Le strisce blu a 3 euro e addio agli abbonamenti. Tutti incavolati, ma il Comune ha ragione

19 giugno 2018
Può succedere qualsiasi cosa. La Giunta può abbandonare i parchi, può umiliare il verde, può chiudere i musei (come sta avvenendo) o gli asili nido, può interrompere i mezzi pubblici, può razionare l'acqua, può dilapidare qualsiasi speranza di sviluppo economico futuro per la città come fatto con la storia dello Stadio di Tor di Valle e delle Olimpiadi. E tutti nella totale surrealtà tacciono inebetiti. Tacciono perfino i tifosi della Roma che si avviavano ad avere una squadra potente e dotata di un campo di proprietà come le maggiori squadre europee e che ora, senza motivo se non la stupidità e l'ideologia mediocre di chi amministra, si trovano con un pugno di mosche e probabilmente la squadra svenduta e gli investitori fuggiti. In qualsiasi città europea un briciolo appassionata al calcio come lo è la nostra capitale (Barcellona, Manchester, Marsiglia...) ci sarebbero le persone con i forconi e le fiaccole sotto al palazzo comunale, qui il silenzio.

A Roma c'è il silenzio su tutto, il disinteresse su tutto salvo che quando l'amministrazione tocca una cosa e una sola. Una cosa che infatti, salvo poche coraggiose eccezioni, nessuna amministrazione tocca: LA MAGHINA. I romani ne hanno fatto una malattia, le statistiche sono ridicole, assurde, ingiustificate; il cittadino medio prende LA MAGHINA pure per andare al gabinetto se la casa è troppo grande; il romano non può fare nulla senza LA MAGHINA, è una cosa da sfigati, da perdenti, da falliti. In tutto il mondo ormai se sei proprietario di una vettura vieni guardato come un cretino, a Roma è esattamente il contrario. In alcuni casi, per carità, LA MAGHINA serve per davvero, ma nella schiacciante maggioranza dei casi è inutile, pleonastica, superficiale, forzata, eccessiva.

I romani hanno tante vetture per un semplice motivo: è agevole averne. Non c'è limite ad averne. Puoi parcheggiare praticamente dove vuoi, anche in quarta fila, anche bloccando tutti gli altri cittadini, anche ostacolando i mezzi pubblici, anche rendendo la vita dei pedoni e dei disabili un inferno e nessuno ti torcerà un capello. Inoltre parcheggiare è praticamente gratis dappertutto, si può andare in giro con vetture vecchie, decrepite, cadenti perché le leggi che impediscono la circolazione alle auto inquinanti non vengono applicate da nessuno, non esistono autovelox fissi per cui si può spingere sull'acceleratore (250 morti e 35mila feriti l'anno, praticamente una guerra civile; in altre città europee di pari dimensioni i numeri sono esattamente un decimo) e così la macchina diventa perfino un mezzo vantaggioso. Le amministrazioni hanno compresso i diritti di tutti gli altri utenti della strada (ciclisti, pedoni, trasporto pubblico locale) per aumentare artatamente i diritti degli automobilisti e degli scooteristi. Andando esattamente nella direzione inversa di quella di ogni città del mondo. Senza alcuna apparente giustificazione se non fosse quella di assecondare le richieste primordiali di una cittadinanza poco civile, pigra, cafona, rimasta indietro di 30 anni, ai tempi in cui LA MAGHINA era uno status. 

Come l'amministrazione precedente (che in pochissimi mesi lo fece più volte su vari fronti, sebbene meno del necessario), anche questa amministrazione pare timidamente provare a toccare LA MAGHINA. E apriti cielo. Associazioni di consumatori, cittadini scatenati, comitati di quartiere, commercianti. Si sollevano tutti. E' l'unica cosa che li sveglia dal loro torpore di zombie civici ineguagliati in occidente. Toccatemi tutto, ma non la mia Clio del 1991 che inquina come una nave da guerra ancorata nella rada di Taranto e che voglio indiscutibilmente parcheggiare in terza fila, dentro la fermata dell'Atac, con due ruote sul marciapiede, sulla corsia preferenziale, nel posto disabili, sulle strisce, in curva o addosso al cassonetto impedendo ad Ama di pulire...

Ferma sulle pedonalizzazioni, ferma sulle ZTL, ferma sulle isole pedonali (abbandonate), questa amministrazione si sta però muovendo su tre assi tutti e tre seguiti dall'unica figura che oggi nella compagine pentastellata lavora scevra da ideologie, ignoranze, impreparazioni e incolpevole stupidità: Enrico Stefàno. Le battaglie portate avanti riguardano dunque: le corsie preferenziali (alcuni cantieri per proteggerle dovrebbero partire a settimane), le piste ciclabili (quella sulla Tuscolana rappresenterà uno spartiacque, e speriamo che sia progettata bene e che davvero a luglio partano i lavori) e la sosta.

L'ultimo provvedimento è appunto quello sulla sosta. Pare infatti che finalmente, dopo il sacrosanto tentativo della giunta Marino nel 2014 a dir poco bizzarramente impugnato dal TAR, l'amministrazione avvalendosi proprio del PGTU approvato da Marino ("quelli di prima", se, quelli di prima t'hanno lasciato una signora normativa sulla quale puoi pianificare), abbia deciso di mettere mano alla sosta. Il provvedimento è ancora una bozza ma contiene delle linee guida corrette. Vediamole. 

