Una riqualificazione VERA per Stazione Tiburtina e dintorni. I cittadini si mobilitano

19 marzo 2019




Come i nostri lettori sanno non siamo molto concordi con le attività dei "comitati di quartiere" romani. Poi però ci sono le eccezioni che confermano la regola e questo qui è il caso. Sulla Tiburtina un gruppo di cittadini ha reagito al mostruoso progetto del post-sopraelevata e al degrado sotto al quale sta morendo tutta l'area. Con un progetto concreto, serio, fattibile, tarato anche a livello burocratico con la situazione e dunque non utopistico, che riportiamo e spieghiamo qui. E se raggiungeranno 5000 firme il progetto dovrà andare al Consiglio Comunale. Firmate!


“Può diventare il cuore pulsante di Roma e il polo direzionale della città” diceva il 5 dicembre la Sindaca Virginia Raggi a margine della presentazione da parte di Ferrovie dello Stato dell’asta del lotto C1 di cui riportiamo una delle tre rappresentazioni diffuse da Fs.

Nonostante la pomposa dichiarazione della Sindaca se pensate ad una Stazione Tiburtina circondata da decine di edifici moderni stile Milano siete fuori strada. Abbiamo infatti la sede della Bnl, la Città del Sole (su cui ci ritaglieremo uno spazio apposito ben presto) e in previsione oltre al lotto C1 (quello attualmente in vendita, dove è previsto un albergo con enorme difficoltà a trovare un acquirente causa degrado) ci sono solo quei due grattaceli che vedete sullo sfondo che verranno edificati sul lato Pietralata, cinque edifici sono lontani dall’immaginario comune di “centro direzionale” anche se un po’ più in là arriverà la sede dell’Istat.
È proprio qui che s’inserisce la proposta dei cittadini riuniti nelle sigle Comitato Cittadini Stazione Tiburtina, Ass.ne Rinascita Tiburtina, Cittadinanzattiva Nomentano e Vento di Cambiamento Fenix che sfruttando la possibilità prevista dallo Statuto del Comune di Roma hanno depositato presso il segretariato generale un proprio progetto che con la raccolta di 5mila firme verrà messo in votazione direttamente in Consiglio Comunale.

I cittadini hanno notato infatti che mentre le edificazioni private andavano avanti, ciò che restava indietro era la parte pubblica della zona. Paragone immediato? Unicredit ha posto a Milano nelle celebri torri il suo quartier generale e ha ai suoi piedi degli spazi pubblici belli, moderni e curati. Bnl ha posto a Roma in un bellissimo edificio il suo quartier generale e ha ai suoi piedi il degrado e l’abbandono a noi tutti noto e difficilmente raccontabile.
Il progetto non tocca di un centimetro gli interessi dei privati nella zona che anzi vengono dagli stessi considerati una risorsa importante per il territorio. Si vuole invece andare a ripensare tutti quegli spazi pubblici attualmente in abbandono o che non hanno più ragione di esistere e che sono oggi terra di nessuno ma che di contro, riqualificati ed organizzati, possono essere un connettivo di qualità tra tutti gli elementi architettonici della zona a beneficio dei residenti, ovviamente, ma anche degli stessi privati che sono cascati nella trappola di investire a Roma. 
Il progetto è stato realizzato dallo studio di architettura partecipata AUP facente riferimento agli architetti Ettore Pellegrini e Sebastiano Giannuzzi che si sono messi a disposizione per tradurre a livello tecnico le idee dei residenti.
 

