23 luglio 2019

Allucinante a San Paolo. La stazione della Metro B trasformata in magazzino per la bancarella









Vi ricordate le promesse di pulirla, riqualificarla, riportarla ad un minimo di dignità a beneficio dei tanti pendolari e cittadini che ancora a Roma si autoinfliggono l'umiliazione di prendere i mezzi pubblici? 
Ebbene ecco invece le condizioni della stazione San Paolo della Metro B. C'era stato anche lo sgombero della enorme bancarella perché pericolosa, abusiva e perché parandosi davanti all'uscita di sicurezza garantiva la morte del sorcio agli eventuali passeggeri in fuga in caso di emergenza, esplosione, incendio.
Nulla di fatto, non solo la bancarella è tornata al suo posto (del resto dopo pochi giorni sono tornate anche quelle su Viale Trastevere, nonostante il grande battage mediatico che raccontava il loro spostamento), ma ora utilizza la stazione come deposito per i suoi scatoloni. 
Si fa enorme fatica a credere che questa sia la stazione di una città occidentale, in pieno centro storico, a servizio di una delle basiliche più importanti della cristianità a livello mondiale. 
Naturalmente per il presidente del Municipio Ciaccheri i problemi sono altri. Anzi i suoi amici dei centri sociali di zona contribuiscono al degrado riempiendo ogni santo giorno le pareti di manifesti abusivi.

61 commenti:

  1. Almeno sfruttano degli spazi di solito vuoti e inutilizzati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accendi il cervello ! Oppure fai mettere gli scatoloni a casa tua.

      Elimina
  2. Il bancarellarismo romano, un problema decennale degenerato fino a diventare una vera calamità per la città, un po' come la candida albicans quando aggredisce il corpo umano. Impatto devastante su tutti i fronti...degrado urbano, illegalità, distruzione del commercio, intasamento di strade e marciapiedi...

    RispondiElimina
  3. Nella speranza che nel frattempo qualcuno non abbia la malsana intenzione di accendere... gli scatoloni!

    RispondiElimina
  4. Vorrei far notare che il passaggio fotografato è anche, al momento, l'unico (sempre che proprio oggi non sia cambiato qualcosa) per poter andare direttamente dal lato via Ostiense a quello di via Gaspare Gozzi e viceversa, in quanto il passaggio parallelo (quello di ingresso alla Metro) è chiuso da transenne, nel punto centrale, da mesi.

    RispondiElimina
  5. oscenità totale, scritte ovunque, abbandono e degrado in quella che dovrebbe essere una stazione importante perchè ha sia la metro B che la linea verso il lido (futura metro F)

    RispondiElimina
  6. quella zona è il simbolo dell'assurdità romana : area semicentrale, sede di facoltà universitarie e ben collegata col centro (oltre alla metro B c'è anche la B1) e col mare, che con una riqualificazione urbana e una rigenerazione edilizia moderna su modello londinese o tedesco assumerebbe immenso valore, ma oggi abbandonata a se stessa. A 500 metro ad est, in linea d'aria c'è l'EX FIERA DI ROMA, quadrante urbano ancora desolatamente vuoto. A 500 metri ad Ovest gli EX MERCATI GENERALI, quadrante urbano fondamentale che sembra reduce da un bombardamento aereo da anni ed anni. Basterebbe un drone su questa parte di città per imporre l'esilio agli amministratori locali in un paese vagamente serio

    RispondiElimina
  7. ma si può tenere in una capitale una stazione in queste condizioni ? ma non si vergognano ?

    RispondiElimina
  8. e questo è il luogo che bisogna attraversare per andare al Bambin Gesù di viale baldelli o alla basilica !

    RispondiElimina
  9. l'ingresso alla stazione va rifatto totalmente, quella stazione serve tutti i quartieri che gravitano tra Ardeatina e Colombo, decine e decine di migliaia di persone... è folle che sia tenuta come un immondezzaio. Va anche considerato che quell'orrendo corridoio esternamente è un tratto di strada sotto ad un ponte ferroviario (imbrattato anche quello ovviamente, fino una quindicina di metri d'altezza) che per la pessima tecnica costruttiva della strada (un avvallamento in cui l'acqua non defluisce in caso di piogge) si allaga rgolamente alla fermata di scabio con i bus. Per cui i pendolari hanno la doccia assicurata a cura degli automobilisti di passaggio. Va rifatta daccapo

