Milano nel 2008 e nel 2018. 9 confronti fotografici semplicemente sbalorditivi

18 ottobre 2018
Non si fa che parlare di Milano. Talvolta - anche da parte nostra - sembra che il confronto col capoluogo lombardo venga fatto a sproposito. In maniera puramente strumentale. Eccessiva. La realtà è un'altra. La realtà è che la capitale del nord probabilmente si merita tutte le attenzioni che ha soprattutto per come è riuscita a modificare se stessa. Diciamolo: 10 o 15 anni fa Milano era una città triste, senza un grande ruolo globale a parte qualcosa su design e moda, sostanzialmente bruttina. Non solo oggi è una città gradevole, entusiasmante e a tratti molto bella, ma ha delle progettualità di sviluppo nei prossimi ulteriori 15 anni davvero affascinanti. Insomma può ulteriormente migliorare e anche molto. Non potendo prevedere il futuro però quello che ci resta è un confronto con il passato oggi reso possibile da una particolare funzione del servizio di Google Street View. Da qualche tempo è possibile andare indietro nel tempo e, dato un particolare luogo della città, osservare come è evoluto nell'ultimo decennio ovvero da quando le telecamerine di Google girano sulle attrezzatissime Google Car. Paolo Robustelli della Cuna è la persona a cui dobbiamo questo interessante progetto fotografico. Ed è la sua voce, o meglio il suo scritto, che descrive punto per punto (ma l'analisi potrebbe espandersi su 100 altri luoghi) quello che è avvenuto a Milano in questi anni. La riflessione su una pagina come la nostra è: provate a fare lo stesso su Roma. Non solo non troverete nuovi edifici, nuove architetture, spazi abbandonati tramutati in aree piacevoli, nuovo arredo urbano, ma in praticamente ogni punto significativo troverete una situazione che è radicalmente peggiorata. Un caso più unico che raro a livello globale. 
1-La Cattolica/(Sant'Ambrogio)-1km dal Duomo. Finalmente completato credo per Expo dopo un cantiere infinito per il parcheggio sotterraneo.

2-Il Portello-4km dal Duomo. Ex area industriale Alfa Romeo, poi riconvertita a Fiera Milano City, nella parte più a Nord è stato creato un graziosissimo parco con una collina elicoidale, nuovo residenziale, quindi una grande piazza pedonale sopraelevata con le sedi di alcune società come il Milan, collegati da un lungo ponte pedonale sospeso.


3-La Darsena/(Navigli)-2km dal Duomo. Una cantiere-piaga aperta per almeno un decennio, risistemata velocemente per Expo, ricreata la Darsena, diversi percorsi pedonali tutt'intorno, peccato per i palazzi alle spalle che son sempre quelli, non certo dei gioielli.




4-L'isola-2km dal Duomo. Parte del progetto Porta Nuova/Garibaldi di Hines/Coima. Area popolare, ex luogo della "mala", era un luogo/non luogo, immobile da decenni. Qui sorto il Bosco Verticale (Boeri), la sede Google, la casa della memoria, razionalizzate le strade e i parcheggi, fermata metro M5; rimangono alcuni vecchi palazzi terribili, una sede Unipol in costruzione da anni, detta il Rasoio, abbastanza contestabile, ma si suppone che il rinnovamento continui. Sul confine fra Isola e Garibaldi aprirà a fine ottobre 2018 un parco di medie dimensioni, la Biblioteca degli alberi.


5-Le Varesine-2km dal Duomo. Parte del progetto Porta Nuova/Garibaldi. Area dimenticata e da dimenticare fin dagli anni '50, quando la storica stazione ferroviaria fu dismessa e arretrata all'odierna Porta Garibaldi, in parte utilizzata per un Luna Park fino agli anni '70. Poi il buio totale. Ora grattacielo Diamantone, torri Solea, Aria, Solaria, sede Samsung, villette residenziali. In fase di completamento il verde in via della Liberazione e diverse piste ciclabili. La piazza sopraelevata Alvar Aalto è collegata a Garibaldi da un ponte pedonale su via Melchiorre Gioia.



6-La Fiera-3km dal Duomo. Il recupero della ex Fiera di Milano, la vecchia "Campionaria", semiabbandonata da circa 30 anni, è partito bene, ha avuto una fase di pausa poi un'accelerata negli ultimi 4 anni. Al di là del giudizio estetico sui nuovi Curvo, Storto, Dritto, residenze per vip, gradevole la risistemazione di piazza Giulio Cesare e la restituzione di ampie aree cementificate a verde pubblico.

7-Via Paolo Sarpi/(Chinatown)-2km dal Duomo. Cica 10 anni fasi narra che il Comune cercò di colpire i traffici dei Cinesi in questa lunga e popolare via di Milano chiudendola al traffico. Il risultato è stato una via che diventa sempre più piacevole percorrere, le cui vecchie case sono in costante rinnovamento.

