Incidente a Colli Albani. Ecco perché è morta Alessia. Un video agghiacciante

26 novembre 2019
Ormai, dopo oltre 10 anni, andiamo a colpo sicuro. Quando - stamani - ci siamo recati su Via Appia Nuova angolo Via Menghini - ovvero nell'esatto punto in cui cinque giorni fa è morta Alessia Marino arrotata da un camion - sapevamo già da prima cosa avremmo trovato. 

Le immagini - raggelanti secondo alcuni assolutamente ordinarie secondo molti - parlano da sole e non ha senso accompagnarle con troppo testo. Invitiamo semplicemente i lettori a seguire il filmato che spiega alla perfezione i motivi per cui un ennesimo evento luttuoso è avvenuto sulle strade di Roma. 

La stampa e la politica parla sempre delle solite cose quando ci sono incidenti mortali come questo. La velocità, la droga, l'alcol. Tutte cavolate vergognose che uccidono due volte le vittime. 


I motivi per cui questo incidente (ma riguarda decine, centinaia di altri incidenti) è avvenuto sono altri.


1. l'arredo urbano
Semplicemente imbarazzante, il video ne parla. I politici a 5 Stelle - autentici criminali dell'amministrazione - si vantano ogni giorno per il rifacimento delle strade. Ma per rifacimento delle strade intendono ESCLUSIVAMENTE il rifacimento della carreggiata a vantaggio delle auto quando la vera esigenza a Roma è il rifacimento degli spazi pedonali a vantaggio dei pedoni. Finché non si capisce questo Roma continuerà ad avere dieci volte i morti che ha Parigi. Il concetto di "strada nuova" (ci hanno fatto pure un abstract, questi furfanti del consenso) per loro è qualcosa di superato da decenni. 


2. la segnaletica
Semaforizzazione folle. Svolta a destra con semaforo verde anche per i pedoni senza nessuna segnalazione. Un'autentica pazzia probabilmente totalmente fuori norma: solo a Roma la sciatteria porta a questi esiti

3. la sosta selvaggia delle vetture e l'assenza di sanzioni
Anche su questo il filmato parla da se e ci scusiamo per la voce rotta dalla rabbia e dall'indignazione per quanto abbiamo dovuto riprendere col telefonino questa mattina: cinque giorni dopo c'era la stessa situazione, senza ritegno, senza rispetto, senza controllo...
Ma anche in occasione dell'incidente le forze dell'ordine si sono affrettate a portare in questura l'autista del camion trascurando completamente i rilievi sulle auto in divieto che erano le vere responsabile della faccenda. I cittadini che avevano generato le condizioni per quell'assassinio sono andati via come nulla fosse successo, senza manco la multa quando invece meritavano un rinvio a giudizio per concorso in omicidio colposo...
Alessia Marino

Rifletteteci: con una situazione simile (ci si è messo anche il sole, e lo abbiamo documentato appositamente perché siamo andati sul luogo esattamente alla stessa ora in cui è avvenuto il sinistro) chiunque di noi può trasformarsi in assassino...

Ci si sarebbe aspettati un presidio, una riqualificazione dei marciapiedi, una installazione di una telecamera per scoraggiare la doppia fila, una pianificazione di un intervento per la messa in sicurezza di questo incrocio. Invece non si è fatto nulla. Dopo neppure una settimana tutto è come prima in attesa del prossimo morto triturato dalle ruote di un camion.

68 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Sono completamente d'accordo, ma andrebbe anche realizzata una rete di parking sotterranea come nelle altre capitali europee, io ho viaggiato davvero ormai in tutta Europa e raramente con l'auto a noleggio parcheggio per strada, perché nei centri i posti sono riservati ai residenti e per sosta breve, poi però hai tantissimi parcheggi sotterranei scavati dappertutto che permettono di rimessare tranquillamente le auto.

Se a Roma non si iniziano a fare MASSICCIAMENTE parcheggi sotterranei per la sosta, è impensabile togliere le auto da sopra.

Anonimo ha detto...

Sotto a qui palazzi di fronte ai quali la doppia fila impera, ci sono migliaia di metri quadri di garage che negli anni sono diventati supermercati, negozi di rubinetterie, maioliche varie, palestre, locali da ballo. Occorre una riflessione sui cambiamenti di destinazione d'uso dei garage che devono essere ripristinati per l'utilizzo per cui erano stati costruiti. E' così in tutta Roma, va bene costruire nuovi parcheggi ma liberiamo quelli esistenti. Per esempio scade il contratto ad una palestra? O a qualsiasi altro negozio. L'affitto non si può rinnovare, quel locale originariamente un garage, TORNA, ad essere un garage, punto.

leless ha detto...

