Movimento 5 Stelle? Chi è senza peccato...

27 giugno 2012
Ho letto i commenti sull'ultimo post che avete pubblicato su "Romafaschifo" dove si cerca di fare passare alcune forze politiche migliori di altre... Ecco una foto di una manifestazione del Movimento Cinque Stelle scattata domenica 13 maggio nei pressi del centro commerciale Porta di Roma. il povero ragazzino trova la pista ciclabile occupata dal gazebo. Questo non per giustificare i grossi partiti imbrattatori, ma per evidenziare che c'è una latente filosofia comune nell'uso degli spazi pubblici e ci vorrebbe una rivoluzione culturale in tal senso. Romeo *Parole sante Romeo. Anche se è amarissimo constatare che qui da noi occorrono (occorrerebbero, perché non ci saranno mai, lo sappiamo perfettamente) delle "rivoluzioni" per ottenere la normalità. Comunque lì è il punto: tutto parte e giunge al concetto che si ha di spazi comuni. Finché non agiamo lì, non andiamo da nessuna parte... -Romafaschifo

71 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

E se i signori del M5S vincono le elezioni? Se il loro candidato diventa sindaco di Roma? Come saranno gestiti gli spazi comuni, le ciclabili, i giardini, i marciapiede? Nella stessa maniera di questo gazebo bellamente piazzato su uno spazio comune e non diversamente a una delle decine di migliaia di bancarelle, alle auto in divieto di sosta, ai cartelloni che hanno trasfigurato la città? Non è la stella che ci si mette al petto, ma la cultura che c'è dietro che deve cambiare. Se no avoja a gazebi di ogni colore politico e messi in ogni dove, tanto ci si protegge a vicenda - M5S incluso.

Angelo Diario ha detto...

Chiedo scusa per l'accaduto. Senza voler giustificare l'errore, vorrei soltanto sottolineare che si tratta, per l'appunto, di uno sbaglio.
Uno sbaglio molto differente da coloro che affiggono manifesti abusivi da anni e che, invece di scusarsi, approvano provvedimenti per togliersi le multe.

Roberto ha detto...

Non esageriamo, da un errore, del resto prontamente riconosciuto e di cui si scusano, non si possono certo trarre certe conclusioni catastrofiste. Per conoscere il MoVimento (un gruppo di cittadini come tanti altri) é sufficiente partecipare alle loro tante iniziative.
Per esempio, il gruppo del decimo municipio sta raccogliendo firme per una petizione che chiede di eliminare il numero eccessivo di ambulanti sul marciapiede di via Tuscolana altezza Giulio Agricola, dove si concentrano. Rispetto a tutti gli altri temi citati dal signor Malaromano, vi sono altrettante iniziative che dimostrano i modi di agire e di pensare dei cittadini attivi nel MoVimento 5 stelle, basta andare sul forum romano e informarsi, forse sarebbe necessario farlo prima di sparare a zero alla prima occasione su tanta gente che mette il proprio tempo a disposizione dei propri conceittadini.

Orazio ha detto...

Pur essendo vicino al M5S devo dare atto che qui hanno completamente sbagliato, ci si poteva benissimo spostare più in là entrando un po' nello spazio antistante al centro commerciale per montare il gazebo..

Bikediablo ha detto...

No scusa, non ho capito:
"Uno sbaglio molto differente"

uno sbaglio è uno sbaglio e se quella è una pista ciclabile è ancora peggio di un manifesto perchè non solo compie un'azione errata ma anche più deleteria bloccando il passaggio ai ciclisti, anzi mettendoli magari nella condizione di dover passare in strada.
E' ora di finirla con questi duepesi e due misure, o ti comporti bene o chissenefrega del benaltrismo.
Vedi festa di SEL sulla ciclabile a Caracalla e la nuova festa del PD che la sera richiama centinaia di automobilisti e scooteristi che
parcheggiano ovunque
Marco

Anonimo ha detto...

@ Roberto giugno 27, 2012 2:10 PM
Caro Roberto, avendo un blog cittadino, ho anche il vizietto di informarmi e seguire le diverse realtà politiche e civiche romane, compreso il M5S. Non sparo a zero su nessuno (che poi è la stessa critica che mi viene mossa da altri partiti - si lo so, il M5S non è un partito ma un movimento), ma vedo e constato che certi comportamenti non cambiano, quale che sia l'azione retrostante. Sul mettere un gazebo su uno spazio comune ci dovrebbe essere una specie di firewall, non ci si dovrebbe porre essere nemmeno il problema. Non si fa. Punto. Se lo fai significa che già ti mancano i fondamentali. Passerebbe a qualcuno l'idea di cagare sul tappeto di casa? No, in nessun modo. Dicasi lo stesso per l'uso privato degli spazi pubblici. Poi, questa tiritera di "tanta gente che mette il proprio tempo a disposizione dei propri concittadini" ha un poco stufato, anche nel PD, PDL e in tutti gli altri partiti (si lo so, il M5S è un movimento non un partito) è pieno di volontari generosi e che si sacrificano. Il problema non sono le persone ma come queste vengono usate e le idee che hanno in testa. In ogni caso, sebbene detesti citarmi e per dimostrare che contro il M5S non ho nessuna prevenzione, allego due post:

- http://malaroma.blogspot.it/2012/04/sono-anni-che-attendo-un-partito.html
- http://malaroma.blogspot.it/2012/05/parma-ha-vinto-il-movimente-5-stelle-e.html

Anonimo ha detto...

stavo per difendere im movimento 5 stelle....dopo aver letto il commento del solito malaromano. Poi appena letta la loro spiegazione, embè le cose cambiano.
Uno sbaglio, come dire scusa. Come dire siamo diversi dagli altri , anche perchè dico scusa. Sono superiore agli altri ! In realtà , a parte autoproclamarsi superiore, siete come tutti gli altri ! Anche con queste banali scuse.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Quando si portano avanti idee, progetti e iniziative anti sociali il fatto di impegnarsi non è positivo in se.

C'è gente che si impegna contro i parcheggi interrati (a favore della sosta selvaggia); contro tram e metro (a favore del traffico privato); contro le ciclabili (a favore della doppia fila); contro l'energia atomica (a favore di quella fatta col petrolio) e così via. Il fatto che si impegnino volontariamente non è qualcosa di positivo, bensì al contrario qualcosa che acuisce ancor più la negatività degli assunti a monte.

