Ecco perché è stato ammazzato dal suv sulla corsia preferenziale. La nostra videoanalisi

9 ottobre 2018
Ormai è una lagna, una noia, una ripetitività micidiale. Tuttavia, come spieghiamo anche nel video, questi episodi tendono ad essere messi da parte e la cosa ci fa particolarmente rabbia. E i morti si susseguono con un ritmo micidiale: quando possiamo andiamo dove il sinistro è avvenuto e proviamo a abbozzare una analisi. Dunque eccoci: analisi sul posto dell'incidente avvenuto domenica riguardante il signore inglese di 72 anni ucciso sulla corsia preferenziale. 

Il video dice tutto sulla nostra posizione. Guarda caso esce sempre - sempre! - fuori che la colpa è del layout delle strade e dell'arredo urbano assolutamente scellerato e inquietante della nostra città: questo sia che l'attraversamento pedonale sia avvenuto nel senso ipotizzato dal video, sia che sia avvenuto nel senso contrario perché il marciapiede lato aventino (lato palazzi) ad un certo punto all'altezza dei magazzini dei Cavalieri di Malta finisce. Scompare. Obbliga il pedone o a camminare in mezzo alla strada o, appunto, ad attraversare. Insomma grazie a strade disegnate in maniera ridicola, cucite attorno alle esigenze delle auto come se fossimo negli anni Sessanta, la percorribilità pedonale tra Bocca della Verità e Piazza dell'Emporio praticamente non esiste! 

Non resta che chiedere e leggere il vostro parere a riguardo nei commenti qui o nel relativo post Facebook. 

37 commenti | dì la tua:

david ha detto...

ciao,
questa analisi andrebbe fatta in maniera sistematica, ci sono molti posti a Roma dove i pedoni non possono far altro che correre dei rischi mortali per colpa della sbagliata disposizione della segnaletica, delle strade e dell'arredo urbano.
credo anche che il Comune, in particolare l'Ufficio Viabilità, dovrebbe essere incriminato ogni qualvolta emergono pecche di questo tipo.
a questo poi si aggiunge il comportamento criminale dei cittadini: rifiuti, bancarelle e tavolini dei negozi ad occupare i marciapiedi già stretti, doppia fila agli incroci, auto che percorrono le corsie preferenziali, scarsa illuminazione, e la miscela è devastante.
non è un caso che spesso le vittime siano straniere, perché non si rendono conto del livello primitivo in cui versano le nostre strade.

Anonimo ha detto...

d'accordo in tutto, tranne con un paio di affermazioni:
In quel tratto di strada al buio e rettilinea, un pedone che deve attraversare la strada ha la possibilità di valutare se la velocità della macchina che sta sopraggiungendo gli consente di attraversare la strada in sicurezza. sicuramente più facilmente della macchina che potrebbe anche avere la visibilità ridotta a causa della auto dal verso opposto.
Per altro il cod 190 del cds chiaramente obbliga il pedone a dare la precedenza alle vetture in caso di attraversamento fuori dalle strisce.
questo per dire che fare una ricostruzione dei fatti così in maniera superficiale attribuendo la responsabilità alla velocità della macchina senza aver letto uno straccio di verbale è fare cattiva informazione.
non si conosce la velocità, non si conosce la modalità con cui il 70enne ha invaso la preferenziale mancano tanti dettagli che fanno la differenza.
In questa città non c'è categoria che si possa definire vittima, perché anche tra i pedoni ci sono comportamenti assurdi, solo che essendo categoria debole (come i ciclisti ad esempio) hanno la nostra solidarietà:
questo non scagiona nessuno..... ma lanciatevi in ricostruzioni, per altro anche molto di parte

Marco Di Gregorio ha detto...

Concordo pienamente con l'analisi.

Ricordiamoci tutti che esiste un tipo di dissuasore della velocità che consentirebbe, da subito, di ridurre sensibilmente il numero e la gravità di queste continue tragedie: le STRISCE PEDONALI RIALZATE. Non solo sono molto meglio visibili, ma obbligano tutti a rallentare. L'adozione di questo dissuasore in tutto il centro abitato dovrebbe essere una vera e propria priorità assoluta.

Anonimo ha detto...

