Navona 2015. I risultati furono uguali ad oggi, ma si mossero Cantone, Codacons, Procura. Oggi tutti zitti

22 novembre 2017
Presi tra le bugie di oggi (la sindaca a DiMartedì si è davvero superata, oltre ogni vergogna) e i disservizi di domani, i cittadini dell'Urbe tendono giustamente a dimenticarsi di tutto e di più. 

Se parliamo di Piazza Navona e se misuriamo le (scarse, purtroppo) reazioni allo scandalo delle assegnazioni per 9 anni delle concessioni, non dobbiamo però dimenticarci di quanto accadde non quaranta, non venti, ma semplicemente 2 anni fa. Nel 2015. All'epoca la Fiera era ancora sotto l'egida del Primo Municipio. Ignazio Marino era appena saltato per aria, c'era il commissario ma i municipi rimanevano in essere. Sabrina Alfonsi e i suoi erano tutti impegnati ad "andare avanti", come da slogan, e volevano fortemente dimostrare di essere in grado di organizzare la manifestazione. Fecero un bando, noi lo criticammo (sebbene contenesse un provvidenziale disciplinare di qualità), e ovviamente il bando venne vinto dai soliti noti. Esattamente come oggi, circa la metà dei posteggi disponibili furono appannaggio dello stesso gruppo familiare.

Dopo un anno di stop si prospettava una Befana che tornava indietro agli anni di Alemanno tra cineserie e porchetta. Solo, al limite, con qualche banco in meno grazie alle prescrizioni di Vigili del Fuoco e Soprintendenza. 

L'opinione pubblica si sollevò. I giornali fecero articoli a ripetizione (oggi il Corriere della Sera è stato capace di ignorare totalmente la faccenda), si mosse il Codacons (oggi?), si mosse la politica, i Verdi che oggi tacciono annunciarono che avrebbero occupato la piazza evitando il montaggio dei banchi, i pasionari della prima ora (qualcuno ha sentito Nathalie Naim? O la virago del centro storico Viviana Di Capua?) ma soprattutto mosse un passo Raffaele Cantone e la sua autority anticorruzione. Tronca si rese conto che la cosa puzzava e non poco e il bando venne sospeso. Gli ambulanti si incatenarono nei palazzi per ottenere le loro concessioni, ma nulla si poté fare. I risultati erano talmente positivi che dopo la pubblicazione del nuovo bando, qualche mese fa, i Tredicine fecero ricorso (ricorso oggi ignobilmente sbandierato da Meloni e da Coia) per ritornare a quei risultati e far valere il bando del 2015. 
Il punto è che oggi i risultati sono gli stessi identici e nessuno apre bocca. A quest'ora, ma due anni fa, già l'Anac aveva inviato alla Procura della Repubblica di Roma le carte segnalando l'anomalia di un bando vinto praticamente da un unico gruppo familiare. E la Procura aveva già aperto un fascicolo. Oggi il silenzio più profondo. E voi ancora credete alla filastrocca dei 5 Stelle bersagliati dalla stampa?

E pensare che la situazione è anche più grave ora rispetto ad allora. Perché se all'epoca la anomalia si era ingenerata a seguito di un bando di gara ordinario pubblicato dall'ente titolare della manifestazione, questa volta il blitz politico è stato davvero allucinante. Per arrivare all'obbiettivo di regalare la Piazza a chi poi ha vinto, gli amministratori a 5 Stelle hanno fatto le corse contro il tempo, bloccando l'aula per giorni, pur di approvare una riforma del commercio che conteneva il cambio di titolarità della Fiera della Befana, dal Municipio al Comune. A quel punto altra corsa contro il tempo per scrivere e pubblicare il bando con tanto di errori formali poi corretti in corsa. Poi giorni e giorni per analizzare le candidatura per successivamente  addivenire (rendendo noti i risultati in una data strategica e facendoli seguire da un'altra notizia importante in modo da distogliere l'opinione pubblica) ad una graduatoria scandalosa.

