Oltre ogni ridicolo. La borsa di Hermès era tarocca. E Raggi se ne vanta pure!

31 ottobre 2018
La faccenda del sindaco Virginia Raggi e delle "borsette da 1000 euro" è così emblematica pur nella sua marginalità (della serie "i problemi sono altri" e qui è vero!) che forse merita un piccolo approfondimento anche se poi piccolo non è perché abbiamo scritto l'ennesimo papiro.

Premessa: c'è una considerevole manifestazione contraria al Sindaco nella piazza del Campidoglio. Dopo poche ore dalla fine della manifestazione il Sindaco invece di ringraziare i cittadini che hanno dedicato il loro sabato mattina a questo impegno civico e invece di assicurarli che ascolterà le loro istanze, risponde prendendoli per i deretano, canzonandoli, infamandoli uno a uno. All'interno della serie di insulti ce n'è uno in particolare, detto con tono mafioso e minaccioso all'insegna di "li ho scovati", "li abbiamo scoperti", erano "riconoscibili": "ci sono signore con borsette da 1000 euro e barboncini". Al di là del tono ridicolo e surreale (immaginatevi la sindaca di Parigi o il sindaco di Londra rispondere con queste argomentazioni ad una manifestazione), non passano molti minuti che escono le immagini (di cui già si parlò mesi fa) di Raggi che scende dalla sua auto di servizio con una celebre borsetta di Hermès che di euro ne costa 4, 5 o addirittura fino a 10mila a seconda della tipologia di pelle con cui è fatta.

Ovviamente i social si scatenano, le prese in giro si sprecano, i giornali riportano la curiosa notizia e qualche esponente dell'opposizione la cavalca. Del resto si prestava molto giornalisticamente non tanto perché una sindaca (tra l'altro Raggi guadagna 10mila euro al mese, grossomodo come Donald Trump alla Casa Bianca) non possa ostentare un oggetto costoso, quanto per la ridicola accusa che aveva rivolto alle signore in piazza.

Poteva finire lì se non si fosse trascurato (e magari fosse la prima volta) il genio del marito della sindaca. Andrea Severini in Raggi, come lo chiamavamo qualche mese fa, che come un grillo parlante senza la minima capacità comunicativa e senza un briciolo di strategia salta per farsi notare come ogni santo giorno. Cosa fa Severini in questo video post sul suo profilo Facebook che veleggia verso le 2000 condivisioni? 

Parla un po' male della stampa, sproloquia a destra e a manca con la consueta bava alla bocca malcelata e poi tira fuori la borsetta incriminata nel frattempo trafugata dall'armadio della moglie che - udite udite - alle 21.30 ancora non è rincasata a causa del lavoro (!) e, colpo di scena, fa scoprire a tutti che non è affatto griffata Hermès. 
La borsa infatti si rivela da vicino e ad una superficiale analisi essere una mediocre imitazione della celeberrima Kelly del noto brand transalpino dedicata alla mitica attrice americana poi Principessa di Monaco Grace Kelly. Insomma mentre Severini grida alla fake news, in realtà ci rivela semplicemente che il sindaco di Roma ha nel suo armato delle fake bag. Delle borse tarocche. Ce lo vedete che corre nel guardaroba fiero di poter dimostrare al mondo che la moglie possiede probabilmente dei falsi la cui detenzione in tal caso configurerebbe reato a norma del Codice Penale? Mah... Ora si capisce l'insana passione di questa amministrazione per le mafiette dei bancarellari!


Ma non contento di essere coperto di ridicolo andando a rivangare una faccenda che doveva finire così com'era iniziata, Severini ci rivela anche alcuni altri particolari che potete seguire nel suo video. Il primo è il nome del pellettiere (ehm) che avrebbe firmato questo tarocco, incurante di stare per sputtanare alla grande una persona o una azienda il buon Severini tira fuori l'etichetta che riporta il nome di Maurizio Righini. Nel filmato Severini lo definisce un grande artigiano che fa bellissime borse e molti esponenti del Movimento 5 Stelle, con almeno altrettanta bava alla bocca di Severini, riportano queste parole in post Facebook e lanci di agenzia che si stanno susseguendo. Un grande artigiano. L'unico grande artigiano romano a non avere un sito web, l'unico grande artigiano a non avere un profilo su Instagram o Facebook, l'unico grande artigiano che imita le grandi borse invece di realizzare suoi progetti. L'unico grande artigiano, infine, che produce oggetti di pelletteria "bellissimi" ma che poi nonostante il costo che questi oggetti solitamente hanno li vende a 100 euro. Questa è la cifra a cui la sindaca avrebbe acquistato questo fake. 



