L'imbarazzante bocciatura del Tribunale al concordato Atac. Tutte le carte da leggere

5 aprile 2018
Nei giorni scorsi abbiamo sentito parlare tantissimo di Atac e del concordato preventivo immaginato per in qualche modo evitarne la bancarotta che, dopo essere stato compilato a fronte di spese enormi da parte di chi ha pagato (ovvero noi), è stato sonoramente bocciato dal Tribunale fallimentare che doveva accettarlo. Anche con toni quasi di scherno. 

Senza Atac gran parte della mala politica romana rimane senza orizzonti, soldi, senso, appigli. Le malversazioni che Atac ha appalesato in passato sono incredibili. Dalle grandi questioni dei mega appalti e dei biglietti falsificati fino all'ultimo dei pezzi di ricambio, fino all'ultimo litro di gasolio rubato nei depositi. Ogni persona che ha provato davvero a mettere a posto le cose è stato messo nelle condizioni di fuggire via. Un autentico immondezzaio che non ha senso forse più bonificare e che bisogna azzerare per ricominciare con una storia nuova. Ma la politica (anche la finta nuova politica che oggi amministra Roma) non può e non vuole fare a meno di questa mucca da mungere. Da qui l'assurdo tentantivo della Giunta Raggi che il Tribunale ha stroncato.

In altri anni il Tribunale non si sarebbe permesso di mettere così profondamente a rischio l'esistenza di questa azienda-sistema: oggi i tempi sono cambiati e il Tribunale si è comportato in maniera schietta, come potrete leggere qui sotto (attendiamo i vostri commenti). Oggi l'azienda è davvero a rischio di amministrazione controllata e fallimento: il piano fa acqua da tutte le parti e difficilmente si potrà fare di meglio entro il 30 maggio.  

Anche per questo - vedrete - nella formazione del prossimo governo il Movimento 5 Stelle farà carte false, nell'ambito dell'alleanza che porterà un nuovo esecutivo a Palazzo Chigi, pur di avere per se il Ministro dello Sviluppo Economico. Perché sarà il Ministro dello Sviluppo Economico a nominare l'eventuale commissario che si occuperà di Atac. Sarà lui a decidere se sarà un commissario integerrimo o un commissario attento alla politica, al consenso, ai sindacati alla perpetuazione di una vera pozzanghera nella quale da dozzine di anni la cattiva politica di ogni colore sguazza senza vergogna.














53 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

ATAC di merda

Anonimo ha detto...

Avanti cosi' ragazzi, continuiamo a far incazzare questa gente, benpensanti politicizzati da strapazzo. Un'altra grande vittoria.

Anonimo ha detto...

Oltre alla doverosa presa di posizione (per chiarezza di intenti), ed alla utilissima ricerca di informazioni e fonti, questo blog potrebbe andare persino oltre.
Capire, e far capire ai lettori, cosa avverrebbe dei beni (autobus, treni, stazioni, depositi ecc. ecc.) oggi "di ATAC" se questa fallisse.

In altri termini, i beni verrebbero messi all'asta per pagare i creditori, lasciando i cittadini a piedi?

Oppure i beni non sono "di proprietà" di ATAC, ma solo gestiti da tale azienda, sicché un altro gestore potrebbe subentrare, con proprio personale, ed utilizzare bus, tram, treni ecc. ecc. per garantire il servizio?

Anonimo ha detto...

Io so soltanto una cosa: che proprio di recente all'ATM di Milano (azienda con i conti a posto, pure in leggero attivo), che co-gestisce la metropolitana di Copengahen, le è stato rinnovato il contratto di gestione di quest'ultima per altri cinque anni, battendo, nella gara di affidamento, anche concorrenti tedesche e francesi. Pensate quindi che differenza con questo carrozzone politico malgestito ed in perenne passività chiamato ATAC...ecco un link alla naotizia:

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/impresa-e-territori/2017-12-18/copenaghen-atm-e-ansaldo-sts-battono-francesi-e-tedeschi-170139.shtml?refresh_ce=1

Anonimo ha detto...