BravoTango ha detto...

è la prima volta che vedo quella pista ciclabile utilizzata, e guardacaso da un bimbo in bici. Ma fosse che fosse messo lì apposta per criticare? Contestare un movimento che contesta?

Orazio ha detto...

Si in effetti non hai tutti i torti, ci vado spesso a Porta di Roma, ma quella pista ciclabile non l'ho mai vista utilizzata se non dai pedoni. Probabile che quel bambino sia stato utilizzato per l'effetto scenico della foto..

Anonimo ha detto...

Giusto! Anche perchè la pista finisce li. E poi riprende dopo circa 10m. Sembra una cosa forzata e costruita! Comunque bella idea quella del bambino con il caschetto!

Anonimo ha detto...

caro Roberto ho letto sul vostro forum la proposta per le bancarelle di Via Tuscolana. Spostare le bancarelle sui 2 lati della strada per attenuarne il disagio? Questa è la vostra soluzione per risolvere un problema che si trascina da decenni? Il PD avrebbe fatto meglio! A Roma servono idee e soluzioni rivoluzionarie, dare un colpo al cerchio e uno alla botte è ancora rifarsi alla vecchia politica e alle sue collusioni.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Aspetta, aspetta, quale è la posizione del Movimento 5 Stelle sulle bancarelle????????

Valerio ha detto...

MA anche se il bambino in bici fosse fasullo, rimane il fatto che è stato indebitamente occupato suolo pubblico, fra l'altro adibito ad altro. Sono d'accordo con Malaromano: non dovrebbe neppure passare per l'anticamera del cervello.
Comunque comprendo anche che è uno "sbaglio" diverso dal deturpare una metropolitana, anche se il risultato è il medesimo: una cosa che è di tutti è utilizzata da uno (o pochi) sbattendosene degli altri.

Marco Terranova ha detto...

Mi unisco alle scuse per l'accaduto. Sono convinto che ogni cittadino che partecipa con le proprie iniziative al M5S si adopererà per evitare che questi errori si ripetano. Invito tutti per comprendere lo stile del M5S a partecipare agli eventi programmati. Dispiace essere assimilati per uno spiacevole sbaglio a chi la nostra città l'ha massacrata sul serio.

Grazie.

Marco.

Anonimo ha detto...

la pista ciclabile finiva 0.5 metri dopo per via di alcuni blocchi di cemento!, ma nella foto non si vede.....peccato perchè l'unico a fare brutta figuraccia è stato il fotografo. inoltre notare quante persone c'erano sotto il gazebo.....non si lamentava nessuno della pista ciclabile. romafaschifo? sarà per via di alcuni tipi che tentano di mistificare la realtà o di far passare il falso....sempre e ovunque, per i loro interessi! ragazzi del moVimento continuate così! e portate avanti la battaglia per aumentare le piste ciclabili nel IV municipio!

Anonimo ha detto...

Il grande gomplotto contro il M5S! La ciclabile poteva terminare con un buco nero 1 metro dopo, resta che il gazebo è sopra una ciclabile. Roma è piena di cartelloni 0.5 metri dopo percorsi pedotattili, bancarelle e furgoni pochi centimetri dopo attraversamenti pedonali, auto un soffio dopo scivoli per chi ne ha bisogno, ecc. Questi attaccarsi al centimetro è l'humus con cui Roma è stata invasa in ogni suo spazio pubblico da interessi privati e la maniera con cui gli occupanti possono cavillare con raffiche di ricorsi al TAR. E tanto difficile da capire?
La gente non si lamenta perché non ha più nessuna sensibilità - è stata annichilita, abituata a ogni infamia. Sai cosa gli può fare un gazebo buttato lì... Credo però che il grande sforzo di un movimento che si professi nuovo e ani-sistema sia quello di restituire questa rispetto per la cosa comune a tutti i cittadini e che questi tornino a protestare e incazzarsi anche perché qualcuno ha messo un gazebo al termine di una pista ciclabile...

Anonimo ha detto...

se era su un marciapiede era perche era su un marciapiede.....
se era sulla strada era perchè bloccavano il traffico.... se era su un prato era perchè impedivano ad un bruco di mangiare l'erba.... se era su un fiore era perchè impedivano ad un ape di mangiare....se era sospeso tre metri sopra il cielo era perchè impedivano agli uccelli di volare....bla bla bla...e se lo mettevano sopra il buco nero?...si sarebbe lamentato qualche astrofisico sicuramente....
la foto dice che quelli erano la a combattere per una buona causa, e le idee del movimneto cinque stelle sono apprezzabili e parlano anche di piste ciclabili...
N.B: avevano tutti i permessi di occupazione di suolo pubblico

Valerio ha detto...

Anonimo delle 9:26, il suolo pubblico occupabile è su uno spiazzo, su un marciapiede adatto, o, meglio, adattato) e non in mezzo ad una pista ciclabile, nel bel mezzo di una careggiata o in un incrocio.

Valerio ha detto...

"la foto dice che quelli erano la a combattere per una buona causa"

La foto non dice un bel nulla della causa, non si capisce. E comunque, come recita un vecchio ma valido adagio, il fine non giustifica i mezzi.
Sono tuttavia da rispettare le scuse che hanno scritto più volte qui, segno che il blog lo leggono e ne sono interessati.

Anonimo ha detto...

Bravo BravoTango... mi pare proprio una strana coincidenza!
Comunque sia W Movimento 5 Stelle!

BravoTango ha detto...

c'era l'autorizzazione del Municipio per occupazione di suolo pubblico. E la pista ciclabile finiva lì.

Anonimo ha detto...

@ Bravo Tango giugno 28, 2012 12:45 AM
Hai seguito la questione tra il Ministero della Salute e del Comune di Roma sul cartellone del locale strip. Cosa ha risposto al Comune al ministero? Il cartellone è regolarmente autorizzato (questo nonostante sia stato messo al centro del marciapiede e violi un altro paio di norme, oltre il devastante impatto eestetico). Hai notato che è stata autorizzata ogni possibile nefandezza nella nostra città gli ultimi anni? Visto forse che non si può più camminare per strada causa selva da bancarelle terzomondiste e relativi furgoni tutti regolamente autorizzati? Ma se il M5S conta sul Comune di Roma (e relative circoscrizioni) per quello che è il rispetto dell'occupazione del suolo pubblico e le risposte che fornisce sono le stesse di quelli che si sono pappati ogni centimetro di città ("c'ho lautorizzazzionedercomune)" invece di avere un approccio critico al problema e proporre soluzioni organiche e definitive (bandi europei, controllo territorio, la restituzione ai cittadini di tutti gli spazi pubblici, anche le ciclabili a fine corsa), allora sta bene così.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Considerando la spocchia con cui si difendono gli amici del Movimento 5 Stelle mi rimangio quello che ho detto: non sono uguali ai peggiori partiti di sempre, sono peggio!!!

