Tutte le novità da Piazza Navona dopo l'intervista-bomba dell'assessore Meloni contro Coia

1 dicembre 2017
Su Piazza Navona tutto sta andando come avevamo scritto, detto, predetto. Addirittura da settembre. Tutto sta andando perfino peggio per la verità, al punto che financo l'assessore al commercio si è dovuto trasformare in una sorta di redattore di Roma fa Schifo: in una ampia intervista al Messaggero ha parlato come parliamo noi da tempo. Menando come un fabbro. Ha detto che Andrea Coia, l'imbarazzante consigliere comunale grillino presidente della Commissione Commercio, ha probabilmente un accordo con gli ambulanti, ha scritto che è l'elemento più dannoso della Giunta e altre amenità. Ha addirittura rivelato il soprannome con cui lo chiama da sempre: Coidicine. Quando noi abbiamo provato a scriverlo, Coia ci ha simpaticamente querelato così come ha fatto con altri liberi giornalisti che hanno avuto l'unica colpa di fare il proprio lavoro ovvero criticare il potere e mettere con le spalle al muro la politica, specie se - come nel caso di Coia -  è "pessima politica" e "scellarata politica" a vantaggio di pochi e a svantaggio di tutti. Ora querelerà anche il suo assessore?

Ma anche se speriamo che la deflagrante intervista riesca a stoppare la Fiera della Befana dopo anni (grazie alle discontinuità della Giunta Marino lo schifo dei decenni si era interrotto) tornata nelle mani di chi l'aveva fatta declinare e resa un posto raccapricciante, notiamo come invece le cose stanno andando avanti assommando scempi a scempi. 

Quali scempi? Innanzitutto notiamo che la Fiera doveva essere montata oggi, per inaugurare domani: sabato 2 dicembre. Per carità, gli operatori non hanno fretta perché tanto hanno vinto (!!!) un bando in gentile omaggio per 9 anni. Un regalo insperato. Ma perché non montano, perché rinunciano a incassare già da domattina? Semplice, perché oltre ai regali che hanno avuto ne vogliono anche altri. Si tratta di personaggi che sono abituati a lavorare con margini di guadagno non proprio risicati, si tratta di dinastie di ambulanti abituati a gestire camion bar che pagano 1000 euro di tasse all'anno e incassano 1000 euro ogni mezza giornata. Questo è lo standard: i costi devono essere un cinquecentesimo delle spese, sennò non ci si muove.


Gli ambulanti hanno letto male il bando. Non hanno capito che, come dice il documento, le spese per la sicurezza nella piazza sono a carico loro. Le spese non sono basse perché il livello di sicurezza dopo i fatti di Nizza o Berlino e Londra deve essere altissimo: personale, cani, metal detector, telecamere, varchi. Fanno 12 mila euro per ogni partecipante. Loro non vogliono pagare e minacciano di non far partire la fiera, d'altro canto da quando c'è questa amministrazione al potere il coltello dalla parte del manico è tornato a loro. E impostano l'agenda.

Oggi Coia fa l'ennesima riunione a riguardo. In tutta la settimana non ne sono venuti a capo. Ma la paura dei cittadini è che il Comune, dopo aver regalato 100 milioni di euro a Parnasi sullo Stadio della Roma, voglia comportarsi allo stesso modo anche su Piazza Navona facendo pagare a tutti i cittadini un'onere che per legge doveva essere pagati dai commercianti (tra l'altro mettendo a rischio ricorso tutto il bando, ma questa non può essere che una notizia positiva: chissà quanti ambulanti hanno rinunciato a partecipare perché hanno ritenuto troppo alte le spese e solo ora si accorgono che se le accorrerà in tutto o in parte il Comune). Stanno facendo, insomma, le carte false per far risparmiare i poveri ambulanti bisognosi, sovente gruppi da 20 e passa milioni di fatturato annuo. Poverini, devono risparmiare 12 mila euro in un mese... Dopo l'intervista a Meloni riusciranno ad avere la faccia di fare anche questa?