Mamma mia che pesantezza ma non ci dormite la notte?????

Anonimo ha detto...

FORZA 5 STELLE!! Ma quale bocciatura, bugiardi, è solo una richiesta tecnica di informazioni aggiuntive

Anonimo ha detto...

Il fallimento di una grande azienda (ed Atac lo è ) in una società a capitalismo maturo, non significa necessariamente vendere all'incanto pezzo per pezzo ogni singolo tavolo e sedia; lo scopo da perseguire è il soddisfacimento della massa passiva (e lasciare un avanzo sufficiente a remunerare, bene, il liquidatore ). Ciò detto, anche l'acquisto in blocco da parte di qualcuno che, in altra situazione, sarebbe entrato come partner industriale, pagando pepite per farlo, e che invece si prende tutto il cocuzzaro a due lire, anche qun sta è una ipotesi da valutare. Ferrovie risponde perfettamente all'identikit. Non farà altro che inglobare il tutto con la minima spesa, lasciando in groppa a noi il fu credito comunale e forse anche qualche impiegato amministrativo di troppo. Grazie, Studio Previti. Non potevate studirla meglio.

Anonimo ha detto...

FORZA italia! Ah no scusa,forza m5s

Anonimo ha detto...

Atac o non Atac non credo ci saranno problemi nell'immediato
Ferrovie....trenitalia....tanto per rimanere in ambito italiano...non vedono l'ora di prendersi tutto il comparto a pochi soldi.....senza debiti.....e senza magari molti amministrativi..alcuni finiranno ad affollare qualche ufficio comunale.....altri prepensionati...alcuni anche per strada (difficile)
guadagno sicuro....forse tra 5|10 anni avremo un servizio pubblico che potrà definirsi efficiente........

MTA > Milanesi Tutti Appesi ha detto...

Forza 5 Stelle! Adesso che abbiamo le mani sulla città tocca a noi mungere la mucca. Le tasse per alimentare il magna magna le facciamo pagare ai Milanesi, che per fortuna del Movimento, sanno fare qualcosa, loro.

keyshid ha detto...

Ma è la logica conseguenza dell'ieologia dell'Art.1.Una Repubblica fondata su un lavoro che NON c'è.Anche perchè non c'è una cultura imprenditoriale innata in tutte le Regioni italiane.Che deve fare il politico di fronte al padre di famiglia che non trova lavoro?Un posto all'ATAC.......
E vai con i carrozzoni parastatale e paracomunali dove parcheggiare le umane genti che fame hanno.
Poi sta gente 'costretta' a tirare a campare per un odiato lavoro che magari calpesta ogni loro aspirazione o semplicemente indole.
Ed il carrozzone fracassa.
Il Dirigente 'magna',l'impiegato sta al bar,l'autista è sempre malato.
Perchè,perchè sono messi lì NON perchè nel fondo del loro animo un pò gli interessa di occuparsi di trasporto pubblico,o semplicemente di vivere a Roma,ma per giustificare un sussidio di disoccupazione ,parola orribile che l'Art.1 NON contempla.
Perchè la parola orientamento al lavoro in Italia è sempre stata una bestemmia.Fai quel che capita o quel che il politico di turno t'affibbia.Se non sei nato in una famiglia solida....
Eppure il senso stesso di Repubblica ,è orientare i cittadini per concorrere al bene comune,con le proprie capacità.
Chi ha la indole per la pittura fa il pittore,chi piace portare camion,bus(e ce ne sono tanti)fa l'autista ATAC,chi gli piace fare i conti fa il contabile.
Invece piazza l'imbianchino a fare il contabile,fai fare l'autista al ragioniere...etc.
Si tu politico hai risolto un problema.Bravo.La famiglia mangia.Ma hai scassato l'azienda.....
E' la cultura del pressappochismo,del menefreghismo che genera i disastri ATAC

Anonimo ha detto...