Anonimo ha detto...

A Tone', co tutto che sto blog lo seguo e apprezzo il lavoro che fai, ma proprio te che parli de spocchia non se po' senti'...

Massimiliano Tonelli ha detto...

Io sarò spocchioso, ma infatti faccio un blog, mica un movimento politico.

BravoTango ha detto...

malaromano non ti arrendi neanche di fronte all'evidenza. E' facile scrivere senza avere davanti l'interlocutore, se vuoi ulteriori chiarimenti vis to vis, a disposizione.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Ma poi io trovo clamoroso il fatto che questi sedicenti esponenti del M5S che sono disponibili a "dare informazioni" si appalesino sul blog con nickname di fantasia o sotto mentite spoglie. Ma che stiamo scherzando!?

Anonimo ha detto...

A Tonelli non sono del m5s, ma tu
di spocchia ed arroganza ne hai da vendere.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Non ho mai affermato il contrario. Ma poi il problema non è essere arroganti, quello può capitare, il punto è potersi permettere di esserlo...

Anonimo ha detto...

Allora anche malaromano è del M5S?
Sig. malaromano sei del Movimento 5 Stelle? Appalesati!
Tonelli si è preso un colpo di sole?

Anonimo ha detto...

Tonelli, ti seguo da un po' di tempo... Mi sembravi una persona intelligente e preparata, ma dopo questa risposta... mi vengono dei dubbi, siccome hai tutte le carte in regola puoi permetterti di essere arrogante? Mi sembra che ci sia qualcosa che non va! Non credi?

Non faccio la registrazione per pigrizia, ma mi firmo: Fabio Lazzari

Massimiliano Tonelli ha detto...

Quando occorre e necessita posso permettermi di essere arrogante Lazzari, sì, te lo confermo. Hai qualche cosa che osta? Arrogante, in italiano, deriva da arrogarsi. Arrogarsi un diritto, per esempio. Se uno ne ha titolo, lo puo' fare. Anche con forza. Il problema è quando uno non ne ha titolo... Ora è più chiaro?

BravoTango ha detto...

Tonelli, ma chi ti ha detto che sono del movimento 5 stelle, ero lì quando c'erano loro. Quindi sono un testimone.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Un bizzarro caso di testimone anonimo

Anonimo ha detto...

Stai sprofondando nelle sabbie mobili, più ti muovi e più affondi.
Ti arroghi il diritto di scegliere chi può e chi non può essere arrogante! :-)
Treccani: arrogante agg. [dal lat. arrŏgans -antis, propr. part. pres. di arrogare: v. arrogare]. – Che tratta gli altri con insolente asprezza e con presunzione.
Lazzari

Massimiliano Tonelli ha detto...

La Treccani, come sempre, ha ragione da vendere. Perché sono anche presuntuoso, come è evidente...

Massimiliano Tonelli ha detto...

Il fatto è che non occupo le piste ciclabili, neppure se mi danno l'autorizzazione a farlo. Anzi, l'autorizzazione per farlo non mi sognerei manco lontanamente di chiederla. E' chiaro il concetto o occorre che pubblichiamo un apposito post con un disegnino? Fateci sapere.

Anonimo ha detto...

Sono un attivista che ha montato il gazebo in questione. Innazitutto chiedo scusa ai pochi ciclisti che dovevano fare 5 metri in piu in quanto ci sono blocchi di cemento che delimitano comunque la fine della pista ciclabile. Mi dispiace veramente che gli abbiamo creato un disagio.Abbiamo chiesto scusa ai biker direttamente sul posto e con loro abbiamo anche scambiato opinioni con i molti interessi in comune che abbiamo,praticamente siamo dalla stessa parte.L'autorizzazione è fuori del Centro Commerciale in quanto all'interno non si può montare il gazebo,ho mandato diverse mail alla responsabile ma non ho mai ricevuto risposta.Chiaramente cambieremo posto e scusate ma il nostro è proprio un approccio "giovanile",facciamo esperienza sul campo e la porteremo con noi per il futuro.Chiaramente il fotografo in questione cercava un pò di visibilità e chiaramente con il MoV 5 Stelle in questo momento è l'unico MoV dove la può trovare.
Massimo Moretti MoV 5 Stelle IV Municipio

Anonimo ha detto...

Tonelli non è presuntuoso, Tonelli è uno che non è in grado di dialogare senza insultare e quelli M5S sono arroganti come lu. Ma che vuol dire " ai pochi ciclisti che dovevano fare 5 metri " ma ti verrebbe mai in mente di piazzare un gazebo su di un carreggiata ?

Anonimo ha detto...

Comunque se ci passavo io con la mia bici vi entravo nel gazebo e poi vi chiedevo pure i danni. Stronzi

Anonimo ha detto...

"praticamente siamo dalla stessa parte"

Questo è troppo. Ma come stiamo dalla stessa parte?
Se così fosse non lo avreste messo il gazebo li. neanche fosse stato per tre metri. Prova a mettere un gazebo in mezzo alla strada, anche con l'autorizzazione e poi vediamo se un automobilista o uno scooterista non ti tira sotto o ti picchia.
Questa arroganza della politica vedo che l'avete imparata subito. ora imparate leggi e regolamenti e soprattutto vedete di rispettarli. voi per primi.
Perchè se quella è una pista ciclabile, i ciclisti hanno l'obbligo di percorrerla!!!!
Anche fossero solo due metri.

Ha ragione chi ha scritto che risposte con aria di sufficienza come le vostre sono quelle che creano i più grandi problemi alla città:
- cinque minuti
- tre metri
- ce passi lo stesso

ecc.
Aripjateve!!!
marco

Massimiliano Tonelli ha detto...

Alquanto allucinante l'atteggiamento del Movimento 5 Stelle. Per carità, lo abbiamo sempre detto e non ci sorprendiamo, ma averlo così certificato è terribile. Per voi.