8-Via Soperga/(Loreto)-4km dal Duomo. Un piccolo esempio di come con poco si sia cambiato aspetto e decoro a un piccolo insignificante slargo.





9-Corso Como/Piazza Gae Aulenti/(Garibaldi)-2km dal Duomo. Parte del progetto Porta Nuova/Garibaldi. Corso Como, direttamente dalla Milano da bere degli anni '80, ripavimentato in maniera oscena (è ancora così)circa 20 anni fa, si apriva sul nulla assoluto di fronte alla stazione Garibaldi. Un'ampia area di deserti/parcheggi/strade agghiaccianti, orfana del semifallito piano urbanistico "quartiere direzionale" degli anni 50/60. Le torri occupate da Unicredit (Pelli) sono affascinanti, la piazza sopraelevata altrettanto, uno dei luoghi attualmente più fotografati di Milano. Ancora in divenire, a breve inizierà la costruzione della torre Unipol, diversi palazzi stile anni 70/80 recladdati (un bell'esempio le ex torri FS, Massimo Roj), molto rimane da rifare soprattutto la stazione Garibaldi, ancora un'incognita il vicino cavalcavia Bussa. Da poco completata la sede della fondazione Feltrinelli/Microsoft (Herzog & de Meuron), ideale ricostruzione delle mura spagnole di porta Volta, e credo a breve un'area verde retrostante.

51 commenti | dì la tua:

Wireless Intelligence ha detto...

negli anni 90 non c'era un milanese che non avrebbe voluto trasferirsi a Roma. Chiediglielo oggi, magari dopo che son stati qualche giorno naaa capitale.

Anonimo ha detto...

Milano prima italiana per investimenti immobiliari: https://www.idealista.it/news/immobiliare/imprese/2018/10/12/128230-immobiliare-globale-new-york-regina-di-investimenti-milano-si-afferma-nel-senior

Anonimo ha detto...

Bellissimo articolo, che non lascia scampo a NESSUNA giustificazione.
Dovreste riuscire a pubblicarlo in homepage su Repubblica.

Anonimo ha detto...

Quante occasioni perse per la nostra Città!!!
E' da sempre mancata competenza, coraggio e visione lontana, con la "becera" convinzione che Roma, visti i lontani trscorsi sia "intoccabile", mentre invece è stato e sarà possibile "inzepparla" di oscenità; mai un guizzo verso qualcosa di fascinoso.
Forse gli ultimi interventi "strani" risalgono al 1960 per le olimpiadi, per altro alcuni ridotti maluccio!!!

Anonimo ha detto...

Milano ha le persone differenti che se gli togli l'auto non vanno in crisi come i romani perché ad esempio vedendo quel palazzo verde appena apri l'articolo si vede che una strada con parcheggi viene trasformata in una strada e una ciclabile a Roma ti direbbero che li le società fallerebbero a Milano invece capiscono che eliminare auto e parcheggi auto fa aumentare il valore della città una tipica mentalità di paesi sviluppati mentre Roma ha la mentalità di paesi arretrati al livello di Lagos( capitale Nigeria)

Anonimo ha detto...

Credo che tu non sia mai stato a Lagos...

Anonimo ha detto...

Ma avete visto il comitato imbufalito perchè vogliono fare un tram e rifare tutta la sede stradale tra piazza Vittorio e Via dei Fori???
Ma di che stiamo parlando, i romani sono il popolo dell'immobilismo, se non ci fossero stati imperatori e papi manco c'avremmo quelle quattro pietre e due croste che ci salvano il culo con il turismo....

Anonimo ha detto...


Io non credo che siano i romani a comandare a Roma.
I romani sono le vittime di una città formata da un cumulo di paesotti, il cui centro è stato appannaggio dello stato e del Vaticano.
Ricordatevi sempre che il maggior proprietario immobiliare di Roma è il VATICANO!!!
Non facciamo gli gnorri...non fingiamo di ignorare la realtà.
La Chiesa di Roma gode nel vedere la popolazione nel bisogno, accresce il suo potere.

Anonimo ha detto...

Anche a Roma SI PUO' FARE. Una città appena più funzionante potrebbe fare partire un circolo virtuoso.....
Cominciamo da trasporto pubblico e un arredo urbano a prova del 30 per cento di romani che sono incivili dai capelli alla punta dei piedi.

Anonimo ha detto...

in mezzo a tutti quei grattacieli te sei scordato la foto di Kabobo con il piccone.

Anonimo ha detto...