1. la sosta tariffata verrà ampliata anche laddove non c'era, e di brutto

2. le tariffe, bassissime, aumenteranno fino a raggiungere i 3 euro in centro

3. diminuiranno di molto (anche se purtroppo non nella ZTL) le strisce bianche gratuite con il ridicolo sistema del disco orario inventato dall'imbarazzante Alemanno e dai suoi

4. spariranno i mostruosi (mostruosi!) abbonamenti per 8 ore o addirittura per un mese inventati dall'imbarazzante Alemanno e dai suoi, restando solo nelle zone periferiche

5. spariranno anche gli eccessivi vantaggi per i residenti: in parte dovranno contribuire anche loro, il suolo pubblico è suolo pubblico e se compro casa in un quartiere non mi sto comprando anche un pezzo di strada; se mi occorre compro un box privato ma non posso pretendere gratis l'utilizzo del suolo pubblico

6. verrà effettuato un peculiare piano di tariffazione nella zona di Viale Jonio, che altrimenti rischia di diventare un parking di scambio per chi lascia lì l'auto per prendere la metro

Tutto insomma va nella direzione corretta (seppure perfettibile, e parecchio). Attenzione QUI ABBIAMO SPIEGATO ORMAI 4 ANNI FA perché tutto questo è corretto, lo abbiamo fatto quando abbiamo commentato il provvedimento piuttosto simile della giunta Marino, leggete per capire che è importante.

Così facendo l'amministrazione disincentiva non solo all'utilizzo ma anche allo stesso possesso dell'auto (specie della seconda o della terza auto a famiglia, follia ormai solo romana). Così facendo l'amministrazione lavora su un incremento significativo degli introiti e dunque sulla possibilità di avere parecchi denari in più in cassa da investire in mobilità sostenibile (sarebbe opportuno che questi introiti venissero vincolati a: ciclabili&bicipark, nuove preferenziali protette, arredo urbano anti sosta selvaggia e salva-pedoni. Sarebbe davvero molto opportuno!) e innovazione. Aumenteranno le bici, diminuiranno le auto in doppia fila, diminuiranno i flussi, diminuirà la congestione, aumenteranno le persone che passeranno al mezzo pubblico, aumenteranno le persone che determinati percorsi li faranno a piedi scoprendo che grazie alle proprie zampette in poco più di 10 minuti si copre la ragguardevole distanza di un chilometruccio. E tutti questi risultati si potranno avere non solo non spendendo un euro, ma addirittura incassando di più! Uovo di colombo a dir poco: assurdo non approvare tutto... ieri!

Il piano, predisposto dall'Agenzia della Mobilità, dovrà poi passare, ahinoi, in aula. La maggioranza a 5 Stelle a quel punto avrà due strade: rinvigorirlo o indebolirlo rendendolo inutile ma facendo contente clientele e questuanti. Noi ovviamente speriamo che l'Assemblea ci metta il carico da undici togliendo ad esempio le strisce bianche all'interno della ZTL (che senso hanno? Nessuno!) magari sostituendole con strisce gialle esclusivamente dedicate ai residenti - che pagano un bollino eh, a gratis è morto da tempo! - come avviene a Firenze o a Milano; speriamo che l'Assemblea decida di dare nelle more dell'approvazione nuovo impulso alla sosta interrata, unica vera soluzione al problema oggi ferma; speriamo che l'Assemblea escluda ogni facilitazione per le vetture ibride o elettriche perché il suolo pubblico è un valore e non può essere regalato e una vettura ibrida occupa lo stesso spazio di una a gasolio e solo apparentemente consuma meno (specie in un paese che ancora produce la propria energia elettrica con l'olio combustibile dopo la geniale trovata dell'addio all'atomo); speriamo che si decida una tariffazione più specifica e peculiare per Ostia che oggi (pur rappresentando l'attrattiva che sappiamo) versa nella mera zona esterna della mappa. 

Abbiamo tutte queste speranze e seguiremo il dibattito in aula. Denunceremo i consiglieri pentastellati che lavoreranno in nome del populismo per dar retta alle pressioni assurde dei MALATI DELLA MAGHINA perché siamo convinti che il primario compito di un pubblico amministratore sia di curare le malattie dei propri concittadini, non assecondarle consentendo alle persone di farsi del male da sole. Abbiamo tutte queste speranze e tutti questi scetticismi, ma dobbiamo in questo momento dire che la direzione politica che è stata data agli uffici e all'Agenzia per la Mobilità è quella corretta. Coraggio!


73 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ottimo! Ma se poi non sanzionano chi parcheggia in divieto di sosta continueremo a vedere macchine parcheggiate in seconda fila accanto alle strice blu completamente vuote...

Anonimo ha detto...

Se, se state a cazzo dritto. Le stanno per fare.

Anonimo ha detto...

vediamo...
la mia auto - di svariati lustri - inquina (un po') meno per via del GPL, mai fatto un incidente, multe per divieto di sosta 3 o 4 in decenni di guida. Quindi quando si parla di danni non si parla di me. Però oltre alla tassa di possesso adesso dovrò pagare non so quanto per tenere la macchina parcheggiata vicino casa???? Ma se la tenevo per strada perché non avevo i soldi per una rimessa!
Dice: vabbeh, la vendi o la rottami, e vai coi mezzi. Sì, peccato che però ci voglia almeno un'ora per arrivare ovunque. E l'inconveniente è dietro l'angolo. E le bimbe borseggiatrici etc etc etc
E che la bicicletta, oltre ai rischi di incidenti coi pazzi che girano, faccia sudare un bel po', in quanto Roma non è Padova (piccola e piatta) e non tutti hanno la possibilità di una doccia in ufficio (e cambio abiti etc).
Finirà che l'auto diverrà un lusso per chi può, e chi non può ancora più stretti nei mezzi, perennemente in ritardo, facendo una vita ancora più grama.
Cordialità

Anonimo ha detto...

Non lo faranno mai. I pentastellati sono troppo attenti al consenso e un provvedimento come questo gliene farebbe perdere molto.

Anonimo ha detto...

