Non è una scultura d'arte contemporanea

29 aprile 2010
Non si capisce davvero cosa si aspetti a rimuovere le centinaia di cabine telefoniche inutilizzate. Anzi, utilizzatissime come pattumiere, pisciatoi e camerini per drogarsi, spacciare, stuprare...

7 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Davanti al Parco degli Acquedotti, vero?

E' così da anni.

SuD

Les ha detto...

burini e incapaci!

Anonimo ha detto...

Il solito pressapochismo e lassismo che contraddistingue, purtroppo, Roma. MA i responsabili di questo sfacelo, cosa fanno? Si attende che queste fatiscenti cabine causino dei danni ai cittadini?

Anonimo ha detto...

insomma a Cartellopoli City hanno fatto un decreto per sostituire i bagni pubblici con le cabine telefoniche...Ora si spiega perchè i bagni pubblici non ci sono e perchè le cabine telefoniche puzzano sempre di piscio!

Anonimo ha detto...

Ragazzi, quì dobbiamo organizzarci, incontrarci, creare un movimento culturale a 360 gradi.
Qualcosa in grado di incidere non solo sul degrado ma sulla rinascita di Roma in generale!

Skymino ha detto...

Ma sta per esplodere? Ahahahhahahah

Les ha detto...

anonimo, contatta Riprendiamoci Roma!

ShareThis