Milano è una città con una storia completamente diversa da Roma, anche perchè potremmo dire che è cresciuta con Maria Teresa d'Austria, non al trogolo del Papa. Tra l'altro, risente dell'influenza positiva della non lontana Svizzera. Anche soltanto dal punto di vista trasportistico, è praticamente l'unica città grande italiana a poter competere con le altre metropoli europee. La rete tramviaria è estesa, e non ebbe i drastici tagli di quella di Roma, ha quattro linee metropolitane più una quinta in corso di realizzazione, e poi ha un'azienda di trasporto (l'ATM) che non è minimamente paragonabile all'ATAC romana. Ha i conti a posto, pure in leggero attivo, e co-gestisce anche la metropolitana di Copenaghen. Io personalmente, appartenendo ad una associazione di studiosi ed esperti di trasporti e mobilità, ho potuto visitare varie volte anche i "dietro le quinte" dell'azienda meneghina, ed hanno delle officine manutentive con i controcazzi, a parte poi l'ottima accoglienza che riservano sempre a studiosi ed appassionati di trasporti e mobilità, contrariamente all'ATAC (là ti stendono il tappeto rosso, qui ti cacciano a zampate nel culo).
Anche Torino è una città abbastanza evoluta, ma Milano lo è di più.

Anonimo ha detto...

ENNESIMA FIGURA DI MERDA. Grazie Virgi', grazie Nico':

https://www.telegraph.co.uk/news/2018/10/18/romans-hold-mass-sit-in-protest-sorry-state-eternal-city/

state of the Eternal City.

Under the hashtag #romadicebasta – “Rome says enough” – residents’ associations, civil society groups and ordinary Romans will come together for a sit-in outside the city’s Renaissance town hall later this month.

Fed up with seeing wild boars trotting down busy streets, giant seagulls dismembering dead rats and perilous potholes in the roads, Romans are to stage a mass protest against the parlous Many Romans are bitterly disappointed with the administration of Virginia Raggi, the mayor, who was elected in 2016 promising a fresh start for the capital and an end to the days of cronyism and corruption.

Ordinary people say the city has got worse, not better, under the administration of Ms Raggi, a leading member of the Five Star Movement, which governs at the national level in partnership with the far-Right League party.

“This city is now unlivable,” said Marco, a 33-year-old taxi driver, as he negotiated gridlocked traffic and roadworks near the Basilica of St John in Lateran, near the British embassy. “We can’t go on like this.”

Playgrounds are falling to bits, public parks resemble unkempt jungles, trees drop their branches on top of cars and occasionally on the heads of pedestrians and motorcyclists have to negotiate a slalom of potholes on battered roads.

The sorry state of the city is portrayed in a video that has gone viral online, in which wild boar root through overflowing sacks of rubbish and a large plastic skip gently floats away on floodwaters during a rainstorm.

One clip shows a public bus on fire about 200 yards from the Trevi Fountain – one of 21 buses that have spontaneously burst into flames so far this year because of a lack of maintenance.

“Rome has been abandoned to itself,” said Emma Amiconi, one of the organisers of the protest on October 27.

“Many people who voted for Five Star are disappointed. It is true that the administration inherited a difficult situation but 28 months after what was hailed as ‘the victory of the citizens’, the city is worse than ever,” she told La Repubblica newspaper.

Business leaders are also alarmed at the state of the capital.

“The status quo is very worrying to us,” said Filippo Tortoriello, the president of a business association called Unindustria. “We’ve not heard anything about how Rome should move forward over the next 20 or 30 years. There’s no vision.”

The shabby state of Rome may explain why tourists tend to visit once and never come back.

Rome has a much lower rate of “repeaters” – visitors who return again – than London and Paris, according to Federalberghi, an Italian association of hoteliers.

“Fifty per cent of tourists who choose to come to Rome do it just one time,” said Giuseppe Roscioli, the president of the association.

Roberto Necci, a researcher from the association, said: “All our studies point to the same conclusion – people come to Rome just once, while they go three or four times to other European capitals such as Paris and London.”

Anonimo ha detto...

DNA

Anonimo ha detto...

In un paese come l'Italia, una nazione che altro non é se non un mosaico di regioni, popolazioni e aree territoriali messe giocoforza dentro uno stato unitario creato per volontà delle massonerie internazionali (quindi dalla massoneria anglosassone), Milano rappresenta un'eccezione che mal si concilia con il pensiero culturale fortemente retrogrado predominante in Italia; una città che per mentalità e capacità di sviluppo economico, industriale e finanziario può essere considerata come una zona a se stante rispetto al resto del paese (ed è per questo che meriterebbe almeno lo status ed i poteri autonomi di una "città stato", data l'estrema marginalità nella guida politico-amministrativa della nazione a cui da sempre Roma la costringe). Detto ciò, il problema principale di Roma è quello di avere al suo interno una società profondamente malata, con costumi, abitudini ed ottiche di pensiero identici a quelli del sud Italia del quale è, oltre che l'inizio geografico, la rappresentazione e la generazione del degrado e dell'arretratezza dell'intero sistema-paese italiano. Una questione quella italiana irrisolvibile ed immodificabile, e che prima o poi inevitabilmente esploderà.