Solita sequela di scempiaggini blaterate a vanvera sula pelle di un morto e di un povero cristo che starà passando l'inferno tra accuse, controlli, burocrazia e inevitabile angoscia.
La "credibilità" di chi ha girato il video è lampante fin dai primi secondi, quando afferma più volte che un pedone, in quel luogo, non può fare altro che attraversare mentre si vede benissimo che ci sono parecchi varchi nella recinzione del parcheggio, pertanto basta attraversarli per proseguire senza bisogno di buttarsi in mezzo alla strada. Non c'è nessun arredo sbagliato che limita la visibilità, al massimo si può criticare che sulla preferenziale il senso di marcia sia contrario a quello delle altre corsie e, forse, potrebbe essere stato proprio questo a confondere il pedone, che avendo visto il traffico provenire da una parte ha guardato da quella, senza avvedersi del veicolo che percorreva la preferenziale. Lasciamo perdere le illazioni gratuite sulla velocità, peraltro già commentate fin troppo benevolmente. Meglio tornare a pubblicare i video morbosi sulle ladruncole e lasciare in pace i morti, dai retta...

Anonimo ha detto...

Che a Roma ci siano uno o due morti al giorno investiti e' un fatto. Colpa sempre loro ? Non credo. Poniamoci il problema negli altri paesi non è così. Cerchiamo do migliorare !

Anonimo ha detto...

Scusate, ma ormai che c'è da commentare su questi fenomeni?! Finchè avremo un corpo di vigili urbani che sono diventati da anni una casta intoccabile, come del resto gli ataccari o gli amannari (e quindi sono tre categorie del tutto inutili) cosa dovrebbe mai cambiare?!

Anonimo ha detto...

Roma ormai è come l'AIDS: se la conosci la eviti, se la conosci non ti uccide.

federico ha detto...

Ma basta con le solite stronzate di arredo urbano non é che se vedo uno che attraversa sulle striscie gli do la precedenza passo prima io é ovvio.
Però vado a velocità adatta alle mie possibilità e se uno mi attraversa davanti di certo non gli faccio fare 50m attaccato sul mio cofano prima di fermarmi al massimo gli faccio fare qualche metro.
La colpa dell'incidente é imputabile solo che il pilota era un vecchio di 70anni disabile che chiaramente in quelle condizioni alle 19con la pioggia non é in grado di guidare visto che vede a malapena e neanche si é accorto di quello che aveva fatto altrimenti fermava subito e faceva col signore sul cofani solo qualche metro oppure per fare tutti quei metri doveva andare minimo sui 90-100 orari.
Poi possiamo mettere tutte le striscie i semafori che vogliamo ma se un pericolo pubblico come il vecchio disabile può guidare ancora é normale che succede questo.
L'unico modo per non far accadere queste cose é impedire ai vecchi di più di 65 anni di usare l'auto se piove o se é buio perché chiaramente non hanno la vista di un 30-40 enne.

Anonimo ha detto...

Anche tutti sti pedoni che girano allo stato brado sono un rischio per tutti, eh.......

Anonimo ha detto...

Se vuoi andare a piedi vai in un parco, oppure in un'isola pedonale o un percorso protetto. Non puoi girare dove ti pare, vicino alle strade, e poi ti lamenti che ti investono.

Anonimo ha detto...

A differenza del video dell'incidente di Via Cavour, dove alcune osservazioni sull'arredo urbano mi sono sembrate corrette, qui non credo che questo sia un fattore determinante. C'è solo un parcheggio, nel quale si può accedere senza camminare sulla sede stradale - il commentatore vi è entrato - e più avanti praticamente non c'è niente sino a Piazza dell'Emporio, quindi la circolazione dei pedoni è trascurabile, non è che si può mettere un attraversamento pedonale ogni 10 m.
Sulla velocità dell'auto non si sa niente, quindi è inutile fare ipotesi, comunque a 50 km/h - la velocità consentita in generale in città, sulla quale il commentatore insiste come velocità sicura, fai 14 metri al secondo, in pratica sorpassi tre berline ferme ogni secondo - non è pochissimo, bisogna stare sempre attenti.

Anche se non di pertinenza con l'incidente, l'investitore poteva benissimo essere un taxi o un autobus, mi chiedo la ragione per la quale con il contrassegno per i disabili si possa percorrere le preferenziali: giustissimo il parcheggio e l'ingresso nelle ZTL, per limitare gli spostamenti fuori dell'auto al minimo, questo è ovvio, ma quando sei a bordo e guidi (di persona) non in condizioni di emergenza...

jeje ha detto...

salomon shoes
nike shoes outlet
canada goose jackets
ugg outlet
nike blazers
coach factory outlet
canada goose outlet
christian louboutin outlet
longchamp outlet
mlb jerseys

Miriam Lavoretano ha detto...

Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni: 

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti

Miriam Lavoretano ha detto...

.









Buongiorno. il mio nome è Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni: 

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti





.

Anonimo ha detto...

Il parcheggio sarà stato tutto pieno zeppo per la fiera di coldiretti a Circo Massimo e il poveruomo per proseguire sarà dovuto scendere sulla pista, forse convinto che le auto venissero solo da destra. Tragico incidente, ma a Roma devi stare più che attento, se sei a piedi o in bici è sempre come un assalto alle trincee nemiche durante la prima guerra mondiale. Io comunque ogni volta che devo attraversare la pista guardo sempre 100 volte a destra a sinistra e anche dietro!!

alfredo casella ha detto...

Tanto per essere utili, segnalo le condizioni di via di Pietralata. Questa strada collega la Nomentana alla Tiburtina, ma nel primo tratto che porta a circoli sportivi e ad altri luoghi frequentati da giovanissimi, il marciapiede proprio non esiste e chi la percorre a piedi si ritrova tra le ruote di Suv e autobus spesso lanciati a velocità eccessive, nonostante le curve cieche.Strano che ancora non sia successo niente.

Anonimo ha detto...

A Roma ci sono troppissime automobili, bisogna:
1) allargare di molto i marciapiedi e restringere le carreggiate;
2) togliere molti posti auto dalle strade e aumentarne il costo orario;
3) più polizia locale per strada, reintrodurre le rimozioni dei veicoli e le ganasce;
4) estendere gli orari e la dimensione della ZTL;
5) istituire almeno una "zona 30" per ogni zona urbanistica;
6) pedonalizzare almeno una strada per ogni zona urbanistica;
7) creare una capillare rete di piste e corsie ciclabili;
8) creare ulteriori corsie preferenziali (con cordoli) per taxi/bus;
9) potenziare il trasporto pubblico;

Insomma, la gente deve muoversi il più possibile a piedi, in bici, con i mezzi e in taxi, vendendo le troppe auto private presenti in ciascuna famiglia. Solo così ci potremo salvare.

-peppe

-peppe

Anonimo ha detto...

tre trolloni uno dietro l'altro tra le 10 e le 11.06 di ieri. Bel filotto.
Peccato ci sia scappato un morto, per cui l'umorismo mi pare un pizzico fuori luogo. Capitasse - non sia mai per carità - a qualcuno cui tengono potremmo mettere alla prova la loro sagacia.
Personalmente, per quello che vale, sono d'accordo con i primi due interventi. Le strisce rialzate, inoltre, sicuramente aiuterebbero a salvare qualche vita (e quindi già così sarebbe d'uopo adottarle), ma per chi guida diventerebbero un incubo. Un conto è qualche dosso su qualche strada, un conto è su tutte ogni 50 metri....
Ma appunto qui arriva ottobre 10, 2018 10:03 AM che completa ed esplicita: la circolazione privata, chez Tonelli, DEVE diventare un incubo. Ok, ci posso anche stare, ma allora il punto 9, per favore, fatelo diventare il punto 0,1. Intanto nelle opinioni, sperando che lo diventi anche nelle teste di chi ha il potere di farlo.
Ma occhio che pure gli autobus e i tram possono investire i pedoni...
Cordialità

Anonimo ha detto...

Certo che qualunque veicolo può investire un pedone. Però in questo caso il SUV stava dove non doveva stare e il pedone sulle strisce ha precedenza. Questo è il punto.

Anonimo ha detto...

@11:09 "L'analfabetismo funzionale si concretizza nell’incapacità di comprendere, valutare e usare le informazioni a disposizione nell'attuale società". Si faccia aiutare, è un consiglio. Il SUV, a quanto scrive la stampa, era autorizzato a percorrere la preferenziale. Il pedone ha attraversato in un luogo privo di strisce, dunque non aveva alcuna precedenza. Sono le persone con la sua disabilità che fanno la fortuna di questo blog.

Anonimo ha detto...

"Continuiamo a voler vivere nell'assoluto disprezzo delle regole".
Chi non ha rispettato le regole è stato il pedone che ha attraversato fuori dalle strisce, per giunta di notte e con la pioggia.
Mi dispiace per quello che è accaduto ma l'incidente è stato causato solamente dal fatto che ha attraversato ove non si doveva.
Certamente è stato indotto a farlo dall'arredo urbano ma prendersela con l'automobilista è semplicemente assurdo, e non è detto che andava oltre i 50.
Se sono pedone, so benissimo che lì non devo attraversare, anzi, non ci devo neanche passare!
La velocità dell'auto è secondaria e tutta da dimostrare e credo che pure a 50 all'ora possa uccidere un anziano.
Ad ogni modo, l'incidente è stato causato dall'attraversamento.

