guida Roma non è in grado di organizzare dignitosamente la Befana a piazza Navona, figuratevi un evento come Dinner in the Sky. Chiedere a loro, bussare alla loro porta di questa classe politica, equivale perdere tempo. 

E a Milano? Perché le cose cambiano? Milano non ha le stesse leggi - fatte salve quelle regionali - che ha Roma? Milano non è anche lei in Italia con tutta la burocrazia italiana, la lentezza italiana, i tribunali italiani? Fatto che sta a Milano sono riusciti ad organizzare e dare tutti i permessi necessari per lo svolgimento di una manifestazione analoga a quella che volevano portare a Roma in SETTE giorni. 

Per dare l'ok ad un concerto sospeso in aria e permettere al cantante Marracash di cantare sospeso a 50 metri di altezza di fronte a 3 mila persone la Conferenza dei Servizi di Milano, affiancata da ingegneri capaci, ha dato l'ok in sette giorni. Sette giorni per un SI contro due anni senza essere in grado neppure di pronunciare un chiaro e netto NO. 

Capito perché a Roma non viene più nessuna ad investire e scappano tutti verso Milano o all'estero?  Dal mio punto di vista fanno bene e se fossi un imprenditore farei uguale. E anche come professionista lavoro meglio a Milano: qui le mie capacità e il mio apporto sono mortificati e avviliti. A Milano se sono bravo ottengo il risultato e rendo un servizio alla società che paga la mia parcella. Roma è una città incartata, ferma, immobile, spaventata incapace di avere un colpo di reni. Qui l'unico colpo necessario sarebbe un sonoro calcio in culo a chi amministra (e non parlo solo dei politici). Occorre una legge speciale per la città e un commissariamento come avete detto qui sul blog mille volte. E in questa legge speciale ci deve essere la possibilità senza rischiare ricorsi o impugnative di licenziare tutti coloro che si dimostrano non in grado di gestire degli uffici pubblici che oggi sono palude dove cresce solo la corruzione e l'inefficienza e che devono essere invece luoghi della trasparenza, dell'efficienza, del servizio veloce e efficace ai cittadini e alle imprese. Per fare questo bisogna mandare-a-casa migliaia di persone e assumerne altrettante di capaci. L'ente Roma Capitale deve diventare un ente pubblico dove sia possibile licenziare chi danneggia gravemente la collettività.

156 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...


Mi dispiace dover dissentire. E' vero che a Roma ottenere permessi per eventi appena 'moderni' è difficilissimo però questa cena a mezz'aria mi sembra davvero un evento di pessimo gusto. Mi sembra del tipo 'affitto ferrari e vado a 300 all'ora fino all'EUR'.

Roma ha bisogno di normalità non di eventi pacchiani.
Che si faccia in altre città del mondo non vuol dire che sia bello.

Anonimo ha detto...

Minchia, e adesso come facciamo senza l'esperienza emozionale della Dinner in The Sky?
Un evento FON-DA-MEN-TA-LE per la Città, trascurato in questo modo.
Sono indignato.
Non si fa così.
Vergogna, vergogna, vergogna!!!

Anonimo ha detto...

...e, aggiungo: voglio vedere anche a Roma, con i piedi penzolanti nel vuoto, il concerto di Marracash! Che artista, che evento!!!

Anonimo ha detto...

ma che articolo e'?Roma non ha bisogno di queste pacchianate!stanno bene a Milano e stacce pure te geometra!!!!!!

Anonimo ha detto...

a prescindere dall'evento in sé che può piacere oppure no, ma in quel caso uno è sempre libero di non andarci, è pur vero che Roma è ferma e Milano corre, non è un caso che tutte le più grandi aziende, da Sky a Eni, stanno scappando per spostarsi a Milano e non è un caso che nuove prospettive, come l'agenzia internazionale del farmaco, dopo la chiusura a Londra, punti a Milano e non certo a Roma

Anonimo ha detto...

'sti articoli, poi, sembrano scritti tutti nel medesimo stile...un malpensante potrebbe supporre che dietro il sedicente (anonimo) geometra ci sia sempre la stessa penna che, a turno, è stata un semplice cittadino (anonimo), un dirigente d'azienda (anonimo), un turista (anonimo) etc. etc. etc. ...

...ma a pensar male si commette peccato (anche se, spesso...)

Anonimo ha detto...

Comunque devi dire in che Municipio sei stato e dove hai protocollato la domanda. (Mica entri e “parli con qualcuno”, devi essere REGISTRATO, identificato e ti danno il pass, e qualsiasi cosa presenti devi farla attraverso il PROTOCOLLO, mi pare strano che una Commissione “parla” con chiunque arriva)
Roma ha fatto il CONCERTO SOSPESO PER ARIA AL CIRCO MASSIMO, te lo hanno detto questo a milano😂😂
È facile sparare balle, più difficile raccontarle. Giro il twit al Comune, se hai RAGIONE cercheranno il responsabile e chiederanno il protocollo.

Anonimo ha detto...

Aoh mo come famo senza il concerto pe aria ? che poi voglio vedè quando se sbraga tutto e se schiantano pe terra

Anonimo ha detto...

la povertà mentale di questi commenti da babbuini (aho' vacce te, stacce te, anvedi ahò, a me num me piace) conferma in pieno l'assunto dell'articolo. Roma è una città morta che può eleggere solo dei morti che possono gestire altrettanti morti che però in caso di mazzetta vedi come resuscitano.
C'è solo da andar via da qui. Sarà bellissimo lasciarvi tra babbuini, vi intenderete a perfezione.

Anonimo ha detto...

A Roma ce sta sempre l'avvocatuncolo che te fa il ricorso al TAR, cosi', tanto pe fa' caciara....

Anonimo ha detto...

@Anonimo 05/10/17, 11:10 AM

Complimenti a te, invece, e al tuo splendido gusto.
Evidentemente adori manifestazioni inutilmente pacchiane come quelle descritte dal (sedicente?) geometra.

Buon viaggio; per la tua destinazione ti consiglio qualche cittaduncola dove non possono far meglio che proporre cene con i piedi per aria, in mancanza di qualcosa di più sostanzioso.

Anonimo ha detto...

che tristezza questi commenti, abbiamo ancora gli occhi foderati, purtroppo

Anonimo ha detto...

Ma si, spacciamo qualunque cagata per evento interessante, o per arte!
Avanti così!!!

Anonimo ha detto...

Ve lo meritate Alberto Sordi

Anonimo ha detto...

Da Milanese (non di origine) la cosa che più mi rattrista e sconvolge è l'immensa ignoranza espressa da alcuni commenti a questo articolo.. "cosa ce ne facciamo di un ristorante sospeso in aria..". Non ve ne fate nulla, come non ce ne facciamo nulla a Milano. Però chiedetelo al numero di abitanti in continuo aumento qui a Milano, alle imprese che continuano ad investire e portare soldi e lavoratori preparati nella nostra città, chiedetelo agli otto milioni di turisti che nel 2016 hanno visitato Milano rendendoci la 14esima città più visitata al mondo, cosa significa trovare modernità, servizi, sperimentazione, divertimenti. Se voi da romani avete il CORAGGIO di commentare questo articolo con una simile dose di ignoranza vi meritate tutto lo schifo in cui vivete. Non meritate di essere la capitale di un'Italia che ci prova e sta usando tutte le forze per risollevarsi. La vostra città fa schifo, vent'anni fa era la più bella del mondo. Prima ne prendete coscienza e meglio è. Leggete, informatevi e smettetela di far ridere il pianeta.

Anonimo ha detto...