Nel frattempo ieri, 30 novembre, ulteriori novità dalla stupenda Piazza che grazie al governo di Virginia Raggi è tornata ad essere una fogna di interessi e giochi di potere. La parte culturale del bando è andata buca. Poche partecipazioni per accaparrarsi i 12 stand dedicati alle associazioni. Il bando è stato addirittura riformulato e ancora nulla: solo 3 partecipazioni e nessuna adeguata. Tutto deserto. La piazza sarà solo commerciale, e a quanto pare commerciale scadente. Ma magari anche qui pagherà pantalone, ovvero tutti noi: magari, mancando l'interesse dei privati (e sfido: quale associazione culturale seria si va a mettere in una melma come questa, con una manifestazione che stava provando a rinascere che invece piomba indietro di anni?), l'assessorato alla cultura (ve lo ricordate Luca Bergamo?) si inventerà qualcosa lui, stanzierà lui, investirà lui, coprirà lui la mancanza totale di uomini di teatro, letterati, cantastorie, narratori e attori. 

Così la manifestazione la pagheremo tre volte. Una volta perché è stata regalata a degli operatori inadeguati, una volta perché gli si farà lo sconto su oneri che dovevano essere solo i loro, una volta ancora perché per animare la festa serviranno fondi del comune essendo i privati del mondo della cultura giustamente scappati via. A voi le conclusioni...

46 commenti | dì la tua:

Bat21 ha detto...

Troika vieni a salvarci per favore!

Anonimo ha detto...

La parte relativa alla sicurezza è il termine di comando con cui dovrebbe essere fatta la "guerra" ai bancarellari.

Tu vuoi mettere le bancarelle? Io comune di dico OK, ma alle MIE regole.
Vuoi il camion bar davanti al Colosseo? Io te lo faccio mettere, pure due. Ma tu mi paghi in percentuale a quanto ti fa reddito.
E così ovunque per Roma.

Se la guerra ai Tredicine fosse stata fatta su questo piano, "democratico" e non ideologico ("no ai camion bar nel centro storico"), i Tredicine si estinguerebbero da soli, comincerebbero a vendere in parte le loro licenze laddove i costi sono troppo alti da sopperire con vendita di roba commerciale a favore di imprenditori che vogliano investire in qualità.

Purtroppo neppure il vostro idolo Ignazio Marino ci era arrivato.

Franesco T. ha detto...

All'anonimo qui sopra: Ciccio, se sai tu come fare il sindaco allora candidati! Daje!

Anonimo ha detto...

Francesco T. non serve, non vedi il sindaco attuale, non mi vorrai dire che avesse idea di cosa significa fare il sindaco!

Anonimo ha detto...

Rivoluzione in corso....e noi che pensavamo che i 5S a Piazza Navona ci avrebbero installato la ghigliottina.....

mannaggia........

Anonimo ha detto...

https://www.nextquotidiano.it/adriano-meloni-andrea-coia/
Dopo una giornata di silenzio capitolino l'assessore Adriano Meloni nega tutto. E' evidente però che ci troviamo di fronte ad un "gioco delle parti".
La cosa migliore, a questo punto, e per tutte le parti, sarebbe quella di annullare il bando per piazza Navona e aspettare tempi migliori, anche facendo passare qualche anno, per formulare una nuova proposta magari concertandola in armonia con tutte le realtà che mirano al bene comune, e non solo a trarre un profitto, per piazza Navona e per tutta Roma.

Anonimo ha detto...

Leggendo questo articolo capisco perché un post su twitter parla dell'assessore meloni che si è dimesso. I 5s possono criticare gli altri ma non vogliono essere criticati. Complimenti a china detto di votarli..

Anonimo ha detto...

Ops, a chi ha detto di votarli..

Anonimo ha detto...