Anonimo ha detto...


Circa trenta anni orsono, un poeta spagnolo scriveva un libro: Roma, peligro para caminantes.
Ebbene, nulla è cambiato e mai cambierà.

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo ottobre 10, 2018 12:23 PM: caro signore, il mio commento si basava su come si ono svolti i fatti secondo quanto qui narrato. Se poi le cose non si sono svolte così non posso saperlo. Perciò i suoi insulti glieli rispedisco con tutti gli onori al mittente, ok?!

Anonimo ha detto...

Ad Anonimo ottobre 10, 2018 12:23 PM: Innanzitutto la stampa non è sempre accurata nel descrivere i fatti con verità e precisione. Secondo, ammesso che il SUV sia autorizzato a percorrere una preferenziale (mi fa più pensare che fosse un puro furbo, ma ammettiamolo pure) e che il pedone abbia attraversato fuori dalle strisce, beh che fa, lo investe?! E il SUV a quanto andava? Perchè in città esiste il limite di 50 km/h, salvo diversa segnalazione, che al massimo può essere innalzato a 70 km/h in alcuni tratti veloci. Senza contare che i pedoni possono attraversare anche fuori dalle strisce pedonali se le stesse distano più di 100 metri, senza però avere precedenza. Quindi tenga per lei i suoi insulti da capopopolo da strapazzo.

Anonimo ha detto...

L'articolo è sbagliato e pericoloso. L'Autore, nella sua foga di avere ragione sul tema del cosiddetto "arredo urbano", fa perdere di vista l'essenza dei fatti e dei problemi, e anzi alimenta le false conoscenze.

Primo: non è affatto vero che i pedoni non possano attraversare dove non ci sono le strisce. Sono obbligati ad usarle se queste si trovano entro cento metri dalla loro posizione, ma se più lontane o assenti i pedoni hanno tutto il diritto di attraversare. E questo vuol dire, incidentalmente, che l'assenza di marciapiede non rileva; il pedone avrebbe avuto tutto il diritto di attraversare l' (perché non ci sono strisce entro i cento metri), anche in presenza di uno splendido marciapiede di fronte a sé.

Secondo: è vero che a norma del CdS (Art. 190) il pedone che attraversa fuori dalle strisce deve dare la precedenza ai veicoli, ma al tempo stesso il Codice (Art. 191, 2° comma) stabilisce che il conducente debba consentire al pedone, che abbia già iniziato l'attraversamento impegnando la carreggiata, di raggiungere il lato opposto in condizioni di sicurezza.

Questo vuol dire, in sostanza, che se il pedone attraversa in maniera errata, può essere multato, ma al tempo stesso che l'automobilista ha l'obbligo di garantire la sicurezza del pedone, se questo sta attraversando, sia se lo ha fatto rispettando le regole, sia se le ha violate, non essendo rimessa al conducente la facoltà di "sanzionare" (magari investendolo) il pedone che viola il Codice.

Sciocchezze tutte le considerazioni sul buio, la pioggia ecc. ecc. La circolazione deve essere sempre adeguata alle condizioni di visibilità, per cui se ci si vedeva poco bisognava andare molto più piano. I 50Km/h sono "il massimo" consentito, in condizioni ottimali. Non la velocità sempre ammessa.

Qui, per colpa di decenni di false conoscenze, emerge ancora l'idea del rapporto fra auto e pedone come di un "conflitto fra pari": se ha ragione Tizio, allora è in torto Caio; se il pedone non ha guardato bene, allora l'automobilista è scagionato.
Tutto ciò è errato: veicoli e pedoni sono due categorie differenti, per il Codice della Strada, per il Codice Civile (risarcimenti) e per quello Penale.
Potrebbe darsi il caso di un Pedone che viola il Codice della Strada, e del conducente che viene nondimeno condannato per lesioni o omicidio, perché l'infrazione del primo non esime affatto il secondo.

Anonimo ha detto...

Ad anonimo ottobre 10, 2018 2:22 PM: esatto. Finalmente un commento serio e sensato.

Anonimo ha detto...

