"La mia zona fa così pena che ho pagato di tasca mia l'architetto per il progetto di riqualificazione"

12 gennaio 2021

 


Abito nel III Municipio, zona Prati Fiscali.

 

Via dei Prati Fiscali è una delle tante strade romane progettate e realizzate secondo una concezione ormai anacronistica e non più attuale.

La strada è, anzitutto, assai pericolosa sul piano della sicurezza stradale: agevola l’alta velocità e rende assai insicuri gli attraversamenti pedonali, molti dei quali non semaforizzati (a fine agosto si è registrato, all’altezza di Largo Valtournanche, l’ennesimo investimento mortale di un pedone).

 

È del tutto priva, poi, di arredo urbano e il tratto di complanare, in particolare, facilita la sosta selvaggia dando luogo ad un ammasso indisciplinato di veicoli parcheggiati ovunque (come testimoniato dalle foto che allego).

 

Ho dunque deciso, da semplice cittadino, di incaricare – a mie spese – un giovane architetto i fini della redazione di un progetto di riqualificazione dell’intera strada.

 

Il progetto prevede, in particolare, il rifacimento dell’intero tratto complanare con la configurazione di: (i) una maggiore “pedonalizzazione” degli spazi; (ii) un arredo urbano moderno; (iii) una razionalizzazione degli spazi destinati a parcheggio con eliminazione della sosta selvaggia.

 

Con il supporto dell’Associazione De Design abbiamo quindi sottoposto il progetto all’amministrazione municipale: il Presidente Caudo ha accolto con entusiasmo l’iniziativa e ci ha consigliato di presentarlo ufficialmente – cosa che abbiamo subito fatto lo scorso dicembre – per consentire l’avvio del necessario iter burocratico (la strada, infatti, rientra nella competenza di Roma Capitale e non del Municipio).

 

L’auspicio è che il progetto – anche all’esito di eventuali modifiche ed accorgimenti tecnici – possa essere effettivamente portato avanti e realizzato.

 

Oltre a quella allegata esiste anche un’altra versione del progetto che prevede, in aggiunta, la intera riqualificazione di Largo Valtournanche (ennesimo esempio di “autorimessa a cielo aperto”).

 

Sperando che il Vs. eventuale interessamento al progetto possa contribuire a una maggiore sensibilizzazione sul punto.

Achille Borrelli














































ShareThis