Nell’immagine vedete in rosso le architetture (presenti e future) tra cui, partendo dall’alto a sinistra abbiamo la Città del sole, la Stazione dei pullman totalmente ripensata nel progetto, la Stazione Tiburtina, la Bnl, le due torri in previsione e altre cubature a dimensioni di gran lunga ridotte di cui una della Sapienza dove ci saranno laboratori di ingegneria di altissimo livello e aule per la didattica.
Connettivo di tutte queste architetture è l’anello ciclopedonale in arancione dove un cittadino può camminare ininterrottamente senza incontrare una macchina, una vera e propria “promenade architecturale” lungo quelle che ad oggi possono e potranno essere considerate tra le architetture più importanti della Roma degli ultimi anni.
Altra cosa che balza all’occhio è il colore verde che circonda tutta l’area dell’intervento. Vediamo infatti sulla sinistra della tavola un bosco urbano attualmente messo in ombra dalle rampe della Tangenziale ma che avrà invece la possibilità di venir fuori a lavori di abbattimento completati (il bando per l’abbattimento è stato assegnato e l’inizio dei lavori è imminente). Grande punto verde è il Parco est in basso e al centro della tavola. Questo parco verrà realizzato da Ferrovie dello Stato e si collega in basso con il parco dello SDO (Sistema direzionale orientale) di futura realizzazione attorno alla Metro Quintiliani.
Entriamo nel vivo del progetto guardando la ormai ex Tangenziale attualmente composta da cinque corsie automobilistiche più parcheggi.
 




Il confronto nelle foto la dice tutta. Le cinque corsie si riducono a due, una per senso di marcia. Vengono lasciati da ambo i lati della carreggiata spazi per i parcheggi e viene creato dal nulla un parco lineare con pista ciclabile che scorre lungo tutti i circa tre chilometri della ex Tangenziale. Un quartiere che affaccia su un’autostrada diventa un quartiere finalmente degno e bello. Rispondiamo fin da subito a chi dirà che non si pensa alle macchine. La nuova Tangenziale che scorre sottoterra sul lato Pietralata è nata proprio per arrivare a quanto richiesto dai cittadini ovvero al declassamento della ormai ex Tangenziale su cui già oggi passano pochissime macchine. Se si pensa che con l’abbattimento della sopraelevata la ex Tangenziale servirà solamente per collegare Via Lanciani a Via Lorenzo il Magnifico non essendoci più il collegamento con San Giovanni si capisce bene quanto le cinque corsie non serviranno più.
Il verde come vede dall’immagine viene utilizzato da barriera con la Ferrovia sia acustica che ambientale. Nell’idea dei residenti quella di pensare a delle aree attrezzate con punti ristoro alla fine delle vie principali per rendere vivibile e controllato il parco. Particolare che balza poco all’occhio ma che diventa invece fondamentale è quello che c’è sotto al parco. Vengono infatti pensati dei parcheggi sotterranei di evidente fattibilità dato il dislivello con la Ferrovia: realizzare migliaia di posti auto qui sotto significa poter riqualificare tutte le strade tra qui e Piazza Bologna, togliendo la sosta dalla superficie. 
Lungo tutto il parco lineare scorre la pista ciclabile che va a collegare quella in costruzione sulla Tiburtina tra la Stazione e Piazzale del Verano e quella della Nomentana i cui lavori volgono al termine. Si avrà quindi la possibilità anche con la bicicletta di usufruire di un percorso di qualità in mezzo al verde collegandosi con percorsi esistenti e in costruzione. Fondamentale diventa la connessione tra il nostro nuovo parco lineare e il Parco Est. Nella convenzione tra Fs e il Comune di Roma vi è infatti la progettazione a carico di Fs di un ponte ciclopedonale che colleghi le due sponde all’altezza di Via Livorno. Purtroppo la convenzione non va oltre la progettazione ed è quindi tra le richieste dei residenti la realizzazione di questo ponte che colleghi il quartiere Italia con il parco est e quindi anche con lo SDO di futura edificazione.
 