Sono state dette cose giuste riguardo la necessità di dotarsi di centinaia di migliaia di posti auto interrati. Detto questo e rivolto un pensiero ai comitati anti Pup che controllano che ciò non avvenga, la linea dell'articolo è ridicola: leviamo i posti auto, rispettiamo gli incroci, costruiamo marciapiedi larghi. E le macchine dove dobbiamo metterle? Il cafone che parcheggia in doppia fila è un impunito, ma quei poracci che erano a filo marciapiede, parcheggiati tutto sommato bene, che avrebbero dovuto fare. In questo blog si usa troppo spesso "buttare il bambino con l'acqua sporca". Non si fanno distinzioni, si parte in quarta con campagne moralistiche e si perde di vista la realtà.

Anonimo ha detto...

Vista la grande difficoltà nel fare opere pubbliche importanti come i parcheggi interrati e le strenue resistenze da parte dei cittadini interessati, mossi da paura e ignoranza, io darei la precedenza ad una radicale trasformazione delle strade attraverso l'arredo urbano. Un tale Paolo Ferrara non smette di postare compulsivamente post nei quali sei bea di contribuire al rifacimento dell'asfalto in alcune arterie della città operazione che lui chiama "strade nuove". Ebbene questo soggetto neanche si rende conto che il concetto si trada nuova che propone lui è vecchio ormai di cinquant'anni. Strade nuove vuol dire marciapidei più larghi, "orecchie" in prossimità degli incroci semaforici e non, eliminzaione della doppia fila non con street control, vigili in strada e spauracchi vari, ma con impedimenti FISICI! Non è difficile, lo hanno fatto in tutte le grandi metropoli del mondo, basta copiare, non è nemmeno troppo dispendioso. Purtroppo la limitatezza dell'attuale amministrazione e l'inerzia della classe dirigente e impiegatizia del Comune bloccano qualsiasi processo di cambiamento. Una città brutta abitata da gente imbruttita.

Anonimo ha detto...

Abito da quelle parti. Il problema sono i vigili, vero cancro della città. Vanno a rompere i coglioni alle bancarelle su via Appia che vendono i libri a 1 euro, ma se ne fregano altamente di chi parcheggia in doppia fila, soprattutto nei pressi degli incroci e del centro commerciale Happio. Giusto sanzionare i venditori abusivi, ma molto più importante sanzionare che mette in pericolo l'incolumità dei pedoni. I vigili urbani sono un corpo da sciogliere immediatamente.

Anonimo ha detto...

già

Anonimo ha detto...

se l'incrocio era cosi non succcedeva:

http://www.romafaschifo.com/2013/03/gli-incroci-madrid-sono-cosi-hanno.html

Anonimo ha detto...

@ novembre 26, 2019 1:58 PM
leless quelle macchine parcheggiate "tutto sommato bene" sono in divieto di sosta, punto. Là non ci dovrebbero stare ma siccome continueranno a mettercisi fin quando l'unico ostacolo sarà un cartello, bisogna rendere la sosta Ffisicamente impossibile, allargando il marciapiede o con bike lane protette. L'edificio si vedrà così per intero, le vetrine anche, magari nell'impossibilità di trovare parcheggio una persona su tre rinuncerà a prendere la macchina per andare al bar a prendere il caffè e così via. Sono stati fatti studi che dimostrano l'incremento dei fatturati nei negozi in zone interdette al traffico, non lo dico io, è la linea che grandi capitali europee come Madrid e Parigi stanno seguendo già da un lustro. Qua siamo ancora a giustificare le infrazioni.

Anonimo ha detto...



I romani, autoctoni e alloctoni, alla guida sono a dir poco delle BESTIE SCHIFOSE! Arrogantissime bestie schifose, che tra le altre cose parcheggiano e sgommano come gli apre, oltre a NON rispettare le STRISCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE. E ora è anche pieno di gentaglia con i telefonini a tutto spiano mentre guidano. BESTIACCE immonde.
E questo sarebbe colpa dei grillini nell'amministrazione???? Ma voi siete dei pidocchiosi speculatori assurdi. I vigili non hanno MAI funzionato a Roma, li conosce tutto il mondo come incapaci e corrotti da sempre!
Roma e gli schifosissimi automobilisti romani fanno schifo da sempre! Da SEM-PRE!!!!
inoltre: forse bisognerebbe cambiare gli insegnanti nelle autosccuole di Roma! Il marcio nasce nei romani e nell'educazione familiare! Ma poi a scuola-guida mica glielo inculcano ai miserabili romani schifosi (nel sangue!) che alla guida certe schifezze sono VIETATE e certe regole sono OBBLIGATORIE!

Unknown ha detto...

Tralasciando la sua odiosa maleducazione, le faccio notare che i grillini che amministrano la città non vengono dalla Luna. Sono romani che rappresentano Roma, mediocri esattamente come tanti cittadini giustamente degni di biasimo. Un elettorato anarchico non poteva essere governato altro che da una manica di incapaci arruffapopolo.

Anonimo ha detto...

Ho girato il mondo e quello che si tollera a Roma non si tollera in nessun altra citta' del pianeta.....