    RispondiElimina
  10. ancora che vi ostinate ad andare in metro???
    cittadini di serie B

    RispondiElimina
  11. tutti vanno in metro in tutte le grandi città moderne, in effetti solo a roma chi usa i mezzi pubblici viene umiliato. ma queste immagini incredibili non riguardano tanto i trasporti quanto la situazione di abbandono fisico in cui versa la città almeno dal 2008

    RispondiElimina
  12. Io sinceramente faccio enorme fatica a credere che la gente vada a comprare robaccia da 'ste caxxo di bancarelle demelma che dovrebbero SPARIRE TUTTE altro che spostamenti e perculate varie! Possibile che nessuno si chieda che origine abbiano le cose che trovate sulle bancarelle abusive e non?!?!?

    RispondiElimina
  13. Ma ce frega, noi usamo a maghina, almeno usano a metro pe qualcosa

    RispondiElimina
  14. Comunque, la bancarella in questione propone un rapporto qualità/prezzo difficilmente superabile. Abbigliamento intimo di ottima fattura a prezzi decisamente competitivi. Una risorsa per chi deve prestare attenzione alla spesa. Vale senz'altro la pena sacrificare qualche metro quadro di sottopasso per usufruire di un punto vendita all'insegna del risparmio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma per favore! Merce di dubbia provenienza, gestita da racket che non è esagerato definire mafiosi! Non molto tempo fa ho assistito a un teatrino in zona Parioli che è tutto un programma: un "coatto"su uno scooter stava minacciando uno di questi bengalesi venditori ambulanti perché aveva osato esporre merce non sua! Gridava: "te devi da venne quello che te dico io hai capitooo?" Spudoratamente, in pieno giorno davanti a tutti, con la spocchia che distingue il guappo mafioso che non teme nulla perché se la comanda. Le bancarelle sono solo una delle tante metastasi del cancro di questa città, ostaggio oramai di mafie di tutti i tipi, dai centurioni del Colosseo alle concessioni balneari del litorale. Oramai questa città può essere salvata solo da una giunta militare di uno stato straniero

      Elimina
  15. E certo come dici con la chiusa dell'articolo la colpa è dei centri sociali, i Casamonica milionari sono noti frequentatori giusto? Così come non è anche colpa di romafaschifo che ha fatto propaganda x questi cialtroni incompetenti giusto? E la prossima volta votiamo tutti Salvini che lui si ci risolve i problemi giusto? Roma fa schifo ma voi non è che state molto meglio

    RispondiElimina
  16. Mah, l'impressione è che l'autore degli articoli di questo blog abbia subito un trauma durante l'adolescenza; magari faceva la spia o bazzicava ambienti di destra e qualcuno gli ha stampato due pizze sul grugno, il che gli ha provocato un trauma psicologico mai più superato ed è convinto che i mali del mondo siano colpa dei "centri sociali", per lui un'entità fantasmagorica, sconosciuta ma paranoicamente percepita come pericolosa. Certo, sbeffeggiare una persona in difficoltà non sta bene, ma questa macchietta petulante più che pietà ispira fastidio e antipatia.

    RispondiElimina
  17. La domanda è sempre quella. Ma le migliaia di vigili, poliziotti, carabinieri e finanzieri che ca..o fanno ?

    RispondiElimina
  18. L'ultimo africano sbarcato a Lampedusa e' piu' civile di noi...

    RispondiElimina
  19. più della bancarella fa spavento la sporcizia e il degrado del passaggio esterno. Chi fa la pulizia lì ? esiste un ufficio decoro urbano ?

    RispondiElimina
  20. intanto penso che scherzi a parte si possa dire tranquillamente che la situazione del sottopasso è indecorosa e pericolosa. Sia per la presenza della bancarella, sia come è stato giustamente osservato, per la sua costruzione.
    Più in generale, sulle bancarelle, personalmente passo e vado, ripromettendomi sempre di acquistare qualcosa di utile ed economico. Io penso che se esistono vuol dire che c'è una domanda, e non si può liquidare con due battute. Ma va regolamentata rigidamente, si mettono dove vogliono, in posti che rendono pericolosi per tutti. E poi le tasse, gli scontrini etc.
    A meno che non siano uno sbocco per capitali di dubbia provenienza come suggeriva Akex. Allora vanno semplicemente fatte chiudere. Spero siano la minoranza, comunque.
    Cordialità