Anonimo ha detto...

M - A - S - T - I - C - A - Z - Z - I !

Anonimo ha detto...

No ci ho lavorato in realtà e so che come condizioni é molto peggio di Roma e di qualsiasi città europea,ma quale paragoni preferisci ti dico Calcutta ti va bene? Città del Messico forse va meglio perché come potenzialità le ha ma come Roma non le sfrutta

Anonimo ha detto...

2018:
Mondiali di pallavolo appena conclusi, a Roma una partita tutte le altre al Nord.....
Eicma motor show alla fiera di Milano.
Mondiali di pattinaggio su ghiaccio a Milano.
Concerti U2 a Milano, a Roma manco ci sono passati quest'anno.

A Roma ci teniamo le merde di cane e i cervelli lessi di questi ignavi che dovrebbero amministrarci

Anonimo ha detto...

Aho parla come magni non fa copia e incolla.
Parla italiano o al massimo in dialetto romano però non sardo

federico ha detto...

Sul fatto che i turisti vengono solo una volta non é certo il problema della spazzatura che anche gli altri hanno sporcizia meno ma ce l'hanno,i gabbiani e i Piccioni a Londra é pieno di cornacchie quindi... La senna é infestata dai ratti certo i parigini mica ve lo dicono ma io li ho visti con i miei occhi.
Quello che manca a Roma per incentivare il turismo é un sito internet perché provate a cercare su internet una qualsiasi città per visitarla in un certo tempo tipo Parigi in 7 giorni e per vedere le ricerche che fanno normalmente su Google e quindi capire qualé il trend di giorni per una certa città scrivete
London in
E nei suggerimenti vi verrà in 3,5,7,10 days
Se invece scrivete
Rome in
Vi viene solo in 2,3 days
Con Milano
Milan in
Vi viene come Londra
Questo perché a Milano curano il turismo avendo un sito internet in lingua inglese e avendo su siti come tripadvisor consigli su cosa vedere nei vari giorni per Roma no non c'è nulla di tutto ciò.
Roma viene sottovalutata ad esempio perché non create un sito per il turismo per Roma secondo me é un idea redditizia,io non so come si fanno i siti quindi se volete mi potete chiedere idee su come organizzare i 7 giorni a Roma.
Se vedo Londra ha harrods noi con Euroma2 ad esempio perché non lo menzionamo come attrazione,poi le ciclabili a chi piace abbiamo quella del Tevere 33km perché non si dice che c'è?
Ci sono anche altre cose sottovalutate a Roma ma non voglio dilungarmi

Anonimo ha detto...

EXPO2015: quanto ha influito l'aver organizzato e gestito quella manifestazione?

Walatra Herbal ha detto...

The information you present on this occasion is so very inspiring.
Ciri-Ciri Kanker Payudara
Obat Tradisional Tukak Lambung
Obat Kanker Paru-Paru Alami

Luis Silvio ha detto...

La cosa che più mi ha colpito recentemente di Milano oltre alla nuovissima skyline, sono state le aiuole ai bordi dei binari dei tram. Pazzesco!
Però stiamo parlando di una città nordeuropea, abitata da persone forse non simpaticissime ma civili.

Immaginiamoci una nuova Roma con palazzi rinnovati, architettura moderna (dove possibile) Verde curato, marciapiedi e strade pulite.
E'un sogno assolutamente impossibile. Il verde sarebbe devastato in brevissimo tempo, la tipica sciatteria dei romani e la assoluta mancanza di controlli ridurrebbero la città ad un ammasso di opere inutili in qualche settimana.

Mostrare cosa è diventata Milano fa solo male, perchè sappiamo che nulla di quello che hanno fatto in 10 anni potrà mai accadere o durare in questa poverà città.

Anonimo ha detto...

Sui progetti realizzati in foto molto poco. Solo la Darsena è stata riqualificare per Expo. Il resto dei progetti era già in atto. Porta Nuova era già concluso nel 2014,Citylife era in buono stato di avanzamento nel 2015.Expo non è stato altro che una vetrina mondiale che ha diffuso l'immagine di Milano come città bella e all'avanguardia nel Mondo.

Anonimo ha detto...

Inutile citare Milano ad'una pletora di incivili, ingoranti, sciatti ed incapaci.
Molto meno che dare perle ai porci, molto meno che gettare sassi sul greto del fiume: almeno il fiume sa come adattarsi ed evolversi nel tempo, il romano NO.

Anonimo ha detto...


https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/10/16/news/milano_vetra_building_ex_esattoria_civica_riqualificazione-209115526/


Milano, nuova vita per l'ex esattoria di piazza Vetra: negozi, uffici e gallerie pedonaliIl cantiere in piazza Vetra (fotogramma)

Aperto il cantiere nel palazzo davanti al Parco delle Basiliche. Con gli oneri di urbanizzazione verranno riqualificate anche le vie intorno

Tortora Giuseppe ha detto...