Anonimo ha detto...

Io il sistema solare, sono d'accordo con lei.

Anonimo ha detto...

è tutto giusto questo però nel caso dell'incidente mortale i due semafori erano tutte e due verdi ho letto sul giornale e po a roma le macchine vanno troppo veloci e non si fermano agli incroci e agli stop

Anonimo ha detto...

È risaputo che a Roma la macchina è una questione d'onore. Lo scoprite ora che l'unica regola del codice della strada è:
So de Roma quindi faccio come me pare?
Puntate pure il dito contro la (chiaramente incompetente) amministrazione, ma cosa dovrebbe cambiare con una nuova gestione?
Sono 30 anni che a Roma fate come vi pare su tutto sputando su tutti dall'alto di non si sa cosa.
La guida a Roma segue regole sue perché è Roma.
Il mercato del lavoro idem (tanto c'avemo i ministeri).
Trasporti pubblici nemmeno a parlarne, urbanizzazione va a cazzo rispetto a qualunque capitale europea o logica umana.
No ma ora togli o grillini (e metti chi non lo so) e tutto va a posto. Altra tipica mentalità del romano, sempre la strada più facile (e spesso la più dannosa), mai una seria pianificazione

Anonimo ha detto...

Basta metterci un vigile fisso.
Poi uno ogni attraversamento pedonale.
Poi uno ogni scivolo.
Poi uno ogni gruppo di cassonetti.
Poi uno ogni serranda per evitare gli adesivi.
Poi uno ogni palo luce sempre per gli adesivi.
Poi uno ogni passo carrabile.
Poi uno ogni posto invalidi.
Poi uno ogni fermata bus.
Poi uno ogni spartitraffico.
Poi uno ogni semaforo.
Poi uno ogni 100 metri al centro per i venditori abusivi.
Poi uno fuori ogni ingresso di tutti gli ospedali per i parcheggiatori abusivi.
Poi uno ogni parcheggio sempre per i parcheggiatori abusivi.
Poi uno ogni ingresso ztl per chi entra contromano.
Poi uno ogni alimentari bangladesh per la vendita di alcolici a minori e fuori orario.
Poi uno ogni bancarella ambulante.
Uno ovunque insomma.
Che ci vuole? Lo fanno in tutte le capitali del mondo.

Anonimo ha detto...

E uno ogni zona pedonale, ogni 100 metri di pista ciclabile e ogni 100 metri di marciapiede come in tutte le altre capitali europee no?

Anonimo ha detto...

Io anche lo spazio esterno. Li' devi andare in giro coi documenti in bocca.

Anonimo ha detto...

io la via lattea, rischi la galera per un mozzicone di sigaretta

Anonimo ha detto...


I romani, autoctoni e alloctoni, alla guida sono a dir poco delle BESTIE SCHIFOSE! Arrogantissime bestie schifose, che tra le altre cose parcheggiano e sgommano come gli pare, oltre a NON rispettare le STRISCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE. E ora è anche pieno di gentaglia con i telefonini a tutto spiano mentre guidano. BESTIACCE immonde.
E questo sarebbe colpa dei grillini nell'amministrazione???? Ma voi siete dei pidocchiosi speculatori assurdi. I vigili non hanno MAI funzionato a Roma, li conosce tutto il mondo come incapaci e corrotti da sempre!
Roma e gli schifosissimi automobilisti romani fanno schifo da sempre! Da SEM-PRE!!!!
Inoltre: forse bisognerebbe cambiare gli insegnanti nelle autoscuole di Roma! Il marcio nasce nei romani e nella MALEDUCAZIONE familiare! Ma poi a scuola-guida mica glielo inculcano ai miserabili romani schifosi (nel sangue!) che alla guida certe schifezze sono VIETATE e certe regole sono OBBLIGATORIE!

Anonimo ha detto...


Premesso che sono apolitico e neanche vado a votare, spesso sono fuori residenza per lavoro in occasione di elezioni varie. Ma io vorrei ricordare a chi dice che è colpa dei grillini ultimi arrivati che gli elettori romani tre anni fa si giocarono la chance dei grillini in quanto non ne potevano più di stare...con la monnezza fino al collo, con l'acqua alla gola dei tombini otturati, con i ratti liberi per strada, le buche e le crepe dell'asfalto, i bancarellari sparsi dappertutto, immigrati a spacciare e pisciare in giro liberi e felici di essere sbarcati a monnezzonia, il traffico e il parcheggio senza nè capo nè coda dei mentecatti alla guida a decine di migliaia...
Dunque: di che droga e/o altre sostanze psicotrope si fanno quelli che credono che la colpa sia dei grillini e, per logica!, tra due anni spazzati via i grillini Roma ritornerebbe1!! (!!!) a splendere????!!!!
Cambiate pusher!


Anonimo ha detto...