3 EURO è poco solo 5 euro cambierebbero qualcosa.

Anonimo ha detto...

Condivido al 100% il commento. I concetti espressi nell'articolo andrebbero bene in un mondo perfetto, fermo restando che qualche bastonata in più si dovrebbe dare a chi intralcia il traffico. Però colpire chi ha solo la macchina per raggiungere il posto di lavoro (mezzi incerti, lenti, sporchi, malfrequentati) per guadagnare 1500 euro al mese e pagarne 700 di affitto, non so quanto risolva il problema. Contribuirebbe solo ad aumentare la calca su quei mezzi incerti, lenti, sporchi e malfrequentati!
Per il resto, d'accordo su tutto.

Anonimo ha detto...

Tutto questo in una città dove il lavoro è pagato miseramente e dove le distanze sono impraticabili... Tutto sarebbe risolvibile con un bollino unico annuale, tariffando solo le zone più centrali.

Anonimo ha detto...

Ma dentro le buche la sosta è gratuita?

Anonimo ha detto...

Tutto condivisibile ma ci ricordiamo bene come finì con marino... il TAR accolse il ricorso: offerta di mezzi pubblici insufficiente: prima si garantisce un'offerta di mezzi pubblici decenti poi si alzano le tariffe delle strisce blu. Considerando che il servizio pubblico versa in uno stato molto peggiore rispetto all'era marino, perchè ora il TAR dovrebbe accettare questi rincari?? Non sarebbe meglio pensare a una strategia più raffinata rispetto a fare muro contro muro?

Anonimo ha detto...

Io sto col motorino. Parcheggio dove voglio quando voglio e come voglio e senza pagare. Anche sulle strisce blu. Tuttavia voi non state bene, 3 euro è un furto. Già 1,50 lo è .

Anonimo ha detto...

Comunque seguire questa pagina solo per vedere quanti vi perculano non ha prezzo.

Anonimo ha detto...

Caro Tonelli, ma perche' ce l' hai cosi' tanto con le automobili? e perche' le chiami maghine ? sei stato forse investito da piccolo?
P. S. grazie per l' endorsment alla Raggi
P.P.S. il grazie era ironico.

Marlene ha detto...

Tonelli testa di melone ... le vetture ibride consumano 3,5 /4,5 litri per 100km, e parlo della mia CHR Toyota, cilindrata 1800, la uso tutti i giorni e so cosa dico. solo un ignorante può dire che "apparentemente" consumano meno.
Prima di scrivere cazzate, informati. E ricorda, siamo in democrazia, e se a me fa schifo salire su autobus pieni di gentaglia che aggredisce i passeggeri e non paga il biglietto, sono stracazzi miei.
E non insultare i cittadini che pagano le tasse e si comportano onestamente, solo perchè non vanno in bicicletta come i cinesi negli anni Settanta.
Meno male che al Comune non ti si cagano, altrimenti dovevamo scendere in piazza per difendere i nostri diritti... tra l'altro strapagati (iva, e balzelli vari) per utilizzare l'auto.

Anonimo ha detto...

Concordo con questi sopra, prima mi facevate pena perché vi vedevo come dei poveretti che credevano in una illusione. Ora vi vedo come degli sfigati sfasciacaxxi che non meritano la pena ma gli insulti. Seguitero a seguire codesto blog solo per vedere a quale infimo livello possiate arrivare. Ciaone .

Anonimo ha detto...

questo è un post a 5 stelle. e ho detto tutto.

Anonimo ha detto...

Ma con lo spostapoveri ti muoverai tu, che hai molto tempo libero come i poveri, appunto. Io che devo lavorare a Boccea, portare i figli a scuola a Anagnina, portare nonno dall'oculista all'EUR e poi burraco con le vecchie a Testaccio, come faccio senza auto?? Con lo spostapoveri??? Ma va là!!!!

Anonimo ha detto...

Tutto molto bello, a condizione che:
ZTL h 24
Corsie preferenziali su tutte le consolari e sul lungotevere. Si perdono un centinaio di posti sui lati destri, ma ne vale la pena
Parcheggi di scambio gratuiti. Se superi il GRA e giusto che paghi, altrimenti no.
Senza queste condizioni non solo non è possibile programmare l'orario di passaggio dei bus, ma emerge la solita verità : a Roma le strade servono solo a fare cassa.

Credito Locali ha detto...

offerta di prestito da persona a persona e onesto di €5000 a €50000
solo il 2% per un periodo massimo di 15 anni. Per coloro che sono interessati
Si prega di contattare email:credito.locali.veloce@gmail.com
Per maggiori dettagli e questo è gratis.il nostro preoccupazione è quella di soddisfare i nostri clienti 100%

Armando D'Asdia ha detto...

Ogni tanto persino la Raggi ne azzecca una...

Anonimo ha detto...

Sono tendenzialmente d’accordo: solo un problema.. perché prima non cercare di migliorare il controllo sul territorio limitando effettivamente e coraggiosamente il parcheggio in divieto ( doppia fila in primis, strisce, marciapiedi, stalli per i motorini, bus turistici e quelle centinaia di pulmini porta turisti sparsi un po’ ovunque nei quartieri a ridosso del centro)? Altrimenti così si rischia di penalizzare quelli che almeno uno straccio di tariffa la pagano, mentre gli altri continuano a farla franca parcheggiando dove capita.
Vedo pulmini di ristoranti ed alberghi provvisti anche di permesso disabili.
Come pure facendo valere le norme antinquinamento: quest’inverno l’amministrazione ha bloccato l’unica macchina di famiglia ( Diesel euro 6 ), ma quotidianamente vedo girare delle scorie nucleari anni 90 che veramente andrebbero bloccatre tutti i giorni!
Mancano i controlli.

Massimo ha detto...

