31 marzo 2016

E per fortuna nel deserto e nella sciatteria qualcuno lotta contro questi mostri di plance elettorali


Cara Romafaschifo, vorrei che non passasse inosservato il fatto che le antistoriche plance elettorali (bandoni di lamiera arrugginita) massacrano ulteriormente i nostri poveri marciapiedi. Sono sostenute da tubi Innocenti (loro sì ma non chi le installa) conficcati nel marciapiede e fermati da cunei di legno.



Per questo ho presentato una mozione urgente (in discussione il 31 marzo) che richiama un odg che ho presentato nel 2014 e che ripropone una proposta di risoluzione che ho presentato nel 2012. Gli ultimi due doc sono stati approvati all'unanimità in II Municipio. I cittadini denunciano, il consiglio approva e il Prefetto latita. Continuiamo a farci del male e a rimanere nella cultura della comunicazione politica alla "Vota Antonio".
Alessandro Ricci - consigliere della Civica per Marino al II Mucinipio



*Una osservazione facile facile: queste mostruosità esistono esclusivamente perché Roma è drammaticamente non governata; quando lo è, poi, è governata malissimo. Altrimenti, come in altre città, schifezze simili sarebbero state archiviate. Politici inetti, dirigenti incapaci, svogliati, fancazzisti e corrotti hanno delle conseguenze dirette sulla vostra vita. Vivi e lascia vivere non funziona, mettetevelo bene in testa; chi si fa gli affari sua torna sano a casa sua non funziona; presto a casa vostra col caxxo che ci tornerete sani. E forse non troverete neppure più la casa. Date retta.
-RFS

17 commenti:

  1. Trovare una città squallida come Roma è difficile oggi, almeno fra le capitali. Non basta un film per dire che è la città più bella del mondo o questo blog o quattro(cento che siano) fontane. E' proprio il modo di essere di questa città che la rende una vera schifezza. Poi basta andarsene in Via Casilina, Prenestina etc. per capre quanto fa effettivamente schifo in termini materiali. Abbandonata, sporca, mal curata.
    E poi ricordiamoci che pure Instanbul è più visitata di Roma ed è sicuramente una bella città, non so come si viva ed a che livello di verà civiltà sia però. Ma poi del bello alla gente fondamentalmente che glie ne frega? Che si campa di fontane....Roma fa proprio schifo

    RispondiElimina
  2. Che Istanbul (ex Costantinopoli) possa avere tanti turisti non stupisce affatto. Quello che fa riflettere è che anche Berlino, una città senza storia (mica è Vienna...) e ricostruita nel dopoguerra, ha più turisti di Roma.

    RispondiElimina
  3. Quello che fa riflettere che finché i bandoni non glieli piantano sul marciapiede davanti casa i problemi so altri!. Il che denota capacità di ragionamento entro i 2 metri di raggio e nei prossimi 5 minuti e stop.

    RispondiElimina
  4. basterebbero 2 persone con due cric da automobile per spiantarli e trascinarli in mezzo alla strada... stanotte chi mi aiuta? :-)

    RispondiElimina
  5. Dici che in mezzo alla strada sono più belli da vedere?

    RispondiElimina
  6. Grandiosa la chiosa finale siglata RFS

    RispondiElimina
  7. LE PLANCE ELETTORALI CON I TUBI INNOCENTI SONO UN CLASSICO A ROMA. DA SEMPRE.
    UN'INTUIZIONE ARTISTICA MAI DEGNA DI UNA BIENNALE A VENEZIA.
    VERA TRANSAVANGUARDIA.
    AHAHAHAH

    RispondiElimina
  8. Grande Ricci!
    LE PLANCE ELETTORALI ISTALLATE MASSACRANDO E DISTRUGGENDO I MARCIAPIEDI DI ROMA (GIA' IN CONDIZIONI VERGOGNOSE A PRESCINDERE) SONO UNA PURA FOLLIA PARTORITA DALLA MENTE DI UN IMBECILLE. NON A CASA NON ESISTE UN'ALTRA CITTA' AL MONDO DOVE SI UTILIZZA QUESTO METODO ABOMINEVOLE ED IDIOTA PER ISTALLARE PLANCE.
    E' PURA FOLLIA!!!
    Mc Daemon

    RispondiElimina
  9. Con quelle facce dovrebbero capire che meno si espongono è meglio è. Considerato poi che nessuno vota un politico perché ne vede la gigantografia competa di slogan del tipo "insieme per vincere" o "Roma e futuro", l'impressione è che si tratti più di una forma di presenzialismo e di colore locale. Un cafonal affissorio, per dire, pur trombati: "Io c'ero".
    Un facebook d'antan.

    RispondiElimina
  10. O più semplicemente un modo per foraggiare a spese della collettività (rimborsi elettorali) la mafia degli attacchini. Quindi senza grandi velleità estetiche e sanitarie, almeno fin quando non insorgerà la mafia delle plance per ottenere un appalto.

    RispondiElimina
  11. A Tone', ma er poro Gabriele Guazzo sta a rosica' pure su facebook? Gli e' gia' arrivata la denuncia?

    RispondiElimina
  12. Sono incivili e primitivi, e le persone che li autorizzano appartengono alla generazione del 1920. Quanto ci costa poi per risanare i buchi?

    RispondiElimina
  13. ma se sono abusive, sbaglio o cbhiunque potrebbe andar lì anche in pieno giorno, staccarle, tirarle via e portarle in discarica??? Perchè se così fosse, l'unica semplice soluzione come molte altre cose in questa città sono dei seri comitati di quartiere attivi... si prende il camion cino di un iscritto, e si va in pieno giorno a sradicarle e gettarle... poi andatene a comprare altre!!!

    RispondiElimina
  14. Anonimo aprile 01, 2016 7:08 AM ha detto:
    Quanto ci costa poi per risanare i buchi?

    Ahahaha. Senza offesa. Ma perché te pensi che li riattappano bene?

    Più che altro perché ste cose non le fanno online. Tipo un grande sito ufficiale delle elezioni comunali con i programmi di tutti i candidati così uno può vederseli bene e fare il confronto?

    RispondiElimina
  15. Cosa state dicendo ? Roma è piena di turisti con i camper tanto che si accampano dove possono! Che non li vedete i fuochi e l'odore del fumo che fa tanto bene ai polmoni? Non li vedete in metro oppure in autobus che si avvicinano agli altri turisti aiutandoli a spendere i soldi volatilizzandoli dal portafoglio, ect. ect.

    RispondiElimina

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.