    RispondiElimina
  21. Altrove (e nemmeno troppo lontano da Roma) bancarelle e simili sono limitati a giorni e posti specifici.
    A Roma ciò è impossibile anche solo da pensare.
    Nemmeno nei paesetti si fa come a Roma.
    Però la gente ci compra. Certo ci rimette la città ed i cittafini tutti in termini di introiti (ho forti dubbi che siano attività regolari) da investire nei servizi, sicurezza ed in generale aspetto del suolo pubblico, però ci compri le mutande in saldo. Quindi sono sicuramente scemi quelli che le regolamentano e furbi Roma ed i romani.

    RispondiElimina
  22. ce ne vogliono di piu di queste bancarelle. ancora si riesce a vedere l'entrata della metro. anzi io direi che anziche fare il biglietto se vuoi prendere la metro devi comprarti minimo un paio di calzini filo di scozia.

    RispondiElimina
  23. and the winner is luglio 24, 2019 4:34 PM :-D (lo dico divertito ma serio)
    Cordialità

    RispondiElimina
  24. l'altro grande scandalo di roma è la stazione di trastevere, in zona centrale e turistica, collegata con l'8, avrebbe tutti i requisiti per essere un gioiello utile e profittevole. invece è una oscenità, abbandonata a se stessa. ma questi governanti quanti soldi fanno perdere alla città con la loro trascuratezza e trasandatezza su quasi tutto ?

    RispondiElimina
  25. ma date fuoco a quell'immondo cacatoio!

    RispondiElimina
  26. Come sappiamo noi se le foto sono vere, eh? Che ne so che non avete costruito un set per scattare le foto e screditare Roma? Servono le prove, non è che bastano due foto.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai di persona e verifica. È anche peggio. Ma dove vivi su Marte ?

      Elimina
  27. Se ci sono due scatoloni accatastati bene non è una grande tragedia.
    Il vero problema della MetroB è MANCA L'ARIA CONDIZIONATA e i treni stazionano sotto il sole quindi quando arrivano sono delle vere saune con medie di 40-45 gradi.quando la prendo e la metro si ferma e apre le porte nelle stazioni esterne ma anche quelle sotterranee entra il fresco e la cosa non è normale sentire il fresco se fuori fanno 35 gradi.
    La metro b se ha un mercato abusivo dove mettono gli scatoloni o se ha angoli cacatoi a me non importa,il vero problema è L'aria condizionata che manca ed ovviamente non ci sono abbastanza finestrini per fare entrare aria sufficiente.
    Invece quando a Termini cambio con la A mi sembra di passare da un ostello della gioventù ad un hotel 4stelle,no 5 perché anche la MetroA andrebbe rimodernata ma quella è vivibile e non il viaggio non trovo stanca

    RispondiElimina
  28. A tutti quelli che dicono che la regolamentazione a Roma non c'è prendetevela con Salvini e chi non voleva la bolkestein.
    Avrebbero rimesso a gara le concessioni balneari a prezzi più alti perché ora sono irrisori rispetto i guadagni degli stabilimenti.Avrebbero rimesso a gara le concessioni ambulanti così anche persone che un tempo erano fuori avrebbero potuto provarci a rientrare e sicuramente chi faceva schifo come questo con questi scatoloni avrebbero chiuso baracca e bottega dopo poco tempo.
    Invece Salvini che ha capito che il popolo italiano deve essere indirizzato ad avere il nemico Europa con il quale fare campagna elettorale perenne non l'ha fatta passare la legge.
    A volte si sentiva che i pescatori erano multati per aver preso le vongole o le cozze troppo piccole anche lì e l'Europa è cattiva ingiusta,ma l'Europa in quel caso voleva impedire ai pescatori di pescare cozze piccole perché esse devono ancora crescere.Certo poi che l'Europa a volte sia troppo puntigliosa è vero

    RispondiElimina
  29. muri scrostati, scritte sulle pareti, cartacce per terra. oltre la bancarella quello è il paesaggio che i turisti che vanno alla Basilica trovano usciti dalla metro, come testimoniano le foto

