SpiderMan avvistato a Testaccio

22 febbraio 2010
I palazzi affacciano su Santa Maria Liberatrice senza vergognarsi di questo. La foto rende poco, molto poco. Passateci a vederlo, questo palazzo. Non sembra vero, sembra un'installazione d'arte contemporanea.

14 commenti | dì la tua:

Les ha detto...

Fa venire il vomito.
Siamo gli unici al mondo ad avere i fili che penzolano dai palazzi e le centinaia di antenne sopra ogni tetto.
Insieme a graffiti e cartelloni, una delle cause del degrado estetico di Roma.

Alessandro ha detto...

Tutto ciò è una somma di 2 fattori: tirchieria e incapacità degli antennisti.
Non hanno mai fatto rispettare l'ordinanza con le multe per le antenne e queste sono le conseguenze...

MattSid ha detto...

Mi unisco anche io al coro. Ma quali sono le alternative? questi palazzi vecchi immagino che non sono predisposti gli impianti video/satelittari, dovrebbero quindi per forza fare lavori da migliaia di euro o ci sono soluzioni migliori?

sessorium ha detto...

Apparte che anche se ti costa, c'è una legge e la rispetti. Ma poi suvvia, ma la vogliamo finire: ma che i palazzi costruiti negli anni venti o trenta esistono solo a Roma? Io non credo che per un ventennio Roma è stata l'unica città nel pianeta in cui si è svolta una attività edilizia. Eppure siamo gli unici in queste condizioni. I motivi non sono nei costi degli interventi (avere una antenna centralizzata costerebbe infinitamente meno, soprattutto come costi di manutenzione), bensì nella sciatteria delle nostre maestranze (un antennista romano è come un tassinaro romano, è come un ristoratore romano, è come un costruttore romano, insomma è un romano!) e nella assenza di sanzioni. Fine.

degradodivarese ha detto...

neanche a l'Avana sono messi così male.. !

Antonio ha detto...

:O ma che roba è? Non ricordo di aver mai visto una roba del genere in vita mia...è troppo ridicola sta situazione....ma è una soluzione definitiva quella? ci sarà un modo meno assurdo per far passare i cavi che lanciarli dal tetto alle finestre sotto??????? Oh my god.

Les ha detto...

Per i non romani:
Roma è tutta così, il 70% dei palazzi è pieno di antenne e cavi pendenti sulle facciate.
Dal centro alla periferia, le antenne deturpano il panorama.
Siamo l'unico paese occidentale che non vuole l'antenna centralizzata!

Dany ha detto...

Per i soliti benpensanti: abito a Testaccio e, pur condividendo lo scempio visivo di questo fenomeno, ricordo che lì sono tutte case popolari (anche il palazzo in questione, informatevi) gestiti dell'Ater, con abitanti che hanno di media 65-70 anni e con condizioni economiche davvero pessime. Non li voglio giustificare, ci mancherebbe, ma a me personalmente fa più schifo vedere i SOLITI NOTI locali e pizzerie a Testaccio che mettono fuori tavolini abusivi e, circola voce, siano collusi con alcuni importanti organi tanto che, ad esempio, la Municipale difficilmente vede le macchine in doppia o tripla fila...diamo importanza ai problemi, ma ordiniamoli per gravità. Crea più disagio quel filo oppure gli schifosi topi che parcheggiano su scivoli disabili, doppia fila o eludono il pagamento delle strisce blu mettendosi agli incroci o sulle strisce pedonali?

Alessandro ha detto...

Tu, caro anonimo, hai ragione.

Ma una cosa non esclude l'altra. Sono due vergogne che vanno di pari passo...

E poi scusami, vedo la bellezza di 7 antenne paraboliche. Si presume (come nella stragrande maggioranza dei casi) siano abbonati a Sky. E se si è abbonati a Sky non si può certamente piangere miseria. L'abbonamento minimo è sui 20 euro al mese. Con il calcio, minimo, passi a 40 euro al mese.

Se è vero che si tratta di vecchietti poveretti passassero a mediaset premium o dahlia che almeno dimezziamo i cavi (solo terrestre).

Il mio palazzo ha l'antenna terrestre centralizzata e da quando è stato fatto quel lavoro (tantissimi anni fa: almeno 15) ha acquistato un altro aspetto.

Alessandro ha detto...

Senza contare che sky s'è inventata pure il mysky, il multivision, etc. che moltiplicano i cavi per antenna (2 cavi per il mysky, 1 cavo aggiuntivo per ogni multivision).

In città civili (Torino, ad esempio) si è fatta rispettare l'ordinanza e si è fatta la centralizzata obbligatoria.

Dany ha detto...

Ma certo, è ovvio che come dici te sono 2 vergogne che vanno di pari passo ed io sono il primo a condannarle.

Testaccio è anche il regno delle occupazioni abusive, e quindi se è vero che l'80% sono vecchietti in precarie condizioni economiche è anche vero che il restante 20% sono famiglie abusive che, guarda caso, possono permettersi la parabola ed i vari pacchetti Sky! Se sei di Roma ricorderai benissimo lo sgombero del Regina Elena a Via Del Castro Laurenziano, dove tra zingari e disagiati c'erano comunque decine di parabole (e, credo, ci sono tuttora)...

Quello che a me da veramente fastidio sono (perdonami se insisto) i cafoni e gli automobilisti spavaldi; come ti dicevo abito a Testaccio e quindi vedo con un occhio diverso l'arrivo della movida il sabato e nelle ore notturne, magari mentre passeggio o porto a spasso il cane. Vedere giovanotti entrare contromano, vedere miserabili parcheggiare agli angoli quando ci sono decine di posti sulle strisce blu liberi, vedere doppia fila puntualmente di fronte alle solite pizzerie mi fa davvero vomitare...sarò fatto male io, ma mi dan più fastidio questi da me descritti che dei fili penzolanti che, comunque, concordo essere brutti.

In generale credo che stia passando un gravissimo messaggio di impunità: tanti amici miei che mi sono venuti a trovare mi hanno confessato di aver parcheggiato male perché "tanto si sa che i vigili sono impegnati e non passano di certo qui"...è questo che è disarmante.

sessorium ha detto...

E certo, poverini, non hanno quindici mila lire per sistemare il filo dell'antenna e magari farlo passare, pur penzoloni, dal cortile interno invece che dalla strada. Poveretti sono senza soldi, li spendono tutti per pagare l'abbonamento a sky, la maghina e tutto il resto.

La condanna alla sosta selvaggia? Basta vedere la tag cloud per vedere che è da sempre il primo argomento di questo blog.

Riprendiamoci Roma ha detto...

"Non li vogliamo giustificare, però..."

però insomma si tutto sommato ci spendiamo una parola in favore. Pazienza poi se c'è una legge che vieta... ma va bene, in Italia le leggi sono fatte per non essere rispettate, dall'antennaro al ristoratore che inonda i marciapiedi di tavolini.

Les ha detto...

Dany, sul parcheggio selvaggio sono d'accordo ma tu parli delle antenne così, come fosse una cosa un pò brutta.
Invece è molto più grave, distrugge l'aspetto della città, è inammissibile.
Nel resto d'Europa e del mondo civile non ci sono le antenne e i cavi penzolanti, siamo gli unici e non ce ne accorgiamo!

ShareThis