Qui a Bruxelles questo evento dura appena qualche giorno, ed è una cosa normalissima da alcuni anni. Chi vuole andarci ci va, e nel frattempo immagino porti bei soldi al comune. Credo che nessuno abbia protestato.

Anonimo delle 11:01 ha perfettamente ragione. La povertà mentale di questi commenti e l'ignoranza di quello che succede appena fuori dalla vostra città sono disarmanti...


Carlo Carletti ha detto...

Infatti la sede nazionale della BNL è a Milano non nel palazzo di recentissima costruzione a Tiburtina.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 11:20 AM,

è comprensibile: a Bruxelles, probabilmente, questo "fantastico" evento è l'unico diversivo possibile in una città le cui attrazioni più interessanti sono la pioggia ed i tram...

Roma, magari, è un po' diversa. Cosa ne pensi?

Anonimo ha detto...

l'esercito dei pentadementi ha deciso che l'evento è pacchiano brutto inadatto a Roma e fa dietrologia sulla reale identità del geometra (della serie gomblotto!)
come al solito l'idiota guarda al dito e non alla luna....
la denuncia riguarda il livello di inefficienza della macchina comunale, imbottita negli anni di nullafacenti imboscati rubastipendio...i sedicenti grillini che dovevano aprire la stanza dei bottoni si sono ammanicati alla perfezione con questi cialtroni che sono la vera causa del disastro romano

Anonimo ha detto...

Sinceramente non credo nessuno ( tra i commenti ) ha capito niente di quello che è stato scritto. Il geometra ha descritto come un oramai famoso evento, che potrebbe tranquillamente camminare da solo per quanto è conosciuto e richiesto, non riesce ad essere realizzato in questa città che sempre di più assomiglia ad una città del terzo mondo...cantanti tamarri o altro, non importa...è solo un esempio !!! e apritela quella mente anzichè pensare solo al calcio !!!

Anonimo ha detto...

Vivo a Roma e lavoro in centro storico, un centro storico popolato da persone del calibro di quelle che rilasciano questi tipi di commenti.
Purtroppo Roma non crescerà mai proprio per la mentalità e la mediocrità di queste persone che creano terreno fertile per la classe politica.
Completamente d'accordo con anonimo delle 11.01 e delle 11.19!

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 11:24 AM,

quindi chi pensa che la "Dinner In The Sky" sia un'emerita stronzata è automaticamente un "pentademente", vero?
Spiacente di deluderti...

Anonimo ha detto...

La povertà di molti commenti (ma che ce frega de sta' coi piedi appesi, ecc.) spiega tutto. Romani, ve lo meritate Brignano (semicit.).

Cristiano ha detto...

Ed ecco nei commenti l'esercito di cerebrolesi che guarda il dito e non la luna. E' grazie a loro che Roma oramai è una vergogna assoluta

Anonimo ha detto...

Ma perché il geometra non si firma con nome e cognome?

Francesca ha detto...

Chi commenta forse non ha mai provato ad organizzare nulla a Roma. Io ci passo tutti gli anni ed è una vera follia. Qualsiasi cosa, dal grande evento alla pulizia di un parchetto, si incaglia in mesi di burocrazia e ignoranza.
E non c'entrano solo i politici, c'entra anche il funzionamento medievale di praticamente tutti gli uffici e l'incapacità dei dipendenti pubblici. È veramente sconfortante.
E non auguro a nessuno di vivere in una città dove non può essere organizzato nulla (che vita triste...)

Anonimo ha detto...

Voglio provare a farmi autorizzare un'installazione mobile di 50 persone con le braghe calate.
Anche questa potrebbe essere un EVENTO, o meglio ARTE!!!

...ma temo dovrò farlo a Milano. Sigh.

Anonimo ha detto...

Leggendo i commenti mi rendo conto che siamo senza speranza... Un articolo che parla dell'inefficenza degli apparati burocratici viene svilito da persone che di questo articolo hanno capito solo che tratta di una cena per aria.. Svegliaaaa qui non si parla dell'evento in sè, si parla degli uffici popolati da cialtroni che pensano solo a timbrare il cartellino. Sottoscrivo la necessità di licenziare migliaia di persone nullafacenti.. Ma non succedrà mai. Andremo sempre peggio. Lo so.

Anonimo ha detto...

@ Francesca,

che a Roma burocrazia e ignoranza regnino sovrane, è un dato di fatto.
Ma non si deve far passare l'idea che qualunque pseudo-evento (come quello dell'articolo) rappresenti il massimo al quale questa città deve aspirare.

alliss ha detto...

L'idiozia di alcuni commenti che dicono che Roma non ha bisogno di questa pacchianata dimostrano le capacità mentali ridotte di molti suoi abitanti che, non cogliendo minimamente il senso dell'enunciato ne fanno una questione di campanile senza comprendere che due anni per non avere una risposta, che poteva essere benissimo un "no", sono una vergogna, uno scandalo, una cosa che fa fuggire gli investitori. No gli idioti possono solo fare il tifo. Per fortuna che a breve me ne vado e spero di non tornare mai più. E dire che ci sono nato e che la am(av)o. Ma purtroppo i suoi abitanti, non la Raggi, non Veltroni, non Alemanno, ma proprio i romani, l'hanno devastata.

Anonimo ha detto...

@ alliss,

visto che a breve te ne andrai, buon viaggio.

Curioso come qui su RfS postino tutti quelli che se ne sono andati, o se ne andranno presto.
Roma dovrebbe già avere la stessa densità abitativa del nord della Finlandia...

Giulio ha detto...

I commenti confermano la pochezza e la scarsa visione del romano medio, a parte l'evento in oggetto, mi state dicendo che gli uffici comunali funzionano? C'avete un bel coraggio!

Anonimo ha detto...

@Giulio,

ma chi avrebbe detto che gli uffici comunali funzionano?
E' stato semplicemente detto che l'evento in sé è una sonora cagata.

Anonimo ha detto...

L'articolo non é tanto sull'evento in se', ma sulla capacitá dell'Amministrazione. L'evento non va bene per Roma? OK, ma la risposta deve arrivare in 7 giorni.

Anonimo ha detto...

Il pubblico impiego ha rappresentato la pietra legata al collo dell'Italia dagli anni 70, nel meridione poi (da Milano in giù) è stato una autentica catastrofe, la stupidità di certi commenti può venire solo da chi ha le chiappe parate dallo stipendio sicuro dello stato.

alliss ha detto...

Purtroppo prima di spostarsi occorre un lavoro. Forse l'ho trovato. Se andasse male continuerei comunque a cercarlo non a Roma. E se me lo avessero detto dieci anni fa avrei preso per pazzo chi lo diceva perché non l'avrei cambiata per nulla al mondo. In effetti sapendo la lingua il nord della Finlandia non sarebbe male. Mi accontento però del nord dell'Italia. Poi magari in futuro ancora un po'più a nord. Detto questo, del quale non frega ovviamente nulla a nessuno e che non è inerente al post, il giudizio sui commentatori che non capiscono cosa commentano resta. Continuate pure a fare il tifo acritico. Siete voi che avete distrutto Roma

alliss ha detto...

Non creda. Per alcuni è una specie di sindrome di Stoccolma

Anonimo ha detto...

Ancora ci meravigliamo che Roma è in queste condizioni? Da questi commenti si evince che ce la meritiamo così e anche peggio

Anonimo ha detto...

