Racket a Termini. Per la prima volta abbiamo filmato i boss dei finti assistenti turistici

8 luglio 2019

Vi mando il video registrato la scorsa settimana alla Stazione Termini riguardante il vomitevole racket dell'accattonaggio mascherato da servizio pubblico di assistenza ai turisti appena sbarcati o disorientati alla ricerca del treno per partire. Incredibilmente questa volta mi sono ritrovato a registrare quelli che credo siano i “gestori” di questa “attività” che si avvale di giovani ragazze e ragazzi mandati a raggirare i turisti.




Vi sottolineo le parti che considero più notevoli del filmato

Inizio: tre donne e un uomo presidiano l’ingresso principale della stazione. Tutti portano qualche oggetto che può trarre in inganno facendo credere alle vittime di essere davanti a degli addetti ufficiali all'assistenza clienti: penna in mano o al collo, collare porta badge al collo.

* 00’22”: scambio di parole con un addetto delle FFSS. Sullo sfondo funzionari della polizia che escono e poi rientrano con dei militari. Abusivi e funzionari si incrociano ignorandosi mutuamente: è la tipica situazione “puoi farlo ma non quando ci sono io nei dintorni”.

* 01’26”: la parte più sorprendente: per la prima volta vediamo quelli che sembrano essere i boss della banda che gestisce lo schifoso racket dell’accattonaggio abusivo mascherato da “assistenza ai turisti”. Due facce da poco di buono che guardano le ragazze in modo autoritario, quasi con disprezzo. Addirittura, dopo qualche secondo, il boss a sinistra segnala con un gesto della testa la presenza di una preda (fuori campo) da accerchiare, e una delle ragazze parte alla caccia. Ma è possibile che un semplice cittadino con uno smartphone becca in flagranza questi delinquenti mentre funzionari dello Stato e delle Ferrovie rimangono ciechi?

* Seguono immagini che mostrano parte del numeroso gruppo di accattoni che presidia tranquillamente tutto il territorio della stazione, nella totale assenza di qualsiasi autorità di pubblica sicurezza o di rappresentanti probabilmente di Grandi Stazioni.

* Si chiude con la parte finale del consueto siparietto che vediamo in continuazione: i malcapitati turisti, sicuramente stranieri, vengono accompagnati fino ad una zona da dove poter indicare i binari (da lontano, guai a mettere in imbarazzo gli addetti ai varchi, neanche loro devono essere chiamati in causa come testimoni consapevoli di questa situazione) e incassare la truffa.

* 4:22 in particolare vediamo delle turiste che salutano per andarsene verso i treni ma vengono bloccate dalla “guida” per la richiesta della mancia. La richiesta è accompagnata dai classici gesti con le braccia come a dire “tengo famiglia”. Questo passaggio dimostra l’esistenza di una vera e propria truffa: fino a quel momento le vittime pensavano nella loro testa di stare usufruendo di un servizio pagato dalle ferrovie o dalla Stazione e la sorpresa si coglie dagli sguardi che si scambiano mentre aprono la borsa dopo essere state bloccate. Molto bello il passaggio quando la “guida” esplora la propria bocca con le ditta della mano che poi porrà per ricevere le monete...
Paolo


PS.
Negli anni scorsi già abbiamo trattato il problema, almeno dal 2014, e non abbiamo notato nessun tentativo serio di risolverlo. Ecco alcuni esempi presi al volo:

27 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ottimo video che testimonia come stiamo messi in questa città di fango!
Questo problema non si risolverà mai, perché i magistrati che dovrebbero convalidare gli arresti di questi mascalzoni non lo fanno mai, anzi trovano sempre una scusa per rimetterli in libertà. Le forze dell’ordine fanno, ma fino a un certo punto, a che serve arrestare oggi se domani stanno di nuovo al loro posto di lavoro? È come stare dentro una ruota che gira gira e non ha mai fine,

Anonimo ha detto...

non so in questo caso specifico, ma spesso dietro alle truffe urbane c'è una qualche organizzazione, per quanto a volte piccola ma ramificata sul territorio. vale per tanti fenomeni, temo. anche perchè se girano soldi la cronaca insegna che non viene lasciato tanto spazio ai singoli

Anonimo ha detto...

i magistrati non trovano nessuna scusa, applicano la legge e contro le loro decisioni si può sempre fare ricorso

Anonimo ha detto...

Probabilmente hanno gia' tutti il reddito di cittadinanza.....

Anonimo ha detto...

