Roma fa Schifo non è più su Facebook, ecco perché

20 luglio 2018
***DISCLAIMER: i contenuti su Facebook, salvo nuovi attacchi, continuano su questa nuova pagina: https://www.facebook.com/romafaschifo2, seguiteci e divulgate***

Per carità, non possiamo essere noi a dirlo perché siamo parti in causa, tuttavia in un'Italia che si avvia a grandi passi verso una deriva da Russia di Putin questa novità non ci voleva. 

Di quale novità stiamo parlando? Semplice: La pagina Facebook di Roma fa Schifo, forte di 10 anni di storia, di aggiornamenti h24 e di oltre 170mila utenti unici forse era diventata troppo influente per passarla liscia. Con un pretesto la piattaforma l'ha oscurata ieri e poi soppressa.

Si tratta dello sfogo di tanti cittadini, si tratta del luogo dove in questi anni decine e decine di migliaia di persone hanno avuto l'aiuto necessario per  aprire gli occhi dopo essersi a lungo assuefatti a situazioni inaccettabili, si tratta di un luogo di dibattito, di approfondimento, di confronto e di scontro quotidiano su temi di interesse collettivo e con l'obbiettivo costante del miglioramento della città. Si tratta dell'unico luogo (e questo da sempre e non da oggi) dove non viene fatto il minimo sconto all'amministrazione di turno che questa sia capitanata da Alemanno, Marino o Raggi poco cambia. Si tratta, soprattutto, di un formidabile e unico archivio e database di foto, soluzioni, filmati e materiali. Tutto questo oggi non c'è più: 3500 giorni di lavoro, ora dopo ora, polverizzati. Circa quarantamila contenuti andati perduti.

Cosa è successo? In tutta apparenza sembrerebbe un problema dovuto al micidiale algoritmo di Facebook. Quel sistema che, complici segnalazioni anonime da parte degli utenti, riesce a chiudere pagine e profili personali con l'accusa di pornografia solo se si pubblica la foto di una mamma che allatta un bambino, o di un nudo artistico in una scultura classica o in un dipinto del Cinquecento. 


Qualche giorno fa abbiamo pubblicato sulla pagina Facebook un filmato che poi è girato in altre pagine (in molte è ancora online senza nessunissimo problema e questo dice molto sull'algoritmo di cui sopra) e che potete vedere qui sopra. Si trattava di un fatto a nostro avviso significativo: una aggressione, per quanto solo verbale, di uno o più cittadini contro il gruppo di scippatrici che in barba all'azione delle forze dell'ordine ogni giorno frequentano la metropolitana. L'aggressione verbale era condita di plateali minacce di morte e di percosse. E' uno scenario che più volte in molti nostri contenuti social e qui sul sito avevamo prefigurato e previsto: lasciare le cose in abbandono e non risolvere i problemi in maniera autorevole e istituzionale porta le persone a risolverseli per conto loro in maniera spiccia. 

Avevamo pubblicato su Facebook il video aggiungendo questa frase di presentazione: "Cosa aspettiamo per intervenire, che qualcuno linci le scippatrici?". In italiano la frase è chiarissima, in italiano la frase segnala e rappresenta un rischio da evitare (il linciaggio ipotetico e ormai neppure troppo ipotetico) e suggerisce la soluzione per far sì che non si presenti (intervenire). Già, in italiano. Ma chi controlla le tante segnalazioni che per rappresaglia la pagina Facebook di Roma fa Schifo riceve non è italiano, è magari pakistano, magari egiziano, magari inglese e irlandese. Probabilmente sta a Dublino e da lì, in pochi secondi, aiutandosi chissà come, deve decidere sulla chiusura di pagine e profili. Evidentemente il nostro addetto Facebook ha letto linciaggio, ha armeggiato su Google Translate in attesa che Facebook si faccia un traduttore anche lui, e ha pensato che noi si inneggiasse al linciaggio delle scippatrici sotto la metro quando invece il messaggio che volevamo dare era esattamente l'inverso. L'accusa? Bullismo!