"Franesco T" è il classico grillino: percula chi fa critiche ragionate e nel frattempo lui non sa neppure scrivere correttamente il suo nome alla tastiera....

Anonimo ha detto...

Piano sicurezza 500mila euro. Benissimo così la festa non lo fanno loro. Che bello

Anonimo ha detto...

Ultim'ora! Meloni querela se stesso per false dichiarazioni!

Anonimo ha detto...

"In realtà" dichiara l'assessore "le dichiarazioni non le ho fatte proprio io ma un mio io alternativo proveniente dal futuro."

Anonimo ha detto...

Nel frattempo messaggio a reti unificate di Mario Tredicine: "Terrestri, il mio vero nome è Olhkavzek II e sono il capo di una delegazione di alieni provenienti dal pianeta Fuchs, nella costellazione di Ophiuchus. Siamo qui per far evolvere i romani e traghettarli verso un futuro di benessere e maggiore consapevolezza cosmica. I 5 stelle sono i nostri intermediari. Purtroppo uno di loro si è ribellato ed è tornato dal futuro per rovinarci. È tutto per ora"

Anonimo ha detto...

A-a-a-accollooooooooooo!!!!!!!!! Dormici su da bravo :P

Anonimo ha detto...

È evidente che la Fiera di piazza Navona è andata in corto circuito organizzativo. Non è possibile quantificare esattamente quale può essere il costo per la sicurezza in una piazza che è stata progettata per essere chiusa ermeticamente e poi allagata. In caso di pericolo, brutto a dirsi ma è così, sarebbe una trappola. Questo c'è lo dicono i fatti di Torino. Inoltre i bancarellari hanno sempre fatto i loro affari con la massa di gente che andava in piazza Navona per la Befana. Ora dovrebbero pagare, e tanto, proprio per limitare l'afflusso di persone? In realtà dobbiamo farcene una ragione tutti quanti, eventi come quelli della Festa della Befana a piazza Navona sono improponibili ora, una cosa del passato. Per questo è lecito pensare che si stia cercando una via d'uscita indolore, la Raggi per prima, ma forse anche i bancarellari...

Anonimo ha detto...

Tranquilli è tutto rientrato. Meloni si è scusato con Coia, il bando è scritto benissimo ed è molto restrittivo rispetto al passato, tutto ciò che è stato riportato nell'intervista non corrisponde al vero. Va tutto bene insomma. E Buon Natalicine a tutti.

Anonimo ha detto...

Le spese sono circa 600.000 euro
Diviso 48 postazioni fa circa 12.500 euro più il suolo pubblico 5000 E. Più la corrente circa 20.000 euro di spese.
Sono spese insostenibili gli incassi che voi dite di 1000 euro al giorno non sono credibili.
Poi se prendiamo in considerazione addirittura chi dovrebbe vendere artigianato e ,libri è impossibile.
Quindi è giusto organizzare eventi in generale però i costi non possono essere scaricati totalmente su chi organizza,
Altrimenti a Roma non si organizzerà più nulla. Perché i costi sono troppo alti.
Oggi la festa di Piazza Navona, domani il concerto di capodanno poi i concerti vari fino ad arrivare a qualsiasi manifestazione varia .
IL DESERTO A ROMA

Anonimo ha detto...

Shhhhhh zitti smettetela! Basta seminare odio, basta! RomaFaSchifo la finisca di seminare zizzania tra gli animi, certe cose non vanno diffuse!!!

Anonimo ha detto...

Fatto sta, che brutta come era (se di brutta si puo parlare ) la festa faceva arrivare molte persone e faceva numeri con la storia di fare meglio sono riusciti a non farla più. Mi chiedo a chi interessa questa situazione così? Ci sono cresciuta andando a quella festa ed ora che ci sta?

Anonimo ha detto...

W il Marziano. No PD e M5S.

Anonimo ha detto...