Bhè, che dire, i commenti di certa gente non fanno altro che confermare le parole del blog.
Lo "spostapoveri" è disarmante e divertente allo stesso tempo, praticamente da attacco epilettico.
La verità, al netto di tutto il magna-magna degli ultimi 50 anni, è che a Roma i mezzi pubblici di superficie ritardano quasi sempre per colpa del traffico delle auto e si bloccano praticamente sempre per colpa delle maledettissime doppie e terze file!
CHE ACCIDENTI DI FINE HANNO FATTO LO STREET CONTROL, IL TACCUINO ELETTRONICO ED IO SEGNALO?!?!?!?!?
Anche a me piace spostarmi nella comodità della macchina ma se leggete gli articoli anziché solo i titoli, basterebbe realizzare un giusto piano di parcheggi di scambio assolutamente in struttura (interrata o silo che sia) ma anche parcheggi a ridosso di ogni luogo di aggregazione quali Chiese, Scuole, Mercati, Uffici etc. Parcheggi che dovrebbero essere tutti a rotazione.
Automaticamente si libererebbero le strade per tram e bus, che a quel punto sarebbero di maggior valore e rendimento quindi anche più belli e comodi, e per le ciclabili. In più ci sarebbe più spazio anche per i marciapiedi.
Da li partirebbe la rinascita di questa martoriata città.

PS: comunque per i parcheggi come per i mezzi pubblici io sono e resto per il "pagare tutti per pagare meno".

Anonimo ha detto...

Complimentoni per l'ennesima stronzata propagandistica da fare impallidire Salvini e Di Maio. Le cose, anche quelle giuste, o si fanno come si deve o diventano assurde vessazioni buone solo a fare incazzare le persone. PRIMA si mette in funzione un servizio di trasporto pubblico efficiente, sicuro, capillare, h24 e con abbonamenti commisurati alle paghe medie di chi lavora e con biglietti per più persone che rendano conveniente dell'auto viaggiare a piccoli gruppi; contestualmente si mettono a disposizione parcheggi di scambio con con capienze adeguate, non come Anagnina i cui dintorni sono perennemente occupati per chilometri da auto in sosta che non trovano posti regolari, gratuiti per chi ha titoli di viaggio, custoditi efficacemente da numeroso personale assunto dal Comune (non da cooperative paracriminali) con assicurazione a copertura di danni e furti (altro che gli squallidi cartelli che declinano ogni responsabilità). Poi, solo DOPO avere messo le persone in condizione di muoversi tranquillamente con i mezzi pubblici, si passa a scoraggiare senza pietà l'uso del mezzo privato a motore.

fracatz ha detto...

con l'entrata nell'euro NOI, del reddito fisso, vedemmo dimezzato il potere di acquisto, anzi er bjjetto dell'autobus è passato dalle 1000 lire alle 3000 attuali, ora se si triplica il costo delle soste è chiaro che lo si fa per migliorare la vita ai vari tanti caporioni che invece grazie all'euro si sono triplicate le prebende, perché in natura NULLA SI CREA E NULLA SI DISTRUGGE si tratta solo di trasferire ed in questo caso ci sarà un altro trasferimento di moneta da una tasca ad un'altra.
Il bobbolo nella sua immaginificità è contento di tutto ciò perché non ama la matematica e quindi il programma del PARTITO DEGLI UNDER 70.000 che ne rispecchia i veritieri principi

Anonimo ha detto...

Comunque, anche questo post conferma l'utilità di seguire con attenzione RFS: se qualcosa piace a chi scrive gli "articoli", puoi essere quasi matematicamente sicuro che si tratta di una porcata, dalle indicazioni elettorali alle soluzioni urbanistiche e così su tutto lo scibile. Il soggettone che sproloquia abitualmente su questo blog, inserisce una frasetta come "geniale trovata dell'addio all'atomo", credendo di fare raffinata ironia; dunque, secondo lui (che genio si crede davvero), l'Italia dovrebbe essere piena di geniali centrali atomiche, con conseguenti rischi d'esercizio, problemi e costi di smaltimento delle scorie e questioni di sicurezza rispetto a sabotaggi e attentati. Almeno cinquant'anni di precise argomentazioni economiche e scientifiche che attestano l'assurdità di questo sistema di produzione di energia buttati al vento, come insaponare la testa a un asino. E c'è chi si lamenta di Laura Credito?

Anonimo ha detto...

Sì, è tutto giusto, però bisogna anche obiettivamente riconoscere che, talvolta, qui a Roma la MAGHINA è una necessità per l'obiettiva inadeguatezza ed inefficienza del trasporto pubblico romano, ancora affidato in gran parte ad una azienda inefficiente, con un mare di debiti fino al collo, che non ci si decide una buona volta a far fallire, mandandola definitivamente affanculo (e invece pare hanno anche accettato il concordato preventivo, purtroppo). Questo pure è il discorso. Finchè non si investirà seriamente nel trasporto pubblico di massa qui a Roma (cioè mai), sarà sempre così, a prescindere poi dalla becera e provinciale mentalità di base del romanaro medio.
E poi un'altra cosa vorrei dire. Prima di aumentare le tariffe, vogliamo accertarci che il dovuto lo paghino tutti? Perchè se no ci rimettono solo i fessi che pagano regolarmente, che è poi lo stesso discorso dei controlli a bordo dei bus, che continuano ad essere troppo pochi.

Anonimo ha detto...

CHE ACCIDENTI DI FINE HANNO FATTO LO STREET CONTROL, IL TACCUINO ELETTRONICO ED IO SEGNALO?!?!?!?!?


Vanno, vanno. Mio fratello ha preso 6 multe negli ultimi 20 giorni per lo stesso divieto di sosta.

Anonimo ha detto...