Solo un grillino seguace di Severini può credere che una "grandissima" borsa artigianale di pelle naturale realizzata da un "grande artigiano romano" (ipse dixit) in quel di Piazza di Spagna possa essere venduta a 100 euro. Ma tant'è. A Roma Hermès sta a Via Bocca di Leone, a poche decine di metri da Piazza di Spagna 35 dove in effetti esiste un palazzo (ovviamente stamattina ricoperto di monnezza e finacheggiato da orripilanti cestini della spazzatura dall'eccellente design...) dove c'è non certo un negozio (mentre Severini invita tutti ad andare a sincerarsi delle "bellissime" borse) ma quanto meno effettivamente un citofono intestato a misterioso artigiano privo di sito, privo di qualsiasi referenza su Google, privo di profili social. Considerando i prezzi a buon mercato non avrà bisogno di promuoversi come fanno tutti. Ad ogni modo vista la breve distanza consigliamo ai dipendenti di Hermès di andare a verificare: pare che ci sia qualcuno che dietro l'angolo vende imitazioni e repliche delle loro borse a prezzi stracciati facendo  quella che potrebbe ben definirsi concorrenza sleale. Queste società fanno muovere gli avvocati per molto meno tra l'altro...

Resta, a conclusione, l'ennesimo esempio di poraccitudine. Una sindaca che insulta chi ha (ammesso e non concesso che quella piazza ci fossero state davvero queste fantomatiche signore imbellettate) una borsa originale e si vanta di averne una taroccata. E ridicolo è il susseguirsi dei mille post e commenti social dei grillini per un istante ringalluzziti dopo giorni e giorni di umiliazioni e forzato silenzio: "la sindaca in realtà aveva una borsa artigianaleeeh, sosteneva gli artigiani italianiiih". Ma non diciamo idiozie. Tutti sanno che l'alta pelletteria di Hermés e comunque di moltissimi brand del lusso francese è realizzata in Toscana così come tutti sanno che la maggior parte delle borse tarocche  è realizzata all'estero, spesso da schiavi e da bambini tenuti sotto giogo. Perché questo è l'unica maniera per far costare all'utente finale 100 euro un accessorio di pelle. Beninteso, di certo non sarà il caso del famosissssimo artigiano in questione, che avrà altre strategie, senz'altro legali, per vendere a due lire oggetti simili (forse hanno liberalizzato la licenza e tutti possono replicare liberamente le Kelly? O forse stiamo parlando di una borsa semplicemente inspired ad un celebre originale?), ma far passare - da parte del marito del primo cittadino - il concetto secondo il quale un oggetto realizzato da un grande artigiano deve costare 100 euro è semplicemente malattia mentale grave. Per queste cose ci sono gli psicoterapeuti e delle cure specifiche, non si va a ostentare il proprio disagio psichico con un video su Facebook a nostro modestissimo parere...

A livello concettuale, poi, ostentare un oggetto famoso e costoso è radicalchicchismo della stessa caratura indipendentemente dall'autenticità o meno dell'oggetto stesso. Il punto è l'immagine che si vuole dare di se, con la differenza che la sindaca con la borsa Hermès (poco importa se di contrabbando) è un personaggio pubblico mentre l'eventuale manifestante con la "borsa da 1000 euro" è un privatissimo cittadino. Ecco perché qualsiasi annotazione sul valore reale dell'oggetto non conta, perché conta soltanto il valore di aura, di immagine e non quanto lo si è realmente pagato. Potrebbe essere stato anche un regalo, sia per la sindaca sia per la signora arrabbiata in Piazza del Campidoglio. Oppure potrebbe anche essere che le signore borsettate in piazza avessero a loro volta borse inspirate a grandi brand, ma del valore di poche decine di euro. Sta di fatto che a "gettare discredito" sulla Raggi (per parlare come parla Severini), non sono stati i giornali (che semmai le attribuivano il possesso di un oggetto ricercato), bensì il marito stesso, che ha svelato come la sindaca della più importante capitale italiana va in giro con borse tarocche da cento euro in presumibile pelle sintetica.

Il punto della sindaca, quando fece accenno alle borse da 1000 euro, era attaccare i "radical chic". Se l'opzione tuttavia è tra un sindaco radical chic e un sindaco sfigato e poraccio però noi abbiamo già scelto. Il problema è cosa scegliete voi....

P.S. La Sindaca si impegni a comprare accessori originali e a far girare l'economia immettendo nel sistema produttivo almeno una parte delle decine di migliaia di euro che incassa ogni mese pur non facendo nulla a beneficio della città (anzi!), magari potrebbe contrastare il crollo dell'economia (evidente da ieri anche nei numeri Istat) che il suo governo a livello nazionale sta provocando!