    RispondiElimina
  30. "Avrebbero rimesso a gara le concessioni ambulanti"

    siamo nel 2019, ancora andiamo avanti con dei baracchini che coprono i marciapiedi e ostacolano il passaggio sui marciapiedi e davanti alle vie di fuga dalle stazioni ?
    non è meglio metterle in piazzole di sosta vuote dedicate ? ne nascerebbero dei veri e propri mercatini. il problema non sono le gare, è il modello antiestetico e antieconomico di commercio che fa scappare turisti e cittadini creando un ambiente degradato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono così come stanno un po' ovunque,spesso capita che uno non ha nulla da fare e vai a guardare quelle cianfrusaglie e come me che vanno a guardare ce ne sono a milioni di persone visto che sono sempre pieni di gente che guarda.
      Nel caso ostacolino le vie di fuga si può fare una denuncia ma io nn ho mai visto che ostacolano il passaggio nelle stazioni metro.Anzi le stazioni metro spesso hanno marciapiedi enormi senza senso e visto che non ci si può parcheggiare almeno si usano per fare qualcosa.
      Le aree dedicate già esistono si chiamano mercati dove ci sono frutta vestiti pesce carne come un supermercato.
      Poi se uno è contro gli ambulanti perché non piace le cinesate che vendono è un altro discorso

      Elimina
    2. Come nel viale del policlinico. Una roba oscena. Il primo posto da dove dovrebbero sparire è li

      Elimina
  31. nelle foto si vedono manifesti sul Perù. Forse a Lima stanno messi meglio con l'igiene e la pulizia. E di sicuro non ci sono cartelli imbrattati da escrementi di piccione come quelli della stazione fotografata. Ma che immondezzaio è ? Da quanto non puliscono quel luogo ?

    RispondiElimina
  32. sottoscrivo l'anonimo delle 12:24 PM sulla mancanza di aria condizionata nei vagoni e aggiungo anche negli autobus. Che a Roma faccia freddo d'inverno e caldo da giugno a settembre non è un mistero. Con la differenza però che quando si assemblano in una vettura già riscaldata dai motori decine e decine di passeggeri, la temperatura sale enormemente : quello che d'inverno fa piacere in estate è insopportabile. E l'estate arriva ogni anno, nello stesso periodo, con lo stesso caldo e per gli stessi mesi. Eppure gli enti che gestiscono il trasporto a Roma lo scoprono sempre all'ultimo, come se vivessero altrove. Tutte le promesse sull'aria condizionata (che in un mezzo affolato non è un lusso ma una necessità) sono miseramente andate in fumo, come al solito e come tutte le altre promesse.

    RispondiElimina
  33. "le stazioni metro spesso hanno marciapiedi enormi senza senso e visto che non ci si può parcheggiare almeno si usano per fare qualcosa"

    ci sono sono quegli spazi perchè le stazioni hanno flussi di migliaia di persone che in caso di emergenza non possono essere intrappolate come topi. Si chiamano vie di fuga e non ci si deve nemmeno parcheggiare.
    per mettere le bancarelle - se proprio ci teniamo - ci sono altri spazi meno inappropriati

    RispondiElimina
  34. le foto testimoniano un lerciume tale che evidentemente è li da lungo tempo. Non ha l'aria di un posto dove non si pulisce e non si fa manutenzione da 2 o 3 giorni ma da due mesi o forse venti mesi

    RispondiElimina
  35. @luglio 25, 2019 12:24 PM
    è chiaro e lampante che lei dica cose giuste. Però - ed è strano che i guardiani del topic non saltino fuori - lei pecca di benaltrismo. Il problema è sempre un altro, quindi non si mette mai mano a nulla. Invece vanno risolti se non strettamente insieme, almeno con una sequenza non paralizzante.
    Gli scatoloni, che a occhio non mi sembrano proprio due, sono pericolosi per la sicurezza, sono abusivi rispetto alla destinazione d'uso di quell'ambiente, sono tra l'altro mortiferi per l'immagine turistica di questa città. Un po' come il giardino degli aranci, sono più un sintomo che la causa, però contribuiscono indubbiamente a rafforzare la malattia. E vanno segnalati come esempi di una città allo sbando, con governanti che nella migliore delle ipotesi sono inetti.
    Poi certo che la situazione dei trasporti è indecorosa: ma lo è per la sporcizia, per la poca vigilanza, l'evasione del pagamento, la gestione ad mentulam canis, etc etc etc e ovviamente anche per l'aria condizionata(e il riscaldamento d'inverno). Ma appunto, se si resta alla finestra a dire che il problema è sempre un altro non si inizia mai a risolvere nulla. E si fa il gioco di questi cialtroni.
    Cordialità

