Metropolitana di Roma: coglione chi paga!

2 novembre 2010

Sabato pomeriggio (23 ottobre 2010) alle 16, insieme a un amico mi trovavo
alla stazione della metro di Piramide in attesa di un nostro altro amico.
In soli 10 minuti abbiamo assistito a una serie di "tecniche" per non pagare il
biglietto della metro. Tutto questo sotto gli occhi degli addetti
al servizio di controllo.
Alessandro Cosimetti

31 commenti | dì la tua:

roberto ha detto...

bellissimo, complimenti per il servizio. E pensare che ci sono persone pagate per sorvegliare, sia il regolare pagamento dei biglietti, sia il comportamento all'interno della stazione, mica entrano di notte per scarabocchiare i muri!

Matteo ha detto...

musica fantastica. video tecnicamente molto bello. il conenuto ovviamente fa piangere....

Anonimo ha detto...

L'importante è lamentarsi per il bilancio di Veltroni.

Viva Gianni Alemanno il Salvatore di Roma.

VIVA

VIVA!!

Anonimo ha detto...

Attenzione però non è detto che non avessero la tessera (ovviamente ci sarà anche una bella dose di portoghesi...) ! Con questi tornelli è una seccatura tirare fuori ogni volta l'abbonamento per passare .

Anonimo ha detto...

Mandate il filmato alle redazioni locali di Repubblica, il Messaggero, Corriere.
Sperando che ne diano risalto.

Anonimo ha detto...

Complimenti per il servizio.

Anonimo ha detto...

Grande post !

Anche a me questa e' una cosa che mi fa imbufalire, prendo saltuariamente la metro e timbro regolarmente il biglietto, piu' di una volta mi e' capitato di essere "attenzionato" e seguito da questi scrocconi, con me pero' gli e' andata male, non li ho fatti mai passare, un paio di volte ho anche segnalato la cosa agli operatori della metro ma una volta mi hanno detto che non potevano farci nulla (alla stazione Cornelia) mentre un'altra volta mi hanno detto che avrebbero controllato ma non hanno fatto nulla (a Flaminio).

Se Alemanno o chi per lui prova solo ad aumentare il biglietto deve scoppiare la ribellione civile.

Basta basta basta, operatori Atac, Sindaco, politici SVEGLIATEVI E CONTROLLATE !

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

x Anonimo

Che Aledanno stia facendo male non significa che Vetroni abbia fatto bene, ricordiamoci sempre che sotto Veltroni e' stato compiuto il piu' grande sacco edilizio che Roma abbia mai subito dagli anni '60 in poi, senza contare il fatto che questi inutili varchi anti-evasione li ha fatti installare proprio Veltroni dopo la morte di Vanessa Russo (si vide infatti dai filamti che le rumene passarono gratis nel passaggio per gli abbonati che allora c'era).

Andrea Rossi

Andrea Lesti ha detto...

Sono giorni che mi sono accorto che a Euclide c'è costantemente un varco lasciato aperto, così chiunque può entrare a piacimento senza pagare il biglietto...tra l'altro oggi ho ricevuto una spallata da un ragazzino che ha provato ad accodarsi dietro di me a Flaminio...mi sono preso una botta ma almeno non gli ho permesso di accodarsi...

Anonimo ha detto...

metteteli a tutti i pizzi sti controllori!

Anonimo ha detto...

roma città senza dignità.
romani cittadini senza dignità.
chi non denuncia è complice dell'inciviltà.

Anonimo ha detto...

@ andrea rossi

i tornelli sono stati messi perchè prima nella metro non pagava QUASI NESSUNO, mentre ora molti pagano.

Il fatto di non controllare gli accessi alla metro, per non parlare dei portoghesi sugli AUTOBUS, quando ogni cinque minuti si piange per il bilancio e i debiti lasciati da Veltroni mi sembra ridicolo.

E questo indipendentemente dalle cazz... di Veltroni. Se tu Alemanno ti lamenti del buco di bilancio e poi non fai nulla per incassare dove hai diritto, la tua credibilità scende verso lo zero. ALLORA IL DEBITO LO VUOI PER POTER LAMENTARTI.

Anonimo ha detto...

Unica città al Mondo dove si viaggia gratis sui mezzi pubblici.
Anche nel terzo mondo per salire sui mezzi pubblici si paga.

Anonimo ha detto...

SANTA INTERNET , E' L'UNICA SPERANZA CONTRO QUESTA CLASSE POLITICA DI UOMINI CON I CAPELLI TINTI E DI PROSTITUTE DALLE CHIAPPE CHIACCHERATE.

La città con un sindaco mediocre appartiene a te!!!
La regione con una broccolara che comanda appartiene a te !!

Anonimo ha detto...

Posso solo dire che mi vergogno di essere romano ed italiano,sopratutto quando sulla metro incontro comitive di stranieri ed incrocio i loro sguardi di fronte allo spettacolo che si para davanti ai loro occhi, mesi fa ero a Vienna li non esistono nemmeno i tornelli, il pagamento del biglietto è un automatismo per tutti neanche pensano per una attimo che si possa non farlo .................

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo che parla di Vienna io scommetterei cenza paura di perdere che un viennese lasciato nell'anarchia romana, tempo una settimana e ritorna allo stato brado come la maggioranza dei romani. Questo per dire che non sono cittadini modello all'estero, sono le leggi e il grado di civiltà ad essere superiori e la gente vi si adegua perchè altrimenti li bastonano per bene.
Patrizio

Anonimo ha detto...