@aliss,
un sincero in bocca al lupo (dico sul serio).
Ripeto, nessuno mette in discussione l'inadeguatezza della macchina burocratica romana.
Fa solo ridere come si voglia spacciare per grandioso evento (che, puntualmente, secondo il redattore dell'articolo di turno, si fa in tutto il mondo tranne che a Roma e bla bla bla) qualunque fregnaccia.

Per questo respingo (almeno io) le accuse di tifo acritico o di distruzione di Roma.

p.s. Finlandia ok, ma per esperienza molto meglio il sud che il nord!

Anonimo ha detto...

ma se l'evento faceva tanto schifo, perché non hanno risposto subito di no?

Anonimo ha detto...

Capisco l'esasperazione... Un commissariamento - secondo l'ordinamento - non può essere a tempo indeterminato, necessita di presupposti, requisiti ed ha vincoli precisi; la sua efficacia dipende molto da chi sono i commissari, i quali comunque non dispongono di poteri eccezionali o salvifici, che superino cioè quelli dell'amministrazione. La legge speciale che invece viene invocata per cacciare tutti senza possibilità di ricorsi non solo non è fattibile dal punto di vista procedurale ma sarebbe anche incostituzionale. A me pare che - senza sognare leggi o commissariamenti - serva soprattutto buona amministrazione ordinaria e quotidiana. Il giudizio lo devono dare i cittadini nelle urne, perché la responsabilità (la colpa) è degli elettori.

alliss ha detto...

Che poi se è pacchiano questo le bancarelle di Tredicine a piazza Navona che sono?

Anonimo ha detto...

Le bancarelle a Piazza Navona sono vergognose, nessun dubbio anche qui.

Anonimo ha detto...

Roma non se ne fa niente di eventi pachcchiani come questo. Noi invece abbiamo avuto il musical Divo Nerone, capito!? Questo sì un evento culturale di buon gusto, che ha attirato turisti, stampa, e fior di investitori da tutto il mondo!

Anonimo ha detto...

Due questioni separate, direi. La prima la burocrazia, cancro della nostra citta', non ci piove, sarebbero bastati pochi giorni per dire si' o no.

Sulla questione del ristorante appeso *ad una gru enorme....* simpatizzo con gli scettici. E' una pacchianata e potrebbe forse andar bene per una citta' ultramoderna, a Roma vedo altre iniziative ben piu' convincenti e qualificanti. Che tipo di indotto possa portare un affare che ospita 10-15 persone per volta in due-tre turni per qualche giorno, magari anche disposte a spendere un botto per cenare appesi, serviti dal masterchef di turno... se non pochi spiccioli di concessione suolo pubblico... boh davvero abbiamo bisogno di questo tipo di cose? Non e' forse il turismo aculturale, dei pulman mordi e fuggi (visita tutta la citta' in un giorno e mezzo) che ha contribuito alla generale sciatteria di Roma?

Anonimo ha detto...

che bisogno c'è di cenare a 50 m di altezza
se si rompe il cavo è una strage

Anonimo ha detto...

Il musical Divo Nerone è un'altra atrocità.
Ma perché volete farne a tutti i costi una questione politica?

Una bruttura è una bruttura, indipendentemente dalla parte politica che la propone.

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 12:12 PM

Esattamente, null'altro da aggiungere.

Anonimo ha detto...

se è pacchiano questo le bancarelle di Tredicine a piazza Navona che sono?

sottoscrivo,verissimo ! in una città in cui il decoro è violato ogni giorno dalle auto sui marciapiedi e sugli scivoli per disabili, le mura imbrattate e la monnezza agli angoli dei monumenti, gli autobus sporchi e le isole pedonali dove si parcheggia e si sfreccia, mi pare che invocare leggi speciali sia folle. Altro che cose speciali, noi dobbiamo recuperare proprio il senso della normalità !

Anonimo ha detto...

in una città moderna e viva serve tutto, anche cose che fanno discutere.
in una città mezza morta come roma non si fa niente, né di brutto né di bello.
solo palude, stagnazione e decadenza

Anonimo ha detto...

A Roma solo sassi e carbonara come la faceva nonna! Basta co sto modernismo a tutti i costi!! Roma Contemporary Free Zone!! Subbbitooo!!!

Anonimo ha detto...

Sono anni e anni che tento di far comprendere alla burocrazia romana l'importanza di installare vespasiani galleggianti su piscine colorate con effetti sonori a scroscio mixati con canti gregoriani nelle più importanti piazze storiche della città. Oh, non m'hanno mai dato retta! Un vero e proprio muro di gomma! Eppure non ci vuole niente a comprendere gli infiniti vantaggi che deriverebbero dalla realizzazione del mio progetto: igiene e decoro, cospicui incassi per il Comune, posti di lavoro, appeal internazionale almeno fino a che non cominceranno a copiare l'idea in altri Paesi, insomma un'iniziativa di respiro mondiale che coniugherebbe storia, tradizione, modernità e progresso!!!. Invece niente, a volte negli uffici mi hanno anche risposto sgarbatamente e ho percepito una specie di ironia offensiva. Che schifo! Sto seriamente pensando di andare a proporre l'idea a Montecarlo.

Anonimo ha detto...

@ anonimo 12:19 PM,

mi pare solo uno slogan fatto e finito.
Ad una città mezza morta serve innanzitutto il ripristino della normalità delle cose (leggasi servizi, pulizia, decoro). E' qui che bisogna concentrare gli sforzi.

Altrimenti, e come avere una casa completamente diroccata, e preoccuparsi per prima cosa dell'installazione di una vasca idromassaggio.

Anonimo ha detto...

Le due cose non si escludono, non è che per dare due permessi a dinnerinthesky non puoi più riparare le fogne o rifare una strada...

Anonimo ha detto...

Invece magari a 50 metri di altezza, lontano da roghi tossici, mutandari, parcheggiatori abusivi, macchine in tripla fila... magari Roma tornerebbe ad essere bellissima.

Anonimo ha detto...

@anonimo 12:32
O, più probabilmente, vedresti meglio tutto quello che hai descritto.
Ecco perché dico che, prima, andrebbero risolti altri problemi.

Anonimo ha detto...

Oggi pare che abbiano aperto le gabbie dei subumani ancora piu del solito a leggere gli sproloqui idioti qui sopra.

Intanto tranquilli, la citta e' a vostra pronvinciale e putrida somiglianza. Siete delle merde in una citta di merda.

Dispiace solo per quelle persone che provano ancora a vivere e lavorare con dignita. Tutti concetti ormai estranei ai residenti di roma che non vivono ma si limitano e esistere, certo non lavorano ma al massimo hanno un impiego e che la dignita non sanno neanche cosa sia.

Anonimo ha detto...

Da Milanese (non di origine) la cosa che più mi rattrista e sconvolge è l'immensa ignoranza espressa da alcuni commenti a questo articolo.. "cosa ce ne facciamo di un ristorante sospeso in aria..". Non ve ne fate nulla, come non ce ne facciamo nulla a Milano. Però chiedetelo al numero di abitanti in continuo aumento qui a Milano, alle imprese che continuano ad investire e portare soldi e lavoratori preparati nella nostra città, chiedetelo agli otto milioni di turisti che nel 2016 hanno visitato Milano rendendoci la 14esima città più visitata al mondo, cosa significa trovare modernità, servizi, sperimentazione, divertimenti. Se voi da romani avete il CORAGGIO di commentare questo articolo con una simile dose di ignoranza vi meritate tutto lo schifo in cui vivete. Non meritate di essere la capitale di un'Italia che ci prova e sta usando tutte le forze per risollevarsi. La vostra città fa schifo, vent'anni fa era la più bella del mondo. Prima ne prendete coscienza e meglio è. Leggete, informatevi e smettetela di far ridere il pianeta.
---------------------------------------------------------------------------------------------

Concordo e sottoscrivo, ROMANI FATE SCHIFO!!!!!! E ve lo dice un ROMANO stufo di gente come voi!