Cioè il fotografo -o chi per lui- non può aver fatto una foto per volontà di denuncia, per spirito giornalistico, per senso civico. No. L'ha fatto per visibilità. E' la stessa risposta che danno tutti i politici e politicanti di Roma. I peggiori.

Antonio Privitera ha detto...

Sì però che palle!

Sono arrivate scuse da più parti, rispondono anche agli attacchi più feroci e ancora che li attaccate.

D'accordo: non si doveva fare. Però non si possono mettere tutti i comportamenti sullo stesso piano, altrimenti chi fa un piccolo sbaglio e chiede scusa è uguale a quello che parcheggia in terza fila e se glielo fai notare ti manda pure aff....lo.

Non diamo alla città l'immagine dei frustrati, già è abbastanza difficile convincere amici e parenti che siamo persone normali anche se andiamo a staccare gli adesivi sui cassonetti...

Anonimo ha detto...

@Antonio Privitera
Non mi sta bene questa storia delle scuse buttate li.
Come quando qualcuno ti danneggia e poi dice non l'ho fatto apposta oppure peggio trova giustificazioni: "un approccio "giovanile",facciamo esperienza sul campo e la porteremo con noi per il futuro"
O addirittura accusa il fotografo, che invece coraggiosamente li sputtana.
Non hanno capito il motivo dell'incazzatura (non della frustrazione) è questa la cosa più grave.
Perchè nella piccola testa di questa gente non è ancora arrivato il concetto di mobilità ciclabile, e se il buongiorno si vede dal mattino siamo nel buio pesto.
Che palle è l'esclamazione che ci capita tutti i giorni quando troviamo qualcuno accampato, parcheggiato, fermo o scacazzante (il cane) sulle piste ciclabili.
Ed ogni giorno è una battaglia non solo mia: www.ciclomobilisti.it

marco

Massimiliano Tonelli ha detto...

Credimi Privitera, se qualcuno si fosse realmente scusato non ci sarebbero stati grandi problemi a scusarlo appunto. Non è andata così: sono state addotte motivazioni patetiche, ridicole, incivili, capziose.

Antonio Privitera ha detto...

Prima di condannare senza appello, aspetterei il prossimo gazebo de M5S.

Se il messaggio non è arrivato a destinazione, sarò il primo a puntare il dito.

Comunque io le scuse le ho lette dal secondo commento:
"Chiedo scusa per l'accaduto. Senza voler giustificare l'errore, vorrei soltanto sottolineare che si tratta, per l'appunto, di uno sbaglio."

Anonimo ha detto...

i frequentatori di questo blog sono sfiniti dalle continue vicende che riguardano il non decoro di Roma, capisco se reagiscono male e fanno fatica ad accettare giustificazioni (non le scuse). diamo al M5S la possibilita di crescere e capire, ma che lo facciano prima delle elezioni e presentino un programma SERIO sul decoro.

Anonimo ha detto...

M5S ma a parma so riusciti a fare la giunta ? no sai com'è non vorrei avessero un approccio giovanilistico pure li.....

Anonimo ha detto...

La sensazione è che il M5S sia ancora in una fase di analisi collettiva. E questo piccolo episodio (dato che molto piccolo è rispetto alla devastazione di Roma) ne è un poco lo specchio. C'è chi ha ammesso l'errore e chi non indietreggia di un passo (no so poi nelle gerachie interne al movimento chi ha cosa). Da questa fase di analisi ci vorrà qualcuno che passerà alla sintesi (il candidato sindaco?). Mi auguro che l'incontro "vis a vis" sia un invito di civile dibattito e non altro - in ogni caso, molte persone mi conoscono nella vivace blogsfera antidegrado e nei varii movimenti cittadini, dato che ho partecipato fisicamente e personalmente ad eventi, incontri, raccolte firme, petizioni, manifestazione per tutto quello che io considero il bene di Roma. Non ricordo per esempio una partecipazione in prima linea del M5S (non so per singoli attivisti) per la raccolta firme della delibera popolare (ripeto: DELIBERA POPOLARE) firmata da 10.000 cittadini (ripeto: 10.000 cittadini) per imporre una regolamentazione nell'anarchico settore della pubblicità esterna, né quando questa delibera ha ricevuto voto contrario in consiglio comunale - ecco, il caro amico del "vis a vis" mi avrebbe potuto trovare anche quel triste giorno ( http://malaroma.blogspot.it/2012/05/quel-giorno-che-alemanno-disse-facciamo.html ).

Massimiliano Tonelli ha detto...

Quale è la vostra posizione sui rifiuti?
Quale è la vostra posizione sulla consegna merci?
Quale è la vostra posizione sui cartelloni?
Quale è la vostra posizione su camionbar, bancarelle, callarrostari?
Quale è la vostra posizione sui vu cumprà?
Quale è la vostra posizione sui campi rom?
Quale è la vostra posizione sui nuovi tram e le nuove metro?
Quale è la vostra posizione sulla sosta?
Quale è la vostra posizione sui pup?
Quale è la vostra posizione sulle affissioni?

massimo ciotti ha detto...

attaccarsi ad una speudo pista ciclabile di 100 che termina con dei blocchi di cemento che costringono quei pochi ciclisti ad immettersi sulla strada per continuare è ridicolo!
io li ci lavoro! quindi lo so!
fossero questi i problemi di Roma....
se poi qualcuno è di una corrente politica diversa del movimento 5 stelle lo dica chiaramente, senza far finta di ignorare le loro ragioni e scuse e arrampicandosi sugli specchi.
io stesso non sopporto grillo ma non per questo mi attacco a queste piccolezze!, tre metri di pista ciclabile in meno non uccidono nessuno, un informazione fazziosa invece uccide la società civile.
p.s. ma dove lo avete trovato un bambino col caschetto in bici....sai come lo prenderanno in giro a scuola hahahaha, smetterò di leggere questo blog tanto è come i giornali di partito!

Massimiliano Tonelli ha detto...

Ecco, ci mancava questa alla compilation: "fossero questi i problemi di Roma". Davvero impressionante i commenti a questo post. La dicono lunghissima sul Movimento 5 Stelle, chi lo supporta e cosa ci dovesse aspettare se questi personaggi dovessero avere successo.