Ma se Facebook, come è comprensibile che sia essendo una realtà che deve gestire svariati milioni di contenuti al minuto, non capisce e travisa le cose; se non è in grado di distinguere tra un paradosso e una minaccia, tra uno scherzo ed un reale pericolo, tra una mamma che allatta e un film zozzo e tra una segnalazione di rischio e un incitamento alla violenza, come mai questo succede solo a noi e non a tutti? Innanzitutto non avviene solo a noi e ci sono migliaia di storie di questo tipo, ma poi c'è da dire che noi siamo più soggetti perché siamo sotto il fuoco di fila delle segnalazioni. Ed è un po' questo il punto.

Da alcuni mesi o anni a questa parte la situazione è diventata incontrollabile. Forse a causa del nostro ruolo che mette davvero, ogni giorno, con una immensa visibilità, in difficoltà l'amministrazione della città di Roma; forse perché non c'è nessun altro media che davvero disvela la verità sulla capitale d'Italia; forse per l'abitudine - che non deve piacere ai potenti - che hanno molti giornali a pescare tra le nostre chiavi di lettura per costruire i propri contenuti; forse a causa di chissà cosa ma una squadra organizzatissima di persone, sistematicamente, invia contro di noi segnalazioni a Facebook. Si tratta di persone esperte, sanno dove Facebook è fallace: tutti i segnalatori di quel video sapevano alla perfezione (bastava leggere) che il nostro auspicio era evitare un linciaggio, non fomentarlo, eppure hanno segnalato in massa lo stesso. Le informazioni che devono o non devono essere disponibili ai cittadini vengono decise in questo modo, da queste locuste, da questi gruppi organizzati e - è facile ipotizzarlo - al servizio di una parte politica. 

Prima dell'arrivo al potere di partiti populisti e xenofobi questi attacchi erano davvero molto meno frequenti anche se non inesistenti. Un episodio simile ci accadde nel 2014, quattro anni fa. All'epoca pubblicammo - ovviamente per biasimarlo e denunciarlo - un cartello apparso allo stadio riportante la scritta "MARINO FROC..". Per Facebook a scrivere quell'offesa eravamo stati noi, non riusciva a valutare che in realtà l'avevamo pubblicata per condannarla. Poi però Facebook si accorse dell'errore e restituì la pagina, anche grazie ad una straordinaria mobilitazione di stampa e politica. Dopo quattro anni nulla è cambiato: gli algoritmi di Facebook ancora non funzionano a dovere, nonostante i miliardi e miliardi di fatturato quotidiano l'azienda di Mark Zuckerberg si picca di non avere di fatto alcuna presenza in Italia, di far gestire il paese a persone che non sono di madre lingua italiana e che dunque hanno immensa difficoltà a comprendere le sfumature di una frase o di un linguaggio, magari dialettale. Una cosa in realtà è cambiata: all'epoca i primi, in prima fila, a mobilitarsi per la riapertura della pagina furono i consiglieri a Cinque Stelle: perché ora come all'ora menavamo duro e senza sconti contro chi era al potere. Ma oggi al potere ci sono loro e invece di solidarizzare con l'unica voce indipendente della città magari segnalano (e, di più, querelano: ma questa sarà un'altra storia che vi racconteremo presto).

In attesa di improbabili ravvedimenti da parte di Facebook invitiamo tutti a seguirci su Twitter e naturalmente qui sul sito e nella nuova pagina Fb che riparte da zero.

***DISCLAIMER: i contenuti su Facebook, salvo nuovi attacchi, continuano su questa nuova pagina: https://www.facebook.com/romafaschifo2, seguiteci e divulgate***

65 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

La mafia "liberal" non tollera dissenso e critiche....

Anonimo ha detto...

Immensa ci penserei su: 170000 like, 500 ( massimo) like al miglior post e 300 commenti da 150 fedelissimi. Atteggiatevi a quel che siete.

Anonimo ha detto...

Pagina senza senso, vomitatoio adatto a frustrati e perdenti che da anni insultano a casaccio tutto e tutti, fomentati da capipopolo senza popolo. Profili fake a profusione che se la suonano e se la cantano rispondendosi tra di loro o aizzando discussioni senza senso, tanto per smuovere qualche (raro) commento da parte di utenti reali. Utilità delle "denunce" pari a zero.

Pure troppo siete durati.

Anonimo ha detto...

Hai capito tutto, genietto!