Della più in voga ed utilizzata droga romana...
"sticazzi, tanto se risolve tutto da solo perché semo aaaaa capppitttale!"
Sono decenni che la spacciano ed i romani ne sono completamente assuefatti.

Anonimo ha detto...

Ogni automobile trasporta una persona che oltre ad inquinare crea problemi di parcheggio.
Auto elettriche monoposto-biposto tipo renault twizy con batteria trasportabile e ricaricabile a casa.Le tecnologie ci sono e con incentivi costerebbero quanto uno scooter con motore termico.

Anonimo ha detto...

Rimango a dir poco basito nel leggere che l'autore dell'articolo pone l'accento sul fatto che la colpa sarebbe della scarsa visibilità dovuta all'arredo urbano o ai mezzi parcheggiati male e di fatto questo autore "deresponsabilizza" l'investitore, e gli automobilisti in generale.
Invece è esattamente il contrario: faccio sommessamente notare che proprio per il fatto che non c'è visibilità i conducenti di mezzi DEVONO RALLENTARE - SONO OBBLIGATI A RALLENTARE - SONO TENUTI A RALLENTARE MOLTISSIMO - HANNO LA RESPONSABILITA' DI DOVER RALLENTARE.
La responsabilità pertanto è dell'imbecille (e sventurato) alla guida del camioncino: DOVEVA RALLENTARE, ridurre fortissimamente la velocità poichè non c'era visibilità, RALLENTARE RALLENTARE RALLENTARE RALLENTARE RALLENTARE.
Altro che colpa dell'arredo e di parcheggiati...come se non li conoscessimo gli innumerevoli "esaltati" alla guida per le strade di Roma: pare che alla guida gli vengano certe energie (represse!!!) in cui sfogano tutti i fallimenti della loro esistenza e ...giù a tutto gas: NON RALLENTANO NELLO SVOLTARE, NON RALLENTANO DAVANTI ALLE STRISCE, ANZI ACCELERANO DI PIù!. Esaltati-REPRESSI. Credono che la strada sia la "giostra dell'autoscontro"!!
E ogni tanto uno di questi innumerevoli esaltati-repressi fa la fine di ASSASSINO maledetto.

Anonimo ha detto...

Bisogna verificare la dinamica prima cosa!Gli incidenti dei mezzi pesanti in città molto spesso sono dovuti a manovre millimetriche che costringonogli autisti all'uso degli specchi laterali distogliendo la vista dal parabrezza anteriore perdendo il pedone dalla visione a causa degli ampi montanti dei veicoli.

Anonimo ha detto...

novembre 26, 2019 7:13 PM

Quello che si fa in tutte la capitali del mondo qui non si può fare, altrimenti i vigili protestano. Dimmi tu in quale posto al mondo esistono 4 vigili in ufficio per 1 in strada, e pure quello in strada fa più danni che un vero servizio al cittadino. Sono universalmente uno dei corpi più inefficienti e corrotti al mondo, peggio della polizia di Caracas. Un sindaco con le palle li avrebbe già sciolti e fatto un accordo con l'Arma dei Carabinieri per svolgere i servizi che loro non fanno.

Anonimo ha detto...

Tipo ammazzare chi si fa le canne?

Anonimo ha detto...

E uno di fronte ogni scuola, all'entrata e all'uscita.

Anonimo ha detto...

Intanto, non dite cazzate talmente facili da smentire che basta guardare il vostro stesso video, dal quale emerge con la massima evidenza che i veicoli parcheggiati non oscurano un bel niente, l'attraversamento pedonale si vede benissimo e si vedono perfettamente i pedoni che lo impegnano. La Dacia col portabagagli sta a 20/30 metri dall'incrocio e non oscura niente, tant'è che altri veicoli svoltano tranquillamente, senza mettere in pericolo nessuno. A maggior ragione un camion con il posto guida più in alto rispetto a quello di un automobile o del poveretto che gira il video offre ancora maggiore visibilità al conducente. Se uno ha guidato un camion almeno una volta nella vita sa benissimo che quando si svolta si deve "allargare" di più rispetto a un automobile e questo non c'entra assolutamente nulla con le eventuali macchine parcheggiate, casomai implica che si rallenti maggiormente e si presti più attenzione alla manovra. Esattamente, quale pericolo rappresenterebbero le tre vetture parcheggiate all'inizio della via? Ovviamente nessuno, tant'è che si afferma l'esistenza di questo "pericolo" senza specificarla nemmeno ad minchiam come almeno tentato in precedenza. Oltretutto, il minus habens che commenta auspica la presenza di un marciapiedi più ampio che, inevitabilmente obbligherebbe chi svolta a destra da via Appia ad allargarsi ancora di più, manovra poco prima e poco dopo giudicata dal minus habens come pericolosa. Un picco di ridicolaggine nel commento si raggiunge quando si parla di !Appia bloccata" per consegnare 4 litri di latte: il furgone è fermo ad almeno 200 metri dall'incrocio, il traffico scorre normalmente (passa addirittura un altro grosso furgone, senza problemi). Cosa proporrebbe il genio che straparla? Consegnare il latte con carretti trainati a mano o con qualche biciclettina elettrica? Ha idea il fine urbanista di cosa significhi rifornire quotidianamente migliaia di negozi di vicinato con prodotti freschi e a brevissima scadenza? Insomma, il solito servizietto fintoscandalistico per sperare in 5 minuti di gloria on line. Sulla pelle dei protagonisti di una disgrazia mortale. Quanta miseria...

