Dopo una settimana abbiamo fatto un video a Corso Vittorio dove è morta Caterina Pangrazi

26 luglio 2018


Davvero con una immensa tristezza nel cuore ci siamo avvicinati alle strisce pedonali (per modo di dire) dove una settimana fa ha perso la vita Caterina Pangrazi travolta da un pulmino turistico. Già, a caldo, avevamo provato ad ipotizzare qualche riflessione riguardante la segnaletica, oggi siamo andati sul posto a filmare i cambiamenti del contesto dell'incidente a una settimana dal terribile accadimento.

In Italia c'è un modo di dire, tremendo e cinico: "ci deve scappare il morto". Ovvero deve succedere un fatto gravissimo prima che qualcuno si smuova finalmente per risolvere strutturalmente una anomalia. Ebbene a Roma questo detto non vale. Non vale più. Anche se ci scappano i morti, e ce ne scappano tantissimi, le cose non si toccano minimamente. Vale per tutta la città, dal centro a Piazza Istria passando appunto per Corso Vittorio. La gente muore ammazzata e nessuno fa niente, il valore della vita umana stessa ha assunto dei contorni e delle sembianze davvero meschini in questa città. Vai dopo una tragedia di questa portata sul "luogo del delitto" e dovresti trovare controlli, multe a chi insiste a sgarrare, decoro e dignità almeno di fronte ai fiori che ricordano il morto. 

Nulla di tutto questo. Davanti ai mazzi che commemorano Caterina ci sono le strisce pedonali totalmente cancellate; sia su una carreggiata che sull'altra (guardate le foto) ci sono vetture, furgoni e van parcheggiati con due ruote sul marciapiede e due nella preferenziale. Sembrano "innocue" soste selvagge alla romana, in realtà sono auto che tolgono totalmente la visibilità su quelle strisce. Il pulmino che è sopraggiunto aveva - come quasi sempre accade - il solito furgone del carico e scarico piazzato in mezzo alla strada a togliere la visibilità sulle strisce? Ma ci rendiamo conto quanto è pericoloso? Eppure tutto Corso Vittorio (ma anche Via Nazionale e mille altre strade) è così: pieno zeppo di auto, furgoni e van dovunque alla rinfusa a creare un caos visivo che è nemico giurato della sicurezza stradale. 


Ma oltre alle foto guardate il video. Cinque minuti verso mezzogiorno di oggi. Il passaggio dei bus turistici è continuo, sono il corrispettivo romano delle "grandi navi" per Venezia (ammesso che le grandi navi siano davvero così nocive) solo che delle grandi navi parlano tutti e c'è un dibattito culturale e urbanistico da anni, dei bus turistici molto meno e la città continua a pagarne conseguenze immense. Invece di sbrigarci a far passare la Metro C sotto Corso Vittorio (quanti anni ci hanno fatto perdere i Cinque Stelle, indecisi a tutto?), lo lasciamo in queste condizioni: percorso da motorini sfreccianti, da furgoni di ogni genere, da autobus di tutte le dimensioni, pieno di gente che passa col rosso (fate caso nel video), praticamente tutti i negozi chiusi (quale commerciante investe in questa fogna?); i cartelli stradali piegati pronti a crollare sulla carreggiata. Una devastazione. E con la gente che muore ammazzata se per una volta si distrae ad attraversare la strada. 

30 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ma ci rendiamo conto quanto é pericoloso, signora mia?

Ma dove sono le forze dell'ordine?

Eh. Cmq a Milano non succedeno ste cose.

Ebbé no. Ma famme na ar mercato mo che nun cho rimasto gnente.

To L ha detto...

Mi dovete anche spiegare come sia possibile permettere ai pulmini turistici di passare sulla preferenziale....e la sindaca diceva in pompa magna che avrebbe levato i pullman dal centro...le solite cazzate...

Anonimo ha detto...

Oddio che orrore! I fiori attaccati al semaforo illegalmente con il nastro isolante! E poi i residui di colla chi li toglie? Che degrado! Ma dove sono le forze dell'ordine, maledizione!

Anonimo ha detto...

Ai simpaticissimi e originalissimi commentatori qui sopra, nn.1 e 3, ricordiamo che per colpa della sciatteria merdosa in cui loro evidentemente grufolano felici come maiali le strade di Roma sono diventate letali, un giorno sì e uno no muore qualcuno

Anonimo ha detto...

A Porta San Giovanni, dopo l'arco adiacente a Viale Castrense, uno psicotico ha scavato il marciapiededi venti centimetri, creando un solco lungo due metri, subito prima la discesa su strada.
Una cosa pericolosissima e segnalata, peraltro, da una sorta di istallazione di fiori secchi lasciata lì a fianco. Largo Appio e la piazza sono quotidianamente presidiati dai vigili urbani, e non uno che abbia transennato la buca.