Eh niente.
Tra tutti i commenti letti emerge una costante: manca civiltà.
Manca ormai un completo senso di civiltà, di rispetto ed ampia visione.
Si guarda solo ed esclusivamente al proprio giardinetto, al proprio orticello ed alle proprie necessità.
Si pensa che la propria libertà non finisca dove comincia quella degli altri, ma prosegua perchè è giusto cosi.
Degli ideali 5S non è rimasto nulla, la rivoluzione dal basso ve la siete magnata alla vaccinara, "uno vale uno" è diventato "uno vale uno ma tu non sei nessuno", l'onestà è diventata "vado a magnà".
Ormai anche il romano più virtuoso è comunque iscritto al "club degli sticazzi".

NB: non è un invettiva contro i 5s, ma contro i romani. TUTTI.

Anonimo ha detto...

a me piacerebbe che domani tutti, ma proprio tutti, smettessero di usare i mezzi privati e usassero quelli pubblici. Chissà, l'apocalisse che ne seguirebbe potrebbe aprirvi gli occhi

Anonimo ha detto...

in teoria tutto bello ... in pratica visto quello scempio che si chiama ATAC la MAGHINA purtroppo è imprescindibile .. siamo sicuri che lo street control sia attivo ? Con tutte le strade di Roma con doppie / triple file il Comune dovrebbe essere in attivo .... oppure non lo usiamo vicino i negozi sennò i commercianti perdono clineti e non ti votano più ?

Anonimo ha detto...

Quale sia la posizione di Romafaschifo sul tema della sosta tariffata lo sappiamo ormai bene, chi conosce il blog non aveva bisogno di leggere questo articolo.
In pratica vogliono tentare di reintrodurre l'aumento delle tariffe già proposto da Marino.
ciò che fa la differenza non è tanto il costo orario. A Chi deve fare una sosta breve non credo cambi molto pagare 1,50 anziché 1 Euro.
La differenza sta nell'eliminazione degli abbonamenti. Essi furono pensati da Alemanno secondo il principio che, visto che i mezzi pubblici non funzionano, si può pagare un prezzo doppio rispetto all'abbonamento mensile dei mezzi, in modo che chi ha bisogno dell'auto possa farne uso.
Rimango dell'idea che qualunque disincentivo all'auto non può prescindere da un miglioramento del trasporto pubblico, a Roma disastroso.
All'idea secondo cui aumento i prezzi della sosta così diminuisce il traffico ed i mezzi pubblici funzionano meglio, francamente, ci credo ben poco.

Anonimo ha detto...

Un altro mezzo per il quale il romanaro medio è drogato è lo sguderone, rigorosamente da usare per sfrecciare sui marciapiedi. Oggi uno di questi soggetti, mentre da pedone attendevo il verde a piazzale Clodio angolo via Golametto, ha avuto la faccia di bronzo incredibile di chiedermi di spostarmi perchè doveva salire sul marciapiedi. Al chè gli ho riposto con un secco. "No, quando diventa verde il semaforo allora mi sposto". E' rimasto là ad attendere con un sorriso mellifluo ed una faccia da cretino allucinante finchè non mi sono spostato perchè il semaforo pedonale era verde ed ho potuto attraversare, dopodichè è tranquillamente salito sul marciapiedi, due passi dal Tribunale di via Golametto, nonstante la presenza di due pattuglie di vigili urbani poco distanti (e del tutto inutili).
Questa è Roma, signori. Che vogliamo fare?! Non lo so.

Anonimo ha detto...

Curiosa la "logica" demokratika che gia' adesso permette a chi ha il SUV ibrido da 50K o la Smart elettrica da 24K di parcheggiare gratis perché sono "ecologici" e poi vorrebbe fare in modo che i ricchi possano circolare liberamente (basta pagare e in gran parte dei casi si scarica la spesa con "l'auto da lavoro") con meno traffico e piu' parcheggi, mentre i poveri possono andare a piedi, in bicicletta o con l'Atac.
Se vuoi fare cassa (forse) va bene. Se vuoi decongestionare il traffico crea parcheggi ed elimina i catorci parcheggiati "a permanenza" che bloccano a permanenza i posti "sotto casa"

Anonimo ha detto...

La spiegazione per la rivoluzione delle tariffe è molto più semplice.
Andate a vedere a chi è andato il nuovo appalto tra 2016 e 2017.
Nihil novi...
Stanno facendo un casino su tutti i fronti, per incompetenza o per malafede.

Carlo Carletti ha detto...

Giusto

Carlo Carletti ha detto...

Credo che il commento dello “spostapoveri” fosse ironico

Anonimo ha detto...

Sono reduce da un weekend a firenze e mi rendo conto come una politica giusta per disincentivare l'uso della macchina in centro lo renda molto + vivibile per tutti. Spero che finalmente la giunta Raggi possa approvare un decreto nella giusta direzione.

Anonimo ha detto...

Che valanga de cojonate, in una città priva di alternative al mezzo privato qual è la soluzione?
Sanzionare il mezzo privato, aridatece Nerone!

Diego ha detto...

L'alternativa ai mezzi privati è il trasporto pubblico. A Roma ci sono Tram autobus metro taxi uber car sharing ecc. Basta alzare il culo e uscire di casa 20 minuti prima. Come si fa nel mondo civile. Discorso chiuso.

Anonimo ha detto...

Non posso che quotare al 100%,ho anch'io una ibrida e confermo quei consumi, siccome l'ibrida non si ricarica con la spina, il consumo effettivo è quello.

Maurizio ha detto...

Concordo con Diego delle 12 e 18 a.m.-nulla da aggiungere.

Anonimo ha detto...