Carlo Carletti ha detto...

Ma guarda che fino a qualche anno fa tutto si organizzava in un attimo, con il sistema Buzzi i problemi erano tutti risolti in una settimana, peccato che li risolvevano rubando i soldi nostri. C è poco da fare, se fai le cose regolari con le leggi assurde che ci sono in Italia per fare ogni cosa ci vogliono mesi se non anni. Sala per L Expo di Milano è RINVIATO A GIUDIZIO, (io non so se ha torto o ragione) ma se ti metti a fare lo splendido, chiunque tu sia, in modo onesto o disonesto, finisci per infrangere qualche legge o regolamento, sempre. Raggi potrà fare poco, come chiunque altro arrivi, e quel poco ci vorrà molto tempo per realizzarlo.

Anonimo ha detto...

Infatti questo blog dovrebbe chiamarsi ROMANI FANNO SCHIFO.

Anonimo ha detto...

@12:46 PM:
le idiozie che hai scritto ti qualificano.
Sei un rifiuto umano che non merita neppure risposta.

apschian ha detto...

Ma secondo te Roma ha bisogno di questo... una cena appeso in aria... ma va va va e non concludo!!

Carlo Carletti ha detto...

Giusto, ma per realizzare questi servizi c è bisogno di denaro e gli investimenti portano denaro. (Personalmente mi pare una stronzata la cena in aria, però è un esempio di come la macchina burocratica romana non funzioni, gli dovevano dire no in 2 giorni)

Anonimo ha detto...

Anonimo (!!!) ha detto...
Ma perché il geometra non si firma con nome e cognome?

ottobre 05, 2017 11:28 AM


Direi uno dei punti più bassi di oggi

Anonimo ha detto...

non lascia nome e cognome, Perchè oltre che incapaci sono permalosi e vendicativi.....

Anonimo ha detto...

Anonimo chiede al geometra di firmarsi.
Siamo davvero alla frutta. che cazzo ci devi fare col suo nome?
Noi col tuo proprio niente, questo è sicuro.

Anonimo ha detto...

E non capiscono. Non capiscono che il gusto non c'entra un cazzo. Non capiscono che si tratta di business, lavoro, soldi. Non capiscono che una amministrazione DEVE rispondere nei tempi, perché E' PUBBLICA e non può fare come gli pare (che poi è noto che aspetta le mazzette). Non lo capiscono perché la maggior parte dei babbuini che defecano in queste pagine la loro grettezza mentale, guardano a chi ruba lo stipendio pubblico CON AMMIRAZIONE, perché loro farebbero - se già non lo fanno - altrettanto, perché è da furbi, perché lavorare ma chi cazzo me lo fa fare, tanto so tutti ladri. Invitano chi vuole andarsene a farlo non rendendosi conto che, come la famosa battuta di grillo sui socialisti, se se ne vanno tutti quelli che pensano e creano ricchezza, a noi parassiti chi ce lo paga lo stipendio?
Poveri coglioni.
Quando sarete nella merda fino agli occhi direte che è cioccolato.

Anonimo ha detto...

Francamente, l'anonimo che si domanda perché il geometra non si firmi con nome e cognome, ha tutte le ragioni del mondo.

Altrimenti potrebbe venir il sospetto che gli articoli siano inventati di sana pianta...

Anonimo ha detto...

Facciamo una bancarella di mutande sospesa, con tanto di furgone annesso, sospeso pure lui!!! Questo si che sarebbe una novità mondiale, cosi oltre ad occupare strisce e marciapiedi occupiamo pure l'aria. Roma capitale delle mutande sospese!

Anonimo ha detto...

@ anonimo 1:20 PM

Quanto livore.
Stamattina hai dimenticato di prendere le pillole?

Anonimo ha detto...

Concordo. Nome e cognome, altrimenti sono tutte cazzate.

Anonimo ha detto...

"Oggi chi guida Roma non è in grado di organizzare dignitosamente la Befana a piazza Navona"

3 mesi prima hai già deciso che non è organizzata dignitosamente. Complimenti.

Anonimo ha detto...

la stessa logica peracottara per cui so meglio un gruppo de palazzine de 7 piani (ponte di nona style) che 2 grattacieli griffati
siete senza speranza e ve meritate sto comune demmerda

Anonimo ha detto...

@2:04 PM
Non so cosa tu abbia letto, ma qui nessuno ha parlato di palazzine e grattacieli "griffati" (ah, vero, cose simili alla nuvola di Fuffas che invade la strada).

Un altro fine pensatore...

Anonimo ha detto...

Credo che l'articolo parli del fatto che e' difficilissimo organizzare eventi che altrove possono essere fatti tranquillamente, poi che l'evento sia bello o meno e' un altro paio di maniche...vedo che molti non lo hanno proprio capito.

Analfabetismo funzionale portami via.

Anonimo ha detto...

la citta e' a vostra pronvinciale e putrida somiglianza. Siete delle merde in una citta di merda.

un bel modo per avviare un dibattito, non c'è che dire...

Anonimo ha detto...

questo blog dovrebbe chiamarsi ROMANI FANNO SCHIFO.

anche questa sembra una osservazione equilibrata e tipica di chi rispetta l'interlocutore

Anonimo ha detto...

@anonimo delle 2:37 e 2:40 PM

Lascia perdere, non ne vale la pena.
Denigrano chi la pensa differentemente da loro, e non sono capaci di mettere in fila 2 parole che non contengano volgarità e siano scritte in un Italiano non dico bello, ma almeno corretto.

pasqualino masiero ha detto...

Che tristezza non entro nel merito dell'iniziativa io non ci sarei andato ma il racconto è chiaro a Roma non si prendono decisioni per incapacità da un'anno tre quartieri aspettano risposta da Linda Meleo sul prolungamento Metrob a casalmonastero gara assegnata nel 2011 e bloccata Marino stava risolvendo il problema non ne ha avuto il tempo finiremo per pagare 100 milioni di penale oltre al danno....

rik ha detto...

Trovo imbarazzanti molti commenti, del tipo: "chi se ne frega della cena", "non è una cosa fondamentale".
L'articolo indica palesemente la Luna e questi guardano il dito.
A chi non l'ha capito: l'argomento dell'articolo non è il mancato evento, che è solo un esempio, ma la burocrazia romana (dovuta ad una serie di fattori, dei quali i romani si fanno complici). E' assurdo che certa gente non ci arrivi da sola...

Anonimo ha detto...

Pasqualino,
virgole e punteggiatura sono gratis: usiamoli. Grazie.

Anonimo ha detto...

vi meritate tutto lo schifo in cui vivete. Non meritate di essere la capitale di un'Italia che ci prova e sta usando tutte le forze per risollevarsi

premesso che non hai tutti i torti, in genere se vuoi convincere qualcuno delle tue ragioni lo prendi sempre a calci in faccia ?
Io il problema di roma lo vedo soprattutto nella rete dei servizi pubblici non concorrenziali (trasporti, nettezza urbana); comunque sia è una città che ha un pil pro capite più alto della media nazionale ed ancora, miracolosamente, attrae investimenti stranieri molto più della maggior parte delle altre città italiane. quindi smettiamola di autodenigrarci e diamoci da fare, come disse un Papa

Anonimo ha detto...

Convicnere delle ragioni qualcuno che ha dimostrato costantemente di non avere un cervello e' una pardita di tempo.