Siamo contro il Movimento 5 Stelle? E c'è bisogno di dirlo? Mi pare evidente. E mi pare evidente che non si possa essere che contro al pressappochismo, al giovanilismo, alla faciloneria ed al conservatorismo...

PS. ma è vero che sulla Tuscolana hanno proposto non di eliminare, bensì di spostare le bancarelle sull'altro marciapiede? Ma è vera sta cosa?

Anonimo ha detto...

@Massimiliano Tonelli Qualcuno del M5S ha chiesto scusa e non è poco. Ha chiesto scusa per aver occupato il tratto terminale di una pista ciclabile compiendo un abuso,limitato ,ma sempre di abuso si tratta.
Piuttosto mi chiedo come mai il fotografo ,piuttosto che cercare lo scoop non sia andato direttamente al gazebo a chiedere la rimozione dello stesso. E' evidente che qui chi deve chiedere scusa è qualcun altro. Chi ha un blog ed è iscritto sul libro paga di qualche segreteria politica.

Massimo Lazzari ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Massimo Lazzari ha detto...

Sono Massimo Lazzari del MoVimento di Roma. E' vero che nel MoV siamo sensibili al cambiamento ma siamo tutti talmente condizionati dalla cultura del degrado che si può cadere in errore. Una volta che partecipai al gazebo a Porta di Roma e feci notare che piazzarlo lì era un obbrobrio e controsenso, feci spostare tutto lasciando solo il gazebo dove però si passava benissimo in bici e a piedi. Noi romani siamo talmente disabituati alla civiltà che dobbiamo lavorare tutti e molto e per molti anni. La buona volontà c'è, dobbiamo rieducarci tutti, sarà un impegno lungo e impegnativo. Ringrazio l'autore della foto e dell'articolo così finalmente gli organizzatori di quel punto informativo mi daranno retta ;-). Il Mov è anche questo, apprendere dalle giuste critiche e saperle accettare per migliorare giorno dopo giorno!

Massimo Lazzari ha detto...

PS, anche l'aver spostato le ''suppellettili'' che ingombravano la pista non è stata ''una buona cosa'' ma era una soluzione di ripiego dato che è l'ufficio preposto del comune di Roma ci assegna quel posto...

Anonimo ha detto...

conosco il Movimento da vicino e so che ci sono delle persone in gamba, tipo Lazzari, e delle persone meno in gamba. spesso ho sentito delle proposte allucinanti, altre volte ho sentito parlare persone intelligenti, concrete e informate, non sto a farvi nomi, ma so che alcuni ci leggono... è un movimento quello a Roma ancora tutto da fare e la strada è lunga, purtroppo, nonostante le elezioni siano invece molto vicine. conosco gli sforzi che si stanno facendo all'interno per redigere un programma su Roma e penso che, oltre a criticare giustamente gli errori, sia utile anche dare delle proposte. tenete in considerazione il fatto che questo è il primo movimento a rilevanza nazionale con possibilità di entrare in parlamento che non vede politici e corrotti di professione nelle sue fila, anzi, devo dire che gli sforzi che si stanno facendo per non permettere "l'inquinamento" sono veramente ai limiti della paranoia.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Speriamo che gente come Lazzari prenda piede. Ma è falsa, totalmente falsa, questa storia che per far diventare le persone civili ci vogliano trent'anni. Falso. Non è così. Basta volerlo e si fa in trenta minuti. Basta rispettare le regole, le leggi, il buon senso: difficile?

Anche a Lazzari facciamo le domande di cui sopra:

Quale è la vostra posizione sui rifiuti?
Quale è la vostra posizione sulla consegna merci?
Quale è la vostra posizione sui cartelloni?
Quale è la vostra posizione su camionbar, bancarelle, callarrostari?
Quale è la vostra posizione sui vu cumprà?
Quale è la vostra posizione sui campi rom?
Quale è la vostra posizione sui nuovi tram e le nuove metro?
Quale è la vostra posizione sulla sosta?
Quale è la vostra posizione sui pup?
Quale è la vostra posizione sulle affissioni?
Quale è la vostra posizione sulla necessità di una videosorveglianza di tipo londinese?
Quale è la vostra posizione sull'arredo urbano
Quale è la vostra posizione sulla segnaletica?
...

pietro ha detto...

Ognuno ha il suo metro di giudizio, giustificazione, accusa, ecc, ma il gazebo non va posizionato lì.

Il degrado è una questione "culturale" molto seria e complessa.
A parte il degrado, il m5s non vuole essere contenitore di "fanatismi di parte". Il m5s è un percorso a cui partecipano cittadini non diversi da tanti altri, ma solo cittadini. Niente di più. Chiede aiuto nel partecipare direttamente, in maniera propositiva. Senza la cooperazione che tende a "migliorarci reciprocamente" non si otterrà nessun risultato. Nessuno è perfetto. Anche chi scrive in questo blog, seppur un minimo, è coinvolto nel sistema che può essere cambiato, senza pretendere un cambiamento istantaneo. Si può fare con il sorriso traducendo la giustissima protesta in proposta. Chi attacca tutto e tutti senza proporre, seppur utile, è funzionale al sistema perché veicola il "senso diffuso" nella direzione più sterile possibile. La casta lo sa. Più persone non partecipano in maniera propositiva, fino a scegliere di non andare a votare, e più la casta fa quello che vuole, sbattendosene altamente di tutte le proteste. In sostanza, non chiedete soluzioni al m5s, portate voi stessi e le vostre idee nello "schema" m5s. Il m5s è uno strumento per renderle fattibili e realizzarle. Nota importante: a parte i portavoce, nessuno può parlare a nome o per conto del m5s. Si può solo descrivere il lavoro a titolo personale, alcune proposte sono già state condivise/verificate non solo da tutti gli attivisti, ma da cittadini che non hanno interesse a iscriversi. Altre proposte sono in discussione. Mancano 9 mesi alle elezioni. C'è tempo. Se volete, discutiamone assieme.