Salve,
Stai cercando un prestito? Offriamo prestiti a tassi di interesse molto bassi di
3%. Diamo prestiti per tutti i paesi del mondo. Di seguito sono riportati i tipi di prestiti che offriamo.
* Prestito personale
* Prestito aziendale
* la garanzia del prestito
* prestiti non garantiti
* prestito commerciale
* Prestito per studenti
* mutuo ipotecario
* Prestito di consolidamento
* Il prestito di occupazione
* Per pagare i debiti del prestito
* Prestito di investimento
Nota: se sei molto interessato ai nostri servizi e imponi un prestito, ti preghiamo di contattarci: .... tortoragiuseppe54@gmail.com
Whatsapp +39 3891124366

Anonimo ha detto...

Se è possibile la hanno resa ancora più brutta. Quei palazzoni da bifolco rifatto non si possono vedere.
Ahivoglia a cambiare la "percezione", il grattacielo monnezza del palazzinaro resta un grattacielo monnezza.

Anonimo ha detto...

I gusti son gusti.
Se a te non piacciono i grattacieli va bene però non vanno criticati perché ad esempio a me i palazzoni di via Tiburtina fanno schifo mentre se mettevano un grattacielo invece di 10piani come sono ora quei palazzi mettevano uno a vetri di 30 piani fidati che a te e ad un altro 10% di persone fa schifo ma alla maggior parte sarebbe piaciuto e la democrazia questo é fare ciò che piace alla maggior parte delle persone.

Massimo ha detto...

Lasciatemi dire che a me rode così tanto il culo nel vedere la mia amata Roma ridotta ad una latrina, vuoi per colpe dell'amministrazione comunale, vuoi per colpe di governi milanocentrici, ma sopratutto per colpa di gente che appiccicherei al muro 24 ore su 24, dalla monnezza lasciata in giro alle auto parcheggiate dove e come capita.

Adol ha detto...

Solo uno che non vive a Milano può darle tutto questo lustro, dopo che avete detto più volte che non volevate fare paragoni tra l'altro...

Quella di Milano è un'urbanizzazione violenta e devastante incurante dell'ambiente. Fare uno o due parchetti non significa che "diventi verde" e vendere poca frutta al prezzo di un gioielliere non ti rende "bio". Milano è in linea con il degrado comportamentale italiano che tanto denigrate in realtà. Il fatto che qualche ricco arrogante si voglia costruire il suo grattacielo-balocco non la rende più moderna o più europea ma solo più facile da espropriare per capitali industriali. Il turismo è un turismo d'affari e non un turismo culturale. Soprattutto, circoscrivere considerando solo pochi aspetti non dà una visione completa dello stato delle cose. Se prendi le stesse foto sul boschetto della droga ad esempio, prima dell'Expo non c'era. Le foto inoltre non spiegano i rifiuti tossici sui quali sono cresciute intere zone (incluso il parco dell'Alfa Romeo che avete messo in foto) né le colline del parco nord al di sotto delle quali vi sono pericolosi rifiuti tossici industriali. Costringere le persone al ricambio di auto già funzionanti non spiega il sistematico incendiare di capannoni di spazzatura (circa 33 nel trienno 2015-2018, dieci all'anno che intossicano la gente).

Come già scritto, state semplicemente espandendo il pensiero medio-borghese dell'italiano medio che vede queste foto e pensa che è tutto "cool" mentre la realtà è ben diversa ma visto che sui media non c'è, allora non esiste.

I paragoni sono sempre stati deleteri ma sempre più per chi li fa che per chi li subisce: evidenziano impotenza, frustrazione e scelte sbagliate.

Milano ha una sua dimensione contemporanea che Roma non ha né avrà mai e Roma ha una sua dimensione storica a cui Milano ha rinunciato da molto in favore dello sviluppo (non progresso che invece aiuta tutti). Paragonarle è semplicemente inutile. Se si vuol discutere bisogna scendere su un piano più pratico: prendere i difetti e parlare di quelli, non fare sciocchi paragoni aumentando solo la frustrazione medio-borghese dell'italiano medio (a cui per esempio corrisponde molto più il milanese che il romano).

Anonimo ha detto...

È ora di dire BASTA! a questa insopportabile retorica stracittadina, fatta di ansie cosmopolite e esterofile da donnette isteriche!
Bene invece strapaese, EVVIVA il buon senso e la sanità domestica e rurale, e le nostre radici che il nemico ci invidia!!

Anonimo ha detto...