O lo salvi prendendolo a calci in faccia (il tempo delle parole e' finito) oppure lo lasci morire di annegamento nella propria stessa merda.

Buona merda a tutti

Anonimo ha detto...

2:07 PM

era per farti capire quanto peracottari siano quelli che si mettono a disquisire sul ristorante sospeso per aria inadatto a roma torborgata
ma niente nun capisci...scommetto che tu preferisci cacio e pepe dar monnezza ar tufello

Anonimo ha detto...

@2:50 PM
E prendile, 'ste pasticche!

Anonimo ha detto...

@2:07 PM
Non frequento il Tufello, ma anche se lo facessi non vedo cosa ci sarebbe di male.
Il solito radical-chic del piffero...

Anonimo ha detto...

era @2:51, ovviamente. Sorry.

Paolo Finamore ha detto...

Tocca pure spiegargli che il punto non è la cena sospesi per aria...è un esempio, cazzo!!! Pronto? C'è nessuno in casa? McFly?

Io ve lo dico, state predicando nel deserto :)

Anonimo ha detto...

E' sicuramente un esempio, ma un esempio di merda.

Anonimo ha detto...

2:55 PM

niente non capisci...non c'è nulla di male nel monnezzaro del tufello, siete voi che sostenete che c'è del male nel ristorante sospeso in aria....SVEGLIATE!
siete dei peracottari perchè oltretutto non c'entra una cippa con la denuncia dell'articolo che riguarda l'inefficienza del comune che qualsiasi cosa si voglia organizzare frappone la sua lentezza e inettitudine.

Anonimo ha detto...

@3:11
Aridaje (utilizziamo un po' di slang, almeno capisci meglio).
NESSUNO HA MESSO IN DUBBIO L'INADEGUATEZZA DELLA MACCHINA BUROCRATICA ROMANA (scritto in maiuscolo almeno leggi meglio).
Semplicemente, lo sproloquio sull'esperienza emozionale del ristorante con i piedi per aria è ridicolo. Fine.

Anonimo ha detto...

Totalmente d'accordo con l'articolo in oggetto. Ma lo stesso vale, ad esempio, anche per i trasporti pubblici. Io, come studioso di trasporti e mobilità, ho potuto visitare i retroscena sia dell'ATAC di Roma che dell'ATM di Milano. La differenza è profonda, sotto molti aspetti, ed è tutta a favore di Milano. L'ATM meneghina dispone di officine di manutenzione dei loro mezzi con i controcazzi, che in pochi anni sono riuscite ad ammodernare e climatizzare buona parte dei treni in servizio, ad esempio, sulla metropolitana linea 1 (la rossa). Qui a Roma, nonostante le solite pompose affermazioni di chi "dirige" questa nostra disgraziata città, non si è riusciti minimamente ad ammodernare e climatizzare i treni serie MB, in servizio sulla metro B (quelli con le porte blu e veicoli non comunicanti, per capirci), se non uno solo, che peraltro funziona una volta sì e nove no. Quindi, non mi sorprende che l'ATM di Milano co-gestisce anche la metropolitana di Copenaghen, capitale della Danimarca, ed è con i conti in leggero attivo. L'ATAC di Roma non riesce ormai a gestire più nulla ed è piena di debiti fino al collo.

Anonimo ha detto...

Sono romano e innamorato di Roma,però purtroppo devo convenire che hai perfettamente ragione caro milanese.Ma stai tranquillo che Roma è sopravvissuta ai lansichenecchi,ai tedeschi ed ora saprà certamente superare il nulla che questa setta di inefficienti analfabeti rappresenta. Il giorno in cui i rappresentanti di questa congrega dovranno iniziare a trovarsi un lavoro si avvicina.

Anonimo ha detto...

scusa @3.15 ma non ti viene in mente che quello che pensi tu del ristorante non freghi niente a nessuno? Hai qualche competenza in merito? Sei Carlo Cracco? Sei il ministro dello sviluppo economico? No, come me , non sei nessuno e a nessuno frega un cazzo di quello che pensi tu, quindi inserirlo in un post che parla di AMMINISTRAZIONE è solo puerile (Significato: Infantile; ingenuo in senso banale e anche indisponente.Proprio o caratteristico della fanciullezza.)
E non serve nemmeno che alla 37esima volta che qui lo fanno notare, tu aggiunga che be' si la macchina amministrativa è inadeguata, perè a me sto ristorante sta sul cazzo perché leggi il labiale NON CE NE FREGA UN CAZZO

Anonimo ha detto...

Dai commenti che leggo, specialmente i primi due, vedo che qui alcuni commentatori non hanno capito un concetto. Roma, per avere un turismo maggiore, avrebbe bisogno anche di "spettacolarizzare" ciò che ha. Il rudere che sta lì da millenni, per quanto importantissimo e nobile, non basta. Qui servono idee nuove, anche apparentemente stravaganti, ma sono quelle che attirano i turisti in massa. E che poi portano anche a nuovi investimenti e, quindi, pecunia. Ma chi viene ad investire qui non deve trovare una burocrazia insormontabile, perchè se non non ci viene più. E questo poi crea danni alla città. Questo è il senso del discorso. A prescindere poi se possa essere un po' bizzarro il ristorante appeso per aria, comunque è una idea, una innovazione, che può attrarre. Ecco perchè io concordo totalmente con l'autore dell'articolo.

Anonimo ha detto...

3:15 PM

sinceramente che a te l'esperienza emozionale del ristorante sospeso pell'aria non piace (perchè preferisci cacio e pepe dar monnezzaro ar tufello) non interessa a nessuno, non ha alcuna rilevanza, non ce ne po fregà de meno....è comunque un'iniziativa nuova che porta soldi investimenti lavoro e chi si espone investendo risorse merita dal comune una risposta tempestiva ed efficiente. se ti sforzi ci puoi arrivare, ma forse anche no

Anonimo ha detto...

Ma infatti credo possa essere utile leggere anche qui:

http://dirigentindustria.it/federmanager/lombardia-fra-i-quattro-motori-d-europa.html

Anonimo ha detto...

O anche qui:

https://it.wikipedia.org/wiki/Quattro_motori_dell%27Europa

Anonimo ha detto...

@3:26, 3:36PM (probabilmente la stessa persona)

Figurati quanto possa importare al mondo quel che pensi tu...e ti consiglio di smettere di usare il plurale maiestatis (https://it.wikipedia.org/wiki/Plurale_maiestatico ; metto il link perché non sono certo che tu sappia cosa sia): non stai rappresentando nessuno.

Saluti.

Anonimo ha detto...

3:26

e a noi NUN CE FREGA UN CAZZO DE QUELLO CHE DICI TU.
VA a Milano a mangià nel ristorante demmerda sospeso.

Anonimo ha detto...

Oppure anche qui:

http://4motors.srv21.auvergnerhonealpes.eu/it/home/

E penso che basti...

Anonimo ha detto...

e portate appresso quello delle 3:36

Anonimo ha detto...

PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

Anonimo ha detto...

Ragazzi, però scusate un attimo. Non voglio fare certo il moderatore, ma se dobbiamo scrivere e commentare, facciamolo ovviamente, ed ognuno che dica la sua. Però cerchiamo di farlo con un minimo di moderazione e di coerenza in ciò che si scrive, perchè se ci si insulta a vicenda a cavolo, sparando frasi senza senso, non credo che serva a molto.

Anonimo ha detto...

http://www.romacapitale.net/2017/05/26/roma-le-grandi-aziende-fanno-i-bagagli/

Anonimo ha detto...