I varchi anti-evasione sono inutili in quanto si dovevano mettere in uscita e non in entrata, in entrata andavano messi i tornelli girevoli che impediscono agli scrocconi di accodarsi, l'esatto contrario di quello che e' stato fatto.

Ripeto: Alemanno e' quello che e' ma questi inutili varchi furono inaugurati in pompa magna sotto il regno Veltroni, in conclusione gli scrocconi passavano gratis prima e passano gratis adesso, in mezzo c'e' stata una spesa di decine di migliaia di euro totalmente inutile.

Andrea Rossi

Massimiliano Tonelli ha detto...

A Parigi, dove non hanno meno problemi di noi, solo che almeno li affrontano, hanno fatto una cosa molto semplice: sia sbarramenti sia tornelli. Così è impossibile fregare. Entrare in metro è un po' faticoso, ma almeno si dà un messaggio chiaro ai prepotenti. E questo davvero non ha prezzo.

Quasibaol ha detto...

A Lisbona tornelli sia in entrata che in uscita. Lisbona, mica Marte...

Ttuttavia, c'é anche da dire che ultimamente si vedono più controllori all'uscita dei varchi, fa piacere ma non è ancora risolutivo: primo perché i "portoghesi" che hanno tempo da perdere (come i suonatori ambulanti, i questuanti e gli scippatori, oltre a chi non paga per principio) non devono far altro che tornare indietro, riprendere la metro e uscire alla fermata successiva; e poi -a monte- perché i controllori non possono nulla contro chi sta nel gabbiotto a leggere il giornale, e lasciare i tornelli aperti per non fare la fatica di controllare e eventualmente sanzionare i furbi. Lucio Sestio, ad esempio: la mattina presto passerebbe gratis pure un elefante!

Quasibaol ha detto...

Andrea Rossi: la propaganda politica di parte falla altrove, qui non ci casca nessuno. Grazie.

Anonimo ha detto...

x Quasibaol

Innanzitutto stiamo in democrazia e non in dittatura e per cui non sei certo tu che mi puoi 'invitare ad andare altrove, quindi prenditi una bella camomilla e rassegnati alla democrazia.

Secondo punto: non faccio propaganda per nessuno, certamente non per Alemanno che sta amministrando male ma la tempo stesso non ho nessuna nostalgia per chi ha cementificato Roma sommergendola di centri commerciali e che stava facendo sorgere ovunque vere e proprie favelas .

Cio' non toglie che anche la giunta Veltroni fece qualcosa di buono cosi' come l'attuale giunta Alemanno.

Da parte mia non c'e' nessuna faziosita' e nessuna ideologia, forse e' qualcun'altro che si dovrebbe togliere le bende dagli occhi.

Andrea Rossi

Marcus ha detto...

Bè, c'è ancora molto da fare ma non dite la stupidagine che prima e dopo i tornelli era la stessa cosa. I portoghesi sono diminuiti, è un dato di fatto.

Arianna ha detto...

Ve ne racconto una...

mesi fa un signore si è accodato a me che ho l abbonamento annuale, purtroppo nn sono riuscita a contrastarlo. passando davanti gli addetti di stazione ho detto:
" c'è chi fa il furbo è..." indicando i tornelli.
Una ragazzo è uscito fuori dalla postazione e mi ha detto:
"scusi cos'ha detto?"
e io: " ho detto che ci so i furbi che non pagano e si accodano agli altri"
il ragazzo: "embè? che non se sà?"

per non rispondergli mi sono dovuta mozzicare la lingua.


Cmq da quello che ho capito, gli addetti di stazione non possono fare nulla, gli unici sono i controllori.
Mi chiedo allora, perchè non dare lavoro a qualche ragazzo e metterne due fissi a stazione vicino i tornelli addetti proprio a controllare la gente in entrata?

Anonimo ha detto...

x Marcus

Dove hai letto il dato relativo alla diminuzione dei portoghesi ?
E' vero che quando furono installati l'Atac disse che il calo c'era, ma ora che i furbi hanno trovato il sistema di farla franca siamo sicuri che il calo ci sia ancora ? Io non ne sono sicuro, inoltre c'e' da considerare il fatto che sicuramente i portoghesi oggi si sono trasferiti sugli autbus dove i controlli sono inesistenti.

In ultima analisi qui non si contestano i varchi in assoluto ma si contesta la loro inefficacia, in parole povere andavano fatti in maniera diversa ovvero come a Parigi.

E' un dato di fatto inoltre che ivarchi siano costati migliaia e migliaia di euro e che non funzionano a dovere.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

Sul Messaggero di oggi (10/11) si parla proprio di questi furbetti, e' sulla prima pagina della cronaca di Roma.

Andrea Rossi

Massimiliano Tonelli ha detto...

Un altro successone del movimento dei blog civici. Da dove credi che Il Messaggero abbia tratto ispirazione...?

Anonimo ha detto...

Da qui, infatti nell'articolo mi pare proprio che citi questo video...!

Andrea Rossi

Massimiliano Tonelli ha detto...

Maddai, sul serio? Bene, bene... Iniziamo ad essere letti anche dalla stampa 'istituzionale' eh...

Anonimo ha detto...

Vi don una bella notizia, su Romauno di un paio di giorni fa hanno mandato il video in questione !!! Hanno detto che lo mostreranno all'Assessore Marchi !!!

Speriamo bene...

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

CHE SCHIFOOOOOOOOOO!

bradipo0 ha detto...

Senti ma invece di fare la ripresa non potevi correggere questo comportamento da persona poco educata?oppure facevi èpiù bella figura a farti i fatti tuoi!!!!!Cosa vuoi dimostrare con questo?

ShareThis