73 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Le borse in pelle si realizzano benissimo con 100€ non diciamo cretinate il fatto é che se é un brand lo deve far pagare tanto perché deve divenire esclusivo.
Fate una prova poi prendete due magliette da 5€ poi applicate un marchio che so balenciaga e se in giro dite che ne pensate di sta maglietta tutti a dire che ha un bel tessuto,chi compra fake é intelligente chi compra originale o é ricco oppure é un cretino.
La manifestazione é stata indetta da esponenti del pd questa é la verità

Anonimo ha detto...

Nelle Marche esistono artigiani della pelle che replicano e vendono regolarmente nei negozi di Casette D'Ete modelli simil Tods ad un quarto del prezzo degli originali. Non si tratta mica dei tarocchi dei venditori ambulanti, venduti in nero e controllati dalla malavita. Quindi non vedo il motivo di montare un caso su un artigiano romano che fa il suo lavoro come altri e magari rilascia pure regolare scontrino.

Anonimo ha detto...

Siete senza pudore

Anonimo ha detto...

Ahahahah... ecco i troll 5S che si scatenano a difendere l'indifendibile...

Anonimo ha detto...

@Anonimo ottobre 31, 2018 11:45 AM
"Le borse in pelle si realizzano benissimo con 100€..."
Come no?!?!? E ci sta spazio anche per il margine di guadagno!!!
Avete capito cari artigiani? Se vi sognate di applicare prezzi più alti, vi pigliate pure la nomea di essere ingordi e disonesti.

Ma per piacere!!!

Anonimo ha detto...

Non mi serve la borsetta imitata per farmi detestare Fregnamoscia: mi basta aprire il portone di casa e.....uscire!

Unknown ha detto...

non ho mai letto un articolo con tutte queste castronerie..siete senza pudore.. ma vi pagano per scrivere certe cose?? spero poco perche non meritate nulla

Anonimo ha detto...

All'anonimo ottobre 31, 2018 11:45 AM

Basterebbe leggere con un po' più di attenzione l'articolo dove è ben spiegato che il nocciolo della questione non è tanto nel valore o nell'autenticità di quello che si ostenta, ma semplicemente nel fatto che "LO SI OSTENTA", e questo è sinonimo di radical-chic.
Per cui è inutile accusare le babbione con barboncino al seguito (perchè ricche), se poi la stessa sindaca ostenta una simil-griffe.

Sarebbe meglio invece che la sindaca leggesse PRIMA, quello che qualcuno scrive per lei e pubblica a suo nome sul suo profilo, per non fare la figura della peracottara, costretta poi a "correggere il tiro" in termini ridicoli.

PS. Forse comprare griffato sarà da cretini, ma comprare fake più che da intelligente ti fa passare da poraccio alla "vorrei, ma non posso".

Unknown ha detto...

è ben spiegato da te che lo hai scritto forse...qui non si tratta di come è stato scritto l'articolo ma del fatto che il vostro editore vi ha detto di sparare sull'attuale giunta e voi da bravi servi che vi spacciate da giornalisti obbediate, anche dove manca completamente la notizia pur di ricevere il vostro magro compenso.
il mestiere del giornalista dovrebbe esser un mestiere importante ma ora nei tempi dei social si sta rivelando un mestiere da buffoni.. posso scrivere tutto e già domani dire l'opposto del tutto dicendo di essermi sbagliato. Per fortuna ci sono ancora bravi giornalisti capaci di fare inchieste scavando fino in fondo, mi riferisco alla Gabanelli a quelli di Report che ancora hanno in testa cosa voglia dire fare giornalismo.

Anonimo ha detto...

Ennesima figura di m..da di personaggi ridicoli. E li paghiamo pure.

Anonimo ha detto...

Raggi a casa. Basta non se può più ! Oggi ennesimo bando su rimozione auto sbagliato. Ma si facciano dare quello di Milano e lo copino, non è difficile. Il sindaco si preoccupi di questo e non dei barboncini. A proposito che cane ha Virginia ?

Anonimo ha detto...

Marino per molto meno di questo l'avrebbero già appeso testa in giù a Ponte Milvio...

Anonimo ha detto...

Ma perché la panda rossa o le cene di Marino erano cose serie ? Sembri Ferrara quando si parla di Berlusconi.

Anonimo ha detto...

Un sindaco mediocre con collaboratori mediocri sostenuta da elettori mediocri. Intanto il bando per la rimozione auto e' ancora sbagliato e da rifare come la falsa spiaggetta sul tevere abusiva e costosa. Roma non si meritava tanto squallore

Anonimo ha detto...

Sulla mediocrita' del marito non mi esprimo....

Anonimo ha detto...

Per me chi vende o compra borse da 5000 euro puo' sparire dal mondo gia' da domani mattina, come puo' sparire dal mondo chi scrive articoli come questo, lui sì un poraccio.
Non sono nè di destra nè sinistra e nè abito a Roma, seguo "Roma fa schifo" saltuariamente e mai mi era capitato di leggere un'articolo così insulso e sciocco.
Tonelli stai regredendo, sei scaduto nell'insulto gratuito privo di argomenti, così diventi ridicolo e fai il gioco di chi vorresti attaccare.