@3:46
Parole condivisibili, e piene di buon senso.
Purtroppo i primi a scadere nell'insulto sono proprio quelli che si lamentano del livello del romano medio...

Anonimo ha detto...

3:46 PM

bisognerebbe quantomeno centrare l'argomento ed essere capaci di argomentare, purtroppo se hai seguito un briciolo la discussione ed hai capito le diverse posizioni, avrai sicuramente inteso che si è cercato di giustificare fin dall'inizio un comportamento vergognoso (uno dei tanti) dell'amministrazione comunale (che non vuol dire necessariamente la raggi) col fatto che l'iniziativa del ristorante sospeso fosse stravagante, inadatta ecc ecc.
secondo me questo è un modo di ragionare arrogante e prevaricatore (siccome a me non piace non ci si deve lamentare) ed è molto peggio che un insulto
diverse persone sono intervenute per far notare questa cosa ma non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire...alla fine si è costretti a mettersi a livello di questi prepotenti

Anonimo ha detto...

@4.53 ha centrato il punto, grazie. L'oggetto è l'amministrazione del Campidoglio, oramai compromessa sotto vari punti di vista. E' talmente compromessa che quando c'era la corruzione almeno qualcosa si faceva perché c'era l'incentivo. (ora il solito analfabeta funzionale dirà che sono pro corruzione). La discussione deve, dovrebbe, riguardare il come se ne esce. Perché ragazzi, dobbiamo capire una cosa: immobilismo, menefreghismo, irresponsabilità generano povertà, degrado, miseria umana e bassa criminalità.

Anonimo ha detto...

Ste americanate del cazzo lasciamole agli altri grazie. L'ultima strozzata in stile americano "Divo Nerone Opera Rock" è stato un floppone micidiale e ancora non si sa chi deve pagare per quel mosto di tubi sul Palatino. Caro geometra, ste cazzate valle a fa Dubai.

Anonimo ha detto...

Roma, per avere un turismo maggiore, avrebbe bisogno anche di "spettacolarizzare" ciò che ha

è vero, serve tutto. ma a roma tutto è fermo e congelato nel tempo

Anonimo ha detto...

La burocrazia del comune di Roma sarà pure inefficiente, ma vi siete mai letti la normativa HACCP? E chi ci va a 50 metri sulla gru a verificare che sia rispettata? Avete idea della quantità e della complessità delle norme che oggi sono imposte a chi vuole somministrare alimenti? Di fatto ormai le vecchie e care feste di partito, le sagre paesane o di quartiere sono state rese impossibili. Ci siamo fatti fottere con leggi assurde in nome di una "sicurezza" comunque inesistente e ne siamo pure contenti.

Anonimo ha detto...

Dove l'hai letto scusa che l'Eni sta scappando a Milano scusa? Chi sta scappando in questo momento è solo Sky, ma vatti a vedere la Telecom invece cosa ha fatto mesi fa che ha spostato centinaia di dipendenti (tra dipendeni e menager) da Milano e Torino a Roma...

bat21 ha detto...

Questo post è al livello dei migliori post di RFS perchè fa capire sia con il post stesso sia con gli interventi nella wall dei commenti di certi beoti che razza di immondo guazzabuglio di sottosviluppo meridionale sia diventata Roma.
Non se ne esce.

Anonimo ha detto...

era per farti capire quanto peracottari siano quelli che si mettono a disquisire sul ristorante sospeso per aria inadatto a roma torborgata
ma niente nun capisci...scommetto che tu preferisci cacio e pepe dar monnezza ar tutelo

---
Io, ad esempio, preferivo la cacio e pepe di Glowig, con i ricci di mare, e continuo a preferire quella di Beck, con gamberi bianchi marinati nel lime. Nulla che possa competere con i fagotelli di Beck ripieni di carbonara. E visto che i ristoranti, quelli veri, li conosco bene, ti dico che l'idea di cenare sospesi in aria è una cagata pazzesca.

Anonimo ha detto...

Roma è la città delle tre I, che stanno per Inefficienza, Incapacità e Ignoranza, assolutamente e fortemente radicate nella maggior parte degli abitanti, dei lavoratori e funzionari comunali e negli amministratori politici. Risultato: fuga delle migliori professionalità e capacità, impoverimento sempre più diffuso, città sporca e caotica con servizi pubblici da quarto mondo. Troppo difficile capirlo?

Anonimo ha detto...

Il geometra con tutto il rispetto non c‘ha capito un cazzo.. bastava solo dire che sulla piattaforma sospesa c‘era il numero 13 e che veniva realizzata in uno storico color crema. e stava già a magnà co le gambe penzoloni.

bat21 ha detto...

ottobre 06, 2017 9:04 AM infatti post come questi sono i migliori di RFS perchè fanno capire la sostanza di Roma (e di tutto quanto ciò che c'è al suo sud). Potremmo rappresentare il disastro Roma e il disastro SUD (ormai sono la medesima cosa) come una enorme zavorra con su scritte queste tre I, tenuta per miracolo da una mongolfiera (sul cui pallone aereostatico sono ben presenti Lombardia, Veneto, Emilia, Toscana, Marche e Piemonte) che non riesce a prendere quota a causa di questa assurda zavorra.

Anonimo ha detto...

Leggo commenti inaccettabili!
Siamo arrivati al punto che se uno non è conforme a tutte le minchiate che fanno in altre parti del mondo (come se il fatto che le fanno altrove fosse di per sè una dimostrazione del valore di una cosa) è un decerebrato che non capisce niente.
Sono del parere che di certe minchiate, oltretutto rivolte ad una clientela "ricca", ne possiamo fare ben a meno.
O vogliamo pensarla come Briatore, che va in Puglia a spiegare "come ragiona un ricco" e quello che bisogna fare assecondarlo?
Quello che trovo scandaloso, e su questo concordo, è che non ci sia, nell'amministrazione romana, qualcuno che si prenda la responsabilità di dire "no", questa cosa a Roma non si fa, punto.
Del ruolo di responsabilità che certi personaggi ricoprono, prendono solo lo stipendio, il resto (assumersi appunto responsabilità, prendere decisioni ecc.) lo scaricano sempre "ad altro ufficio".

Ciao

Carlo

Anonimo ha detto...

Aggiungo... non che io sia contrario a opere o eventi in gradi di attirare gente ricca che porta soldi.
Ma c'è un limite a tutto.
Da cittadino, con tutti i disservizi ed i problemi che ha questa città, se vedessi che l'amministrazione si è mossa per organizzare una cagata del genere (tra l'altro se dura pochi giorni qualcuno mi deve spiegare che introiti è in grado di portare alla città), mentre opere ben più importanti le trascura da anni, beh ne rimarrei un tantino deluso e incazzato!

Carlo

Anonimo ha detto...

Romani... Ahah
Era un tipico esempio della burocrazia Romana.. non riuscite neanche a organizzare un semplice evento o a tener il prato verde figurati..

Anonimo ha detto...

Problema è che anche le cose fondamentali rimangono irrisolte.. ahah

Anonimo ha detto...

Il problema non è la cena nel merito! O il concerto di questo o quel cantante!

Il problema è che Roma ti soffoca, ti avvilisce, è una città morta che basa le proprie bellezze su cose meravigliose costruite 2000 anni fa.
Puoi anche dire no a una cosa, ma dilla in un settimana. Non due anni senza risposta.
E' una cosa che fa vergognare.

Francis Drake ha detto...