Intanto 12 milioni di euro spesi per la procedura e le consulenze. ATAC, come Ama e le partecipate del Comune di Roma devono essere soppresse. I relativi servizi affidati ad aziende che fanno veramente tpl e raccolta rifiuti. Basts

Anonimo ha detto...

Menomale che abbiamo le strade migliori del mondo ed ATAC non serve a nulla

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

Anonimo ha detto...

Ma non eri tu ad appludire stefano che, cogliendo con sensibilità tipicamente italica il messaggio subliminale delle autocombustioni (uah ah ah) dei mezzi, caldeggiava il rinnovamento in blocco del parco vetture, per la gioia dei furfanti di breda?
E non eri sempre tu a forgiare encomiastiche rime per le centinaia di migliaia di inutili manager, e strapagati, che affossano le aziende pubbliche italiane?

Anonimo ha detto...

Basterebbe indagare su chi ha fatto acquisti scellerati come il tram 8 a snodo errato - rutelli complice - e chiedere a esito processo i danni.
Vedi come rientri del fallimento.

Anonimo ha detto...

Alla magliana c'è uno dei meccanici dell'atac che fa il doppio lavoro, lasciando sicuramente negletto lì'incarico della manutenzione. Se controllassero gente del genere intanto di ridurrebbero le spese per guasti e sostituzioni, visto che sono pagati per lavorare 8 ore al giorno, e non per farsi l'officina privata.

Anonimo ha detto...

Nomi cazzo. Nomi, indirizzi e fatti. Senno' e' buono tutto.

Anonimo ha detto...

L'importante è allontanare tutti i privati (i veri magnatori insieme ai dirigenti nominati) dal servizio pubblico, internalizzare tutte le fasi del servizio, dalla manutenzione e riparazione dei mezzi alla sorveglianza, alla pulizia ecc.). La vera rovina sono le aziende che si pappano gli appalti e i dirigenti disonesti che puntano al fallimento dell'azienda per regalarla ai privati.

Anonimo ha detto...

ahaha ma chi diavolo ha potuto anche solo ipotizzare lo scenario della liquidazione atomistica? E questa gente pensa di poter governare qualcosa... in altri tempi e luoghi più civilizzati il popolo li avrebbe linciati.

gmail login ha detto...

I feel it interesting, your post gave me a new perspective! I have read many other articles about the same topic, but your article convinced me! I hope you continue to have high quality articles like this to share with veryone!

Anonimo ha detto...

Non è la prima azienda di mobilità che è finita in concordato liquidatorio o è fallita..per il dopo atac basta guardare quali soluzioni sono state adottate in quei casi... Intanto le aziende che hanno ricevuto pagamenti dall'Atac si preparino ad avere problemi di bilancio....

Anonimo ha detto...

PRIVATIZZAZIONE!!! Gara d'appalto e affidare per 5 anni il servizio a chi da garanzie certificate di saperlo svolgere. Se ci piace lo confermiamo sennò si cambia; e così per smaltimento rifiuti, illuminazione pubblica. Corpo dei vigili urbani da sciogliere immediatamente per evidente e manifesta incapacità di garantire il decoro e la convivenza civile di questa città.

Anonimo ha detto...

PRIVATIZZAZIONE!!! Gara d'appalto e affidare per 5 anni il servizio a chi da garanzie certificate di saperlo svolgere. Se ci piace lo confermiamo sennò si cambia; e così per smaltimento rifiuti, illuminazione pubblica. Corpo dei vigili urbani da sciogliere immediatamente per evidente e manifesta incapacità di garantire il decoro e la convivenza civile di questa città.

Anonimo ha detto...

