E anche di fronte all'Ospedale Santo Spirito...

14 novembre 2010

Ad ogni manifestazione politica e non che si organizza presso il Complesso monumentale del Santo Spirito in Sassia, come “funghi” decine e decine di vigili urbani si materializzano dal nulla, come al primo raggio di sole dopo una giornata di pioggia.
Negli altri giorni doppia fila, parcheggi per handicap utilizzati a gògò senza nessun controllo, sul Lungotevere in Sassia il parcheggio abusivo è garantito a chiunque a danno di quelli che rispettano il prossimo e la segnaletica stradale, per salire sui bus bisogna fare lo slalom fra le auto parcheggiate a caso sotto i divieti di sosta.
Qualcuno se ne può interessare?
Mario Remoli

6 commenti | dì la tua:

roberto ha detto...

diciamo che se si parla di sosta selvaggia, da tassista ne sono esperto, si parla di una piaga diffusa, specie di fronte agli ospedali. Sembra che ci sia tacito accordo tra organi municipali e cittadinanza, la sosta in doppia fila, ed in divieto, spesso anche di fermata, è ormai prassi consolidata. Non ne sono esenti neanche i rappresentanti delle forze dell'ordine.
C'è da dire che in quel caso c'è il vicino posteggio del Gianicolo, e comunque ormai è assurdo pensare di andare in centro, in ospedale, in stazione col proprio mezzo privato. Conosco tanta gente che ha rinunciato del tutto all'auto, d'altronde se si abita in centro, ma anche in Prati, San Giovanni, tanto per esempio, il posteggio quotidiano è letteralmente un incubo.

Massimiliano Tonelli ha detto...

Tutto questo migliorerà quando si capirà che bisogna agire sull'arredo urbano. Non è che, come dici, la gente deve "capire" che non si può usare la macchina, al contrario la gente deve "accorgersi" che non si può usare la macchina. Fuori dagli ospedali ci deve essere solo un enorme marciapiede pedonalizzato ed una piccola lingua di asfalto dove transitare senza avere la possibilità di fermarsi. E basta.

Alessandro ha detto...

Domanda: quanto (finti, veri o presunti) disabili applicano il disco orario quando i parcheggi a loro riservati sono per "max X ore"?

Nessuno. Mai visto la municipale controllare questo aspetto.

Flavio Gioia ha detto...

Quanti cartelli di divieto di sosta si potrebbero risparmiare a Roma solo agendo sull'arredo urbano...

Alessandro ha detto...

Caro Flavio, se si potessero fare tutte strade ad una corsia, senso unico avresti ragione...Ma ciò non è pensabile né possibile. I segnali di divieto, persistono, in tutta Europa anche quando l'arredo è decente.

sampei78 ha detto...

ma ke arredo urbano? Cari signori davanti al Santo Spirito le corsie stradali sono 3... 2 riservate a ki deve continuare su lungotevere o girare a sx, l'altra riservata a chi deve girare a dx verso il bambin gesù! Questi maiali ke invece parcheggiano sempre come più gli fa comodo, bloccano ki deve girare a destra e impediscono agli autobus di potersi accostare alla fermata davanti l'ospedale, creando ogni volta un delirio! Da tassista come Roberto, concordo ke a poki metri c'è il posteggio Gianicolo, ma così si parcheggia a 10metri dall'ospedale e non si paga il posteggio! RISKIO DI MULTA??? ZERO!!!

ShareThis