Anonimo ha detto...

Finalmente vi hanno chiuso, non se ne poteva più, e questo non va bene, e questo non funziona....basta!!! Io voglio vivere nella beata ignoranza, con le fette di prosciutto sugli occhi!!

run 3 ha detto...

Your writing is great, it helps a lot for my work
 

darknight74 ha detto...

Una cosa simile è successa ai sentinelli di Milano ma dietro contro segnalazioni FB ha riaperto la pagina. Purtroppo gli algoritmi non saranno mai capaci di discernere contenuti poiché come minimo saranno guidati dai bias nel training

fracatz ha detto...

de primo acchito m'era passato pe' la mente un bel "stica", ma poi visto la grande rilevanza penso che sia un peccato questa oscurazione, anche se IO, a suo tempo, me auro_oscurai prima che lo facessero loro.
Facebook è robba pe rigazzini e famigliole felici

Anonimo ha detto...

E pensa che zuckerberg protegge "il diritto di sbagliare" non bannando i negazionisti dell'olocausto.

Anonimo ha detto...

Piena solidarietà a Romafaschifo. Anche se il blog è una forma di comunicazione meno meno immediata, continuo a preferirla. Forse potreste pensare di rinnovarne un pochino la grafica. Un webmaster che possa offrirvi aiuto gratuito lo trovate di sicuro.

Anonimo ha detto...

per fortuna nessuno vieta di pubblicare sulla propria pagina di facebook gli articoli del blog... dovessero censurare anche twitter, auspico un bel sit-in al campidoglio

Anonimo ha detto...

Troppo siete durati!! Au revoir

Anonimo ha detto...

Ma non potrebbe essere stata una segnalazione in massa di profili fake?? Mi pare strano che Facebook permette di restare ai negazionisti e censura Romafaschifo. Saranno stati gli amichetti radical, i cultisti 5stelle, o qualche corporazione a cui avete pestato i piedini

bat21 ha detto...

In questo momento la libertà telematica è sotto attacco come non mai (non solo telematica ricordiamo Casalino contro il foglio). Ci sono autorevoli voci di economisti, giornalisti e uomini di scienza fieramente avversari dei populisti che vengono tacitati con questa tattica vigliacca delle segnalazioni multiple, tattica mutuata dai russi che l'hanno usata in Ucraina https://blog.informnapalm.org/on-banning-of-pro-ukrainian-facebook-users/ e chissà che non abbiano fatto da maestri a certi loschi ceffi italiani....
Ieri Fabio Sabatini con questa tecnica è stato tacitato ma siccome il caso ha fatto clamore http://www.repubblica.it/cronaca/2018/07/19/news/facebook_immigrati_bannato_fabio_sabatini-202167512/?ref=fbpr Facebook lo ha riammesso. Visto che voi avete conoscenze nella stampa fate presente che il vostro è un caso come quello di Sabatini e chiedete la riammissione, vedrete che FB tornerà sui suoi passi ed anzi ANDATE all'attacco per far capire che esiste un problema di democrazia nella rete e che ci sono forze chiaramente antidemocratiche che vogliono tacitare ogni voce di dissenso in chiave antipopulista. Forza e coraggio!

Anonimo ha detto...

Mi dispiace davvero!

Anonimo ha detto...

In effetti è una tecnica che ricorda lo squadrismo, mancano solo manganello e olio di ricino, ma almeno in quel caso li vedevi in faccia

Anonimo ha detto...

Ma si ,anche una chiamata all' Onu
Voi state male.

Anonimo ha detto...

"La pagina Facebook di Roma fa Schifo, forte di 10 anni di storia, di aggiornamenti h24 e di oltre 170mila utenti unici forse era diventata troppo influente per passarla liscia."

ricapitolando: facebook vi ha chiuso la pagina per un errore, come già avvenuto in passato, tempo 48 ore e ve la riaprono.

Perchè queste arie da perseguitati? Tranqui, non vi caga nessuno :-)

PS: su facebook c'è una pagina che si chiama "il meccanico di merda" che tra poco raggiunge i 600.000 like... così, per capire meglio la prospettiva delle cose :-)

Anonimo ha detto...