Insomma perché con una situazione grave si era mosso il mondo due anni fa mentre con una situazione ancor più grave e anomala tutto tace due anni dopo? 


P.S. In questi giorni alcuni spregiudicati politici pentastellati, vergognandosi in cuor loro di quanto sta accadendo, ripetono il mantra: "si ma quest'anno i criteri erano stringenti, e se non li rispetteranno noi controlleremo e toglieremo le concessioni". E' una bugia, una tra le tante. Sarà impossibile e impensabile controllare prodotto per prodotto, confezione per confezione, articolo per articoli per capire se si tratti davvero di prodotto biologico, per saggiarne la tracciabilità e per certificarne la provenienza. Ci vorrebbe, ogni giorno e a ogni ora, un esercito di vigili urbani che mancano anche per occuparsi di cose molto ma molto più grave. Aprire le gabbie dello zoo, fare uscire le tigri in giro per la città e poi spiegare che comunque ci saranno per le strade un po' di guardiaparco per evitare che i cittadini vengano sbranati. Chi ci casca?

38 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...


Mi sembra chiaro come tutti i poteri siano d'accordo a mantenere Roma nello stato di degrado in cui è. La cosiddetta dicotomia tra politica e magistratura è solo una ridicola messinscena. Commissari, controllori e controllati sono pappa e ciccia!

Solo il popolo romano potrà fare qualcosa per cacciare le sanguisughe dall'urbe.

Anonimo ha detto...

Io mi chiedo, come per i mutandari, MA CHI CI VA A COMPRARE SU QUESTE BANCARELLE???

Io mi ci sono avvicinato per sbaglio alcune volte e me ne sono allontanato innorridito....

Trovi alternative nei negozi molto migliori di quella cineseria che neppure costa tanto poco.

A Piazza Navona alla Befana è semplicemente masochismo puro. Nessun essere normodotato ci metterebbe piede, preferisco regalare a mio figlio una vacanza di un giorno in un parco giochi.

Anonimo ha detto...

Ma non si capisce come sti mafiosi tali e quali agli alemagni e ai uolter hanno pure vinto al X Municipio.

Per quanto ancora i romani (e gli italiani)crederanno alla storia degli honesti?

Anonimo ha detto...

Vediamo: il bando del 2015 è stato sospeso, ma non ci hai spiegato perché.
O era a norma, e allora non doveva essere sospeso, o era sbagliato. Quale delle due?
Quel bando secondo articoli di allora assegnava il 50% dei posti a Tredicine e company. Che percentuale gli tocca quest'anno?

E ancora: visto che sei esperto di tutto perché non prendi il bando dei 5S e gli fai le pulci seguendo le normative che devono essere rispettate scrivendo questi bandi?
Se ci sono irregolarità evidenziale no?

Se invece non ci sono facci un esempio di come lo avresti scritto te seguendo le norme.

Infine, e questo se lo ricordino tutti i commentatori, i criteri di anzianità sono imposti dalla Conferenza unificata Stato-Regioni validi per le fiere e non si possono disattendere nella scrittura dei bandi.

Anonimo ha detto...

http://www.romatoday.it/politica/piazza-navona-befana-tredicine-polemiche.html

da cui si legge che
il bando del 2014 aveva come unico criterio l'anzianità di posteggio
il bando del 2015 assegnava il 40% dei punti in base all'anzianità
il bando del 2017 assegna il 20% dei punti in base all'anzianità e l'80% in criteri di qualità inoltre è stato posto un ulteriore limite per evitare concentrazioni ad una sola postazione alimentare e non alimentare per persona giuridica. C'è stato un ricorso al Tar contro questa riduzione ed il limite, il nome di chi l'ha presentato è scritto nell'articolo.



Anonimo ha detto...


Ragazzi, non lo vedete che la situazione generale deve rimanere com'é?

Il Movimento 5 Stalle è stato creato apposta dagli Usa per dare l'impressione superficiale di un cambiamento che invece non sarà mai, fino a quando il popolo non capirà che per cambiare davvero occorre cominciare da se stessi!