Ho avuto anch' io occasione due settimane fa di notare gli stessi individui, l' unica persona che cercava di cacciarli era una ' addetta di trenitalia che senza timore li affrontava a brutto muso.

Criss ha detto...

Volete la Repubblica? Pedalate.

Anonimo ha detto...

Bel video indubbiamente vero..... Ma avete dimenticato di verificare se in effetti qualcuno si sta adoperando per tentare di arginare questo fenomeno e vi posso garantire che qualcuno lo sto facendo..... Però non è stato filmato.... Ma è semplice constatare basta informarsi bene e si avranno tutte le risposte

Unknown ha detto...

Great video this has become common at these places. The magistrate should take action against them, but they never take any step against them. I have also faced this situation when I go abroad with my company which provides thesis writing service, to spend our vacations there but this happened to us, and we were not able to do anything because we didn't know about it.

Anonimo ha detto...

Sono zingari, a loro tutto è permesso

Anonimo ha detto...

la frase di chi mi precede è priva di significato. l'etnia non qualifica, i comportamenti si, ma in relazione alle singole persone non a presunte colpe collettive. Ricordo allora che come italiani abbiamo esportato mafia camorra e ndrangheta in tutto il mondo

Anonimo ha detto...

@luglio 09, 2019 10:24 AM
è vero, la frase da lei stigmatizzata viene dalla pancia, però non è del tutto priva di significato.
Intanto perché esiste qualcuno che cerca di imbastire - spero in buona fede - un discorso che forse può spiegare (l'esistenza di una cultura familista, una sussistenza di "raccolta", un'economia artigianale che è sfuggita loro sotto i piedi) con il rischio sottointeso di giustificare, il che, come penso converrà, è del tutto inammissibile.
Poi perché obbiettivamente, non essendo queste persone "incasellate" dal sistema demografico e burocratico che p.es. accompagna noi a volte aiutandoci spesso soffocandoci, risulta più difficile identificarle ed eventualmente andarle a prendere per sottoporli alle sanzioni previste.
Inoltre, a forza di stare qui, hanno anche capito questa difficoltà e questa tendenza alla spiegazione e sfruttano entrambe per sfuggire alla giustizia in maniera non solo esplicita ma a volte anche aggressiva.
Solo loro? Forse no. Forse è vero che proveremmo anche noi a fare così' se fossimo disperati. Però le loro specificità (sarebbe un lungo discorso) li rendono invisi a tanti. Chissà, in parte forse pure per invidia (malposta, perché immagino che abbiano comunque una vita dura).
Su mafia etc ha ragione, ma forse è poco pertinente (e in parte contraddice la sua premessa).
Cordialità

Anonimo ha detto...

penso sia una questione di presidio del territorio. se le istituzioni sorvegliano e monitorano bene una zona (vale per le strade di un quartiere come per una stazione che, non dimentichiamolo, è un biglietto da visita importante per l'approccio di una città turistica) questi fenomeni - in parte fisiologici dove gira tanta gente - possono essere ben "inquadrati" e debellati.
la presenza sul territorio, se ben visibile, è un dissuasore di per se

Anonimo ha detto...

vabbe' ma con un ministro dell'interno che passa le giornate su facebook vi aspettate qualcosa di diverso?

Unknown ha detto...

Il lassismo delle forze dell'ordine ordine è imbarazzante

Anonimo ha detto...

non penso proprio possano essere accusate di lassismo. noi non sappiamo se stanno indagando su situazioni simili. in ogni caso agiscono sempre quando hanno notizie di reato e comunque le azioni investigative non le possono giustamente divulgare in pubblico. penso che le segnalazioni come questa servono ad aiutare non a criticare

Anonimo ha detto...

la soluzione è sempre la più semplice......
visto che si conoscono ......Polfer polizia o qualsiasi altra forza dell'ordine li prende...li butta in una stanza....li riempie di botte.....e non si faranno vedere più in giro

Anonimo ha detto...

Rincaro il mio solito augurio affinchè roma bruci, con tutti i suoi vizi, difetti e storture, affinchè possa rinascere come nuova capitale (IN LIBIA, per favore.)

Unknown ha detto...

A me fate ridere tutti... Il problema a Roma sono 4/5 zingare che fanno quello che fanno... Come salvini, che va a gioia tauro per parlare dei problemi del luogo.... Le baraccopoli. Mapperfavore

Unknown ha detto...

Ho il sospetto che non ci sia la volontà di risolvere certi problemi:non è un problema di colore politico ma di cultura...