I privati del mondo della cultura sarebbero per esempio i tonelli che dirigono le riviste d'arte senza alcuna qualifica specifica? Gli zingaretti che recitano, parola grossa, grazie alla tessera del pd? Gli olivieri toscani che da 40 anni con la stessa foto priva di qualunque estetica fa vendere magliette altrettanto banali di benetton? Le aziende che trasformano i musei nel salotto buono della zia carmela dove far prendere un te di lusso ai turisti annoiati?
Cosa sono "i privati per la cultura"?
Le parole sono pietre, ma non come intendete voi. Hanno un raggio semantico, e a quello ci si deve attenere. Privato per la cultura è un nonsense.

Anonimo ha detto...

Guarda che qui si sta criticando chi privatizza um bene pubblico come piazza Navona e tra l'altro non vuole pagare nemmeno per l'ordine pubblico. Accendi il cervello.

Anonimo ha detto...

Quanto agli accordi, è ridicolo anche solo pensarlo.
Accordi sono quelli con cui il pd regala il nostro mare alle aziende petrolifere senza chiedere neppure un compenso. Accordi sono quelli con cui il pd ha ceduto pezzi di mare alla Francia. Accordi sono quelli con cui il pd ha garantito all'Europa che gli africani verranno tutti qua. Accordi sono quelli con cui il pd ha promesso alle multinazionali che smilitarizzerà le nostre forze armate e devasterà la nostra rete culturale. Accordi sono quelli con cui il pd in cambio di un anomalo controllo sui server giudiziari, ha disseminato gli enti pubblici di nomine improbabili, legate al parentado di certe manine.
La connivenza coi tredicine e con realtà come i centri sociali, ultima propaggine di una fitta catena di voti di scambio e manipolazioni ricattatorie delle piazze, è la conditio sine qua non della sussistenza in una giunta romana.
E' la politica del condono e della deresponsabilizzazione: ogni abuso viene premiato con una ratifica ad aeternum.
Per questo ci vuole Salvini, che è onesto, che si prenderà cura del nostro esercito e non degli scarti del continente giallo e nero, e che non è mai stato eletto grazie ai topi di fogna che reggono la candela alla sinistra italiana, grillini compresi.

Anonimo ha detto...

Piazza Navona, come tutta Roma del resto, è stata svenduta alla paccottiglia dei tredicine, della camorra e della ndrangheta da decenni, senza che alcun fiato si alzasse.
Qualcuno si lamenta per gli ambulanti delinquenti con postazione fissa tutto l'anno dentro e intorno alla piazza?
A monte bisogna stabilire dei criteri: ha senso trasformare una piazza monumentale in una baraccopoli natalizia?
Ovviamente no. In nessun posto al mondo una piazza del Seicento viene scelta come invaso per bengalesi al soldo di onlus o di porchettari. Una volta che lo consenti, ovviamente sono clientele.

Anonimo ha detto...

Fate ride i polli!

Anonimo ha detto...

@10.37 bravo ti sei guadagnato i tuoi 50c (o forse 5 rubli??)

Anonimo ha detto...

Ma questi oltre che il dispositivo di sicurezza (che ovviamente è necessario per difendere e tutelare proprio la gente che va a comprare la loro merda ndr)

Non vogliono pagare nemmeno il presepe che definisce appunto gesta della Befana.
Che tra l'altro è proprio requisito del bando che hanno furbescamente vinto.

NO COMMENT ALL ARROGANZA

Anonimo ha detto...

Tonelli basta fomentare odio con il tuo blog! Vieni al Pigneto a leggere un libro e ingozzarti di caviale come facciamo noialtri! Chettefrega!

Anonimo ha detto...

http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/12/03/news/befana_di_piazza_navona_diktat_del_comune_pagate_o_niente_festa_-182878291/


COME FANNO A PAGARE il piano sicurezza quei poveri terremotati. Ora mi chiedo ma Coia chi pensa a certe cose oppure giusto per parlare apre bocca? Se poi per quest ultima non serve il piano sicurezza allora è diverso il discorso

Anonimo ha detto...