Pensaci bene caro Tonelli quando fai le tue stupide crociate del cazzo contro la "maghina"......questo è quello che si deve sopportare tutti i giorni che ha fatto Cristo sui mezzi pubblici di merda. Oggi sulla metro A non c'era aria condizionata e si moriva. Ci sono dei Romani che hanno orgoglio e non vogliono essere trattati così. Preferiscono buttarsi in mezzo al traffico e pagare di più, ma viaggiare con chi cazzo gli pare e accendere aria condizionata e stereo, sempre quando cazzo gli pare.

Anonimo ha detto...

luglio 20, 2018 1:26 AM

Mafia "radical chic" casomai.....

Cristina dell'Amore ha detto...

Guarda che il problema non è "linciaggio" o no, ma i commenti razzisti che ospiti sulla pagina; c'è gente che ha sbagliato epoca, vista la facilità con la quale invoca camere a gas e forni

Barbara Martusciello ha detto...

Solidarizzo e cerco di postare ovunque questo link, anche su Fb. Che altro possiamo concretamente fare, Massimiliano Tonelli??

Anonimo ha detto...

Facebook e' una creatura di Jeff Rothschild, appositamente creata per manipolare il pensiero e spingere la societa' civile verso il sempre piu' costante degrado di questa epoca. Casaleggio altro non e' che un burattino dei Rothschild, i quali hanno come uno dei loro principali scopi degli ultimi 40 anni quello di abbattere l'Italia (impresa peraltro non difficile visto il quoziente intellettivo dell'italiano medio, che non di meno ha trovato nella classe politica piu' populista della storia moderna internazionale chi meglio li potesse rappresentare dall'avvento della Repubblica). Fatevi due conti e tutto torna.

Andrea Milo ha detto...

Giustamente chiusa una pagina che aizza l'odio sociale.

Anonimo ha detto...

Il video in questione era sgradevole perché riproduceva spietatamente la sgradevole realtà che gli utenti della metropolitana sono costretti a subire OGNI GIORNO.
A chi potrà mai dare fastidio che la realtà della triste vita del cittadino romano emerga con tanta spietatezza?

Anonimo ha detto...

Fatto bene. E ora pure basta frequentare sto cacatoio de sito!

Anonimo ha detto...

Pagina di merda, scritta ed ideata da merde allo stato puro. Fascisti che non tolleravano il dissenso nelle discussioni. Vi siete circondati di merde e leccaculo come voi che stavano sempre d'accordo con le vostre cazzate su tutto. Andate a fare in culo per sempre speriamo che morite tutti

Anonimo ha detto...

Una pagina che non ha mai tollerato il dissenso e dava dei fascisti agli altri. Hanno fatto bene a chiudervi e spero che il Comune di Roma vi citi per danni morali facendovi un culo tanto grande. Bastardi

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 1.27 io penso invece che saremo noi, molti di noi, a fare "un culo tanto" al Comune di Roma, per danni (morali e materiali). Non vedo l'ora.
Per RFS: cosa possiamo fare in quanto utenti Facebook? inviare una protesta? Se si, dove?

Anonimo ha detto...

Se pubblichi contenuti di stampo razzista e xenofobo, giusta la chiusura. Ve lo siete meritato.

Anonimo ha detto...

Ciao. Sono Barbarella. Sono madre di 4 figli, in attesa del quinto, tutti allevati a pane e moschetto e ovviamente sostenitrice top di RomaFaSchifo e in particolare del Dottor Tonelli, che purtroppo non é il sindaco di questa cittá.

Che dire? Attaccateve ar cazzo!

buahah (godo!)

Paul Andrew ha detto...

Siete diventati odiosamente politicizzati !!!
Io vi ho segnalato ed ora godo vedervi fuori dalle palle.

Ciao e trovatevi un lavoro serio.

Anonimo ha detto...

Tone', ma come mai quando si parla di centri sociali e simili vomiti insulti a valanga e quando ce l'hai con il Signor Facebook sei tutto gentilezze e condizionali?

Anonimo ha detto...

