Forza Ama. Un bel segnale dal neopresidente, che va a pulire Viale Marconi assieme agli operatori

25 agosto 2011
La città sta compiendo la più grande operazione di ripulitura dei graffiti vandalici che sia mai stata compiuta. Intere aree sono state liberate da questo schifo. Ora i soliti bimbiminkia continueranno a scarabocchiare o finalmente si decideranno ad intervenire sulle mura delle loro camerette da tredicenni? I milioni investiti per sistemare le loro malefatte potevano servire per asili nido, assistenza agli anziani, trasporti pubblici, investimenti a favore delle aziende. E invece li abbiamo dovuti impiegare per questi pezzi di merda. Basta!

Qui una agenzia DIRE e in calce il comunicato stampa dell'Assessore Visconti, deus ex machina di questa formidabile campagna di rimozione graffiti. In entrambi i casi eccellente il riferimento alle scuole, dove bisognerebbe lavorare di più e meglio. A partire dal liberarle dai graffiti, dalla sporcizia, dalla sosta selvaggia, dai cartelloni subito al loro esterno. Altrimenti i nostri ragazzi come diavolo potranno crescere?


****


Una team di 18 operatori della squadra Decoro dell'Ama, munito di 6 idropulitrici, è sceso stamattina in campo insieme al neopresidente Piergiorgio Benvenuti per fare guerra a scritte e murales che imbrattano i muri di viale Guglielmo Marconi. L'operazione - che rientra nel ciclo di interventi per la cancellazione dei graffiti dalle vie di congiunzione tra le consolari e le strade ad alta densità commerciale richiesti dall'assessorato capitolino all'Ambiente e partito il 26 luglio - ha come obiettivo la pulizia di 1.000 metri quadrati di superfici murarie, da via Cristoforo Colombo a Porta Portese, e sarà completato stanotte, per non arrecare troppi disagi alle attività commerciali della via, da un secondo turno di 6 operatori e 2 idropulitrici, per poi proseguire domani su via Ettore Rolli.

Il problema delle scritte, ha spiegato Benvenuti, che in tuta e caschetto ha affiancato personalmente gli operai, "affligge Roma da tanti anni. Viale Marconi è un tratto ad alta densità di residenti ed esercizi commerciali, l'intervento di oggi è volto a ripristinarne l'igiene e il decoro".

Grazie a una convenzione con Roma Capitale e "al coordinamento con l'assessore Marco Visconti, da ottobre 2010 Ama si occupa compiutamente della rimozione delle scritte dalle superfici murarie, con 24 operatori in servizio esclusivo. Finora- ha detto il presidente dell'Ama- abbiamo cancellato 260 mila metri quadrati di murales".

Ora, ha aggiunto Benvenuti, "faccio un appello alla coscienza civica dei cittadini, devono essere partecipi a questo progetto importante e contribuire al decoro della città, facendo la differenziata e non gettando rifiuti in terra". L'obiettivo è quello di "coinvolgere la parte attiva della città, come associazioni e comitati, ma anche le scuole: credo molto nell'educazione ambientale, e penso che il suo insegnamento dovrebbe diventare obbligatorio. Tutti insieme, con le risorse umane dell'Ama che sono motivate e qualificate- ha concluso Benvenuti- possiamo rendere Roma una città veramente pulita".

***

«Dopo la rimozione delle scritte e dei graffiti abusivi in viale Marconi, dove da questa mattina sono impegnate le squadre Ama, abbiamo in programma di completare le opere di recupero delle vie di intersezione con le consolari per poi avviare la bonifica delle superfici murarie pubbliche a San Lorenzo, quartiere in cui il fenomeno del graffitismo indiscriminato è decisamente accentuato»
È quanto dichiara l’assessore all’ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti.
«Stiamo lavorando senza soste per recuperare il decoro cittadino, realizzando un programma di interventi che va dalla pulizia dei muri e degli arredi urbani alla rimozione delle microdiscariche, alla bonifica e sanificazione delle aree più degradate, all'aumento delle frequenze di spazzamento delle strade sia in centro che periferia - sottolinea Visconti - ma è necessario che all'impegno dell'Amministrazione si aggiunga quello dei cittadini, ai quali è affidato l'incarico di tutelare il decoro, adottando comportamenti di rispetto dell'ambiente e dei beni comuni. In particolare, alla sottocultura dei graffiti e delle scritte abusive vogliamo opporre un movimento per il decoro che coinvolga i più giovani - conclude Visconti - ampliando la rete delle scuole che collaborano regolarmente ai programmi di recupero del decoro promossi dal Dipartimento Ambiente».

3 commenti | dì la tua:

Les ha detto...

Buon inizio per Benvenuti - era al XV° prima di essere nominato presidente AMA - e ottima conferma per il Nuovo Coordinamento al Decoro, per quanto riguarda scritte e affissioni abusive.

Suggerisco però a Visconti di avviare al più presto una collaborazione con i cittadini di ogni quartiere per monitorare i muri appena puliti dall'AMA ed evitare che vengano risporcati il giorno dopo, rimanendo così per mesi, c'è il rischio che accada questo (vedi Via Prenestina e Via Ostiense). Bisogna che gli abitanti dei palazzi ripuliti controllino che non vengano risporcati.

Personalmente, controllerò che i muri su Viale Marconi non vengano imbrattati di nuovo e se accadrà, contatterò subito il Coordinamento al Decoro per farle ripulire in breve tempo.

Seguirò la vicenda sul mio nuovo blog: http://degradomarconi.blogspot.com/

degradodivarese ha detto...

pulitura degli arredi urbani ? quindi bonoficano anche Cartelli Stradali, Pali e centraline Enel/telecom ?? speriamo !!

Massimiliano Tonelli ha detto...

Si, ti confermo.

ShareThis