600 mila euro di sicurezza mi pare un po' troppo mettiamo 300 uomini di guardia 8 ore al giorno a turno pagati 60€ sono 60*300=6000 su 30 giorni sono 180 mila euro secondo me pure qua ce spreco sulla sicurezza

Anonimo ha detto...

Sono certo che la piazza Navona sarà ricca di proposte commerciali interessantissime. Nel frattempo i mercatini in Südtirol sono in piena attività da due settimane e saranno visitati persino da residenti in Roma !

Anonimo ha detto...

Ho sbagliato a scrivere intendevo 100 guardie su 3 turni i primi 2 turni 40 guardie e il terzo turno 20 guardie

Anonimo ha detto...

quindi se il Comune sborsasse anche un solo euro per il piano della sicurezza, si potrebbe fare una denunca alla Corte dei Contni per danno erariale?

Anonimo ha detto...

condivido la battaglia contro l'oligopolio dei soliti noti, però non vorrei che dall'esterno apparisse che il problema numero 1 di roma sia la Befana di Piazza Navona... Abbiamo anche il mancato lavaggio delle strade e dei cassonetti, la raccolta insufficiente dei rifiuti, il permanere di spazzatura depositata a terra anche nel centro storico, l'inefficienza del trasporto pubblico su gomma, l'insufficienza del trasporto pubblico su ferro, la gestione carente del verde pubblico e la mancata redditività dell'immenso patrimonio immobiliare pubblico, lo stato penoso del manto stradale e la evidente mancanza di controlli su chi effettua riparazioni e lavori stradali, lo stato di permenente imbrattamento di parti molto visibili delle facciate della città, l'illuminazione assai scarsa col consegunte senso di insicurezza e pericolo, la sosta stradale in doppia fila lasciata a se stessa, un tasso di evasione del biglietto dei bus o delle strisce blu ancora elevatissimo etc etc etc. Il tutto in cambio di tasse elevatissime.

Anonimo ha detto...

Le spese sono circa 600.000 euro. Diviso 48 postazioni fa circa 12.500 euro più il suolo pubblico 5000 E. Più la corrente circa 20.000 euro di spese.Sono spese insostenibili

può darsi, quindi forse è il caso di lasciar perdere e non parlar più di organizzare questa cosa in quel luogo. o no ? mica esiste solo una piazza ? ce ne sono decine in decine di quartieri

Anonimo ha detto...

Vuoi il camion bar davanti al Colosseo? Io te lo faccio mettere, pure due. Ma tu mi paghi in percentuale a quanto ti fa reddito.

e come no... pure un paio direttamente dentro al colosseo, uno dentro al pantheon (tanto davanti già ci sono), uno lo mettiamo al centro del circo massimo, uno sotto al cavallo di marco Aurelio e un altro venditore sopra, a cavalcioni. tanto basta che pagano... ma è roba dell'altro mondo, uno scempio continuo

Anonimo ha detto...

"quindi se il Comune sborsasse anche un solo euro per il piano della sicurezza, si potrebbe fare una denunca alla Corte dei Contni per danno erariale?"

Certo che sì, anche se una cifra "non simbolica" sortirebbe di certo più effetto.
Ma non solo questo!
A ben vedere, la faccenda si potrebbe mettere veramente bene - e molto male per "la nota famiglia".

Da un lato, qualunque dirigente pubblico che firmasse per autorizzare la spesa non dovuta sarebbe personalmente responsabile del danno erariale. Ed è utile ricordare che è possibile anche fare esposti alla Corte, non solo denunce.
Anche ANAC potrebbe essere attivata, se si profilasse un'illiceità nella assegnazione/esecuzione del contratto.

Poi, un'ipotesi come quella consentirebbe a qualunque dei perdenti di fare ricorso amministrativo (TAR), ottenendo verosimilmente la sospensiva fino alla sentenza.