Nel raggio di 30 km dal Duomo vivono, piu' o meno, 5 milioni di persone; all'estero sanno tutti che la capitale e' Roma, ma che sia dal punto di vista demografico che economico la prima citta' italiana e' Milano, nonostante lo stato romano bizantinoide per la sua invidia abbia sempre cercato di tenerla piccola creando dei confini amministrativi assurdi.
Ma secondo voi che bisogno c'era di creare la provincia di Monza e Brianza,quando Monza e' separata da Milano dai soli 4 km di Sesto S.Giovanni? Si tratta di un'area di soli 400 kmq ma con una popolazione di quasi un milione di abitanti.
Cosa significa la Malpensa in provincia di Varese?
Che significato ha far ricadere in provincia di Varese popolosi sobborghi come Saronno, Busto Arsizio, Gallarate e aree limitrofe, con Busto Arsizio che addirittura ha piu' abitanti di Varese capoluogo di provincia?
Cosa vuol dire Vigevano in provincia di Pavia?
Anche in Turchia la capitale non e' la citta' principale del paese, ma ad Ankara non si mettono al tavolo a pensare cosa fare per rimpicciolire Istanbul,ne tanto meno s'inventano sigle meschine tipo "Ankara Capitale".
Cosa vuol dire "Roma Capitale"? Lo sappiamo tutti che Roma e' la capitale, nessuno ha mai pensato il contrario.

Abab Abab ha detto...


Do You Seek Funds To Pay Off Credits and Debts? { EllinasFinances@gmail.com } Is Here To Put A Stop To Your Financial Problems. We Offer All Kinds Of Loan (Personal Loan, Commercial Loan, etc.) We Give Out Loan With An Interest Rate Of 1.00%. Interested Applicants Should Contact Us Via Email: EllinasFinances@gmail.com

Please Fill the Application Form Below:
- Complete Name:
- Loan Amount Needed:
- Loan Duration:
- Purpose Of Loan:
- City / Country:
- Telephone:
- How Did You Hear About Us:

If You Are Interested To Get A Loan Then Kindly Write Us With The Loan Requirement. Please, Contact Us via email: EllinasFinances@gmail.com ,,,

Anonimo ha detto...

Premessa: sono rappresentante e faccio migliaia di chilometri in giro per tutta l'italia da almeno 15 anni.
Che bella Milano vero? bello il monte stella sopra la spazzatura vero? bella viale Padova e viale Monza dove non vedi e senti parlare italiano vero? la tangenziale poi non ha il traffico noooo, la stazione di Lambrate è un posto piacevolissimo dove arrivare e partire con il treno che ti mette tanta allegria, passeggiare di sera nei giorni feriali in centro dove non c'è niente di niente, neanche un turista che si è perso, è veramente unico.
Si è vero ci sono bellissimi negozi di design, boutique esclusive per ricconi annoiati.
Passi l'aperitivo dove pochissimi offrono cibo di qualita ma se vuoi un pezzo di pizza, se quella merda gia tagliata che vendono la vuoi definire pizza, la mangi solo dal kebabbaro marocchino. Ah il gelato lo vendono a palline. 1 euro l'una. e la panna è extra. li ti puoi mangiare la brioche o un panzerotto, complimenti! ho visto solo bar dove ci sono sudamericani che ti guardano male e giocano alle slot. tasso di criminalita in impennata. ci stanno i grattacieli? eh si quelli portano benessere. che poi qui a Roma chi li dovrebbe costruire sti benedetti grattacieli? re Caltagirone? Parnasi inquisito? ma dai.
Non voglio generare conflitto tra le due citta ma non mi si puo dire o anzi non posso proprio accettare che Milano sia meglio di Roma perchè cosi non è. Se poi parliamo di qualita della vita trovo molto meglio le piccole citta come Parma, Ferrara, Cremona e cosi via dove davvero ti puoi ritenere fortunato a viverci.
PS: sono napoletano e vivo a Napoli. e per me è la migliore. Saluti


Anonimo ha detto...

ecco bravo gentile anonimo,
stia a napoli; milanesi, romani, parmensi ferraresi e cremonesi la ringrazieranno sentitamente

Anonimo ha detto...

Da quando ho 19 anni ho da sempre studiato e poi lavorato a Roma (sono originario di un paese a pochi km dalla Capitale), recentemente mi sono trasferito a Milano per mia scelta. Da emigrante posso garantire che, purtroppo, la differenza tra le due città si vede e si sente. Non saranno agli antipodi (il traffico esiste, i ritardi esistono ed esistono tante altre cose), ma siamo a un altro livello di vivibilità. Se poi qualcuno volesse vivere un po' fuori da Milano, pur lavorando al centro, ci sono degli esempi di virtù eclatanti (Monza, Pavia...) dove la vita è a misura d'uomo e per raggiungere il centro di Milano ci vogliono 20 minuti.
Sono sempre più i romani che arrivano qui per lavoro, perché poco da fare, qui il lavoro c'è...anche se nella mente dei milanesi Roma rimane una grande città (almeno nel loro immaginifico)

Anonimo ha detto...