Ci spostiamo adesso a Largo Mazzoni dove al posto del piazzale con bancarelle e stalli dei pullman viene fuori una piazza della Stazione. Ci pensiamo che alla Stazione Tiburtina, la Stazione dell’alta velocità, nessuno ha previsto una piazza? La piazza assume anche una funzione di sicurezza in caso di evacuazione dove negli attuali progetti si esce dalla Stazione e ci si ritrova in uno stradone a quattro corsie che passa di fronte all’ingresso. Elemento di discussione è la stazione dei pullman, la stessa che la Giunta Raggi vuole spostare ad Anagnina ad eccezione delle tratte del centro Italia che dovrebbero continuare ad arrivare a Tiburtina in luoghi non ancora identificati. L’autostazione unita da un collegamento coperto alla Stazione dei treni diventa totalmente chiusa e con l’ingresso e l’uscita dei pullman totalmente su Via Tiburtina lato Verano così da minimizzare l’impatto della stessa sul quartiere. Con la A24 che entra in città fino al Verano e con un pezzetto di Tangenziale i pullman possono arrivare alla Stazione senza toccare un palazzo.
Sotto al piazzale viene previsto un parcheggio interrato a servizio delle stazioni e su cui poter sviluppare servizi per la mobilità di qualità quali carsharing e altri sistemi moderni di mobilità urbana.

Dopo tutto questo stravolgimento urbanistico la domanda è lecita: chi paga tutte queste belle cose? La risposta è nella stessa delibera presentata dei cittadini che copiamo:
Si delibera di individuare ”gli ulteriori investitori necessari per attuare l’insieme delle opere elencate a costo zero per la Amministrazione” e di “attuare quindi e a questo proposito tutta la strumentazione urbanistica riguardante il rapporto pubblico-privato quale: PUP, Project Financing, convenzioni ecc. indispensabile per un coinvolgimento di parti private con apporto di investimenti a beneficio della parte pubblica”. Viene da sé infatti che con la realizzazione di parcheggi interrati e con la messa a bando dell’autostazione dei pullman, solo questa può andare a gara per circa sei milioni di euro, la realizzazione e la gestione degli spazi pubblici è quanto mai realistica.
Il comitato promotore del progetto avrà fino al 6 giugno per raccogliere le cinquemila firme necessarie. Entro sei mesi il Consiglio comunale dovrà deliberare in merito… in una città paralizzata nella progettazione e nella realizzazione come Roma saranno i cittadini a buttare giù il muro dell’immobilismo? Restiamo sintonizzati!

31 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Er grattacielo supera in altezza er gubbolone pergio' nun se fara' mai. Roma nun sara' mai Milano, puo' estenderse solo in lunghezza, come a carta igienica.

Anonimo ha detto...

A dire il vero la pubblicita' della carta igienica Scottex "10 piani di morbidezza" e' stata girata prendendo un palazzo della periferia di Milano.....

Anonimo ha detto...

oltre alla sopraelevata dovrevvero abbattere tutti quei casermoni mostruorsi che affacciano sulla tiburtina dopo il ponte ferroviario e sulla ferrovia stessa_; abbatterli e ricostruirli fatti bene;
ma per la mente contorta di rfs bisogna abbattere i villini storici del quartiere trieste

Anonimo ha detto...

Milano fa letteralemtne cagare. TERZO MONDO! Capitale 'Ndrangheta e zingari! EXPO FALLITTO e citta' in bancarotta!

Anonimo ha detto...

Milano non compete neanche con Cagliari. E' la Catanzaro del Nord.

Anonimo ha detto...

Per me Milano e' orrenda. Non paragoniamo la citta' eterna a quel cesso ghettizzato padano.

Massimo ha detto...

Se Roma fosse gestita da gente che tiene a Roma, non avrebbe rivali al mondo. Tra l'altro una città come Roma tenuta al massimo livello possibile sarebbe una calamita di soldi quindi anche un malavitoso guadagnerebbe nel farla risplendere!!!

Anonimo ha detto...

peccato, neppure un commento nel merito...per quello che vale il progetto non mi spiace, ho solo paura che con la fine della vecchia tangenziale quella nuova si intasi ancora di più o meglio ancora più spesso, ma restare imbottigliati nel tunnel è peggio.
A latere mi chiedo se non sarebbe possibile dare un senso al tunnel costruendo una copertura tipo quella sotto la collina fleming tra il ponte delle valli e l'imbocco del tunnel, così che sia possibile la circolazione notturna salvando il sonno dei residenti.
Cordialità

Anonimo ha detto...