Anonimo ha detto...

E' evidente che chi critica questo articolo non lo ha letto fino in fondo (o anche in questo caso manifesta quasi-analfabetismo, come certi noti elettori...).

Che figura fa una che disprezza la popolazione di 'radical chic', firmata e accessoriata e poi esibisce se' stessa con le stesse firme, che poi si scoprono false?

Fa l'effetto (e farei ragionare, se possibile, il suo elettorato) di chi e' mosso dall'invidia e critica perche' "non puo'". La figura e' l'ennesima pessima che l'avvocatuccio (controllare denunce dei redditi degli anni in cui ha esercitato, come avvocato dello Studio Previti ...) fa.

Ma i suoi elettori non si accorgono di questa debordante mediocrita'? Hanno messo in mano Roma ad un galoppino di studio legale, mentrel'italia ad un semianalfabeta, incapace di amministrare un condominio...

Non ci credo, non credo che siano tutti cosi' ciechi da non capire...

Anonimo ha detto...

ottobre 31, 2018 2:41 PM

Hai perfettamente ragione...questo poveretto di Tonelli quando non sa che scrivere sarebbe meglio che evitasse di fare queste figure da peracottaro

Unknown ha detto...

ancora che non lo abbiamo capito fino in fondo... guarda che se ammetti di aver fatto un articolo tanto per farti dare la paghetta da Tonelli faresti più bella figura.
l'articolo è chiaro non abbiamo bisogno che ce lo spieghi di nuovo ( come spiegare le barzellette dopo che la gente non ride) ma è il contenuto ad esser una boiata enorme

Anonimo ha detto...

Certo che la Raggi per la gnocca che e' poteva scegliersi un marito migliore, no ?

Anonimo ha detto...

tra sta nuova tegola della spiaggia tiberis abusiva costata 240mila euro (in andrei pure a ricontrollare se quei 7 cessi al colosseo hanno avuto un appalto regolare..), la sentenza del 10, il referendum "segretato" dalla raggi dell'11 dove sa di perdere lei e i suoi pigri elettori, Tonelli hai da lavorare e parecchio.
auguro grande visibilità a questo blog e qualche entrata extra per la pubblicità per continuare a migliorare il prezioso servizio di informazione.

aspetto fiducioso altre (brutte) notizie riguardanti sta giunta di incapaci.

Cristina dell'Amore ha detto...

Non mi viene commento più adatto che il cognome di un altro inquilino del palazzo

Anonimo ha detto...

Anonimo (anzi unknown) del ottobre 31, 2018 3:13 PM

Hai raigone, inutile spiegare le barzellette a uno che non capisce, si vede che non capisce, non c'e' molto da fare.

Ad maiora...

Anonimo ha detto...

Ancora a stupirsi di come questa sindaca sia buona a nulla? Io ci avevo sperato, ma poi prima delle elezioni è uscito il famoso modulo sulle prestazioni per la ASL di Civitavecchia. Praticamente incapace anche a gestire questa cosa qua e a compilare le relative dichiarazioni peggio di una bambina di dieci anni. E' andata a finire che il giorno del ballottaggio ho annullato la scheda e adesso vivo in un'altra regione. Poveri voi. Ora, mi raccomando, rivotate "giallo", oppure "verde", che è anche peggio.

Anonimo ha detto...

Solo di accessori, se non di plastica cinese, ci sono 20-30€

Anonimo ha detto...

che vergogna... fortuna che l'italia non se la incula più nessuno, altrimenti saremmo i pagliacci del pianeta

Marco Bianchi ha detto...

Che articolo ridicolo che hai scritto. Sostieni pure che Trump prende meno di 10000 € al mese, invece la retribuzione di un presidente degli Stati Uniti è 400000 $ all’anno più vari extra si arriva 600000 $. Consideriamo pure 400000 significa che prende 30000 $ al mese considerando la tredicesima. Che poi Trump non li ha voluti perché multi miliardario è un altro discorso.

Marlene ha detto...

Articolo da lavandaie, da pescivendole. ci si abbassa a fare i conti (falsi) in tasca al sindaco e imporre come deve spendnre i suoi soldi. Dati fasulli (come il compenso di Trump), osservazioni squallide su borsette e mariti, roba da portineria.
Se questa è l'opposizione, andate a casa e riflettete se non è il caso di mettersi davvero a lavorare, piuttosto che leccare il cu*o ai palazzinari. Vergogna !

Anonimo ha detto...

Guarda che sono lordi Raggi 10000 li prende netti. Poi Trump lavora e ha risultati . Lei no.