Amico mio, quando uscirai da una visione astratta del mondo e della vita, finalmente ci dirai qualcosa.
Per ora i tuoi concetti restano privi di significato e basati su stereotipi, permettimi, un po' logori.
Ma voglio solo risponderti su alcuni punti.
I paragoni sono fondamentali, anzitutto. Se domani dovessi o volessi cambiare città i paragoni li farei, eccome. E non sceglierei Roma.
E poi, non citarmi i depositi di rifiuti tossici come punto a favore della nostra Capitale. Dai!
Da ultimo, il tuo odiato medio borghese altro non è che il comune cittadino che, magari senza grandi afflato filosofici, cerca di vivere una vita di livello medio, non nella schifezza. Come a Roma.
Si capisce da quello che scrivi che non sei nel mondo, non sei nel traffico o in atteda dell'autobus alle 7.30 del mattino.
Fai filosofia. E perdi e fai perdere le elezioni.

Anonimo ha detto...

In effetti quelle immagini sono solo parziali, ci sono altre aree che hanno subito grandi cambiamenti in positivo, da nord (Bicocca) a sud (Fondazione Prada e limitrofi), da est (Città Studi) a ovest (Lorenteggio), passando per la messa in sicurezza di Stazione Centrale (che ora non è perfetta, ma rispetto a prima...).

Le linee di metro sono 4 e una quinta in costruzione, e ci sono continui progetti, che potrebbero addirittura confluire nella riapertura dei navigli trasformando nuovamente Milano in una "città d'acqua".

Vivendo qui ti accorgi che la città è un cantiere, ma tutte queste differenze in soli 10 anni le noti di meno, devi fermarti a pensarci. Sicuramente è più apprezzata rispetto a prima quindi si è lavorato bene.

Anonimo ha detto...

MILANO TI AMO

Anonimo ha detto...

Io sono milanese di nascita. Amo Milano, ma non posso non dire che la city sia in una situazione ben peggiore di quella di Roma. Qui siamo nel totale degrado. Le strade sono brutte e cadono a pezzi. Rifiuti ovunque. Violenza e disoccupazione. Morte totale di notte (la citta' e' deserta).
La mentalita' e' provinciale e il ceto medio e' povero.
Roma, Torino e Bologna ci stanno davanti, mentre Milano e' tra le citta' piu' depresse in Europa.

Anonimo ha detto...

MILANO FA CAGARE!!!!! TUTTI SCAPPANO DA QUI!!!!! SIAMO PEGGIO DI NAIROBI!!!

Riccardo Casiraghi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ho trascorso sabato scorso a Milano insieme ad alcune persone di Roma, mai viste prima e conosciute appunto sabato . Il loro primo commento: Come è pulita Milano! Alla mia domanda di come si vive a Roma hanno risposto: Invivibile, sporca e caotica.

junny ha detto...

Positive site, where did u come up with the information on this posting? I have read a few of the articles on your website now, and I really like your style. Thanks a million and please keep up the effective work.
www.office.com/setup
www.office.com/setup
www.office.com/setup

iamsachinmehta ha detto...

thnks for sach a great article .. we know are some nformationbest online news in india the universal post is creating and curating stories, research to take you to the real facts truth behind every step, every statement given by so called - Pseudo Intellectuals who think India is intolerant. Join us in our journey and we promise you to clear your thoughts and you will celebrate Independence Day every day in India. hindi news moneycontrol
the wire india post
abp news google news

Riccardo Casiraghi ha detto...

Sabato 27 ottobre nelle due città si sono svolti altrettanti eventi significativi.
A Milano veniva ufficialmente inaugurata la Biblioteca degli Alberi nel cuore di Porta Nuova e della città, il variopinto parco che con i suoi 80.000 metri quadri è il terzo della città per estensione. Sarà uno spazio ricchissimo di varietà vegetali, da qui il nome, non appena le piante saranno cresciute.
In realtà la cosa bella è che si tratta di un parco generazionale: le piante che si vedono ora solo in fase di gemmazione, piantumate da pochi mesi, ma nel giro di qualche anno gli arbusti saranno cresciuti e allora un giorno i bambini di oggi, che l'hanno visto nascere adesso, quando saranno genitori potranno raccontare ai propri figli, nella Biblioteca del futuro che nel frattempo sarà diventata una foresta, di quando, tanti anni fa, ci andarono la prima volta accompagnati dai proprio genitori, in quel lontano 2018, e di come nel frattempo sarà diventata sempre più rigogliosa e viva.
Questo è il senso di tutto, dare alla città un nuovo spazio naturale, nuovo nel vero senso della parola perché le piantine devono crescere di pari passo con la città e con le nuove generazioni.
Infatti anno dopo anno sarà sempre più ricca di colori.. La Milano che guarda al presente e al futuro, sempre più colorata e attrattiva.
Nel frattempo a Roma si protestava contro il degrado, l'abusivismo e l'illegalità dopo la morte violenta di Desirée Mariottini.
A Milano si celebrava il bello, a Roma il brutto.
Certo, non voglio dire che a Milano queste cose non succedano, sia chiaro, anzi. E nemmeno che a Roma non esistano spazi ludici e naturali, tutt'altro.
Però la contemporanea simbolicità delle due cose marca una volta di più la differenza attuale tra le due capitali del Paese.