Il problema di facebook e di altri media è ormai noto, e viola i principi base di Internet oltre che le leggi (in primis la costituzione). Offrono un servizio di comunicazione ed a quello devono limitarsi. Non hanno alcuna autorità né titolo per censurare, cancellare, modificare i post (libertà di espressione garantita a ciascuno in qualunque paese libero): devono solo garantire la tracciabilità dell'autore e renderlo noto a richiesta all'autorità giudiziaria, ed ottemperare poi alle eventuali disposizioni specifiche e puntuali di questa. Dite tanto della Russia di Putin, ma l'equivalente russo di facebook (vk.com)rispetta ancora quei requisti e principi. Risponde solo alla magistratura della Federazione Russa (dove ci sono la sede legale e fisicamente i server), tanto che è diventata leggendaria in Russia ed altrove la battaglia da loro combattuta e vinta per opporsi ai tentativi di intromissione da parte dell'apparato governativo. Non è un caso che sempre più utenti, anche fuori della Russia (Europa, USA, Australia, ecc.), si stanno spostando su vk.com Informatevi e provate anche voi: non ve ne pentirete.

Anonimo ha detto...

E' ovvio che vi hanno chiuso. Ma come vi è venuto in mente di attaccare i grillini? Loro sono onesti buoni e bravi per definizione! E avete osato anche criticare e sfottere i tifosi delle squadre romane: sapete perfettamente che toccare le squadre di calcio a Roma è peggio che stuprare la propria madre. Per non parlare dei post contro la doppia fila, i limiti di velocità, i parcheggi a cazzo... Ma dove vivete??? Ancora non avete capito che qui dopo la squadra di calcio c'è solo a maghina??? E le parodie del romanesco? Anagabido, maghina, la riomma... non sapete che il romanesco è una lingua sacra, che è meno blasfemo perculare il padrenostro o l'avemaria? E poi, orrore, tutti questi paragoni con Milano. Pure i cani sanno che Milano è grande come un quartiere di Roma, che c'hanno solo la nebbia e che l'unica cosa bella è il treno per Roma. Ma, peggio di tutto, non si sa per quale motivo voi ritenevate di trovarvi in un paese civile, di avere degli interlocutori minimamente intelligenti e istruiti. Con quali basi potevate pensare una cosa del genere? Uscite a farvi un giro di un quarto d'ora e vedrete che civiltà, intelligenza e istruzione non hanno proprio attecchito da queste parti, dove il passatempo più praticato quest anno è stato di buttare le o'bike nel Tevere. Per questo hanno fatto bene a farvi chiudere, tanto non servite a un cazzo. Non si può insegnare la matematica a un cane o la civiltà al romano medio. Non avevate speranza. Usate le vostre energie per qualcosa di meglio, o, anzi, se ne avete modo, andatevene in un paese più civile. Ce ne sono tanti, basta far girare il mappamondo e puntare un dito a caso: avete il 30% circa di probabilità di trovare un paese più civile del nostro. Nel restante 70% siete finiti in mare, e pregate che non sia nel mediterraneo, che lì non vi ripesca più nessuno... Con stima, Pavli

Anonimo ha detto...

Succede a un botto di persone e pagine, deficiente. Smettetela col complesso della bella figa, in realtà siete dei cessi e non vi caca nessuno.

Anonimo ha detto...

GOMBLOTTO!!! RFS usa gli argomenti di Pannella, di Scilipoti, di Capezzone quando non li invitano ai talk show.
La piaga delle minorenni ROM è orribile, ma non ti rifugiare nel paradosso: volevi solleticare gli istinti più bassi dei tuoi lettori, così molti commentano...
Pensi davvero sia corretto amplificare un orribile romano che minaccia di morte delle minorenni? ripeto, di morte!
Ma che ti dice il cervello? Anch'io vorrei che stessero in riformatorio, anzi che -pulite e lavate - andassero a scuola costrette dai servizi sociali, ma il fatto che Roma sia una città fecale, abitata perlopiù da gente fecale ed amministrata dall'esatto specchio statistico degli abitanti fecali di cui sopra non ti autorizza a diffondere (perchè questo fai) minacce di morte, perchè questo è l'effetto.
A mio parere cominci a distaccarti dalla crosta terrestre e bene ha fatto Facebook. Ti auguro di rinsavire e, nella tua marcia verso la presentazione di una lista da Sindaco, di riflettere su quello che dici: il tifo è una brutta bestia, oggi lincia i tuoi avversari, domani lincia te

Anonimo ha detto...