Di maghina si muore per inquinamento e incidenti, in più il tempo guadagnato con la maghina poi te lo bruci a lavorare (quasi certamente facendo un lavoro che ti fa schifo) per guadagnare quella che ti serve per comprare e mantenere la maghina. Certo che a Romlandia vivete proprio male, eh?

Anonimo ha detto...

Ma di cosa stiamo parlando ?!?
Prima si garantisce un'offerta di mezzi pubblici decenti poi si alzano le tariffe delle strisce blu ! Per arrivare in ufficio, da casa mia, in periferia, dove non ci sono nemmeno i marciapiedi (!) con la macchina ci metto solo 15 minuti, con i mezzi 45! E sono solo OTTO chilometri ! E non vi dico al ritorno: se becco traffico sulla Tiburtina, gli autobus ci possono mettere anche più di un'ora (sperando che non prenda fuoco)! Per fare solo OTTO CHILOMETRI!! Follia ! Rendiamo la città più efficiente dal punto di vista della mobilità pubblica. poi, solo poi si può parlare di disincentivazione del mezzo privato.

Anonimo ha detto...

Non esiste che un mezzo pubblico rimanga imbottigliato nel traffico.I mezzi pubblici dovrebbero viaggiare tutti e ovunque su corsie riservate fisicamente protette o su strade riservate e inoltre andare avanti con coraggio e decisione per il ripristino di quei mezzi comodi , efficienti e poco inquinanti che sono i tram.

Diego ha detto...

all'anonimo delle 1:49 (sceglersi un nik è troppo faticoso...)
Eccolo qua, la solita litania del "prima datece li mezzi e dopo (forse) lasciamo a maghina a casa"... questa storia la sento da 30 anni, evidentemente non funziona. L'unica strada per avere un trasporto pubblico efficiente è renderlo indispensabile e centrale nell'uso quatidiano della maggior parte dei cittadini. Finché gli autobus rimarranno roba da sfigati, lenti, oggetti imbottigliati nel traffico di auto private, non ne usciremo mai. Ebbene si: OCOORRE PRIMA COSTRINGERE IL ROMANARO A USARE PER FORZA I MEZZI PUBBLICI e DOPO DI CONSEGUENZA POTREMO IMMAGINARE UN TRASPORTO PUBBLICO RAPIDO ED EFFICACE.
Chiaro? Occorre ribaltare la solita menata che si sente da 30 anni del "prima facciamo il trasporto efficente (cioè mai) e dopo vediamo...la solita frase detta da chi il culo dalla maghina non lo sloggerebbe neanche sotto tortura.

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

Anonimo ha detto...

Ancora una volta, apprendisti stregoni.
Pensano di aver studiato e, soprattutto, pensano di aver capito. Ma non hanno in realtà capito quasi nulla.
Quali sono gli studi sul traffico veicolare a Roma che possano sostenere le tesi citate nell'articolo?
Cosa si sa, esattamente, di chi, come, dove e perché usa l'auto, al posto dei mezzi pubblici?
Al momento, solo una sfilza di luoghi comuni, con l'utilizzo di finti termini dialettali (Maghina ecc.) per cercare di aumentarne la credibilità, scivolando dalla razionalità al folklore.

C'è chi usa forse la macchina privata a sproposito, e ci sono certo tanti maleducati.
Ma la mamma che deve portare due o tre figli in scuole differenti, distanti e (ovviamente) prive di scuolabus?
La persona "normale" che deve fare la spesa periodicamente, quella da super o ipermercato, con le casse d'acqua, i surgelati ecc. ecc?
I tanti anziani per i quali i mezzi pubblici sono territorio quanto mai ostile, o pressoché inaccessibile, sia fisicamente ( e vogliono pure ridurre il numero delle fermate!), sia a bordo, per la calca o l'inciviltà?

Roma non è divisa in zone, per funzioni.
Non c'è un quartiere degli affari, dove giustamente si potrebbe far pagare l'accesso alle auto, e quartieri residenziali.
A Roma tutto si mischia, lungo la stessa strada: uffici, chiese, scuole, case, ministeri, favelas, negozi, multinazionali, ambulanti. Tutti in fila, nel traffico.
Come si può pensare di gestire o orientare i flussi, se prima non si riorganizza la città per funzioni?
Ad oggi, nella condizione REALE di Roma, le tariffe applicate alla mobilità privata sono l'equivalente contemporaneo della tassa sul pane del tempo passato.
Ce lo ricordiamo cosa avvenne, dopo l'aumento di quelle tasse?

Diego ha detto...

La mamma deve accompagnare 3 figli?? Certo, infatti Roma è piena di mamme con 3 figli (già mi viene da ridere) i quali sarebbero incapaci di recarsi autonomamente nei propri istituti scolastici (tra l'altro se sono bambini le scuole sono dietro casa e non c'è bisogno di scorrazzare per la città con l'auto per accompagnarli...), insomma distorcere la realtà pur di giustificare l'abuso incontrollato della maghina da parte di chi non ha proprio nessun figlio da accompagnare e nessun malato da accudire. E' la solita storia, si citano esempi minoritari e specifici ( la mamma con tre figli che non sanno usare l'autobus oppure il figlio che deve accompagnare la mamma malata ecc.ecc) che rappresentano una quota stra minoritaria degli automobilisti che girano per la città al solo fine di giustificare l'abuso di chi scorrazza in auto ogni giorno pur potendo usare i mezzi pubblici senza problemi di sorta.
Ci si copre dietro i figli bamboccioni i malati e gli anziani insomma. Ora basta. Il vento è cambiato: ci si sveglia 20 minuti prima, si alza il culo e si riga dritto.

Anonimo ha detto...

Bicicletta elettrica

Anonimo ha detto...