Anonimo ha detto...

Magari a Roma l'edilizia si riprendesse. Meglio disoccupato ? Tanto Virgi e' già bruciata. Non fa più nulla per lasciare a chi viene dopo il peggio del peggio. Tra pochi mesi si rivota. Ciaone

Anonimo ha detto...

Un conto è una borsa su misura un conto é una borsa in serie e quelle con 100€ si realizzano senza problemi poi possibile che voi che comprate firmato non capite che vi stanno a prende in giro?
Poi come detto da un altro commentatore si riesce a fare borse di pelle belle a meno di 100€.
Le borse Carpisa ad esempio non sono in vera pelle? E costano anche meno di 50€

Anonimo ha detto...

Leggi quello che ho scritto se acquisti griffato sei cretino se non sei ricco perché se tipo guadagni 1000€ al mese e rinunci ad uscire per comprarti una borsa sei cretino.
Poi chi compra fake é perché gli piace un certo modello di borsa e vede che alla fine queste imitazioni sono pari a quelle vere ma costano molto meno,discorso diverso però chi imita nomi di marchi famosi tipo nike diventa nihe e li sono ridicoli

Anonimo ha detto...

1. Qualcuno spieghi perché si dovrebbe credere alle parole del sig. Raggi che non offre alcuna prova a sostegno della pretesa che la borsa mostrata sarebbe quella immortalata.
2. La maggior parte dei falsi viene prodotta utilizzando modelli e materiali originali, talvolta addirittura con la complicità delle aziende titolari del marchio: è un modo per pagare i fornitori offrendo loro la possibilità di vendere gli scarti o le eccedenze di produzione senza applicare il marchio; i veri falsi si riconoscono facilmente proprio perché i materiali e le rifiniture sono scadenti. Alcune ditte venete, per esempio, producono maglieria per grandi griffe e nei loro negozi aziendali vendono originali di seconda scelta.
3. Poco distanti da piazza di Spagna si trovano altri negozi di pelletteria (scarpe e borse) molto quotati con prezzi accessibili; non è necessario andare a cercare l'artigiano in un caseggiato...
4. Excusatio non petita...

Anonimo ha detto...

Anche i troll non sono più quelli di una volta!
Seeeeeh! Come no! A 100€ fai le borse con la manodopera in nero che lavora nello scantinato senza aereazione !!
Onestà Onestà Seeeeeh!!

Anonimo ha detto...

Se paghi gli operai 50 centesimi di dollaro all'ora!!
Caro, non ti mettere a fare l'esperto di marketing! Che già abbiamo il liquidatore dei danni che fa il ministro e si occupa d'urbanistica.

Anonimo ha detto...

Ma che pretendevate dalla "ggente de borgata" che è arrivata inaspettatamente al potere senza merito alcuno ?
Loro hanno ancora i miti della borghesia radical-chic, che veste solo abiti con la griffe (vera o fasulla, poco importa....).
Fossero solo questi i difetti della Raggi !!! Purtroppo Roma è una discarica a cielo aperto, con traffico demenziale, alberi pericolanti per assenza di manutenzione, mezzi pubblici fantasma (ed ATAC commissariata...).
La Raggi in tutto questo sfasciume trova però il tempo di spingere per la realizzazione della maxi speculazione immobiliare di Tor di Valle, pur avendo perso per strada i Lanzalone, i Parnasi, i Prosperetti e tanti compagni di merende favorevoli allo scempio.

Anonimo ha detto...

Però lei la gente, i cittadini, li ascolta (dice lei)!

Anonimo ha detto...

Se questi sono i problemi di Roma, andiamo bene. Anzi, a gonfie vele! Dico questo perchè stavolta RFS ha fallito il colpo. Infatti (re)agendo così, signor Tonelli, lei non ha fatto altro che porre la Raggi in una luce assai migliore rispetto alla triste penombra alla quale è solita appartenere. Non si sarebbe dovuto abbassare a livelli ancor più inferiori rispetto a quelli della già infelice sindaca e della sua altrettanto infelice amministrazione.
Mi spiace ma da questo 'articolo' ne esce meglio la sindaca.

Anonimo ha detto...

esce come la solita peracottara grillina, che per salvarsi da una brutta dichiarazione, che le torna in faccia come un boomerang, ci mette da sola il carico usando l'ex marito zerbino.
l'importante poi, solita tecnica casaleggio, è che si parli della borsa, non della gente infuriata per la malagestione. e tu e altri commentatori ne siete la palese dimostrazione.

Anonimo ha detto...

novembre 01, 2018 4:13 PM

spietato ma realista
Cordialità

P.S.: che poi un blog sui problemi di roma perda tempo su queste cose e in questo modo significa che anche qui chi legge deve saper distinguere tra buone e cattive idee

Anonimo ha detto...

