Cartelloni. C'è chi dice no

14 aprile 2011

«Il Consiglio del Municipio Roma XI ha confermato l'indirizzo espresso dalla Giunta territoriale e ha bocciato il PRIP (Piano Regolatore Impianti Pubblicitari) voluto dalla Giunta Alemanno. Un ulteriore sistema di regole, oltre quelle già esistenti ma inosservate del Codice della Strada, sarebbe potuto essere senz'altro utile, purché prevedesse meccanismi attuativi mancanti nel PRIP. Ogni giorno la città è invasa e letteralmente violentata dai cartelloni pubblicitari. Come si pensa di regolare il settore delle affissioni in cui si registra l'anomalia, tutta romana, della presenza di oltre 300 ditte autorizzate a installare gli impianti pubblicitari? Finché il PRIP presenterà queste numerose lacune e non affronterà questi nodi l'unico parere esprimibile è negativo.» dichiara il presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci.


*
Il Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari, senza fare troppi giri di parole, è inutile. Totalmente inutile. Platealmente inutile. Marchianamente inutile. Il presidente dell'XI Municipio l'ha ben compreso e ben sintetizzato in questo comunicato.
Roma fa schifo

(La foto non è dell'XI, bensì di Via Baldo degli Ubaldi, di fronte a San Pietro. Ma fa lo stesso. Purtroppo)

11 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Condivido completamente il pensiero e la posizione presa da Catarci. Questo scandalo devastante è sotto gli occhi di tutti e, per i forti interessi che ci sono dietro, il cosiddetto "PRIP" è stato redatto su misura ad esclusivo uso e consumo delle oltre 300 ditte di affissioni e cartellonistica pubblicitaria.

Cosa, che rende il Comune di Roma fortemente sospettato di connivenza con questi deturpatori del suolo pubblico.

IO NON VOGLIO FAR PARTE DI QUESTA GENTE E DICO NO AL PRIP cosi come formulato.

Anonimo ha detto...

CON LA VICENDA CARTELLOPOLI L'ATTUALE AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ROMA HA LETTERALMENTE SVENDUTO LA CITTA' AL CRIMINE ORGANIZZATO!

DIRO' NO FINCHE' CAMPO A QUESTO SCHIFO.

BORDONI, ALEMANNO E PACIELLO SONO RESPONSABILI DI UNO SFASCIO SENZA PRECEDENTI NELLA STORIA DI ROMA!

Mc Daemon

Anonimo ha detto...

purtroppo il parere dei municipi non è vincolante e, a meno di manifestazioni e proteste pesanti, questi se ne fregheranno come sempre dei cittadini

fitzcarraldo ha detto...

le manifestazioni sono iniziate..2 aprile..piazza mazzini è stata la prima..state pronti perchè ne seguiranno altre..PRESTO!
e NON DOVRETE MANCARE..
Nel frattempo andate tutti a votare e commentare la foto dell'ultimo schifoso scempio a Caracalla sulla pagina di Roma di www.repubblica.it, rubrica "la città che non va"
COSTRINGIAMO DEMOCRATICAMENTE CON LA FORZA DELLA RABBIA CIVILE LA STAMPA E TUTTA LA SOCIETA' A OCCUPARSI SERIAMENTE DEL "GRANDE SCEMPIO"

Te lo dico io ha detto...

Tutti Municipi dovrebbero unirsi e lottare contro questo abusivismo, invece di mettersi a disposizione per sporcare e devastare ogni angolo della città.
C'è da vergognarsi a come è ridotta la città!

Anonimo ha detto...

Andate, commentate e votate!

http://roma.repubblica.it/commenti/?idarticolo=reproma_2604127&idmessaggio=2387292

Chi non lo fa è un cartellonaro.

Anonimo ha detto...

MAFIA E CORRUZIONE DIETRO AL PRIP
ARRESTATE GLI ASSESSORI BORDONI E PACIELLO

Schifato ha detto...

Roma bucherellata come un gruviera!

Les ha detto...

Al punto 4.1 della relazione del PRIP:

Le modalità dei piani di localizzazione "possono riguardare singole aree (una piazza o una strada) che richiedono interventi di RIORGANIZZAZIONE DEI PANNELLI ESISTENTI o anche interi ambiti territoriali all'interno dei quali si intende procedere alla sostituzione integrale dell'impiantistica."

Capito? Vogliono lasciare i vecchi cartelloni senza cambiarli!

E infine l'ultima, inaccettabile beffa nei confronti dei cittadini per bene:

"La redazione dei piani di localizzazione è effettuata di norma a cura dell'ufficio competente o in alternativa dai Municipi; PUO' PERO' ESSERE AFFIDATA ANCHE A SOGGETTI PRIVATI. A questo proposito IL COMUNE HA GIA' AVVIATO UNA SERIE DI ESPERIENZE SPERIMENTALI DI PIANI PROMOSSI DA ALCUNE DITTE PUBBLICITARIE titolari delle licenze CHE IN FORMA ASSOCIATA HANNO AVANZATO PROPOSTE DI RIORGANIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI SU ALCUNE STRADE FINALIZZATE AD UNA OTTIMIZZAZIONE DEGLI SPAZI DISPONIBILI."

In pratica fanno decidere alle ditte dove mettere i cartelloni, SENZA IL PERMESSO DEI MUNICIPI!

Anonimo ha detto...

OSTACOLEREMO IL PRIP IN OGNI MODO E MANIERA. E' SOLO l?ENNESIMA PRESA PER IL CULO DI GENTE SENZA SCRUPOLI. HANNO ROTTO IL CAZZO!

fitzcarraldo ha detto...

http://roma.repubblica.it/commenti/?idarticolo=reproma_2604127&idmessaggio=2387292

E' il caso del giorno!!!!
Correte, leggete, votate e commentate anche voi!!

Repubblica non potrà continuare ad ignorare lo scempio vergognoso a Caracalla!!!

ShareThis