Anonimo ha detto...

Tonelli, lo sai che è reato punibile con una pena da uno a quattro anni, la videoripresa di giardino privato con roseto?
Poi, se si usa la morte di una persona per fare questo genere di allusione, porta anche una certa jella.

Anonimo ha detto...

Secondo voi è normale far passare la metro c sotto Campo Marzio, con uscita a Piazza della Chiesa Nuova, come prevede il piano di ansaldo?
Nota bene. Nessuno dei "controllori" della soprintendenza ha trovato nulla da obiettare su questa proposta incredibile.
Ma caltagirone grazie a civita smazzetta abbondante,e piazza ad hoc i supervisori silenti.

Anonimo ha detto...

tonelli, quando uno gioca a fare il vessatore cazzaro per i vari parnasi, e poi dopo un anno di battage se li ritrova tutti in galera, forse si dovrebbe fare qualche domanda.

Anonimo ha detto...

Lascia stare, a forza di masturbarsi davanti alle telecamere nascoste nei cessi altrui gli si è annebbiato il cervello. E di tristezza se non se ne intende lui...
visto che non si possono attribuire intenzioni del cazzo a lei, almeno per vomitare un po' di squallore le attribuiscono agli operai.

Anonimo ha detto...

Ahi ahi ahi! Abbiamo toccato il dentino dolente a qualche autista o vigile o (dis)impiegato del Comune con coda di paglia! E ora si arrabbiano e mordicchiano, che teneri!

Anonimo ha detto...

Ormai l'amministrazione capitolina è basata solo sul non fare nulla. Quindi nessuno stupore. Alle prossime elezioni tutti a casa. Dovunque avrebbero subito fatto un mini piano per evitare nello steso posto altri incidenti. Qui nulla totale, stanno già pensando alle vacanze di Agosto (che spero Raggi e C. passino alla loro nuova spiaggia di Viale Marconi).

Anonimo ha detto...

@luglio 26, 2018 9:21 PM

grazie. Sono totalmente d'accordo. Tra l'altro, proprio per la gravità dell'accaduto, a fare i simpatici si finisce per apparire tutto il contrario. E quant'altro.

Non sono sempre d'accordo con chi scrive gli articoli, ma stavolta mi pare una descrizione della città davvero fedele. Tristezzissima. A prescindere dall'effettiva dinamica dell'incidente, non possiamo nemmeno consolarci con il tragico pensiero che almeno è servito a qualcosa.
Ecco, Roma pare senza senso. Bella, a suo modo, ma senza senso.

Ovviamente c'è chi nella mancanza di senso si trova bene. E ancora grazie @luglio 26, 2018 9:21 PM per averlo fatto notare. Purtroppo alla fine vinceranno loro, perché a loro basta continuare a sopravvivere.
Cordialità

Anonimo ha detto...

Agosto si appropinqua e se imbattersi in un vigiles urbanus romanus e' una rarita' nei restanti mesi ad agosto diventa un evento paragonabile all'avvistamento dell Yeti o del Mostro di Lockness.

Una citta'abbandonata a se stessa dove nessuno rispetta le regole e nessuno le fa rispettare.

Scusaci, Caterina....

Anonimo ha detto...

FORZA NERONE!!! RITORNA!!!

Anonimo ha detto...

Davanti alla chiesa di San Giovanni in Laterano - mancava - si è installata una grande bancarella simile alle DUE posizionate davanti alla Scala Santa (...), che a dieci metri da un piantonamento dell'esercito dà proprio la dimensione grottesca in cui navigano le amministrazioni italiane.
E' da sperare e presumere che nessuno abbia autorizzato dei bengalesi a vendere cianfrusaglie davanti all'ingresso della cattedrale di Roma, eppure, in merito interpellati, i vigili - 5 - a presidio (per dire) dello svincolo di Via di San Giovanni in Laterano, hanno ridacchiato un po' cascando dalle nuvole e salutandomi con un "ma davvero? Dice che non è autorizzato?".
E anche lì, ci sarebbe da capire perché piazzare una jeep dell'esercito se poi si lascia una bancarella di musulmani di fronte alla struttura da presidiare.
Identico discorso per le metropolitane, invase da banchetti, e sorvegliate da militari che neppure hanno giurisdizione sulle scimmie.

Anonimo ha detto...

Le strade con le preferenziali ai lati andrebbero abolite poi le preferenziali le metti al centro e se serve fare le fermate per gli utenti fai i salvagente un po' come é fatta viale regina margherita ,cosi eviti il parcheggio selvaggio delle auto sui marciapiedi

Anonimo ha detto...

