Chi si sta vendendo la città?

2 novembre 2009





Guardate che roba. Decine e decine di impianti pubblicitari stanno invadendo Corso Vittorio Emanuele, l'arteria più centrale della città. Di fronte a palazzi cinquecenteschi, a piazze barocche, di fronte a basiliche e chiesette, addosso a casini nobili e a negozi storici. Dovunque. Spesso pubblicizzano sexy shop. Ancor più spesso sono vuoti, scheletrici, in attesa di inserzioni.
Ripetiamoci la domanda: chi sta vendendo la città in questo modo così indegno? Chi ne sta pregiudicando la già pregiudicata estetica? Perché? Per quale vantaggio? Per lucrarvi cosa? Per far favore a chi?

Chiaramente il problema si presenta ovunque in questi mesi e dall'arrivo della Giunta Alemanno. In tutta Roma i cartelloni si sono semplicemente e incredibilmente moltiplicati. Abbiamo voluto far focus su Corso Vittorio, ma qualsiasi strada è nelle medesime condizioni. Nel totale disinteresse dei romani.

5 commenti | dì la tua:

Riprendiamoci Roma ha detto...

Report.

Anonimo ha detto...

Qualcuno ha dei contatti con Report?

Anonimo ha detto...

invece di diminuirli ne aggiungono, vergognoso_
manuele

Anonimo ha detto...

Hanno intasato di cartelli nuovi pure la Tuscolana e Don Bosco! Basta!!! Sono dei mostri enormi che chiudono la vista e deturpano la città!

sessorium ha detto...

La Tuscolana e l'Appia sono state semplicemente massacrate. Non ci sono più.

ShareThis