Sostiene Inches: sotto il Muro Torto? Sempre peggio!

07 luglio 2010





Su segnalazione di cittadini mi sono addentrato, armato di macchinetta fotografica digitale, nei sottopassaggi pedonali del Muro Torto che conducono in superficie, su Corso Italia, nel lungo tratto da Porta Pinciana a Porta Pia, perché sono sempre occupati da sbandati, e lo scenario e l’odore nauseabondo insopportabile che si sono presentati è degno delle peggiori favelas brasiliane, lasciando chiunque incredulo di trovarsi a Roma a due passi dalle antiche Mura Aureliane, che erano state edificate negli anni 270 – 273 dall’Imperatore Aurelio per difendere Roma dai barbari.

Sono presenti ovunque cartoni, suppellettili, vestiti dismessi, coperte, avanzi di cibo in decomposizione, rifiuti organici ed immondizia, oltre ad evidenti segni di accensione di fuochi, tanto da mettere in difficoltà chiunque vi si trovasse a passare; oltre lo stato di degrado, sussiste un serio pericolo per la pubblica incolumità, infatti i sottopassaggi sono in realtà le vie di fuga od uscite di sicurezza, indispensabili per mettere in salvo chi si dovesse trovare in difficoltà transitando su via del Muro Torto e dovesse uscirne fuori salendo su Corso Italia, rimanendo bloccato in questi corridoi viscidi abitati da gente spesso in preda all’alcol; come se non bastasse, gli occupanti hanno manomesso i quadri ed i cavi elettrici, lasciando nelle tenebre tutta la zona sotterranea, aumentando i rischi per la sicurezza dei cittadini, che, giustamente, reclamano un intervento costante e risolutivo da parte delle forze dell’ordine.

Ogni tanto interviene la polizia municipale, negli orari però in cui questi vagabondi sono fuori dalle tane, andando in giro a creare problemi nel quartiere, facendo poi rientro all’imbrunire, tornando a spadroneggiare nel sottosuolo, fino all’indomani mattina.

A seguito di una mia interrogazione nel Municipio Roma II, del Novembre 2009, si era mosso l’ufficio Nae del 2° gruppo della polizia municipale, facendo rimuovere dall’Ama enormi quantitativi d’immondizia accumulatasi nel corso degli anni, redigendo una relazione di servizio sulla necessità dell’intervento dell’Acea per ripristinare l’illuminazione pubblica, al fine di mettere in sicurezza tutti i sottopassaggi immersi nel buio totale; l’Acea comunicò la propria disponibilità al Presidente del Municipio, protoc. 62699 in data 18/12/2009, dichiarandosi pronta ad intervenire per eliminare i disservizi presenti nei sottopassaggi, alla condizione che fossero ripristinate l condizioni igienico-ambientali necessarie per l’esecuzione dei lavori. Purtroppo sono caduti nel vuoto sia la proposta della polizia municipale, che la disponibilità dell’Acea, e nessuno ha coordinato un lavoro congiunto di squadra, come sarebbe stato d’obbligo fare.

Non mi stancherò mai di pungolare tutti gli uffici interessati, finchè non avrò raggiunto il mio scopo: riportare alla normalità tutti i sottopassaggi pedonali, e dare serenità e sicurezza ai cittadini romani, invece di sembrare una Città rassegnata ascendere sempre in peggio. L’ho promesso in campagna elettorale ed ho l’obbligo di mantenere la parola data, questo è il motivo per cui non mi fermerò mai.

Consigliere Massimo Inches
Roma 16/06/2010

5 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

CRISTO SANTO CHE SCHIFO!

Anonimo ha detto...

dice: non mi fermerò mai

sembra un comportamento straordinario in realta' dovrebbe essere il minimo

comunque qualcosa non va in questa catena di comando... per rimuovere una minidiscarica al Laurentino dopo mesi di richieste a consiglieri ama ecc. ci sono voluti i ragazzi del centro sociale per ripristinare quel cortile.
Per rimuovere un'auto incendiata dal parco acqua acetosa (roma natura) sono state necessarie due legislature ed erano state fatte richieste ad ama vVuu e vvff

theDRaKKaR ha detto...

credo che sia vergognoso non solo consentire l'uso privato di bene pubblico, ma anche permettere che a Roma nel Terzo Millennio della gente viva ancora così

da come la si guarda, in questa faccenda il Comune e Alemanno non sono giustificabili in alcun modo

theDRaKKaR ha detto...

da come la si guarda = da qualsiasi parte la si guardi

Anonimo ha detto...

INCHES se vuoi qualche risultato esci dal PDL.

ShareThis