La differenza è che la Raggi è il sindaco di Roma, mentre le "signore" vanno in piazza a protestare come strappone facendo il chiagn'e fotti comunista, armate degli accessori del mafio - sinistroide, arricchito e collocato dal Partito del Delinquere armato e organizzato.
In secondo luogo, tutti sanno che i falsi sono prodotti dalle stesse case che sfornano gli originali, per moltiplicare gli introiti, motivo per cui lasciano che i loro amici extracomunitari li vendano ovunque impuniti, anche di fronte ai negozi che vendono gli originali, vedi Via Ottaviano.
Ipocriti, comme toujours.

Anonimo ha detto...

Non è un caso che tonelli rimuova quanto avvenuto in questi giorni. Lo andiamo qui a ricapitolare.
L'ECATOMBE ARBOREA
Per premiare i loro amici criminali, quelli che all'occorrenza gambizzano un avversario politico, lo intimidiscono, lo minacciano o peggio, da decenni i comunisti affidano anche i lavori che richiedono specializzazione alle cooperative, e non a cooperative normali, il che già sarebbe dequalificante, ma a cooperative di ex galeotti.
A far da tramite con gli appalti figure border line, che incamerano gli introiti di mediazione e li spartiscono coi politici che agevolano gli appalti, come è stato dimostrato nell'inchiesta di mafia capitale.
Questa gestione sempre più privatizzata e dequalificata della cosa pubblica, porta a un aumento abnorme del potere dei privati, e anche alla scellerata gestione dei servizi.
Nello specifico, il servizio giardini è pressoché privo di dipendenti comunali qualificati (agronomi, periti, giardinieri, botanici, progettisti, storici del verde, ecc.), ed è diventato una mangiatoia per le sopradette cooperative.
Cosa è successo negli anni?
Poiché l'avanzare delle cooperative ha costretto a creare tabelle stipendiali a cottimo, sulla base delle prestazioni, e poiché la potatura e l'abbattimento valgono sulla carta più della pulizia, oltre a richiedere meno tempo e minor competenza, queste bestiali accolite di briganti delle cooperative hanno negli anni decimato la flora arborea, o la hanno scempiata in modo scriteriato.
Ma non solo.

Anonimo ha detto...

Gli alberi potati, come sa qualunque giardiniere di scuola e il più descolarizzato dei contadini, è un albero destinato ad ammalarsi, perché non solo si squilibra la struttura naturale della sua chioma, ma si aprono i varchi di taglio a marciumi e parassiti.
A ciò si aggiungono altri due fattori che devastano la flora della capitale:
1) Le inutili e costose disinfestazioni anti -zanzare, che oltre ad avvelenare i cittadini fanno sparire gli insetti che si nutrono dei parassiti delle piante.
2) Le ripiantumazioni di esemplari malati, inadatti alla città o mal collocati, come i ligustri piantati innestati da metro C, che sono caduti quasi tutti, e si spera che caltagirone venga obbligato a rifondere i danni.
questo proliferare di cooperative, diserbanti e disinfestanti, e l'avanzata di metro c, non si era mai sentito nella storia del mondo che gli alberi cadessero in massa con il vento e la pioggia, né in Italia, né in nessun altra parte del mondo.
Vedi la Francia dove alberi alti trenta metri non vengono nemmeno toccati dai giardinieri del comune.

Anonimo ha detto...

Le signore impellicciate della sinistra, sono buzzicone prese dai bassifondi che a colpi di corruzione la sinistra ricolloca in modo delinquenziale, e che poi vanno in piazza a protestare perché la sedia dorata per i loro posteriori di periferia comincia a scottare.
Basti pensare che una di queste dame "della sinistra bene" è la sora buzzi, e tutto è detto.

Anonimo ha detto...

Cari troll 5S, il vento sta cambiando davvero, ma questa volta non come intendevate voi. Potete rivoltarvi come bisce quanto vi pare ma le chiacchiere stanno a zero. Che ci fossero signore impellicciate, o buzzicone di periferia poco importa, parlano i fatti. E i fatti dicono che alla manifestazione hanno partecipato migliaia (migliaia, cari signori) di cittadini stanchi di questa amministrazione del nulla. Fareste meglio ad andare a rinfrescarvi le idee sulla "spiaggia" di Tiberis, almeno finché ci sta, visto che (sempre grazie alla sora Virginia, la "segretaria" di Lanzalone) dovrà essere smantellata, in quanto abusiva.

Anonimo ha detto...

Basta, anche Amazon ė grillinaus.
Digiti borsa pelle donna ed escono fuori un centinaio di risultati, incredibile.

Anonimo ha detto...