Qui https://goo.gl/pfRwTP è spiegata l'ultima menzogna di questo blog. Per difendersi dalla chiusura, dopo aver lanciato il sasso, nascondono la mano cambiando i fatti.

Anonimo ha detto...

GOMBLOTTOOO, GOMBLOTTOOO! Golpa dei pakistani de feisbuk e dde a deriva alla Russia de Putin....aooooh!


AHAHAHAHAHAHAHAH!

Anonimo ha detto...

Pe' me, sò state 'e zecche d'aa maffia d'ii centri sosciali, 'a camorra d'ii wraiter, 'a 'ndrangheta dell'occupazzioni e l'adesivari. Se sò messi d'accordo co dinamopress e zerocarcare... Daje Tonè! Molti nemici, molto onore.

Anonimo ha detto...

Ve lo avevo detto che erano gli amichetti radical! ;-)

Anonimo ha detto...

ao ma mo ce sta romafaschifoarquadrato. siete forti. siete ri mejo. io ve spollicio sicuro. daje

Anonimo ha detto...

Come godo

PRESTITO VELOCE FRANCESCO BONI ha detto...

OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com





































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com















































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com










































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com

























.

PRESTITO VELOCE FRANCESCO BONI ha detto...

:







OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com





































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com















































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com










































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.
Offerta di prestito privato disponibile a tutti da 2000 € fino a 30.000 €.
Per maggiori informazioni scrivi al seguente indirizzo e-mail: prestitovostro@gmail.com

























.

Anonimo ha detto...

Amichetti radical, ve lo avevo detto che erano loro!!! Sono i peggio, rossi fuori, neri dentro.

Anonimo ha detto...

Zuckemberg ha dichiarato che su facebook i negazionisti dell'ollocausto sono i benvenuti. Probabilmente perchè portano contenuti graditi agli inserzionisti pubblicitari. Una pagina che non piace ai 5SS viene invece oscurata. Il quadro è evidente. La Srl prorprietaria dei 5SS ha messo su da anni un sistema di hakers con centinaia di identità ciascuno, il cui compito è influenzare il flusso dati sul web, attraverso commenti e segnalazioni.

Anonimo ha detto...

Caspita, sono andato sulla pagina facebook RomaFaSchifo2 dove ancora non avevate bloccato i cultisti grillini. .. fanno commenti di una violenza e ignoranza inquietante!

Anonimo ha detto...

Secondo me è stata Laura Credito

Anonimo ha detto...

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI

ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI


ROMA FA SCHIFO


ER ZITO COLL'AUTOREVOLEZZA DEL PETO CHE MANCO PULISCE I COMMENTI



Anonimo ha detto...

Seguo il dottor Tonelli da molti anni. Gli sono grato, perché mi ha fatto capire che spesso i colpevoli del male di Roma sono gli zingari.

Sono sicuro che sia opera loro anche la chiusura della pagina.

Ora, sempre coerentemente con le linee del blog auspico pulizia etnica, schiaffi alle bambine, olio di ricino e ovviamente l'intervento delle forze dell'ordine.

Ah, se Roma fosse un paese civile.
Eh, certe cose all'estero non accadono.
Che poi, basta andare a Milano.
Anche Napoli, devo dire che ormai...
Del resto, questo succede a sfiduciare Marino.
Noi l'avevamo detto. Ve l'avevamo detto.
E ancora c'è qualcuno che appoggia le abitazioni abusive.
Gente che fa sperare nel peggio.
Eh sì.



(taccateve ar cazzo!!!)

Anonimo ha detto...

Piena solidarietà a "Roma fa schifo". A me non piace il nome che vi siete scelti, perché da romano mi sento parte di Roma e non voglio sentirmi dire che faccio schifo, ma la vostra opera di denuncia è meritoria, e a malincuore tocca di' che quando ce vo', ce vo'.
Non ho certezze, ma solo sospetti: visto l'indirizzo politico/aziendale dell'amministrazione insediatasi in Campidoglio due anni or sono, l'idea che supertroll a servizio di una nota azienda milanese di web marketing abbiano potuto influenzare le scelte di facebook in modo scientifico non penso sia da scartare. Ripeto, solo sospetti, ma come diceva mia nonna, "pensa bene con non pecchi, pensa male che ci azzecchi".