    RispondiElimina
  36. complimenti per il servizio e per la tenacia nel denunciare anche le persone, doti rare

    RispondiElimina
  37. Ciao Lttle Tony. Ma dei due della prestigiosa universita' John Cabot University che hanno ucciso un carabiniere non ne hai parlato. Come mai? Perche' aspetti l'ottantesimo grado di giudizio per giudicare visto che sono figli della buona imprenditoria? Buon week end a te e alla famiglia del carabiniere del quale, improvvisamente, ti sei lavato le mani.

    RispondiElimina
  38. roma è abbandonata e solo per miracolo ancora funziona, guardare queste immagini è penoso

    RispondiElimina
  39. quella è una zona universitaria con un polo medico importante come i nuovi ambulatori pediatrici dell'ospedale bambin gesù, che è una eccellenza in italia per la cura dei bambini malati. ci vengono da tutta italia. ed ecco con quale pulizia e decoro vengono accolti. sono cose che in effetti fanno rabbia. il comune è come se non esistesse, invisibile, se non al momento di applicare le addizionali sui redditi

    RispondiElimina
  40. Il tunnel della paura.
    Non ci passo mai, preferisco i gas di scarico delle macchine (visto che da più di un anno il passaggio interno è chiuso causa rischio crollo, con tanto di piacere dei piccioni che nidificano a volontà).
    Sono anni che speriamo in una riqualificazione del famoso passaggio pedonale, tante chiacchiere e pochi fatti.
    Dobbiamo vivere di speranze...

    RispondiElimina
  41. Che la peste porti via roma ed i soi abitanti! ORA!

    RispondiElimina
  42. a proposito di metropolitana : ma questa giunta con i prolungamenti della B1 a bufalotta, della A oltre Battistini da un lato e fino a Ciampino dall'altro, della C fino a Clodio e della B verso centrale del latte cosa intende fare ? Le metropolitane sono essenziali nelle città moderne perchè tram e bus non reggono i flussi.

    RispondiElimina
  43. Qui a Milano invece funziona tutto! A parte il clima di merda, le zanzare d estate la nebbia d inverno l inquinamento perenne, i latinos i tossici a Rogoredo, la gente che non ride mai il sole che non splende mai,la città che il fine settimana si svuota perché invivibil, le periferie orribili... Tacci vostri e di chi parla male di Roma e bene di Milano. Viveteeci prima di parlare, meglio la monnezza che le poveri sottili.

    RispondiElimina
  44. no, "meglio la monnezza" proprio no. Nel 1994-95 Milano ebbe lo stesso problema per i rifiuti. qui a Roma il problema mi pare che le cose vengono lasciate a se stesse (come la stazione fotografata nell'articolo)finchè qualcuno non le fa emergere e costringe gli svogliati amministratori a fare qualcosa, per poi ricadere nell'inerzia. Milano è più vivibile e ha un altro ritmo perchè ha saputo imparare dai propri errori.

    RispondiElimina
  45. In risposta a 4:26 PM, a Milano stanno prolungando la metro M5 fino al comune di Monza. Da noi sarà già tanto se la B1 (che passa pure per San Paolo) sarà portata a Porta di Roma. Non si pianifica il futuro, il che significa che si spinge la città ancora più indietro nel confronto con le altre metropoli. Poi non si fa manutenzione di quel che già esiste. Mi domando come e dove siano spesi i soldi dei contribuenti.

    RispondiElimina
  46. Roma è la capitale quindi è meglio di tutte le altre!