Anonimo ha detto...

Quindi le auto in doppiafila vanno bene e sono normali.
Che una carreggiata sia occupata da doppia-tripla sosta non crea problemi al traffico od un effetto imbuto nelle ore di punta o problemi a chi guida per pedoni che spuntano dappertutto.
Di lavare la strada poi nemmeno a parlarne, ci pensa madre natura.
Tuttappostocosicapo.
Ecco lo spaccato della città: l'auto si lascia davanti al posto dove ti fermi in qualunque condizione. Tipo il cavallo legato alla staccionata del saloon.
Sempre più convinto che tutto sommato il degrado ai romani piace. Fai come ti pare nel tuo piccolo e non devi mai cambiare nulla, solo abituarti gradualmente al peggio.

Anonimo ha detto...


CHI GUIDA DEVE GUARDARE BENE A DESTRA E A MANCA E DEVE BADARE BENE A CHE CAXXO STA FACENDO QUANDO HA TRA LE MANI LO STERZO DI UN QUALSIASI VEICOLO. Punto e basta.
Non ci vuole niente ad annientare una vita umana (e a rovinare la propria!!!!). Niente scuse, automobilisti schifosi.

Anonimo ha detto...


CHI GUIDA DEVE GUARDARE BENE A DESTRA E A MANCA E DEVE BADARE BENE A CHE CAXXO STA FACENDO QUANDO HA TRA LE MANI LO STERZO DI UN QUALSIASI VEICOLO. Punto e basta.
Non ci vuole niente ad annientare una vita umana (e a rovinare la propria!!!!). Niente scuse, automobilisti schifosi.

Vito46 ha detto...

Mettemoce li militari in assetto de'
guera. Cen'avemo tanti che nun fanno un c***o.

Anonimo ha detto...



Roma fa schifo. I romani ancora di più, poichè manco si rendono conto dei loro sbagli: trovano sempre delle scuse del tipo "come consegno il latte con la carriola???!! "Dove parcheggio, me la metto in tasca???! Il telefonino lo devo sempre consultare e devo scrivere mentre guido altrimenti non comunico!!!", ecc ecc. Non miglioreranno mai, purtroppo.

Dedichiamo a Roma una canzone molto bella e veritiera (su Roma e un po' su tutta l'Italia-Cialtronia): "Da qui" di Mirkoeilcane. Bellissima.

Anonimo ha detto...



Roma fa schifo. I romani ancora di più, poichè manco si rendono conto dei loro sbagli: trovano sempre delle scuse del tipo "come consegno il latte con la carriola???!! "Dove parcheggio, me la metto in tasca???! Il telefonino lo devo sempre consultare e devo scrivere mentre guido altrimenti non comunico!!!", ecc ecc. Non miglioreranno mai, purtroppo.

Dedichiamo a Roma una canzone molto bella e veritiera (su Roma e un po' su tutta l'Italia-Cialtronia): "Da qui" di Mirkoeilcane. Bellissima.


Anonimo ha detto...

CODICE DELLA STRADA: Art. 158. * Divieto di fermata e di sosta dei veicoli.
TITOLO V - NORME DI COMPORTAMENTO

1. La fermata e la sosta sono vietate:

a) in corrispondenza o in prossimità dei passaggi a livello e sui binari di linee ferroviarie o tranviarie o così vicino ad essi da intralciarne la marcia;

b) nelle gallerie, nei sottovia, sotto i sovrapassaggi, sotto i fornici e i portici, salvo diversa segnalazione;

c) sui dossi e nelle curve e, fuori dei centri abitati e sulle strade urbane di scorrimento, anche in loro prossimità;

d) in prossimità e in corrispondenza di segnali stradali verticali e semaforici in modo da occultarne la vista, nonché in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione;

e) fuori dei centri abitati, sulla corrispondenza e in prossimità delle aree di intersezione;

f) nei centri abitati, sulla corrispondenza delle aree di intersezione e in prossimità delle stesse a meno di 5 m dal prolungamento del bordo più vicino della carreggiata trasversale, salvo diversa segnalazione;

g) sui passaggi e attraversamenti pedonali e sui passaggi per ciclisti, nonché sulle piste ciclabili e agli sbocchi delle medesime;

h) sui marciapiedi, salvo diversa segnalazione:
h-bis) negli spazi riservati alla fermata e alla sosta dei veicoli elettrici in ricarica.