Ciao Tone, sono un Tassista la colpa, è del vecchio guidatore con comandi speciali, ti spiego meglio: le macchine normali hanno il pedale del freno che in caso di bisogno si riesce a premerlo subito e con forza. Le macchine per handicappati che non possono usare le gambe hanno l'acceleratore sul volante in pratica è un cerchio esterno al volante che più premi e più acceleri. Il freno invece è completamente SPOSTATO e ISOLATO sulla destra mediante una banale manopola da premere. Insomma è difficile passare dal volante al freno. Ecco tutto, l'unica cosa che doveva fare il guidatore oltre a starsene a casa a vedere Jerry Scotti, è andare piano. Punto.

Bernard Cypher ha detto...

🎆 IL HACK GEEKS🎆

Ti sei mai chiesto se è possibile hackerare le cose come gli hacker fanno nei film

Sì, è possibile !!! 😁😁😁

"A SECONDA DELLA SUA TECNOLOGIA, PUO 'ESSERE HACKED"

L'hacking può essere fatto facilmente piantando un virus o uno spyware (a seconda di ciò che l'hacker intende fare) nel dispositivo mirato.

Noi di THE HACK GEEKS ti offriamo il miglior servizio di hacking che ci sia mai stato

Comprendiamo i problemi dei truffatori su Internet ed è per questo che ti diamo una solida prova dei nostri servizi.

Abbiamo i migliori hacker in hackerone che sono sempre pronti a hackerare per te in qualsiasi momento, ovunque, su qualsiasi dispositivo, organizzazione, agenzie federali, università, università a cui pensi.

Possiamo aiutare:

* Per hackerare, clonare o tenere traccia di un telefono? 📱📲

Ad esempio: clonazione di telefoni

Spiare ragazzini, moglie o marito.

Tracciamento della posizione dell'utente e della routine giornaliera.

* Per annusare, cancellare o modificare un file in una società, organizzazione o in un'agenzia federale? 📖📃

Ad esempio: modifica dei voti in un'università.

Cambio di identità

Eliminazione di file come record e prove criminali.

Cambio di file e prove nelle strutture federali.

Rubare file e documenti da aziende e organizzazioni.

* Per recuperare BitCoin perso

* Estrazione di BitCoin💰💰

* Per hackerare un'e-mail o qualsiasi account di social media? 💞

* Trasferire fondi senza essere stati rilevati? 💴💵💷

* Per aumentare il tuo punteggio di credito? 🔝🔝

* Per attaccare la carta di credito / debito? 💳💳

* Ottenere carta di credito / debito nera. 💳💳

TUTTI QUESTI SONO COSA POSSIAMO FARE PER TE.

Siamo discreti e non esporrà il nostro servizio a nessuno.

Contatto:

thehackgeeks @ gmail. com

Non vediamo l'ora di hackerare per te.

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 2:22pm

Art.190 comma 5: I pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti

Anonimo ha detto...

Se le striscie invece distano di più di 150metri in ambo i lati quando il pedone attraversa in assenza di striscie ha la precedenza.
Ma poi striscie o non striscie i vecchi rimbambiti non devono guidare in certi orari e per di più il vecchio era pure disabile quindi un vero pericolo al volante.
Le striscie servono ad identificare dove si attraversa ma se uno è in grado di guidare riesce a vedere i pericoli ma la verità è che a Roma guidano gente ritardata

Anonimo ha detto...

Uno che é intelligente capisce che se piove ed é buio se alla guida c'è un vecchio disabile di 70 anni quello é un pericolo.
Non me ne frega niente di quello che dice il cds e i suoi limiti visto che io spesso vedo tonti che sul gra quando piove non superano i 100 in corsia di sorpasso ed io li devo lampeggia o suonare visto che il cds dice in caso di pioggia 110 é il limite.
Il conducente della macchina ha torto perché doveva prevedere che il pedone da li avrebbe attraversato non credo che il pedone andava di corsa e si vede che li finiva il marciapiede.
Tutti quelli che dicono che in auto non si passa sulle preferenziali vi invito a leggere il cds in cui se c'è invalido a bordo sia che guida o no puoi fare le stesse cose di un taxi

Tortora Giuseppe ha detto...