L' eccessivo peso della testa (che può essere dovuto a molteplici cause, come sanno in natura gli esemplari che vantano i loro palchi); può provocare lo schiacciamento delle vertebre cervicali, provocando anche disturbi che compromettono le funzioni cognitive.

Anonimo ha detto...

Ennesimo articolo penoso di RFS. Ma tornare ad occuparsi di doppia fila, no?

Anonimo ha detto...

Fatti ricoverare hai sparato una marea di cazzate, dalla disinfestazione anti zanzare. Mai vista a Roma. Agli alberi in Francia mai potati. Curati.

Anonimo ha detto...

Secondo me una borsa è taroccata e illegale se oltre alla somiglianza si applica il marchio falsificato. Se uno compra una borsa che somiglia ad una griffata, magari fatta da un artigiano, che male c'è? Sappiamo poi benissimo che quasi tutte i marchi si affidano ad artigiani e poi si limitano ad applicare il loro logo. E questa non è una truffa? E poi, ma lasciatelo perdere quel povero artigiano. Gli volete mandare anche le spie di Hermes e magari mandarlo per stracci per fare un articolo contro la Raggi. Capisco il libero pensiero di critica, ma questo va oltre...

Anonimo ha detto...

Dillo al marito della Raggi.

Anonimo ha detto...

Forse non ricordi che il comune ha sbagliato il bando della rimozione tre volte e la Raggi gli anche dato i premi.

Anonimo ha detto...

si 100 euro come no!!! con quella cifra al massimo ci compri un portafogli di buona fattura, se la ripigliasse Previti a sta cazzara quà

Alessandro Soderini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Soderini ha detto...

Vi ho sempre seguito e spesso anche condiviso, ma credo che smetterò di farlo perché ultimamente siete parecchio scaduti. Questa volta avete veramente toccato il fondo: avete scritto un Canto della Divina Commedia sul nulla cosmico. Questa storia della borsa e della smentita del marito sono, giustamente, talmente squallide che si commentano da sole, e avrebbero meritato solo un pietoso silenzio. Con questa filippica avete conferito loro un'importanza che non meritavano. Vi consiglio anche di rileggere i vostri post prima di pubblicarli: vi risparmiereste strafalcioni come "la sindaca della più importante capitale italiana". Non sarà che questa foga di pubblicare senza neanche rileggere sia sintomatico di quella stessa "bava alla bocca" di cui accusate coloro contro i quali vi scagliate?

Alessandro Soderini ha detto...

I commenti dei fan a 5 Stelle che danno dei comunisti a chi non la pensa come loro, cosa che non fa più nemmeno Berlusconi, sono poi un vero spettacolo! Sentire da gente che professa la stessa cieca ideologia degli estremisti extraparlamentari di sinistra degli anni '70, che a Confronto il PCI di Berlinguer era il manifesto della liberaldemocrazia, dare dei comunisti ai Borghesi del PD è come sentire il bue che da del cornuto all'asino! Ma tant'è, il mondo è bello perché è vario...

Anonimo ha detto...

"Non ho votato Virginia Raggi. E non ha colpe chi ha creduto in una stagione nuova affidandosi ad una donnina più incapace che gracile. Questa amministrazione e il suo scialbo sindaco hanno reso il degrado e l’incuria fatti oggettivi . Non dimissioni per mero atto di guerra politica, ma dimissioni per consapevole ammissione di incapacità, per un ultimo estremo provvedimento elargito ad una città oramai in ginocchio. Dimissioni come regalo a questa Roma ferita e, allo stesso tempo, come speranza di far rinascere una città che non sembra più eterna sacrificando la propria presunzione, la propria incompetenza e la dolorosa cecità verso tutto questo.

Ci regali almeno questo sindaco, le dimissioni come atto responsabile e finalmente lieto in questo dramma"

Anonimo ha detto...

E quindi Tonelli stai affermando che chi è povero e non può permettersi le cose originali deve morire, eh?
Ma bravo classista di merda!

Anonimo ha detto...

@anonimo novembre 03, 2018 3:42 PM

Non mi sembra proprio che in questo articolo (discutibile quanto si vuole, lo riconosco) ci sia scritto quello che lei sta affermando, e che neanche lo lasci ad intendere.
Poi ognuno ha le proprie opinioni, ci mancherebbe.

Anonimo ha detto...

Tu generalizzi una affermazione specifica su personaggi pubblici come Virginia. Leggi meglio e cerca di capire.

