Non si chiamano incidenti, si chiamano omicidi. O-mi-ci-di!

8 luglio 2011
Speriamo che una sentenza come questa faccia decisamente giurisprudenza, in futuro. E che non valga solo per Moldavi, Rumeni, Albanesi ecc. Perché anche un italiano, quando passa con il rosso, supera i limiti di velocità o posteggia in divieto di sosta generando un incidente mortale fa qualcosa che non possiamo e non dobbiamo chiamare "incidente", ma che dobbia e ora anche possiamo chiamare "omicidio volontario". Con le pene conseguenti...

6 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

al massimo colposo

Caterpillar ha detto...

http://www.omicidiostradale.it/

Anonimo ha detto...

voglio vedere se ammazzano un tuo famigliare se ancora dici "al massimo colposo"

Anonimo ha detto...

Io dico che bisognerebbe semplicemente inasprire le pene connesse all'omicidio colposo, nonostante l'odio che suscitano certi episodi io non credo si possa dire che c'e' volonta' di uccidere nei casi di omicidio stradale, diciamo piuttosto che le pene previste dal codice per l'omicidio colposo sono francamente ridicole.

L'omicidio al volante, e' odioso e le pene andrebbero sensibilmente aumentate ma a mio parere sempre nell'ambito dell'omicidio colposo.

Andrea Rossi

Anonimo ha detto...

quoto Andrea Rossi, guardate che la dottrina giuridica si è interrogata per anni sulle caratteristiche dell'omicidio volontario. Ad la distinzione dolo eventuale (sparare in mezzo al pubblico...potrei colpire qualcuno ? ) e colpa cosciente (salire in macchine ubriaco ... potrei investire qualcuno ?).
Anche per me un incidente stradale resta un incidente (atto da condannare e punire pesantemente) ma non paragonabile a una pistola (quello che cambia è proprio la volontà ).

Anonimo ha detto...

se generalizziamo posso anche condividere, ma qui non si parla di un incidente avvenuto perchè c'è stata poca attenzione, o la strada era bagnata, qui si parla di gente che si mette alla guida sotto effetto di alcool o di droghe e passa col rosso pieno, se in questi casi le pene non sono molto dure c'è il rischio che non si riesca a mettere argine al fenomeno, quindi va bene omicidio volontario

ShareThis