PRIVATIZZAZIONE!!! Gara d'appalto e affidare per 5 anni il servizio a chi da garanzie certificate di saperlo svolgere. Se ci piace lo confermiamo sennò si cambia; e così per smaltimento rifiuti, illuminazione pubblica. Corpo dei vigili urbani da sciogliere immediatamente per evidente e manifesta incapacità di garantire il decoro e la convivenza civile di questa città.

Anonimo ha detto...

PRIVATIZZAZIONE!!! Gara d'appalto e affidare per 5 anni il servizio a chi da garanzie certificate di saperlo svolgere. Se ci piace lo confermiamo sennò si cambia; e così per smaltimento rifiuti, illuminazione pubblica. Corpo dei vigili urbani da sciogliere immediatamente per evidente e manifesta incapacità di garantire il decoro e la convivenza civile di questa città.

Anonimo ha detto...

Privatizzazione? Certo, come no? A me pare che l'esperienza di Alitalia sia sufficiente per capire capire che la privatizzazione è una boiata pazzesca. Vogliamo citare un esempio più vicino a noi? La privatizzazione di Umbria Trasporti: aumenti fortissimi dei costi per l'utenza è tutto ciò che i cittadini hanno ottenuto. La privatizzazione, ovvero la vendita di beni di tutti a vantaggio di pochi, è una costante degli ultimi decenni in Italia, il mantra dei liberisti. Peccato che poi il servizio peggiori

Anonimo ha detto...

Privatizzare il trasporto pubblico e' e dovrebbe essere sempre l'ultima spiaggia. Un'azienda di trasporti pubblica si accontenta di andare "in pari" tra costi e ricavi, quella privata no, e quindi o aumenterebbe il costo del biglietto oppure taglierebbe sulle spese. Questo ovviamente in un mondo ideale, da cui Roma sembra molto lontana. La mia idea è che il M5S creda sinceramente che sia possibile mantenerla pubblica come succede in quasi tutte le città del mondo, e ci creda appunto per il bene dei cittadini e non per perseverare con la politica di piazzare nei vari posti pubblici amici e parenti. Quest'ultima era la politica delle precedenti amministrazioni, e a me sembra che il M5S sotto questo punto di vista fino ad oggi, in tutte le altre occasioni, si sia comportato in maniera completamente opposta rispetto agli altri partiti.

Anonimo ha detto...

Il paragone con Alitalia e con Umbria Trasporti non è pertinente per diversi motivi che è inutile stare qui ad elencare. Perché non hai nominato Italo? Volete che tutto rimanga così? 40 minuti per aspettare un autobus e scioperi una settimana sì e l'altra pure? Tenetevi questo schifo di servizio, tanto io me ne vado in macchina: fresco d'estate, caldo in inverno e senza rompicoglioni vicino.

Anonimo ha detto...

X Anonimo 1:45 Ovvio che non si troverà mai un esempio perfettamente sovrapponibile a ATAC, resta comunque il fatto che in Italia TUTTE le privatizzazioni di servizi pubblici sono state un disastro per l'utenza e per i lavoratori e un'occasione di bagordi per per i prenditori che acquisiscono, spremono, incassano dal pubblico e, dopo aver devastato tutto il possibile, spariscono per godersi il bottino. Se vogliamo parlare di Italo possiamo dire diverse cose: ai dipendenti di Montezemolo non si applica lo stesso contratto di quelli di Trenitalia, così può fare concorrenza sleale che si traduce, per l'utenza, in differenze di pochi euro sui biglietti; Il nostro Cordero, in tempi più che sospetti, è riuscito ad assicurarsi la posizione di concessionario senza alcuna gara. L’aumento di valore della sua società è dunque schizzato alle stelle senza bisogno di alcuna particolare progettualità o idea e per di più paga a Trenitalia per l’uso dei binari e di tutto il know how, cifre di gran lunga inferiori a quanto avviene nel resto d’Europa. Ma ancora una volta il risparmio non va in tasca al cliente, ma ai tre porcellini; con Italo abbiamo una società privata che sfrutta per pochi soldi le strutture della società pubblica, ossia di Ferrovie dello Stato che alla fine sono pagate da tutti i cittadini, compresi quelli che non potranno mai permettersi l’Italo, ma in virtù di questa regalia non farà vera concorrenza né sui prezzi, né sui tempi di percorrenza, si “accontenterà ” di sfruttare il minor costo del lavoro. E naturalmente tutti gli ammodernamenti e la manutenzione delle linee sono e saranno in carico al pubblico.