    RispondiElimina
  47. Nel nuovo PUMS la Roma Lido diventa linea E della Metro. la F è la Roma Nord che arriva a Flaminio. E c'è pure la linea D. In sostanza hanno fatto marcia indietro (a parole, perchè nei fatti sembra quasi tutto fermo, altro che mobilità)

    RispondiElimina
  48. il post mi pare utile perchè mette in fila tutti i principali problemi di roma in questo momento : nettezza urbana, mancanza di decoro, metropolitana e commercio ambulante. Temi diversi ma uniti dall'apparente assenza dell'amministrazione sul campo. Comune e municipi sembrano inesistenti. Non so se lo siano ma questa è l'impressione

    RispondiElimina
  49. il problema vero è che angoli così non esisterebbero se ognuno curasse il proprio compito e i propri luoghi quotidianamente. basterebbe che i dirigenti preposti faccessero un giro in città, idem i politici eletti e segnassero cosa non va e dove, per poi provvedere. evidentemente prendono poco i mezzi pubblici e frequentano poco le stazioni della metro B. cioè predicano bene e razzolano male. in questo mi sembrano uguali a quelli di prima, quindi saranno bocciati alle prossime elezioni

    RispondiElimina
  50. in generale le stazioni metro e delle ferrovie regionali a Roma sono maltenute, quando invece dovrebbero essere delle vetrine per la famosa smart city

    RispondiElimina
  51. se avessimo una rete unica di trasporto pubblico su ferro con un solo logo/simbolo ben identificabile e visibile (anzichè tram con numerazione a casaccio, linee che si differenziano per le sigle FS, FL, M) e con un unico soggetto incaricato del restyling interno ed esterno delle stazioni (compresa la pulizia) se ne potrebbe anche trarre profitto perchè Termini insegna che le stazioni poccono essere luoghi commerciali e di riqualificazione importanti.

    RispondiElimina
  52. le stazioni devono aprirsi alle città, ospitare centri commerciali, bar, ristoranti. vanno ristrutturate e ridisegnate perchè quelle della metro che abbiamo noi sono preistoriche. l'operazione è fattibilissima nelle stazioni in superficie, come appunto San Paolo

    RispondiElimina
  53. roma è piena di situazioni così ed il comune dovrebbe solo ringraziare chi segnala

    RispondiElimina
  54. una città moderna ed efficiente si distingue per la sua rete metropolitana, non per lo sciame di scooter che la percorrono

    RispondiElimina
  55. .




    Con il finanziere Romeo Giuseppe, sono stato in grado di ottenere un prestito privato di 60.000 euro per la realizzazione di un progetto immobiliare che sto ripagando bene in questo momento per un periodo di 120 mesi. Se hai bisogno di finanziamenti privati, ti consiglio di contattarlo e troverai soddisfazione.

    Scrivere e-mail a: prestitoccf@outlook.it




















































































































































































    Con il finanziere Romeo Giuseppe, sono stato in grado di ottenere un prestito privato di 60.000 euro per la realizzazione di un progetto immobiliare che sto ripagando bene in questo momento per un periodo di 120 mesi. Se hai bisogno di finanziamenti privati, ti consiglio di contattarlo e troverai soddisfazione.

    Scrivere e-mail a: prestitoccf@outlook.it




















































































































































































    Con il finanziere Romeo Giuseppe, sono stato in grado di ottenere un prestito privato di 60.000 euro per la realizzazione di un progetto immobiliare che sto ripagando bene in questo momento per un periodo di 120 mesi. Se hai bisogno di finanziamenti privati, ti consiglio di contattarlo e troverai soddisfazione.

    Scrivere e-mail a: prestitoccf@outlook.it




















































































































































































    Con il finanziere Romeo Giuseppe, sono stato in grado di ottenere un prestito privato di 60.000 euro per la realizzazione di un progetto immobiliare che sto ripagando bene in questo momento per un periodo di 120 mesi. Se hai bisogno di finanziamenti privati, ti consiglio di contattarlo e troverai soddisfazione.

    Scrivere e-mail a: prestitoccf@outlook.it




















































































































































































    Con il finanziere Romeo Giuseppe, sono stato in grado di ottenere un prestito privato di 60.000 euro per la realizzazione di un progetto immobiliare che sto ripagando bene in questo momento per un periodo di 120 mesi. Se hai bisogno di finanziamenti privati, ti consiglio di contattarlo e troverai soddisfazione.

    Scrivere e-mail a: prestitoccf@outlook.it




















































































































































































    Con il finanziere Romeo Giuseppe, sono stato in grado di ottenere un prestito privato di 60.000 euro per la realizzazione di un progetto immobiliare che sto ripagando bene in questo momento per un periodo di 120 mesi. Se hai bisogno di finanziamenti privati, ti consiglio di contattarlo e troverai soddisfazione.

    Scrivere e-mail a: prestitoccf@outlook.it


    .

    RispondiElimina

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.