Ormai Roma non ha più alcuna speranza di miglioramento. Piccolo esempio off-topica: avete visto come sta procedendo il fallimento staccato? Che alla fine hanno accettato il concordato preventivo. Quindi cosa cambierà? Nulla: servizio scadente, veicoli maltenuti, personale rozzo e menefreghista continueranno ad imparare sui trasporti capitolini. L'unica soluzione è andarsene da questa città, chi lo può fare.

Anonimo ha detto...

Il corpo della municipale andrebbe sciolto e i vigili licenziati tutti, dopodichè affiderei il controllo delle strade alla Polizia Stradale. Per quanto riguarda il resto (dista selvaggia, segnaletica orizzontale e verticale disastrata) fa tutto parte del solito quadro di inefficienza e menefreghismo della capitale.

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo luglio 28, 2018 8:14 AM: totalmente d'accordo con il tuo commento.
Concordo in parte, invece, circa la frase finale dell'articolo: "E con la gente che muore ammazzata se per una volta si distrae ad attraversare la strada..." Sì, ma la gente deve pure responsabilizzarsi, non può attraversare con gli occhi sullo smartphone o con le cuffie a tutto volume. E poi si deve comunque guardare, quando si attraversa. Ognuno di noi ha il preciso dovere di vigilare, per quanto da noi dipenda, alla sicurezza ed incolumità di noi stesso e di eventuali persone sotto la nostra custodia, e comunque non vogliamo ancora farci entrare in testa che in una società bisogna imparare a seguire le regole.

Anonimo ha detto...

@anonimo 12.43 PM
Io sono un pedone che prima di attraversare si assicura che il veicolo più vicino sia sulla linea dell'orizzonte, ma non posso esimermi di osservare che la maggor parte dei pedoni romani, anche i turisti non sono da meno, si tuffano sulla carreggiata animati da una convinzione di invulnerabilità che fa impallidire quella dei ciclisti romani (altra categoria di gente satanca della vita). Mi chiedo sempre: ma che vite da schifo si ritrova questa gente, se è disposta a barattarle con la possibilità di attraversare la strada cinque secondi prima del dovuto?

Anonimo ha detto...

"E con la gente che muore ammazzata se per una volta si distrae ad attraversare la strada. "

Non è proprio così.

Evidentemente chi scrive l'articolo non gira per Roma.

Non si capisce perché sul video si inquadrava solamente il semaforo quando era verde.

Censura sui comportamenti di automobilisti e pedoni?

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

Anonimo ha detto...

Commento odioso e crudele. Solidarietà e silenzio per l'ennesimo lutto della tragica era Raggi. Speriamo finisca presto.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace ma i pedoni hanno la precedenza e le bici il diritto di circolare. Roma è una giungla e il più forte non solo vince ma pretende di aver ragione Continuerò a girare in bici nonostante gli insumti che ricevo ogni giorno da persone come lei.

Anonimo ha detto...

Schifoso cravattaro. Sparisci da questo blog.

trasportatore ha detto...

"ci sono vetture, furgoni e van parcheggiati con due ruote sul marciapiede e due nella preferenziale. Sembrano "innocue" soste selvagge alla romana, in realtà sono auto che tolgono totalmente la visibilità su quelle strisce. Il pulmino che è sopraggiunto aveva - come quasi sempre accade - il solito furgone del carico e scarico piazzato in mezzo alla strada a togliere la visibilità sulle strisce? Ma ci rendiamo conto quanto è pericoloso? Eppure tutto Corso Vittorio (ma anche Via Nazionale e mille altre strade) è così: pieno zeppo di auto, furgoni e van dovunque alla rinfusa a creare un caos visivo che è nemico giurato della sicurezza stradale...." TUTTO GIUSTO QUELLO RIPORTATO, ma è difficile spiegarlo a chi fa le consegne ai vari bar, ristoranti, pub, mini market e gli altri esercizi commerciali, e in più tutti i corrieri che consegnano pacchi, pacchetti e buste ai privati, che hanno il loro recapito su quelle strade.. dove lo lasciano il mezzo, in un parcheggio comune, a 5-6 chilometri, in periferia, in una zona dedicata alla sosta a 10 chilometri e vanno a piedi a fare le consegne?....se c'è un genio che risolva questi problemi si faccia avanti, in alternativa abolire tutto il traffico merci, in tutta la città....

Anonimo ha detto...

Tutto giusto a parte due cose: 1) i furgoni delle consegne non hanno le aree di sosta quindi non hanno modo di parcheggiare regolarmente. Problema relativo a tutta Roma. 2) Ai semafori pedonali viene opera la visuale ma i pedoni devono comunque rispettare il semaforo e non attraversare col rosso.

duck life ha detto...

Videos are great. I would love to watch this video. Thank you for sharing

ShareThis