SatoeOmori ha detto...

Information known sharing .
Please attention communicate dress my comment .
There is an abuse of a name Satoe Omori .
When happen change → Need communicate to media .
Japanese main crimerer name → koreeda family 、Arita family 、Siraishi family 、Adati family 、Akita family 、Oishi family 、 Katou family .
They doing sneak crime to justice and connect to others country's justice crimerer .
Maybe they change to American name .
Japan's crimerer ambassader adress → Ohno 4447-13 Futsukaiti city Hiroshimaken Japan . Akira Arita 、Tomoko Ono Arita kensetu .

Illegal monitoring information from before 「World War II 、War I」and the criminal organization that is globalized technique by anti-social forces domination organization
that hand over the 「National Shinto army 」of war education.
NewWorldOrder is a word made in Japan.

・They communicate pretend me and shift responsibility from a fake account.
Get profit by financial affairs difficult .
·・Dislike speciality knowledge being hand over, change human resources .
When take time to unnecessary things, they doing black paint the important
thing 、so disable reasoning.
・When traping a legitimate person, it is important to listen to the situation .
・They will no contact to the related agencies and no report about bad
convenience things
Record accident in circumference and need submit it .
・there is no effect of medicine → They cause electromagnetic wave damage
to the human body .
・They make Psychosis and conducting trafficking in person . It tells the
population decrease and it hide population reduction .
・Repeat Japan's history, and doing region distinction method.
・Japan's crimerer communicate 「Soka Gakkai member」、they sneaking
in SokaGakkai executive staff . They doing to fall there.
・They rob food to refgees. IT chemical going division and Isolation .
・They doing wrong involved and sneaker . They get profit by provision rule
change.
They hand over in Japan's history and kick out from land .
No give property about after selling to the land .
・They do embezzlement political measure money in government .
They make fake organization .They get wrong qualification .
・ Organ crimerer doing 「psychiatry forgery and medical data forgery 」 over
the year .
They constitute fake government agency and a power person weakening
law efficacy .
・Fake virtual currency and fake bill to be on the market .
・In 2015 year ~2018 year incidents happened embazzlement 「cash and
deposit equipment 」after syber attack to others country bank from Japan .
Thereby soon after dispute worsening . They collecting anti social forces 、
and gived instructions . Now main forces = Arita family 、Koreeda family 、
Siraishi family 、Akita family 、Adati family 、Oishi family . Others crime forces nothing .
There are a person arrested and a person not so.
They are officially notified.
・They give responsibility to others country by expolitation information.
They doing to fall others country .
・They doing change deta and sentence change .
・They cause child health hazards.
・By fake good and fake information →Happened division and dispute .
Need record and confirmation each time .
That means break religion to break peacebuilding → It is breaks the useful
contrivance of criminals.
Fact existence 、receive deceive crime plannner too .
We hear that unity and protect each other . from Japan

shrya sharma entertainment ha detto...

Thanks for sharing about this .keep it up,nice blog.
I am the best beautiful call girls in delhi provider for elite gentlemen. my escort services are exceptional and my friends also offer the Independent Escorts in delhi- -08527121630.

Delhi Escorts
Delhi Escort Service
Delhi Escorts Services
Delhi Escort
Delhi Call Girls
Delhi Independent Escorts
Delhi Independent Escort Service
Escort In Delhi
Escorts Delhi
Delhi Hot Babes
Delhi Cheap Call Girl
Escorts
Noida Escort Service
Gurgaon Escorts Service
Delhi Aerocity Escorts
Delhi Escorts
Delhi Escorts Services
Delhi Escorts
Delhi Escorts Services

Sarkariletter ha detto...

Your website is very informative. Thanks!

CCSU Back Paper Result

Anonimo ha detto...

Il solito vittimismo lombardo.Milano e' Italia al 100% perche' e' diventata ricca anche grazie al lavoro dei tanti meridionali sfruttati che pagano 800 euro per un monolocale minuscolo.Intoltre e' al centro della politica nazionale da 20 anni..basti pensare a Berlusconi politico influente e uomo piu' ricco d'Italia...Sotto l'Austria Milano era insignificante..ha avuto un boom dopo l'Unita' di Italia..italiano fiero.

Unknown ha detto...

Se è per questo Roma è al centro della politica da molto più tempo, vedasi Andreotti.

ShareThis