Anonimo ha detto...

Santo cielo, ma che hanno aperto le gabbie degli orangutan?

Anonimo ha detto...

"come diceva mia nonna" - 1:39 e "santo cielo" - la scimmia (lui, ovviamente) delle 2:17

manca solo un "aridatece marino" e "ma che aspettano le forze dell'ordine!" ed ecco fatto RomaFaSchifo, il sito che da 10 anni dice che RomaFaSchifo facendo piú schifo di Roma.

(ps. a Milano questo non succederebbe)

Anonimo ha detto...

Ah tonno oggi 21 luglio sul raccordo é andato in fiamme un veicolo e siam stati fermi 90 minuti sotto un tunnel quindi non ti lamenta per una metro senza aria condizionata é un caso niente piu

federico ha detto...

Ma non rompete con sto facebook chiudetelo e basta pensate invece a fare un sito più interessante invece curato nelle grafica.Su facebook la maggior dei vostri seguaci sono fake.Poi il video del signore che minaccia di morte le zingare é quello che pensa il 90% della popolazione solo che non ha né la forza o né le palle per farlo perché sennò c'è la galera e purtroppo i giudici son tutti comunisti e quelli da buttare giù tutti e farli con idee di destra é difficile

Anonimo ha detto...

"I giudici son tutti comunisti": semplicemente stupenda! Leggere un libro mai, eh?

Anonimo ha detto...

Gagliardo, mi piacciono questi post che fanno uscire i trogloditi dalle caverne perchè mi sento migliore di loro, un grandissimo ego boost!!

polystyrene ha detto...

Se vi hanno cancellato da fb per quel video HANNO FATTO BENE. L'unico senso di un video del genere, che non racconta come sono andati i fatti, è solo istigare all'odio. Le zingare hanno rubato davvero? Non lo sappiamo, dal filmato non si capisce, ci sentono solo insulti. Potrebbe essere che gli insulti fossero gratuiti, come è successo qualche mese fa in metro, dove ho assistito a un vergognoso LINCIAGGIO VERBALE GRATUITO contro una zingara, peraltro anziana, la cui unica colpa fu solo di entrare in metro e mettersi seduta. Gliene dissero di tutti i colori "sei brutta, sei vecchia!". E io, non sopportando l'odio gratuito di cui era fatta oggetto, mi misi a gridare per difenderla: "Non si insulta una persona che non ha fatto niente!" Come conseguenza il livore di quei frustrati si rivolse contro di me. "signora, non sa che gli zingari rubano?" "Lei è del Pd!" "Spero che lei venga derubata!" ecc. L'episodio che ho raccontato dimostra che non c'è bisogno di istigare altro odio, ce n'è già abbastanza in giro.

Eva Johansson ha detto...

AvriqPrinter RepairPrinter InstalltionWifi trouble shooting
Software InstalltionNicely well-written article. It was an awesome article to read. Complete rich content and fully informative.
Virus removal

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

Anonimo ha detto...

Fatti come questo sono successi in Vietnam, Romania e chissà quanti altri posti. Facebook è una piattaforma americana privata (con influenze della CIA secondo alcuni) il cui scopo è il guadagno commerciale. Non si tratta assolutamente di un forum pubblico, e quando viene usato in tal modo scatta la censura e si rimane scottati.
È una notizia recente quella di un personaggio americano scomodo a cui hanno oscurato all'unisono video su youtube (di google) e account facebook.

Vorrei suggerire di usare invece diaspora (https://diasp.org), un progetto libero, decentralizzato e aperto a tutti, ideale per trattare argomenti come quelli di questo blog e molto difficile da censurare (l'utente mantiene il controllo dei propri dati, post e foto).

Anonimo ha detto...

Mitica Laura Credito....

Anonimo ha detto...

Mi dispiace moltissimo ma Forse il "dibattito" era solo su Facebook visto che su Twitter mi avete bloccato solo perché di tanto in tanto ai vostri tweet rispondevo comunicando alcune cose buone fatte dalla giunta Raggi Linoesse

ShareThis