Presidente dell'Assemblea Capitolina ar gabbio!!!

Quando se ne va la signorina Rays???

Anonimo ha detto...

Peccato, invece di qualcosa di costruttivo i soliti commenti degli analfabeti contro Milano. Quella della carta igienica Scottex almeno e' intelligente ed ironico, ma gli altri.... Andate a lavorare, bifolchi

Anonimo ha detto...

I milanesi sono tutti della terronia. Hahahaha! E' terronia trapiantata.

Anonimo ha detto...

Sì, sì, facciamo le opere con i privati, col progetfainansing. Come lo stadio... Ma ammazzatevi, che è meglio.

Steffius ha detto...

Auguroni

Steffius ha detto...

Auguroni anche a te. Ignori molte cose insomma sei un ignorante! Io firmerò, non c’è da fare ulteriori considerazioni

alfredo casella ha detto...

Va bene sistemare l'area pubblica, deprimente che si debbano raccogliere firme per farlo; va bene appoggiare il piano di sviluppo urbanistico e, aggiungo ma sono gusti personali, magari si costruisse in altezza (tra l'altro salvando veramente suolo), ma una domanda legata all'idea di ridurre la vecchia tangenziale (tra l'altro mi sembra un progetto risalente almeno alle giunte Veltroni) devo farmela: ma come mai nessuno parla della sistemazione dell'imbocco della A24 che attualmente è regolato da un assurdo semaforo?
Ovvio che quando si formano gli imbottigliamenti nel tunnel sono sempre dovuti a quel pazzesco semaforo. Perché non si fa una rampa e si libera il flusso di veicoli diretti all'autostrada?

Alessandro Soderini ha detto...

per Alfredo: le rampe di immissione della A24 nella tangenziale (realizzate assieme alla tangenziale, un ventennio prima che si completasse il collegamento con la A24 tramite la galleria di Casalbertone) erano state pensate proprio per evitare il semaforo(cosa mai vista al mondo che un'autostrada per immettersi su una tangenziale debba terminare con un semaforo!), da percorrere in senso inverso a quello che poi è stato realizzato (la rampa che immette dall'A24 verso la tangenziale sarebbe dovuta essere quella di *uscita* dalla tangenziale verso la A24 e viceversa). A completare il tutto era previsto uno svincolo a X su due quote diverse per raccordare l'A24 alle rampe. Nulla di tutto ciò è stato fatto. Per risparmiare, il raccordo A24-tangenziale è stato fatto, low-cost, a quota unica; a quel punto si doveva pur raccordare il tutto alle rampe, già realizzate, e per farlo ci hanno messo una pezza col semaforo. E la frittata è stata fatta

Alessandro Soderini ha detto...

Finalmente un post positivo e propositivo. Va bene che Roma fa schifo, ma lagnarsi e basta non serve. Firmerò senz'altro

prestito privato ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 12.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

prestito privato ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 12.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

prestito privato ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 12.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

prestito privato ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 12.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

prestito privato ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 12.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

Anonimo ha detto...

La zona di Tiburtina sarà sempre uno schifo.
La via Tiburtina al momento é una strada stretta ad uso esclusivo delle auto e quando finiranno i cantieri sarà più larga e ancora più pericolosa per le bici,la ciclabile che vogliono fare verano stazione tiburtina non credo che mai la faranno perché tra studi di fattibilità e altro finiranno i 5anni del governo e purtroppo avremmo un governo di destra che pensa solo ai negri ed aumentare il traffico di auto perché secondo loro quello porta benefici alla città.
Comunque non so se nel progetto c'è della ciclabile tiburtina ma sarebbe intelligente pensare a collegarla anche al moncone di ciclabile Togliatti e pensare di collegare i due monconi sulla Togliatti perché ok la Nomentana con la Tiburtina ma non inglobare anche la Togliatti sarebbe cosa grave

Anonimo ha detto...