Ma il meglio è che, se "la nota famiglia" dovesse davvero rifiutarsi di sostenere i costi previsti nel bando, e se non adempiesse a quanto previsto nel contratto, sarebbe responsabile della mancata esecuzione e, oltre a pagare i danni, ben potrebbe essere esclusa da bandi futuri.
In altri termini, se si "tenesse duro", si potrebbe arrivare come minimo all'annullazione dell'assegnazione per i famigerati nove anni e, al meglio, pure al risarcimento dei danni.

Dove sta l'opposizione?
Quanto ci vuole per predisporre quanto sopra (esposto alla Corte e all'ANAC; ricorso al TAR ecc. ecc.)?


Anonimo ha detto...

VIA TUTTI I MUTANNARI DA ROMA !!

Anonimo ha detto...

Mai visto a Roma un mercatino degno di questo nome e mai lo vedrò, ne sono più che certo, il pacchiano fa parte del nostro dna.

Anonimo ha detto...

domanda : ma perché si può fare solo a piazza navona ?

OFFERTA DI PRESTITO VELOCE ha detto...

OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problemi.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it















































































































































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problemi.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it





















































































































































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problemi.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it





























































































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problemi.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it















































































































































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problemi.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it





















































































































































































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER ROMPERE CON LE DIFFICOLTA DI SOLDI.


Opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o bisogno di prestito personale, potete ora ottenere un prestito per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.

Vi concederemo il vostro prestito, è facile, semplice e veloce.


Le persone che hanno restrizioni possono ottenere un prestito senza problemi.


Per informazioni recapiti via mail alla Sig.ra Cristina Allegri:


cristinaallegri09@hotmail.it

Anonimo ha detto...

h. 2.24, ma stiamo scherzando?
Con 600mila euro ci si comprano 12 case in provincia per senza tetto, e invece bisogna garantirsi le bancarelle e il mondezzaio nella piazza del Bernini?
Ma voi state fuori di testa.
Altro che deserto.
C'è gente che muore assiderata per strada e il deserto ce l'avete nella testa.
Prego tutte le persone civili di NON ACQUISTARE PIU'NIENTE DAI BANCARELLARI, CHE CI RUBANO I SOLDI, E PER FARLO VENGONO DA TUTTA ITALIA, E DA TUTTA L'AFRICA.
E di non votare più chi sostiene questo schifo, dal pd al pdl.

Anonimo ha detto...

Poveracce quale persone che parlano ( scrivono) senza sapere. LIMITATI MENTALMENTE

Anonimo ha detto...

Nonsense???
Ma come?? E tutte le architetture commissionate da privati? Ti serve l'elenco dei palazzi del '500 e del '600 a Roma? Li vuoi comparare con l'edilizia economica e popolare anni '60 e '70?
La contrapposizione non è mai pubblico vs privato ma tra amministratori capaci vs incapaci, tra una gestione lungimirante e una alla giornata.
E poi non capisco cosa hai contro la zia Carmela: se il bello aiuta a far soldi, meglio. Ne guadagnamo tutti.
Cosa facciamo invece contro il brutto e il disfunzionale nell'architettura, nell'urbanistica, nel decoro ambientale?
Cosa proponi: tutto pubblico? Hai visto che bei risultati!!

Anonimo ha detto...

quindi se il Comune sborsasse anche un solo euro per il piano della sicurezza, si potrebbe fare una denunca alla Corte dei Conti per danno erariale? SONO D'ACCORDO CON CHI HA SCRITTO QUESTO MESSAGGIO NON SI DEVE PAGARE NULLA PER AVERE LO SCEMPIO DEI TREDICINE, AIUTATI DA COIA
CARO LEI COMANDIAMO NOI CITTADINI NON UN COIA QUALSIASI

Anonimo ha detto...

Porca miseria hanno raggiunto un accordo la festa si farà nooooooooooooooo

ShareThis