2. La sosta di un veicolo è inoltre vietata:

a) allo sbocco dei passi carrabili;
b) dovunque venga impedito di accedere ad un altro veicolo regolarmente in sosta, oppure lo spostamento di veicoli in sosta (1);

c) in seconda fila, salvo che si tratti di veicoli a due ruote, due ciclomotori a due ruote o due motocicli (1);

d) negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata degli autobus, dei filobus e dei veicoli circolanti su rotaia e, ove questi non siano delimitati, a una distanza dal segnale di fermata inferiore a 15 m, nonché negli spazi riservati allo stazionamento dei veicoli in servizio di piazza (1);

e) sulle aree destinate al mercato e ai veicoli per il carico e lo scarico di cose, nelle ore stabilite;

f) sulle banchine, salvo diversa segnalazione;

g) negli spazi riservati alla fermata o alla sosta dei veicoli per persone invalide di cui all'art. 188 e in corrispondenza degli scivoli o dei raccordi tra i marciapiedi, rampe o corridoi di transito e la carreggiata utilizzati dagli stessi veicoli;

h) nelle corsie o carreggiate riservate ai mezzi pubblici;
i) nelle aree pedonali urbane;

l) nelle zone a traffico limitato per i veicoli non autorizzati;

m) negli spazi asserviti ad impianti o attrezzature destinate a servizi di emergenza o di igiene pubblica indicati dalla apposita segnaletica;

n) davanti ai cassonetti dei rifiuti urbani o contenitori analoghi;

o) limitatamente alle ore di esercizio, in corrispondenza dei distributori di carburante ubicati sulla sede stradale ed in loro prossimità sino a 5 m prima e dopo le installazioni destinate all'erogazione.

3. Nei centri abitati è vietata la sosta dei rimorchi quando siano staccati dal veicolo trainante, salvo diversa segnalazione.

4. Durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare le opportune cautele atte a evitare incidenti ed impedire l'uso del veicolo senza il suo consenso.

Anonimo ha detto...


Per "Codice della strada":

guardi che il Codice della Strada ne pone anche altri di OBBLIGHI da osservare. OBBLIGHI.
Perchè riporta solo quelli relativi ai divieti di fermata e sosta?!
L'ASSASSINO (suo malgrado!per incautela, negligenza e IMPERIZIA!!!!) ha ucciso una persona! DOVEVA RALLENTARE e GUARDARE BENE.
E invece che ha fatto?: SVOOOOOOOOOOOOOOMMMMMMMM

Anonimo ha detto...

CODICE DELLA STRADA: Art. 191. Comportamento dei conducenti nei confronti dei pedoni.

1. Quando il traffico non e' regolato da agenti o da semafori, i conducenti devono fermarsi quando i pedoni transitano sugli attraversamenti pedonali. Devono altresì dare la precedenza, rallentando e all'occorrenza fermandosi, ai pedoni che si accingono ad attraversare sui medesimi attraversamenti pedonali. Lo stesso obbligo sussiste per i conducenti che svoltano per inoltrarsi in un'altra strada al cui ingresso si trova un attraversamento pedonale, quando ai pedoni non sia vietato il passaggio. Resta fermo il divieto per i pedoni di cui all'articolo 190, comma 4. (3)

2. Sulle strade sprovviste di attraversamenti pedonali i conducenti devono consentire al pedone, che abbia già iniziato l'attraversamento impegnando la carreggiata, di raggiungere il lato opposto in condizioni di sicurezza.

3. I conducenti devono fermarsi quando una persona invalida con ridotte capacità motorie o su carrozzella, o munita di bastone bianco, o accompagnata da cane guida, o munita di bastone bianco-rosso in caso di persona sordocieca,o comunque altrimenti riconoscibile, attraversa la carreggiata o si accinge ad attraversarla e devono comunque prevenire situazioni di pericolo che possano derivare da comportamenti scorretti o maldestri di bambini o di anziani, quando sia ragionevole prevederli in relazione alla situazione di fatto. (1)

Anonimo ha detto...

Siete Ridicoli!!!!!
Mediamente in città un automobilista compie per 1 km dalle 5 alle 10 infrazioni al CdS.
E non si parla di assassini ma di tutti compreso chi scrive ed ha scritto prima.

Anonimo ha detto...

Obbligherei i precisini che copiaincollano il Codice della Strada a rispettarlo alla lettera per un mese: o si suicidano per la disperazione o finiscono giustiziati dagli altri utenti della strada, sempre che non finiscano per restarci secchi magari travolti mentre rispettano qualche limite a 10 Km/h imposto da uno dei tanti segnali abbandonati dopo un cantiere...

Anonimo ha detto...

L'ultima cosa fatta dai carabinieri e' stato l'arresto di Pinocchio.

Anonimo ha detto...