Non interessa emergere come partito (m5s=non partito). Interessa dare voce a chiunque lavori nel proprio territorio in maniera conforme ai principi e temi 5 stelle, che sia iscritto al m5s o no è uguale (molti attivisti partecipano ai vari comitati, o provengono da questi, senza ostentare il nome m5s). Interessa far entrare dei portavoce capaci di fare l'interesse di tutti e tutte nei beni comuni di tutti e tutte, che siano di un partito o alieni è uguale. I portavoce prenderanno le idee in RETE, le lasceranno valutare a chiunque vorrà farlo, e le porteranno dentro alle istituzioni mettendo bene in risalto il nome di chi vi ha proposto/partecipato, non il nome m5s, che verrà messo alla fine e molto in piccolo per ovvie ragioni istituzionali. Interessa quindi cambiare "schema". Lo si può fare anche grazie a "romafaschifo", a cui è stata data voce in più occasioni. Pertanto, grazie a chi ci lavora.

pietro ha detto...

Quale è la vostra posizione sui rifiuti?
Massima riduzione possibile, riuso, riparazione, riutilizzo. Totale riciclo, da rifiuti a risorse. No inceneritori. No discariche. Si può e si deve ora. Chiunque può valutare le proposte sui rifiuti entrando nel sito roma5stelle. Sono frutto di un percorso cooperato con associazioni, comitati: intelligenza collettiva a cui interessa solo l'obiettivo. In questo tema gli obiettivi "integrati" sono molteplici: dalla tutela dell'ambiente e degli esseri viventi, all'ottimizzazione/risparmio di risorse economiche, allo sviluppo di tecnologie alternative capaci di generare "cultura" e incrementare occupazione.

Quale è la vostra posizione sui cartelloni?
Quale è la vostra posizione sulle affissioni?
Se ne stanno occupando degli attivisti iscritti al m5s, già attivi dalla prima ora in "basta cartelloni": le proposte sono le stesse. In ogni caso il m5sroma è totalmente contrario alla pratica comunicativa tramite affissione delle proprie iniziative.

Da qui in poi le risposte sono solo opinioni personali. In ogni caso, ripeto, il m5s prende e prenderà le idee in RETE e le porterà dentro alle istituzioni. Significa che in molti ambiti del Programma vi saranno lavori di persone che hanno a cuore gli stessi temi.

Quale è la tua posizione sulla consegna merci?
Alcune idee prendono a esempio l'organizzazione di Siena. Razionalizzazione dei punti di stoccaggio. Mezzi pubblici di trasporto merci, non inquinanti, con tempi di consegna fuori dalle ore di punta. Sosta in zone riservate. Assolutamente NO doppia fila.

Quale è la tua posizione su camionbar, bancarelle, callarrostari?
Quale è la tua posizione sui vu cumprà?
Quale è la tua posizione sui campi rom?
Razionalizzazione basata sul rispetto delle leggi vigenti, la loro messa in discussione laddove necessario, totale rispetto/riqualificazione degli spazi pubblici per riequilibrare l'uso civico in sfavore dell'uso commerciale: non si può avere una città mercificata. Una città è un luogo di incontro di innumerevoli esigenze. Alcune vanno "ricostruite". Ci vuole pazienza.

Quale è la tua posizione sui nuovi tram e le nuove metro?
Il trasporto "metro" è totalmente negativo. Priorità alla mobilità ciclabile e al rispetto di ciclisti e pedoni, anche nel dotare vagoni per trasporto biciclette. Per i tram si può fare molto di più. Con o senza binari il trasporto di superficie su sedi dedicate può tornare ad essere la prima alternativa in assoluto. L'alternativa su metro con tecnologia a pozzo o a tunnel non è più sostenibile economicamente.

Quale è la tua posizione sulla sosta?
Come sopra, NO sosta selvaggia. Disincentivi del trasporto privato per finanziare trasporto pubblico.

Quale è la tua posizione sui pup?
Le strade sono un bene comune, pubblico. I PUP incentivano una trasformazione privata in favore di profitti privati. Il modello va completamente riequilibrato. Il decreto 1444/1968 imponeva la dotazione di almeno 9 mq pro capite per parcheggi ad ogni concessione edilizia. Quei parcheggi sono stati realizzati. Stanno sotto a ogni intensivo della città. Molti sono stati destinati a uso commerciale. Non si può continuare a togliere al pubblico per dare al privato. Bisogna dire STOP.

Quale è la tua posizione sulla necessità di una videosorveglianza di tipo londinese?
Non conosco. Personalmente sono a favore di maggiore informazione, sorveglianza e della "certezza della pena".

Quale è la tua posizione sull'arredo urbano?
Totalmente negativa. Roma non ha arredo urbano.

Quale è la tua posizione sulla segnaletica?
Negativa.

Massimo Lazzari ha detto...

‘’Quale è la vostra posizione sui rifiuti? ‘’
Dico la mia
Rifiuti come risorsa da riciclare, raccolta differenziata porta a porta, personalmente da novembre ho una compostiera autocostruita, costata 5 € e da allora riciclo tutto l’umido tranne scarti di carne e pesce
‘’Quale è la vostra posizione sulla consegna merci?’’
In Germania, Olanda ecc usano mezzi collettivi elettrici, anche i tram, quella è una della proposte
‘’Quale è la vostra posizione sui cartelloni?’’
Divieto totale
‘’Quale è la vostra posizione su camionbar, bancarelle, callarrostari?’’
Stroncare il fenomeno delle licenze date ad amici degli amici e divieto nei luoghi di pregio architettonici e artistico.

‘’Quale è la vostra posizione sui vu cumprà?’’
Repressione di ogni fenomeno di illegalità, ieri ho visto un tipo dallo spiccato accento campano che dava ordini a 6-7 posteggiatori abusivi magrebini, dietro questi poveracci c’è camorra e mafie varie italiane e non.

‘’Quale è la vostra posizione sui campi rom?’’
I campi rom sono una miniera d’oro da anni per politici e associazioni pseudo caritatevoli, la maggioranza sono vittime di un racket. Sgombero e piani di edilizia abitativa specifici per soli nuclei familiari e cittadinanza per gli apolidi, come fatto in Francia e Spagna, i soldi ci sono, si mangiano circa 30 milioni di euro l’anno e solo le briciole arrivano ai baraccati.
Applicazione rigorosa delle leggi per reprimere i fenomeni di vera e propria schiavitù a cui sono sottoposti le frange più miti dei rom, da parte di alcuni kapò che al momento sono referenti dei partiti e associazioni che lucrano sugli emarginati.
Paini di scolarizzazione, formazione professionale, cooperative da coinvolgere nella raccolta differenziata dei rifiuti, dei metalli, degli abiti ecc.
Repressione del fenomeno dei roghi di cavie copertoni per recuperare metalli, dai roghi dei campi abusivi si sprigiona più diossina cha da decine di Malagrotta.