Forza e coraggio, cominciamo a lavorare.

Anonimo ha detto...


Guardiamoci intorno, questo blog eccezionale parla di Roma ma è tutto il paese a languire. Tutto è svilito per poi poterlo far fallire e svendere ai grandi gruppi esteri: banche, trasporti, autostrade, società energetiche, industrie ed anche partecipate ... non ci credete?

Basta guardarsi attorno ... Roma non fa eccezione ed anzi.

Anonimo ha detto...

Questa gente sta vendendo il futuro dei loro figli come se fossero schiavi

Anonimo ha detto...

Io non sono in grado di entrare nei dettagli legali e nelle normative per capire se c'è stata o no collusione degli amministratori con interessi privati illegittimi, però dico che se le bancarelle faranno schifo nessuno o pochissimi ci spenderanno soldi, se invece la gente ci farà acquisti vorrà dire che rispondono al gusto del pubblico. Pure gli ambulanti che tanto criticate, se stanno su strada non lo fanno certo per prendere aria ma, evidentemente, guadagnano e se guadagnano significa che rispondono a una richiesta di mercato. Nessuno vieta a chi può e vuole di comprare prodotti di qualità in negozi di classe spendendo secondo le proprie possibilità e scegliendo secondo i propri gusti. Se a me piace leggere le riviste di gossip non potete impormi di comprare testi di filosofia...

Anonimo ha detto...


Quelle bancarelle sono un insulto al gusto ed alla creatività umana.
Non mi stupisce che questa giunta le appoggi.
Spero che il popolo romano si ricordi bene degli insulti che ha dovuto subire.

Anonimo ha detto...

si può' essere favorevoli o meno al ripristino delle bancarelle in piazza Navona ma é assurdo pensare che si possa fare un bando in cui si dica possono partecipare tutti tranne chi si chiama tredicine e tutti suoi parenti fino al 7o grado.

Daniela B. ha detto...

tredicine o no per me l'importante è non svilire il vero significato del natale: per questo quando comincia la fiera comprerò dai bangladesh una bella custodia con babbo natale per il mio samsung. ne ho viste proprio di carine. dobbiamo essere piu solidali ed uniti adesso che arrivano questi giorni di festività. e posso dirvi che Roma è bellissima sotto le feste: quel tipico profumo di caldarroste per tutta la piazza, e poi i palloncini colorati, anche un panino con i prodotti tipici laziali puô regalare una gioia ed un sorriso ai bambini. non serve controllare la qualità dei prodotti in vendita perchè sono quelli di sempre, delle nostre tradizioni. penso anche ai tanti turisti che potranno comprare le magliette dei nostri campioni di calcio oppure un paio di guanti e una sciarpa colorata. sulle bancarelle si trovano sempre tante idee regalo. e per tutte le tasche. non dimentichiamoci che non tutti possono permettersi di comprare prodotti firmati o giacattoli costosi. tanti comprano quelli cinesi che hanno spesso una durata piu lunga. e a piazza navona c'è sempre stata tanta scelta. la mie nipotine hanno ancora il cagnolino con le batterie che abbaia e le girandole che che volano in cielo e funzionano ancora benissimo. Anche i dolci sono tutti di provenienza controllata, le mele candite, il cioccolato e le caramelle, e poi le mandorle caramellate e la frutta secca. io per esempio vado pazza per il classico torrone abruzzese. ogni volta i bambini lo finiscono subito e ne vogliono ancora. questo significa che è davvero un prodotto di qualità. io sono davvero contenta che torna la festa della befana a piazza navona: quello dei 5 stelle e del signor Coia è veramente un regalo bellissimo a tutti quanti noi. faccio fatica a capire tutto questo livore e astio contro i commercianti che lavorano sodo, padri di famiglia come noi che vogliono solo che il Natale sia un momento di felicitá. e non solo quest'anno ma anche i prossimi perchê le vere tradizioni sono tali solo quando si possono ripetere in maniera stabile nel tempo.

Anonimo ha detto...

"Quelle bancarelle sono un insulto al gusto ed alla creatività umana."