Il mentecatto Tonelli, sciacallo di professione,ci ha donato l'ennesima perla di qualunquismo cosmico..poi,continua ad attaccare i pentacialtroni dopo avergli fatto campagna elettorale. Forse perché sperava di essere chiamato a servizio di qualche assessore?

Anonimo ha detto...

sì ok, partiamo dal rispettare le regole sennò non si capisce più nulla.
Poi magari assicuriamoci che gli spazi per carico/scarico siano usati come si deve,
e chi ne ha il diritto possa fare una foto a chi si parcheggia senza averne diritto e quest'ultimo riceva la multa che deve.

Una società di spioni con troppe regole?

O anarchia completa?

O l'ennesima polemica sterile per far pubblicità al blog?


Anonimo ha detto...

Sono d’accordo sulla anarchia che c’è in quella zona ed in gran parte di Roma. Non sono d’accordo che il motivo dell’incidente siano le auto in doppia fila che obbligherebbero ancora di più a rallentare in prossimità dell’incrocio così come si vede dal filmato.
Chi ha scritto l’articolo ha dimenticato di citare l’orario in cui è avvenuto l’incidente: le otto del mattino quando penso che di doppia fila ce ne era di meno di quando ha girato il filmato. Che sia stata l’eccessiva velocità con cui è stata effettuata la svolta la causa dell’incidente mortale Era quella l’ora, le otto, in cui stava girando il filmato?
Detto questo poi possiamo iniziare ad argomentare su doppia fila, uso del cellulare alla guida, mancato rispetto delle regole stradali da parte degli automobilisti, dei ciclisti e dei pedoni, vedi attraversamenti con il semaforo rosso, nuove piste ciclabili invase da auto in sosta. Tutte giuste considerazioni su una città abbandonata a se stessa. Che questo sia un problema è un dato di fatto. Che questo problema sia la causa dell’incidente ho i miei dubbi così come mi viene il dubbio che si possa aver approfittato della morte di una persona per scrivere di qualcosa che avrebbe meritato un articolo non collegato all’avvenimento.

Anonimo ha detto...

Allora non perdo altro tempo a controbattere sulla sosta selvaggia, tanto ho capto come la pensate. Probabilmente, i proprietari delle auto e dei furgoni in doppia fila nel video nemmeno sapevano dell'incidente. Detto ciò è vero che simili situazioni si vedono su ogni strada di Roma, dovute in parte a cattive abitudini dei cittadini ma soprattutto ad un eccessiva concentrazione di veicoli in strada con conseguente impossibilità di parcheggiare. Oltre alle giuste osservazioni sull'arredo urbano, è assolutamente necessario regolamentare il carico e scarico delle merci (quasi tutti i mezzi in sosta vietata nel video sono camion che scaricano roba), per il quale oggi non esistono spazi adibiti né alcuna organizzazione. Quel che trovo sbagliato è questa continua e ossessiva campagna di criminalizzazione degli automobilisti, sempre e soltanto in difesa dei pedoni e ciclisti, come se per questi non ci fossero regole da rispettare. In ultimo, per quanto la doppia fila e l'abbaglio del sole abbiano contribuito a causare l'incidente, ritengo colpevole anche l'autista. Proprio perché la visuale è limitata, se conduci un mezzo pesante devi porre la massima attenzione durante la svolta. Mi dispiace davvero per questa ennesima ed evitabile tragedia.

Anonimo ha detto...

Penso che semplicemente dobbiamo stare tutti molto più attenti, come in guerra, prima guerra mondiale, avevi pallottole, granate e bombe che ti fischiavano continuamente intorno, ed eri consapevole che ognii secondo saresti potuto morire.....dovete pensare così ormai, muoversi a Roma come un attacco alla trincea, è così, facciamocene una ragione. È il mondo che abbiamo permesso di costruire.

Anonimo ha detto...

Ma, sputare in faccia a quel coglione ritardato che parcheggia, male, il cesso di auto con il super pecioso guscio sul tettuccio, era troppo hard come soluzione? Il mugugno vigliacco non ha più senso, prendete una decisione: o iniziate a parcheggiare come il super cojone che si ferma per farsi inculare dalla merdosa "gelateria" anni sessanta o iniziate a sputargli in faccia, gli rigate la macchina e pisciate sull'uscio del commerciante connivente, che meriterebbe ceffoni a rullo solo per quanto fa schifo il suo negozio, roba che puzzava di vecchio a Lisbona dieci anni fa. Terzium non datur.

Anonimo ha detto...

@ 1:23 AM Accipicchia, fai quasi paura! Comunque prima di passare all'azione avverti, sarebbe un peccato perdersi la scena di un babbeo che sputa in faccia a un tizio e ci rimedia un destro sul muso, a quel punto per vendetta riga l'auto dello sputato e prende una dose tale di legnate che lo porta a pisciare sangue sull'uscio del gelataio il quale, giustamente risentito, lo tramortisce a forza di pizze fino a quando arrivano polizia e ambulanza che impacchettano il demente cocainomane. Meglio mugugnare, dai retta...