Caro Bat, concordo quasi sempre con le tue posizioni. Tutto sommato anche questa volta, seppur con qualche correttivo.
Innanzitutto nel pallone aerostatico non metterei assolutamente Toscana e Marche, anzi....
Le metterei a pieno titolo in quella che tu chiami "zavorra".
Emilia e Piemonte diciamo che le inserirei in una sorta di limbo.
Caso diverso per Lombardia e Veneto, che continuano a beneficiare (in termini di efficienza e senso civico) del loro passato austroungarico....
Ciò premesso, è fuor di dubbio che un qualsiasi meridionalista convinto potrebbe eccepire che gli investimenti pubblici fatti nel territorio del nord Italia nell'ultimo secolo sono stati nettamente superiori a quelli effettuati a favore del centro sud. Quindi, in una ipotetica resa dei conti, anche la "zavorra" centro meridionale avrebbe titolo per dirne qualcuna...
Ciò premesso, e tornando a Roma, continuo a ribadire che servirebbe almeno un decennio di "regime del terrore", con un commissariamento che riconduca nell'alveo della normalità tutto ciò che ora sfugge al controllo, soprattutto nel settore pubblico.
Non c'è altra strada.

bat21 ha detto...

ottobre 06, 2017 11:45 AM Ciao Francis guarda che io parlo di residui fiscali. Quella è pura ragioneria non si scappa da questi numeri. Queste sono le ultime analisi sul tema http://noisefromamerika.org/articolo/crisi-ha-ridotto-residui-fiscali-regionali Il caso del Lazio è molto questionato, secondo Ricolfi sarebbe una Toscana quanto a residuo se non ci fosse il buco nero Roma. In questi numeri trovi ovviamente anche il peso degli investimenti....la zavorra non ha nessun titolo per dire nulla. Sul commissariamento sono d'accordo

Anonimo ha detto...

ragionate in termini d nord e sud, in termini di regioni, siete fermi al 1800
oggi l'economia - IN TUTTO IL MONDO - è quella delle grandi città : si può fare un confronto milano, roma, napoli, palermo, torino ma solo in termini di marcoarea urbana
roma col suo hinterland metropolitano resta - dopo milano - la zona più ricca d'italia, anche in termini di valore aggiunto
il fatto che sia maltenuta e male amministrata non può indurre nessuno a non riconoscerne il grande peso economico, altro che zavorra
i numeri non sono opinioni, svecchiamo un pochino i ragionamenti, per favore, eliminiamo i luoghi comuni

bat21 ha detto...

ottobre 06, 2017 1:03 PM ragiono in termini di residuo fiscale e purtroppo sono calcolati a livello regionale in Italia, ma la narrazione che fanno è chiara. Che Roma sia una zavorra è indimostrabile con il numero preciso visto che non viene calcolato a livello provinciale-cittadino ma i sospetti fondati ci sono. Se poi fai il confronto con diverse altre capitali europee viene lo sconforto. Comunque quel numeretto negativo di residuo viene proprio da cose come quelle del post: si mortifica chiunque voglia investire in qualunque modo creando una situazione devastante per il business a meno che non "parli" con la pubblica amministrazione. La cosa che chocca è il grado di inconsapevolezza delle persone, grado che è palese in alcuni degli assurdi precedenti commenti.

Anonimo ha detto...

Uah ah ah ah, ma vi prego. Questo sarebbe il sol dell'avvenire? Non a caso è parto di una società baltica (poi vi lamentate delle funivie dei 5 stelle).
Una navicella spaziale buzzurrissima, che va bene a dubai o in una qualunque città del menga dove non c'è niente da fare se non suicidarsi a colpi di capocciate su uno scoglio, sarebbe un'idea di impresa?
Ma apri una drogheria e paga le tasse senza rompere i coglioni con queste minchiate, fai il favore.

Anonimo ha detto...

L'Italia è stata svenduta in toto a cinesi, arabi, tedeschi e francesi.
Se investono un altro po', dichiareranno l'occupazione militare per usucapione.

alliss ha detto...

E niente. Alcuni proprio non riescono a comprendere l'argomento dell'articolo.

Anonimo ha detto...

Adesso ti spiego come funziona l'imprenditoria all'amatriciana del pd.
Una volta per ritirare le multe bastava andare dai vigili.
Adesso si va a ritirare prima la raccomandata e poi si deve andare dai vigili.
Tutto ciò serve a far lavorare italposte, l'azienda che magna sulle nostre multe, una delle tante che fa clientela al pd.
Se poi andate a vedere chi c'è dietro, vi fate 4 risate.

Anonimo ha detto...

Roma non ha bisogno di un commissario, ha bisogno di un manager straniero.
Vai a prendere Giuliani, dagli 5 milioni l'anno, si sceglie lui la giunta, libertà di agire come meglio crede.
A Roma non si deve votare, il voto è solo merce di scambio.

Anonimo ha detto...

Mi piace come ragioni, Viva il Duce. Attenti che se continuate Fiano e Repubblica vi denunciano per apologia.

Anonimo ha detto...

ragiono in termini di residuo fiscale e purtroppo sono calcolati a livello regionale in Italia, ma la narrazione che fanno è chiara

i cittadini residenti a roma pagano più tasse di quanto non ricevano in servizi, la città ha un pil pro capite più alto di quello medio nazionale.

Anonimo ha detto...

è vero che roma non sta diventando business friendly , anzi sta andando in direzione opposta, ma questo dipende dall'espansione pubblica, che esige sempre nuove tasse a carico, ovviamente, di chi produce reddito.
ma concordo anche io col fatto che spesso si ragiona in termini di luoghi comuni : ormai l'economia non è più industria pesante o agricoltura, è servizi. Ed il Lazio è la seconda regione - dopo la Lombardia - per peso economico in termini di creazione di valore aggiunto. Tutte le altre regioni, spesso nominate a vanvera, vengono dietro al Lazio. La provincia di Roma è settima a livello nazionale su oltre 100 (ma Roma Comune fa praticamente il 98% del pil provinciale, quindi da sole starebbe anche più in alto)

bat21 ha detto...

ottobre 06, 2017 4:01 PM e ottobre 06, 2017 3:55 PM leggeteveli i dati di residuo. Non conta il PIL ma il delta tra risorse che vanno allo stato e quelle che rimangono in casa. La Lombardia vede una emorragia del 17% del proprio PIL regionale per anno seguita da Emilia-Romagna e Veneto e a ruota le altre che ho citato. Roma è un buco nero a causa della presenza estremamente ingombrante dello stato in tutte le sue forme. La Catalogna per farvi un esempio estero fa tutto il casino che sta facendo per un misero +8% che è approssimativamente al livello del nostro piemonte. Il Pil legato alle attività statali a tutti i livelli si devono contare negativamente (tra l'altro è a causa di questa difficile valutazione che il residuo del Lazio viene contato in modo molto ballerino).

Anonimo ha detto...

è vero che la crisi si è sentita più forte nel lazio che a roma (il lazio senza roma praticamente sparirebbe dal punto di vista economico, eccettuata la provincia di latina) ma il livello esorbitante di tassazione deprime da anni l'economia... eppure per chi governa la regione sui giornali leggo solo sviolinate. ma questo è fuorviante. per rilanciare le imprese oltre che meno burocrazia servono molte meno tasse, ma molte molte molte meno tasse (e ovviamente che le paghino tutti, ma l'evasione è diffusa in tutte le regioni)

Anonimo ha detto...