Unknown ha detto...

Gabbana se non ci sono severi controlli sul territorio e un giustizia che funzionerebbe , questa micro criminali sarebbe ridotta non dico scomparsa . Purtroppo ce anche chi difende questo tipo di reato dando sempre una giustificazione come se lo stato italiano non esiste .









9

Unknown ha detto...

Premesso che ciò che fa vedere il filmato è vergognoso e bene ha fatto chi lo ha pubblicato, riferendomi a chi in questa discussione sbandiera soluzioni più o meno discutibili al problema, penso che da casa con un cellulare in mano mentre non si ha un cazzo da fare, in un paese dove i veri problemi si lasciano come la polvere sotto il tappeto, le soluzioni si trovano subito!!

Anonimo ha detto...

si, certo la Polizia sta indagando, come no? Sono anni che questi stanno li e non stiamo parlando di far cadere tutta la cupola di cosa nostra, ma di 4 straccioni organizzati e collusi con chi dovrebbe controllare che ciò non succeda. Quanto tempo ci vuole? 4 anni? 6 anni? 1000 anni?? Basterebbe qualcuno in borghese che osservi la situazione e in poco tempo dovrebbero essere in grado di sgominare tutta la banda. Nel frattempo, arrestarli tutti i giorni cosi anche se poi vengono rilasciati, magari poi demordono.

Anonimo ha detto...

Attendo un post di scuse al ristorante la pecora pazza, calunniatori

cara menggugurkan hamil ha detto...

now present in your city
1. manfaat kurma untuk persalinan
2. manfaat buah nanas
3. aktivitas penyebab keguguran
4. apakah usg berbahaya
5. penyebab telat haid
6. cara melancarkan haid
7. cara mengatasi keputihan
8. tanda tanda menopause

Anonimo ha detto...

"A me fate ridere tutti... Il problema a Roma sono 4/5 zingare che fanno quello che fanno... Come salvini, che va a gioia tauro per parlare dei problemi del luogo.... Le baraccopoli. Mapperfavore"

cuor contento il ciel l'aiuta, ma anche risus abundat in ore stultorum...
a parte che probabilmente sono 4-500, non 4 o 5, a parte che se si viene derubati/truffati/aggrediti c'è poco da ridere, quello che è da evidenziare è che a loro volta sono sfruttate.
E questo video lo ricorda.
Certo che ci sono altri problemi, ma questo è valido per ognuno di essi. Allora non si comincerebbe mai a parlare di nulla. https://it.wikipedia.org/wiki/Benaltrismo

Sulla pochezza delle soluzioni posso essere d'accordo, in quanto non ragionate. Però come ebbi a scrivere più su non prive di senso.
Cordialità

Anonimo ha detto...

Bravi a fare questi video. Bravi e grazie. Purtroppo al momento in Italia e qui a Roma specialmente siamo in una situazione in cui sono i cittadini a dover mostrare queste cose, che accadono tutti i i giorni e sono sotto gli occhi di tutti, forze di polizia incluse, e solo dopo che i cittadini hanno mostrato questi video, tra l'altro molto dopo, chi di dovere prende delle misure affinché non si ripetano.
Non vorrei cantar vittoria troppo presto, ma riporto un fatto accadutomi. Pochi giorni fa, presso il Colosseo c'era un poliziotto della polizia municipale (1, dico 1, ma se ne basta 1 va bene così) con la classica pettorina gialla a controllare, e mentre camminavo non sono stato avvicinato da nessun africano che fa finta di voler scambiare quattro chiacchiere e darti il cinque con la mano per poi metterti nelle mani un braccialetto e far finta di regalartelo per poi invece chiederti soldi e continuare a disturbarti, ostruirti il cammino, toccarti eccetera. Anzi, questi africani non c'erano proprio. Prima volta dopo anni che non sono stato disturbato mentre attraversavo a piedi la zona del Colosseo.
Spero che anche questa vicenda prenda questa piega. Esponenti della Polfer o della Polizia Municipale, o chiunque ha il compito di occuparsene, già lo sapevate, adesso un cittadino ve lo ha mostrato. Dovete allontanare queste persone dalla stazione, siete pagati per occuparvi di queste cose.
Ciao e grazie ancora per il video.

Lanzo ha detto...

Magari le zingare sono n'anticchia in piu' di 4-5
Quelle che vedi sono quelle che vedevi in braccio ad una donna al semaforo 20 anni fa. Poi crescono

ShareThis