Sicuramente è un miglioramento, quindi da fare. Basta con bloccare le cose perché "si può fare meglio". La citazione sullo stadio non è casuale.

#aridateceMarino

Anonimo ha detto...

C'è di mezzo un prenditore privato? La percentuale di possibilità di corruzione e di furto ai danni del popolo è elevatissima. Non c'è niente da fare, qui è così, per quanto imbellettati siano. Per ora e per i prossimi 50 anni meno si fa e meno ci rubano. Riduciamo il danno. Stateci.

Anonimo ha detto...

Hahahahaha! : IL VERSO DI CHI LO STA PRENDENDO NEL CULO

Anonimo ha detto...

SE VABBE' .... MA A TIBBURTINA (A STRADA DICO ) NOVITA' ? .. 10 anni ancora tutto fermo ?

Anonimo ha detto...

Quell'area deve essere riqualificata dal 60.. fra un po sono 100 anni. Il progetto è bello tranne le torri che superano la cupola e quindi deturpato roma. Ma è irrealizzabile il Project financing a meno che non si imponga di realizzare prima le opere pubbliche, altrimenti come l'esperienza insegna non verranno mai fatte. Il bosco urbano sarebbe stupendo ma nella realtà sarebbe un posto di spaccio e pericolosissimo

Anonimo ha detto...

Considerando il degrado culturale e morale dell'area tutte quelle aree verdi aperte si trasformerebbero in scenari ideali per omicidi oltre che rapine, violenze e aggressioni. Solo ville con cancelli videosorvegliati e reti perimetrali.

marco_pascucci ha detto...

Se passo dalle parti della Stazione Tiburtina una firmetta la metto volentieri. Però ho un dubbio su quel progetto: si parla di parcheggi interrati. Quanti? Siamo sicuri che servano in un'area che è già connessa con metropolitana, ferrovia, trasporto di superficie, ciclabilità ecc... ecc...?
E non mi dite che a Roma "serve aaaamaghina perché i mezzi non funzionano". Lo so già che il trasporto pubblico non funziona, ma state tranquilli che se anteponiamo sempre la logica della "maghina" i trasporti pubblici non funzioneranno mai. Forse dobbiamo incominciare a fare la nostra rivoluzione copernicana, e questo tipo di rivoluzioni non si fanno a maggioranza. Aspetto strali e insulti da quelli che mi diranno che la gggente non la pensa come me. Non c'è problema, naturalmente! :-)

Seo Hunter 757 ( Zhu Is Back ) ha detto...

Keunggulan situs judi BatuQQ dengan pelayanan livechat 24 jam, customer service yang handal dan sangat ramah, menyediakan 5 bank untuk memudahkan transaksi member, proses depo dan wd sangat cepat bahkan disaat bank offline proses depo tetap akan di proses dengan sangat cepat..
Keunggulan dari situs domino BatuQQ Bandar Poker dari situs kami sebagai penyedia permainan online yaitu jaminan keamanan, dan privasi dari setiap data User ID seluruh member. Proses transaksi deposit, dan withdraw yang super cepat, serta pelayanan Customer Service yang professional, dan ramah. Di samping itu kami juga memberikan jaminan bahwa setiap transaksi yang ada di proses dalam waktu di bawah 3 menit, dan tidak ada batasan nominal dalam melakukan tarik dana di BatuQQ BandarQQ. ( Withdraw berapapun akan kami bayar )


Batu4d online lottery consists of online lottery sites that provide 6 online lottery markets such as HONGKONG TOGEL, SINGAPORE TOGEL, LOTTERY PORKAS TOGEL, SYDNEY TOGEL, AUCKLAND TOGEL, PERTH TOGEL with all that can be done, fast deposit and withdrawal Batu4d togel online indonesia can be searched for lottery online. As the biggest togel site Batu4D holds a trusted online tagging site

ShareThis