31 maggio 2011

A Testaccio le strisce sono un ricordo




A Testaccio sta scomparendo la segnaletica stradale: strisce pedonali, aree di sosta, ecc.
Ieri ho scattato un paio di foto a via Galvani davanti la caserma dei Vigili del Fuoco e davanti la Piramide, due zone molto pericolose per i pedoni in quanto le auto sfrecciano incuranti della segnaletica (e del buon senso). Le stesse foto le ho pubblicate sulla bacheca Facebook di Yuri Trombetti, Assessore ai Lavori Pubblici del Primo Municipio.
Alessandro Cosimetti

10 commenti:

  1. Solo a Testaccio? No, non solo. Purtroppo il pedone non rientra tra le specie protette. Ma poi, quand'anche fossero presenti, chi le rispetta? Nel mio percorso quotidiano da forte camminatore trovo la quasi totalità delle strisce occupate da macchine e motorini; per non parlare, poi, degli attraversamenti delle strade. Per principio forzo il passaggio, nel rispetto delle norme e del buon senso ovviamente, ma rimane comunque un'impresa. Aveva ragione Mario Soldati: a Roma bisogna attraversare brandendo e roteando minacciosamente un bastone...
    Saluti
    Enzo

    RispondiElimina
  2. a Londra non c'è un solo punto in cui la segnaletica orizzontale sia sbiadita.. come mai ?

    RispondiElimina
  3. VII municipio le strisce non esistono da due anni.

    Ma è possibile che quelle adesive le abbiano messe solo al Colosseo per farsi belli coi turisti??

    Ci vuole tanto a estenderle a tutta la città? Quanti soldi si risparmierebbero evitando di ridipingere continuamente? Quanti incidenti si eviterebbero con una segnaletica SEMPRE presente sulle strade?

    RispondiElimina
  4. Tiburtino,forse è molto tempo che non vai al Colosseo,è una vergogna magari fosse fatto qualcosa per farsi belli con i turisti,è diventato un suk,bancarelle e camion bar fino sotto al monumento.Poi come dice il primo commento è tutta Roma che si trova nelle stessa situazione di Testaccio.

    RispondiElimina
  5. ...e di Viale Aventino (fermata Circo Massimo) che dopo la pioggia è tutto allagato, vogliamo parlare?

    Carla

    RispondiElimina

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.