Marlene ha detto...

Anonimo delle 4.57, lei ha spiegato in modo perfetto cosa succede con le privatizzazioni in Italia. L'esempio di Italo è perfetto: i soliti noti si arricchiscono e i cittadini pagano il conto. Notare che l'uomo di Montezemolo è Calenda, che vediamo ora ben pronto a preparare altri regali al suo pigmalione.
Sono schifata da questo andazzo, e spero che il prossimo Governo possa creare le basi per una rinascita etica del Paese

Anonimo ha detto...

LOL l'altro giorno agronomo provetto, oggi addirittura esperto di diritto commerciale... scommetto che sai esattamente cosa significa "debito chirografario", e hai compreso alla perfezione il documento prima di commentarlo, vero? :-)

Anonimo ha detto...

fatela fallire, mandate tutti a casa e poi via con una nuova società con nuovo personale assunto per concorso.
Unico requisito per partecipare NON AVER MAI LAVORATO IN ATAC E/O NON ESSERE PARENTE FINO ALLA SETTIMA GENERAZIONE DI EX DIPENDENTE ATAC O SINDACALISTA.

Anonimo ha detto...

11:25, molla il vino, dai retta, alla mattina e a stomaco vuoto il tavernello è micidiale.

Anonimo ha detto...

Tonelli sa tutto, e' onnisciente. Siamo noi le merde. Ora, impara il mantra: credo in un solo Tonelli, creatore del decoro e del buon gusto, il web gli fornisce la criniera, alla sua destra siede Antonio Privitera(alias Tonelli), alla sua sinistra Battagliapersa (alias bucatore di concorsi in Polizia Municipale).

Anonimo ha detto...

Privatizzazione vuol dire che lo Stato butta i soldi per dare una regalia a un amico imprenditore, che riceve i soldi pubblici per fornire un pessimo servizio, sottopagare il personale, strapagare inutili dirigenti, ergo: privatizzare vuol dire usare il servizio pubblico per bypassare la Costituzione, e i soldi pubblici per assumere dei poveri idioti senza passare per un concorso.
E' il modo che hanno escogitato politici e imprenditori per dare tangenti legalizzate in forma di assunzioni a chiamata diretta.
Sistemando figli rincretiniti.
Il passo successivo è far fallire la ditta pubblica e svenderla ai francesi.

Anonimo ha detto...

Io dico anche questo: il COTRAL, che ra ridotto anch'esso male, ora sta letteralmente rinascendo. Guardate, ad esempio, cosa si sta facendo riguardo il combattere l'evasione tariffaria, in queesto link:

http://www.ferrovie.it/portale/articoli/7329

Ora, io dico: ma una cosa simile (peraltro già proposta in questo stesso sito) possibile che non si possa fare con questa cazzo di ATAC?! Certo non risolverebbe il roblema del debito, ma sicuramente sarebbe un grosso salto avanti nel contrasto all'evasione tariffaria.
Per motivi personali, spesso vado in questi giorni nella zona di Fidene-Colle Salario-Serpentara, utilizzando linee come il 336 o il 341. Beh, in quelle zone vedessi mai una persona timbrare il biglietto. Tutti abbonati? Potrebbe anche darsi, ma mi permetto di avere forti dubbi al riguardo. Ora, se tutta quella gente evade il biglietto, ve lo immaginate, giornalmente, il danno che crea questo mancato introito? E ovviamente, in quelle zone, di controllori mancol'ombra.
Ah, a proposito di quest'ultimi, vi racconto un fatto successo pochi giorni fa sulla linea 69. Alla fermata del lungotevere maresciallo Cadorna, altezza piazzale maresciallo Giardino, salgono 4 controllori. Uno va dall'autista a prendere il foglio di corsa della vettura per scrivere dove hanno fatto il controllo, e va bene. Gli altri tre vanno dietro, poi tornano subito avanti, e il quarto chiede loro: "Avete controllato?" e gli altri "Sì", dopodichè si mettono a confabulare tra loro, nonchè a fare i cretini con una viaggiatrice straniera in procinto di scendere. Il problema è...che non hanno controllato praticamente niente. Non hanno chiesto il titolo di viaggio nè a me nè ai viaggiatori vicino a me. E questo sarebbe controllare?! Qui stiamo venendo tutti quanti presi per il culo da questo branco di buffoni. Ecco perchè dico: speriamo che fallisca.

Anonimo ha detto...

"privatizzare vuol dire usare il servizio pubblico per bypassare la Costituzione"...invece mantenerla pubblica significa usare il servizio per mantenere nullafacenti, sindacalisti corrotti e gente con la legge 104 per la zia a 300 Km di distanza. Farla fallire magari no come scrive l'intervenuto qui sopra giustamente incazzato come un picchio, però se lo dassero ad una società cinese che fa passare i mezzi pubblici ogni 5 minuti mi sta benissimo. Sfrutta i lavoratori? Sticazzi!! E' ora che la gente soprattutto qui a Roma comprenda che la pagnotta bisogna guadagnarsela. Se la Costituzione permette ai lavoratori di fare il proprio porco comodo a scapito dei clienti e dei cittadini va cambiata...non è la Bibbia o il Corano.

Anonimo ha detto...

aprile 10, 2018 4:57 PM

A me che Montezemolo si arricchisca ancora di più di quello che lo è frega molto poco. Voglio un servizio degno della più bella città del mondo. Qui non funziona un cazzo: Atac, Ama, Acea, Vigili Urbani sono quanto di peggio c'è al mondo. Se hai un po' messo il naso fuori dall'Italia te ne sarai accorto. Chi propone di lasciare tutto così odia la città.

Anonimo ha detto...

In effetti anche me pare che molte cose non vadano bene. Per esempio mi hanno fregato il portafogli due volte, una bicicletta, mi sono entrati in casa i ladri; le stesse cose e altre anche peggiori sono capitate ad amici e conoscenti. Vi giuro che mai e poi mai, in nemmeno un caso di tutti quelli che conosco, le Forze dell'Ordine hanno trovato i colpevoli o recuperato la refurtiva, ribadisco MAI. Posso dunque affermare che, per la mia esperienza, il servizio del Ministero degli Interni è pessimo e quindi propongo di privatizzarlo affidando indagini e servizi di ordine pubblico ad agenzie investigative e istituti di vigilanza privati.

Anonimo ha detto...


Dopo il Tribunale fallimentare anche la Procura boccia la proposta di concordato:
"La Procura boccia il piano Atac: stime non realistiche, compensi ai commissari troppo alti."

http://www.lastampa.it/2018/04/12/edizioni/roma/la-procura-boccia-il-piano-atac-stime-non-realistiche-compensi-ai-commissari-troppo-alti-cuFLHbyM5O4eX2Vz2jieTK/pagina.html

GVC ha detto...

Si aggiusta una cosa e se ne rompono 100. Roma ormai cade a pezzi.
L'ATAC non funziona da decenni e quando si prova a metterci mano si cade in un ginepraio di dirigenti incapaci al servizio delle varie amministrazioni passate e presenti.

Anonimo ha detto...