"Eccolo qua, la solita litania del "prima datece li mezzi e dopo (forse) lasciamo a maghina a casa"... questa storia la sento da 30 anni, evidentemente non funziona. L'unica strada per avere un trasporto pubblico efficiente è renderlo indispensabile e centrale nell'uso quatidiano della maggior parte dei cittadini. Finché gli autobus rimarranno roba da sfigati, lenti, oggetti imbottigliati nel traffico di auto private, non ne usciremo mai. Ebbene si: OCOORRE PRIMA COSTRINGERE IL ROMANARO A USARE PER FORZA I MEZZI PUBBLICI e DOPO DI CONSEGUENZA POTREMO IMMAGINARE UN TRASPORTO PUBBLICO RAPIDO ED EFFICACE."
Ecco. se cercate una logica nel commento qui sopra, lasciate perdere, perchè non c'è. Però c'è un evidente esempio del modo in cui "ragiona" una parte consistente della popolazione per la quale l'ideologia, quale che sia, prevale su qualsiasi logica.

Anonimo ha detto...

Ma tecnicamente, che voi sappiate, si può girare a cavallo o è vietato?

Anonimo ha detto...

Per migliorare il servizio pubblico non sono necessari nuovi mezzi, basta un pennello ed un secchio di vernice, per tracciare nuove corsie preferenziali. Questo ridurrebbe lo spazio di carreggiata disponibili per le auto ovvero renderebbe alcune strade percorribili solo da mezzi pubblici. In alcuni tratti le corsie prenderebbero il posto dei parcheggi in fascia blu, ma non c'è problema. Al comune non vogliono fare cassa.

Anonimo ha detto...

Educazione, Prevenzione, Repressione e Sanzione sono quattro pilastri che fanno sì che si possa vivere in maniera civile. A Roma siamo messi che tutti questi pilastri siano deteriorati o peggio quasi inesistenti, se poi aggiungiamo anche l'ignoranza diffusa, ecco che a Roma qualsiasi iniziativa non potrà che essere accolta malamente. Hai voglia quindi a cercare di far comprendere e spiegare, è quasi una partita persa in partenza.

Anonimo ha detto...

Premetto che prendo la metro dal 1980 e con l'auto personale non faccio più di 5000 km annui concentrato nella stragrande maggioranza d'estate, ma se non avessi la metro prenderei assolutamente la maghina: i mezzi di superficie sono una merda assoluta...sporchi, non passano mai (e non mi raccontate la cazzata che la colpa è delle maghine...ho due capolinea vicino), frequentati da gente che starebbe bene in una fogna e affollati. Li prendesse quello stronzo di Tonelli.

Anonimo ha detto...

Vi dovete comperare i pattini che muovendovi abbattete quegli inutili panzoni che vi trovate, poi vi infilate un ramazza in culo e sculettando per andare in giro al cazzeggio pulite pure le strade.
Semplice ecologico innovativo e per un bella fetta di cittadini persino orgasmico.
Buona terza repubblica.

Anonimo ha detto...

Sgomberato il Camping River: http://www.romatoday.it/cronaca/liberazione-moduli-comune-camping-river.html

Anonimo ha detto...

al buon Diego in primis, ma un po' a tutti, per quello che vale:

se fossero venti minuti fissi sarebbe un paradiso. Sarebbe già buono se questo intervallo fosse non fisso ma proporzionale alla strada da fare. Invece nisba: la verità è che si esce di casa senza sapere quando si arriverà al lavoro. E viceversa.
Nei miei spostamenti, a parità di percorso i tempi erano circa 60-70 min. con i mezzi (con punte di 90), 30 con l'auto (mai più di 35). Addirittura dopo uno dei tanti traslochi il confronto era tipo 90 (salvo inconvenienti), 20 con l'auto.
Avendo il GPL la tratta aveva costi comparabili, se non migliori, a quelli dell'abbonamento.
MA: indifferenza al clima, comodità, musica e generi di conforto (ehm), niente furti, tempi certi. Francamente io punti a favore dei mezzi non ne trovavo, dopo averci provato per anni.
Lo dico chiaramente: io rottamerei volentieri l'auto (eventualmente noleggiandola alla bisogna) in favore di un servizio pubblico efficiente e sicuro. Così com'è, invece, non è la bella comodità che può essere altrove, ma è un calvario quotidiano, una vera sofferenza.
Questo balzello sulla sosta quindi mi mette in difficoltà, mi spinge verso uno scenario che mi mette un po' ansia. Pago sempre tutto, ma così la vita mi peggiora di parecchio. Certo che risparmierò: un abbonamento annuale costa come un paio di mesi di macchina, però personalmente trovo che il bilancio vada peggiorando.
Cordialità

Anonimo ha detto...

Anonimo giugno 22, 2018 4:05 PM

Condivido al 100%...come ho scritto sopra non uso la macchina perché ho la metro vicino casa; anche io ho messo il GPL e se la usassi tutti i giorni avrei un costo simile a quello dell'abbonamento, ma con i problemi del traffico e del parcheggio...se dovessi prendere quei schifi di bus non ci penserei due volte come fai tu. Ci sono quartieri di Roma grandi come una media città che non hanno la possibilità di muoversi su ferro, quindi è perfettamente inutile sposare tesi demagogiche del tipo "lasciate a casa la maghina"...c'è gente che lavora e pure abbastanza lontano da casa, non che non fa un cazzo come Tonelli o Diego...Prendeteli voi quei carri merci che non passano mai pieni di zingari e barboni come voi.

Diego ha detto...

E invece tra un po' quei carri merci li dovrai prendere anche tu....Dura lex sed lex!
Ciaone.

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

Anonimo ha detto...