‘’Quale è la vostra posizione sui nuovi tram e le nuove metro?’’
L’ideale sarebbe una estesa rete metropolitana, ma data la natura specifica del sottosuolo e gli elevati costi (in Italia, all’estero non è così) è preferibile una fitta rete tranviaria secondo le nuove tecniche. All’estero i tram sono silenziosi e veloci, in Italia sferraglianti e lentissimi..PS sono un noto fabbricante artigianale di modellini di tram, sono la mia passione !! http://www.ilmondodeitreni.it/mioforum/topic.asp?TOPIC_ID=4471

Massimo Lazzari ha detto...

‘’Quale è la vostra posizione sulla sosta?’’
Indovina un po’?! Naturalmente se prima non si risolve il problema trasporti pubblici tentare di arginare il fenomeno è come svuotare il mare con un secchiello ;-)

‘‘Quale è la vostra posizione sui pup?’’
Studi vecchi di oltre venti anni evidenziano che i posteggi in alcuni contesti servono solo a peggiorare la situazione del traffico incentivando lo spostamento privato.


‘’Quale è la vostra posizione sulle affissioni?’’
Come sui cartelloni, in Spagna ti fanno nero se solo osi affiggere o mettere un adesivo pubblicitario, usare gli strumenti di legge,e applicarli e non emanare delle Grida manzoniane inapplicate.
Quale è la vostra posizione sulla necessità di una videosorveglianza di tipo londinese?
Già siamo pieni di telecamere, se non le sai gestire non servono a ‘na mazza.
‘’Quale è la vostra posizione sull'arredo urbano’’
Rigorosa, va ben normato, ma basterebbe applicare i regolamenti già esistenti, il problema è il lassismo e la corruzione dilagante nell’amministrazione pubblica.

‘’Quale è la vostra posizione sulla segnaletica?’’
Quella necessaria è necessaria, naturalmente va posizionata nel rispetto delle norme di sicurezza e non a cavolo come quelle che hanno fatto dei morti, vedi Tangenziale.

Se permetti aggiungo alla tua lista,
incentivo e diffusione dello spostamento su bici con una capillare rete di piste ciclabili e bike sarin come a Barcellona.
Lotta alla corruzione dei pubblici funzionari e nella polizia municipale, senza una burocrazia efficace e una polizia onesta difficilmente si potranno ottenere dei risultati.
Inoltre aggiungo lotta al consumo del territorio con difesa dell’agro romano e recupero dell’abitativo fatiscente con nuovi edifici in classe AAA e ritornare all’Urbanistica, città disegnata e non edificazioni selvagge ad uso e consumo dei palazzinari.
Massimo Lazzari

Di Marco Antonio ha detto...

a Massimo Tonelli era meglio che te facevi l'affari tua....con le domande gli hai dato la possibililità de fasse belli e pure campagna elettorale.
p.s. tanno fatto er c..o a striscie, meglio sta zitti certe vorte.....

Massimiliano Tonelli ha detto...

RIFIUTI
posizione utopistica purtroppo, almeno nel medio periodo.

CONSEGNA MERCI
il modello non è siena (ci ho vissuto 10 anni, e spero che non lo sia) e non esistono modelli che si possono prendere da città grandi come un piccolo quartiere di roma

TRASPORTI
state dicendo che non si debbono fare metro perché costano care? ma costano care perché c'è chi ruba. non è meglio impedire che si rubi?

CARTELLONI
sono una grande risorsa della città, non ha alcun senso vietarli completamente. vanno resi utili per chi li guarda e gestiti da ditte serie

PUP
in tutto il mondo si mettono le auto sottoterra, la superficie non può essere un parcheggio

Insomma, tanta buona volontà ma competenze e lucidità a mio parere pochine. Ovviamente spero proprio di sbagliarmi, ma non ci siamo neppure un po'. Ci vuole innovazione, spavalderia, buone pratiche internazionali. Ovvero: FARE LE COSE COME LE STANNO FACENDO COLORO CHE HANNO RISOLTO I PROBLEMI. Può essere mai tanto difficile? E non è vero -non è affatto vero!- che ci vuole pazienza.

Di Marco Antonio ha detto...

Massimo ha scritto:Insomma, tanta buona volontà ma competenze e lucidità a mio parere pochine. Ovviamente spero proprio di sbagliarmi, ma non ci siamo neppure un po'. Ci vuole innovazione, spavalderia, buone pratiche internazionali. Ovvero: FARE LE COSE COME LE STANNO FACENDO COLORO CHE HANNO RISOLTO I PROBLEMI. Può essere mai tanto difficile? E non è vero -non è affatto vero!- che ci vuole pazienza.......bla bla bla. massimo tonelli, puoi sempre farti il tuo partito, scendere in piazza, metterci la faccia, rimetterci del tuo tempo, perdere la reputazione, metterti contro i poteri forti e fargli vedere come si fa a questi mascalzoni del movimento... ma troppa fatica sarebbe per quelli come te, meglio stare seduto dietro un computer e lementarsi degli altri....e a favoleggiare su come dovrebbero essere le cose.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Metterci la faccia, metterci il tempo, investire i propri soldi? Gestire cause e querele dei poteri forti (anche molto molto forti)???Lo faccio dal 2007, in tempi assolutamente non sospetti. Anche per Grillo.

Ad ogni modo questa sfilza di commenti è utilissima per capire la strafottenza del movimento cinque stelle. E' una roba fuori dalla grazia di dio. La strafottenza va bene, ma occorre potersela permettere: lo abbiamo detto mille volte. Se non si è preparati, se non si ha idea di cosa fare, se si dicono solo banalità, non si può essere strafottenti se non si sanno quali pesci pigliare. Perché si finisce di essere anche pericolosi.

Io credo che tutti i blog -ormai molto ascoltati- e vedo anche Malaroma e mi auguro anche altri, stiano ben attenti a sottolineare la pochezza del movimento. E soprattutto il suo atteggiamento TOTALMENTE assimilabile a quello dei partiti tradizionali (e criminali) del paese. Ora siamo arrivati pure al punto che ti rispondono "fatti il tuo partito".

Anonimo ha detto...

Non conosco i singoli nomi dei diversi rappresentati del M5S, debbo dire però che le ultime risposte in rincuorano un poco.