Le hanno già messe? Strano, pensavo che la piazza fosse ancora vuota.

Anonimo ha detto...

Massibello, come va? Ehi, la tua estetista e' una figa pazzesca, proprio come mi avevi detto. M'ha fatto le sopracciglia come te, belle. Lascia stare Piazza Navona, non ci siamo mai andati Massibello. Perche' rompi i maroni se poi andiamo a Vienna ogni natale? Se piace alla gente, Tredicine o no, mandacela. Senti bello mio, ma il battaglia? L'abbiam perso? Ahahah. Che birba e', mai come te pero'. A stasera dal Mariola. Ciao bello, a dopo.

Anonimo ha detto...

e lo sappiamo che Massibbello avrebbe preferito i chioschetti finger food e street food di Farinetti.

Anonimo ha detto...

Siete un accollo. E basta mamma mia!fateve na vita invece da rompe li cojoni alla gente !

Anonimo ha detto...

Sei sempre un mito... Voglio una raccoltadei tuoi commenti, supremo!

Anonimo ha detto...

anonimo delle 5:13 PM Se il criterio deve essere solo quello di mercato allora liberalizziamo del tutto. Chiunque, licenza o meno, deve poter piazzare una bancarella ovunque voglia, tanto a selezionare sarà il mercato. Freghiamocene se bloccano strade, marciapiedi o, come a S.Giovanni di Dio, si mettono sulla fermata dell'autobus, tanto sarà sempre il mercato a selezionare. Ma a questo punto la stessa libertà deve essere garantita anche a negozi, bar, ristoranti. Anche loro devono poter evadere le tasse alla stessa maniera, devono poter cacciare i commessi italiani e mettere a lavorare in nero bengalesi sottopagati, devono potersene infischiare delle norme igieniche, tanto sarà il mercato a selezionare. W la libertà! Facciamo come cazzo ci pare!

Anonimo ha detto...

Dimenticavo: allora liberalizziamo anche il trasporto pubblico di linea e non. Sai come saranno contenti taxisti e dipendenti ATAC che ora si crogiolano dietro le protezioni pubbliche e politiche. La legge del mercato deve valere anche lì!

Anonimo ha detto...

Non è tutto così? Si nota di più perché criticare la piazzetta è più facile che criticare gli apparati di governo?
Per circa vent'anni sono stati prorogati-e senza gara- gli appalti per i servizi aggiuntivi nei ministeri alle aziende di Berlusconi e di Caltagirone.
Le stesse aziende lavorano illegittimamente e senza titolo. Vogliamo poi parlare di casi come le aziende per la cosiddetta sicurezza (?) nei ministeri, come Sintesi, che dopo lo scandalo alla Regione viene premiata con un appalto praticamente ad libitum negli organi nazionali?
Gli affidamenti vengono sempre decisi a tavolino per farsi favori reciproci, con la foglia di fico poi degli appalti.
E della bufala della scelta della sede per l'agenzia del farmaco della ue ne vogliamo parlare?
Secondo voi non si erano messi d'accordo? In venti, con procedura di selezione a votazione segreta, per una questione di rilevanza scientifica, e poi il sorteggio, come nella riffa di capodanno.
Ovviamente l'Italia, che grazie al pd deve finire commissariata, non avrebbe mai dovuto accogliere un ente che la qualifica a livello economico.
Questo è il tredicinismo in versione ue.
Allora la grande messinscena, per far vedere che gentiloni non è il povero mentecatto venduto che appare, e che non sta mandando l'Italia in liquidazione, e allora: "Abbiamo perso, ma in realtà abbiamo vinto. Eravamo in vantaggio poi, misteriosamente, ci hanno fatti fuori. Evviva."
Tutto va ben madama la marchesa.
E dell’ultimo scandalo ernst & young che dire? Le ditte che infilano superflui consulenti strapagati dal governo nei ministeri – e già questo, da un pezzo dovrebbe trarre in sospetto – contro il dettato costituzionale, e poi si scopre che fanno spionaggio industriale.
I tredicine sono l'Italia, un microcosmo che riflette un bubbone che vi fa comodo. Se si chiamassero trediciaines’s, e fossero partner canadesi della fiat, non vi lamentereste neanche di loro.