Comunque, a parte il discorso debiti e fallimento, qui il problema non è tanto di privatizzare o meno. Il problema è che qui a Roma andrà progressivamente creata un'azienda di trasporto seria ed efficiente, che abbia come scopo il "vendere trasporto", non il "dare un posto a qualcuno". Va fatta con dirigenti capaci, con personale selezionato bene a monte e successivamente ben formato ed inquadrato una volta assunto. Insoma, non deve essere un carrozzone politico ostaggio di sindacati e (appunto) della pura politica, ma va gestito con un minimo di criteri industriali. E poi va anche detto che andrebbe rivista l'intera rete di trasporto a Roma, troppo basata sugli autobus e troppo poco su linee metroferrotramviarie, con costi di esercizio conseguentemente troppo alti, complice anche la presenza di un'enormità di linee di autobus fatte con bus corti che non servono a nulla ed andrebbero abolite, e servirebbero anche più corsie preferenziali fatte rispettare con metodi severi.
A titolo di confronto, come ho già detto in precedenza in un mio altro commento, l'ATM di Milano ha sostanzialmente lo stesso assetto giuridico dell'ATAC di Roma, però ha i conti a posto, quasi in leggero attivo, ed è un'azienda alquanto efficiente. Lo dico anche perchè ho visitato più volte i "dietro le quinte" delle due aziende, e posso assicurare che l'ATM milanese è molto più seria dell'ATAC romana (del resto, lo è sempre stata). Tanto è vero che l'azienda meneghina ha avuto, di recente, rinnovato il contratto di co-gestione della metropolitana di Copenaghen, in Danimarca, per altri cinque anni, come confermato qui, in questo link:

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/impresa-e-territori/2017-12-18/copenaghen-atm-e-ansaldo-sts-battono-francesi-e-tedeschi-170139.shtml

Anonimo ha detto...

Ma evitate di scrivere articoli sul blog perché poi vi perculano senza passare dal profilo fb? Non levateci questa gioia ��

Anonimo ha detto...

L'unica maniera per sanare l'atac è richieder l'intervento della Nato.

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

laura credito ha detto...

Salve Sig.r. & Sig.ra Vi offro un prestito e d'investimento di 2.000€ a 900.000.000€ per chiunque in grado di ripagare con gli interessi al 2 a 3% per tutti e-mail a chiunque sia interessato a me. Faccio prestiti e d'investimento locali e internazionali di persone in tutto il mondo contatto con me oggi e fammi sapere quanti soldi vuoi prestare.Sono pronto ad incontrare i nostri candidati entro 24 ore dalla ricezione della richiesta forma.Alora se avete bisogno di prestito o investimento i soldi non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni alle mie condizioni molto favorevoli.
E-MAIL: lauracredito2000@gmail.com

shell shockers ha detto...

Thanks for sharing the post, the information is really useful it will be widely shared, the blog will be more interested

Anonimo ha detto...

Siamo una squadra di cardatori professionisti con un grande anello in tutto il mondo. Con oltre 2 milioni di bancomat infettati dal nostro malware e dagli skimmer, possiamo prendere i dati delle carte di credito che includono la traccia 1 e la traccia 2 con il pin della carta. A nostra volta cloniamo queste carte utilizzando i dati raccolti in vere carte ATM che possono essere utilizzate per prelevare presso l'ATM o far scorrere verso negozi e POS. Vendiamo queste carte a tutti i nostri clienti e acquirenti interessati in tutto il mondo, la carta ha un limite giornaliero di prelievo di $ 2500 su ATM e fino a $ 50.000 limite di spesa nei negozi.

ordina ora: legitatmcard@gmail.com
Ecco il nostro listino prezzi per le CARTE ATM:
SALDO: PREZZO
$ 10.000: $ 500
$ 20.000: $ 1000
$ 35.000: $ 1700
$ 50.000: $ 2500
$ 100.000: $ 5000

I prezzi includono le spese di spedizione e le spese, ordina ora: Contattaci: legitatmecard@gmail.com

ShareThis