Salve,
Stai cercando un prestito? Offriamo prestiti a tassi di interesse molto bassi di
3%. Diamo prestiti per tutti i paesi del mondo. Di seguito sono riportati i tipi di prestiti che offriamo.
* Prestito personale
* Prestito aziendale
* la garanzia del prestito
* prestiti non garantiti
* prestito commerciale
* Prestito per studenti
* mutuo ipotecario
* Prestito di consolidamento
* Il prestito di occupazione
* Per pagare i debiti del prestito
* Prestito di investimento
Nota: se sei molto interessato ai nostri servizi e imponi un prestito, ti preghiamo di contattarci: .... tortoragiuseppe54@gmail.com

Whatsapp +39 3891124366

Anonimo ha detto...

se attraverso la strada lo faccio quando sono sicuro, non mi importa se sul cds ho ragione o precedenza. un'auto che va a 50 o 70 la senti, se non sei sordo, e non attraversi, o se lo fai a tuo rischio e pericolo, fallo al momento giusto e correndo.
non giustifico il guidatore che ha causato la morte, perchè comunque poteva evitarlo, ma non ci si butta in mezzo alla strada senza avere la certezza di restare vivi.
idem qu

Anonimo ha detto...

se attraverso la strada lo faccio quando sono sicuro, non mi importa se sul cds ho ragione o precedenza. un'auto che va a 50 o 70 la senti, se non sei sordo, e non attraversi, o se lo fai a tuo rischio e pericolo, fallo al momento giusto e correndo.
non giustifico il guidatore che ha causato la morte, perchè comunque poteva evitarlo, ma non ci si butta in mezzo alla strada senza avere la certezza di restare vivi.
idem quello che sta sul motorino.. pure se hai la precedenza, pure se hai il verde, guarda a destra e sinistra, non fidarti del codice e dei segnali, la ragione da morto serve a poco.

Anonimo ha detto...

In questi ultimi sette giorni a Roma una vera carneficina di pedoni oltre ai morti (4) ci sono anche molti feriti.
Parlate anche del ragazzo 17enne ucciso sulle striscie da un audiA3 che si era fermata per farlo attraversare e poi é ripartita mentre lui doveva ancora passare
La cinese quasi 30 enne sulla Palmiro Togliatti
Poi vabbè questi altri due che non serve nominarli purtroppo sappiamo tutti cos'è successo.
Io non sono sicuro e non lo voglio certo tirare ma sulla nuova preferenziale viale libia ncc e taxi corrono troppo e si rischia che anche li ci scappa qualcosa

Arthur Collins ha detto...

CLASSIC CYBER HACKS
How well are you prepared for a Cyber incident or Breach?, Is your Data safe?

Strengthen your Cybersecurity stance by contacting CLASSIC CYBER HACKS for a Perfect, Unique, Classic and Professional Job in Securing your Network against all sort of Breache, for we are Specially equipped with the Best hands to getting your Cyber Hack needs met

We specialize in All type of cyber Jobs such as:

#TRACKING of GPS location, cars, Computers, Phones (Apple, windows and Android), e.t.c.
We also track E-mail account, Social media such as Facebook, Twitter, Skype, Whatsapp, e.t.c.

#RECOVERY of Passwords for E-mail address, Phones, Computers, Social media Accounts, Documents e.t.c,.
NOTE: we also help Scammed persons recover their money.

#INSTALLATION of Spy ware so as to spy into someone else's computer, phone or E-mail address and also Installation of Spy ware software on your individual O.S to know if your Gadget is being hacked into..
We also Create and Install VIRUS into any desired computer gadget.

#CRACKING into Websites, CCTV Survelance camera, Data base etc, of both Private and Govt organization, such as Schools, Hospitals, Court houses, The FBI, NSA e.t.c

NOTE: We specialize in clearing of CRIMINAL RECORDS of diverse types.

* We assure you that your Job will be attended to with care and efficiency as it will be handled with the Best professional hands in Cyber Hack business.

#We also have a forum where you can get yourself equipped with Advanced hacking skills
And if you're Good with Hacking and you think you can Join our Team of SOPHISTICATED HACKERS, you're welcome as well...
CLASSIC CYBER HACKS gives you the Best service in the Hacking world.
* We're Classic Hacks *

Write us on:

*Classiccyberhacks@gmail.com
*Classiccybernotch@gmail.com

Signed,
Collins .A.

iamsachinmehta ha detto...

thnks for sach a great article .. we know are some nformationbest online news in india the universal post is creating and curating stories, research to take you to the real facts truth behind every step, every statement given by so called - Pseudo Intellectuals who think India is intolerant. Join us in our journey and we promise you to clear your thoughts and you will celebrate Independence Day every day in India. hindi news moneycontrol
the wire india post
abp news google news

ShareThis