Non conta il PIL ma il delta tra risorse che vanno allo stato e quelle che rimangono in casa

ah, non conta quanto produci ? ma quando mai... in tutto il mondo l'economia si calcola con la produzione !
e ancora questa storia delle regioni... bisogna ragionare in termini di aree metropolitane, siamo nel 2017 non nel 1977. Le regioni sono una finzione. Milano ha il diritto - come Roma e tutte le città - di essere considerata per quel che genera. Parlare di risorse che rimangono a "casa" quando Milano e Roma producono quasi due terzi di quel che il resto della regione consuma non ha senso pratico

Anonimo ha detto...

Roma non ha bisogno di un commissario, ha bisogno di un manager straniero

in effetti dopo sindaci genovesi, calabresi, milanesi (Carraro !) e romani, bisogna ormai rivolgersi altrove. Giuliani a me non dispiacerebbe, ma è anzianotto.

Anonimo ha detto...

preciso che a Milano sta - giustamente - aumentando il numero di turisti, ma roma resta di gran lunga più visitata : più pernottamenti, flussi maggiori in entrata. il che è anche ovvio. l'articolo però voleva evidenziare che, pur partendo da posizioni diverse, milano sta rilanciandosi rapidamente proprio nelle imprese tuistico-ricreative, che invece a roma campano di vecchia gloria e non sembrano aiutate dalla amministrazione. infatti si parla di guerra tavolino selvaggio e ai pullman in centro : tutte cose giuste ma prima forse bisogna ricordare che sono attività che generano ricchezza. siano disciplinate, non attaccate. e la città sia resa pulita e vivibile, sia per i turisti che per chi ci abita o lavora, invece di quell'insieme di strade caotiche e dissestate che sta diventando negli ultimi dieci anni

Anonimo ha detto...

Roma è la città delle tre I, che stanno per Inefficienza, Incapacità e Ignoranza, assolutamente e fortemente radicate nella maggior parte degli abitanti, dei lavoratori e funzionari comunali e negli amministratori politici.

meno male che invece ci sono dei geni, efficienti, capaci e sapienti come chi scrive queste educatissime parole che ci aiuta a capire il mondo dall'alto della sua cattedra. proprio un bel modo di porsi, complimenti

bat21 ha detto...

No non conta ottobre 06, 2017 4:11 PM, conta questo https://en.wikipedia.org/wiki/Fiscal_imbalance

Anonimo ha detto...

sei proprio un cretino

Anonimo ha detto...

te capisco sei un geometro ! non sbagli a descrivere le istituzioni ma sono così tant'è che dovrebbero eleggere i dipendenti comunali non il sindaco , ma de cose appese a Roma ce ne so tante c'e manca pure lo chef !!



Anonimo ha detto...

Di cosa ti stupisci? Vivi in una città in cui la maggioranza dei cittadini: gente rozza, semi analfabeta e con un inesistente senso estetico, ancora rimpiange (quando la vede in foto, visto che dal vivo non l'ha mai vista) la vecchia stazione Termini, quella Umbertina, perchè vede i portici, le colonne e qualche orpello neo classico di insignificante valore che scambia per elementi di grande significanza storica.
E vorresti fare i ristoranti sospesi? Magari sui Fori?

Anonimo ha detto...

Hai veramente centrato il punto della questione complimenti! L'articolo era un un chiaro giudizio sul buon gusto dell'evento e non una denuncia del fatto che a Roma non si riesce ad organizzare un evento che sta avendo successo in tutto il mondo e che, più in generale,non si riesce a dialogare con la pa... Arguto complimenti!

Roberto ha detto...

Domanda: perchè il post e (quasi) tutti i commenti provengono da "anonimo"? Se non mi sfugge qualcosa(ed è possibile)non capisco chi da "anonimo" chiede il nome del geometra.
Roberto

Theresa williams ha detto...


Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di collaborazione con Anderson, lui si è rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto delle promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei mi ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo. inviò il cinguettino e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, lancia l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto è che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che io torni a lui, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente felicemente. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona, facendo riferimento a lui o lei all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi Lost Love
3) Divorzio Incantesimi
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo legante.
6) Incantesimi di rottura
7) Sfilare un Amore passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lotteria incantesimo
9) vogliono soddisfare il tuo amante
Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
tramite drogunduspellcaster@gmail.com

Anonimo ha detto...

Tenetevi i centurioni

Anonimo ha detto...

Art. 41.

L'iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.

Cio' vuol dire in soldoni che un comune non può ostacolare un'iniziativa economica se non sussistono, come nel resto del mondo, gli impedimenti di cui sopra. Il gradimento dei lettori di questo blog verso questa iniziativa, me compreso, non contano nulla.

Unknown ha detto...

ristorante sospeso nel cielo... chiunque tu sia abbi pietà di noi

Unknown ha detto...

ma perché non ti trasferisci a milano?

Anonimo ha detto...

LOL, pensate i chilometri di articoli che RFS scriverebbe se la giunta Raggi autorizzasse questa boiata e poi succedesse un incidente! :-D

Camillo ha detto...

Questo è solo l'ultimo degli esempi di una città cerebralmente morta, non mi stupisce che non siano riusciti a gestire questi permessi dato quello che succede tutte le volte. La verità è che se non si può lucrare, rubare, accontentare i soliti meglio non fare niente!!!

Anonimo ha detto...

anonimo ottobre 05, 2017 11:01 AM

PAROLE SANTISSIME!!

Fundingloanplc ha detto...

OFFRIAMO TUTTI I PRESTITI Email: fundingloanplc@yahoo.com

 Sei un uomo o una donna d'affari? Sei in un guasto finanziario o hai bisogno di fondi per avviare la tua attività? Avete bisogno di un prestito per avviare una bella piccola scala e un business medio? Hai un punteggio di credito basso e stai trovando difficile ottenere un prestito di capitale da banche locali e da altri istituti finanziari ?. Il nostro programma è il modo più rapido per ottenere quello che ti serve in un attimo. Riduci i tuoi pagamenti per agevolarne le tue spese mensili. Ottimizza la flessibilità con cui puoi utilizzare per qualsiasi scopo - dalle vacanze, all'istruzione, agli acquisti unici

** Sei schiacciato finanziariamente?
Cerchi fondi per pagare crediti e debiti?
Cerchi di finanziare per creare la propria attività?
** Hai bisogno di prestiti privati ​​o commerciali per vari scopi?
Cerchi i prestiti per realizzare grandi progetti?

Offriamo un'ampia gamma di servizi finanziari che comprendono: pianificazione aziendale, finanziamenti commerciali e di sviluppo, proprietà e ipoteche, prestiti di consolidamento del debito, prestiti commerciali, prestiti privati, rifinanziamento domestico, prestiti alberghieri, prestiti studenteschi ad un tasso di interesse molto basso del 2% .. Per richiedere un prestito, contattaci usando i dettagli come indicato ed essere esenti da truffe, Email: fundingloanplc@yahoo.com O Chiama / Testo +14067326622


sonia Walker ha detto...

Sei in qualsiasi tipo di difficoltà finanziarie; Hai bisogno di un prestito per cancellare i tuoi debiti? Stai per aumentare le tue finanze; Sei una persona d'affari che vuole espandere la sua attività. Ti consigliamo di contattare l'eroe reale, la fiducia e l'efficace prestito prestito per il vostro prestito. Ho riconosciuto sia dagli individui che dal governo della nostra grande efficacia.

Siamo certificati, affidabili, efficienti, veloci e dinamici. E siamo in grado di offrire un prestito a basso tasso di interesse del 3% all'anno.

Vi preghiamo di contattarci, se hai bisogno di un prestito dalla mia azienda. Il nostro indirizzo di posta elettronica del contatto: Angel.investor.net@outlook.com

ShareThis