Anonimo ha detto...

aro Direttore,
faccio parte di un gruppo di una decina di quarantenni padovani, tutti laureati in fisica all'Università di Padova, la maggior parte di quali risiede da tempo stabilmente all'estero, fra Spagna, Svizzera, Polonia, Stati Uniti, Brasile, Regno Unito. Per mantenere vivi i nostri legami, ogni anno ci ritroviamo per qualche giorno in una capitale europea, e quest'anno abbiamo deciso per Roma, dove abbiamo soggiornato a fine ottobre. Ovviamente ci teniamo informati sulle vicende italiane, ma un conto è leggere, ed un altro è toccare con mano. E Roma, spiace dirlo, al di là delle straordinarie bellezze artistiche, oggi somiglia più ad una capitale del terzo mondo piuttosto che ad una capitale europea. Rifiuti ovunque, pantegane morte per strada, militari con mitra spianati, autobus strapieni, strade dissestate, villania del personale di bar e ristoranti. Insomma la capitale, che dovrebbe essere il biglietto da visita del nostro Paese, offre al turista uno spettacolo di incuria e degrado, e a noi, italiani all'estero, toglie qualsiasi voglia di ritornare.
Enrico Maria Crisostomo
Madrid

https://www.ilgazzettino.it/lettere_al_direttore/degrado_roma-4082243.html

Anonimo ha detto...

Non so un troll solo uno che dice che chi compra firmato é un coglione che non sa che il prodotto potrebbe costare benissimo 100€ ma dice eh no il tessuto la pelle e altre menate varie visto che poi vai da un calzolaio e con neanche 300€ ti fa scarpe su misura ed esse sono fatte a mano non in grande numero ma un paio solo e questo porta ovviamente a prezzi diversi.
Vabbè voi buttate i soldi come vi pare poi io quando mi faccio i vestiti e ci attacco i marchi vi prendo per il culo a tutti quanti visto che spesso neanche li riconoscete e dite eh si sta maglietta li vale tutti 250€ quando poi io la pago 5€ la maglietta+ 10€ quella di marca usata a cui stacco il marchio

Anonimo ha detto...

Autobus strapieni pou vai a Londra e ti ritrovi la stazione chiusa perché ci sono troppi passeggeri.
Enrico ci faccia il favore rimanga a Madrid e casomai vai a pisciare per strada con la sindaca di Barcellona invece di criticare Roma.
Roma va criticata per due cose mondezza e gente cafona che ci abita per il resto é come le altre città,si qualche buca c'è sta ma non sono così frequenti in centro e se sei veramente un turista non credo che hai visto tutte queste buche oppure le hai viste vedendo i servizi sulle tv nei bar dove andavi

Anonimo ha detto...

Coglione. Appena stato a Valencia. Zero buche anche in periferia e cassonetti puliti. Basta autoilludersi. Gli altri stanno meglio.

Anonimo ha detto...

'Sti pentafessi sò troppo odiosi.
Incapaci e presuntuosi
fanno puro i permalosi.

Quel che millantano come onestà
è solo tragica incapacità:
alla fine peggio d'ogni realtà

Roma mia disperata
lurida e abbandonata
grida vendetta
a questa falsa setta.


Anonimo ha detto...

E così questa guadagna 10000 Euro al mese, quanto Trump?! Mei coloni. Trump alla Casa Bianca ha rinunciato allo stipendio da presidente...

Anonimo ha detto...

Pure io ti dico: coglione. Metti il naso fuori da Roma invece di sparare cazzate. Le altre capitali non sono così. Pigliati un Ryanair e fatti un giro. Svegliati.

Gmail sign up ha detto...

Very helpful article, Thank you for sharing. I love you
geometry dash meltdown
the happy wheels games
animal jam play wild

Anonimo ha detto...

Su una cosabha assolutamente ragione, (al di là di tutte le chiacchiere borsa taroccata o no): un sindaco di una capitale europea che si mette a criticare le borse di chi legittimamente lo contesta è assolutamente ridicolo e inadeguato, a malapena sarebbe comprensibile nell'amministratore dinun paesino di campagna dofe tutti si conoscono.
Poveri romani, in che mani..

Anna Belmonte ha detto...

HAI BISOGNO DI PRESTITO ? CONTATTACI: kredit1305@gmail.com

Offerta di Prestito disponibili per chi hanno bisogno di soldi urgentemente per finanziamento di progetti, o bisogno di prestito personale.Un prestito che facilita la vita, semplice e veloce, per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo: kredit1305@gmail.com

Anonimo ha detto...

Forse l'ha presa da quarche bangarellaroh Sulla Tuscolana

Erika Gabler ha detto...

offerta di prestito tra particolare
Ho messo a vostra disposizione un prestito da 2000 € a 25.000. 000 € a condizioni molto semplice. Ho anche fare investimenti e prestiti tra i singoli di tutti i tipi. Offro crediti a breve, medi e lunghi termine in collaborazione con il mio avvocato. Sappiamo che il tuo USA e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le vostre richieste proposte dalla frequenza e la quantità dei pagamenti e sarò il vostro aiuto. Infine vi prego di contattarmi da mail:erika.gabler604@gmail.com

Anna Belmonte ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

ShareThis