Ma chi lo paga il parcheggio a roma? Mettessero pure 10 euro l'ora, ma a che serve se rischi di prenderne 30 di multa ogni decennio

Anonimo ha detto...

adesso ho capito: ciaone (specie se preceduto da argomenti schiaccianti e ben esposti) è l'equivalente del pappappero che si usava decenni fa alle elementari.
Solo che lo usano i maggiorenni.
Anagraficamente, si intende.
Cordialità
P.s.: mala tempora currunt....

Anonimo ha detto...

Quindi una madre lavoratrice come me che ogni mattina deve portare i figli piccoli in 2 scuole diverse poi andare in ufficio, idem il pomeriggio e spende 840€ all' anno di abbonamenti mensili per il parcheggio, come dovrebbe fare?
Vi presto la mia vita una settimana e poi capite che quello che vivo ogni giorno non è un lusso/capriccio di comodita ma un costoso sopravvivere in una città che non restituisce niente! Non parlatemi di senso civico, io sono di Milano, dove ho sempre utilizzato la bicicletta, ma avevo ciclabili e metro, a Roma nord non c'è nulla, dico nulla!

Anonimo ha detto...

giugno 24, 2018 8:00 AM

Lascia stare...le teste di cazzo che non fanno un tubo tutto il giorno possono permettersi di campare di demagogia e di ciaoni...a proposito l'ultimo che distribuiva ciaoni e imitava Berlusconi è finito miseramente nel cesso. Al momento attuale a Roma è impossibile girare con i mezzi di superficie o con le biciclette, pena il rischio di non concludere nulla nel primo caso, di rischiare la vita nel secondo. Finchè ho la metro lascio volentieri l'auto a casa, sennò pio la maghina e pago quello che devo pagà perchè non sono un pezzente e non voglio essere trattato come tale dall'Atac alla quale auguro vivamente di fallire prima possibile....T'attacchi al cazzo e tiri forte Diego....

Anonimo ha detto...

Tonelli deve aver avuto un incidente da piccolo dal quale ha sviluppato una fobia verso le automobili. Magari era qualcuno fermo in doppia fila.
Comunque la questione che la gente usa la maghina (come dicono i perbenisti) solo perché pigra significa non conoscere per niente la città di Roma. Idem chi dice che i mezzi pubblici non passano solo perché imbottigliati nel traffico.
Diego sei un moralista del cazzo.

Anonimo ha detto...

Purtroppo mi ritrovo a dar ragione agli automobilisti. Io non possiedo l'auto né ho la patente. Né io né i miei familiari. Girare a Roma senza è un'impresa che ti stressa enormemente la vita. Se hai figli la situazione diventa ancora più complessa e frustrante. Ho difficoltà perfino per portare mio figlio dal pediatra o a scuola, figuriamoci altri posti. E tutto sommato abito tra la Romanina e Morena, a 5 minuti da Anagnina(in macchina o autobus), ma in base agli orari e corse saltate degli autobus ci metto anche mezz’ora. La scuola dista 5 minuti, in macchina o autobus, ma siccome sono costretta a prendere i mezzi, andare e tornare diventa 1 ora, un tragitto di 10 minuti totali un’ora. Infatti mi ritrovo a dover usufruire del pullmino scolastico per forza. La strada che collega scuola e casa non ha un marciapiede in quanto è completamente ricoperto dalla vegetazione da anni e anni. Non parliamo delle brutte esperienze avute con il passeggino che per fortuna non usa più(ha quasi 5 anni). La prima volta che mi avventurai per andare in centro è stato un incubo, fortuna che stavo con il mio compagno per portare su e giù il passeggino con culla sulle scale della metro e tenerlo sulle scale mobili presenti solo in alcune stazioni. Salita sull’autobus l'autista mi invito a smontarlo perché era ingombrante e non era permesso. Un passeggino con culla per neonati!!Follia pura. Ogni volta che dovevo uscire di casa e prendere i mezzi era uno stress. Non parliamo di dover fare lo slalom tra le macchine parcheggiate sui marciapiedi o sulle strisce costringendoti a dover camminare sulla strada dove al lato ti sfrecciavano le macchine. Nulla è migliorato in città in tal senso, anzi vedo solo un continuo peggioramento. Se i mezzi alternativi non vengono potenziati e le leggi rafforzate per punire gli incivili, qualsiasi metodo alternativo come questo per scoraggiare l’uso della vettura privata non faranno altro che aumentare la rabbia dei cittadini.

Anonimo ha detto...

Certo certo 3 euri per i romani, mentre i pullman turistici possono parcheggiare pure dentro al Colosseo. Roma fa schifo certo, ma Tonelli di più....

laura credito ha detto...

Voi che avete bisogno di un finanziamento per la vostra casa, per il vostro affari, per acquisto d'automobile, per l'acquisto di moto, percreazione della vostra impresa, per le vostre necessità personali più di dubbio.
Accordiamo crediti personali che vanno del 2.000 a 3.000.000€ con un tasso d'interesse nominale del 3%.
Email : lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Voi che avete bisogno di un finanziamento per la vostra casa, per il vostro affari, per acquisto d'automobile, per l'acquisto di moto, percreazione della vostra impresa, per le vostre necessità personali più di dubbio.
Accordiamo crediti personali che vanno del 2.000 a 3.000.000€ con un tasso d'interesse nominale del 3%.
Email : lauracredito2000@gmail.com

cavaliere nero ha detto...

Bisogna disincentivare aa maghina in maniera intelligente: si deve far provare, roba da premio Nobel a Roma, che per lo spostamento corto medio raggio è più comodo meno costoso e forse più rapido il mezzo pubblico. Detto ciò in una città con un debito come Roma per trovare risorse per la viabilità l'unico piccione è l'autoimmobilista stesso quindi si parte sempre con l'azione vessatoria nei suoi confronti. Difficile fare diversamente. Servono almeno due premi nobel e un duce.

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

ShareThis