Anonimo ha detto...

ma taci, porcamadonna. taci!

Anonimo ha detto...

Purtroppo sono marionide,
E come tale non so...
Non so, tanto per dire, che in un'area privata il cds non vige...
Ma chi ha scritto al corriere lo sa...
Infatti non lancia accuse...

Nella citta' del parmacotto...

N'galopeiiiii...N'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Romafaschifo ha ragione da vendere: ci vuole ARREDO URBANO, ARREDO URBANO, ARREDO URBANO. Che poi vuol dire costruire bene gli incroci e i marciapiedi.
Una cosa che il video non menziona è la velocità, eccessiva per tutte le automobili rispetto alla visibilità dell'incrocio.

Anonimo ha detto...

Sorcio (cit.)

Anonimo ha detto...

AppuntatoTonelli, iscrizione registro matricola 567254

terzomondo porcamadonna

NGALOPEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

المتوكل على الله ha detto...



شركة رش مبيدات بالرياض
شركة رش دفان بالرياض
ارخص شركة مكافحة حشرات بالرياض
شركة مكافحة النمل الابيض بالرياض

Anonimo ha detto...

Ma come fa secondo voi una città delle dimensioni di Roma ad avere l'arredo urbano preciso che volete?
Le cose su misura si fanno nella cittadina di montagna, od al paesello al mare.
È una città vibrante e come tale ha del casino, e ci sta se uno lascia un attimo l'auto in doppia fila. Se non vi sta bene andatevene ai paeselli sfigati, quelli che vengono considerati solo in rapporto a Roma (ad esempio perché fanno le storie a prendere i rifiuti di Roma, come se avessero voce a riguardo).
Roma è la capitale, punto, e non si discute. Mettetevelo in testa voi di Roma fa schfo e seguaci vari. Non si deve adeguare per nessuno.

Anonimo ha detto...

12:04 ma cacati in faccia e datti uno schiaffo. E poi ridi.

Anonimo ha detto...

Hai preso appuntamento per il TSO ? Ti servono informazioni al riguardo? Siamo tutti felici di aiutare un compagno in difficoltà.

Anonimo ha detto...

Ciao, cosa vuol dire ngalopeii? E quello sfigato di Tonelli prova a scrivere sul corriere oltre a raccattarsi un po' di visibilità co' sta cacata di blog? spiega, mi piace il tuo modo di prendere per il culo e trollare. Ciao, un ammiratore.
(sorcio, cit.)

Anonimo ha detto...

Pure ieri una giornata su twitter...
Pure ieri ho preso le pizze da un minuscolo sindacato...
Scrivo e non mi quota nessuno...
Una vita da internauta.
Sono ciccione,
Sono barbuto,
Sono rancoroso,
Sono marionide...

N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

porcamadonna dicce che vordí ngalopei porco a san pietro non te la tirá, sei bravo ma non te la tirá mo'

Anonimo ha detto...

ciao sono barbarella, allevo i miei 4 figli a pane, ceffoni e saluti nazisti.
che dire? la cosa piú bella di questo sito é ngalopei, solo che non so che vordí. me lo dite?

saluti romanissimi
barbarella!

Anonimo ha detto...

Taci sorcio (cit.)

Anonimo ha detto...

Sono marionide...
Ho fatto un sondaggio su twitter (la mia casa, il luogo dove mi sento piu' al sicuro)...
E' hanno votato in 82 (che in proporzione alla popolazione di twitter dei blog civici ai quali partecipo e nei quali nessuno mi caga e' come Cittadella Alfedena in confronto a Singapore)...
Sono ciccione...
Sono barbuto...
Sono rancoroso...

N'galopeiiiii...n'galopeiiiii...

Anonimo ha detto...

Che poi, se vai a vedere le percentuali in base alle risposte, capisci che s'e' risposto da solo.
Le risposte sono tutti i suoi luoghi comuni.
Che fallito.

Anonimo ha detto...

11:22 AM < ci dici per cortesia cosa vuol dire ngalopei? é il galopeira? sono 4 giorni che te lo chiedo

Anonimo ha detto...

11:51 AM parli di tonelli? dove sta sto sondaggio?

Anonimo ha detto...

https://www.symbola.net/approfondimento/arti-visive-dalla-crisi-delle-gallerie-allalba-del-lobbying-di-marco-enrico-giacomelli-e-massimiliano-tonelli/

sto articolo de tonelli spacca il culo, cioé cmq su urbanistica, arte, gastronomia massimiliano é preparato - infatti é direttore di gambero rosso e arttribune, roba importante aoh

é pure giovane, tra 10-15 anni se continua cosí diventa professore ordinario e magari editorialista corriere

cioé boh non disprezzerei!

Anonimo ha detto...

Che sorcio (cit.)

Anonimo ha detto...

Continui ad avere problemi con l'italiano sorcio (cit.)

ShareThis