Su chi suggerisce di passare dalla critica alla proposta - allego due appelli, firmati da più blog, inviati al sindaco di Roma e Della Valle (per quanto riguarda il progetto di riqualificazione del complesso dei Fori Imperiali), e al ministro Cancellieri (per ciò che concerne alcune criticità cittadine direttamente connesse alla gestione della sicurezza). Nessuna risposta ci è stata data. Certo, si tratta di “vecchi” modi di comunicare, ma negli ultimi anni, sinceramente, non mi sembra ci sia stato questo gran fiorire di nuove proposte o di idee di lotta tanto innovative da parte di partiti e/o movimenti – tanto che i cittadini sono stati lasciati completamente soli e costretti a combattere con le proprie nude mani (e non si tratta solo di una metafora) l’abbandono della città. Difatti, suggerirei di mettere nel programma del M5S un sistema di segnalazioni centralizzato e telematico delle problematiche cittadine (con aggiornamento dello status della segnalazione, oltre l’utilità di poter monitorare le problematiche più frequenti e creare degli indicatori chiave della performance) – questo anche per uscire dalla trappola della raccomandata con ricevuta di ritorno inviata agli uffici competenti che, tradotto, significa la trappola ideale del Comune per evitare di risolvere ogni problema e non dare alcuna risposta. Quelli che seguono sono ovviamente dei "documenti aperti" che anche il M5S può usare liberamente.

http://malaroma.blogspot.it/2011/02/riqualificazione-del-colosseo-i-blog.html

http://malaroma.blogspot.it/2012/01/lettera-al-ministro-dellinterno.html

Anonimo ha detto...

Massimiliano Tonelli - 08 luglio 2012
Pur non avendo avuto mai intenzione di diffamare e ledere alcuno, su richiesta dello studio legale Marcello Elia in Milano pubblichiamo quanto segue

"Con riferimento ai contenuti precedentemente postati in relazione alle persone dei Signori
Crespi, Turato e De Dominicis, ci scusiamo per avere pubblicato una lettera anonima
da i contenuti completamente falsi, a sostegno della cui veridicità ed autorevolezza non
abbiamo alcun elemento".

COMMENTO:

Da Romolo a Massimiliano Tonelli, direttore di una rivista di arte e blogger ispiratore di : romafaschifo@gmail.com

Caro Tonelli,
di seguito alla e-mail che ti ho trasmesso ieri sera 07/07 u.s. dal titolo “i 2 compari colpiscono ancora”, vedo che non ti interessa più nulla, pubblicare le denuncie dei cittadini che si sentono oppressi e maltrattati dal Sindaco Alemanno e dal suo “staff”. Purtroppo non è la prima volta!
Non credo che le minacce di querela di Luigi Crespi, dopo la pubblicazione della prima lettera (i due compari) ti abbiano impaurito. Per cui ritengo che i motivi di aver tolto lo spazio a notizie vere e provate e documentate (atti pubblici), oltre che scandalose, risiedano in altri lidi. Forse ancora non hai capito di come si sottraggono i soldi ai cittadini romani (aumento di addizionali comunali, regionali etc.) per poi, anziché investirli in servizi, si sperperano indegnamente pagando gli amici degli amici che sono ottimi veicoli pubblicitari in vista della prossima campagna elettorale (famiglia Crespi e Co.), o per comprarsi il silenzio delle persone. Quindi tornando a noi, noto con molta delusione che nel tuo Blog campeggia un banner che pubblicizza il logo del sito turistico ufficiale di Roma Capitale www.turismoroma.it. ( che presto farai sparire). Per cui, credo che Alemanno e Crespi si sono comprati il tuo silenzio. Giuda!!!
Spero almeno che tu non ti sia svenduto per 4 baiocchi. Sappi che la società il sole 24 ore, concessionaria esclusiva del sito www.dagospia.it per l’acquisto di banner pubblicitari, ha venduto a Roma Capitale, 13 (tredici) settimane di campagna pubblicitaria del logo di Roma Capitale che invita a iscriversi alla pagina facebook e al twitter del Campidoglio, per la modica cifra di €. 101,000,00 circa. Non può essere un caso, che dal momento in cui è partita questa promozione, D’Agostino non ha più parlato male di Alemanno e del suo “staff”.
Ti sei adeguato come tutti gli altri, complimenti Tonelli hai vinto un tapiro!!!

p.s. smetti di prendere in giro gli internauti, ormai tutti sanno che il tuo blog www.romafaschifo.com/ è lo specchietto per le allodole, al servizio di Crespi ed Alemanno.

Roma, 08 luglio 2012

Claudio Sperandio ha detto...

Buongiorno sig. Tonelli.

In questa foto tratta da Google maps potete valutare se quella di cui lei parla fosse, in precedenza, una pista ciclabile: http://maps.google.it/maps?hl=en&tab=wl

In questa mappa edita dal Comune di Roma potrà verificare che - a meno di un mancato aggiornamento - in via Carmelo Bene non esiste una pista ciclabile ufficiale e regolamentata dal IV Municipio, o quantomeno non è ancora censita: http://www.piste-ciclabili.com/comune-roma

Ci sono diversi progetti sulla possibilità di creare piste ciclabili nel quadrante Nord Est e tutti speriamo che vadano a buon fine; a questo link ce n'è uno molto interessante, del Comitato di quartiere Serpentara: http://content.yudu.com/Library/A1u6lw/Pisteciclabilinelqua/resources/index.htm?referrerUrl=http%3A%2F%2Fwww.yudu.com%2Fitem%2Fdetails%2F415601%2FPiste-ciclabili-nel-quadrante-nord%3Fedit_mode%3Don

Qui, infine, un articolo del Movimento che richiama la sua comprensibile lamentela sull'accaduto, con le foto aggiornate del percorso, dove si evince facilmente che oltre il gazebo ci sono i blocchi di cemento che ostruiscono il passaggio: http://www.quartomunicipio.org/una-strana-pista-ciclabile/m5s-porta-di-roma/

Lascio ad altri le valutazioni sulla foto e sull'articolo da lei scritto.

Si ribadiscono le scuse a chi ritiene l'allestimento del gazebo (verificato peraltro dalla polizia municipale) un abuso nei confronti dei cicloamatori.

Distinti saluti e grazie per l'ospitalità.

Claudio Sperandio - Movimento 5 stelle di Roma

Claudio Sperandio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

ShareThis