Anonimo ha detto...

Liberalizzazione è quando grazie alla concorrenza possono lavorare tutti, e il sistema si equilibra da solo grazie alla domanda e all'offerta. Quello che sta facendo il pd, è rendere impossibile il lavoro, coprendo finanziariamente le multinazionali in cambio probabilmente di tangenti, per far confluire tutti i titolari di piccole imprese sotto l'egida dei grandi colossi della mafia internazionale.
Il risultato è che gli italiani non riescono più a lavorare, le imprese strategiche vengono svendute a francia e germania, e gli immigrati ruotano all'interno dei loro negozi per non pagare le tasse ad libitum.
Questa non è liberalizzazione, è l'esatto contrario.

Anonimo ha detto...

Hai ragione anche tu.

IL vero scandalo risiede in chi governa. La società è quello che è, ovunque.
Chi governa Parigi, Vienna o Madrid però sa bene che deve in un certo senso portare la cittadinanza a comprendere la bellezza dei prodotti tipici, dell'artigianato locale e farli vedere e comprare anche ai turisti perché dietro ogni prodotto locale c'è una parte di tutti noi.

Non mi piace sentir dire che se i romani vanno a Piazza Navona per la befana allora va bene così. Purtroppo il popolo va anche governato ed aiutato da chi dovrebbe averne le qualità. Mi sembra che a Roma questo sia il difetto maggiore.

Anonimo ha detto...


Nelle altre città civili, chi governa ha anche il compito di evitare la sosta selvaggia ed i tanti suprusi 'naturali' che poi ricadono tutti sulle fasce più deboli della popolazione: vecchi, invalidi, bambini, madri.

Per questo il degrado è inammissibile, perché colpisce i più deboli!

Anonimo ha detto...

Il Movimento 5 Stalle è stato creato apposta dagli Usa per dare l'impressione superficiale di un cambiamento che invece non sarà mai

dagli USA ????

Anonimo ha detto...

State tranquilli che il municipio sta mettendo avanti la storia della sicurezza contro gli attacchi, praticamente sui 10 mila euro a banco. Ovviamente nessuno se non pochi privilegiati potranno pagare e ritarare l autorizzazione quindi colpa degli ambulanti che non potranno ritirare il permesso e il municipio ne esce pulito

OFFERTA DI PRESTITO VELOCE IN ITALIA ha detto...

OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER LE PERSONE IN NECESSITÀ DI SOLDI.
Vi concederemo il vostro prestito è facile, semplice e veloce. Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo:

prestitovostro@gmail.com












































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER LE PERSONE IN NECESSITÀ DI SOLDI.
Vi concederemo il vostro prestito è facile, semplice e veloce. Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo:

prestitovostro@gmail.com





















































OFFERTA DI PRESTITO E AIUTO FINANZIARIO PER LE PERSONE IN NECESSITÀ DI SOLDI.
Vi concederemo il vostro prestito è facile, semplice e veloce. Per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo:.

prestitovostro@gmail.com

Theresa williams ha detto...





Ciao, sono Theresa Williams Dopo essere stato in relazione con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro ma tutto era invano, lo volevo tanto indietro a causa dell'amore che ho per lui, L'ho pregato con tutto, ho fatto delle promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema alla mia amica e lei mi ha suggerito di contattare un incantatore che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro ma io sono il tipo che non ha mai creduto nell'incantesimo, non ho avuto altra scelta che provarlo, io ho spedito il mago dell'incantatore e lui mi ha detto che non c'era alcun problema che tutto andasse bene prima di tre giorni, che il mio ex tornasse da me prima di tre giorni, ha lanciato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno alle 4 del pomeriggio. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto è che era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva che tornassi da lui, che mi amasse così tanto. Ero così felice e sono andato da lui che è così che abbiamo iniziato a vivere felici insieme di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosca un problema di relazione, sarebbe di aiuto a tale persona riferendola all'unico e potente incantatore che mi ha aiutato con il mio problema. email: drogunduspellcaster@gmail.com potete inviarlo via e-mail se avete bisogno della sua assistenza nella vostra relazione o in qualsiasi altro caso.

1) Incantesimi d'amore
2) Incantesimi d'amore perduti
3) Incantesimi di divorzio
4) Incantesimi di matrimonio
5) Incantesimo vincolante.
6) Incantesimi di rottura
7) Bandire un amante passato
8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / incantesimo della Lotteria
9) vuoi soddisfare il tuo amante
Contatta questo grande uomo se hai qualche problema per una soluzione duratura
attraverso drogunduspellcaster@gmail.com







Anonimo ha detto...

Caspita questi mutandari della festa della befana guadagnano moltissimo per pagare 18 mila euro per la sicurezza e spese varie.

Anonimo ha detto...

Speriamo che non lo ritiri nessuno così la piazza sarà vuota

Anonimo ha detto...

Magari andrà una multinazionale ed il gioco è riuscito

Anonimo ha detto...

Anche qua danno ragione al blog mica a certi stupidi commentatori

http://www.ilfoglio.it/roma-capoccia/2017/11/26/news/coia-e-il-degrado-del-mercatino-della-befana-165039/

Anonimo ha detto...

Anche la durata della concessione (9 anni)va bene?

giovanni mencucci ha detto...


Ho trovato il sorriso è grazie al signore. Muscolino Giovanni che ho ricevuto un prestito di 43.000€, e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di quest'uomo senza alcune difficoltà con un tasso di 3% all'anno. È con il signore. Muscolino Giovanni, che la vita il mio sorrida nuovamente è un uomo di cuore semplice e molto comprensivo. Ecco il mio e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

Anonimo ha detto...

Illegittimo far pagare agli ambulanti il piano sicurezza. Ed ora il comune non ha i soldi per garantire tale sicurezza e quindi SALTA ANCHE QUESTO ANNO. Che bello la piazza solo per noi

Anonimo ha detto...

ASSESSORE MELONI PARLA CONTRO ANDREA COIA ALL HUFFINGTKN POST E LO CHIAMA COIDICINE.
LO ACCUSA DI FARE AFFARI CON I TREDICINE
E CHE SI SONO MESSI D'ACCORDO PER PIAZZA NAVONA



Quante commissioni inutili ha fatto sulla festa della Befana?

Più o meno sei ufficiali

Almeno 8.

Lo sa chi era sempre presente?

Chi era presente? Mario Tredicine?

Eppure continua ad occuparsi di argomenti del suo assessorato. L'ultima convocazione agli ambulanti di oggi pomeriggio è partita dalla segreteria di Coia. Perché?

Ha anche avuto il coraggio di proporre che il comune paghi gli oneri di sicurezza per loro, nel bando è chiaro che sono a carico degli operatori.

Tuttavia, Coia continua ad occuparsi di materie del suo assessorato...

Ha fatto la famigerata delibera 30/2017 con il mio assenso (cosa di cui mi pento ora). Da quella notte magica di mezza estate non ha più toccato niente di rilievo.

Eppure la sindaca Virginia Raggi ha grande stima di Andrea Coia

Forse Coidicine è quello che ha fatto più danni alla giunta Raggi di qualsiasi altro consigliere

اميرة زماني ha detto...


<شركة مكافحة صراصير بمكة وافضل شركة مكافحة صراصير بالخرج وافضل شركة مكافحة صراصير بالقصيموافضل

اميرة زماني ha detto...


شركة مكافحة صراصير بينبعوافضل شركة مكافحة صراصير بالجبيل وافضل شركة مكافحة صراصير بجدة و افضل

اميرة زماني ha detto...


شركة مكافحة صراصير بالرياض
و افضل واحسن شركة مكافحة صراصير بالاحساء وافضل
شركة مكافحة صراصير بالدمام

ShareThis